Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Politica: I moderati cercano una nuova area di consenso condiviso

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2016

“Nella dialettica sempre più accesa tra i leader, o presunti tali, della vasta area del centro destra il tormentone estivo è: con Parisi o senza Parisi? Dilemma che, letto in filigrana, diventa che farà NCD, o meglio ancora Area popolare, che si ostina a stare nell’area di governo, mentre gli altri stanno all’opposizione? Qual è il test per capire se è vero senso istituzionale o semplice attaccamento alle poltrone? Analogamente per il Referendum: il no di Parisi è alla Riforma costituzionale sembra un tutt’uno con il sì a Berlusconi, che lo ha investito di questa nuova leadership con una condizione chiara e forte. Il No al Referendum. Ridurre tutto al solo problema Salvini non rende conto della complessità delle battaglie che si stanno conducendo, anche in modo sommerso e trasversale”.Lo dichiara l’on. di Area popolare Paola Binetti. “Ma nella confusione generale, che si manifesta con la triste eloquenza dei numeri, sempre più devono emergere alcune questioni di fondo, che da un po’ di tempo sembrano passate in secondo o terzo
piano. Che sistema Paese vogliamo, quale cultura di governo consideriamo realmente efficace. Come intendiamo – spiega Binetti –
declinare alcune parole forti, per esempio la laicità dello Stato da una parte e la religiosità popolare dall’altro; che senso ha il
liberalismo autoreferenziale di chi oggi intende trasformare i desideri in diritti. Come riappropriarci di quella responsabilità
sociale di chi crede che l’educazione alla cittadinanza abbia ancora una connotazione forte. Salvini è fuori da molte di queste domande, impegnato in una serie di lotte personali con questo o con quello, quando sembrano fargli ombra, rifiutato o corteggiato a seconda deimomenti e degli interlocutori. Ma – prosegue Binetti – il punto nodale della questione è davvero un altro: Parisi, magari con Berlusconi, stenderà un programma del tipo prendere o lasciare, o ci sarà spazio per una costruzione condivisa di un progetto alternativo al Pd di Matteo Renzi e al M5S di Grillo & co. Che spazio ci sarà in questa nuova area, ad esempio, per un sostegno reale alla famiglia, non solo sul piano economico, attualmente inesistente, ma anche sul piano culturale dei modelli di riferimento, della sua coesione, delle politiche per la genitorialità nella sua forma più naturale: un padre e una madre per ogni bambino. Quanto interesserà a questa area emergente una lotta decisa alle dipendenze, siano esse la cannabis o il gioco d’azzardo, che tanto sembrano piacere a questo governo.. In che misura la politica per le pensioni terrà conto delle nuove generazioni, del loro diritto al lavoro oggi e ad una vecchiaia serena domani. Di – argomenta Binetti – questo vogliamo e dobbiamo parlare, anche perché in Area popolare questi sono i temi della identità differenziale di cui parla Alfano, quando propone sostegno leale al governo, ma senza rinunciare a valori e convinzioni. Non vogliamo sapere che dice o che dirà Parisi su questi temi, vogliamo che si costruisca una nuova area politico-culturale con valori condivisi e non solo con leadership che si contendono la rappresentanza di una identità inespressa”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: