Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 29 luglio 2016

La Riviera di Ponente grande protagonista della Settimana Enogastronomica Italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

eccellenze liguri1eccellenze liguriAl Forte Village Santa Margherita di Pula (CA) straordinario successo per le eccellenze liguri. Olio, vino, conserve e salse, marmellate, fiori e erbe aromatiche sono stati i protagonisti dei menù preparati dallo chef Federico Lanteri, del ristorante Il Torrione di Vallecrosia (IM) chiamato a rappresentare la Liguria nella XX edizione della Settimana enogastronomica italiana del Forte Village in Sardegna. La manifestazione, che ha portato in scena i migliori chef e prodotti delle regioni italiane, ha registrato uno straordinario successo. La Liguria è stata protagonista di tre splendide serate con menù che hanno affascinato ed entusiasmato la clientela internazionale del villaggio. Ecco i menù preparati da Federico Lanteri, che ha iniziato con i “ Profumi della cucina aromatica” con le piante messe a disposizione dei vivai Montina di Cisano e l’azienda Raverabio di Albenga e un delizioso dessert con i Fiori di arancio di Vallebona della distilleria di Pietro Guglielmi; nella seconda serata dal titolo “Emozioni di terra e di mare” assoluto protagonista è stato l’Olio Evo di taggiasca, che ha accompagnato le preparazioni di pesce; nell’ultima serata lo chef ha proposto un menù dedicato ai “Sapori della tradizione” con piatti tipici dell’entroterra e abbinamenti con eccellenze piemontesi, come ad esempio i Barbagiuai con il gorgonzola Igor o le Terre di Roi abbinate al Brachetto della cantina Acquesi. Oltre 400 persone hanno partecipato alle diverse serate, decretando il grande successo delle specialità dello chef, come il Roll di pesce del golfo ligure cotto al vapore di erbe aromatiche, la Polpetta “Nobile” di gamberetti di Sanremo con patate di montagna e mandorle tostate, il Nido di spaghetto alla chitarra con crema di formaggio fresco, il cappon magro e le pesche all’acqua di chinotto. Nelle tre serate l’olio extravergine di taggiasca è stato messo a disposizione da Roi di Badalucco, da Raineri di Imperia e da Grillo di Isolabona, che insieme con le olive, in salamoia o denocciolate, e le conserve hanno ottenuto un generale e unanime apprezzamento. Una particolare visibilità internazionale anche per il Consorzio della Valle Argentina, che ha portato in scena i migliori prodotti insieme a una proposta turistica interessante e di qualità: le cartine delle piste ciclabili del ponente ligure, messe a disposizione dal Villaggio dei fiori di Sanremo sono andate letteralmente a ruba. I vini delle cantine Nirasca di Pieve di Teco (Imperia), di Lunae di Ortonovo (La Spezia) hanno contribuito ulteriormente al successo della manifestazione e confermato i giudizi positivi ed il eccellenze liguri2gradimento del pubblico già ottenuti nelle precedenti edizioni. Il settore del turismo wine & food ha confermato così il ruolo di grande protagonista e il carattere sempre più internazionale, capace di attrarre ogni anno in Italia un numero sempre maggiore di turisti stranieri. Fra le tante iniziative di rilevanza internazionale, questa manifestazione ospitata dal Forte Village di Santa Margherita di Pula (Ca) si è confermata una delle più importanti e apprezzate dai turisti stranieri.
“Il successo di questa iniziativa giunta alla XX edizione – spiegano gli organizzatori – deriva dalla nostra serietà e dalla scelta di perseguire l’obiettivo di valorizzare l’enogastronomia del territorio, coinvolgendo esclusivamente le migliori eccellenze. Solo i migliori produttori di olive, olio, vini, miele, formaggi, pane, pasta, conserve, aceto balsamico, erbe aromatiche e dolci, sono stati selezionati per questa rassegna. Valorizziamo eccellenze già conosciute e prodotti di nicchia, ma nello stesso tempo invitiamo i turisti a viaggiare per degustare, apprezzare e acquistare i prodotti direttamente nelle zone di produzione. Le indicazioni raccolte durante la manifestazione hanno confermato la forte attrattività della Liguria soprattutto per l’offerta enogastronomica, la natura, i borghi dell’entroterra e il mare, che si confermano come punti di forza delle strategie di marketing e costituiscono le principali motivazioni nella scelta del viaggio da parte di molti turisti. La manifestazione si è chiusa con numeri record: 15 serate, 6 ottimi chef in rappresentanza di importanti cucine regionali, oltre 5.000 presenze complessive, oltre 50 preparazioni e 36 importanti sponsor del settore dell’enogastronomia italiana.” (Christian Flammia) (foto: eccellenze liguri)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Almirall and Sun Pharma enter into a License Agreement for Tildrakizumab in Europe for Psoriasis

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

psoriasiMumbai, India and Barcelona, Spain July 27, 2016 – Sun Pharma (Reuters: SUN.BO, Bloomberg: SUNP IN, NSE: SUNPHARMA, BSE: 524715, Sun Pharmaceutical Industries Ltd and includes its subsidiaries or associate companies), and its wholly owned subsidiary and Almirall (Spanish Stock Exchange ticker: ALM) today announced a licensing agreement on the development and commercialization of tildrakizumab for psoriasis in Europe. Tildrakizumab is an investigational IL-23p19 inhibitor currently being evaluated in patients with moderate-to-severe plaque psoriasis.Under terms of the license agreement, Almirall will pay Sun Pharma an initial upfront payment of US $50 million. Phase-3 studies of tildrakizumab have recently been completed. Sun Pharma will be eligible to receive development and regulatory milestone payments and, additionally, sales milestone payments and royalties on net sales, the terms of which are confidential. Almirall will be able to lead European studies, and participate in larger Global clinical studies for psoriasis indication subject to the terms of the Sun Pharma – Merck agreements, as well as certain cost sharing agreements. Sun Pharma will continue to lead development of tildrakizumab for other indications, where Almirall will have right of first negotiation for certain indications in Europe.“Sun Pharma is committed to growing our dermatology franchise, with tildrakizumab as our lead investigational compound. We continue to build our pipeline and capabilities in this important therapeutic area of significant unmet need. We are proud to be partnering with a regional leader in dermatology, like Almirall, to bring tildrakizumab to the European market,” said Dilip Shanghvi, Managing Director, Sun Pharma. “This agreement with Almirall follows the recent announcement that tildrakizumab is the first IL-23p19 inhibitor to demonstrate positive results in Phase-3 clinical trials and is another step towards preparing for future regulatory milestones that will potentially enable us to bring a new treatment option to patients with moderate-to-severe plaque psoriasis.”“This agreement with Sun Pharma allows us to add a novel biologic for treatment of psoriasis to our extensive dermatology portfolio,” said Jorge Gallardo, President of Almirall. “This is an exciting time for the treatment of psoriasis, a disease which can take both a physical and emotional toll on patients’ lives. Emerging new investigational drugs, like tildrakizumab, are increasingly targeted and will potentially offer patients and physicians another alternative.”Additionally, the license agreement has a provision for possible co-promotion agreement at some point in the future, subject to certain conditions.
In May 2016, the two pivotal Phase-3 clinical trials of tildrakizumab met their primary endpoints for both evaluated doses with topline results shared via a separate press release. The co-primary efficacy endpoints were: the proportion of participants with Psoriasis Area Sensitivity Index 75 (PASI 75) response at week 12 compared to placebo and the proportion of participants with a Physician’s Global Assessment (PGA) score of clear or minimal with at least a 2 grade reduction from baseline at week 12 compared to placebo. The overall safety profile of tildrakizumab in both Phase-3 clinical trials was consistent with the safety data observed in previously reported studies. Additionally, the second study included an etanercept comparator arm, with a key secondary endpoint comparing tildrakizumab and etanercept on PASI 75 and PGA. Tildrakizumab 200mg was superior to etanercept on both PASI 75 and PGA endpoints at week 12, while the 100 mg dose showed superiority to etanercept on PASI 75 only.The preparations for submission of a Biologics License Application to the U.S. Food and Drug Administration are proceeding. The detailed findings from the Phase-3 clinical trials will be presented at upcoming scientific meetings.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Polo Cardio-Toraco-Vascolare al Policlinico di Sant’Orsola e Laboratorio Unico Metropolitano (L.U.M.) all’Ospedale Maggiore

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

bolognaBologna. Doppio appuntamento a Bologna per il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che nella giornata del 1° agosto inaugurerà il nuovo Polo Cardio-Toraco-Vascolare al Policlinico di Sant’Orsola e il Laboratorio Unico Metropolitano (L.U.M.) all’Ospedale Maggiore.
Insieme al Ministro saranno presenti Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Mario Cavalli, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Chiara Gibertoni, Direttore Generale dell’Azienda USL di Bologna, Daniele Manca, Sindaco di Imola, Virginio Merola, Sindaco di Bologna, Luca Rizzo Nervo, Assessore alla Sanità e al Welfare del Comune di Bologna, Francesco Ubertini, Magnifico Rettore dell’Università di Bologna, Sergio Venturi, Assessore regionale alle Politiche per la salute,Il via alle 16 al Polo Cardio-Toraco-Vascolare e a seguire, alle 17.15, appuntamento al Laboratorio Unico Metropolitano. La giornata del Ministro a Bologna si concluderà alle 18.15 con un incontro pubblico presso l’Aula Magna dell’Ospedale Maggiore.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT Meetings & Events commenta i dati OICE

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

ARMANDO MASTRAPASQUA

CWT Meetings & Events, la divisione di Carlson Wagonlit Travel specializzata nell’organizzazione di eventi a tutto tondo, apprezza il Rapporto 2015 dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi (OICE), che ha sostenuto per il secondo anno consecutivo, e rilancia la discussione sui dati emersi. «La fotografia del mercato è molto interessante, anche perché grazie a un confronto con la prima edizione dello scorso anno possiamo leggere variazioni e trend – dichiara Armando Mastrapasqua, Senior Director CWT Meetings & Events Italia -. In particolare è incoraggiante, dopo anni di contrazione, notare che gli indicatori più importanti sono in decisa crescita».I dati relativi alla meeting industry evidenziati dalla ricerca – promossa da Federcongressi&eventi e realizzata da ASERI-Alta Scuola in Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – mostrano, infatti, rialzi a due cifre per il numero di eventi (quasi 392mila, +11,5%) e di presenze generate sul territorio (35,1 milioni, +15%), mettendo in luce una realtà dinamica e dal significativo impatto sull’economia italiana. «Rispetto al passato, si nota con piacere anche il maggiore riconoscimento e attenzione da parte delle istituzioni verso il settore, per quanto non si siano ancora concretizzati i provvedimenti a supporto dello sviluppo del comparto che tutti auspichiamo» aggiunge Mastrapasqua.L’Osservatorio evidenzia, per esempio, la provenienza geografica dei partecipanti agli eventi, che sono per il 60,8% locali, il 30,1% nazionali e solo nel 9,1% dei casi di provenienza internazionale. «Si tratta di un pesante gap rispetto ad altre realtà a noi vicine, come Austria, Francia e Germania, che sono riuscite, grazie a investimenti mirati e sforzi condivisi anche con le istituzioni, a internazionalizzare molto di più la propria industria degli eventi. Gli asset che i territori, le location, le professionalità italiane sono in grado di offrire sono invece di altissimo livello e ci consentono di puntare ad accogliere un maggior numero di eventi di respiro internazionale, innanzitutto nel mercato corporate, oltre che in quello associativo» fa notare ancora Mastrapasqua.
Resta confermato, rispetto all’anno scorso, il dato sulla quota minoritaria di eventi contrattualizzati da un’agenzia, il 27,2% del totale: «Ci sono senz’altro margini di potenziale crescita per le agenzie – aggiunge Mastrapasqua – che devono allargare il mercato degli eventi intermediati innanzitutto investendo sulla propria struttura per offrire sempre più valore aggiunto ai clienti».Interessanti anche i dati, monitorati per la prima volta nella ricerca, sugli investimenti svolti e previsti dalle sedi per eventi nel 2015 e 2016. «È incoraggiante vedere che due sedi su tre decidono di investire sulle tecnologie il cui costante aggiornamento rappresenta ormai un presupposto necessario per chiunque voglia essere competitivo sul mercato – conclude Mastrapasqua -. Il nostro settore è del resto estremamente stimolante ma richiede un impegno continuo per saper fare sempre quel salto in avanti che ci porti al successo». (foto: ARMANDO MASTRAPASQUA)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: No ai fondi per il diritto allo studio universitario. M5S: “indecente”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

università bocconiIl Consiglio regionale ha bocciato un ordine del giorno, firmato dal consigliere regionale del M5S Andrea Fiasconaro, che chiedeva di ripristinare e incrementare i fondi previsti per il finanziamento delle borse di studio per il diritto allo studio universitario.
La riduzione delle risorse, si attesta a oltre 8 milioni di euro, dai 31,3 milioni del 2014 a 23 milioni e 113 mila euro nel 2016.
Fiasconaro dichiara: “E’ una sforbiciata indecente e il voto contrario al nostro ordine del giorno è una vergogna. Il diritto allo studio è un principio costituzionale che in Lombardia resta lettera morta. Con quei soldi si finanziano le borse di studio, le mense e i posti letto per gli studenti capaci e meritevoli. Una Regione degna di questo nome deve investire sui giovani e sulla loro formazione, mettere in campo politiche serie per eliminare gli ostacoli che impediscono ai cittadini di scegliere il loro futuro. Il voto di oggi è uno schiaffo agli studenti universitari”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo Cdp): Risultati semestrali € 20 miliardi di nuove operazioni a sostegno delle imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Beniamino QuintieriIl Consiglio di Amministrazione di SACE (Gruppo Cdp), presieduto da Beniamino Quintieri, ha approvato oggi i risultati semestrali al 30 giugno 2016.In uno scenario complesso, caratterizzato da un’elevata volatilità geopolitica e da una crescita ridotta dell’economia mondiale, SACE rafforza il proprio ruolo a sostegno della competitività del Made in Italy con un significativo incremento delle operazioni concluse nella prima metà dell’anno.Di seguito i principali risultati consolidati del primo semestre 2016:
§ nuove operazioni deliberate a 20 miliardi di euro (+36% rispetto ai primi sei mesi del 2015)
§ premi lordi a 282,3 milioni di euro (+12%)
§ oneri netti relativi ai sinistri a 74,5 milioni di euro, in aumento rispetto ai 33,4 milioni di euro del corrispondente periodo 2015
§ proventi da recuperi a 150,2 milioni di euro, in crescita rispetto ai 31,1 milioni di euro del primo semestre 2015, soprattutto grazie ai crediti sovrani recuperati dall’Iran
§ risultato della gestione tecnica a 99,6 milioni di euro, in diminuzione del 42,6% principalmente per la variazione delle riserve tecniche (negativa per 230 milioni di euro)
§ risultato della gestione non tecnica, prevalentemente attribuibile al risultato della gestione finanziaria, a 83 milioni di euro, in calo rispetto ai 294,5 milioni di euro del 30 giugno 2015
§ utile netto a 102,9 milioni di euro (-67%).
“Nell’attuale scenario di incertezza e di generale aumento dei rischi, abbiamo dimostrato di saper stare a fianco delle aziende in maniera sempre più efficace e di supportare lo sviluppo del Made in Italy nel mondo, aumentando significativamente i volumi garantiti per attività di export e internazionalizzazione – ha dichiarato Alessandro Decio, amministratore delegato e direttore generale di SACE –. Dietro queste operazioni vi sono i prodotti dell’eccellenza italiana come macchinari, beni agroalimentari, tecnologie e servizi ad alto valore aggiunto venduti dalle imprese con il nostro supporto in 198 paesi. Nonostante il difficile contesto internazionale, la redditività e l’andamento tecnico si confermano molto positivi, seppur con un minor contributo della gestione finanziaria e un lieve aumento della sinistrosità.”Relativamente alle nuove operazioni del semestre, si osserva un’accelerazione di tutte le linee di business. Le attività a sostegno di export e internazionalizzazione, in particolare, sono cresciute del 70%, in termini di nuovi volumi assicurati. A fare da traino, le esportazioni verso Unione Europea, Americhe e Medio Oriente e Nord Africa. Crocieristico, Elettrico e Infrastrutture e Costruzioni sono stati i settori più dinamici del semestre. Anche la performance delle altre linee di business conferma il trend di crescita: sono infatti in aumento del 22% i volumi assicurati nei rami credito, cauzioni e altri danni ai beni, e del 32% il turnover delle attività di factoring.
Un supporto destinato ad aumentare ulteriormente nell’ambito del piano industriale 2016-2020 del Gruppo Cdp, che mette a disposizione delle imprese 63 miliardi di euro di risorse per attività di export e internazionalizzazione, attraverso la costituzione di un unico presidio per il supporto al Made in Italy che integrerà i servizi di SACE e SIMEST e le attività di export credit di Cdp.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una serata di gala per Jonas Kaufmann

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

teatro san carlo

Napoli. Teatro di San Carlo lunedì 12 settembre 2016, ore 20.00Su iniziativa del quotidiano Il Mattino, Jonas Kaufmann, il tenore più famoso al mondo, sarà protagonista assoluto di un evento di gala al Teatro di San Carlo lunedì 12 settembre 2016, alle ore 20, cui assisteranno il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Ministro per I Beni Culturali Dario Franceschini e il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini: nel corso della serata dedicata alla sua straordinaria carriera, il grande tenore, da sempre appassionato ammiratore della cultura italiana, renderà omaggio alla melodia classica napoletana e italiana. Un genere di grande e immutabile fascino che sarà anche al centro del suo nuovo disco ‘Dolce Vita’, edito da Sony Classical, di prossima uscita.
L’occasione testimonia un rapporto consolidato di promozione culturale e di radicata amicizia tra diverse istituzioni del territorio, nuovamente insieme: il quotidiano “Il Mattino”, che organizza l’evento per la città, come lo scorso anno avvenne in occasione della proiezione del docufilm ‘Il Senso del Mattino’, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella; il Teatro di San Carlo che ospita la serata di gala e offrirà un intervento musicale, a cura dell’Orchestra del San Carlo, in linea con le seduzioni di una melodia entrata nel repertorio di molte voci liriche; il Giffoni Film Festival, che realizzerà un documentario per raccontare Jonas Kaufmann a Napoli, proiettato la sera stessa dell’evento; le direzioni dei quattro conservatori della Campania (Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli; Conservatorio Nicola Sala di Benevento; Conservatorio di Salerno, Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino): ai loro allievi infatti è dedicata una prova aperta e conversazione che il celebre tenore tedesco terrà la mattina del 12 settembre, con l’intento di dedicare loro un momento di alta formazione, offerto agli studenti, con grande generosità, da alcuni Amici del San Carlo, guidati da Mariella Pandolfi, a rappresentare gli Amici Napoletani di Jonas Kaufmann.La serata si avvarrà dei testi di Ruggero Cappuccio e della conduzione di Claudio Di Palma.Le modalità per partecipare alla prova aperta verranno comunicate quanto prima dai singoli conservatori. Le modalità per esercitare il diritto di prenotazione degli inviti per la serata di gala in onore di Jonas Kaufmann verranno pubblicate ai primi di settembre sul sito del Teatro di San Carlo. http://www.teatrosancarlo.it Le prenotazioni potranno essere effettuate a partire dal 6 settembre.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto Promozione del Libro con Fiera Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_Il Consiglio Generale dell’Associazione Italiana Editori (AIE) – espressione di tutte le sue componenti: gruppo di varia, gruppo piccoli editori, gruppo accademico professionale, gruppo educativo -, ha dato mandato al Presidente di procedere alla realizzazione di una joint venture con Fiera Milano per l’implementazione del “Progetto Promozione del Libro”. La nuova società si occuperà di sviluppare attività di promozione del libro a livello nazionale, anche mediante l’organizzazione di eventi fieristici in tutto il territorio nazionale, valorizzando l’intera produzione editoriale.
L’AIE si augura di poter continuare con le Istituzioni piemontesi e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura una collaborazione tesa all’individuazione e alla realizzazione di eventi per lo sviluppo della lettura.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Dipartimento di Bioscienze partecipa al progetto europeo INTENSE sull’agricoltura sostenibile

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

biblio università parmaParma. Il Dipartimento di Bioscienze dell’Università di Parma è partner nel progetto internazionale INTENSE per la ricerca di pratiche agricole innovative che tutelino l’ambiente e favoriscano la sostenibilità.Sette Istituzioni Europee (da Germania, Francia, Spagna, Belgio, Polonia, Norvegia e Italia) collaboreranno per tre anni nel campo dell’agricoltura di precisione e conservativa, al fine di salvaguardare la risorsa suolo, risparmiare acqua e fertilizzanti, e sfruttare le potenzialità dei microrganismi del suolo nel promuovere la fertilità. A questo scopo verranno utilizzate al meglio le competenze e le conoscenze di gruppi di ricerca noti a livello internazionale, tra cui il gruppo di ricerca del prof. Nelson Marmiroli, Direttore del Dipartimento di Bioscienze e coordinatore dell’Unità di Biotecnologie Ambientali che partecipa al progetto.
L’agricoltura convenzionale ha consentito di incrementare la produzione grazie anche a un massiccio uso di fertilizzanti e di acqua. Il progetto INTENSE si propone di rovesciare questa logica e di “intensificare” la produttività di siti agricoli, anche di siti marginali poco produttivi, ricorrendo invece maggiormente all’impiego dei microrganismi del suolo e alle loro proprietà di fertilizzanti per le piante. Questo è il messaggio nelle parole del prof. Arne Sæbø dell’Istituto norvegese NIBIO (Norwegian Institute for Bioeconomy), coordinatore del progetto: “l’uso sostenibile di suoli europei degradati a causa di inquinamento, siccità, erosione e salinità richiede la scelta di piante e di ammendanti appropriati, in accordo con le parti interessate, per intensificare la produzione di piante alimentari e per la produzione di energia alternativa”. Nelle azioni previste dal progetto è lo studio dell’aggiunta di materia organica per il recupero della fertilità dei suoli. Ad esempio il biochar, carbone vegetale ottenuto da processi di pirogassificazione e reforming, verrà utilizzato per valutarne le proprietà ammendanti. Nel biochar, che ha una nanostruttura con microscopici pori e cavità, possono essere alloggiati batteri, funghi, protozoi, e con la distribuzione del “char” al suolo portati vicino alle radici delle piante.Il Dipartimento di Bioscienze è impegnato nel progetto per quanto riguarda soprattutto lo sviluppo di strategie per un’agricoltura conservativa e sostenibile, analizzando gli effetti di stimolazione che diversi tipi di biochar possono produrre sulla crescita di microrganismi del suolo, e sulla resistenza delle piante a stress ambientali, biotici e abiotici, e in ultimo sulla produzione.Il progetto è finanziato nell’ambito dell’iniziativa FACCE SURPLUS anche dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e terminerà nel 2018. Il prossimo settembre si terrà ad Aarhus in Danimarca il primo convegno in cui il coordinatore del progetto presenterà le azioni intraprese. I primi risultati del progetto verranno presentati dal gruppo di Parma al convegno PHYTOTECH 2016 che si terrà il 26 settembre a Hanghzhou in Cina. Questo progetto e le sue finalità complessive si inquadrano perfettamente con la “missione” sulla sostenibilità che l’Ateneo di Parma, per volontà del Rettore Loris Borghi, ha assunto con il nuovo Statuto.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turchia: l’Università di Parma sospende le attività di mobilità studentesca

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

parma universitàParma. L’Università di Parma esprime forte preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare in Turchia a seguito del tentato colpo di stato dello scorso 15 luglio, con le pesanti misure intimidatorie nei confronti di diversi ambiti dell’amministrazione pubblica, compreso quello dell’istruzione, e sottoscrive la dichiarazione di condanna diffusa nei giorni scorsi dalla European University Association (EUA) e condivisa dalla Conferenza dei Rettori dell’Università Italiane (CRUI). Il Senato accademico, nella seduta di martedì 26 luglio, ha unanimemente espresso la propria adesione.“A seguito del tentativo di colpo di Stato in Turchia – si legge tra l’altro nella dichiarazione dell’EUA – il settore dell’istruzione, compreso quello dell’istruzione superiore, è stato preso di mira come molti altri ambiti dell’amministrazione pubblica. 15.200 professori sono stati sospesi, mentre Hurriyet riferisce che il Consiglio per l’Istruzione Superiore (YÖK) ha ordinato le dimissioni delle alte cariche delle università (1176 da quelle statali e 401 da quelle gestite da fondazioni). L’EUA condanna fermamente tale azione contro le università e il personale universitario ed esprime il suo sincero sostegno alla comunità accademica turca” In linea con quanto suggerito dalla CRUI nell’assemblea del 21 luglio scorso, al fine di tutelare in via prioritaria la salvaguardia dei propri studenti coinvolti in iniziative di mobilità internazionale, l’Università di Parma ha deciso di sospendere temporaneamente tutte le attività di mobilità studentesca verso la Turchia per l’intero anno accademico 2016/2017, inclusa la mobilità nell’ambito di programmi di doppia titolazione ed Erasmus Plus SMS ed SMT. Gli studenti risultati già assegnatari di una delle borse di studio per la frequenza di parte o dell’intero prossimo anno accademico in una delle istituzioni turche partner dell’Ateneo dovranno rivolgersi alla UOS Internazionalizzazione (P.le San Francesco, 3 – tel. 0521 034203, per valutare il proprio ricollocamento in sedi disponibili in altri Paesi partecipanti ai programmi di scambio.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unione Naz Consumatori su ddl concorrenza e Uber

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Palazzo chigi1Entro un anno dall’entrata vigore del ddl Concorrenza, il Governo è delegato ad adottare un decreto legislativo per la revisione della disciplina in materia di autoservizi pubblici non di linea, ossia Ncc e Uber. Lo prevede un emendamento al ddl Concorrenza, approvato dalla commissione Industria del Senato.
“Meglio tardi che mai, ma è evidente che si tratta di un ripiego. La materia andava disciplinata direttamente nel ddl concorrenza, ma per l’opposizione dei tassisti è stata stralciata. Ora se ne riparlerà tra un anno, nella migliore delle ipotesi” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori..
“Inoltre ci sono dubbi sull’esito finale. Non vorremmo, infatti, che invece di favorire queste nuove forme di trasporto innovativo e la sharing economy, si cogliesse l’occasione per considerare tutto abusivo, per poi sanzionare i responsabili. Non ci piace, infatti, l’emendamento che prevede di adeguare il sistema sanzionatorio, individuando sanzioni efficaci” prosegue Dona
L’Unione Nazionale Consumatori ricorda che tra le modifiche più volte condannate dall’Antitrust (AS277 del 3 marzo 2004 e AS683 del 27 marzo 2010) ci sono proprio le sanzioni esagerate già previste dall’art. 11 bis della legge n. 21/1992 per gli esercenti il servizio di noleggio con conducente che violano l’art. 3 e 11, ossia quegli articoli che prevedono l’assurdo obbligo di dover rientrare in rimessa dopo ogni singolo servizio. Attualmente è previsto un mese di sospensione dal ruolo alla prima inosservanza, due mesi alla seconda, 3 alla terza, cancellazione dal ruolo alla quarta inosservanza. “Ci pare fin troppo!” conclude Dona.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il casco smart per motociclisti a onde cerebrali

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

casco schemacascoUn casco da motociclista all’interno del quale elettrodi da elettroencefalografia (EEG) leggono segnali fisiologici provenienti dal cervello durante la guida e li trasmettono wireless alla CPU della moto, al fine di controllare alcune funzioni. E’ il dispositivo “RIDE” (Remote Intention Detecting Emulator) creato dal Laboratorio di Ingegneria Biomedica Biolab3 del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi Roma Tre, il cui progetto ha appena passato le prime due fasi della selezione di Start Cup Lazio 2016, la competizione per le migliori idee d’impresa nel Lazio.Il “casco smart”, che ha già vinto il primo premio del “Mobility Innovation Contest” di Honda Europa (sezione Ricerca&Sviluppo), è stato progettato dal Biolab3 per offrire un’avveniristica tecnologia al servizio della sicurezza stradale dei centauri. Il prototipo è stato realizzato da Valentina Calà, Leonardo Franco, Andrea Pittella ed Eliana Streppa, quattro studenti del corso di laurea magistrale in Biomedical Engineering dell’ateneo romano, guidati dai tutor Daniele Bibbo e Carmen D’Anna.Come funziona RIDE? «Il dispositivo permette al motociclista d’interagire con la centralina a bordo motoveicolo attraverso un casco dotato di elettrodi per elettroencefalografia e connessione wireless, al fine di monitorare lo stato del guidatore e, tramite le onde cerebrali, attivare alcuni comandi, come ad esempio la freccia quando si “vede” (e si pensa) ad una curva, o preparare i freni ed agire sulla mappatura di potenza della moto in situazioni di casco teampericolo percepito dall’utente», spiega il tutor Daniele Bibbo. «In caso di pericolo percepito, la sensazione genera particolari segnali EEG a seguito dei quali i freni possono essere pre-attivati e l’erogazione della potenza della moto può essere controllata. Il sistema può funzionare dunque e da centrale di controllo volontario e involontario e di prevenzione nella guida della moto».RIDE, in attesa dei risultati della prossima selezione di Start Cup Lazio, è stato presentato al Congresso della Federazione Internazionale Motociclismo – Europa lo scorso mese di giugno e parteciperà al Maker Faire di Roma del prossimo ottobre.«Siamo molto soddisfatti che un progetto di ricerca applicata, svolto da studenti e docenti di Roma Tre, si sia distinto nelle prime due fasi di selezione delle proposte più innovative del Lazio», commenta Chiara Tonelli, delegata del rettore per startup e imprese. «L’ateneo è riuscito a presentare una decina di proposte di startup innovative, dimostrando la sua spiccata propensione per la ricerca al servizio dello sviluppo dell’innovazione e della dinamicità imprenditoriale. Ci auguriamo che il progetto RIDE evolva al meglio nei prossimi tre mesi e possa arrivare a concorrere al Premio Nazionale dell’Innovazione di PNICube, l’associazione degli incubatori d’impresa, in programma all’inizio di dicembre a Modena». (foto: casco)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unione Naz. Consumatori su Ilva

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

ilvaL’Aula di palazzo Madama ha approvato il decreto Ilva, confermando il testo della Camera. “Ora il decreto rischia di provocare un aumento delle bollette elettriche di famiglie e imprese. Un fatto gravissimo” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.Secondo l’UNC, per evitare il rincaro delle bollette sarebbe stato sufficiente cambiare l’articolo 2, laddove si dice: “i predetti importi sono rimborsati nell’anno 2018, ovvero successivamente”. “Bastava togliere una parola, successivamente, ma non è stato fatto! Si è votato lo stesso testo della Camera” prosegue Dona.L’associazione di consumatori ricorda che era stata l’Authority per l’energia a lanciare l’allarme rincaro bollette, sottolineando che il prelievo di 400 milioni, prestati a Ilva dallo Stato, dalla ex Cassa conguaglio (oggi Csea), avrebbe ridotto i margini di manovra da parte di Csea e che questo avrebbe potuto “determinare la necessità di acquisire ulteriore gettito derivante dal prelievo tariffario”, gravando sulle bollette energetiche di famiglie e imprese. Un rischio di aumento tariffario che secondo l’Autorità, si sarebbe manifestato solo se il rimborso dell’importo non fosse stato effettuato nel 2018.
“Per questo avevamo chiesto una piccola modifica del testo. Quel successivamente non tolto, ora rischia di determinare l’ennesima stangata a carico delle famiglie” conclude Dona.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I salti mortali di Vittorio Feltri

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Su “Libero” del 27 luglio 2016, Vittorio Feltri si esibisce in un triplice salto mortale con capovolta, cercando di dimostrare le sue non dimostrabili teorie. Il redazionale in prima pagina recita “Chi li ha visti ?” chiarendo nel titolo il riferimento ai musulmani moderati che “sarebbero spariti” e non se ne vedono in giro. Malafede, ignoranza populismo gratuito, esibizionismo sub-culturale ? Non si capisce bene. Va da sé che i musulmani “moderati”, cioè quelli aperti al dialogo e pronti all’integrazione, o già integrati, non hanno alcuna ragione di farsi vedere, desiderosi di passare sotto silenzio, visto le reazioni di gente come Feltri, che ama fare di tutte le erbe un fascio.Non riflette Feltri che se si vedessero, con l’aria che tira contro i musulmani, non sarebbero più moderati, ma apparterrebbero a quella esigua ma pericolosa minoranza dei fondamentalisti dediti a spargere terrore.
Già questo giornaletto che ospita tali articoli, si era distinto in una altro slogan anti Islam, fu il turno di Maurizio Belpetro, che titolò a piena pagina “Bastardi Musulmani”. E’ questo genere di informazione che impedisce ai musulmani veri di emarginare gli estremisti e proporsi per una integrazione, nel rispetto delle diversità culturali e religiose.
Questi due giornalisti, dall’aria intellettuale, sono i più attenti provocatori, in grado anche di stimolare gesti inconsulti. Ma tutt’e due di intellettuale hanno solo la forma degli occhialini. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Se non mi posso fidare delle banche, come faccio a scegliere dove mettere i miei risparmi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

salva bancheSempre più persone ormai, hanno capito (finalmente!) che non ci si può fidare delle banche e dei loro venditori, ma dopo questa considerazione ne segue subito un’altra: “i miei risparmi da qualche parte dovrò pur metterli, se non mi posso fidare del bancario o del promotore finanziario, come faccio a scegliere?Questo interrogativo, più o meno direttamente esplicitato, ce lo sentiamo formulare ormai da anni quasi quotidianamente.
Sul piano sistemico, la proposta dell’Aduc è quella di riprogettare da capo il sistema di norme a tutela dell’investitore, ne abbiamo parlato diverse volte, un articolo fra i tanti che abbiamo pubblicato potrebbe essere questo: Una riforma radicale per una vera tutela del risparmio. La domanda però richiede una risposta nel qui ed ora, anche perché è abbastanza evidente che una riforma come quella che noi proponiamo ha zero possibilità di realizzarsi nel breve termine perché gli interessi del sistema finanziario sono troppo forti.Nell’immediato le possibilità sono solo due: 1) accrescere le proprie competenze finanziarie e fare da soli o 2) rivolgersi ad un consulente finanziario indipendente.Ci rendiamo perfettamente conto che la scelta di fare da soli, concretamente, è praticabile da una percentuale ridotta della popolazione. Noi la incoraggiamo, cerchiamo, per quanto possiamo, di fornire le informazioni, un supporto anche attraverso il servizio on-line di risposte alle domande, ma ci rendiamo conto che la maggioranza delle persone non si sente in grado di fare scelte in autonomia.Se la strada di una riforma normativa a tutela dell’investitore è una chimera e del sistema bancario è ormai chiarissimo che non ci si possa fidare, la strada dei consulenti finanziari indipendenti sembrerebbe un’opzione valida, ma come sceglierli? Quando vale la pena pagare un professionista per farsi dare consigli su come investire?
Nel resto di questo articolo vorrei fare alcune considerazioni un po’ scomode sul mondo della consulenza finanziaria in Italia.
Preciso, per trasparenza, che chi scrive è un consulente finanziario indipendente ormai da circa 15 anni, uno dei più “anziani” in Italia, in termini di anni di professione, attualmente in esercizio (ne conosco soltanto uno, in attività, che ha iniziato prima).
Consulenza o vendita? Il termine “consulente finanziario” è già molto ambiguo e lo diventerà sempre di più in futuro dal momento che con un colpo di mano parlamentare la lobby dei promotori finanziari (ovvero agenti di commercio che sono retribuiti dalle reti di vendita degli intermediari finanziari) sono riusciti a far passare una norma la quale prevede che vengano denominati, all’interno dell’albo, come “Consulenti Finanziari abilitati all’offerta fuori sede”, mentre i consulenti finanziari indipendenti (cioè i liberi professionisti retribuiti esclusivamente dalla parcella) dovrebbero essere chiamati “Consulenti Finanziari Autonomi”. E’ ovvio che questo renderà ancora più difficile l’orientamento dell’investitore non esperto.Sia chiaro: non c’è assolutamente niente di male nell’essere agenti di commercio e sarebbe sbagliato generalizzare sostenendo che tutti i promotori finanziari fanno danni per i loro clienti mentre basta essere indipendenti per essere utili agli investitori. Personalmente conoscono promotori finanziari che sono persone veramente oneste e preparate e conosco consulenti finanziari indipendenti che erano promotori finanziari ed in larga parte lo sono rimasti sia come formazione professionale che come forma mentis.Il problema è che, in finanza, l’attività di vendita implica maggiori distorsioni rispetto a molti altri campi. Chi vende in finanza, vende servizi/prodotti che i clienti non sono minimamente, ma proprio minimamente, in grado di valutare.Se si vendono aspirapolveri, pentole, macchine, computer, ecc. il cliente è in grado di avere almeno un’idea vaga di cosa sta comprando e di come valutarlo rispetto alle proprie esigenze.
In finanza, nel 99% dei casi, chi sta acquistando un prodotto/servizio finanziario – se non è un professionista – non ha la più pallida idea di quello che gli serve e non è minimamente in grado di giudicare se un prodotto/servizio è migliore di un altro e neppure se è realmente ciò di cui ha bisogno. Ecco perché l’attività dei promotori finanziari (adesso ribattezzati “consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede”) è intrinsecamente molto pericolosa per gli investitori. Chiunque abbia fatto dei corsi per diventare promotore finanziario sa benissimo che la formazione tecnico-finanziaria è semplicemente risibile. L’esame di abilitazione è sostanzialmente un esame volto a verificare alcune nozioni di tipo giuridico sul Testo Unico della Finanza. La formazione che fanno gli intermediari finanziari è sostanzialmente una formazione legata a competenze di vendita (come fissare gli appuntamenti, come superare le obiezioni, come essere convincenti, ecc.). Alcune società, poi, fanno anche corsi sull’asset allocation e qualche nozione finanziaria, ma – in genere – sono sempre nozioni molto basilari che comunque non devono rendere il venditore troppo esperto semplicemente perché un venditore che conosce troppo bene la tecnica perde di capacità di vendita.
La prima scomoda verità sulla “consulenza finanziaria” in Italia, quindi è che nella quasi totalità dei casi, quando un risparmiatore si trova davanti un “consulente finanziario” in realtà sta parlando con un agente di commercio che ha lo scopo di vendere un prodotto/servizio dell’intermediario che lo retribuisce.
Per questo la prima domanda nello scegliere un consulente finanziario dovrebbe essere: come vieni retribuito?
Ma la consulenza indipendente in Italia esiste? Una verità scomoda, purtroppo, è che in Italia, di fatto, la consulenza finanziaria indipendente è stata quasi uccisa da circa 10 anni di blocco legislativo. Il recepimento della direttiva comunitaria che introduceva la figura del consulente finanziario indipendente è del 2007. Si aspetta da allora l’istituzione dell’albo che avrebbe consentito a chi voleva avviare questa professione di farlo.
Ad oggi, chi fa consulenza finanziaria indipendente sono solo coloro che, dal 2007 usufruiscono di una proroga. Si parla di pochissime centinaia di persone in tutt’Italia, quando i promotori finanziari sono decine di migliaia di persone e gli sportelli bancari sono circa 30 mila.
Trovare un consulente finanziario indipendente è veramente un fatto raro. Recentemente l’organismo dei consulenti finanziari, ovvero il vecchio albo dei promotori finanziari che dovrà trasformarsi nell’organismo che gestirà il nascente albo unico dei consulenti finanziari, ha indetto un’indagine conoscitiva per sapere quanti sono gli interessati a registrarsi nell’albo dei consulenti finanziari autonomi (cioè indipendenti). L’indagine si concluderà il 30 Settembre prossimo, ma sembra che le risposte siano veramente poche, nell’ordine di poche centinaia. Questo è un risultato più che scontato dal momento che nessuna professione può svilupparsi in presenza di un blocco normativo di 10 anni.
La seconda scomoda verità, quindi, è che ci intende rivolgersi ad un vero consulente finanziario indipendente (cioè non retribuito da un intermediario finanziario, ma direttamente dal cliente) deve armarsi di santa pazienza e difficilmente lo troverà sotto casa, ma dovrà essere disponibile a muoversi e/o usare la nuove tecnologie per una comunicazione a distanza.
Quali sono le competenze dei consulenti finanziari indipendenti? Se è vero, come è vero, che l’esame di promotore finanziario non è minimamente sufficiente a valutare le competenze minime per poter fare una reale consulenza finanziaria (d’altra parte, il promotore finanziario non fa la consulenza, ma vende il servizio di consulenza offerto dall’intermediario) è anche vero che i consulenti finanziari indipendenti oggi in attività non hanno svolto nessun tipo di abilitazione.
Cosa cercano i clienti dai consulenti finanziari? Ma la più scomoda verità nel settore della consulenza finanziaria riguarda il rapporto cliente-professionista. Spesso c’è un fraintendimento sostanziale al quale molti consulenti finanziari (indipendenti o venditori che siano) sottostanno per mera convenienza economica.I clienti ritengono che il mestiere del consulente sia quello, in parole semplici, di far rendere il gruzzoletto sotto la loro consulenza. Il fraintendimento consiste nel fatto che il cliente da per scontato che il consulente finanziario sappia cose che nessun consulente può sapere.Un buon consulente finanziario indipendente può fare molto cose positive, la maggioranza delle quali rientrano nella sfera di evitare aspetti negativi (costi e rischi inutili). Sul piano del rendimento, ciò che può fare il consulente è cercare di adeguare il profilo rischio/rendimento del portafoglio del cliente alle caratteristiche economico-patrimoniali e psicologiche dello stesso.Nessun consulente finanziario è in grado di sapere come andranno i mercati in futuro. I mercati finanziari sono impossibili da prevedere per chiunque.Se un consulente finanziario (indipendente o venditore che sia) focalizza l’attenzione sul possibile rendimento, questo dovrebbe essere un indice di allarme per il potenziale cliente.Il problema è che questo è esattamente quello che la maggioranza dei potenziali clienti vorrebbe sentirsi dire. L’ideale, per il cliente medio, è trovare il consulente che sostenga di saper “far fruttare” i propri soldi al meglio senza scocciare con il profilo di rischio, le necessità finanziarie, senza imporre riflessioni, dover conoscere cose noiose, fare scelte ecc. “Se vado da un professionista, dovrà pur essere lui a dirmi cosa fare, no? Altrimenti facevo da solo.”Purtroppo, quando parliamo di finanza, parliamo del “regno dell’incerto”.I consulenti possono eliminare le inefficienze, cioè i costi ed i rischi inutili, ma non le incertezze. L’ultima scomoda verità, quindi, riguarda gli investitori. Gli esseri umani hanno una perniciosa propensione a scambiare i desideri con le verità. E’ più facile credere ad una persona che ci dice che può fare ciò che non può fare, ma che noi vorremmo che facesse, rispetto ad una persona che ci dice una verità la quale implica per noi qualcosa di sgradevole. L’ultima scomoda verità, in sintesi, è questa: se abbiamo dei risparmi da parte dobbiamo rimboccarci le mani ed occuparcene, un bravo consulente finanziario indipendente può aiutarci, ma non può fare tutto. (Alessandro Pedone, responsabile Aduc Tutela del Risparmio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiducia consumatori e imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

I dati sulla fiducia dei consumatori diffusi oggi dall’Istat parlano di un lieve rialzo della fiducia dei consumatori e delle imprese nel mese di Luglio, dai 110,2 punti di giugno si passerebbe ai 111,3 punti di luglio.Il trend rimane certo non positivo, considerando che si sono registrate perdite per tutti i tre mesi precedenti, così come le opinioni riguardo la situazione economica del paese, in peggioramento per il terzo mese successivo.“Il dato è a dir poco irrealistico – sottolinea il Presidente dell’Associazione dei consumatori Marco Maria Donzelli – perché non tiene conto della situazione determinatasi a seguito dei gravi attentati terroristici degli ultimi giorni. Come abbiamo avuto modo di constatare in passato, gli attentati terroristici influiscono pesantemente sull’ottimismo dei consumatori, modificandone in modo sensibile i comportamenti economici. Purtroppo a seguito dei gravi eventi terroristici degli ultimi giorni, la fiducia delle famiglie ha subito un ulteriore calo, i cui effetti si registreranno tuttavia solo nelle prossime settimane.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CS. BG e BS. M5S Lombardia ottiene 50 mila euro per monitoraggio inquinanti Lago d’Iseo

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

porta nuova milanoSì del consiglio regionale a un emendamento del M5S Lombardia che garantisce 50 mila euro per il monitoraggio periodico degli inquinanti nel Lago d’Iseo e la realizzazione di interventi per migliorare la qualità delle acque.Giampietro Maccabiani, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Finalmente, grazie al nostro interessamento, arrivano risorse per le acque del Lago d’Iseo che soffrono di un grave inquinamento. Certo quello della Lombardia è un piccolo passo, ma l’urgenza di un monitoraggio degli inquinanti e d’interventi di eliminazione delle fonti d’inquinamento necessitava di un primo intervento. Non mancheremo di verificare che i monitoraggi e gli interventi siano effettivamente messi in campo”. Il consigliere regionale Dario Violi aggiunge: “il nostro lago merita più attenzione dalla Regione Lombardia. Oltre alla tutela dell’ecosistema e dell’ambiente, che sono un investimento per il futuro, l’azione avrà ricadute positive anche sull’attrattività del Sebino”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso Amici agli Antipodi e il Contest Cosplay

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Bracciano CosplayBracciano Cosplay1Bracciano. La pizza e il sushi, il tricolore e la bandiera del Sol Levante, il tutto condito da strette di mano e simboli di pace. Questi alcuni elementi a confronto che hanno caratterizzato le opere vincitrici del concorso “Amici agli Antipodi: un disegno per il Giappone”, organizzato nell’ambito del Progetto Bracciano.Co per il coordinamento del Consorzio Lago di Bracciano per celebrare i 150 anni delle relazioni di amicizia Italia-Giappone. Premiati da una giuria selezionata in tutto sei concorrenti, tre per la scuola media tre per le scuole elementari del territorio. Visibilmente commossi gli interessati ed i genitori alle premiazioni che si sono tenute domenica 10 luglio all’anfiteatro ai “Soldati” di Anguillara in riva al lago in occasione del Cosplay Contest che nella stessa giornata, sempre nell’ambito Bracciano.Co, ha portato sul lago per un giro in battello e variopinte comparsate nei tre Comuni rivieraschi decine di appassionati del genere che trae ispirazione dai manga giapponesi.
Bracciano Cosplay2Per le elementari il primo premio è andato a Flavia Laera che “ha centrato – spiegano le motivazioni – con chiarezza il disegno, il tema del rapporto tra i due mondi esaltando il concetto della vicinanza nelle differenze”. Al secondo posto, sempre per le elementari, Francesco Patricelli che “ha trattato il tema con creatività dando una rappresentazione originale e personale al di fuori dell’iconografia corrente”. Terza classificata Ilenia Capasso che “In modo semplice ma chiaro, ha affrontato il tema dell’amicizia tra i due popoli dando una caratterizzazione dell’iconografia giapponese nella maniera, nello stile delle moj”.
Per le scuole medie i premi sono andati a Emily Federica Musciacchio, prima classificata, che “Ha espresso in modo chiaro la vicinanza tra i due popoli, tra le due culture. Le linee – si legge nelle motivazioni – sono chiare così come l’impaginazione”, a Elena Georgescu, seconda classificata, che “Grazie al forte impatto cromatico e alla capacità tecnica, è riuscita a risolvere il tema dei due mondi, a Elisa Bonanni che “ha sintetizzato, a mo’ di logo, l’unione tra le due culture in maniera chiara ed evidente ancorché essenziale e minimalista”. Tutti i premiati hanno ricevuto un diploma ed un cappellino della manifestazione.
Nella stessa giornata nell’ambito del progetto Bracciano.Co il territorio del lago di Bracciano ha vissuto per la prima volta il suo cosplay ufficiale anche grazie alla collaborazione con la associazione di settore Epicos. I cosplayer, salpati dal molo degli Inglesi di Bracciano, sede del Consorzio Lago Bracciano, hanno navigato sul lago a bordo del battello, sono approdati nei comuni di Trevignano e Anguillara per poi partecipare ad un contest. A miglior personaggio maschile “Raffaello”, il personaggio delle tartarughe ninja interpretato da Andrea Mallus. Miglior personaggio femminile è stata Giulia Berardi nei panni di Janna di League of Legends. Migliore coppia Iris Afasia e Samuel Quinci interpreti di Joker e Harley Quinn.
Prossimo appuntamento con Bracciano.Co il 5 agosto alle 21 con il concerto della cantante Hiromi Maekawa a bordo della motonave Sabazia II in navigazione notturna sul lago.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Unicam in Argentina e in Scandinavia

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

studenteCamerino. Sono sempre più frequenti le opportunità di studio e formazione all’estero per gli studenti Unicam. Nell’ambito di una proficua politica di internazionalizzazione che l’Università di Camerino persegue da tempo, rientrano infatti anche i corsi di laurea magistrale in consorzio internazionale che danno l’opportunità di ottenere il Double Degree.
Ne è un esempio, tra gli altri, anche il corso di laurea magistrale in Chemistry, grazie ad un accordo tra Unicam e l’Università di Catamarca in Argentina.
E proprio in questi giorni Maruan Albero Bracci e Leonardo Curzi, studenti del corso di laurea magistrale in Chemistry, sono arrivati in Argentina per frequentare il secondo e ultimo anno di studi. Al termine del percorso formativo, discuteranno la tesi sia nell’ateneo camerte che in quello argentino ed otterranno il titolo di studio riconosciuto in entrambi i Paesi.
“Siamo davvero molto emozionati – hanno dichiarato i due studenti – nell’intraprendere questo percorso e ringraziamo l’Ateneo per l’opportunità che ci è stata offerta. I nostri colleghi argentini ci hanno riservato una calorosa accoglienza. Nei prossimi giorni inizieremo il corso di spagnolo che ci permetterà di migliorare la conoscenza della lingua sia per scrivere la tesi che per seguire le lezioni, che inizieranno il prossimo 8 agosto”.Unicam è stata poi egregiamente rappresentata anche in studente1Scandinavia. Nei mesi scorsi infatti, Federico Marinozzi, studente iscritto al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha frequentato un corso presso il centro universitario delle Isole Svalbard (UNIS) su “Arctic Environmental Toxicology”, approfondendo la tossicologia e la chimica nelle acque e nella fauna dell’Artico.Federico ha potuto frequentare il corso dopo aver superato una dura selezione, dal momento che ogni anno vengono ammessi solo 20 studenti provenienti da ogni angolo del mondo.“Si è trattato di una esperienza davvero particolare – ha raccontato Federico Marinozzi. Sono arrivato a Longyearbyen, capitale dell’arcipelago delle Svalbard, nel periodo di perenne notte e con una temperatura che oscillava tra i -25 e i -40 gradi. Ho trascorso la settimana seguendo corsi di sopravvivenza al clima e ai pericoli artici. Oltre alle lezioni teoriche, ho partecipato ad escursioni tra renne, foche e aurore boreali in un paesaggio completamente ghiacciato. Abbiamo raccolto campioni organici di renne per analizzare le tracce tossiche al loro interno ed ho approfondito un report scientifico sulle tracce di antidepressivi nelle acque dell’artico e nella sua fauna, che mi ha consentito di superare brillantemente gli esami previsti”.“Con grande soddisfazione – ha dichiarato il Pro Rettore Vicario Unicam Claudio Pettinari – l’Ateneo continua a vedere i proficui risultati delle intense attività rivolte alla mobilità internazionale dei nostri studenti, fondamentale per un percorso formativo completo”. (foto: studente)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo Direttore Finanziario di Medtronic Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2016

Dal primo agosto Marco Moriero sarà il nuovo Direttore Finanziario di Medtronic Italia, leader a livello mondiale in tecnologie, servizi e soluzioni mediche. Laureato in scienze economiche presso l’Università degli Studi La Sapienza di Pisa, dopo un Master in Business Administration (MBA) presso la IE Business School di Madrid, Moriero ha sviluppato la sua carriera professionale presso alcune importanti multinazionali attive nel settore sanitario e farmaceutico.Trasferitosi a Zurigo, in Svizzera, nel 2009, ha ricoperto per Covidien (oggi Medtronic) ruoli di crescente responsabilità nei settori della contabilità e del business controll, oltre che della pianificazione e analisi finanziaria. Dal 2013, sempre per la stessa azienda, era Senior Finance Director Europe, Advanced Surgical Technologies & Early Technologies. Oggi, torna a Milano come nuovo Direttore Finanziario di Medtronic Italia, azienda che impiega oltre 500 dipendenti tra le due sedi di Milano e Roma.Un professionista, con oltre sedici anni di esperienza, che può vantare un forte background nel settore delle vendite con importanti successi nei processi di potenziamento dei profitti aziendali. Nella sua carriera si è distinto anche per la gestione del personale, individuando e valorizzando nuovi talenti, e per la pianificazione strategica del lavoro, in particolare durante i periodi di grande cambiamento e trasformazione delle aziende per cui ha lavorato.«Ricoprire una carica di grande rilievo, in una prestigiosa azienda in continua evoluzione come Medtronic, rappresenta per me una sfida importante che colgo con orgoglio e soddisfazione all’interno di una realtà innovativa e all’avanguardia nel settore» – ha dichiarato il nuovo Direttore Finanziario.
Medtronic plc (www.medtronic.com), con sede a Dublino, è tra le più grandi aziende al mondo ad offrire tecnologie mediche, servizi e soluzioni in grado di alleviare il dolore, ridonare salute e prolungare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Medtronic impiega più di 85.000 persone e rende disponibili le sue terapie a clinici, ospedali e pazienti in 160 paesi. L’obiettivo di Medtronic è quello di collaborare con gli stakeholder di tutto il mondo per contribuire in modo sinergico ad incrementare l’efficienza dei Sistemi Sanitari.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »