Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Superare criticità su valore terreni

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2016

agricolturaUn’interrogazione ai ministri dell’Economia e Finanze e alle Politiche agricole e forestali per chiedere l’adozione di norme di correzione al fine di sanare alcune criticità contenute nel provvedimento relativo alla riapertura dei termini per rideterminare il valore dei terreni a destinazione agricola ed edificatoria e delle partecipazioni in società non quotate, posseduti da persone fisiche per operazioni estranee all’attività di impresa, società semplici, società ed enti ad esse equiparate.
E’ quella presentata dal deputato di Area popolare Nino Minardo, dopo essere stato sollecitato da diversi cittadini che stanno subendo effetti estremamente penalizzanti. “La Legge di Stabilità – spiega Minardo – prevede la possibilità di rideterminare i valori di acquisto dei terreni edificabili e con destinazione agricola e delle partecipazioni posseduti da persone fisiche al 1° gennaio 2016, con il pagamento di una imposta sostitutiva dell’IRPEF. Il 30 giugno 2016 rappresenta il nuovo termine entro il quale redigere e giurare la perizia di stima, nonché versare l’imposta sostitutiva o la prima rata della stessa (nel caso in cui si opti per il pagamento rateale). Un termine perentorio che penalizza il contribuente nel caso in cui, per una mera dimenticanza del termine di versamento dell’imposta sostitutiva in unica soluzione o del versamento della prima rata, subisce l’inefficacia dell’intera operazione posta in essere, con effetti estremamente penalizzanti”.Nella sua interrogazione parlamentare, Minardo chiede “l’introduzione di elementi correttivi che superino le problematiche evidenziate, tenuto conto che al versamento dell’imposta precedono tutta una serie di comportamenti preordinati alla scelta di usufruire della norma agevolativa, senza voler arrecare alcun danno all’Erario”. “E’ necessario che venga concessa al contribuente la possibilità di sanare il tardivo versamento dell’imposta avvalendosi dell’istituto del ravvedimento operoso, entro i termini di presentazione del modello Unico che accoglie le informazioni relative alla rideterminazione dei terreni e partecipazioni. Tra l’altro, proprio con l’art.1, comma 637, della legge di Stabilità 2015, sono state riscritte le norme in materia di ravvedimento operoso, dettate dalla motivazione di una maggiore semplificazione del rapporto tra Fisco e contribuenti, incentivando la ‘compliance fiscale’, volta a ridurre gli ambiti del contenzioso tributario”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: