Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Stipendi giornalisti Rai

Posted by fidest press agency su martedì, 26 luglio 2016

GiornalistiLa questione degli stipendi di giornalisti e dirigenti Rai finisce alla Corte dei Conti. Il Codacons presenta infatti oggi stesso una denuncia alla magistratura contabile a seguito della pubblicazione degli abnormi compensi elargiti dalla rete di Stato ai propri dipendenti.“Numerosi direttori Rai guadagnano stipendi superiori ai 300mila euro annui, e molti altri hanno compensi compresi tra i 200 e i 300 mila euro – attacca il presidente del Codacons Donzelli– Già questo basterebbe per gridare allo scandalo, ma c’è dell’altro. Secondo quanto riportato in queste ore dai mass media, una folta schiera di giornalisti e manager della rete percepirebbe stipendi tra i 205 e i 240mila euro annui senza ricoprire alcun incarico: in buona sostanza vengono pagati per non lavorare”.“Di sicuro siamo di fronte ad una vergogna nazionale ora però il Codacons vuole andare a fondo e capire se si configuri o meno anche una forma di danno erariale, dal momento che gli stipendi Rai vengono pagati con i soldi dei cittadini raccolti attraverso il canone. Per tale motivo presentiamo oggi stesso un esposto alla Corte dei Conti, affinché acquisisca i dati sui compensi di direttori, manager e giornalisti Rai, e verifichi la congruità degli stessi con particolare riferimento ai soggetti che nell’azienda non svolgono alcuna funzione pur percependo regolare stipendio. Chiediamo inoltre alla Corte di trasmettere alla Procura della Repubblica gli atti governativi che autorizzano il superamento dei tetti massimi ai cachet previsti dalla legge”.
“Abbiamo sollevato per primi in vigilanza Rai gli sprechi e gli stipendi d’oro di dirigenti, conduttori e artisti. Chiedendone la divulgazione e il ridimensionamento con atti ufficiali. La Rai di Gubitosi e Tarantola si rifiutò di rispondere a un bisogno di trasparenza diffuso ma anche sancito da precise leggi dello stato. Siamo parzialmente soddisfatti di questo dietrofront, evidentemente ormai inevitabile, dei subentranti Campo Dall’Orto e Maggioni. Tuttavia la curiosità morbosa di frugare nei portafogli altrui non è il nostro movente né il nostro obiettivo. La Rai ora intervenga per far lavorare chi guadagna soldi grazie al canone pagato dagli italiani, talvolta ricevendo cifre abnormi non giustificate da particolari responsabilità professionali. Per adeguare gli stipendi alle mutate condizioni economiche del Paese e, soprattutto, per ancorarlo al suo andamento debitorio. Non si possono guadagnare fino a 650mila euro l’anno in un’azienda in perdita. La facessero andare in attivo e poi si aumentassero il trattamento economico, lo comprenderemmo perché non siamo comunisti. Per rendere pubblici i compensi ancora non svelati, piantandola di accampare scuse sul presunto rischio nei confronti della concorrenza. Al massimo potrà capitare che altri network decidano di proporre a conduttori e artisti che lavorano anche con la Rai un ridimensionamento del loro trattamento economico, cosa che non riguarda l’azienda di viale Mazzini ma unicamente gli interessati. E comunque la normativa nazionale non prevede eccezioni per la comunicazione degli emolumenti pubblici e non è il signor Campo Dall’Orto a poterla modificare a proprio piacimento.Quindi si tratta di un primo segnale solo mediatico e renziano, cui aspettiamo ne seguano altri più sostanziali e seri”.‎ E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, componente della commissione di Vigilanza Rai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: