Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Fiducia sul Dl Banche: serpeggiano i malumori nella maggioranza

Posted by fidest press agency su martedì, 28 giugno 2016

Banca d'Italia“Si parla di banche e appare la fiducia, sembra un rituale scontato, ma non è questo l’atteggiamento che si palpa nell’aula di Montecitorio. L’irritazione è profonda e non solo nelle parole del M5S, di FI, della Lega o di Sel, di cui è facile immaginare una posizione di ostilità a prescindere dai contenuti specifici della legge in discussione. Sono all’opposizione e fanno opposizione. Ma quel che più sorprende è il malumore che serpeggia nei partiti che sostengono la maggioranza e nello stesso partito di maggioranza. Una volta ancora si sentono esclusi dal dibattito su di una potenziale evoluzione del sistema economico-finanziario e vedono preclusa la possibilità di intervenire a tutela dei risparmiatori, le vere grandi vittime di un sistema bancario inadeguato, ancor più in bilico dopo quanto è accaduto in Inghilterra e ha già scosso in profondità il sistema bancario italiano ed europeo, bruciando molti milioni di euro nel giro di poche ore. Ma il governo pone la fiducia, in un momento in cui in giro fiducia ne circola sempre meno”. Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare.
“L’ennesima fiducia di oggi, già nell’aria da giorni, sorprende comunque per la forte inopportunità psicologica del momento. Il Pd ha incassato vistose sconfitte alle recenti elezioni amministrative; ha toccato con mano brucianti umiliazioni di esponenti storici come Piero Fassino, padre storico del Pd; ha esposto brillanti politici come Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera, ad un risultato che mette sotto accusa l’intero Pd romano; laddove ha vinto, come a Bologna, è apparso evidente che la vittoria è arrivata non per merito del Pd, ma nonostante il Pd. Eppure Renzi chiede la fiducia, stando su di una barca che si riempie di amarezza, di delusioni, di acqua in definitiva, come succede alle carrette del mare, quando intraprendono veri e propri viaggi della speranza, dall’esito incerto. La vicenda inglese non può essere archiviata come un fatto marginale per noi: è la misura colma di un popolo esasperato che usa tutti i mezzi a sua disposizione per dire basta all’esecutivo. Ma di quale fiducia stiamo parlando? Il fatto poi che sia una fiducia legata alle banche, rende paradossale l’atteggiamento del governo e c’è da immaginare che sarà sugli ordini del giorno che si consumerà la vendetta di chi si è sentito escluso dal dibattito, ma soprattutto dalla possibilità di intervenire per migliorare una legge che così come è non può riscuotere la fiducia dei cittadini”.
“Per le famiglie – prosegue Binetti – non ci sono mai risorse sufficienti; nel collegato Povertà si sta risparmiando su tutto, fino ad indebolire una legge che avrebbe potuto dare sollievo ai più poveri ed emarginati; a coloro che abitano le periferie del paese; per i poveri poco o nulla, perché tutto è stato destinato alle banche e al loro salvataggio; per le famiglie per ora solo parole, ancora parole, fatti zero. Chissà come ci si immagina che possa prendere forma la fiducia: fiducia di che e fiducia in chi. Eppure il governo continua a mettere la fiducia, nella speranza di trovarla dati i numeri schiaccianti del Pd. I colleghi Pd d’altra parte sono stati rigorosamente precettati ad essere in aula domani, per votare la fiducia al governo”.
“Ma allo stato attuale delle cose – conclude Binetti – è una fiducia di facciata, una fiducia che non si nutre più di argomentazioni serie; è una vera e propria scommessa, un gioco d’azzardo ad alto rischio, almeno se le cose non cambieranno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: