Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 31 luglio 2016

Garzanti: appuntamento con il brivido

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

garzanti libriMilano. Definito dalla stampa francese come il ritorno di “un Grangé al suo meglio”, Il rituale del male sarà in libreria per Garzanti a partire dal 20 ottobre 2016 ma per tutti gli estimatori il nuovo e atteso thriller di Jean-Cristophe Grangé sarà già disponibile in anteprima in e-book a puntate ogni sabato a partire dal 6 agosto su tutti i principali Store.
Dodici appuntamenti da non perdere. Sabato 6 e 13 agosto, si potranno scaricare gratuitamente i primi due episodi e nelle settimane successive continuare a leggere i seguenti al prezzo di € 0,99 ciascuno. Con Il rituale del male Jean-Cristophe Grangé ha venduto in Francia oltre 200 mila copie in un mese e ha conquistato immediatamente le classifiche dei bestseller. Il nuovo thriller intreccia passato e presente, moderne tecniche investigative, superstizioni e credenze religiose. Una storia all’altezza dei suoi principali successi, da I fiumi di porpora a Il giuramento fino al più recente Amnesia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Showroomprive annuncia i dati del primo semestre 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Nel corso del primo semestre 2016, Showroomprive ha perseguito una forte crescita del ricavi e della redditività, guidata dall’attuazione di una strategia basata su quattro priorità: l’ampliamento dell’offerta, l’innovazione, la qualità di servizi e dell’esperienza del cliente e la creazione di un’organizzazione multi-locale a livello internazionale.
I ricavi del Gruppo sono aumentati del 20,5% passando da 199,4 milioni di euro del primo semestre 2015 a 240,3 milioni di euro.
Questo primo semestre ha visto una crescita equilibrata di tutti gli indicatori di business, con forti miglioramenti nel numero dei membri, acquirenti, ordini e della spesa media per acquirente.
La crescita del 5% nel volume del carrello medio riflette il continuo miglioramento nell’offerta di Showroomprive.
Il Gruppo ha registrato un forte dinamismo in Francia, che appresenta un motore di crescita importante, con un notevole potenziale ancora da sfruttare.
L’EBITDA è cresciuto circa del 28%, a un ritmo più rapido dei ricavi. Ha raggiunto i 15,7 milioni di euro, con un margine EBITDA che rappresenta il 6,6% dei ricavi, un incremento significativo rispetto al primo semestre del 2015.
Il primo semestre ha portato anche un significativo miglioramento della redditività di Showroomprive sui mercati internazionali, con un EBITDA in pareggio.
Il Gruppo ha lanciato a marzo 2016, in Francia, un innovativo motore di ricerca: consente ai membri di identificare rapidamente sul sito le vendite che propongono i prodotti che soddisfano le loro aspettative.
Showroomprive prevede l’introduzione futura di una funzionalità di suggerimenti per proporre ai membri i prodotti che rispecchiano maggiormente i loro interessi.
L’introduzione di Infinity (servizio di consegna gratuita illimitata con un abbonamento di 20 € all’anno) continua a incidere positivamente sulla frequenza degli ordini e la dimensione del carrello medio dei suoi clienti.
A metà luglio Showroomprive ha lanciato Apple Pay in Francia ed è stata la prima e unica piattaforma francese di e-commerce a implementare il servizio Android Pay nel Regno Unito nella prima aperte del semestre.Il Gruppo ha rafforzato la propria offerta per il tempo libero lanciando un servizio di ticketing, in collaborazione con France Billet, principale rete di vendita di biglietti per spettacoli, eventi sportivi e svago in Francia.
La funzionalità SHOP IT! indica offerte esclusive nei negozi di marchi partner grazie a un sistema di coupon e pagamento differito.
Le vendite di servizi dematerializzati (abbonamenti, offerte ai partner, ecc.) ha contribuito a rafforzare l’offerta e rappresenta una leva di crescita.
Showroomprive, prevede di investire sul successo registrato dal suo marchio proprietario #CollectionIRL, e sta costituendo un team dedicato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Candidata Ambasciatore Unesco per l’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Benedetta ParaviaBenedetta Paravia1Benedetta Paravia, portavoce della onlus A.N.G.E.L.S. – Associazione Nazionale Giovani Energie Latrici di Solidarietà’ – è stata ufficialmente candidata per concorrere a ricoprire il ruolo di Ambasciatore italiano per l’Unesco. La candidatura è stata proposta su iniziativa della Principessa saudita Al Johara Al Saud ed è stata supportata da illustri personalità italiane quali Gianni Letta, Giuseppe De Rita, Lella Golfo, Ignazio La Russa e molte altre tra professionisti e parlamentari che hanno indirizzato lettere di sostegno alla Presidenza della Commissione Nazionale Italiana per L’UNESCO.
La onlus Angels dal 2008 provvede alla cura in Italia di bambini poveri e malati, o feriti in zone di guerra. Decine di piccoli vengono curati a Roma, presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù ed il policlinico Umberto I ed annualmente riammessi per i controlli necessari post trapianto. Angels si occupa inoltre di fronteggiare gli stati di emergenza attraverso la raccolta e la consegna di medicinali alle popolazioni civili in bisogno in collaborazione con l’Esercito italiano ed il trasporto urgente di bambini gravi tramite l’Aeronautica militare. Con la collaborazione del Governo italiano e delle autorità israeliane e’ stato anche rinnovato l’orfanotrofio Al Amal di Gaza.
La candidatura di Benedetta Paravia per l’Unesco segue la nomina del 2013 quale ambasciatore internazionale del Centro ‘Al Noor’ di Dubai per bambini diversamente abili, donato dallo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vice presidente degli Emirati Arabi Uniti e Re di Dubai per intercessione di sua moglie, la Principessa Haya di Giordania.
“Tengo a ringraziare tutti coloro i quali mi hanno sostenuta per questa nomina e mi auguro di poter fare sempre meglio per il mio Paese e per quanti non sono fortunati. Il prossimo 11 Agosto e’ previsto il rientro a Roma per controlli medici di una nostra paziente, Intisar Almshalah, bimba di Gaza gia’ affetta da epatoblastoma e guarita grazie ai nostri interventi chirurgici ed un trapianto al fegato. Per questo – prosegue Benedetta Paravia – ringrazio il Ministero degli Affari Esteri, il Console Italiano in Gerusalemme Federico Di Monopoli, le autorita’ israeliane per il passaggio da Erez ed il Cerimoniale di Stato di Fiumicino”. (foto: Benedetta Paravia) (fonte: Graφos Comunicazione)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contratto metalmeccanici

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

fiomIl 22 luglio è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo tra Confimi impresa Meccanica e FIM – CISL, UILM –UIL per il rinnovo del CCNL della piccola e media industria manifatturiera metalmeccanica.“Il confronto negoziale tra le nostre Organizzazioni – evidenzia Riccardo Chini Presidente di Confimi Impresa Meccanica – è stato trasparente e costruttivo.La FIOM – CGIL è stata invitata a partecipare al tavolo negoziale ed ha deciso di non rispondere ai nostri inviti, come altrettanto liberamente ha deciso di sedersi al tavolo con altre Organizzazioni datoriali. Non è la sola presenza della FIOM che definisce l’esistenza di un tavolo negoziale; nel caso, si tratterebbe di un monologo teatrale.Invitiamo la FIOM ad evitare affermazioni denigratorie e comunque arbitrarie sulla consistenza di altre Organizzazioni, affermazioni peraltro similari a quelle usate da altri nei suoi confronti, per definire la consistenza della partecipazione dei lavoratori alle sue iniziative di sciopero.Il rispetto reciproco delle Istituzioni associative è alla base del dialogo tra le Parti Sociali, la FIOM non può invocare principi di democrazia interna e trasparenza e allo stesso tempo tradirli non rendendo partecipi i lavoratori della scelta di non confrontarsi con la nostra Organizzazione e motivando successivamente la decisione verticistica con futili argomentazioni.Noi siamo e saremo sempre fautori del confronto sul merito delle questioni che interessano veramente le Parti sociali, come il valore del lavoro, dell’impresa e dello sviluppo civile ed economico della società.
Conoscevamo una FIOM differente, le auguriamo di ritrovarsi nei suoi valori e nella sua storia.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Movimento cinque stelle: Non si fa anticorruzione con la propaganda

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

regione lombardia“Scandalo dentiere, rimborsi pazzi, assessori inquisiti ed ex assessori arrestati, l’anticorruzione di Maroni è una sòla. Arac, l’autority anticorruzione strombazzata dal Presidente è stata “candeggiata” per evitare l’incostituzionalità: non sarà un’autority ma un’agenzia, non avrà autonomia, non assicurerà azioni di contrasto alla corruzione ma, è scritto nella legge, avrà solo il compito di contribuire ad assicurarle. L’Arac non avrà poteri, ma solo funzioni. Tra queste, la diffida agli enti, il cavallo di battaglia di Maroni, è stata cancellata. Risultato: un ente assolutamente inutile che avrà a disposizione un milione di euro, che poteva essere destinato all’attività di anticorruzione regionale. Tutte le competenze dell’ente millantato da Maroni esistono già nella legislazione nazionale o regionale. Lo ribadiamo: non si fa anticorruzione con la propaganda e istituendo un ente vuoto ma andava finanziato il Comitato di trasparenza degli appalti e, come abbiamo chiesto e ottenuto con un ordine del giorno all’assestamento del bilancio, reso più forte il Comitato scientifico antimafia regionale.L’anticorruzione nella sanità lombarda resta una pantomima: molte AST e ASST non si sono ancora dotate di piani e responsabili anticorruzione. Alcuni enti regionali copiano e incollano i piani e li piazzano sui loro siti. E questo è tutto. Il dilagare dell’illegalità nella macchina amministrativa lombarda merita ben più di ARAC. Certo, senza nessuna volontà politica non si aprono come scatolette di tonno le stanze dei bottoni. L’esempio che può fare la politica è quello di allontanare chi è sotto processo dai propri partiti”, così Silvana Carcano, consigliere regionale del M5S Lombardia, nel corso della discussione delle legge sulle Nome sulle procedure della programmazione in Consiglio regionale oggi che introduce modifiche a ARAC.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Violazioni dei diritti umani legate ai cambiamenti climatici

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Manila_ChinatownMANILA. La Commissione nazionale per i diritti umani delle Filippine (CHR) nella giornata di ieri ha ufficialmente chiesto a 47 grandi aziende di rispondere dell’impatto che le loro attività economiche hanno sul clima globale a causa dell’uso di combustibili fossili e delle possibili conseguenti violazioni dei diritti umani. Tra le aziende citate figurano anche Eni e Italcementi, oltre a multinazionali come Chevron, Exxon Mobil e Dutch Shell Total.L’indagine è partita in seguito a una petizione presentata nel settembre 2015 da alcuni sopravvissuti a disastri climatici insieme a diversi esponenti della società civile, tra cui Greenpeace South Asia. La Commissione per i diritti umani delle Filippine ha inviato ieri alle aziende coinvolte una copia della denuncia corredata da un ordine ufficiale che impone alle imprese di rispondere entro 45 giorni.«Siamo stati colpiti da tempeste, siccità ed eventi meteorologici estremi, e i cambiamenti climatici stanno aggravando la situazione. Vogliamo solo vivere una vita dignitosa e tranquilla, senza paura e senza essere in balia delle grandi aziende che si interessano solo ai loro profitti. Non abbiamo scelta, dobbiamo difendere i nostri diritti. Vogliamo giustizia, e la possibilità di proteggere quel poco che abbiamo lasciato ai nostri figli», dichiara Veronica “Derek” Cabe, tra i promotori della petizione, proveniente dalla provincia filippina di Bataan.In questa zona delle Filippine le comunità locali si stanno battendo contro la costruzione di una nuova centrale a carbone e alcuni impianti di stoccaggio di questo combustibile fossile. Proteste che potrebbero esser costate la vita a Gloria Capitan, una delle leader della comunità, assassinata in un agguato lo scorso 1 luglio.I firmatari della petizione da cui è partita l’indagine hanno chiesto alla Commissione anche di sollecitare le aziende a presentare i propri piani d’azione per eliminare, contrastare e prevenire gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici. Inoltre i promotori di questa iniziativa chiedono di fermare in tutto il mondo l’estrazione di combustibili fossili: un altro segnale chiaro per aziende e governi, che devono cambiare immediatamente rotta e dirigersi da subito verso un futuro 100 per cento rinnovabile per tutti.«Coloro che hanno guadagnato di più dall’emissione di gas serra in atmosfera devono ora impegnarsi a evitare altri disastri provocati dai cambiamenti climatici. Questo è il primo passo nella giusta direzione. Il coraggioso popolo filippino è il primo a chiedere ai più grandi inquinatori del mondo di rendere conto delle proprie emissioni», afferma Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International.È la prima volta che un organo istituzionale come la Commissione filippina per i diritti umani prende provvedimenti per verificare gli impatti dei cambiamenti climatici sui diritti umani e le responsabilità delle aziende. Le udienze preliminari dovrebbero iniziare il prossimo ottobre.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polis Fondi SGR ha approvato la relazione semestrale del Fondo Polis

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

La_Borsa_-_Dettaglio_-_Foto_di_Giovanni_Dall'OrtoIl Consiglio di Amministrazione di Polis Fondi SGR.p.A. ha approvato la relazione del Fondo Polis al 30 giugno 2016, dalla quale emerge un valore complessivo netto del Fondo a fine periodo pari a € 203.335.045 ed un valore della quota di € 1.576,241, con un decremento di Euro 33,069 rispetto al valore al 31 dicembre 2015 di Euro 1.609,310.La performance negativa del primo semestre è stata pari al 2,05%.Il tasso interno di rendimento dall’inizio dell’attività, alla data del 30 giugno 2016 risulta positivo e pari all’1,76%.Il valore del portafoglio immobiliare del Fondo al 30 giugno 2016 è pari ad Euro 168.990.000.
In conseguenza della valutazione del portafoglio immobiliare al 30 giugno 2016 da parte dell’esperto indipendente, si è proceduto a svalutazione degli immobili, su analogo perimetro, per complessivi Euro 1.600.000.La gestione del primo semestre dell’esercizio ha evidenziato un risultato negativo pari ad Euro 4.265.956, determinato oltre che dalla citata svalutazione del portafoglio immobiliare, dalla perdita da realizzo sulla vendita dell’immobile in Gorgonzola, dai costi relativi alla gestione dei beni immobili e di quelli del Fondo.I ricavi da locazione, comprensivi degli oneri rivalsabili, risultano pari ad Euro 5.418.300, in decremento rispetto ad analogo periodo del precedente esercizio (Euro 6.488.835), in conseguenza del venir meno, rispetto al semestre del precedente esercizio, dei canoni degli immobili ceduti (Assago – edificio U4- ottobre 2015, e Gorgonzola – maggio 2016).
La liquidità disponibile a fine giugno ammonta ad Euro 36.409.023.
Tra gli “eventi successivi alla chiusura dell’esercizio” si segnala la stipula del rogito di vendita in data 15 luglio 2016 dell’immobile in Roma (via Costi), al fondo Metropolis, per un corrispettivo di Euro 13.000.000 ed incasso del saldo prezzo pari ad Euro 10.400.000.Si conferma infine che la SGR intende proseguire con l’attuazione del piano di dismissione, con particolare riferimento agli asset che per tipologia, localizzazione e redditività possono esprimere al meglio la loro valorizzazione, e proseguire con l’ottimizzazione dello stato occupazionale attraverso la gestione attiva della porzione di portafoglio da locare o da ri-locare. Polis Fondi SGR è partecipata da 6 Banche Popolari (UBI Banca, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Vicenza, Sanfelice 1893 Banca Popolare e Banca Valsabbina) e da Unione Fiduciaria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La Regione Piemonte rinnova il proprio impegno per la cooperazione internazionale anche per il 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

regione piemonte«Le risorse destinate alla cooperazione internazionale saranno incrementate del 60% rispetto all’anno 2015. Siamo consapevoli che non sono ancora sufficienti ma abbiamo voluto dare così un segno concreto di inversione di tendenza . Così, approvando il piano annuale “Interventi regionali per la promozione di una cultura ed educazione di pace per la cooperazione e la solidarietà internazionale” per l’anno 2016, abbiamo confermato un impegno che favorisce lo sviluppo dei Paesi del Sud del mondo e contribuisce ad affrontare le cause che portano al drammatico esodo dei migranti» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alla cooperazione decentrata della Regione Piemonte.Le risorse investite dalla Regione Piemonte per il 2016 nei progetti di cooperazione saranno in totale 180.000 e verranno principalmente investiti per promuovere due iniziative a sostegno della progettualità delle Autonomie Locali:
– verrà rinnovato l’impegno per il Burkina Faso in continuità con quanto realizzato nell’anno 2015 in collaborazione con ACRI (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Italiane) e le Fondazioni partner dell’Iniziativa Fondazioni for Africa Burkina Faso. Il valore complessivo del bando sarà di almeno 100.000 euro grazie al co-finanziamento di ACRI per una quota di 50.000 euro;
– verrà predisposto un nuovo Bando pubblico “Piemonte&Senegal Partenariati territoriali per un futuro sostenibile” per l’anno 2016. Con il Bando verranno finanziate le iniziative di cooperazione decentrata delle autonomie locali piemontesi in Senegal, Paese partner di lunga data della Regione e del territorio piemontese, nonché luogo di provenienza di significativi flussi migratori. Il valore complessivo del bando sarà di almeno 80.000 euro di contributi regionali.«Non solo investimenti, ma anche sviluppo della rete regionale per la cooperazione internazionale. In questa ottica si inserisce l’accordo di collaborazione che verrà sottoscritto con il Consorzio delle Ong Piemontesi e il Coordinamento dei Comuni per la pace della provincia di Torino, che costituiscono le principali reti di istituzioni e della società civile relative al solo ambito regionale. Inoltre, a seguito dell’avvio dei progetti di cooperazione decentrata finanziati con il Bando Piemonte&Burkina Faso 2015, abbiamo intenzione di promuovere e coordinare un Tavolo di lavoro Piemonte&Burkina Faso» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alla cooperazione decentrata della Regione Piemonte.
Il piano annuale di interventi regionali per la cooperazione prevede infine continuità per progetti Europei quali Actecim, Russade e JeuNEAP!. Nell’arco del 2016 il Piano valorizza momenti di informazione nell’ambito di importanti e specifici eventi pubblici, tra questi Radici a Scuola e Terra Madre. Per rafforzare e consolidare ulteriormente i risultati ottenuti dalle iniziative promosse negli anni passati in campo agro-zootecnico, il Piano prevede, sulla base dell’Accordo di collaborazione sottoscritto dalla Regione Piemonte e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, di sostenere interventi per la valorizzazione del Riso Rosso Torokò in Burkina Faso e del caprino del Planalto di Bolona a Capo Verde.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centrodestra: occorre chiarezza e coerenza

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

meloni«Io ragiono con semplicità. Punto numero uno: Parisi non avrebbe i nostri voti se volesse andare al governo con Renzi. Punto numero due: Berlusconi dica se è favorevole ad un Renzi bis. Punto numero tre: il centrodestra deve avere programmi coerenti su Europa, banche, immigrazione. E per selezionare la classe dirigente ci vogliono le primarie perché non si può fare che arriva uno e dice “io sono il capo”. Parisi da quale parte della barricata sta? Ancora non l’ho capito. Io sono pronta a confrontarmi. Dice No al referendum? non basta. Noi abbiamo fatto un incontro sabato scorso ad Arezzo dove c’era quel pezzo di centrodestra e di Fi convintamente contro il referendum e i minestroni. C’erano Maroni e Toti, due presidenti di Regione e c’erano quasi tutti i sindaci dei comuni capoluogo. C’era un centrodestra che già vince sui territori. Da qui si riparte, dalla chiarezza e dalla coerenza»
Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni in un’intervista al quotidiano “La Stampa”.
«Non metto bocca sulle questioni interne ad un altro partito. Il problema è un altro: Parisi è funzionale ad un governo Renzi bis in caso di vittoria del No al referendum? Certamente un governo di unità nazionale non avrà i nostri voti. Parisi ha detto senza infingimenti che in caso di vittoria del No Renzi può rimanere. Come la pensa Berlusconi non lo so: non ci parlo da quando ha deciso di sostenere Marchini a Roma. Osservo che la figura di Parisi è quella più dialogante con Renzi nella prospettiva che Renzi non sia autosufficiente dopo il referendum. Anche il nuovo protagonismo di Alfano è un sintomo di questa prospettiva: per lui essere moderati significa essere inciucisti e farsi eleggere da una parte e poi andare al governo con quella avversa. Basta ammucchiate: non siamo disponibili e non lo sono più i cittadini. L’esperienza di Roma ha dimostrato che puoi stipare tutti i pezzi che vuoi, mettere insieme Marchini e Storace, ma la gente non ti vota. Io sono da sola ho preso più del doppio di Marchini», ha detto Meloni.
«Se Renzi fosse un uomo di Stato dovrebbe proporre fin d’ora che di sederci attorno ad un tavolo e discutere e approvare in Parlamento un nuovo sistema elettorale in caso di vittoria del No. Sarebbe una clausola di salvaguardia che eviterebbe i laboratori politici dentro i Palazzi. Tutto si può fare tranne esperimenti di Partito della Nazione», ha spiegato Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Missione Boldrini-Boschi in Usa

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Boldrini lauramaria elena boschiIl presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e ministro degli Affari esteri, Paolo Gentiloni, in merito alla partecipazione di Laura Boldrini e Maria Elena Boschi alla convention democratica in Usa.“E’ noto – scrive Brunetta – che nella settimana corrente una folta delegazione istituzionale del nostro Paese sia in visita negli Stati Uniti per partecipare alla convention dei Democratici a Philadelphia, in cui sarà ufficializzata la nomination di Hillary Clinton come candidata alla Casa Bianca. Della delegazione fanno sicuramente parte la presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, e il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi”.
“E’ meno nota – sottolinea il capogruppo azzurro – la dinamica degli inviti, e il sostegno del governo alla suddetta missione, nonché, più in generale, il rapporto delle nostre Istituzioni con le elezioni presidenziali americane, dato che la scorsa settimana a Cleveland, sede della convention dei Repubblicani che ha ufficializzato la candidatura di Donald Trump, la presenza dell’Italia era limitata al solo Armando Varricchio, ambasciatore del nostro Paese negli Stati Uniti”.
Brunetta chiede di sapere “sulla base di quali inviti, quali criteri e quali motivazioni sia stata composta la delegazione istituzionale presente all’interno della convention dei Democratici a Philadelphia, e se e come il governo italiano abbia sostenuto tale missione, anche in riferimento ai costi”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Filmmaster Events è pronta per Rio 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Esattamente 10 anni dopo le Cerimonie di Torino 2006 Filmmaster Events in partnership con SRCOM (CC2016) scende in campo per una nuova olimpiade, tutto è pronto al Maracana Stadium di Rio, il 5 agosto alle 20 locali inizierà lo spettacolo più bello del mondo, dietro il quale il team sta lavorando dal 2011.Uno spettacolo lungo oltre 3 ore che porterà in scena le tradizioni e la cultura brasiliana, un paese dall’incredibile storia. Saranno la musica, i colori, le città, l’innovazione e la tradizione di ogni angolo del paeseolimpiadi rio i grandi protagonisti. Una storia quella del Brasile, relativamente giovane, ma estremamente ricca di momenti significativi.I registi che firmeranno le Cerimonie Olimpiche saranno: Fernando Meirelles, regista brasiliano noto a livello mondiale per aver diretto il film “City of God” nominato agli Oscar nel 2004; Daniela Thomas, regista di teatro e di cinema con una grande esperienza creativa nel set design e nei costumi di scena; Andrucha Waddington, uno dei più importanti e talentuosi registi brasiliani.I 3 registi in questi 5 anni hanno lavorato alla creatività coordinati dal team di CC2016, che ha saputo organizzare e mettere in piedi una macchina produttiva di dimensioni incredibili.I numeri delle cerimonie:
12.000 i perfomer volontari che saranno tra i protagonisti delle cerimonie e per i quali sono state effettuate 1.500 ore di prove. Lo staff di produzione che sta guidando i lavori è composto da 150 professionisti provenienti da tutto il mondo a cui si affiancano circa 1.000 volontari locali di produzione per 400.000 ore di lavoro totali. Previsti l’impiego di 3.000 kg di fuochi d’artificio, 14 km di cavi, 2.000 luci, 76.000 kg di impalcature. (foto: olimpiadi rio)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Profughi in Expo

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

maroniMaroni a Radio 24: E’ illegale. Se Sala va avanti farò ricorso – Regione Lombardia esclusa dal vertice in prefettura? Decisione politica che non capisco. “Il Campo base? io sono assolutamente contrario” così il presidente Roberto Maroni ai microfoni di Si Può Fare su Radio 24 sul progetto di trasferire i migranti nell’area di Expo, alle porte di Milano, come annunciato dal sindaco di Milano Beppe Sala. Il presidente Maroni spiega anche: “Il campo base è del comune di Rho e l’impegno delle società Expo e Arexpo è di smontare il campo base e di riconsegnarlo al comune di Rho. Non si può fare quello che Sala vuole fare e quello che il prefetto dice di voler fare dal 1° settembre. E’ illegale”. Al giornalista che chiede se il prefetto non possa decidere, il governatore lombardo risponde: “Se lo fa, viola un accordo di programma sottoscritto dalle istituzioni. In quel caso io mi attiverò perché venga rispettato quell’accordo di programma in tutte le sedi possibili e immaginabili”. Il presidente Maroni a Radio 24 critica anche la mancata convocazione della regione all’incontro in prefettura durante il quale è stata presa la decisione: “noi Regione non siamo stati né informati né invitati. E’ stata una decisione politica quella di escluderci. Una decisione che non accetto e non capisco”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Leave a Comment »

Gli editori si dimettono dall’Aie

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

editoriIl modo in cui è stato gestito l’affaire Salone del libro ha creato un forte malcontento da parte di molti editori soci. Indipendentemente dal risultato (crediamo sia sbagliato voler contrapporre a una grande fiera italiana un evento concorrenziale laddove invece bisognerebbe moltiplicare, e non dividere, le occasioni di avvicinamento alla lettura, che è tra i fini statutari dell’associazione: quindi ben venga un’altra fiera ma perché in concorrenza e negli stessi giorni?), ciò che ci ha lasciato perplessi è il modo in cui la decisione è stata presa, senza una seria, reale e approfondita consultazione di tutti i soci.
Non ci riconosciamo né in questa scelta dell’associazione né tantomeno nella modalità di determinarla, non ci sentiamo insomma rappresentati da questa Associazione, pertanto diamo qui le nostre dimissioni dall’AIE con effetto immediato.
Ci auguriamo che, trattandosi di un’associazione che ha l’ambizione di rappresentare un’ampia parte del mercato editoriale italiano (il sito istituzionale parla del 90%: forse facendo riferimento ai fatturati e non certo alla reale pluralità dei soggetti operanti nel settore), ma il cui maldestro operato in questo frangente ha come primo effetto tangibile il venir meno di un numero consistente di soci e al tempo stesso il malcontento di altri soci che restano iscritti, la Presidenza dell’AIE voglia riconsiderare le sue posizioni e i suoi atteggiamenti, al fine di diventare davvero un soggetto rappresentativo, efficace e in cui tutti gli editori – pur con la naturale diversità, tema certo a noi molto caro – possano sentirsi ascoltati e riconoscersi. (foto: editori)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salone Libro: le precisazioni dell’Associazione Italiana Editori

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Più libri più liberi 2010_Foto di Jacopo Pergameno_Courtesy AIE_Associazione Italiana Editori_PANORAMICA_Per ricostruire correttamente le notizie che hanno portato l’Associazione Italiana Editori alla decisione del Consiglio Generale di ieri, AIE precisa che:
– Il recesso di AIE come socio fondatore della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura è stato deciso all’unanimità nel Consiglio Generale di AIE nella riunione del 25 febbraio 2016;
– Se ne è rimandata la formalizzazione a dopo il Salone 2016 e dopo la tornata elettorale, per evitare strumentalizzazioni di tipo politico;
-Questo recesso non implicava in alcun modo la decisione di un altro Salone. Si era invece deciso di dare il massimo supporto all’edizione 2016 dell’appuntamento torinese. E così è stato;
– Intenzione di AIE era uscire dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, non spostarsi altrove;
– Il lavoro impostato dalla Commissione AIE Promozione del Libro è stato avviato a marzo sulla base degli stimoli pervenuti da vari soggetti fieristici, per costituire un sistema di eventi e fiere che diventasse di ispirazione per azioni concrete di promozione culturale e della lettura.
– Il progetto pervenuto da Fiera Milano è stato ritenuto convincente dalla Commissione e proposto al Consiglio generale, che ieri democraticamente ha deciso.
– Il recesso di AIE come socio fondatore è stato inviato solo oggi, 28 luglio 2016;
– La joint venture con Fiera Milano sarà costituita solo a settembre. (n.r. prendiamo atto di quanto c’informa l’Aie ma l’iniziativa non ci convince e non la condividiamo. E’ stata, a nostro avviso, improvvida e totalmente sbagliata. Torino è e resta una sede ideale sia per la sua grande tradizione libraria e letteraria sia per la sua capacità di aggregare forze vive e sensibili nel campo dell’editoria e che di questi tempi sono forze che l’Aie avrebbe dovuto tener da conto e a farne tesoro e non certo per dividerle come sta purtroppo accadendo.) (foto: editori)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: Padoan chiarisca rapporti tra Mef e Jp Morgan

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

padoanIl presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, per chiarire i rapporti tra il suo Ministero e JP Morgan, la banca d’affari che ha fiutato l’enorme affanno del governo sui dossier bancari e ne approfitta.“L’entità delle consulenze che il Tesoro e i suoi satelliti stanno pagando alla banca d’affari americana – afferma Brunetta – è strabiliante. Centinaia di milioni di euro per non meglio precisate consulenze su crediti deteriorati, affari rischiosi e stigmatizzati dalla Corte dei Conti come il sostegno al finanziamento della Pedemontana Veneta e molto altro ancora.Sorge il dubbio: vista la cifra sbalorditiva, si tratta di vere consulenze? Oppure è un modo come un altro per remunerare a caro prezzo il ruolo di JP Morgan nell’aumento di capitale di Monte dei Paschi di Siena? Aumento che – ricordiamolo – dovrebbe essere del tutto privato, e quindi non può essere sostenuto né tantomeno addolcito dallo Stato.
Le cifre pagate a JP Morgan sono dunque premi per il rischio-Paese ‘vestiti’ da consulenza? E infine, Renzi ha parlato anche del futuro governatore Bankitalia con il Ceo di JP Morgan? Che Grilli ha per la testa?”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centrify e Cloudera estendono il modello Open Data alla cybersecurity

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

cyber securityCloudera, fornitore globale della piattaforma di analisi e gestione dei dati più veloce, semplice e sicura basata su Apache Hadoop™ e delle più recenti tecnologie open source, e Centrify, leader nella protezione delle identità aziendali, hanno annunciato l’ingresso di Centrify nel progetto Open Network Insight (ONI). ONI è un progetto di cybersecurity open source basato su Apache 2.0 che sfrutta i big data e l’apprendimento automatico per rilevare le minacce avanzate. ONI fornisce un modello open data per la rete e con l’adesione di Centrify al progetto includerà anche l’identità: in questo modo Centrify permette agli utenti di centralizzare i dati relativi all’identità e alle credenziali dell’account, di integrarli nelle applicazioni di cybersecurity che sfruttano ONI e di condividere le analisi e l’intelligence sulle minacce correlate con i colleghi del settore.“La partecipazione di Centrify segna una tappa importante per ONI,” ha affermato Tom Reilly, chief executive officer di Cloudera. “Grazie alla possibilità di integrare informazioni relative alle identità dell’utente insieme ai dati relativi al traffico di rete e agli endpoint, il progetto rispetta il suo obiettivo di supportare un’ampia gamma di fonti di dati per la sicurezza informatica che possono essere utilizzati per identificare le minacce avanzate e gli attacchi cibernetici”.Dati approfonditi su come le identità vengono utilizzate sono fondamentali, visto che l’utilizzo di credenziali violate ha portato ad alcune delle più grandi violazioni della storia. Inoltre, Il report Verizon Data Breach Investigations Report (DBIR) del 2016[1] afferma che le credenziali sottratte e utilizzate in modo improprio continuano a rivestire un ruolo importante nella maggior parte delle violazioni dei dati. Con Centrify, ONI fornirà le analisi on-demand necessarie per comprendere come gli account e le attività degli utenti influenzano la sicurezza e la conformità all’interno degli ambienti degli utenti stessi.“Siamo lieti di entrare a far parte della community ONI community per espandere ulteriormente il modello open data alla sicurezza basata sull’identità,” spiega Bill Mann, Chief Product Officer di Centrify. “Il nostro approccio alla cybersecurity deve essere ripensato, e ONI ne è un esempio. Le azioni della community ricopriranno un ruolo fondamentale nel futuro della cybersecurity dal momento che questo progetto sfrutta l’apprendimento automatic e le analisi dei big data in modi che affrontano i rischi in modo rapido, efficiente e preciso.Centrify entra a far parte di una community in crescita che include partner e clienti di Cloudera in ambito cybersecurity, tra cui Anomali, Cloudwick, Intel, Jask, Cybraics e Webroot. Per maggiori informazioni su ONI: http://open-network-insight.org/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mozione Corberi: accolte le modifiche del M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

regione lombardiaIl Consiglio regionale ha approvato una mozione per il rilancio del Corberi di Limbiate con il voto favorevole del Movimento 5 Stelle.
Nel corso della discussione M5S ha presentato numerose modifiche e integrazioni alla mozione di Forza Italia che sono state accolte positivamente dall’Aula.Per Gianmarco Corbetta, consigliere del M5S Lombardia, dichiara: “Grazie al nostro lavoro, ora la Regione lavorerà al riconoscimento della natura socio-sanitaria dell’assistenza erogata al Corberi, superando finalmente quella sorta di “limbo” in cui versa ormai da troppi anni. E’ un primo fondamentale risultato per salvare il Corberi dal declino”.”Ci siamo poi attivati – continua il capogruppo del M5S Lombardia – affinché nella realizzazione del progetto “Cittadella della Fragilità” venga mantenuta la natura pubblica del presidio: siamo favorevoli al rilancio del Corberi, ma niente speculazioni private. Infine, ci siamo battuti perché tutti i 109 pazienti attualmente presenti nella struttura rimangano dove sono (stop alla politica dei trasferimenti); devono inoltre essere tutelati i posti di lavoro e coinvolti le associazioni dei parenti dei pazienti in tutte le fasi dell’iter decisionale”.”Ora vigileremo affinché questo atto di indirizzo del Consiglio Regionale non resti lettera morta, come troppo spesso succede in questi casi. Maroni e la sua Giunta faccia la sua parte per assicurare nuova vita al Corberi, garantendo la continuità assistenziale e migliorando la qualità di vita degli ospiti residenti”, conclude il consigliere regionale.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Ttip è una minaccia per l’agricoltura europea

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

agricoltura europea1Il Ttip, il trattato di libero scambio tra Ue e Usa, rappresenta una grave minaccia per il comparto agroalimentare europeo, ed in particolare italiano; ed è per questo – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – che attendiamo venga messa la parola fine su questa trattativa.
Il Ttip – continua Tiso – ha come obiettivo quello di svendere il patrimonio pubblico europeo a favore delle multinazionali e, se approvato, avrebbe gravi ripercussioni sulla cittadinanza del vecchio continente. In particolare – prosegue Tiso – preoccupa il superamento del principio di precauzione e quindi la possibilità di introdurre nel mercato agroalimentare produzioni dalla qualità e salubrità non certificata.Il nostro auspicio – conclude Tiso – è quello di poter festeggiare presto il superamento di questo trattato, ma ancora di più quello di poter condividere con le istituzioni comunitarie un nuovo modello di crescita e di sviluppo che abbia al centro proprio la qualità delle produzioni agricole.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: Consiglio metropolitano

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

torinoIl Consiglio metropolitano di Torino, presieduto per la prima volta da Chiara Appendino in veste di sindaca metropolitana, ha approvato all’unanimità la delibera che prende atto degli equilibri di Bilancio, in vista dell’approvazione del Bilancio di previsione 2016, prevista dopo la pausa estiva. Tutte le forze politiche presenti in Consiglio hanno convenuto su un testo tecnico che evita ogni richiamo a possibile pre dissesto dell’Ente, votando un emendamento proposto dal gruppo consiliare “Città di Città” ed illustrato da Alberto Avetta con il quale si ribadisce l’intenzione di approvare il Bilancio di previsione dopo la pausa estiva e di far partire le procedure per servizi essenziali non rinviabili come lo sgombero neve e la manutenzione degli edifici scolastici delle scuole medie superiori.La Sindaca Appendino ha ricordato che i tempi per la preparazione della Delibera sono stati molto stretti e che il quadro normativo e i tagli alla risorse decisi dal Governo mettono a rischio l’erogazione di servizi essenziali, nonostante le molte competenze rimaste in capo alle Città Metropolitane. “Le Città Metropolitane non possono essere considerato un peso, ma Enti che erogano servizi essenziali. – ha sottolineato Appendino – Non stiamo parlando di sprechi da ridurre ma di servizi essenziali da garantire”.Condivisa da tutte le forze politiche anche la volontà di rilanciare il ruolo della Citta metropolitana di Torino come motore di sviluppo locale dell’intero territorio.Il Consiglio metropolitano ha anche approvato la surroga di consiglieri metropoliani con l’ingresso dei sindaci di Orbassano e Verolengo, la convenzione con il Csi Piemonte per il secondo semestre del 2016 e ad una serie di dismissione di tratti di strade provinciali.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aeroporto Comiso: favorire qualità ed esperienza

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

aeroporto-di-comisoPalermo. “Alla vigilia del rinnovo dei vertici di SoACo che gestisce l’aeroporto di Comiso, non posso che ribadire ciò che dissi il 28 marzo, in un’intervista rilasciata a ‘La Sicilia’. Allora fui chiaro nel dire che c’è bisogno di discontinuità; non solo riguardo alle persone, ma soprattutto sui metodi e sulle strategie. Quando invocai che se cambio doveva esserci, dovevano arrivare manager di altissima qualità, di spessore e profilo consolidati – portando ad esempio le scelte fatte per gli aeroporti di Milano, di Olbia e di Parma – e quando invitai il Comune di Comiso a guardare verso realtà più importanti della nostra, auspicai uno scatto d’orgoglio per rompere – dissi allora – arretratezze e pressapochismo, perché la società di gestione dell’aeroporto di Comiso non può diventare strumento di compensazione per gruppi, partiti e correnti politiche, ma oggetto di competenze specifiche. Parole che faccio mie anche adesso e che ho detto al sindaco di Comiso, Filippo Spataro, con cui mi sono sentito qualche minuto dopo il rinnovo dei vertici della SAC, dicendogli che adesso è il momento di privilegiare qualità ed esperienza anche nello scalo casmeneo”. Lo afferma Nino Minardo, deputato di Area popolare.
“Le argomentazioni, le critiche e le proposte che esprime in queste ore Gianni Scapellato, manager di eccellente valore, direttore degli aeroporti di Rimini e Milano Malpensa, devono essere sprone e stimolo alla vigila delle ultime decisioni e non interpretate come mera polemica. Nessuna guerra intestina, nessuna ‘sfida’ all’ultima poltrona, ma solo parole che siano una spinta a fare meglio. Affinché lo scalo ibleo migliori, bisogna partire da ciò che di buono è stato fatto, dai numeri dei passeggeri in costante aumento (il milionesimo è stato qualche giorno fa), dalla crescita esponenziale che è evidente e documentabile. Ma per il salto di qualità definitivo, ciò non basta. E’ necessario – prosegue Minardo – che chi è chiamato a decidere sulla scelta del nuovo management, con umiltà capisca che è finito il tempo del sottogoverno, dei contentini e delle mezze soluzioni; bisogna scegliere il meglio, tanto più se proveniente da questo territorio, al fine di restituire identità e visione di prospettiva ad uno scalo che non può più dormire sugli allori, ammesso che ce ne siano già stati, ma deve trovare una dimensione autonoma, anche rispetto allo scalo catanese, rafforzando rotte e presenze di compagnie strategiche, aumentando le linee e, soprattutto, schedulando collegamenti con le principali destinazioni italiane che aiutino il territorio a superare il gap infrastrutturale che penalizza aziende ma anche studenti e professionisti residenti. Dall’altro lato, lo scalo di Comiso esige doveroso rispetto anche da quel Governo nazionale che continua a giocare a rimpiattino con la Regione a proposito delle risorse contenute nel mio emendamento che sancisce la ‘Continuità territoriale’, e che porterebbero nuove rotte da e per Comiso”.
“E se questo è un altro segnale di disattenzione di questo governo ‘romano’ – ma quello ‘palermitano’ non è sicuramente da meno in fatto di menefreghismo verso la nostra provincia, anzi – il mio atteggiamento critico ed il mio ‘distacco’ verso chi nulla fa per la nostra terra, la ignora e la ‘offende’, aumenta in modo inversamente proporzionale al loro disinteresse. Si cambi rotta, insomma. Si pensi all’aeroporto di Comiso come ad una risorsa e ad un’opportunità unica; si prendano le parole di Scapellato per ciò che sono davvero, un invito a fare meglio e non una critica e basta. L’aeroporto di Comiso oggi – conclude Minardo – è la nostra sfida. La sfida di un intero territorio”.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »