Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Sanità, Binetti (Ap): “Nuovi Lea su autismo deludenti”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 luglio 2016

Paola-Binetti“Sono moltissime le associazioni di genitori di soggetti autistici profondamente deluse dai nuovi Lea presentati in questo fine settimana non solo perché non soddisfano affatto le loro aspettative, ma perché dimenticano completamente sia la legge sull’autismo n.134 del 2015 che la più recente legge n.112 del 2016 sul Dopo di Noi. Certamente dal Parlamento faremo tutto il possibile per migliorane lo spirito e l’assetto concreto. Sorprende che l’allegato finanziario ai Lea azzeri anche i famosi 50 milioni promessi per l’attuazione della Legge n.134 per il 2016. Una promessa fatta il 30 marzo scorso e ribadita il 2 aprile di fronte alle massime autorità dello Stato”. E’ quanto afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare, relatrice del ddl sull’autismo alla Camera e da sempre impegnata nella tutela dei diritti dei soggetti disabili.
“Non so per quale ragione misteriosa sia scomparso dall’allegato 8 dei Lea l’autismo, mentre fortunatamente sono previsti tutta una serie di interventi per altre disabilità, come la sindrome di Down. La Legge n.134 del 2015 nell’articolo 2 esigeva l’emanazione dei Lea specifici per l’autismo entro sei mesi dalla sua entrata in vigore, termine scaduto alla fine di gennaio 2016. Né è condivisibile – prosegue Binetti – l’ipotesi di includere l’autismo tra le psicosi, come conferma tutta la letteratura scientifica sul tema. Ed è davvero grave che non sia ancora partita la nuova elaborazione delle linee guida sull’autismo, come la stessa legge 134 pretendeva, dal momento che la versione precedente ignorava totalmente le problematiche relative all’adolescenza e all’età adulta. In tal senso è stata presentata già da tempo una interrogazione al ministro della Salute per chiedere ragione della mancata attuazione di due dei parametri fondamentali della legge sull’autismo: Lea e Linee guida. Non vorremmo che il governo tanto impegnato sulla tutela di una serie di diritti speciali particolari – conclude Binetti – dimenticasse quelli che tutelano la salute dei soggetti disabili che sono tra le fasce più fragili della nostra popolazione”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: