Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Referendum per il No

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2016

costituzione1“Non è la prima volta oggi che i giornali internazionali, forse ispirati dal Presidente del Consiglio, dicono che il ‘no’ al referendum costituzionale di autunno rischia di compromettere la crescita non solo del nostro Paese, ma dell’intera Eurozona”. Lo afferma, in una nota, Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia. “Premesso che il Financial Times – aggiunge –, che ha pubblicato l’ultimo editoriale che propone questa linea, non ne azzecca mai una (si pensi ai fiumi di parole scritti sulla Brexit), oggi si dimostra quanto mai superficiale, per almeno due ordini di motivi: 1) è il Sì al referendum il problema, perché col Sì le prossime elezioni politiche saranno vinte da quel Movimento 5 Stelle che il FT vorrebbe scongiurare e che rappresenterebbe il massimo dell’instabilità politica; 2) è Renzi, che il FT oggi protegge, il vero produttore della bassa crescita in Italia, è lui che ha diviso il paese con le sue folli riforme”. Per Brunetta “Renzi non era la soluzione al problema dell’instabilità del nostro Paese, Renzi è diventato il problema. Renzi, con le sue cattive riforme istituzionali, con la sua cattiva riforma elettorale, con la sua indegna riforma costituzionale, è diventato il problema per l’Italia, è diventato l’instabilità. Renzi – continua –, con i suoi decreti sulle banche, coi suoi conflitti di interesse, con il suo ‘Giglio magico’, con i suoi errori, con la sua inconsistenza tecnico-politica e istituzionale, è diventato il problema, è diventato l’instabilità. Renzi è la non credibilità del Governo italiano, sia verso l’interno, verso i cittadini italiani, sia verso i mercati a livello internazionale. Il ‘no’ al referendum di autunno spazzerà via Renzi e il suo Governo e produrrà una nuova stabilità”. “Gli italiani non si fanno prendere in giro da Renzi e dal FT: si ricorderanno di tutto questo in autunno, con il ‘no’ al referendum, con il ‘no’ a Renzi, con il ‘no’ a questo Governo delle tragedie, delle tragedie economiche, dell’opportunismo, della distruzione dell’economia italiana. Con il ‘no’ d’autunno Renzi andrà a casa, tornerà la democrazia in Italia e il Paese si ricompatterà. Meglio tardi che mai”, conclude Brunetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: