Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Le vendite immobiliari si scaldano proprio nel periodo estivo

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

median sales priceCon il mercato nel pieno periodo estivo, sia le vendite immobiliari sia i prezzi sono aumentati insieme alle temperature. Le richieste degli acquirenti in giugno hanno mantenuto un livello di vendite superiore allo 0,7% con un forte aumento del 9,4% rispetto a maggio. Il prezzo di vendita mediano di giugno ammontava a $229.000, segnando un incremento del 2,2% rispetto a giugno 2015. L’aumento dei pezzi di anno in anno è moderato e c’è un impatto positivo sulla possibilità di acquistare una casa. Il numero delle case in vendita a giugno è diminuita del 15,6% rispetto all’anno scorso, mettendo a dura prova l’offerta degli immobili soprattutto nella West Coast. A giugno l’offerta mensile nazionale di case in vendita è stata di 3.2, in leggero aumento dal 3.0 di maggio.“L’anno scorso è stato il periodo migliore a cui abbiamo assistito dopo molto tempo per la vendita di case. È incoraggiante che le vendite rimangano più alte rispetto al 2015. I prezzi moderati sono una buona cosa per questo mercato. I proprietari di immobili stanno ancora assistendo a dei miglioramenti dei loro patrimoni, e c’è meno possibilità che gli acquirenti siano tagliati fuori dal mercato a causa dei prezzi troppo alti. Dobbiamo ancora aspettare, ma la stabilizzazione a cui stiamo assistendo è un segnale positivo”, dichiara Dave Liniger, RE/MAX AD, Presidente e Co-fondatore.“A livello nazionale il valore delle case è al giusto livello, nonostante la differenze all’interno del Paese possano influenzare l’impressione e l’idea dei proprietari. È importante che questi realizzino che il modo in cui percepiscono il valore della loro casa può variare da come un valutatore la vede, poiché può confermare o annullare la vendita o il rifinanziamento del mutuo”, ha aggiunto Bob Walters, Chief Economist Quicken Loans.
days on marketNelle 53 aree metropolitane coinvolte nell’indagine condotta da RE/MAX a maggio, il numero degli immobili venduti è salito del 0,7% rispetto allo scorso anno, ed è stato inoltre del 9,4% maggiore rispetto al mese scorso. Le vendite sono leggermente al di sopra rispetto ai numeri visti lo scorso giugno e l’aumento mensile è maggiore del 6,7% medio registrato negli ultimi otto anni. Come nei mesi precedenti, le vendite sono state molto forti nel nord est del Paese. A maggio, in 31 delle 53 aree metropolitane intervistate si sono registrate vendite maggiori rispetto all’anno scorso, vedendone 6 con aumento percentuale a doppia cifra. Tra queste troviamo Augusta, ME +22,7%, Las Vegas, NV +13,2%, New York, NY +13,1%, Trenton, NJ +11,1%, Cleveland, OH +11,1% e Hartford, CT +10,2%.
Il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle aree analizzate nel mese di giugno è stato di $229.900, maggiore del 3,0% rispetto ad aprile e maggiore del 2,2% rispetto al mese di giugno 2015. Giugno è stato il 53esimo mese consecutivo senza un calo del prezzo mediano. Nel 2015, l’aumento del prezzo mediano ha raggiunto la media mensile del 7,6%. L’aumento del 2,2% di giugno potrebbe segnare un aumento moderato dei prezzi, i quali potrebbero avere un impatto positivo per quanto riguarda l’acquisto di un immobile. Tra le 53 aree intervistate, solo quattro hanno registrato un calo dei prezzi e le 49 restanti hanno registrato prezzi maggiori rispetto allo scorso anno, 7 con percentuali a doppia cifra: Tampa, FL +14.1%, Orlando, FL +13.9%, Honolulu, HI +13.1%, Portland, OR +12.6%, Denver, CO +11.1% Boise, ID +10.1% e Augusta, ME +10.1%.
month's supplyA giugno la media dei giorni sul mercato delle case vendute è stata di 54 giorni, 4 giorni in meno rispetto alla media di 58 registrata a maggio 2016 e giugno 2015. Giugno e diventa il 39esimo mese consecutivo con una media di circa 80 giorni sul mercato. Nei tre mercati con la più bassa offerta di immobili, Seattle, Denver e San Francisco, i giorni sul mercato sono stati rispettivamente 25, 23 e 21. Quelli più alti invece, si sono registrati ad Augusta, ME (143) e a Des Moines, IA (103). I giorni sul mercato sono il numero medio di giorni che intercorre dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.
Il numero degli immobili in vendita a giugno è stato dello 0,7% inferiore rispetto a maggio e del 15,6% rispetto a maggio 2015. La stabilizzazione dell’offerta mensile è un segno positivo, soprattutto durante il periodo estivo. Basata sul tasso di immobili in vendita a giugno, l’offerta mensile di immobili è stata di 3.2, dato più o meno identico all’anno scorso (3.6) e al mese di maggio di quest’anno (3.0). Un’offerta di immobili a 6.0 rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. Il numero delle città con un’offerta inferiore a 2.0 potrebbe stabilizzarsi a 8, minore delle 10 registrate a maggio. Le otto città sotto il 2.0 sono Seattle, WA 1.2, Denver, CO 1.3, San Francisco, CA 1.3, Portland, OR 1.5, Boston, MA 1.5, Omaha, NE 1.8, Dallas-Ft. Worth, TX 1.9 e San Diego, CA. 1.9.(Grafico: median sales price, days on market, month’s supply)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: