Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 6 luglio 2016

A Malcesine le barche sanno anche volare!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

malcesine cup2malcesine cupCountdown è partito e i 10 equipaggi che partecipano al GC32 Malcesine Cup dal 7 al 10 luglio, si stanno già allenando. Tra essi personaggi molto importanti che sapranno regalare, grazie a tecnica, ingegneria, tattica, perfetta forma fisica, momenti molto emozionanti che solo questa nuova tendenza nella vela, il foiling, sa dare. Tra essi 5 olimpionici, 5 che hanno partecipato all’American’s Cup, il vincitore della Volvo Ocean Race, il vincitore in solitaria delle Route du Rhum, il vincitore della Transat Jacques Vabre, il vincitore della Solitaire du Figaro, tutti insieme a Malcesine!” dice Domenico Boffi, uno degli organizzatori della Foiling Week partita il 4 luglio con una serie di competizioni di altre categorie e molti dibattiti tra addetti ai lavori sulla vela del futuro. _LA15916_LA14435“Sempre al fianco di chi affronta le esperienze più adrenaliniche ed estreme, Helly Hansen è partner tecnico della GC32 Malcesine Cup, seconda tappa italiana del Tour GC32. Autentico divertimento tra regate all’ultimo respiro e interpreti di fama mondiale, una full immersion di sport e tecnologia all’insegna dell’innovazione, cui non poteva sottrarsi Helly Hansen, il brand norvegese leader mondiale nell’abbigliamento nautico hi-tech, garanzia di assoluta affidabilità e performance”, dice entusiasta il Sailing Category Director di Helly Hansen, Olyind Vedvik, presente a Malcesine. Ospitata dal 4 al 10 malcesine cup1luglio dalla Foiling Week del Circolo Velico La Fraglia di Malcesine, la GC32 Malcesine Cup è la più attesa per i suoi Match Race eccezionalmente spettacolari. I catamarani da 10 metri di lunghezza e 6 metri di larghezza con i loro foil a forma di Elle volano letteralmente sull’acqua e sono in grado di raggiungere una velocità superiorie a 39 nodi. Più piccoli di quelli usati nella Coppa America, sono il futuro della vela, perfetti per i più grandi talenti della Coppa America e per i giovani come l’attesissimo Pierre Casiraghi con il suo nuovo catamarano foil Malizia, portacolori dello Yacht Club di Monaco. Il Malcesine Gc32 Cup, vede Frank Cammas e il suo Team Norauto in cima alla classifica perché ha vinto la prima tappa a Riva del Garda, Team Tilt che detiene il record di velocità con 39,7 nodi che è secondo in classifica, il Team Armin Strom Sailing Team che è terzo classificato. Dopo il rinnovo del contratto Michael Uhl, Marketing Director Europe di Helly Hansen, ha commentato: “Siamo stati i partner ufficiali d’abbigliamento del campionato dell’anno scorso. Siamo davvero entusiasti dell’ambiente, delle barche a vela dinamiche e dei Match Races spettacolari. Per noi è un vero onore essere i partner dell’intero GC32 Tour 2016. Abbiamo accompagnato i velisti per quasi 140 anni – la vela è nel nostro DNA e Helly Hansen continua a sviluppare le più avanzate tecnologie, proprio come la barca GC32 – rendendo questa partnership particolarmente adatta a noi” . Il Tour di questa tappa italiana di Malcesine promette di essere un evento velistico davvero spettacolare per gli spettatori e per gli equipaggi.Per maggiori informazioni visitate: http://www.gc32racing.com e http://www.hellyhansen.com http://www.fragliavela.org http://www.foilingweek.com (foto: malcesine cup)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In volo libero alla conquista dei cieli della Macedonia e della Valbelluna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

deltaplano decollodeltaplano voloLa squadra nazionale italiana di deltaplano sta per spiccare il volo – mai espressione fu più appropriata! – verso Krushevo in Macedonia, sede dei campionati d’Europa che si terranno dal 16 al 30 luglio. La cittadina si erge nella parte centrale del paese a 1.250 metri d’altezza, la località più alta di tutta la Macedonia, e dista 160 km dalla capitale Skopje. Qui, con classifiche separate, si confronteranno circa 80 piloti di 20 nazioni a bordo di deltaplani ad ala flessibile ed ala rigida. Come decollo è previsto l’uso di un pendio montano a circa 1.400 metri, atterrando poi nella valle sottostante a circa 600 metri. Tra decollo ed atterraggio questi mezzi, che si reggono in aria sfruttando le masse d’aria ascensionali, potranno gareggiare su percorsi predeterminati per decine di km, ben oltre i 100 nelle giornate migliori. Tutto dipenderà dalla meteo. Sommando le due categorie gli azzurri si presentano con un palmare complessivo di otto titoli mondiali, gli ultimi quattro consecutivi, compreso quello del marzo 2015 in Messico, e tre europei. Nessuno al mondo ha vinto di più. La squadra schiera in testa il campione del mondo in carica Christian Ciech, trentino trapiantato nel varesotto, seguito da Alessandro Ploner di San Cassiano (Bolzano), Filippo Oppici di Parma, Davide Guiducci di Villa Minozzo (Reggio Emilia), Tullio Gervasoni di Brescia, Suan Selenati di Sutrio (Udine) e Michele Perlo di Torino. Le sorti nella categoria ala rigida sono affidate alle ali di Franco Laverdino, torinese, e di Luca Comino di Mondovì (Cuneo).
Invece, dal 16 al 23 luglio, il comprensorio del Monte Avena presso Feltre (Belluno) ospiterà il più antico appuntamento agonistico di volo libero al mondo, il Trofeo Guarnieri, edizione numero 33. Organizzata dal Para&Delta Club Feltre e dell’Aeroclub Feltre, la competizione si volgerà tra le vette delle Dolomiti ed è intitolata ad Adriano Guarnieri, che a metà degli anni ’70 introdusse il volo in deltaplano in Valbelluna. Oggi la disputa sarà tra piloti di parapendio, l’altro mezzo per il volo libero che ai tempi del pioniere ancora non esisteva. Si decollerà dai vasti prati a quota 1.400 metri nei pressi della Malga Camper, facilmente raggiungibili grazie ad una strada in parte sterrata. Atterraggio ufficiale nella nuova zona sportiva di Boscherai presso Pedavena. Hanno confermato la presenza 108 piloti provenienti da una ventina di paesi. L’evento è inserito nel calendario della Federazione Aeronautica Internazionale come Pre-World Championship, cioè premondiali, visto che i campionati del mondo saranno ospitati qui il prossimo anno, prima volta in Italia. Chiuso l’appuntamento italiano, dall’otto al 20 agosto i piloti della nazionale di parapendio sostituiranno i colleghi di deltaplano a Krushevo per i campionati europei. (Gustavo Vitali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: Governo responsabile del loro collasso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

palazzo chigiDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “La crisi del settore bancario italiano esplosa nelle ultime settimane potrebbe avere conseguenze politiche simili a quelle collegate all’esplosione dello spread sul debito sovrano dell’Italia nell’estate-autunno del 2011. Con la differenza che lo spread non dipendeva dall’operato del governo allora in carica, che con quattro manovre per un valore cumulato di oltre 230 miliardi aveva messo in sicurezza i conti pubblici, mentre l’esecutivo attuale è in gran parte responsabile del collasso delle banche cui assistiamo oggi. Nei due anni e mezzo di governo Renzi, infatti, i provvedimenti relativi al delicato settore del credito sono stati ispirati più dal conflitto di interessi del premier e dei suoi cari che dal buon senso, e hanno generato caos e confusione piuttosto che salvare le banche in crisi. Ma noi non siamo come la sinistra, che usò la speculazione contro il debito sovrano dell’Italia per far fuori il governo Berlusconi.
Nel 2011 fu la vendita dei titoli di Stato italiani da parte di Deutsche Bank a scatenare la speculazione internazionale che, cavalcata ferocemente dalla sinistra italiana in alleanza con alcune cancellerie europee, portò alle dimissioni dell’ultimo governo legittimamente eletto dal popolo e all’avvento del governo Monti. Noi oggi non manderemo a casa Renzi usando il collasso del sistema bancario. Quest’ultimo è troppo importante per essere strumentalizzato a fini politici. Il presidente del Consiglio venga, però, in Parlamento a dire la verità, assumendosi le sue responsabilità e cercando una soluzione condivisa.
Non si tratta di difendere le banche e i banchieri, ma di impedire che il sistema crolli sulla testa degli italiani. I nostri istituti di credito non hanno, al contrario di quelli tedeschi, i bilanci pieni di derivati, ma in pancia oltre 200 miliardi di crediti deteriorati che sono figli della crisi e del crollo del Pil, non della cattiva amministrazione o della speculazione finanziaria. Un intervento pubblico è stato in passato rifiutato con spocchia da Monti e per inerzia da Letta, mentre altri governi europei, Germania in primis, vi facevano ricorso. Agli italiani è stato sempre detto che il sistema era solido. Ma ora che abbiamo drammaticamente scoperto che non è così, negare la realtà non serve più a nulla. Il momento è drammatico, non bastano più false rassicurazioni, fuorvianti e strumentali. Aspettiamo Renzi e Padoan in Parlamento. Basta con le chiacchiere”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cesare Catania al Premio Celeste 2016

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

cataniaMilano Al prestigioso “Premio Celeste” 2016 sarà presente anche l’artista Cesare Catania con 2 sue opere, dopo gli importanti riconoscimenti ottenuti dalle recenti esposizioni. La prima opera è “Gospel” dove il tema della musica viene nuovamente affrontato in questo dipinto ad olio, che ritrae una cantante dalla voce impetuosa in un’esibizione gospel. Gli spartiti svolazzano in alto a sinistra, i sassofoni accompagnano il suono sulla sinistra in secondo piano e le mani del pubblico caricano la scena sulla parte bassa del dipinto. I colori ad olio vengono dati sulla tela utilizzando il pennello come se fosse una spatola, imbrattandola letteralmente di pigmenti colorati che accendono il dipinto agli occhi dell’osservatore. La seconda opera presentata si intitola invece “Letture Estive (Omaggio a Pier Luigi Nervi)”. Questo dipinto ritrae una donna che prende il sole sulla spiaggia. Come già visto nelle precedenti opere di Catania, l’autore simbolicamente rappresenta la donna con in capo leggero e spensierato staccato dal corpo e sorretto dalle braccia. In questo caso specifico la metafora della leggerezza è uno scherzo artistico. Ciò su cui si sta cimentando la donna è infatti tutt’altro che leggero. Distesa e aggraziata (lo si capisce dalla greca che contorna il suo corpo, greca che vuole mettere in risalto l’eleganza e la raffinatezza della protagonista), sta studiando infatti la Teoria delle Membrane, teoria che vuole essere per l’autore un omaggio a Pier Luigi Nervi, grande ingegnere italiano del secolo scorso che affascina Cesare Catania per la precisione con cui ha progettato volte sottili e cupole di ogni genere e dimensione. Nel dipinto si possono chiaramente riconoscere sulla sinistra in alto l’ombrellone e in basso tre libri chiusi, in primo piano sulla parte centrale si vedono il seno rotolato via dal corpo della donna e il libro di ingegneria contenente il capitolo su menzionato. Prospetticamente arretrati rispetto al primo piano ma non di secondaria importanza, la protagonista e il sole. L’ammissione al Premio Celeste è una nuova conferma internazionale per Cesare Catania e sottolinea l’interesse crescente che si sta creando intorno alle sue opere sia da parte della critica che del pubblico. Il primo settembre 2016 ci sarà l’annuncio delle 50 opere e dei 3 progetti finalisti. La mostra finale del Premio Celeste 2016, la votazione e l’aggiudicazione dei premi si svolgeranno presso la prestigiosissima location “The Bargehouse, OXO Tower” a Londra dal 7 al 9 ottobre 2016. (foto: catania)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European Border and Coast Guard: Civil Liberties Committee approved the compromise text agreed with Parliament and Council negotiators

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

The creation of an EU border control system received the green light from the Civil Liberties Committee on Monday evening. A provisional agreement on this file was reached between the Council, Parliament and Commission on 21 June. It is now up to Parliament as a whole and member states to endorse the agreement. Parliament will vote on the agreed text on Wednesday, 6 July at noon. The cornerstone of the deal is to upgrade today’s Frontex border agency, which, together with national border management authorities, will form a European Border and Coast Guard.If approved, the regulation would enable extra border guard teams (European Border and Coast Guard or EBCG) to be rapidly deployed to EU countries whose external borders are under pressure. National authorities would still manage their borders day to day, but could seek help from the new agency in a crisis. This legislation is expected to enter into force this autumn.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fight against terror: Planning terrorist acts must be criminalised, Civil Liberties MEPs say

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

terroristiTravelling abroad for terrorist purposes, training or being trained, incitement to terrorism or financing of terrorist activities must be criminalised in all EU member states. In a vote on Monday night, ahead of upcoming talks with the Council on the proposal for a new counter-terrorism directive, MEPs also stressed the need to protect and assist victims, especially across borders.
The amendments, prepared by lead MEP Monika Hohlmeier (EPP, DE), were passed by the Civil Liberties Committee with 41 votes to 10, with 4 abstentions.Rapporteur Hohlmeier will give a press conference on Tuesday morning at 9.30am in Parliament’s press briefing room in Strasbourg on the outcome of the vote. The proposal for the Counter-terrorism directive was presented by the Commission on 2 December 2015 in the wake of the November Paris attacks and is considered a key tool in the joint fight to prevent terrorism.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte medica: “Con dignità, fino alla fine”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

medico_famigliaFin dalle sue origini l’arte della medicina è al servizio della persona malata, con la finalità di curarne la condizione di salute e la qualità di vita, di guarirne – nei limiti del possibile – le patologie ed alleviarne le sofferenze. In questa prospettiva, pur con accenti e riferimenti differenti lungo i secoli, paziente e medico sempre hanno saputo costruire insieme una vera “alleanza per la vita”. Da un lato la domanda di aiuto da parte del paziente, segnata dal peso del proprio vissuto e caratterizzata dalla sua soggettività etica e psicologica; dall’altro, la risposta d’aiuto – basata sulla competenza professionale, l’abilità operativa e la formazione umana – da parte del medico, consapevole della sua peculiare missione. Entrambi, in ascolto della propria coscienza morale e nel rispetto di quella altrui, impegnati a sostenere e promuovere il bene
primario della vita e la qualità della salute. Una prospettiva che Scienza & Vita sostiene e promuove ancora oggi per strutturare e modulare “a misura umana” il rapporto paziente-medico, soprattutto nelle situazioni cliniche più difficili e complesse, tanto sotto il profilo tecnico quanto sotto quello umano.
2. Lo strumento della pianificazione terapeutica condivisa Come evidenzia la prassi medica, molte di queste situazioni si verificano nell’ambito del fine vita. E proprio in tale ambito, è ancor più radicata la nostra convinzione che anche alcuni preoccupanti fenomeni emergenti, come l’eventuale richiesta di eutanasia da parte del malato o, all’opposto, la tendenza al cosiddetto “accanimento terapeutico” da parte del medico, possano essere superati e svuotati della loro ragion d’essere proprio da un corretto percorso di condivisione programmatica e operativa tra paziente e medico dell’iter di cura.
A tal fine, ciò che proponiamo ed auspichiamo – soprattutto nei luoghi di cura dove ciò non sia ancora una realtà – è la virtuosa scelta di una pianificazione terapeutica condivisa che, nella situazione clinica concreta, dal momento dell’instaurazione dell’alleanza paziente-medico, veda entrambi i soggetti come co-protagonisti – nel rispetto reciproco dei propri ruoli e doveri specifici – nella gestione del percorso di cura per il raggiungimento degli obiettivi comuni di volta in volta prefissati. Questa pianificazione condivisa va ovviamente rimodulata, ogni qualvolta ciò si renda necessario, in base all’evolversi della condizione clinica del paziente, soprattutto nelle fasi finali della sua vita. Resta comunque in carico al paziente il diritto/dovere di assumere in coscienza la responsabilità ultima delle decisioni circa gli interventi medici cui sottoporsi, nel momento presente, in coerenza col quadro valoriale assunto congiuntamente. Spetta invece al medico il dovere etico e deontologico di mettere il paziente – attraverso un’adeguata e completa informazione – nelle migliori condizioni per poter esercitare questa sua responsabilità etica. In questa prospettiva, sono da incoraggiare e diffondere possibili iniziative – per esempio, l’istituzione in ospedale della figura del medico tutor – che facilitano e migliorano il dialogo tra paziente e medico curante.
3. Necessità di criteri e riferimenti valoriali, nella prospettiva del bene integrale della persona
Perché l’adozione di una prassi di pianificazione terapeutica condivisa possa essere concretamente applicabile nella pratica clinica quotidiana, appare però necessario che essa faccia riferimento ad un coerente quadro valoriale ed antropologico, con cui possano armonizzarsi, passo dopo passo, le singole scelte terapeutiche operate concordemente da paziente e medico. Naturalmente, senza che questo dinamismo possa essere ridotto ad un puro accordo contrattualistico tra i due, ma rimanga coerente con le finalità fondamentali dell’arte medica e la prospettiva del bene integrale del paziente.
Scienza & Vita anzitutto desidera riproporre come valore imprescindibile il riconoscimento di quel bene fondamentale che è l’essere umano vivente. La vita di ogni essere umano, infatti, mantiene la sua dignità indipendentemente dalle condizioni concrete in cui essa si svolge. Essa costituisce un bene primario della persona perché precede e consente lo sviluppo di tutti gli altri suoi beni e dimensioni, inclusa la qualità della vita stessa. E proprio in quanto tale, essa esige di essere riconosciuta e rispettata sia dal paziente sia dal medico. Al contrario, negare in qualche modo – in linea di principio o nei gesti concreti – tale bene significa inevitabilmente minare alla base, fino a distruggerle, le radici stesse dell’esistenza personale e, in definitiva, della convivenza sociale.
La declinazione di questi valori fondamentali nella condizione peculiare del paziente affetto da patologie gravi o in prossimità della morte suggerisce alcune considerazioni ulteriori, che costituiscono necessaria premessa all’attuazione di una pianificazione terapeutica condivisa, rispettosa del bene integrale del paziente:
– lo stato di malattia e l’impossibilità di recuperare condizioni di autonomia sul piano dell’efficienza fisica, psichica o, comunque, nella gestione della propria persona, non costituiscono realtà esistenziali che tolgono dignità alla persona: il reciproco affidamento rispetto a contesti di debolezza o di bisogno costituisce, anzi, una delle manifestazioni più elevate dell’umano, che deve trovare sostegno anche sul piano legislativo;
– ne deriva l’esigenza di una grande premura intesa al sollievo delle sofferenze e, più in generale, alla massima valorizzazione possibile della qualità di vita del malato, specie attraverso gli strumenti della medicina palliativa;
– al tempo stesso, occorre assicurare che, nei confronti delle persone malate, non operino mai sollecitazioni, dirette o indirette, a rifiutare terapie in sé proporzionate; si tratterà, pertanto, di contrastare messaggi che identifichino l’atteggiamento dignitoso, in condizioni di precarietà esistenziale, nella rinuncia alla vita, con inevitabili dinamiche di colpevolizzazione dei malati che desiderino usufruire delle terapie proporzionate tuttora praticabili; il malato, infatti, deve poter percepire che l’accesso a tali terapie non costituisce una sua pretesa nei confronti della società, ma l’esercizio di un preciso diritto, costituzionalmente sancito;
– va pure evitato che mere considerazioni statistiche sull’aspettativa media di vita del paziente possano giustificare che lo si privi di una corretta informazione sull’attivabilità di terapie per lui ancora utili e proporzionate, in rapporto alla sua condizione;
– allo stesso modo, va evitato con cura che le prassi relative alla gestione di fasi avanzate o croniche di malattia finiscano per dipendere, anche quando facciano appello all’affermazione di diritti individuali, da mere considerazioni di carattere economico;
– occorre garantire, in particolare, che le manifestazioni di volontà del malato non siano espressione di stati depressivi o di condizioni psichiche anomale; per cui dovrà assicurarsi ai malati affetti da patologie gravi, con particolare riguardo alle scelte di rilievo terapeutico, un adeguato sostegno psicologico, tenuto conto che spesso un atteggiamento rinunciatario del malato, ad un’analisi attenta, si rivela come un appello al non abbandono, sia sul piano medico, sia su quello umano.
4. Sì alle cure “eticamente adeguate”, no all’eutanasia, no all’accanimento terapeutico
Coerentemente con gli assunti fondamentali enunciati, Scienza & Vita rifiuta ogni intervento (medico e non) eutanasico, vale a dire messo in atto con la diretta intenzione di procurare anticipatamente la morte del paziente gravemente malato o terminale o insofferente della sua condizione.Al tempo stesso, e in ragione del medesimo riconoscimento della dignità che ogni essere umano possiede, Scienza & Vita si oppone fermamente ad ogni intervento medico che, nella data situazione del paziente, si configuri come “accanimento terapeutico”, ovvero che, in base a precisi ed individuati criteri di proporzionalità terapeutica, risulti clinicamente inappropriato.
Sosteniamo invece un approccio in cui la valutazione di appropriatezza clinica, di stampo prettamente tecnico-scientifico (quindi a carico del medico curante), si componga con la valutazione da parte del paziente della propria condizione personale attuale (sul piano esistenziale, fisico, psicologico, spirituale, ecc…), per giungere quindi a comuni decisioni “eticamente adeguate” di terapia o cura, realmente rispondenti al miglior bene del paziente, inteso nella sua integralità. L’insieme di questi elementi dà significato compiuto al concetto di pianificazione terapeutica condivisa.
5. Scienza & Vita promotrice di dialogo e confronto per decisioni massimamente condivise
Consapevole della delicatezza ed importanza di questa problematica, Scienza & Vita si impegna quindi a dare il suo contributo alla comunità, facendosi promotrice convinta di occasioni di dialogo e confronto, soprattutto tra coloro che sotto vari aspetti si occupano del settore. Con la duplice finalità di poter favorire decisioni operative massimamente condivise e, al tempo stesso, diffondere nella società civile, attraverso un’adeguata informazione, una maggiore consapevolezza delle problematiche tecniche e valoriali in gioco.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le aste immobiliari in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

Roma, 11 luglio 2016, ore 10.30 Senato della Repubblica Sala degli Atti Parlamentari Presso il Chiostro del Convento di S. Maria sopra Minerva Piazza della Minerva, 38 Sogeea presenterà il Rapporto semestrale sulle aste immobiliari.
Lo studio, ormai strumento di consolidata considerazione tra gli analisti del settore, offre un panorama completo del numero delle abitazioni all’asta, del loro valore di mercato e della loro collocazione geografica.
I dati, reperiti al termine di un capillare lavoro presso i tribunali italiani, forniscono uno spaccato assai rappresentativo della situazione economico-sociale del nostro Paese e verranno illustrati dal direttore del Centro Studi, Prof. Sandro Simoncini.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumori giovanili e tecniche di lotta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

Roma, Biblioteca Primoli, Via Zanardelli 1 12 luglio 2016, ore 11.30 si terrà una conferenza stampa con la partecipazione del prof. Paolo Scollo, Presidente SIGO, del prof. Carmine Pinto, Presidente nazionale AIOM, e del prof. Andrea Lenzi, Presidente SIE. Sarà presentato il documento sull’Oncofertilità, da proporre alle Istituzioni e ai pazienti. ogni giorno in Italia vengono diagnosticati 30 nuovi casi di tumore in pazienti che hanno meno di 40 anni. I giovani che sconfiggono la malattia, in aumento grazie ai progressi nella diagnosi e nelle terapie, oggi possono sperare di diventare genitori grazie alle tecniche di preservazione della fertilità, cioè di congelamento e conservazione dei gameti a bassissime temperature. L’attenzione a questi temi, per troppo tempo sottovalutati, va intesa come uno dei bisogni essenziali del paziente oncologico e tutti i metodi per tutelare la fertilità dovrebbero essere fruibili attraverso il Servizio Sanitario Nazionale. Non solo. La progettualità del “dopo il cancro” è motivo di vita e recupero di energie anche durante la malattia, ma sono ancora troppo poche le persone colpite da tumore che accedono a queste tecniche.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il Jerusalem Film Festival. Ospite d’eccezione di questa edizione Quentin Tarantino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

Quentin TarantinoDal 7 al 17 luglio, Gerusalemme si trasforma in una grande, prestigiosa passerella di star internazionali. Lanciato nel maggio del 1984 e inaugurato dal film Ballando Ballando diretto da Ettore Scola, il Jerusalem Film Festival festeggia quest’anno la sua 33^ edizione. Durante la cerimonia di apertura del Jerusalem Film Festival sarà consegnato un premio speciale al regista Quentin Tarantino per il suo contributo all’arte cinematografica. Il giorno seguente, venerdì 8 luglio, ci sarà un evento in cui Tarantino terrà un discorso alla platea della Jerusalem Cinematheque, seguito dalla proiezione di uno dei suoi film più acclamati, “Pulp Fiction”. La pellicola d’apertura, acclamata e osannata dalla critica in occasione del recente Festival di Cannes, sarà Julieta di
Pedro Almodovar, arricchita dalle colonne sonore firmate da Alberto Iglesias.Dieci giorni durante i quali a Gerusalemme vengono proiettate centinaia di pellicole, divise per categorie: premiere israeliane, Panorama – ovvero una selezione dei migliori film internazionali, documentari, Esperienza Ebraica, Spirito di Libertà – ovvero film che trattano di questioni relative alla libertà e ai diritti umani, Drammi TV e nuovi direttori. Le proiezioni si tengono in alcune location selezionate: la Piscina del Sultano, la Jerusalem Cinematheque, l’Independence Park, l’area della First Station e altre location nella Città Vecchia, in cui saranno organizzati eventi ed concerti di musica live. Apprezzato da registi ed attori di fama mondiale, nel corso degli anni il Jerusalem Film Festival ha ospitato artisti quali Robert De Niro, Nanni Moretti, Roberto Benigni, Jane Birkin, Paul Cox, Kirk Douglas, Giuseppe Tornatore e molti altri ancora. (foto: Quentin Tarantino)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce a Verona il nuovo centro commerciale, con unità Climaveneta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

centro commercialeVerona. Il centro commerciale_galleria Costruito sull’area industriale ex Officine Adige ed inserito nel master plan Adige City porta la firma del famoso architetto Richard Rogers. Il nuovo Adigeo avrà una superficie lorda affittabile (GLA) di 42.000 mq e aprirà con circa 130 negozi e servizi nel 2017. L’area dell’intervento è situata a soli 500 metri dall’uscita principale dell’autostrada A4 che dà accesso al centro città di Verona sulla principale arteria cittadina. Può essere facilmente raggiunto da circa 585.000 persone in 30 minuti. Un parcheggio gratuito di 2.500 posti auto sarà disponibile ai visitatori che raggiungono il centro con la macchina. Il nuovo Metrobus di Verona, in fase di realizzazione, avrà una fermata di fronte al centro commerciale, e potrà quindi essere raggiunto agevolmente con i mezzi pubblici.
Il progetto per la realizzazione del primo centro commerciale in centro a Verona è stato rilevato da ECE, leader europeo del mercato dei centri commerciali con 196 centri in gestione ed attività in 16 Paesi. La sostenibilità è sempre stato un elemento chiave della filosofia di ECE. La società infatti investe in scelte e tecnologie innovative con un approccio a lungo termiche che gli consenta di restare competitiva più a lungo.
i-WHISPER ENTHALPYIn quest’ottica va vista l’installazione di unità per la climatizzazione ad elevata efficienza.
16 unità roof top WHISPER ENTHALPY, con sorgente aria ad alta efficienza e recupero entalpico per una portata d’aria totale di quasi 500.000 m3/h ed una pompa di calore reversibile con sorgente aria per installazione esterna, NECS-N/CA in Classe A di efficienza.
Filtrazione, ventilazione e rinnovo dell’aria sono quindi garantiti dalle unità Climaveneta che, grazie al recupero di calore, garantiscono un’elevata efficienza, indispensabile viste le cospicue quantità di aria di rinnovo necessarie per garantire un livello di qualità dell’aria dettato dalle normative di riferimento. (foto: centro commerciale)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Asta libri, autografi e stampe

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

mostra libri antichiRoma giovedì 7 e venerdì 8 luglio Palazzo Odescalchi piazza SS. Apostoli 80 L’asta di Libri, Autografi e Stampe. Si preannuncia di grande interesse. Si parte con la sezione di autografi, dove spicca al lotto 23 un documento d’eccezione: il verbale originale della seduta del Gran Consiglio del 25 luglio 1943 (foto), con l’approvazione dell’ordine del giorno presentato dal gerarca Dino Grandi che prevedeva l’estromissione di Benito Mussolini dal governo e la conseguente fine del Fascismo. Uno straordinario documento inedito di 32 pagine, interamente manoscritto, con gli interventi dei gerarchi che sino a notte fonda discussero animatamente sul futuro del Ventennio (l’archivio che include anche lettere di Mussolini, Balbo, Federzoni , Grandi è offerto a € 25.000-30.000). Sempre nella sezione Autografi si segnalano tre lotti dedicati all’ex Governatore di Roma Francesco Boncompagni Ludovisi (lotti 4-6), tutti centrati sull’amministrazione di Roma durante il Fascismo, sui piani urbanistici, sui progetti per la viabilità: mappe dettagliate della rete ferro-tramviaria da costruire, incluse le tre linee metropolitane, sui lavori a Piazza Venezia e la nascita di via dei Fori Imperiali, sulla progettata Olimpiade di Roma 1940, sulla costruzione del Ministero degli Esteri e dell’Ambasciata americana, sulla disastrosa situazione dell’Azienda ATAC, e molto altro.Di grande attualità la sezione di documenti, cimeli, oggetti, libri e altro sulla Grande Rivoluzione Culturale cinese del 1966, di cui quest’anno ricorre il 50° anniversario. Si va dai classici libretti rossi di Mao, ai foulard istoriati sulla vita del leader, dalle sveglie effigiate coi simboli della Rivoluzione alle statue in ceramica di varia grandezza e posa sempre di Mao, dai libelli di propaganda al raro disco in metallo originale di una sezione del Partito Cinese: uno spaccato curioso e intrigante sulla propaganda di un movimento popolare giovanile, fortemente ideologizzato, che segnò anche in Europa un momento cruciale della nostra vita politica (lotti dal 78 al 93, con valori da € 100 a € 500).Passando ai libri, una ricca sezione con ben 35 incunaboli di vario pregio e rarità caratterizza la sezione dedicata al libro antico, con edizioni in legatura originale e spesso annotate. Tra i volumi di maggior interesse meritano menzione: il primo libro moderno sull’ottica (Opticae thesaurus, Basilea, 1572, foto), una pietra miliare per gli studi nella disciplina (lotto 762 – stima € 14.000-16.000); la seconda edizione del primo libro sul calcio (Giovanni Maria Bardi, Discorso sopra’l giuoco del calcio fiorentino, Firenze, 1615), con una bella tavola raffigurante una partita giocata in Piazza Santa Croce a Firenze (lotto 518 – stima € 1.000-1.200) (foto); la prima edizione del Saggiatore di Galilei, Roma 1623, un caposaldo della scienza moderna (Lotto 544 – stima € 7.000-10.000); la prima edizione dell’Architettura di Leon Battista Alberti, Firenze 1550 (lotto 638 – stima € 4.000-6.000); una bella sezione di edizioni aldine, alcune in legatura originale (lotti 617-631, stime varie); una delle più piccole e ricercate edizioni di Dante, il grazioso 24° impresso da Paganini nel 1515 (lotto 633 – stima € 2.500-3.000).Per concludere vanno segnalate due splendide legature Seicentesche (foto), veri capolavori dell’arte della lavorazione della pelle, che ricoprono due pregiate edizioni (lotto 731 – stima € 7.000-10.000; lotto 735, stima € 7.000-10.000) di Cicerone e Marco Aurelio, entrambe commissionate da collezionisti di altissimo profilo culturale e sociale, Giovanni Battista Vittori e Giovanni Battista Grimaldi.Asta: giovedì 7 luglio, ore 15,30 (Prima tornata: lotti 1 – 325) | venerdì 8 luglio 2016, ore 10.30 (Seconda tornata: lotti 326 – 612), ore 15,30

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jean-Marc Janaillac è il nuovo CEO di Air France-KLM

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

Jean-Marc JanaillacIl Consiglio di Amministrazione di Air France-KLM ha validato, lo scorso 22 giugno 2016, la nomina di Jean-Marc Janaillac a Director, Chairman e Chief Executive Officer di Air France-KLM, in sostituzione di Alexandre de Juniac, con effetto a partire da oggi, 4 luglio 2016. Questa nomina è stata stabilita in accordo con il piano di successione stabilito dal Consiglio di Amministrazione del 1° maggio 2016
Dal 2012 Jean-Marc Janaillac è stato Presidente e Amministratore Delegato di Transdev, un gruppo di trasporto internazionale di proprietà congiunta tra Veolia e Caisse des Dépôts, ha in precedenza ricoperto la carica di Presidente e CEO di RATP, dal 2010 al 2012, ed è stato Managing Director, Group Development per RATP dal 2004 al 2010. È stato Presidente e CEO del gruppo turistico Maeva dal 2000 al 2002 e Chief Operating Officer della compagnia aerea AOM dal 1997 al 2000. Janaillac aveva già lavorato per Air France dal 1989 al 1994. Si è laureato alla HEC Business School e alla Ecole Nationale d’Administration. (foto: Jean-Marc Janaillac)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sea Shepherd Global lancia il nuovo pattugliatore, la Ocean Warrior

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

pattugliatoreSea Shepherd Global ha lanciato la sua ultima arma nella battaglia per la protezione degli oceani del mondo: la Ocean Warrior, il nuovo pattugliatore.Dopo 18 mesi di costruzione ad opera del cantiere navale olandese Damen, la Ocean Warrior è stata venerdì scorso calata nelle acque del porto di Antalya, Turchia.“È un giorno memorabile per Sea Shepherd e per tutti i nostri sostenitori, e uno pessimo per i bracconieri”, ha affermato il Capitano Alex Cornelissen, CEO di Sea Shepherd Global. “Il lancio della Ocean Warrior segna una nuova era per la nostra organizzazione, poiché ora abbiamo una nave dotata della velocità e delle capacità per competere con le navi bracconiere più veloci del mondo”.Acquistata grazie al sostegno e alla generosità della Lotteria olandese dei Codici Postali, della Lotteria inglese People’s Postcode Lottery e della Lotteria svedese Svenska Postkod Stiftelsen, la Ocean Warrior è ora la quinta nave della flotta di navi atte alla conservazione di Sea Shepherd Global e la quindicesima nella storia dell’organizzazione.Geert Vons, Direttore di Sea Shepherd Paesi Bassi, ha affermato: “Siamo estremamente grati alla Lotteria olandese dei Codici Postali, alla People’s Postcode Lottery e alla Svenska Postkod Stiftelsen per la loro generosità, che ci ha consentito di costruire la Ocean Warrior. La nuova nave costituirà un enorme vantaggio per i nostri equipaggi in mare aperto e aumenterà la nostra capacità di difendere la preziosa vita marina negli oceani”.La Ocean Warrior compirà il suo viaggio inaugurale a settembre, quando la nave si dirigerà ad Amsterdam, sotto il comando del Capitano Cornelissen. I dettagli della prima campagna antibracconaggio della nave rimangono tuttavia segreti.“Non possiamo ancora rivelare i dettagli delle attività della Ocean Warrior dopo Amsterdam. Siamo comunque fiduciosi che i nostri sostenitori apprezzeranno molto l’annuncio della campagna che presenteremo nei prossimi mesi”, ha affermato il capitano Cornelissen.
Costituita nel 1977, Sea Shepherd è un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro la cui missione è quella di fermare la distruzione dell’habitat naturale e il massacro delle specie selvatiche negli oceani del mondo intero al fine di conservare e proteggere l’ecosistema e le differenti specie.Sea Shepherd utilizza innovative tattiche di azione diretta per investigare, documentare e agire quando è necessario per mostrare al mondo e impedire le attività illegali in alto mare.Salvaguardando la delicata biodiversità degli ecosistemi oceanici, Sea Shepherd opera per assicurarne la sopravvivenza per le generazioni future. (foto: pattugliatore)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforme costituzionali e clima del paese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

“Il Referendum sulla riforma costituzionale si voterà in una delle domeniche di ottobre, il premier ha già fissato i margini possibili, tra il 2 e il 23 di ottobre. Se prescindiamo da alcune settimane di pausa estiva ad agosto, non resta che un trimestre, per spiegare agli italiani di cosa si sta parlando. Le recenti elezioni hanno mostrato quanto sia forte l’insoddisfazione nel Paese, per motivi diversi negli schieramenti diversi, senza escludere lo stesso partito di maggioranza. Non saranno indifferenti temi come la famiglia, i giovani, la sicurezza e la giustizia, le prospettive economiche e le scelte strategiche: temi che non sono direttamente nella riforma ma a cui la riforma rimanda, sia pure indirettamente”.
Lo dichiara l’on. di Area popolare, Paola Binetti. “Sulla famiglia stiamo ancora a promesse in libertà; sui giovani parlano gli ultimi indici di disoccupazione; sulla giustizia sono infiniti i casi di pessima gestione della giustizia minorile, in cui si nota tutta la commistione tra un’idea di famiglia povera e anonima e il destino dei bambini sballottolati con poco e nessun rispetto per la loro identità. Portiamo la legge sulla cannabis in Aula entro luglio pensando che gli italiani ne abbiano urgente bisogno prima delle vacanze. Promettiamo miracoli – conclude Binetti – con la legge sulla povertà o con quella sul dopo di noi, ma i fatti appaiono molto più modesti delle promesse ventilate. Anche questo contribuisce al clima per il prossimo referendum, forse vale la pena pensarci…”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo: abolito il fondo di garanzia nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

Dallo scorso 1 luglio non è più attivo il Fondo Nazionale di Garanzia a tutela del viaggiatore in caso di insolvenza o fallimento degli intermediari di viaggio, sostituito da fideiussioni bancarie o polizze assicurative stipulate dagli stessi operatori. Adoc teme che questa nuova formula andrà a penalizzare i consumatori, che rischieranno di subire ingenti aggravi di spesa.
“L’abolizione del Fondo Nazionale di Garanzia rischia di avere ripercussioni gravose per i consumatori e per gli intermediari di viaggio più piccoli – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – la sottoscrizione obbligatoria di polizze assicurative o fideiussioni bancarie, in sostituzione del Fondo, rischia di tradursi in un rincaro dei costi sostenuti dai consumatori che intendono rivolgersi ad un’agenzia di viaggio o ad un tour operator. Gli intermediari, difatti, per far fronte alle nuove gravose spese potrebbero aumentare i costi dei pacchetti di viaggio. E a pagare dazio sarebbero i clienti e le piccole imprese del settore. Che rischiano di vedere ridotta ulteriormente la loro quota di mercato. Già oggi solo l’8,9% dei partenti prenoterà la vacanza tramite un’agenzia di viaggio o un tour operator, e quasi solamente per vacanze all’estero o presso villaggi vacanza.”
Il Fondo Nazionale di Garanzia è stato abolito a seguito dell’entrata in vigore della Legge n. 155 del 2015, che ha modificato gli artt. 50 e 51 del Codice del Turismo. La stessa norma stabilisce anche, a parziale tutela dei consumatori, che per i pacchetti prenotati fino al 31/12/2015 sarà possibile proporre istanze di rimborso entro tre mesi dalla data in cui si è concluso o si sarebbe dovuto concludere il viaggio.
Non tutte le agenzie di viaggio e i tour operator hanno finora stipulato le richieste coperture assicurative, in forma privata o rivolgendosi ad associazione di categoria. Pertanto l’Adoc inviata i consumatori a controllare l’effettiva esistenza di una copertura al momento di effettuare una prenotazione.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Interoute inaugura un nuovo Virtual Data Center a Singapore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

singapore-marinaSingapore. Interoute, l’operatore proprietario della più grande piattaforma di servizi cloud e uno dei più grandi network europei, ha annunciato oggi un nuovo Virtual Data Center (VDC) a Singapore, sedicesimo nodo a livello internazionale. Il lancio del nuovo VDC di Interoute a Singapore – il secondo in Asia – segue l’apertura del VDC di Interoute di Hong Kong nel 2014, e consente di usufruire all’interno della regione dell’alta affidabilità della piattaforma cloud e del network globale ad alte prestazioni di Interoute.Singapore è un mercato strategico per l’infrastruttura ICT: Gartner prevede, infatti, che la spesa IT nel settore enterprise nel Sud Est Asiatico possa raggiungere i 62 miliardi di dollari entro il 2018. Il Cloud Computing è un settore di investimento enorme per il Paese che vuole perseguire la propria “Smart Nation Vision[2]”, la politica di sviluppo che intende sfruttare ICT, network e dati per migliorare la vita dei cittadini, creare maggiori opportunità e sostenere la crescita delle comunità all’interno della regione.
La Città Stato rappresenta anche un’importante porta d’accesso al Sud Est Asiatico per il sistema Italia: Singapore è, infatti, il principale destinatario dell’export italiano in ambito ASEAN (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico), con un valore che nel 2014 è stato superiore ai 2,10 miliardi di euro. Nella Città di Singapore, inoltre, operano – direttamente e indirettamente – più di 200 imprese italiane, molte delle quali hanno scelto il Paese come base regionale dalla quale controllare l’intera area Asia Pacific[3]. È fondamentale, quindi, che la presenza e l’investimento siano supportati da una piattaforma locale ad alte prestazioni, in grado di migliorare la competitività nei settori economici chiave e di sviluppare una società altamente connessa.Il VDC di Interoute è una piattaforma digitale e iper-convergente, con capacità di cloud computing integrata direttamente all’interno dell’ampio network di prossima generazione di Interoute. Il VDC di Interoute ha un’interfaccia online facile da usare e può anche essere controllato tramite numerose funzionalità API. Per l’archiviazione dei propri dati, i clienti possono selezionare una qualsiasi delle 16 zone globali in cui sono presenti i VDC, mantenendo il pieno controllo del nodo in cui sono ospitati file e applicazioni. Inoltre, il trasferimento dei dati tra i diversi nodi è gratuito per i clienti dei VDC di Interoute, rendendo così estremamente flessibile ed economicamente efficiente l’elaborazione dati multi-zona e le relative architetture, in modo da poter raggiungere più mercati in tutto il mondo. Interoute ha aperto nuovi nodi del VDC ogni anno sin dal lancio nel 2012. Le zone del Virtual Data Center sono disponibili a Singapore, Amsterdam, Berlino, Francoforte, Ginevra, Zurigo, Londra (x2), Slough, Madrid, Milano, Parigi, Istanbul, Hong Kong, Los Angeles e New York. Interoute è stato recentemente nominato Best Cloud Service Provider durante l’edizione 2016 dell’UK Cloud Awards.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bubbico e le sue spregiudicate affermazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

“Sono a dir poco spregiudicate le affermazioni del vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico, che nel corso di una visita in Questura a Taranto ha parlato di un fantomatico ripristino del turn-over nelle Forze di Polizia con la legge di Stabilità 2016. Roba che se fosse venuto in Questura non in visita di cortesia, ma a fornire sommarie informazioni testimoniali, saremmo stati costretti a mandare gli atti in Procura!”. E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “Il turn-over è fermo alla metà, non c’è una sola struttura che non sia in difficoltà per la carenza di personale. Davvero non comprendiamo – prosegue Maccari – come facciano certi politici a sfoggiare tanta faccia tosta da venire a raccontare una realtà di fantasia a chi la realtà vera la vive quotidianamente, soffrendone i disagi e affrontandola con sacrifici personali e rischi enormi. Per non parlare poi dello sbandierato rafforzamento delle dotazioni strumentali e tecnologiche, forse Bubbico si riferisce a quei colleghi che preferiscono portarsi da casa i propri computer portatili per lavorare qualche ora mentre attendono che si completi la procedura di avvio dei vecchi pc dell’ufficio. Va bene la propaganda politica, ma non provi Bubbico a vendere la fontana di Trevi ai romani”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Traghettamento treni notturni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

traghetto“E’ impensabile che i passeggeri siano costretti a scendere dal treno durante il traghettamento”. Così il vicepresidente della commissione trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo, deputato di Area popolare.
“La normativa di disciplina del settore è invariata e questo argomento non è mai stato oggetto di discussione in nessun tavolo di trattativa aperto al Ministero dei trasporti. Non si può neanche immaginare di costringere i passeggeri dei treni notte a scendere dal vagone durante la traversata. Si studino tutte le soluzioni praticabili tra le quali non rientra, senza dubbio, quest’ultima che pregiudicherebbe fortemente i diritti dei passeggeri siciliani, già svantaggiati da un livello generale dei collegamenti di molto inferiore alla media nazionale in termini di frequenza e tempi di percorrenza delle tratte”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche italiane su orlo fallimento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

salva bancheDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Il sistema bancario italiano è sull’orlo del fallimento. La notizia è su tutte le prime pagine dei principali quotidiani finanziari internazionali. Financial Times, Wall Street Journal, Bloomberg, solo per citare quelli più importanti, parlano apertamente di nuova crisi finanziaria internazionale innescata dal crollo delle banche italiane per effetto dello spaventoso ammontare di crediti inesigibili che esse detengono, pari al 17% dei crediti totali. Crediti spazzatura che nessun acquirente vuole comprare.
Le statistiche parlano di un disastro finanziario senza precedenti. Nell’ultimo anno, il FTSE MIB banche ha perso il 60% del suo valore. A questa débâcle, che non ha precedenti nella storia, hanno contribuito le principali banche del paese. MPS, per anni il polmone finanziario della sinistra, ha perso l’83% in un anno, per effetto dei suoi 47 miliardi di crediti inesigibili che pesano come un macigno sul suo bilancio e che nessuno sa come smobilizzare. Unicredit ha perso il 69%, CARIGE e Banco Popolare l’81%, Intesa SanPaolo il 49%. Le cronache di Borsa ci riportano ormai quotidianamente raffiche di sospensioni dei titoli bancari per eccesso di ribasso o perché in assenza di acquirenti i titoli non riescono nemmeno a fare prezzo.
Per potersi riprendere, il sistema italiano avrebbe bisogno di capitali freschi per almeno 40 miliardi di euro. Soldi che, al momento, il Tesoro non sa dove andare a trovare. A seguito della direttiva bail in, infatti, gli Stati non possono più intervenire per salvare le banche in dissesto. Lo dovrebbero fare i privati, come nel caso delle 4 banche recentemente fallite, a partire dalla famigerata Banca Etruria, che hanno mandato sul lastrico decine di migliaia di risparmiatori.
Tutto questo sta accadendo nel silenzio della stampa di regime, che pensa soltanto a scrivere delle lotte interne al Partito Democratico, quando il risparmio di milioni di italiani è a rischio. Dall’esecutivo tutto tace e non si capisce se il silenzio è dovuto al disinteresse o all’incapacità di trovare soluzioni. Questo è un momento estremamente grave per il nostro paese, e Renzi e il suo governo mostrano, ogni oltre ragionevole dubbio, la loro inadeguatezza. Prima tolgono il disturbo meglio è”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »