Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Donne medico meno retribuite degli uomini, lo studio Usa conferma la realtà italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 24 luglio 2016

donna medicoPersistono i divari di reddito fra le donne medico e i loro colleghi maschi: negli Usa vengono certificati da uno studio comparso su Jama, secondo cui tra i medici che lavorano nelle strutture accademiche le donne guadagnano 20 mila dollari all’anno in meno. E in Italia persiste, a parità di funzione e inquadramento, una disparità retributiva fra i generi che cresce con il titolo di studio e l’età, assicura Annarita Frullini, medico donna, esperta in comunicazione e cultura di genere. Dalle dichiarazioni presentate nel 2011, elaborate dal Servizio studi della Fondazione Enpam, emerge che le donne medico guadagnano meno, soprattutto nel caso delle libere professioniste. «Nel 2006 – riferisce Frullini – fu presentato un lavoro sulle differenze di reddito fra i dipendenti dell’Aso S. Giovanni Battista di Torino riferita al quadriennio 1999/2002, da Gabriella Tanturri e altre colleghe. Emerse che le donne, presenti al 67,5% sull’intera popolazione lavorativa, percepivano il 42% del totale degli stipendi erogati dall’azienda. Sul totale delle retribuzioni il reddito femminile era il 71% di quello maschile. Escludendo le variabili congedo per maternità e rapporto di lavoro part time, il reddito femminile saliva al 75% circa. Nella dirigenza sanitaria le donne erano il 43% e le differenze salariali di genere, assenti fra i dirigenti sanitari di secondo livello, diventano statisticamente significative fra i dirigenti medici di primo livello».
Il World economic forum (Wef) ha spesso sottolineato la necessità di investire in formazione, individuando nuovi talenti femminili, perché le diversità per sesso, età, origini, sono ricchezza nel lavoro. «Rivolta a uomini e donne insieme, – spiega l’esperta – la specifica formazione dovrà approfondire competenze trasversali, “soft skills”. A fine giugno il Wef ha identificato dieci competenze fondamentali. Fra queste l’imparare a svolgere il proprio ruolo in una rete costruita su ritmi lavorativi, esigenze, tempi, regole; la capacità di negoziazione; la flessibilità di risposta; l’intelligenza emotiva e la creatività, per essere capaci di trovare soluzioni, semplificando situazioni complesse». (fonte Doctor33) (foto: donna medico)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: