Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 9 luglio 2016

“Repubblica”: da settembre nuove nomine

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

venerdìAttilio Giordano, direttore de Il Venerdì di Repubblica ha resistito fino all’ultimo alla scrivania del settimanale pur essendo molto ammalato, senza dire nulla in redazione, e ha preparato servizi e copertine per le uscite del giornale fino a settembre. Così dopo la morte del giornalista avvenuta il 1 luglio, il direttore di Repubblica, Mario Calabresi, ha scelto di affidare a Aligi Pontani, capo redattore dello sport di Repubblica, decidendo il passaggio del testimone dal 1 settembre, quando il lavoro lasciato in eredità da Giordano sara’ esaurito. Toccherà a Cristina Guarinelli, sovraintedere il lavoro fino a quella data. Capo redattore allo sport diventerà Angelo Carotenuto, al suo ritorno dalle Olimpiadi. Dopo il passaggio a La Stampa di Massimo Vincenzi, capo redattore centrale diventa Claudio Tito, che lascia la responsabilità del politico a Stefano Capellini, un giornalista meno legato di Tito al mondo renziano. Valentina Desalvo diventa capo redattore della cultura dove comincerà a studiare il nuovo settimanale culturale che Calabresi ha intenzione di lanciare. (foto: venerdì)

Posted in Cronaca/News, Editoriali/Editorials, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

LEA e diritti umani: se non ora, quando?

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

Onu palaceLo schema di Decreto che contiene i nuovi LEA è dunque all’esame della Conferenza delle Regioni per l’approvazione preventiva che avrebbe dato parere favorevole condizionandolo ad una ulteriore valutazione di copertura finanziaria.È convinzione del movimento delle persone con disabilità e della FISH in particolare che il testo proposto contenga molte serie criticità.Fra queste è assente l’adozione di un linguaggio – e quindi di un impianto – adeguato, rispettoso della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilita e delle stesse prescrizioni dell’OMS, deludendo quindi sia diritti umani che scientificità.Su questo difetto vi sono numerose riprove. Una di queste è l’assenza di una adeguata prescrittività del consenso informato sul quale si fonda il diritto di scelta, in particolare per le persone con disabilità intellettive, relazionali e mentali sancito in modo netto all’articolo 12 della Convenzione ONU. Ma non è certo questa l’unica norma ad essere “tradita”: lo sono anche la legge 134/2015 in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie e ancora la recentissima legge 22 giugno 2016, n. 112/2016 sul “dopo di noi”. Norme approvate dal Parlamento!
Un’altra: l’assenza di servizi di diagnosi precoce e screening neonatale realmente rivolti a tutte le disabilità. Oppure ancora l’assenza di qualsivoglia riferimento all’articolo 26 della Convenzione ONU sui concetti di abilitazione e il perpetuarsi del vetusto principio di “compensazione della menomazione” nell’erogazione degli ausili e delle protesi, al contrario di quanto prevede l’ONU in termini di diritto alla salute, alla mobilità. Non vi è poi alcun accenno alla partecipazione della persona con disabilità riguardo alle decisioni che la riguardano, né a misure che contrastino realmente la segregazione, l’istituzionalizzazione e i ricoveri impropri.“Vi sono anche altri numerosi punti di criticità in quel documento sia in termini di rispetto dei diritti umani che di reale promozione della salute di tutti i Cittadini, anche di quelli con disabilità, anche in violazione di recenti norme quali la legge 112/2016 (c.d. Dopo di noi) oppure alle norme sull’autismo (legge 134/2015) – commenta Vincenzo Falabella, Presidente della FISH – Per questo motivo rivolgiamo un appello alla Conferenza affinché verifichi con attenzione il testo non solo sotto il profilo meramente finanziario, ma anche del rispetto dei diritti umani e dei potenziali contenziosi che deriveranno dalla loro violazione. È una rivisitazione che va operata subito! Se non ora, quando?”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Christie’s £44.9 million Rubens Leads Strong Results For Classic Week At Christie’s

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

Christie’s1The Old Master and British Evening Sale totalled £65,390,100/ $84,745,570/ €76,375,637, achieving sell through rates of 93% by value and 77% by lot.The highest price for an Old Master Painting sold at Christie’s was achieved with the sale of Peter Paul Rubens’s Lot and his Daughters, which realised £44,882,500 / $58,167,720 / €52,422,760 in a spirited 14-minute bidding war. Henry Pettifer, International Director, Head of Old Master & British Paintings Christie’s London: “Following the curated 250th anniversary Defining British Art sale we are delighted with the results of this Old Masters evening’s auction totalling £65,390,100 which gives us a combined running total of £105,373,775, the result of strong bidding from not only our traditional collectors for the category but also new clients from Asia and collectors of 20th Century art. We are especially pleased with the sale of Ruben’s ‘Lot and his Daughters’, for £44,882,500, the most expensive Old Master Painting ever sold by Christie’s. The atmosphere in the saleroom was energetic as one of the most important paintings by Rubens to have remained in private hands sold after 14 minutes of bidding. The sale of this work follows the record sale by Christie’s of two Rembrandt Portraits sold by private treaty to the French and Dutch states earlier this year, demonstrating the continued demand of collectors for the very best Old Master works. Christie’s first Classic Week in London has been a fitting context for a work of such calibre, displayed alongside the full range of unique works of art offered throughout the week. Tonight’s sale achieved sell through rates of 93% by value and 77% by lot and attracted cross-category buying with registered bidders from 25 countries across 5 continents. Top prices were realised at all price levels, with notable highlights including ‘The Four Seasons: Spring, Summer, Autumn, and Winter’ by Pieter Brueghel II Christie'swhich sold over estimate achieving £6,466,500, Bellotto’s pair of panoramas of the Grand Canal Venice which realised £3,554,500 and Jacob van Ruisdael’s ‘View of Harlem’ that reached £1,538,500.”
A world record was set for English Pottery with the sale of a Wedgwood black ‘First Day’s Vase of £482,500 / $625,320 / €563,560, more than double its high estimate. Robert Copley, Deputy Chairman of Group, International Head of Furniture, Deputy Chairman, Christie’s UK “The Exceptional Sale saw international participation from registered bidders in 15 countries across 3 continents. The highlight of the sale was a Wedgwood black ‘First Day’s Vase’, one of only four day vases to have been thrown by Wedgwood himself, and one which has passed through generations of the Wedgwood family before being auctioned at Christie’s where it achieved a world record price for English pottery of £482,500 / $625,320 / €563,560, more than double its high estimate with spirited bidding in the room. Launched in 2008, the first concept sale of masterpieces, it presents the best of European decorative arts, many with celebrated provenance; all united by the common attribute of excellence, which this year realised sell through rates of 80% by lot and 89% by value with A world record was also set for a work by the Komai studio, a pair of Japanese inlaid iron vases and covers, which sold over estimate for £302,500 / $392,040 / €353,320. The top lots of the evening were a Meissen white model of a great bustard, which originated from Augustus the Strong’s porcelain menagerie and a pair of ice pails, ordered by Catherine the Great of Russia, the most elaborate and expensive set ever produced by Sèvres, both of which made £842,500 / $1,087,668 / €984,040”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eni Award: Tra i vincitori il prof. Emiliano Mutti

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

QuirinaleRoma Cerimonia di premiazione il prossimo 20 ottobre al Palazzo del Quirinale. Eni rende noti i nomi dei ricercatori e scienziati premiati nella nona edizione di Eni Award, il premio istituito nel 2007 e divenuto nel corso degli anni un punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca nei campi dell’energia e dell’ambiente. Eni Award ha lo scopo di promuovere un migliore utilizzo delle fonti energetiche e stimolare le nuove generazioni di ricercatori nel loro lavoro, a testimonianza dell’importanza che Eni dà alla ricerca scientifica e all’innovazione.
Il Premio Nuove Frontiere degli Idrocarburi, sezione Downstream, è stato assegnato a Johannes Lercher, del Technische Universität München, per la ricerca “Novel catalytic strategies to Alkenes and Alkanols”; nella sezione Upstream il riconoscimento è andato a Christopher Ballentine dell’University of Oxford, per la ricerca “Novel Tracers for Determining the Fluid Processes Controlling Subsurface Gas Origin and Behaviour”, ex aequo con Emiliano Mutti giò docente dell’Università degli Studi di Parma, per la ricerca “Deep-Water Sedimentation: Turbidites And Contourites And Their Facies And Reservoir Characteristics”.
Il Premio Protezione dell’Ambiente è stato assegnato a David Milstein, del Weizmann Institute of Science (Israele), per la ricerca “Novel, Environmentally Friendly, Efficient Catalytic Reactions to Replace Polluting Processes”.
A Federico Bella del Politecnico di Torino, per la Tesi di Dottorato “Photopolymers for Dye-Sensitized Solar Cells” e ad Alessandra Menafoglio del Politecnico di Milano, per la tesi di Dottorato “Object Oriented Geostatistics”, è stato assegnato il Premio Debutto nella Ricerca.I premi Eni Award 2016 verranno consegnati il 20 ottobre prossimo a Roma, durante la cerimonia ufficiale che si terrà al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EU – Russia: beyond rivalries?

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

moscaThe European Union must establish a genuine “Russia Policy” in order to support cohesion between Member-States vis-à-vis Russia and to promote its interests in that country.
In their policy paper, Cyrille Bret, lecturer at Sciences Po, and Florent Parmentier, Sciences Po lecturer and associate researcher at the HEC Paris Centre for Geopolitics, call for Europe’s leaders to resist the temptation to adopt an Ostpolitik of appeasement, an illusory reset or a conflict with its main rival and partner on the continent.European doctrine must be based on a precise, dispassionate and realistic identification of the structural rivalries between the two geopolitical entities. Europe needs to settle its past with Russia without stooping to condescension, stand up to the power struggle with Russia when provoked, and propose a credible and realistic work programme so that inevitable rivalries do not drive out necessary partnerships.Cyrille Bret and Florent Parmentier offer three series of recommendations:
1. To prevent the destabilisation of the EU-Russia neighborhood
2. To promote a space for dialogue and consultation
3. To prepare economic convergence

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil Liberties MEPs back deal with Council extending right to legal aid

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

european parliamentThe Civil Liberties Committee endorsed on Thursday the deal struck with the Council extending the right to legal aid for citizens suspected or accused of a crime, or named in a European Arrest Warrant. The draft text recognises the right both to provisional and ordinary legal aid, ensuring that persons who cannot afford a lawyer get part or all the costs of their defence and court proceedings covered by the state.Legal aid should be provided at all stages of the criminal process, as Parliament defended. The original Commission´s proposal only envisaged the right to “provisional” legal aid for suspects or accused persons in criminal proceedings who are “deprived of liberty”, only until there is a final decision on their eligibility for legal aid. “Ordinary” legal aid refers to all defence costs, including the cost of a lawyer and court fees, during the whole criminal justice process.
The legislation foresees a “means test” to assess whether a person has the economic resources to pay for legal aid. It also includes a “merits test”, designed to determine whether offering legal aid would be in the interest of justice. The latter should assess, for example, the complexity of the case or the seriousness of the offense.Persons named in European Arrest Warrants would also be covered, in both the executing and the issuing member state.The committee backed the agreement with the Council with 44 votes in favour and 1 against. The UK and Ireland decided not to take part in this legislation, while Denmark has an “opt out” by default for matters of Justice and Home Affairs.
The draft directive now needs to be adopted by Parliament as a whole. The vote it is scheduled to take place in October. Following formal adoption by the Council and publication in the Official Journal, member states will have 30 months to transpose it to their national legislation.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Asylum: EU list of safe countries of origin to replace national lists in 3 years

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

Commissione-europeaThe future EU common list of safe countries of origin, which should help member states to process certain asylum applications faster and more consistently, should replace today’s national lists after a three-year transition period, Civil Liberties Committee MEPs agreed on Thursday. The EU Commission will assess which countries should be included, removed or temporarily suspended from the list.
“We met the challenge of delivering a text that is both pragmatic and ambitious”, said Parliament´s rapporteur, Sylvie Guillaume (S&D, FR) after the vote. “We have thus ensured optimal harmonisation by eliminating national lists within three years in a smooth and organised manner. In the event of a sudden deterioration of the situation in a country designated as a safe country of origin, we have also provided for a process that is as responsive and flexible as possible”, she added.Ms Guillaume made it clear that “applying the concept of a safe country of origin in no way dispenses with the duty to carry out an appropriate individual examination of the relevant asylum applications”, including offering applicants a personal interview and, following Parliament´s amendments, an automatic suspensive effect of appeals.“The methodology for designating or reviewing a country as safe country of origin has also been greatly improved. A consultation process is now included to enable third parties, such as EASO, UNHCR or NGOs to take part in the Commission’s task of monitoring the EU common list”, Ms Guillaume added.
Decisions to add or remove countries will be taken using the ordinary legislative procedure, following a proposal by the EU Commission. To assess the situation in third countries and the possibility of adding them to the EU common list, the Commission will rely on the information received from member states, EEAS, EASO, UNHCR, the Council of Europe and other relevant organizations and, following amendments by MEPs, also international and national NGOs.The Commission will also be responsible for regularly reviewing the situation in the listed and suspended countries and will also decide, under Parliament’s scrutiny, on the temporary suspension of a country in the event of a sudden deterioration of the situation there.
During the three years before national lists disappear, EU countries will be able to suggest to the EU Commission that other third countries be added to the common list, but they will not be allowed to consider “safe country of origin” any country which has been suspended or removed from the European list.
In order to strengthen protection for unaccompanied minors and other vulnerable groups, the safe country of origin concept will not be applied “in the case of applicants belonging to a minority or group of persons that remain at risk in the light of the situation in the country of origin concerned.” Accelerated or border procedures cannot be applied to unaccompanied minors originating from a safe country of origin unless they receive “adequate support”, says the amended text.
The committee also backed the opening of talks with the Council to try to agree on the legislation at the first reading. The negotiating mandate was approved by 43 votes to 6. The discussion will start after the summer recess.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil liberties MEPs back plans to make it easier to suspend visa waivers

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

european commissionPlans to strengthen the EU’s visa suspension mechanism, which enables it to temporarily reintroduce visa requirements for third-country nationals in the event of sudden surges in irregular immigration, unfounded asylum applications or a failure to cooperate with the EU on “readmissions” (i.e. returns), were amended and approved by Civil Liberties Committee MEPs on Thursday. MEPs widened the range of grounds upon which a visa waiver may be suspended.The new rules will make it easier for member states to notify the EU Commission and each other of a situation in which a visa exemption may have to be suspended – for an initial period of six months – and the procedure for doing so will be faster. The Commission will also be able to trigger the suspension mechanism on its own initiative.The legislative report, prepared by Agustín Díaz de Mera (EPP, ES) was approved by 42 votes to 9, with 1 abstention.
“We need to equip ourselves with a flexible and sound tool, but it should also include robust safeguards as regards human rights. That is why Parliament is proposing several provisions to make sure that human rights are respected in the countries that benefit from a visa waiver”, explained Mr Díaz de Mera after the vote.Given the current migration crisis and recent visa liberalisation proposals for Georgia, Ukraine, Turkey and Kosovo, the Commission proposed in May to review the suspension mechanism, which was enshrined in EU legislation in 2013, to make it more flexible. Among other changes, it suggested that this tool should be available for use not only in “emergency situations, as a last resort”, but also in the event of surges in irregular migration flows, unfounded asylum claims or rejected readmission applications.MEPs on Thursday backed most of the changes suggested by the Commission and inserted further changes. They broadened the grounds upon which a member state may ask that a visa waiver for a given country be suspended, including “an increase of risks or imminent threat to public policy or internal security” relating to nationals of that country. These risks should be substantiated by “objective, concrete and relevant information” provided by national law enforcement authorities and Europol, they add.
MEPs’ amendments stipulate that suspending visa waivers should continue to be “a last resort” option and should be based “on strict and objective data”. The Commission will have to report regularly to Parliament and the Council on whether countries whose citizens may travel to the EU visa free continue to fulfil the criteria for the visa liberalisation, particularly in the field of human rights and fundamental freedoms.Before taking any decision to temporarily suspend a visa exemption, the Commission will have to examine the human rights situation in the third country concerned and “take into account the possible consequences” for its citizens of reimposing visa requirements. To balance the need to respond rapidly to sudden changes in third countries with adequate involvement of Parliament and Council, the Commission will have the power to approve suspension decisions by means of a “delegated act”, to which both MEPs and member states may object. Following a notification by a country, or its own report, the Commission will have a month in which to decide whether or not the visa exemption must be suspended. Visas will be reintroduced for an initial period of six months. Before the end of that period, the Commission would have to present a report to the Parliament and the Council that, if needed, would be accompanied by a legislative proposal for permanently moving the third country back onto the list of countries subject to visa requirements to travel to the EU.
The Committee also backed on Thursday, by 42 votes to 9, with 1 abstention, a proposal to open negotiations with the Council, with a view to reaching an agreement at the first reading. The talks will begin next week.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Grotta dei Desideri, grandi ospiti e nuove borse di studio

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

anna falchiCreazioni Anna CalvielloAMANTEA (Cs) – Anna Falchi: è lei la star che renderà unica ed inimitabile la Serata di Gala della dodicesima edizione della Grotta dei desideri. La sua bellezza, nordica per le origini ma latina per il temperamento, non lascia di certo indifferente. Ad Anna Falchi sarà consegnato il premio “Media Event” alla carriera: un riconoscimento per un’attività professionale quanto mai variegata che restituisce l’immagine di un’artista a tutto tondo che ha saputo innovare e rinnovarsi.
«Sono davvero felice – evidenzia la Falchi – di questo riconoscimento. Ho avuto modo di conoscere a fondo la realtà della Grotta dei desideri: più che un fashion contest, un laboratorio di idee e di sapere. Spero di poter dare agli stilisti in concorso il mio contributo, ma soprattutto la mia esperienza».
«La partecipazione di Anna Falchi alla Serata di Gala – sottolinea il direttore artistico della kermesse, Ernesto Pastore – è motivo di orgoglio. Ospitiamo una delle donne più belle al mondo che si è impegnata per realizzare il suo sogno, coniugando fascino e bravura».
Anna Falchi è solo una delle grandi star che godranno del sole e del mare di Amantea. Come già confermato sarà presente anche l’attrice Milena Miconi e non mancherà il cabaret d’autore di Enzo Polidoro, Claudia Borroni e Didì Mazzilli che direttamente da Zelig presenteranno un frizzante estratto dal “Virus Show”.
Milena MiconiQuattro le serate in calendario. L’1 agosto in piazza San Virus Show Area ZeligFrancesco a Campora San Giovanni, con il supporto dell’associazione “Aics – No Limits”, si terrà la Serata di Anteprima. Il 2 agosto, presso l’Hotel La Principessa, avrà luogo la Fashion Dinner: un connubio perfetto tra l’arte sartoriale e quella visiva e gustativa che gli chef riescono a profondere nei piatti, declinando così in diversi modi il concetto di sensualità. Il 3 agosto l’appuntamento è nella piazzetta dedicata agli Amanteani nel mondo, lungo la centralissima via Margherita ad Amantea per una iniziativa molto particolare intitolata semplicemente “Dalla parte delle donne”: tra le presenze già confermate, la criminologa Monica Capizzano.
Il 4 agosto alle ore 21, presso la cornice d’incanto del Parco della Grotta, il gran finale: la Serata di Gala. La commissione di valutazione sarà presieduta dal maestro Graziano Amadori che presenterà in esclusiva e in anteprima assoluta una speciale collezione ispirata ad Amantea e alla Grotta dei desideri. Tra i componenti della giuria una presenza di rilevanza assoluta: la stilista Sonia Fortuna. Una passione, la sua, di stilista pura, fedele ad uno stile che si è mantenuto fino ad oggi inconfondibile, anticipando sempre le tendenze della moda con le sue collezioni create con tessuti originali da lei stessa disegnati e finiture realizzate a mano secondo la migliore, antica, tradizione italiana. Siederà in giuria anche Anna Calviello, astro nascente della moda italiana, cresciuta di pari passo con l’evolversi della Grotta dei desideri, incarnandone al meglio lo spirito e la visione organizzativa. Per essere sempre informati basta collegarsi al blog ufficiale dell’evento http://lagrottadeidesideri.worpress.com o consultare la pagina Facebook ufficiale. (foto: anna falchi, Creazioni Anna Calviello, Milena Miconi, Virus Show Area Zelig)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France Press, l’edicola digitale di Air France, è disponibile gratuitamente

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

Air France Press, la piattaforma digitale che permette di scaricare gratuitamente decine di giornali e riviste, è disponibile per tutti i passeggeri Air France da 30 ore prima del volo.Air France, per limitare il peso dei propri aeromobili e quindi l’emissione di CO2, ha introdotto Air France Press, un’App che permette di scaricare comodamente, a partire da 30 ore prima del volo, decine di pubblicazioni internazionali, compreso Il Corriere della Sera, per poi leggerle anche in assenza di connessione internet.
Per approfittare di Air France Press è sufficiente avere una prenotazione su un volo Air France e uno smartphone o tablet con sistema operativo IOS o Android.Ecco come funziona:
1. Scaricare l’applicazione Air France Press
2. A partire da 30 ore prima della partenza del volo, tramite identificazione con il codice di prenotazione o il numero della carta Flying Blue, sarà possibile scaricare le pubblicazioni scelte
3. La propria selezione potrà essere consultata in qualsiasi momento: prima, durante o dopo il volo! Inoltre, durante il periodo estivo, Air France Press si arricchisce di numerose pubblicazioni per ragazzi, adatte ai piccoli globetrotter di tutto il mondo.
Attualmente è in corso una campagna social, su Facebook e Twitter, in Francia, USA, Spagna e Italia: AirFrancePress. (

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Identificato nuovo target terapeutico nel mieloma multiplo

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

biblio università parmaParma. Pubblicato sulla prestigiosa rivista della Società Americana di Ematologia Blood una ricerca parmigiana coordinata dal prof. Nicola Giuliani del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale in collaborazione con il gruppo di ricerca del prof. Ovidio Bussolati dell’Unità di Patologia Generale del Dipartimento di Scienze Biomediche, Biotecnologiche e Traslazionali – S.Bi.Bi.T. Fra gli autori dello studio, fra gli altri, figurano anche i proff. Franco Aversa, Direttore dell’U.O. di Ematologia e CTMO dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Gaetano Donofrio, del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, e Valeria Dall’Asta dello S.Bi.Bi.T. Lo studio ha visto anche il contributo delle U.O. di Anatomia e Istologia Patologica, di Malattie Infettive e l’utilizzo della piattaforma tecnologica dei laboratori CoreLab, componente fondamentale del Centro Comune di Ricerca dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, inaugurato nel dicembre 2015, realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariparma. Primi autori del lavoro sono la dott.ssa Marina Bolzoni e la dott.ssa Martina Chiu, giovani assegniste dell’Università degli Studi di Parma, e il dott. Fabrizio Accardi, Specializzando in Malattie del Sangue.
Le alterazioni metaboliche presenti in diversi tumori sono sempre più studiate come possibile target terapeutico. In particolare, è noto che alcuni modelli tumorali, denominati glutamine addicted, richiedono grandi quantità dell’aminoacido glutamina per poter crescere. E’ noto dagli anni ’70 che le cellule di mieloma multiplo (MM), un tumore ematologico caratterizzato dall’accumulo di plasmacellule all’interno del midollo osseo e da sintomi clinici quali anemia, ipercalcemia, insufficienza renale e lesioni ossee, dipendono per la loro crescita dalla disponibilità di Gln nel terreni di crescita ma i meccanismi sottesi a questo fenomeno non erano noti. Lo studio dell’Università di Parma dimostra per la prima volta che le cellule di MM non riescono a produrre Gln ma dipendono esclusivamente dalla sua disponibilità a livello extracellulare, esibendo le tipiche caratteristiche di un tumore glutamine-addicted. Inoltre, i risultati dimostrano, sia in vitro che in vivo, come l’inibizione del trasporto di Gln nelle cellule di MM può essere un nuovo target terapeutico. A tale proposito, inibitori specifici sono in via di sperimentazione clinica di fase I.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ nato il Centro Universitario di Bioetica

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

parma universitàParma. E’ stato istituito all’Università di Parma il Centro Universitario di Bioetica (UCB – University Center of Bioethics), un nuovo Centro interdipartimentale di ricerca che vuole svolgere un ruolo di coordinamento e di promozione della ricerca bioetica in Ateneo, attraverso il metodo del confronto interdisciplinare e pluralistico.Il Direttore della nuova struttura è il prof. Antonio D’Aloia, del Dipartimento di Giurisprudenza, ordinario di Diritto Costituzionale e docente di Biodiritto, promotore della nascita del Centro. Gli altri componenti del Comitato direttivo sono il prof. Guido Fanelli, del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, ordinario di Anestesia e Rianimazione, la prof.ssa Tiziana Frusca, del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, associato di Ginecologia e Ostetricia, il prof. Alessio Malcevschi, del Dipartimento di Bioscienze, docente di Genetica agraria e la prof.ssa Maria Cecilia Mancini, del Dipartimento di Economia, docente di Aspetti economici e normativi delle biotecnologie.Al Centro hanno aderito più di 100 docenti e ricercatori dell’Università di Parma, che appartengono a tutte le aree coinvolte nella riflessione bioetica.Finalità principale del Centro è l’approfondimento, in un contesto di dialogo e interazione tra diverse competenze e orientamenti culturali, delle questioni di ordine etico, medico, sociologico, giuridico ed economico connesse allo sviluppo delle scienze e delle biotecnologie applicate alla persona umana (ingegneria genetica, biologia sintetica, neuroscienze, robotica, nanotecnologie), ai progressi della medicina (procreazione, decisioni di fine vita, trapianti e donazioni di organi), alle prospettive della salute come diritto individuale e interesse collettivo (dignità del malato, diritto di rifiutare le cure, consenso informato, medicina predittiva, TSO). A questo nucleo fondamentale dei temi bioetici, il Centro affiancherà l’analisi dei problemi legati alla cd. ‘bioetica della sopravvivenza’, che consente di recuperare alla dimensione tematica del progetto questioni legate alla sostenibilità ecologica e ambientale, alle diseguaglianze nell’accesso ai beni primari per la vita e la dignità umana (acqua, cibo, assistenza sanitaria), alla tutela degli animali.Tra gli obiettivi del Centro, che lavorerà attraverso gruppi tematici in cui saranno valorizzate tutte le competenze presenti, c’è quello di partecipare attivamente al dibattito pubblico, anche con azioni divulgative e informative rivolte al territorio e alle scuole, di svolgere attività di consulenza e di collaborazione in favore di ordini e collegi professionali, nonché di enti pubblici e di soggetti privati, attivi nel campo della ricerca scientifica, biotecnologica, medica, chirurgica o, in generale, nell’assistenza sanitaria. Particolare attenzione sarà dedicata alla preparazione degli studiosi più giovani, proponendo l’istituzione di corsi per il conseguimento di dottorati e di percorsi formativi specialistici o la costituzione di specifici progetti di ricerca, anche prevedendo il conferimento di borse di studio o l’assegnazione di premi di laurea. Inoltre, si cercherà di sviluppare una intensa collaborazione con il mondo delle imprese che operano nei settori di interesse del Centro, nonché con altre istituzioni e strutture di ricerca, non solo universitarie, di livello sia nazionale e internazionale. Il Regolamento del Centro prevede l’istituzione di un Comitato scientifico composto da studiosi e personalità, anche esterni all’Università di Parma, che hanno una riconosciuta esperienza scientifica o professionale sui temi di interesse di UCB.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UE – Russie: dépasser les rivalités?

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

russieL’Union européenne doit se doter d’une véritable “politique russe”, qui lui permette de renforcer la cohésion des États membres face à la Russie et de promouvoir ses intérêts en Russie.Dans leur policy paper, Cyrille Bret, maître de conférences à Sciences Po et Florent Parmentier, maître de conférences à Sciences Po et chercheur-associé au Centre de géopolitique de HEC, appellent à résister à la tentation de viser une Ostpolitik apaisante, un “rédemarrage” illusoire, ou un conflit avec le principal rival et partenaire de l’UE sur le continent.La doctrine européenne doit reposer sur une identification précise, dépassionnée et réaliste des rivalités structurelles des deux ensembles géopolitiques. L’Europe doit solder le passé avec la Russie en dépassant la condescendance, tenir le rapport de force avec la Russie quand celle-ci le provoque et enfin proposer un programme de travail crédible et sans illusions pour que les rivalités inévitables n’évincent pas les partenariats nécessaires.Cyrille Bret et Florent Parmentier formulent trois séries de recommandations :
1. Pour prévenir la déstabilisation dans le voisinage UE-Russie
2. Pour renforcer les espaces de dialogue et de concertation
3. Pour préparer des convergences économiques (photo: russie)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contrasto povertà e difesa famiglia

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

povero“La relazione Istat arriva in un momento di straordinario interesse per i lavori parlamentari. Siamo alla vigilia dell’approdo in Aula della legge delega sul tema della povertà ed è fondamentale mettere a fuoco alcune verità elementari, ma che proprio per questo dovrebbero orientare in modo chiaro e deciso il dibattito delle prossime ore. Si tratta di uno dei disegni di legge più attesi in tempi di crisi prolungata, di crescita rallentata e di disoccupazione quantomeno stazionaria. L’Istat parte da un parametro quanto meno ovvio: il lavoro è il grande discriminante della condizione di povertà italiana”. Lo dichiara l’on. di Area popolare Paola Binetti.
“La relazione mette in evidenza un fatto comune a tutte le categorie considerate: anche all’interno delle famiglie con persona di riferimento occupata, la famiglia si colloca nel quinto di spese più basso (31,3%) e le famiglie straniere si trovano frequentemente nei livelli di spesa meno elevati: il 51,8% di loro appartiene ai livelli più bassi. Interessante anche il riferimento alla spesa per prestazioni sociali erogata dalle amministrazioni pubbliche. Nel 2015 – prosegue Binetti – la vecchiaia ha assorbito quasi la metà della spesa, la malattia circa un quarto, la famiglia solo il 5,5%. Sono dati noti alla pubblica opinione perché percepiti come dati esperienziali; qualcosa di cui si rendono conto anche senza la tecnicalità dei dati, che invece è fondamentale per la politica. La documentazione Istat – conclude Binetti – conferma quanto pochi siano gli investimenti per le famiglie e quanto siano invece in aumento i costi per l’invecchiamento progressivo della popolazione e per il corrispondente inverno demografico, in un Paese che stenta a crescere proprio a cominciare dai nuovi nati”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Se il Ttip non venisse approvato sarebbe una grande vittoria

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

agricoltura europea1Le parole del ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, sul Ttip sono in ampio contrasto con la volontà dei cittadini nostrani ed europei. Infatti – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – ancora una volta non si è persa l’occasione per denotare la distanza tra la volontà della popolazione comunitaria e quella delle istituzioni del vecchio continente.
Se il Ttip non venisse approvato – continua Tiso – sarebbe una grande vittoria, ma parziale visto che l’accordo non è stato bocciato, ma è semplicemente saltato a causa del cambio della prossima amministrazione statunitense.
I contenuti del Ttip non sono stati archiviati, anzi. La volontà delle istituzioni comunitarie, dietro la regia delle multinazionali, è infatti quella di svendere il pubblico a favore del privato e di trasformare gli Stati nazione in un gigantesco centro commerciale.
Anche se il Ttip dovesse effettivamente saltare – conclude Tiso – non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Anzi, ora più che mai c’è bisogno che le persone oneste e per bene stringano legami e scambi di idee essenziali per prepararsi alle nuove offensive che certamente verranno.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento pone il veto sulle energy drink

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

parlamento europeoIl PE ha posto il veto alla proposta della Commissione di permettere la presenza, sulle bevande contenenti zucchero e le bibite energizzanti che contengono caffeina, di indicazioni nutrizionali che ne promuovano la capacità di aumentare l’attenzione o la concentrazione. Nella risoluzione approvata giovedì, i deputati spiegano che tali annunci potrebbero incoraggiare un’eccessiva assunzione di zucchero da parte degli adolescenti, i maggiori consumatori di tali bevande.”Dalle statistiche sappiamo che molti giovani, persino bambini, bevono molte di queste bevande energetiche”, ha dichiarato la relatrice Christel Schaldemose (S&D, DK). “Non è solo la caffeina, le bevande energetiche contengono anche molto zucchero. E non pensiamo che questi tipi di bevande debbano avere alcun tipo di indicazione sulla salute”, ha aggiunto.”Non diciamo che gli adulti non dovrebbero bere caffè o bevande energetiche, ma non vogliamo [aiutare le aziende] a guadagnare ingenti profitti per un’indicazione sulla salute che riteniamo non adatta per i bambini”, ha aggiunto.
Nella risoluzione, i deputati precisano che, in base al progetto di regolamento della Commissione stessa, le indicazioni secondo cui la caffeina contribuisce ad aumentare la lucidità mentale e aiuta a migliorare la concentrazione non devono essere utilizzate per gli alimenti destinati ai bambini e agli adolescenti.Si sottolinea inoltre che proprio gli adolescenti rappresentano il maggior gruppo di consumatori di energy drink, citando studi che dimostrano che il 68% degli adolescenti e il 18% dei bambini consumano regolarmente bevande energetiche.I deputati notano che una lattina da 250 ml di bibita energizzante può contenere fino a 27 grammi di zucchero e 80 milligrammi di caffeina; tali bibite sono state associate a cefalea, disturbi del sonno e problemi comportamentali nei bambini e adolescenti che ne fanno regolarmente uso. I deputati chiedono inoltre agli Stati membri di prendere in considerazione l’introduzione di norme in materia di commercializzazione delle bevande ad alto contenuto di caffeina e degli alimenti per bambini e adolescenti con caffeina aggiunta.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Su caro bollette Mise valuti sanzioni anche retroattive”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

“Se fossero confermati comportamenti illegittimi da parte di operatori elettrici e traders alla base dell’aumento dei costi delle bollette per cittadini e imprese, allora dovrebbero essere imposte sanzioni severe anche retroattive”. E’ quanto dichiarano Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare, e Raffaello Vignali, capogruppo di Ap in commissione Attività produttive, firmatari di una interrogazione al ministro dello Sviluppo economico.
“In merito è certamente positivo, come ha confermato ieri Calenda durante il question time alla Camera, che il Mise abbia già chiesto chiarimenti sia a Terna che all’Autorità per l’Energia. Allo stesso tempo però – proseguono i parlamentari di Ap – riteniamo sia opportuno approfondire maggiormente le indagini e avere risposte in tempi celeri in quanto è inaccettabile il significativo incremento dei costi di dispacciamento, con oneri aggiuntivi ingiustificati denunciati dai consumatori pari a 1 miliardo di euro. Si tratta di una vera e propria super-addizionale a carico di pmi e cittadini assolutamente non motivata. Così come riteniamo si debba accelerare – concludono Lupi e Vignali – sull’auspicata riforma del mercato elettrico se vogliamo ridurre effettivamente i costi per utenti e imprese”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scandalo del Dieselgate che ha coinvolto Volkswagen

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

volkswagenChe fine hanno fatto i mille controlli annunciati a Porta a Porta dal ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, nel lontano 24 settembre 2015? Che fa il Governo? Perché non si fa una commissione d’inchiesta anche in Italia? Perché il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti non sta verificando se quanto accettato dall”autorità di omologazione tedesca, che ha dato il via libera al richiamo delle autovetture Volkswagen coinvolte nel Dieselgate, è compatibile con i parametri di legge e con le prestazioni promesse agli acquirenti italiani al momento della vendita? Perché non si sono mai convocate tutte le parti a Palazzo Chigi? Perché non c’è stato né un commento di Delrio nè un tweet del Premier Renzi sull’accordo raggiunto negli Stati Uniti?” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“E vero che in Europa i veicoli coinvolti sono circa 8,5 milioni rispetto ai 482mila del mercato americano, ma la sproporzione di trattamento tra americani ed europei è tale da non poter essere spiegata se non con una vergognosa disparità di trattamento. Con 14,7 mld di dollari si potevano indennizzare gli europei con oltre 1560 euro a vettura. Non molto, ma certo meglio del nulla attuale!” ha concluso Dona.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sono i minori i più colpiti dalla povertà in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

istatÈ questo il dato allarmante rilanciato da ISTAT e dall’Ufficio Studi Assennato&Associati il 4 luglio durante il Primo Forum sul Diritto Accessibile organizzato e promosso dall’Ufficio Studi Assennato&Associati presso la Biblioteca della Camera dei Deputati.
Durante la giornata, i numerosi esperti coinvolti hanno presentato documenti di analisi e proposte per contrastare i fenomeni del non lavoro, della povertà e del disagio in Italia, ai rappresentanti politici, economici e sindacali che hanno aderito all’iniziativa.
Presenti anche Franca Biondelli, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e Ileana Argentin, parlamentare della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, che hanno esortato i presenti a costituirsi come un vero e proprio serbatoio di idee, analisi e proposte per supportare il legislatore nella scrittura di leggi più semplici ed efficaci contro questi fenomeni.Tra le numerose proposte presentate, l‘Ufficio Studi Assennato&Associati ha suggerito il ripensamento dei circuiti di reintegrazione sociale che non dovrebbero più basarsi su logiche individuali e assistenzialistiche di servizi a sportello, ma secondo logiche comunitarie e di rete, dove sia il terzo settore che l’impresa possono essere soggetti attivi di inclusione sociale per riattivare le capacità degli emarginati di produrre valore sociale ed economicoAd aprire il lavori della giornata l’Avv. Silvia Assennato. “Il nostro deve essere un costante lavoro mirato a rimuovere le barriere all’accesso ai diritti, siano esse barriere giuridiche, architettoniche, economiche o culturali, per contribuire a creare una società più semplice, fruibile e comprensibile: una società inclusiva. Per fare questo abbiamo ritenuto necessario coinvolgere diversi attori della vita pubblica: dalla sfera politica e istituzionale a quella economica, dal terzo settore al mondo accademico.” E ancora. “L’ambizione è alta. Vogliamo provare oggi a gettare le basi per interventi di natura legislativa necessari al compimento di un diritto pienamente accessibile. Accessibile perché la norma deve essere semplice e immediatamente comprensibile e sempre più deve nascere dal basso; accessibile perché chiunque vi deve poter accedere; accessibile perché deve essere in grado di incidere proprio su quelle persone che non hanno accesso a diritti spesso fondamentali”.Numerosi sono stati gli esperti che hanno elaborato i documenti di analisi e le proposte presentate.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The American Pope di Milone e Messa

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

Perugia_museo_archeologico_01Perugia Giovedì 14 luglio alle 17.00 nella sala del Dottorato, Logge della cattedrale di San Lorenzo in Piazza 4 novembre, a Perugia si terrà la presentazione del volume realizzato da Massimo Milone direttore Rai Vaticano e Paolo Messa consigliere di amministrazione Rai e direttore del Centro Studi americani. La manifestazione è stata organizzata dall’Ainc associazione italiana notai cattolici e dal suo presidente Roberto Dante Coliandro che aprirà l’evento insieme a Don Pippo Costa, direttore della Libreria editrice Vaticana.
Presiede il dibattito il cardinale Gualtiero Bassetti arcivescovo di Perugia. Discutono del libro Marco Impagliazzo, presidente della comunità di Sant’Egidio e Antonio Palazzo accademico dei Lincei. Saranno presenti gli autori, modera Marco Galletti delegato regionale Ainc.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »