Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 27 luglio 2016

Spoleto arte: De Andrè ospite di prestigio alla mostra curata da Sgarbi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

spoletodeandrèCalorosa accoglienza riservata al noto cantautore musicista Cristiano De André, ospite speciale all’interno della grande mostra di “Spoleto Arte” curata da Vittorio Sgarbi, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes, allestita presso il secolare Palazzo Leti Sansi, nel cuore di Spoleto, fino al 22 agosto 2016. In data domenica 24 luglio, De André ha presentato il suo libro, scritto in chiave autobiografica, dal titolo “Cristiano De André la versione di C.” (Mondadori), affiancato da Salvo Nugnes, in qualità di relatore ed il presidente del Festival dei 2 mondi Fabrizio Cardarelli.
All’evento ha preso parte un nutrito pubblico, nonché autorità e rappresentanze istituzionali della zona.
La famiglia sta al centro della narrazione. La famiglia è tutto. E nel fondo di queste pagine, c’è la voglia di vedersi bambino negli occhi del padre, il desiderio di essere rassicurati da parte di chi ci ha dato la vita. Di essere amati. Scrive De André “Mi guardo allo specchio e ti rivedo ancora, nel riflesso prego che si aggiungano i volti dei miei figli, quasi che fossimo pronti a una foto di famiglia, con i sorrisi genuini e l’armonia pulsante. Hai presente? Come un tempo”.
Nella prefazione, Oliviero Malaspina dice “Questa storia, è un puzzle affascinante, dominato da due parole: bellezza e fragilità”. La bellezza sta nel talento musicale, che De André riesce a coltivare come una cosa tutta sua, sottratta all’eredità del genio paterno, Fabrizio. Quando compone musica e suona, ha un talento che alla fine anche il padre gli riconosce. Matura la passione per il violino, dopo aver osservato Lucio Fabbri suonare lo strumento con la PFM, racconta il piacere di stare sul palco come antidoto alla timidezza. E poi ci sono gli aneddoti curiosi. La notte, in cui il padre canta alla madre “verranno a chiederti del nostro amore”. Le visite degli amici di famiglia, come Paolo Villaggio o Ugo Tognazzi. Mamma che fa le carte a Francesco De Gregori e lui, che se ne esce con il verso “Chi mi ha fatto le carte, mi ha chiamato vincente”. Quelli dei New Trolls, che lo chiamano Fabrizietto, la madre che per ripicca, quando torna a casa gli spezza duemila dischi in vinile, fra cui la copia di “Sticky Fingers” con la cerniera vera, quella di Andy Warhol. (Christian Flammia) (foto: spoleto, deandrè)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France prévoit d’assurer plus de 87 % de ses vols/ Strike action by cabin crew unions

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

air franceAir France pour la période du 27 juillet au 2 août 2016, le programme des vols effectués avec un avion Air France sera perturbé à compter du mercredi 27 juillet 2016. Air France déplore cette situation et met tout en œuvre pour limiter les désagréments que cette grève pourrait occasionner à ses clients, à une période de grands départs. Prévision de trafic pour le mercredi 27 juillet 2016 :
Pour la journée du mercredi 27 juillet 2016, Air France prévoit d’assurer 92 % de ses vols long-courriers, 90 % de ses vols domestiques et plus de 80 % de ses vols moyen-courriers de et vers.
Paris – CDG compte tenu d’un taux de personnels de cabine grévistes estimé à 37 % pour cette journée.Néanmoins, et ponctuellement, des annulations et des retards de dernière minute ne sont pas à exclure. Des difficultés dans la composition des équipages sont également susceptibles d’entrainer des limitations dans le nombre de passagers par vol. Pour les jours suivants, en fonction de l’estimation précise du taux de mobilisation, le programme de vols sera adapté et publié la veille du départ et les clients seront informés en conséquence.Il est à noter que les vols Air France opérés par un avion d’une autre compagnie, dont HOP!, KLM et Delta, ne sont pas concernés par ce mouvement.Comment être informé sur son voyage?En cas d’annulation ou de retard, Air France dispose du service « AF Connect » informant directement ses clients sur leur téléphone portable ou par e-mail à partir du moment où ses contacts ont été indiqués à la compagnie. Afin d’être averti personnellement par AF Connect, Air France invite ses clients à mettre à jour leurs coordonnées (téléphone mobile et / ou adresse e-mail) dans leur dossier de réservation sur le site internet de la compagnie. AF Connect est gratuit et disponible dans 13 langues pour tous les passagers dans le monde.Avant de se rendre à l’aéroport, il est recommandé de vérifier le statut de son vol disponible en temps réel sur le site airfrance.it
Comment reporter son voyage? La compagnie offre à ses clients ayant réservé un vol entre le 27 juillet et le 2 août juin la possibilité de modifier leur voyage que le vol soit annulé ou non.
Pour les clients dont le vol est annulé, le billet pourra être remboursé sans aucun frais.L’ensemble de ces mesures commerciales est disponible sur le site internet airfrance.it.7300 salariés d’Air France sont mobilisés au service des clientsLes équipes d’Air France se mobilisent afin de limiter au maximum l’impact de ce mouvement social pour ses clients et se tiennent à leur disposition pour les informer et les assister.
Following the call for strike action which has been confirmed by Air France cabin crew unions for the period from 27 July to 2 August 2016, the schedule of flights operated by Air France aircraft will be disrupted as from Wednesday 27 July 2016.
Air France regrets this situation and is making every effort to minimize the inconvenience this strike action may cause to its customers.Traffic forecast for Wednesday 27 July 2016.
On Wednesday 27 July 2016, Air France expects to operate 92% of its long-haul flights, 90% of its domestic and more than 80% of its medium-haul flights to and from Paris-CDG, considering that 37% of cabin crew are expected to take strike action on Wednesday.
However, there may be last-minute cancellations and delays. Difficulties with crew compositions may also limit the number of passengers per flight. For the following days, depending on the estimated number of cabin crew taking strike action, the flight schedule will be adapted and published the day before, and customers will be informed accordingly.Please note that Air France flights operated by aircraft from another airline, including HOP!, KLM and Delta, are not affected by this strike action.
In case of a cancellation or delay, Air France offers the AF Connect service to directly inform customers on their mobile phone, smartphone or by email using their personal contact details provided to the airline. In order to be personally notified by AF Connect, Air France invites customers to update their personal contact details (mobile phone and /or email address) in their reservation file on the airline’s website. The free AF Connect service is available in 13 languages for all passengers worldwide.Customers are recommended to check their flight status, available in real time on the website airfrance.it, before going to the airport.
Air France is offering its customers who are booked on a flight between 27 July and 2 August the possibility of changing their trip whether their flight is cancelled or not.For customers whose flight is cancelled, their ticket will be fully refunded.
All these commercial measures are available for consultation on the website airfrance.it.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Parte la Ride to Moscow

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

staranzanoStaranzano (GO), 29 luglio Al campo di baseball della Staranzano Ducks (via Atleti Azzurri d’Italia 2) è in programma la festa di Ride to Moscow: una giornata dedicata alla solidarietà per celebrare l’impresa che porterà Paolo Ferraris, Arturo Giustina e Alessandro Ferraris fino a Mosca in bicicletta. Tutte le iniziative sono infatti dedicate alla raccolta fondi avviata dall’associazione GEOforChildren in favore degli orfani russi. La manifestazione gode del patrocinio dei Comuni di Staranzano e Ronchi dei Legionari.
«Sarà l’occasione per tutti di trascorrere una giornata di festa e di solidarietà», premette il presidente dell’associazione Paolo Ferraris. «Con il progetto Ride to Moscow abbiamo istituito il fondo “Una porta per la Vita” nel quale saranno versati tutti i soldi raccolti. I fondi serviranno per istituire un centro di orientamento per dare ai ragazzi tra i 12 ed i 18 anni un aiuto concreto durante il loro percorso di crescita attraverso la scuola e il lavoro. Sono queste le strade per dare loro un futuro migliore e metterli al riparo dai rischi di devianza».La giornata si apre alle 9.30 con il ritrovo dove i tre protagonisti presenteranno il viaggio in bicicletta che li porterà fino a Mosca dopo 2.500 km. Prevista la presenza dei sindaci di Staranzano e Ronchi dei Legionari, Riccardo Marchesan e Roberto Fontanot. Alle 10.30 la partenza della Ciclolonga: una pedalata di 55 km non competitiva che, passando da Ronchi dei Legionari, Fogliano Redipuglia, Sagrado e Savogna d’Isonzo accompagnerà i tre fino al confine con la Slovenia. A Gorizia, dove l’arrivo è previsto verso le 12, l’assessore alle politiche sociali Silvana Romano porterà il saluto dell’amministrazione comunale. Quindi Paolo e Alessandro Ferraris e Giustina, insieme con il team di dieci persone al loro seguito, proseguiranno verso la Russia, mentre la Ciclolonga farà ritorno a Staranzano per il pranzo. Quote di iscrizione da 25 euro. Per le iscrizioni http://geoforchildren.org/it/pedala-con-noi/; possibile iscriversi anche la mattina stessa dalle 9 alle 10.Nel pomeriggio sono previste animazioni per bambini con gonfiabili, trucca bimbi e tantissimo sport. Alle 15.30 è in programma l’allenamento di baseball per non vedenti della squadra di casa, lo Staranzano Ducks. Dalle 17.30 l’esibizione dei giovanissimi del Pedale Ronchese, la dimostrazione dei pulcini dell’ASD Calcio Pieris e l’allenamento dei bambini del mini baseball dello Staranzano Ducks. I bambini presenti potranno mettersi alla prova nelle rispettive discipline provando particolari percorsi in bicicletta, calciando un pallone o misurarsi con il baseball. Alla sera, grigliata, birra e tanta musica con tre gruppi: la Fandango Band – tributo Ligabue, la Nicola Straballo band e la tribute band degli 883 Gli Anni d’Oro.
A Ride to Moscow hanno aderito anche le aziende come Starbene Group, Geoclima, l’agenzia di comunicazione EoIpso, Cussigh Bike e Medicus oltre alle associazioni ASD Pedale Ronchese e ASD Saranzano Ducks. Hanno inoltre dimostrato interesse all’iniziativa GMC Refrigerazione, Climetal, Data Est, Cool-Therm, Aussafer, Project Engineering, Cesped, Al.ste, CAMI, Welcome Air-Tech, Klima-Therm, KFL, Rosenberg Italia, Enprom, Sea Trade International, Vniikholodmash-holding, Clima Tech e Geoflange. Tutti gli aggiornamenti sull’iniziativa verranno pubblicati su http://www.geoforchildren.org (foto: staranzano)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: “Vivere di Manna”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

giulio gelardiCustonaci. Giovedì 28 Luglio, alle ore 21.30, Giulio Gelardi presenterà il suo libro “Vivere di Manna” Edizioni Arianna con l’interpretazione di Tiziana Martorana, volto noto di Tgr Sicilia.Frutto del lavoro di ricerca pluriennale del siciliano Giulio Gelardi, uno dei pochissimi coltivatori e produttori di manna da frassino ancora viventi, “Vivere di manna” è un’opera enciclopedica sul mondo del magnifico mitico nettare divino. È un elogio della campagna e della natura che rivela il bisogno di ritornare alla terra esprimendo la possibilità di sopravvivere conoscendola, assecondandola, rispettandola e coltivandola di giorno in giorno.
Giulio Gelardi nasce a Pollina nel 1950. Di mestiere fa il “mannicoltore”. È uno degli ultimi 50 produttori al mondo di manna. Per passione si diletta a fare ricerche sulle tradizioni popolari, cercando di tradurre nel nostro attuale linguaggio (siciliano o italiano) il “contadinese”, antica lingua universale dai troppi oscuri, o volutamente dimenticati, significati. Le variazioni cromatiche e antropiche della campagna siciliana sono l’altra sua grande passione che si manifesta con la fotografia.
Il prossimo appuntamento sarà giovedì 4 Agosto, con Vito Corte e il libro “Entanglement nell’ Architettura” presentato dalla giornalista Liana Mistretta, volto noto di Rai News 24. (foto: giulio gelardi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RuneScape heads east with a new archipelago continent and a new venue for its annual community convention

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

runescapeCambridge, UK – RuneScape is setting sail for a brand new continent this October – The Eastern Isles – and RuneFest 2016, the iconic game’s fan convention, is set to celebrate the upcoming Polynesian-inspired destination! Taking place on Saturday 17th September at London’s Battersea Evolution, RuneFest 2016 will take attendees on an epic journey across the seas to the new oceanic land of islands. Demand for tickets, which went on sale a fortnight ago, has meant the community event is approaching selling out in record time.
An initial segment of the continent, The Arc, opens today and contains the islands of Whale’s Maw, Waiko and Aminishi islands anchoring many other smaller islets. On these islands, the indigenous people have never heard of the player’s adventures, so gamers will have to start afresh, building back up their wealth and notoriety – even long-term players will be on a level playing field.
In addition to sharing further information about The Eastern Isles, RuneFest 2016 will see a barrage of main stage announcements, covering the latest news and future plans for RuneScape, Old School RuneScape, Chronicle: RuneScape Legends, and more. Festooned in the finery of the Eastern Isles, RuneFest attendees can expect to participate in themed activities, including a cosplay parade, challenges, Q&A sessions with key developers, meet and greets, a huge after-party, and a raft of other distractions and diversions.
“We can’t wait to meet up with our fellow ‘Scapers at RuneFest 2016 as they join us for an intrepid celebration as RuneScape pushes new horizons. We’ll be showcasing the new frontiers of the Eastern Isles and announce some of new content heading to RuneScape in the year ahead,” said David Osborne, lead designer, RuneScape. “We’ll also be unveiling our plans for other games in the family, including Old School RuneScape and its ever growing popularity in the eSports sector, mobile versions of Chronicle: RuneScape Legends, and the upcoming 0.5-player game, RuneScape: Idle Adventures.” http://www.runescape.com/runefest (photo:runescape)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dozens of Members of the European Parliament call on the EU to support the right to boycott

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

european parliamentMore than 30 MEPs have called on the EU High Representative, Federica Mogherini, to take measures assuring freedom of expression regarding the Palestinian-led Boycott, Divestment and Sanctions (BDS) movement for justice and equality and recognising Omar Barghouti, a co-founder of the BDS movement, as a human rights defender.While the signatories views on the BDS movement differ, they expressed concern regarding “growing attempts to silence and repress advocates of BDS” and called on the EU to “guarantee that it will not introduce measures aimed at limiting freedom of expression regarding the Middle East and BDS.”Having failed to hinder the growing support and impact of the BDS movement in mainstream civil society, Israel has launched an unprecedented anti-democratic campaign to silence Palestinian narratives and outlaw BDS advocacy.The Israeli-induced attacks on the BDS movement are advanced through putting pressure on governments, legislators and officials to fight BDS activity through implementing repressive measures that pose a threat to civil and political liberties at large.The 32 signatory MEPs expressed concerns regarding Israel’s targeted attack on activists advocating for Palestinian rights through BDS and called on the EU to “recognise Omar Barghouti as a human rights defender and afford him and other Palestinian, Israeli and international human rights defenders appropriate protection and assistance.”Aneta Jerska, the coordinator of the European Coordination of Committees and Associations for Palestine (ECCP) said:“It is really empowering to see that a growing number of MEPs are taking a clear stance in defence of civil society actor’s right to advocate for BDS, as a matter of conscience, free speech and as a nonviolent means of political expression.”Riya Hassan, Europe Campaigns Officer for the Palestinian BDS National Committee, the broadest coalition of Palestinian organisations that leads and supports the BDS movement, said:
« This letter is yet another expression of support for the right of citizens and organisations to take part in the BDS movement, which continues to grow in Europe, just as it is growing across the world. There is mounting concern about the attacks on democracy that are taking place in order to help shield Israel from accountability and criticism.”“The EU must protect its own citizens and civil society’s freedom of expression and political assembly and assure the protection of Palestinian human right defenders. It is high time for the EU to listen to Palestinian and European civil society calls and bring an end to its complicity in Israel’s violations of international law and human rights. »This letter echoes growing European political and civil society calls for protecting the freedom of expression of activists and organisations involved in BDS activity for Palestinian rights.More than 350 European human rights organizations, trade unions, church groups and political parties, have called on the European Union to defend citizens and organisations right to boycott Israel in response to its occupation and violations of Palestinian rights.Representatives of the Swedish, Irish and Dutch governments have publicly defended the right to advocate and campaign for Palestinian rights under international law through BDS. (photo: european parliament)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Perfect World Pictures cambia nome e con Perfect World crea il maggiore gruppo cinese di tutti i tempi nel mercato di film e videogiochi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

Perfect World CEO Xiao Hong

Perfect World CEO Xiao Hong

BEIJING, /PRNewswire/ Perfect World Pictures Co., Ltd., produttore cine-televisivo cinese, ha annunciato il cambiamento della propria ragione sociale. La società, quotata in borsa, si chiama ora Perfect World Co., Ltd. Un’operazione con la quale il produttore di videogiochi cinese Perfect World conferma il suo rientro ufficiale nel mercato delle A-share cinesi, al termine di una ristrutturazione delle proprie attività quotate, dedicate ai videogiochi e alla produzione cine-televisiva. Da questa ristrutturazione nasce la più grande conglomerata mai esistita in Cina nel mercato dei film e dei videogiochi.
La convergenza sempre più diffusa di film e videogiochi sembra essere molto promettente per chi opera nel settore. Gli esperti ritengono questi due mondi, dei film e dei videogiochi, siano straordinariamente modulari e dinamici, e che la facilità ad accedervi tramite i canali online li renda i più potenti in assoluto di tutta la catena industriale della cultura e dello spettacolo. In questo momento, come parte di una strategia volta a rafforzare la potenza del Paese attraverso lo sviluppo della sua cultura, il governo cinese sostiene con vigore la convergenza culturale che si sta verificando in tutto il dominio del “pan-entertainment”. In questo scenario, e sfruttando la loro ormai naturale tendenza all’integrazione, alla confluenza e all’interazione, film e videogiochi possono allargare in modo sorprendente le possibilità d’impiego delle risorse IP di alta qualità, e al contempo stimolare il pensiero creativo e dilatare al massimo le loro opportunità d’uso nel più ampio settore della cultura e dello spettacolo. Di conseguenza, questa tendenza può favorire la crescita del livello culturale dell’industria dello spettacolo, e gettare solide fondamenta per la promozione della cultura tradizionale cinese nel mondo.Perfect World Pictures ha di recente cambiato la propria ragione sociale per creare Perfect World, la più importante conglomerata cinese di tutti i tempi nel settore del cinema e dei videogiochi. Perfect World Pictures, che ora fa parte del gruppo, era uno dei più importanti produttori cine-televisivi cinesi, con capacità sostenibili e team di creazione e produzione all’avanguardia, in grado di produrre contenuti avvalendosi di vaste risorse IP. Perfect World Games, anch’essa ora parte del gruppo, vanta invece una straordinaria competenza nella produzione di videogiochi originali combinati a risorse IP di livello superiore. Si tratta di uno sviluppatore e distributore di giochi online completamente integrato e di livello mondiale, che ha distribuito, sul mercato nazionale ma anche su quello estero, dozzine di videogiochi di grande successo, esportandoli in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Queste due aziende, entrambe leader riconosciuti dei loro rispettivi settori, si sono unite per formare la più grande conglomerata cinese del mercato dei film e dei videogiochi, operazione che consentirà alle due partner di integrare sostanzialmente le proprie risorse, traendo il massimo vantaggio dalle sinergie della combinazione. La creazione della conglomerata serve indubbiamente a risolvere i problemi che finora avevano impedito l’integrazione dei due mercati in Cina, come la mancanza di un vero modello collaborativo e della volontà di collaborare, e lo scarso sviluppo delle risorse IP. Questa mossa promuove ulteriormente l’effettiva convergenza e l’integrazione dei mercati di film e videogiochi in tutto il Paese.Perfect World ha inoltre siglato un accordo di collaborazione con Universal Pictures, finalizzato a promuovere la disponibilità e la popolarità del cinema cinese nel mondo, che sfrutterà l’esperienza di Perfect World Games nel campo delle transazioni globali e le sue collaborazioni con diversi famosi produttori cinematografici internazionali. (foto: videogiochi)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Molise ancora una volta un esempio per l’olivicoltura italiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

oliviTre giorni intensi, ricchi d’iniziative, quelli che hanno caratterizzato la Tappa di Girolio 2016. Partita da Termoli Venerdì, con una sosta sabato a Campomarino e, la domenica, a Guglionesi. Un ritorno alle origini, quello delle Città dell’Olio, che ha il significato di una grande opportunità per l’olivicoltura e l’olio molisani, se gli attori che hanno firmato il protocollo d’intesa, Regione e Associazione Nazionale Città dell’Olio; il coordinamento molisano dell’Associazione; le organizzazioni professionali e cooperative; gli stessi produttori, hanno la voglia e il coraggio di affrontare le problematiche che caratterizzano il mondo dell’olio e decidono di fare: dell’olivicoltura, il punto di rilancio dell’agricoltura molisana; dell’olio, l’immagine di un territorio. Se ben colta questa opportunità il Molise può tornare ad essere, così com’è stato il 17 dicembre del 1994, a Larino, con la costituzione dell’Associazione Nazionale delle Città dell’Olio, un esempio capace di coinvolgere e mobilitare le regioni olivicole del nostro Paese. In pratica uno straordinario laboratorio che ha in un programma, sostenuto da una forte progettualità e da una precisa e puntuale strategia di marketing, la forza di mettere a disposizione – degli olivicoltori, frantoiani, la stessa industria olearia e il quadro complesso istituzionale – risultati capaci di cogliere le potenzialità che il mercato è in grado di esprimere. Si tratta di avere la voglia e la capacità di cogliere queste potenzialità e di farle esprimere in pieno.
potatura oliviTutto questo per onorare le firme che hanno suggellato il protocollo firmato a Termoli nel giorno di apertura della manifestazione, evitando di rendere falsi e, pertanto, inutili le parole e i discorsi fatti.
Sogni, idee, progetti, coinvolgimenti degli attori sopra citati, tutto dentro una linea ben marcata da una programmazione, derivata dal recepimento del piano olivicolo nazionale e sostenuto dalle risorse del Psr, per progetti che servono al territorio e alla collettività, capaci di coniugare il rilancio di un’agricoltura in ginocchio con il lancio dei turismi, che proprio il territorio, con la sua storia, la sua cultura , i suoi paesaggi, le sue tradizioni e la bontà del suo cibo e della sua cucina, è in grado di esprimere.
La coltivazione arborea più diffusa, l’olivo, da sempre testimone della quasi totalità della superficie regionale, può davvero diventare il punto di partenza di una programmazione che guarda al futuro, dando segnali e risposte possibili agli altri comparti dell’agricoltura che – mi duole ripeterlo – è in profonda crisi. Basta la situazione tragica della campagna del grano, appena terminata, a dimostrare le sofferenze dei protagonisti di questo settore primario che rischia di perdere la sua natura contadina.
Sono molti, anche per l’olivicoltura, i segnali preoccupanti.
Dopo essere stato rinviato al mittente il progetto di una stalla di 12.000 manze, cioè di una zootecnia industriale che avrebbe fatto pagare prezzi altissimi ai valori ed alle risorse del territorio, l’industrializzazione questa volta riguarda l’agricoltura, e, nel caso specifico, proprio l’olivicoltura, con gli oliveti super intensivi che più di un olivicoltore ha programmato e sta per realizzare, accarezzato dai vivaisti e spinto dalle multinazionali spagnole che, così, impongono le loro varietà a scapito della nostra ricchezza di biodiversità olivicola. Oliveti previsti e perfino finanziati dal piano predisposto dal Ministero del’Agricoltura, che servono a rafforzare le gerarchie all’interno della filiera e ad affossare definitivamente l’olivicoltura contadina e il patrimonio di biodiversità, nel momento in cui tutto continuerà ad essere nelle mani dell’industria olearia e delle multinazionali che, come si sa, hanno un solo interesse, la quantità a scapito della qualità e, ancora peggio, della diversità.
Se questo succede è la fine dell’olivicoltura e dei territori più difficili, quelli collinari che, da sempre, sono sostenuti dagli olivi. Fa rabbia pensare che a intraprendere questa strada sbagliata, siano anche coltivatori arrabbiati della situazione che vive la nostra agricoltura e la sua olivicoltura. Il quadro è quello già visto in altre situazioni: si ritroveranno, dopo gli entusiasmi iniziali, nelle mani degli industria e delle multinazionali, senza neanche accorgersene, così com’è capitato nel passato per altri comparti dell’agricoltura e per la zootecnia.
Sta qui la necessità e l’urgenza di giocare d’anticipo dando spazio a incontri e riflessioni, a idee e progetti, a programmi e strategie capaci di affermare ancor più l’olivicoltura contadina contro un’olivicoltura di rapina qual è quella superintensiva. Olivicoltura contadina, la sola capace di recuperare e gestire gli oliveti oggi abbandonati, mantenere intatte la storia e la cultura dell’olio, due elementi fondamentali per conquistare il consumatore e affezionarlo all’uso del buon olio che, sempre più, ha la fama della bontà e della buona salute.
Il Molise, come hanno dimostrato i tre giorni di Girolio 2016, ha tutto per diventare un esempio, uno straordinario laboratorio, che mette a disposizione delle olivicolture delle altre regioni, i risultati più importanti per un rilancio dell’olivicoltura e l’affermazione dei suoi oli con il valore aggiunto equamente distribuito tra i diversi soggetti della filiera.
Questo perché niente sia, né come prima e, meno che mai, come ora, quando il mondo contadino è tenuto completamente fuori dai processi in atto. (Pasquale Di Lena)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Carinzia: nella regione austriaca con il maggior numero annuo di giornate di sole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

carinziaLe montagne delle Alpi Carniche, raggiungibili comodamente con la Millennium-Express, la più lunga cabinovia delle Alpi, sono location ideale per spensierate camminate con tutta la famiglia, tra cielo terso e pascoli verdi. Davvero divertente l‘Aqua-Trail “Bergwasser”, percorribile anche con i passeggini. Qui giochi e installazioni d’acqua faranno la gioia di grandi e piccini: mulini ad acqua, stagni, ruscelli o fontane, senza dimenticare il parco giochi appositamente attrezzato. Ma non solo, tra l’area Nassfeld/Pramollo ed il Lago Pressegger See nella valle Gailtal vi attendono oltre 1.000 chilometri di sentieri di diversa difficoltà, da percorrere anche con guide esperte che illustreranno tutti i segreti della zona. Imperdibile l’escursione attraverso la gola Weißenbachklamm nel GeoPark delle Alpi Carniche, per ripercorrere gli anni di storia della Terra, o nel “labirinto roccioso” presso la malga Tressdorfer Alm. E per chi davvero non ha paura delle altezze, ecco il percorso Flying-Fox più lungo delle Alpi meridionali: qui si potrà volteggiare tra gli alberi fino a 15 metri di altezza, scendendo di quasi 500 metri a valle. Sulla TurracherHöhe invece si trova il “Nocky’s AlmZeit”, un innovativo parco giochi e avventura per famiglie con bambini a 2000 metri d’altitudine, presso la stazione di arrivo della Panoramabahne. Immancabile un giro sull’ottovolante NockyFlitzer. Il percorso di 1,6 km si snoda idilliaco e spettacolare attraverso il bosco di cembri, e scende a valle con curve paraboliche, cerchi, onde e salti.
carinzia1La Regione di Villach non soddisfa solo i patiti di escursionismo, ma anche quelli della buona tavola. Sull’Alpe Gerlitzen infatti montagna e gastronomia si sposano in quello che è chiamato il “Sentiero degli Assaggi” o “Kostale Weg”, un facile itinerario collega tre rifugi che offrono una carrellata di piatti della cucina locale tradizionale. Si parte dal rifugio Pöllingerhütte con i suoi tortelloni carinziani ripieni di carne o di formaggio, per poi arrivare al Neugarten Almseehütte dove si può degustare la famosa bistecchina di bue alpino. Ovviamente non si può che concludere in dolcezza e lo si potrà fare con i dessert proposti al rifugio Gipfelhaus. È possibile acquistare in città i buoni necessari per tutte le golose degustazioni, utilizzabili anche in momenti diversi. In Carinzia non poteva mancare certo un itinerario dedicato agli innamorati. Si affaccia proprio sul Lago Millstattersee, il più romantico tra tutti i laghi della regione austriaci, il “Sentiero dell’Amore”. Con partenza presso la baita Alexanderhütte sull’Alpe di Millstatt, si snoda sui dolci pendii delle montagne, un piacevole cammino alla scoperta dei segreti del dolce sentimento.
Nell’angolo al sole della Carinzia, il sentiero “Panoramaweg Südalpen” attraversa i paesaggi della Rosental, del Lago Klopeiner See – Carinzia del sud e della Lavanttal. Lungo oltre 200 chilometri, percorribili in 17 tappe giornaliere, il sentiero porta gli amanti della natura alla scoperta della catena delle Caravanche e dei fantastici panorami della zona di confine fra la Slovenia e la Carinzia. Belle vedute sulle Caravanche si godono anche dal sentiero ad anello lungo 55 chilometri intorno al Lago Wörthersee, dove ci si potrà anche riposare lasciandosi cullare del dolce suono dalle onde, comodamente sdraiati su una delle sue spiagge. Anche il monte Dreiländereck offre fantastiche occasioni per l’escursionismo: partendo dalla stazione d’arrivo della seggiovia Dreiländer-Jet, in circa 35 minuti di cammino si raggiunge il punto dove si incontrano i confini di Austria, Italia e Slovenia. Un vero e proprio incontro di tre paesi che lascerà senza fiato.
La regione della Carinzia è la parte più meridionale dell’Austria e confina con l’Italia attraverso la linea di frontiera condivisa con il Friuli Venezia Giulia. Un territorio esteso che offre ampie e variegate soluzioni turistiche tutto l’anno. (foto: carinzia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comuni, Minardo (Ap): “Bocciato emendamento contro dissesto, scarso interesse per territorio”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

“L’appartenenza a un partito e a maggior ragione a una coalizione si determina quando la comunità politica, che esso rappresenta, interpreta i propri ideali, la propria idea di ‘Paese’ e soprattutto ti fa sentire parte di un progetto più grande che mira ad avere cura dei territori, soprattutto quelli più in difficoltà e delle comunità che ciascuno di noi rappresenta. Ecco perché la mancata approvazione in commissione Bilancio della Camera dell’emendamento che avrebbe consentito a tanti comuni italiani e soprattutto a Pozzallo, comune che si è distinto per le politiche di accoglienza del tragico fenomeno dell’immigrazione, di evitare il dissesto, va ben al di là come significato politico dell’effettiva valenza istituzionale del provvedimento”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Nino Minardo.
“Quanto accaduto è la chiara ed incontrovertibile dimostrazione che le esigenze del territorio, e nel caso specifico del territorio che rappresento, sono risultate di scarso interesse e mi è dispiaciuto che sia stato proprio il Pd, partito di maggioranza relativa della coalizione che sostiene il governo Renzi, a proporre il respingimento, attraverso il suo relatore e attraverso i suoi componenti, dell’emendamento. A poco serve poi – prosegue Minardo – che il governo abbia espresso parere favorevole ad un mio ordine del giorno dello stesso contenuto e che difficilmente si trasformerà in un provvedimento concreto da parte del governo. Tutto ciò mi conferma che è adesso il tempo di una riflessione profonda sul nostro futuro politico, che ognuno di noi dovrà affrontare nell’immediato insieme a quanti hanno condiviso questo percorso sul territorio ed agli amici che hanno seguito in questi anni le nostre scelte politiche, senza rinunciare a porre alla base del mio impegno, attuale e futuro, la gente della mia terra e le comunità che ho avuto modo di apprezzare in questi anni di esperienza parlamentare. A tal proposito – aggiunge il parlamentare di Ap -condivido in pieno quanto affermato ieri da Angelino Alfano sull’idea di dar presto vita ad un movimento politico moderato che non sia vassallo, ancillare o costola della sinistra e del Pd. Chi non rispetta il mio territorio non può essere oggetto del mio impegno e della mia coerente adesione; lo dico con coraggio e determinazione affinché sia chiara la mia posizione ed il mio lavorare costante per la mia terra”, conclude Minardo.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ddl concorrenza e capitale, Federfarma servizi dice no al tetto del 20%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

federfarmaIn attesa dell’inizio ufficiale della discussione, ormai rimandato a settembre, continua a far discutere l’ipotesi del tetto al 20% per ogni società di capitale all’interno di una regione. Ai molti perplessi sulla questione, Fofi in primis, si aggiunge la voce della distribuzione intermedia e, in particolare, quella di Federfarma che esprime la preoccupazione per la recente approvazione dell’emendamento. La posizione dell’associazione si ritrova in un articolo che apre il numero odierno di F-online, quindicinale elettronico curato da Federfarma servizi. Così Luca Collareta, membro del direttivo dell’Associazione nazionale delle Società dei Servizi per le farmacie: «Federfarma servizi condivide la posizione e le preoccupazioni recentemente espresse dai titolari di farmacia e in particolare dalla Fofi.Detenere il 20% delle farmacie di una regione può significare possedere anche la maggior parte delle quote di mercato in quella regione: con il 10% delle farmacie si può arrivare a detenerne anche il 25%. Per la distribuzione intermedia controllata dai farmacisti che già oggi fatica a trovare spazi di marginalità, questo è un enorme problema perché significa andare a impoverire il bacino di utenza potenziale per questi attori della filiera: anche se i capitali hanno il limite al 20% come numero di concessioni che possono detenere, in realtà è facile immaginare che andranno a cercare di requisire le farmacie più interessanti da un punto di vista commerciale, quindi una distribuzione che già oggi, in qualche modo, fatica a stare in equilibrio perché ha margini molto risicati, un domani potrebbe trovarsi a dover affrontare un mercato con margini più piccoli o un mercato che si è ulteriormente ristretto». Per Collareta in questo modo i distributori «rischiano di trovarsi a fornire solo le farmacie più piccole e più disagiate sulle quali si guadagna di meno e che comportano costi di trasporto maggiori». (fonte: farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ong Oxfam: “Africa saccheggiata di 500 mld”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

african_migrants.jpg.crop_display“Cinquecento miliardi di dollari sono depositati in paradisi fiscali, mentre i governi perdono 14 miliardi di tasse l’anno: quanto basta a salvare la vita di 4 milioni di bambini africani e 200.000 madri”. Lo denuncia l’organizzazione umanitaria Oxfam, una delle più importanti confederazioni internazionali nel mondo specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo, composta da 17 organizzazioni di Paesi diversi che collaborano con quasi 3.000 partner locali in oltre 90 paesi per individuare soluzioni durature alla povertà e all’ingiustizia. Uno dei filoni dei documenti sullo scandalo dei Panama Papers, pubblicati dal consorzio di giornalisti investigativi (Icij), secondo Oxfam, rivelano infatti come, “attraverso società anonime offshore, l’Africa venga derubata di miliardi di dollari di gettito fiscale proveniente dalla gestione delle sue risorse naturali quali l’estrazione di diamanti, petrolio e altre materie spostando così miliardi di dollari intorno al mondo grazie a società schermo registrate a Panama, alle Isole Vergini britanniche e altri paradisi fiscali. Secondo Winnie Byanyima, direttrice esecutiva di Oxfam International, “i paradisi fiscali, cui fanno ricorso privati e aziende, procurano danni enormi alle comunità più povere del mondo. In Africa un bambino su 12 muore prima dei 5 anni di età, 34 milioni non vanno a scuola e 40 milioni di giovani sono senza lavoro”. È un saccheggio che deve finire, sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,perché sottrae risorse essenziali per istruzione, sanità e lavoro. Una situazione che, secondo l’ong con sede in Gran Bretagna, “sta ampliando sempre di più la forbice tra ricchi e poveri in Africa”. La segretezza dei paradisi fiscali e la complessità dei meccanismi con cui le offshore fanno i loro affari, impediscono ai paesi in via di sviluppo di ricevere la giusta quota di reddito proveniente dalle loro risorse naturali. “Nonostante tutta la retorica e le buone intenzioni, i governi semplicemente non stanno facendo abbastanza per fermare i flussi illeciti, l’evasione e l’elusione fiscale”, conclude Byanyima nella nota di Oxfam.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hiv, pubblicate le linee guida 2016 sul trattamento e la prevenzione. Novità nell’uso degli antiretrovirali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

Senior woman tipping pills from prescription bottle, close-up of hands

Senior woman tipping pills from prescription bottle, close-up of hands

Giornata mondiale Aids, Brignoli (Simg): Mmg fondamentali per sorveglianza e prevenzione. In un articolo pubblicato su Jama, Huldrych Gunthard, dell’Ospedale universitario di Zurigo in Svizzera, e i colleghi dell’International Antiviral Society-USA (Ias-Usa) hanno aggiornato le indicazioni sulla terapia antiretrovirale negli adulti con infezione da Hiv«Dall’ultima versione, pubblicata nel 2014, ci sono stati progressi sostanziali nell’uso dei farmaci antiretrovirali (Arv) per il trattamento e la prevenzione dell’infezione da HIV che hanno reso necessario l’aggiornamento» esordisce il ricercatore, spiegando che la terapia antiretrovirale va avviata in tutti gli individui con infezione da Hiv e viremia rilevabile a prescindere dalla conta delle cellule CD4. I regimi iniziali consigliati per la maggior parte dei pazienti sono a base di due inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa (Nrti) più un inibitore dell’integrasi strand transfer (InSTI). Altri regimi efficaci includono gli inibitori non-nucleosidici della trascrittasi inversa o gli inibitori potenziati della proteasi associati a due Nrti.«Tra i motivi per modificare la terapia ricordiamo la tollerabilità, la necessità di semplificare la cura, le interazioni farmacologiche, la tossicità e la gravidanza» scrivono gli esperti, consigliando una valutazione di laboratorio prima del trattamento, e un monitoraggio durante la cura per valutare la risposta, gli effetti collaterali e l’aderenza alla terapia. In tema di profilassi, la somministrazione quotidiana di tenofovir disoproxil fumarato/emtricitabina è raccomandata per prevenire l’infezione da HIV in persone ad alto rischio, mentre la profilassi post-esposizione deve essere iniziata al più presto dopo l’esposizione. «Gli antiretrovirali rimangono la pietra angolare del trattamento e della prevenzione, in quanto sopprimono la carica virale e prevengono nuove infezioni, garantendo tassi di sopravvivenza tra gli adulti infetti vicini a quelli dei coetanei non infetti» conclude Gunthard. E in un editoriale di commento Douglas Krakower di Fenway Health, Boston, scrive: «Le attuali linee guida Ias-Usa riflettono il faticoso successo di 35 anni di ricerca clinica e i successi di una terapia antiretrovirale altamente efficace. Nessuno può mettere in dubbio i risultati degli studi fin qui svolti, né l’impegno della comunità scientifica nel mettere a punto una strategia comune per affrontare questa pandemia globale, che continuerà a porre nuove sfide». (fonte doctor33) (foto: antivirali)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solidarietà di un ergastolano alle vittime della strage di Nizza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

(AP Photo/Laurent Cipriani)

(AP Photo/Laurent Cipriani)

In tanti anni di carcere ho imparato che ti senti meglio se lotti per cambiare il tuo destino o se fai qualcosa per gli altri invece di stare in cella senza fare nulla a commiserarti e a odiare, a torto o a ragione, le istituzioni. Fino all’ultimo, però, sono rimasto indeciso se scrivere qualcosa su questa orrenda strage avvenuta a Nizza, sia per rispetto delle vittime, sia perché penso che là fuori non interessi a nessuno il parere di un ergastolano.
Oggi però mi sono deciso e cerco di farlo con delicatezza e solidarietà verso tutti i familiari colpiti dal lutto provocato da questo folle spargimento di sangue.
Conosco molto bene quella città. Ci abita mio padre con la sua seconda moglie dopo che è emigrato dalla Sicilia, dopo la mia nascita. Ci portavo i miei figli in vacanza. Mi ricordo che una volta li ho portati proprio alla Promenade des Anglais, dove è avvenuto il massacro, per vedere i fuochi d’artificio del 14 luglio in occasione dell’anniversario della rivoluzione francese. Forse anche per questo ho provato tanto sdegno, rabbia e dolore per questa atroce strage di bambini e di persone innocenti che hanno avuto solo la colpa di essere in quel posto nel momento sbagliato.
Ormai sono chiuso da un quarto di secolo in una cella e, quando accendo la televisione, non capisco l’odio e la furia bestiale che c’è al di là del muro di cinta e mi viene subito voglia di spegnerla perché, in fondo, io non faccio più parte della famiglia umana che mi ha maledetto ad essere cattivo e colpevole per sempre. Eppure non ci riesco. E mi accorgo, con dolore, che ormai il mio mondo non esiste più. Al suo posto ce n’è uno che non riconosco e che mi fa paura.
Quello che non comprendo è perché ci sono persone in questa terra che ammazzano per motivi religiosi. In fondo, nel mondo c’è posto per tutti, sia per chi crede che per chi si professa ateo, sia per gli indecisi, che per chi crede solo nel momento del bisogno. Una volta si pensava che per risolvere il problema della società bastasse mettere in carcere le persone pericolose, condannarle a morte e infliggere loro la pena dell’ergastolo. Ma con questi “fuori di testa” cosa fare quando la pena di morte se la danno da soli e magari vanno a messa la domenica o in moschea il venerdì? Non lo so. Tuttavia, so che spargere odio politico e sociale equivale a mettere benzina sul fuoco.
Quello che mi da più fastidio sono le dichiarazioni di alcuni politici, anche a livello internazionale, i quali pensano di chiudere le frontiere e risolvere il problema solo ed esclusivamente sbandierando misure di sicurezza draconiane. Penso che i diritti non possano rincorrere la sicurezza, ma debbano precederla con la prevenzione, l’amore e la giustizia sociale. Lo so, in questo modo non si potranno evitare tutte le stragi, perché qualche folle criminale fuori di testa sarà sempre in azione e non sarà sempre possibile fermarlo (come nel caso del giovane di Monaco). Eppure credo che questo sia l’unico modo per limitare i danni.
Avere letto che la Norvegia ha scelto, dopo la strage di Breivik all’isola di Utova nel luglio 2011, di mettersi in discussione, in nome dei suoi principi di Stato di diritto, i cui valori sono validi anche per i nemici che lo vogliono distruggere, mi ha fatto pensare che una società avanzata non dovrebbe mai rinunciare alla sua umanità, anche in nome della sicurezza dei suoi cittadini, per dimostrare di essere migliore del male che combatte. (Carmelo Musumeci) (foto: Promenade des Anglais AP Photo/Laurent Cipriani)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: finanziamenti agevolati per assegnazione alloggi ERP in stato di fatto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

regione lombardiaFinanziamenti agevolati per gli inquilini delle case popolari assegnate in “stato di fatto”: questa è la richiesta del M5S all’interno di un ordine del giorno, abbinato all’assestamento del bilancio regionale.Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S, e prima firmataria dell’ODG, dichiara. “Al fine di implementare la disponibilità di alloggi pubblici, la nuova Legge Regionale sui servizi abitativi prevede, per i comuni e le ALER, la possibilità di mettere a disposizione fino al 30 per cento di alloggi allo “stato di fatto”, cioè alloggi che prima non erano assegnabili per carenze di manutenzione o mancata messa a norma degli impianti. Queste unità sono assegnate attraverso una specifica convenzione all’interno della quale l’inquilino si impegna ad anticipare le spese dell’intervento che, successivamente, gli saranno decurtate dai canoni di affitto. Con il nostro ordine del giorno, proponiamo alla Giunta Regionale di farsi promotrice, anche in sinergia con Finlombarda, per l’erogazione di finanziamenti agevolati agli inquilini di questi alloggi. Ciò consentirebbe all’Ente gestore di abbattere i tempi di conferimento dell’incarico e di esecuzione dei lavori necessari, contenendone i costi, nonché porterebbe un beneficio, per l’ente gestore, in quanto le spese condominiali, relative ad alloggi vuoti ed inutilizzati, non graverebbero più sui bilanci dello stesso”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’etichetta energetica obbligatoria: una “pietra miliare” per il settore della ristorazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

pordenone. Con l’utilizzo di apparecchiature ad alte prestazioni e a bassi consumi energetici (in classe A), i professionisti della ristorazione ridurranno al minimo l’impatto ambientale della loro attività e potranno investire i maggiori ricavi derivati in nuove opportunità di crescita per il loro business.Un frigorifero professionale può avere diverse certificazioni, ma la più importante è sicuramente quella che ne misura il consumo energetico. Fino ad oggi c’è stata l’E.C.E, l’Etichetta di Classificazione Energetica volontaria promossa esclusivamente dalle imprese costruttrici aderenti a cecedItalia.
Dal 1° luglio 2016, invece, l’etichettatura è diventata per legge obbligatoria e riguarda tutte le apparecchiature refrigerate professionali immesse sul mercato europeo (Regolamento Commissione UE 2015/1094/Ue). Si tratta di un grande cambiamento soprattutto per il professionista che, in fase di acquisto, può finalmente scegliere il prodotto in maniera consapevole e sostenibile, basandosi sui dati riportati sull’etichetta. Questa certificazione analizza e classifica il prodotto sulla base dei consumi energetici, del volume netto di stoccaggio e delle condizioni di lavoro (temperatura e umidità) a cui l’armadio refrigerato è in grado di conservare correttamente.L’adozione dell’etichettatura nel mondo della ristorazione, settore di sua natura fortemente energivoro, apporterà significativi benefici all’ambiente e alla bolletta energetica nazionale. Pensando nel lungo periodo, un comportamento sostenibile da parte degli operatori verso apparecchiature in classe A (massima efficienza) potrà addirittura trasformare il valore aggiunto dell’efficienza energetica in fonte di energia!Electrolux Professional, che da sempre promuove una refrigerazione responsabile, attenta all’ambiente e ai costi di gestione, risponde alla normativa presentandosi sul mercato con ecostoreHP . Questa nuova gamma di frigoriferi professionali si posizione a pieno titolo nella classe A dell’etichetta energetica, avendo conseguito i più alti punteggi in tutti i parametri analizzati per l’assegnazione del classe. “Con ecostoreHP, Electrolux si è impegnata ai massimi livelli per realizzare un prodotto rispettoso dell’ambiente e quindi capace di ridurre i consumi e evitare gli sprechi” – afferma Massimiliano Falcioni, Head of Refrigeration Category di Electrolux Professional. “Se si considera l’intenso uso a cui sono sottoposti i frigoriferi, accesi giorno e notte, si può comprendere ancora meglio l’importanza dei risparmi assicurati dalla nuova linea che consente di consumare fino all’80% in meno rispetto a pari modelli in classe G”.Il rispetto per l’ambiente è uno dei valori fondamentali di Electrolux e ne sostiene la visione in ciascuna fase del ciclo di vita del prodotto: dalla progettazione alla produzione, dall’installazione allo smaltimento. Tutte le soluzioni sono progettate per consumare il minimo in termini di energia, acqua e detergenti oltre a garantire le più basse emissioni nell’ambiente. Un impegno riconosciuto anche a livello internazionale: numerosi indici, come il Dow Jones World Index, collocano infatti il Gruppo ad alti livelli per la sua responsabilità sociale e ambientale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ruberti rientra ed è subito podio alla 6 Ore del Nurburgring nel FIA WEC

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

rubertiUn podio ha concluso la 6 Ore del Nurburgring di Paolo Ruberti, al rientro nel FIA WEC 2016 dopo l’infortunio riportato in un test che gli aveva precluso la partecipazione alla 24 Ore di Le Mans.Il pilota veneto, completamente ristabilito, è tornato al volante dellla Chevrolet Corvette C7 numero n.50 della Larbre Competition assieme a Pierre Ragues (FRA) e Yutaka Yamagishi (JAP) e nonostante lo stop forzato di quasi due mesi, sono bastati pochi giri per trovare il feeling con la vettura. Nella prima sessione di libere l’italiano ha staccato il secondo tempo in LMGTE AM (2’00.755), mentre in qualifica è rimasto a lungo in testa prima che la pioggia rimescolasse la situazione mentre alla guida era Yamagishi.La gara ha visto l’equipaggio scattare dalla quinta piazza con un approccio da subito molto aggressivo per cercare di puntare alle posizioni del podio. Ruberti ha impresso un ottimo ritmo in tutti i propri stint, con un recupero efficace ed esaltante che lo ha condotto sino alla seconda piazza.Una serie di neutralizzazioni che hanno coinciso con uno dei pit stop della Chevrolet Corvette C7 numero 50 hanno impedito a Ruberti di cogliere il secondo posto. Il pilota italiano ha così concluso al terzo posto di categoria segnando anche il giro più veloce in gara tra le LMGTE AM in 1’59.203, quasi nove decimi più rapido rispetto al miglior tempo dei vincitori.Dichiara Paolo Ruberti: “Sono contento, credo che abbiamo meritato questo podio. Le full course yellow sono state date in momenti per noi poco favorevoli e questo ci ha fatto perdere terreno sui nostri avversari. Sono comunque contento di questo weekend, il feeling con la vettura è stato da subito buono nonostante la lontananza degli ultimi due mesi, ho segnato il giro più veloce in gara e dal punto di vista della guida non ho avuto particolari problemi. Mi ha fatto molto piacere il grande affetto con il quale tutto il team ha accolto il mio rientro: è stata una motivazione in più ad essere più competitivo che mai fin dalla prima sessione”. Il FIA WEC 2016 tornerà in pista per la 6 Ore del Messico dall’1 al 3 settembre.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firenze. Lavori piazza San Marco

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

piazza san marco firenzeSono cominciati i lavori di ripavimentazione di piazza San Marco lato negozi, a costo zero perche’ pagati da Toscana Energia. Attesi da anni, in cui si e’ andati avanti con toppe e incidenti a go-go, il Comune ci fa sapere che entro tre mesi dovrebbe essere tutto a posto, con verifica a meta’ settembre. Ce lo auguriamo, anche se facciamo notare che proprio li’ e’ previsto tra non molto l’avvio dei lavori della tramvia, ma intanto….. Il problema che si pone, anche in maniera urgente e grave, e’ la sicurezza. La corsia lasciata disponibile per il transito dei mezzi, essenzialmente autobus, e’ di tre metri. Per gli autobus che arrivano da via Cavour e da via degli Arazzieri, significa sfiorare, rasentare e talvolta andar sopra lo stretto marciapiede che e’ davanti all’edicola, marciapiede in genere affollato, e quindi ad alto rischio di impatto con qualche essere umano. Proprio stamane c’erano persone che spingevano un po’ piu’ in la’ la recinzione dei lavori davanti ai negozi, si’ da allargare la corsia… ma e’ ovvio che la recinzione poi verra’ messa al proprio posto da chi ci sta lavorando. Nonostante questo intervento di sopravvivenza da parte di alcuni residenti, gli autobus transitavano sfiorando il marciapiede.Si aspetta che “ci scappi il morto”? Ne vale la pena, non si puo’ pensare ad un diverso transito dei grossi mezzi, visto che comunque i pedoni ci sono, attraversano dove possono e, inoltre, ci sono anche i numerosi ciclisti a rischio schiacciamento, visto anche la disconnessione della pavimentazione che per il momento continua ad esserci?
Ma possibile che queste cose non siano state pensate? Continuano solo ad esistere i mezzi a quattro ruote a discapito di pedoni e ciclisti? Chiediamo un urgente intervento di ridisegnamento del transito provvisorio dei mezzi pesanti. (fonte:Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) (Foto fonte: Cge Fotogiornalismo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Via” – mostra di arti visive e letterarie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

santa maria della venaPiedimonte Etneo (CT) Santuario di Santa Maria della Vena. L’esposizione, curata da Fedele Eugenio Boffoli, sarà inaugurata, alla presenza di pubblico e autorità, Sabato 13 Agosto, alle ore 18.30, e sarà visitabile fino all’11.9.2016, in orario di apertura del Santuario. La mostra è composta da circa centocinquanta tra opere artistiche, ripartite in sezioni tematiche (pittura, fotografia, ecc.), e didascalie, create per fornire, al pubblico, il più ampio supporto comprensivo. Il tema centrale della mostra è il recupero dell’Arte, quale Essenza, universale e sovratemporale, a disposizione dell’Umanità, ed attiva nel ciclo, trasformativo, di vita-morte-rinascita. A tutt’oggi, notevoli sono stati gli attestati di riconoscimento, al progetto “La Via”, rilasciati da autorevoli e competenti autorità ed enti: Mons. Gianfranco Ravasi (Ministro della Cultura Vaticano), Card. Stanislaw Dziwisz (già segretario particolare di Giovanni Paolo II e Arcivescovo di Cracovia), Mons. Slawomir Oder (postulatore della causa di beatificazione di Papa Wojtyla), Mons. Giampaolo Crepaldi (Vescovo di Trieste), prof. Vittorio Messori (giornalista e scrittore), Curia Arcivescovile di Bari.
Espongono: Elisa Barbierato, Fedele Boffoli, Paride Alessandro Cabas, Lucia Carraretto, Grazia Chiarion, suor Rosalba Facecchia ASC, Franco Folla, Salvatore Marchesani, Patrizia Mazzoli, Francesco Mignacca, Rosa Pino, Laura Poretti Rizman, Marina Postogna, Isidoro Raciti, Mariagrazia Semeraro, Antonella Sidoti.
”Il santuario di Santa Maria di Vena è un santuario cattolico che si trova a Vena, località in comune di Piedimonte Etneo (CT). La fondazione è tradizionalmente attribuita al papa Gregorio I ed alla leggenda di alcuni frati che per volere divino si fermarono in quel luogo nel VI secolo. La tradizione[senza fonte] narra che santa Silvia, madre di papa Gregorio I, aveva dei possedimenti nel versante orientale dell’Etna. Una missione di frati (forse basiliani) prevenienti da Mascali era stata inviata da Gregorio che aveva deciso la fondazione di un monastero ed al loro seguito vi era una icona che era trasportata a dorso di mulo. La leggenda narra che per volere divino il mulo ad un tratto si sarebbe fermato ed iniziando a scalciare avrebbe fatto sgorgare un rivolo o “vena” d’acqua (datazione approssimativa tra il 575 e il 580 [1]). Gregorio avrebbe così deciso nel successivo 597 di realizzare in loco un monastero basiliano dove conservare l’icona e dedicarlo a Sant’Andrea. (Fedele Boffoli) (fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_di_Santa_Maria_di_Vena) (foto: santa maria della vena)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immobili residenziali: nel primo semestre 2016 prezzi in calo del 2,1%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 luglio 2016

Vector concept of investment in real estate like townhouse

Vector concept of investment in real estate like townhouse

Continua a rallentare la discesa dei prezzi del mercato residenziale italiano e, secondo l’Osservatorio condotto dall’Ufficio Studi di Immobiliare.it (http://www.immobiliare.it), nel primo semestre 2016 la riduzione è stata pari al 2,1%.
Si conferma quindi la tendenza evidenziata nelle rilevazioni precedenti che avevano fatto registrare, per il 2015 un -5,1% sui dodici mesi, diventato poi -2,9% nel secondo semestre dello scorso anno.
A giugno 2016 il prezzo medio di un immobile italiano è stato pari a 1.964 euro al metro quadrato, anche se con oscillazioni importanti lungo lo Stivale; al Nord il costo evidenziato dall’Osservatorio sul mercato residenziale italiano messo a punto dall’Ufficio Studi di Immobiliare.it è pari a 1.969 euro al metro quadro che diventano 1.652 euro al Sud e addirittura 2.381 euro al metro quadro al Centro.
Importante anche la differenza in termini assoluti fra grandi e piccoli centri: nelle località con oltre 250.000 abitanti il costo medio al metro quadro è pari a 2.610 euro; 1.721 euro per ciascun metro quadrato nei comuni con meno di 250.000 residenti.
Le differenze, però, diventano minime se si analizzano i valori, e le relative variazioni, in termini percentuali; tanto al Nord quanto al Sud Italia i prezzi si sono ridotti del 2% su base annua e, rispettivamente, dello 0,7% e dello 0,6% da marzo a giugno 2016. Al Centro le diminuzioni di costo sono state pari al 2,5% nei dodici mesi e allo 0,5% nell’ultimo trimestre.
La situazione varia poco anche se l’analisi viene fatta considerando come parametro la dimensione della città; nell’anno i prezzi si sono ridotti dell’1,9% nei grandi centri, del 2,2% in quelli più piccoli.
«Come avevamo previsto – dichiara Guido Lodigiani, Direttore Corporate e Ufficio Studi di Immobiliare.it – dopo anni di forte crisi il mercato immobiliare italiano tende nuovamente alla stabilità e questo non può che essere un bene anche per gli investitori che, infatti, ritornano a guardare con interesse al nostro Paese.»
Anche nel primo semestre del 2016 Firenze conserva il primato di capoluogo di regione più caro d’Italia con un prezzo al metro quadro pari a 3.418 euro, comunque inferiore dello 0,4% rispetto al 2015; seconda, nella classifica dei prezzi, è Roma che registra un calo importante nell’anno (-2,4%) e arriva ad una media di 3.381 euro al metro quadro sorpassando di un soffio Milano che si ferma a 3.255 euro (-0,3% nell’anno).Osservando la classifica dal lato opposto, il capoluogo di regione più economico è Catanzaro, dove per comprare casa si spendono mediamente 1.162 euro (-2,7% nell’anno), seguito da Campobasso (1.292 euro/mq; -6,7% rispetto al 2015) e Perugia (1.311 euro/mq; -6,5% rispetto al 2015)Il capoluogo di regione che nel corso degli scorsi dodici mesi ha subito il calo maggiore dei prezzi è Aosta: ai piedi del Monte Rosa i costi delle case sono scesi dell’8,2%. Uno solo dei venti capoluoghi di regione italiana ha visto invece crescere il prezzo degli immobili: è Potenza che con 1.693 euro al metro quadro porta la variazione al +1,8% su base annua e addirittura al +2,2% da marzo a giugno 2016.(foto: immobili)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »