Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Contestare ai cittadini un mancato pagamento, ponendo a carico degli oneri quando poi dimostrano di aver regolarmente pagato

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2016

camperANCORA OGGI il cittadino è tenuto a conservare le ricevute per anni ma, alla luce dell’informatizzazione.il Governo e i Parlamentari devono cambiare dette norme perché il cittadino è stanco di vedersi porre a carico oneri che comportano stress e costi quando poi chi sbaglia è colui che viene pagato dai cittadini per ben amministrare.Per quanto sopra, chiediamo a Governo e Parlamentari di intervenire,RICORDANDO CHE:
– Da 15 anni vi è una informatizzazione diffusa ed efficace, quindi, le Pubbliche amministrazioni non archiviano più delle carte che poi potrebbero andare disperse, ma ricevono giornalmente i dati inerenti i versamenti a loro diretti da parte dei cittadini direttamente da un software che consente di verificare in automatico sia dei pagamenti dovuti e non effettuati (quindi contestabili in tempo utile al cittadino) sia controllare eventuali pagamenti (come in questo caso) che sono incassati ma non vengono attribuiti per vari motivi.
– Da 15 anni non è accettabile che una Pubblica Amministrazione incassi non attribuendo in modo certo un pagamento e non accertando la provenienza di un pagamento qualora non sia certo il dove attribuirlo.
EMANINO UNA NORMA CHE
a una richiesta di pagamento rivolta al cittadino che poi dimostri di averlo già effettuato, quindi è pacifica l’inefficienza e il costo che l’Amministrazione ha posto sia a carico del cittadino per le ricerche e risposte – a parte lo stress subito – e alla stessa amministrazione che paga per aver creato la pratica e attivato la spedizione) –
1) obblighi chi ha emesso tale atto a pagare i relativi costi perché non ha tenuto in ordine i pagamenti ricevuti;
2) attivi automaticamente una sanzione disciplinare per i dipendenti che non hanno svolto il loro dovere (dal capo che deve organizzare bene il servizio al dipendente che non ha svolto bene il suo compito di verifica e archiviazione) nonché attivi una verifica sulla loro competenza nello svolgere i compiti a loro assegnati.
Quanto sopra è indispensabile per rispettare il cittadino che lavora e mantiene chi è in servizio nella Pubblica Amministrazione del Paese. (Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, portatrice di un interesse collettivo) www.coordinamentocamperisti.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: