Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 18 agosto 2016

XXVII Busker Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

ilaria fonteIrene_BuskerCarpineto Romano (RM) 25 – 26 agosto dalle ore 16.30. il Carpineto Romano Busker Festival, è l’appuntamento imperdibile per tutti coloro che hanno voglia di buttarsi in due giorni unici di teatro, musica, performance e installazioni artistiche all’insegna della libertà. Dal 1990 a oggi, infatti, in occasione del Festival, le strade di Carpineto Romano si animano di quell’arte in grado di abitare ogni angolo urbano, in piena tradizione “baschera”, dando vita a una festa unica di musica e colori. Anche per il 2016 la direzione artistica sarà affidata alle ScuderieMArteLive di Peppe Casa, con il coordinamento artistico di Linda Fiocco; tra le novità di questa edizione, l’apertura di palazzi signorili quali Casa Pasquali-Coluzzi e il cortile di Casa Pecci Caldarozzi – Prosperi Mangili ad ospitare esposizioni pittoriche e spettacoli teatrali, e l’aumento delle postazioni artistiche, elementi che apriranno agli spettatori inediti scorci paesaggistici, per una nuova esperienza empirica della cittadina d’arte di Carpineto Romano.
Daniele SardellaTra gli ospiti confermati per le arti circensi, Gran Lebuski con la comicità del suo teatro di strada, Ilaria Fonte col suo spettacolo di acrobatica aerea “Fashionissima Me”, Bon Bon Rouge con la clownerie teatrale del suo “Na scarpa e na panchina!” , Andrea Corridoni e il “Momento Poetico” delle sue bolle di sapone, Alessia Muntoni in arte Edera e la sua performance di fuoco, Irene Croce col contorsionismo acrobatico delle sue danze, Manuela Colore in arte Zingamu e la sua statua dal movimento immobile, Daniele Sardella e il suo esilarante spettacolo de “Il Circo Equilibrato”, Aurora col suo spettacolo su trampoli, Elia Bartoli performer di “GiocoElia”, Novella Morellini dell’Associazione Catapulta con lo spettacolo e il laboratorio di equilibrismo.Per il teatro, Guglielmo Bartoli e Paolo Trento presentano “Non apriteci la porta!” mentre Eduardo Ricciardelli propone ”Pulcinella il folle Antonio”; per la pittura, ospiti Anna Battisti e la collettiva di Artiamoci, Associazione di pittura di Carpineto.Per la musica, i one man band Spookyman e L’Indio, il cantautorato jazzistico di Lucio Morelli, lo spettacolo country musicale dei Keet & More, il trio di clown musicisti itineranti La settimana dopo e in chiusura il concerto dei Parranda Groove Factory col loro progetto innovativo tra elettronica, folk e reggae mixati alle ritmiche brasiliane.Diventato ormai parte integrante del patrimonio culturale della cittadina, il Festival Buskers di Carpineto Romano si distingue nel panorama nazionale grazie alla commistione dei tradizionali spettacoli di strada con spettacoli che solitamente trovano spazio solo nei teatri o nei live club come la commedia dell’arte e il teatro d’innovazione, spettacoli di circo contemporaneo con strutture aeree, performer di pittura dal vivo che trasformano piazze e vie in musei.Un ulteriore elemento distintivo che rende questo festival unico sono i laboratori in strada, nati dalla collaborazione Andrea Corridonidegli artisti e di pedagogisti, che coinvolgono i bambini e i loro familiari facendo condividere ai genitori e ai figli momenti di gioco, complicità e collaborazione all’interno di un contesto di festa e cultura rendendo lo spettacolo interattivo e coinvolgente. Quest’anno, oltre al laboratorio di equilibrismo di Novella Morellini e dell’Ass. Catapulta, Irene Croce allestirà laboratori in cui i bambini potranno sperimentare e confrontarsi con le molteplici discipline circensi dalla giocoleria (palline, fazzoletti, cerchi, diabolo, kiwido, nastri, clavette, piatti cinesi, piume pavone) all’equilibrio (filo teso, sfera, trampoli, monociclo, pedalò, rullo). “In 27 anni siamo diventati un punto di riferimento per l’arte di strada di tutta Italia, cosa che rende per due giorni il bellissimo borgo di Carpineto Romano capitale italiana dell’arte, del circo, della musica e del teatro. Una grande soddisfazione per tutto il territorio, fiero di ospitare ogni anno con sempre maggiore partecipazione, un evento nato e pensato proprio per il nostro antico borgo come luogo ideale per le performance. Uno scenario unico dove l’arte di strada attraverso la parola, il gesto, la narrazione e lo spettacolo trova la sua ragione di esistere, si integra e prende forma” ha dichiarato il Sindaco di Carpineto Roma Matteo Battisti. “Il Busker Festival” ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Noemi Campagna “è una delle rassegne più antiche del Comune di Carpineto Romano. In due giorni la città si trasforma, e il centro storico si anima di spettacoli unici. E siccome l’arte è impoertante per tutti, quest’anno, abbiamo anche voluto dare spazio ai laboratori per bambini, che si terranno il Piazza Regina Margherita il pomeriggio dalle 16.30: una novità importante che coinvolge direttamente i più piccoli che rappresentano il futuro della nostra comunità”. (foto: ilaria fonte, Irene_Busker, Daniele Sardella, Andrea Corridoni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

È “La banda Grossi” il primo film italiano finanziato dal web

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

banda grossiÈ successo per la campagna di crowdfunding del film “La banda Grossi”, con Neri Marcorè e Pietro Silva. È il primo film italiano al mondo ad aver avuto così tanto successo, raccogliendo in totale 72.000 euro, ben il 44% in più dell’obiettivo iniziale. Un risultato mai raggiunto prima da un film italiano, grazie anche al lavoro di comunicazione dell’ agenzia “Pensieri e Colori”. Milano, 16 agosto 2016 – Si chiama La banda Grossi ed è il primo film italiano della storia ad essere premiato sul web da sostenitori entusiasti di tutto il mondo, raggiungendo e superando del 44% l’obiettivo della raccolta fondi aperta solo un mese fa su Kickstarter, la piattaforma internazionale leader nel crowdfunding di progetti imprenditoriali creativi. Il film vede vede al lavoro una squadra di giovani appassionati con protagonisti due attori di primo piano, Neri Marcorè e Pietro De Silva ed il 44% di fondi raccolti in più servirà a finanziare il doppiaggio in inglese, permettendo così alla produzione di raggiungere un pubblico internazionale. Il film è la storia vera di banditi eroi ambientata nelle Marche del 1860, all’alba dell’Unità d’Italia il film ed è un progetto dalla casa di produzione marchigiana Cinestudio, in collaborazione con Pensieri e Colori non profit, agenzia di comunicazione e cooperativa sociale di inserimento lavorativo, media partner dell’importante progetto cinematografico. L’agenzia ha curato l’ufficio stampa di La Banda Grossi per tutta la durata della campagna di crowdfunding, contribuendo al suo successo con risultati lusinghieri in termini di visibilità: 22 uscite sui media, dei quali 18 nazionali, in sole due settimane, impegnando nell’ufficio stampa risorse professionali di alto livello e fortemente motivate a sostenere il progetto. Il film uscirà nelle sale nel 2017. “Abbiamo creduto in questo film da subito, perché è una storia vera, avvincente ma profonda, portatrice di valori che condividiamo” dice il direttore di Pensieri e Colori, Renato Vella, “come l’attenzione al tema della povertà e del riscatto sociale; ma anche per l’alta qualità del prodotto culturale, seguito in tutti i dettagli da una squadra di giovani appassionati e preparatissimi tutti, dal regista Claudio Ripalti agli attori, alla costumista che ha disegnato e cucito tutti gli abiti, al compositore delle musiche originali. Senza dimenticare la partecipazione al cast di due attori di primo piano come Neri Marcorè e Pietro De Silva”. Pensieri e Colori Pensieri e Colori è l’agenzia di comunicazione ONLUS di Milano. Si occupa di pubblicità e comunicazione sui canali digitali e classici dal 1995 ed è una cooperativa sociale per l’inserimento lavorativo. (foto: banda grossi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Costituzione coast to coast tour”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

dibattistaIn un Paese in cui i politici sono più spesso insultati che riveriti, c’è un parlamentare che quest’estate sta ricevendo un’accoglienza da rockstar, accoglienza che i suoi rivali possono solo sognare, durante il suo tour in motorino in giro per le località di vacanza.
Quando Alessandro Di Battista, 37 anni, membro di spicco del movimento anti-establishment M5S, è entrato in moto a Desenzano del Garda, centinaia di studenti, genitori, pensionati hanno iniziato a cantare il suo nome e urlare “onestà, onesta”, mentre una donna ha persino urlato: “Sei meraviglioso”.Il benvenuto riservato alla nuova stella M5S in tante piazze stracolme è sufficiente a far venire gli incubi a Matteo Renzi. Di Battista porta avanti il suo tour per condannare il Sì al referendum che Renzi ha programmato per novembre, allo scopo di togliere al Senato i suoi poteri. Il primo ministro ha minacciato le dimissioni se non passeranno le sue riforme, secondo cui il potere legislativo dovrebbe restare alla Camera, in modo da ottimizzare l’attività dell’inerte governo italiano.Gli analisti di mercato temono che se Renzi andasse via, lo stallo politico, combinato con l’enorme debito, la crisi del settore bancario e l’economia stagnante, riporterebbe l’Europa vicina a una dissoluzione in stile Grecia. Molti parlamentari M5S e anche Di Battista vogliono invece che l’Italia lasci l’euro e torni alla lira. Il referendum, in bilico secondo i sondaggi, potrebbe scoppiare in faccia a Renzi e Di Battista dall’altra parte sta accendendo la miccia, grazie ai 150mila italiani che spera di intercettare nelle 26 località toccate in questo mese. Senza dimenticare le centinaia di migliaia di persone che lo raggiungono sulla sua pagina Facebook con 1,1 milioni di fan.
Scendendo dal motorino con jeans e polo, Di Battista ha dimostrato velocemente che ha lo stesso carisma oratorio del fondatore M5S, Beppe Grillo, che ha fatto un passo indietro rispetto ai riflettori nel momento in cui sono emersi i nuovi leader, tra cui lo stesso Di Battista. Descrivendo Renzi come un buffone, egli ha svelato modi e ragioni per cui è possibile accelerare il processo legislativo senza privare gli taliani del loro diritto a scegliere i senatori. “I politici lavorano soltanto martedì e mercoledì, basterebbe farli lavorare dal lunedì al venerdì come facciamo tutti noi. Quando dibattono sulle leggi contro la corruzione ci mettono anni, invece in 20 giorni si votano il finanziamento ai partiti”.Rimangono dubbi certi temi eccentrici del M5S, come quando Di Battista sostiene con forza retorica che i massoni e JpMorgan hanno tramato per far cancellare il Senato e paralizzare la democrazia italiana. Tuttavia il M5S ha rubato la scena a Renzi. Tra la folla presente al Lago di Garda c’è pure Valentina Barbieri, 19 anni, studentessa di arte: “Di Battista parla in modo chiaro e onesto, per far capire anche ai giovani. Un caso molto raro tra i nostri politici”.Altri presenti di mezza età dichiarano di essersi allontanati dalla Lega e avvicinati al M5S, segno di una capacità di attrazione che investe tutto lo spettro politico.“Gli italiani non ne possono più dell’arroganza di Renzi”, ha detto Di Battista al The Times mentre si univa ad attivisti locali per una pizza dopo gli incontri. Ha spiegato infine di non avere paura che una vittoria del no possa spingere i mercati a mettere di nuovo l’Europa sull’orlo del precipizio: “In Italia chiudono 100mila imprese all’anno. La crisi economica c’è già e non possiamo essere ricattati dai mercati”. (articolo (tradotto in italiano) che il giornale britannico The Times ha dedicato al “Costituzione coast to coast tour” di Alessandro Di Battista)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce l’attesa per la prossima sentenza della Corte costituzionale sull’Italicum

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

corte costituzionale“Potrebbe essere in fondo un buon regalo per il governo. Dichiarare incostituzionali quelle parti su cui alleati e opposizione chiedono di intervenire per modificarlo, lasciando al premier il ruolo di chi modifica la legge elettorale suo malgrado, dal momento che lui è convinto di vincere, anzi di stravincere su tutti fronti. Cosa di fatto ancora possibile se la Corte gli toglie qualche castagna dal fuoco, come ad esempio il famoso premio di maggioranza. Renzi ha bisogno dei suoi alleati di Area popolare, anche se i rapporti non sono stati sempre facili e se su alcuni punti ci sono state divergenze non risolte, ma la migliore maggioranza di governo per la prossima tornata elettorale non può che essere, ancora una volta, un governo di larghe, anche se non di larghissime, intese”. Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area Popolare. “Disconosce la realtà chi non vede come siano allineate lungo una stessa direttiva tre tappe fondamentali: la revisione della legge elettorale, chiunque la faccia il governo, il Parlamento o la Corte costituzionale; il referendum e la legge di stabilità. Tre passaggi chiave che gli italiani percepiscono come uno stesso punto di svolta in cui la loro vita può cambiare in meglio o in peggio. Non è un approccio riduttivo, né tanto meno banalizzante della realtà politica – prosegue Binetti – ma è solo la dimensione esistenziale della politica, se e quando si occupa davvero della gente. Non servono bizantinismi, né teorie particolarmente sofisticate per spiegare cosa avverrà nel prossimo 2017, che si voti o no. La gente sa, sperimenta, capisce, che la situazione economica non migliora; che la ripresa non è affatto percettibile, né in termini di potere d’acquisto né di miglioramento dell’occupazione. Qualunque riforma, costituzionale o no, è accettabile se migliora la condizione economica della propria famiglia, se diventa possibile curarsi in modo adeguato all’età e ai bisogni; tutto il resto è noia. Noia di parole ripetute con la falsa idea che possano sembrare più vere se le si ripete più spesso, magari nelle feste di partito, per convincere i dissidenti interni. Ma la stragrande maggioranza degli italiani – conclude Binetti – cerca risposte reali, concrete, positive per se e per la propria famiglia. Dopo di che giudicherà: come sale e come scende la pressione fiscale, il sì o il no al referendum di novembre, il partito da scegliere entro il 2018. Tre punti attraverso i quali passa una sola retta”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Baia d’autore – Letture al chiaro di luna”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

rosa maria anconaCornino Giovedì 18 Agosto ore 21.30 Lido Baia Cornino, Piazza Riviera. In occasione della rassegna “Baia d’autore – Letture al Chiaro di Luna”, e organizzata dal Comune di Custonaci presentazione del libro di Mons. Pietro Maria Fragnelli con il “Tabernacolo della Memoria – La Chiesa tra storia e teologia”, prevista per la serata, è stata spostata all’interno dell’evento “Regina Pacis – Faro di Pace nel Mediterraneo” che si svolgerà dall’8 all’11 settembre a Custonaci.
In sostituzione e con grande carisma per la serata Rosa Maria Ancona presenterà il libro “Il Prete filosofo. Don Leonardo Giuseppe Zangara” – Collana Thalìa. Un focus sul filosofo e teologo Don Zangara, personalità geniale, dalle doti intellettuali, dalle virtù teologiche e dalle inesauribili risorse spirituali. Personaggio eclettico ebbe l’intuizione sulla realizzazione del porto di Castellammare del Golfo.Interviene con l’autrice lo storico trapanese Salvatore Costanza, che ne ha curato l’introduzione.
Rosa Maria Ancona nata a Castellammare del Golfo, scrittrice – giornalista, ha al suo attivo diverse pubblicazioni di poesie, saggi e commedie, tradotte anche all’estero (Francia, Inghilterra, Russia, Romania, Slovacchia…). Il forte legame con l’Isola la porta ad interessarsi, appassionatamente, di “folklore siculo”. Ha dedicato una intensa “Monografia” all’illustre Poeta – cantastorie Ignazio Buttitta, al quale è stata legata da lunga amicizia”.Sulla “storia locale” del paese d’origine ha scritto: “Maria SS. del Soccorso” (itinerario culturale, religioso e folklorico) intr. di S. A. Principe Francesco Alliata di Villafranca – Ed. Mazzotta, 2004; “Il prete filosofo” (Don Leonardo Giuseppe Zangara) intr. Prof. Salvatore Costanza – Ed. Thalia, 2009; “Panara e panareddra” – Ed. Thalia, 2010; “Letteratura devozionale per mare e per terra”- intr. Giovanni Cammareri/Cinzia Demi- Ed. Jò – A.L.A.S.D,, 2011. Ha curato il testo: “La mattanza pesca sacra” – Ed Clio , 2003. La scrittrice, con il suo impegno culturale, intende dare dignità e valore alla lingua – madre considerandone l’importanza da tramandare alle generazioni future.Il suo progetto, in tal senso, analizza l’evoluzione della lingua sicula non dimenticando la funzione dei poeti castellammaresi, del recente passato, ai quali la stessa è, emotivamente legata.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Dolomiti si mettono in posa

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

dolomitiIl 10 e l’11 settembre 2016, la Val D’Ega – a 20 minuti da Bolzano – ospita un suggestivo workshop/evento fotografico, targato Pixcube.it e NikonSchool in collaborazione con Federparchi e con Parco Naturale Sciliar Catinaccio e con il Patrocino della Fondazione Dolomiti Unesco.
In una valle incantata, i partecipanti si applicheranno a fotografare il Parco Naturale, focalizzando gli esercizi nelle 3 aree del Rosengarten, del Wuhnleger e del Lago di Carezza, un set ideale per esprimere la propria creatività, attraverso un ricco programma che comprende anche esperimenti in digitale e post produzione.
Fotografare l’area protetta significa scoprirla e innamorarsene. L’obiettivo è che ogni partecipante possa apprendere tecniche aggiornate e allo stesso tempo cogliere gli aspetti più unici della biodiversità di questo parco. La condivisione con i compagni dell’experience pixcube.it si traduce in un elemento decisivo, che passa attraverso la comprensione di principi come l’originalità, la rappresentazione di una scena rispettosa delle culture, delle biodiversità, di ecosistemi e wild life, e un uso non eccessivo del software. Il workshop diventa un’esperienza di confronto ricca ed educativa, dove i partecipanti sono guidati dai master fotografi alla scoperta dell’arte della fotografia e accompagnati da guardaparchi selezionati, per apprendere i segreti del territorio e dell’area protetta in cui si trovano.
Le voci trattate durante il laboratorio comprendono l’analisi fotografica delle condizioni di luce tipica della location, la scelta di tecniche fotografiche e dei generi in base al territorio e alla stagione, il metodo Foto Tips con presentazione di 5 esercizi pratici e obbligatori da realizzare sul campo, la Composizione fotografica suggerita, regole, soggetti, inquadratura, orizzonti, la Condivisione delle foto realizzate con i partecipanti, la realizzazione di un mini-sito post workshop per confrontare gli scatti, i contributi storiografici e biodiversità a cura dell’Ente Parco o incaricato presente.
Il programma di massima del workshop include l’uscita fotografica sul sentiero escursionistico da Tires – Lavina Bianca verso il Catinaccio, per trovarsi entro le 17:45 di fronte a una delle più famose enrosadira delle dolomiti, la sosta al laghetto Wuhnleger, in cui si specchia il Catinaccio, e una tranquilla camminata fotografica di un’ora e mezza.- Domenica, la sveglia alle 5.50, consente di catturare le prime luci nel Parco Naturale Sciliar, tornando alla base per una colazione alle 8.30, per poi riprendere i lavori e gli scatti verso il Lago di Carezza con alcune vedute del Monte Latemar. Alle 12.30, il ritorno alla base, gli ultimi esercizi e la consegna degli attestati di partecipazione ufficiali Pixcube.it – NikonforParks – Federparchi e di gadget e prodotti promozionali del momento offerti dai partner.
A ogni partecipante è richiesto di portare tutta la propria attrezzatura fotografica, abbigliamento da trekking, scarponcini con suola rigida. Giacche a vento meglio se impermeabili, zaino fotografico o sportivo tipo-montagna ove alloggiare il necessario, piccole scorte di cibo (barrette, dolci o quanto necessario).
Il costo del workshop, proposto a 185 euro a persona, comprende tutte le lezioni didattiche teoriche e pratiche sul campo, accompagnatore e personale selezionato dal Parco (se non è indicato guida), tecniche di ripresa fotografiche con il professionista Nikon School, attestato di partecipazione ufficiale, Gadget e prodotti offerti da Nikon e partners pixcube.it, Coupon Sconto su linee prodotti dei partners ufficiali, attività di post evento con creazione di siti personalizzati per la ricezione e commento delle foto e gruppo ufficiale Facebook. (foto: dolomiti)

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pil fermo: Una spiegazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

pilPil fermo nell’ultimo trimestre. Oltre alle classiche spiegazioni ne vorremmo aggiungere un’altra: la paura, l’ansia, l’apprensione, l’incertezza.E’ noto che se si spende aumentano i consumi, quindi si attiva il ciclo economico, cresce il Pil e diminuisce il debito pubblico.Facciamo due esempi che riguardano i pensionati e le famiglie.I pensionati sono circa 16 milioni e, se circola l’idea che occorre modificare il sistema pensionistico dal retributivo (che riguarda il 90% delle pensioni effettive) al contributivo, si crea apprensione, poiche’ tale passaggio comporta una diminuzione media delle pensioni del 30%. Di conseguenza, i pensionati spendono di meno, quindi minori consumi, mancata attivazione del ciclo economico, diminuzione del Pil e aumento del debito pubblico. E’ necessario che il Governo restituisca certezze ai pensionati.
Analogo discorso possiamo farlo per le famiglie. Se vengono pubblicate notizie sulla disoccupazione giovanile che sfiora il 44% (tutti i media lo hanno fatto), le famiglie si mettono in ansia preferiscono risparmiare, quindi spendono di meno, minori consumi, mancata attivazione del ciclo economico, diminuzione del Pil e aumento del debito pubblico. Tra l’altro, non e’ vero che la disoccupazione giovanile ha rasentato il 44% ma e’ arrivata al 12%. Come si e’ giunti alla percentuale iperbolica del 44%? In base a valutazioni non complete: sono stati conteggiati gli studenti e gli universitari. E’ necessario che i media facciano informazione e non forniscano notizie parziali. In questo senso, dovrebbe attivarsi la RAI. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Migranti: Necessaria strategia condivisa

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

fuga migranti2“L’immigrazione resta un problema che assume di volta in volta sfaccettature diverse, che ci chiedono di rimanere attenti nel cogliere i segni del cambiamento d un fenomeno che non accetta a diminuire. Ora tocca alla Lombardia stare sotto la lente di ingrandimento e la lotta al terrorismo ha richiesto ad Angelino Alfano misure decisamente eccezionali, a cui non eravamo abituati: la task force dedicata alla nostra sicurezza è stata di quasi 50.000 persone . Ha fatto impressione vedere i soldati sulla spiaggia per tutelare i bagnanti; arrivare in stazione, a me è capitato a Como, e vedere le forze dell’ordine impiegate per controllare arrivi e partenze dà nello stesso tempo sicurezza e timore; gli sbarchi sulle coste del sud hanno confermato che non solo sono in arrivo nuove ondate di profughi, ma che tra questi potrebbero nascondersi terroristi ed attivisti della guerra. Un clima indubbiamente complicato che ha fatto di questa vacanza un continuo alternarsi di stati d’animo diversi.”
Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare che continua: “ Ma se Alfano è apparso varie volte in tv per rassicurare e raccontare i risultati positivi ottenuti dalla stretta collaborazione tra i Servizi e le forze dell’Ordine, il ministro degli Esteri è stato assai più teso e drammatico nelle sue affermazioni, rivelando qualcosa che è tra i peggiori timori degli Italiani: l’Europa ci sta lasciando soli. Ancora una volta sembra che il problema dei rifugiati, con il rischio del terrorismo collegato, sia un fatto puramente nazionale, a cui ogni paese deve far fronte da solo. L’estate che volte al termine ripropone l’urgenza di una strategia condivisa,non solo per l’accoglienza dei migliaia di rifugiati, ma anche per la sicurezza di milioni di cittadini europei. Sono due facce di una stessa medaglia: l’umanità del farsi carico degli stranieri in condizioni desolate e la responsabilità di rispondere al proprio paese, che prevede un autunno caldo sotto fronti molto diversi, “conclude la Binetti.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ESC Congress 2016 Hot Line tips

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

la sapienza romaRome. ESC Congress 2016 will be held 27 to 31 August in Rome, Italy Get ready for the most highly anticipated cardiovascular science of the year in the ESC Congress 2016 hot lines. The primary results of 30 novel clinical trials will be presented, with findings revealed in advance to the media in six dedicated press conferences. Be the first to hear the results of REVERSE II, a multi-national validation of a clinical decision rule to identify low risk unprovoked venous thromboembolism patients who can discontinue anticoagulants.Find out whether direct or selective catheterisation guided by coronary computed tomography (CT) is the preferred choice in patients with stable suspected coronary artery disease from the findings of the randomised CONSERVE trial.Also in the area of imaging, discover the outcome of the first head-to-head comparison of coronary CT angiography, myocardial perfusion SPECT, PET, and hybrid imaging for diagnosis of ischaemic heart disease in the PACIFIC trial. And get the answer to the question “Does Optical Coherence Tomography Optimise Results of Stenting?” in the randomised DOCTORS trial.Exciting new science will be presented in the field of coronary stenting. ANTARCTIC will demonstrate whether platelet monitoring for dose adjustment of antiplatelet drugs is superior to a conventional fixed dose in elderly patients stented for an acute coronary syndrome. The results of a randomised comparison of ticagrelor and prasugrel in ST-segment elevation myocardial infarction will be unveiled in PRAGUE -18.Don’t miss the randomised phase III trial results from ESCAPE on the effect of alirocumab on the frequency of lipoprotein apheresis, which removes low density lipoprotein (LDL) cholesterol from the blood.Journalists will learn the latest prevention strategies in sleep apnoea (SAVE trial), and resistant hypertension, where outcomes with the novel median nerve modulation technique will be presented. Methods for cardiac rehabilitation have been compared in a randomised, controlled superiority trial of an educational and behavioral intervention and the results from OPTICARE will be released for the first time.Innovative approaches for the treatment of heart failure will be divulged in DANISH, a randomised, controlled trial which examined the effect of an implantable cardioverter defibrillator on mortality in patients with non-ischaemic systolic heart failure. This is just a small taste of the groundbreaking research that will be presented in this year’s hot lines. Additional late breaking science will presented in 25 clinical trial updates, 24 registries and 12 basic and translational hot lines presentations.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Operativa l’ordinanza che limita gli orari delle sale gioco

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

slot machinesNapoli. E’ entrata in vigore l’ordinanza sindacale che definisce gli orari di apertura delle sale gioco presenti in città di Napoli.
Il provvedimento era stato sospeso da due differenti ordinanze sindacali in attesa che il Tar si pronunciasse sugli atti normativi del Comune che hanno …limitato fortemente il dilagare delle sale slot in città, Dalla mezzanotte di oggi le sale gioco presenti nel territorio comunale non potranno rimanere aperte oltre le seguenti fasce orarie: dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 alle ore 23:00, festivi compresi. Entro questo orario, il titolare di ogni sala slot potrà scegliere il proprio orario di esercizio, dandone comunicazione allo Sportello Unico Attività Produttive.La stessa ordinanza sancisce anche i limiti dell’orario massimo di funzionamento degli apparecchi tipo videolottery e slot machines collocati negli esercizi pubblici e nei bar. Per questi ultimi gli orari di apertura consentiti sono dalle 9.00 alle 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 20.00, di tutti i giorni, festivi compresi.
Nel commnetare l’evento, il presidente delle Acli dell’area metropolitana di Napoli Gianvincenzo Nicodemo ha espresso soddisfazione: “finalmente – ha dichiarato Nicodemo – vediamo l’entrata in vigore delle ordinanze sindacali, in un quadro complessivo che risulta più solido, da quando il Tar Campania ha giudicato legittimi i provvedimenti attuati dal Comune”. Da oggi in poi, aggiunge Nicodemo, “sarà necessario accertarsi che le regole vengano rispettate: chiediamo al Sindaco De Magistris di definire una unità operativa della polizia locale che verifichi il rispetto della normativa comunale in materia di gioco d’azzardo. Dal canto nostro ci impegneremo nella realizzazione di un controllo popolare diffuso, volto a denunciare le irregolarità, nell’interesse delle comunità in cui i circoli delle Acli sono presenti, nella città di Napoli”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: A Santa Maria in Trastevere contro l’indifferenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

Roma. La melodia di un antico inno siriano dedicato a Maria e le parole del Padre Nostro in arabo sono risuonate tra le navate della basilica di Santa Maria in Trastevere, dove stamattina tanti romani, rispondendo all’invito della Comunità di Sant’Egidio, hanno partecipato alla liturgia dedicata alla preghiera per la pace e la salvezza di Aleppo, la città siriana simbolo della convivenza tra culture e religioni, vittima di un assedio che non risparmia nessuno, a partire dai più deboli, dai malati e dai bambini. Alla liturgia erano presenti anche numerosi cristiani siriani originari di Aleppo, Homs e Damasco, arrivati in Italia nei mesi scorsi con i corridoi umanitari di Sant’Egidio e delle Chiese protestanti italiane.
“Celebriamo la festa dell’Assunzione di Maria con il cuore inquieto e trepidante – ha detto don Marco Gnavi, parroco della basilica di Santa Maria in Trastevere – e insieme alle sorelle e ai fratelli siriani, qui in mezzo a noi, volgiamo lo sguardo a Maria, implorando per la città di Aleppo e per tutta la Siria la salvezza e la pace. Ad Aleppo, città simbolo della convivenza, perla rara di una lunga storia di millenaria fatta di rapporti antichi e di rispetto fra cristiani e musulmani, città che ha conosciuto anche la presenza ebraica, oggi si muore nella parte occidentale come in quella orientale, per le bombe, i missili, la fame e la sete, e soprattutto l’ignavia di chi, potendo, non ha voluto ascoltare il grido degli innocenti e gli appelli perché Aleppo fosse risparmiata. Da questa città sono giunti a Santa Maria in Trastevere i vescovi armeni, cattolico e ortodosso, che ci hanno reso partecipi del dramma delle loro comunità. Ma l’opinione pubblica mondiale ha visto con i suoi occhi gli scheletri dei palazzi sventrati, l’angoscia dei malati senza cure, l’orrore per gli ospedali fatti bersaglio dell’odio senza ritegno, cinico sino al punto di colpire la vita nascente e i reparti di maternità. Non possiamo rassegnarci innanzi al grido sofferente di Aleppo e preghiamo perché il Signore scuota le coscienze dei popoli, dei governanti, dei credenti e sia rotto l’assedio di morte che uccide Aleppo e i suoi figli”. (foto: santa maria in trastevere)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un punto di non ritorno?

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

african_migrants.jpg.crop_displayAl punto in cui siamo, credo proprio che la situazione italiana non meriti nemmeno commenti critici, visto che non servono a nulla. Siamo circondati e assediati da una o più bande criminali che ossessionano il vivere civile, rendendolo vittima e succube di interessi personali, addebitati all’intera nazione.
Non siamo più nella condizione di decidere del nostro futuro, perché gli inventori di leggi assurde hanno definito il loro personale delirio di onnipotenza, decidendo in proprio che dovrà rappresentare questo popolo ridotto ad un belante gregge di pecore. Non si può nemmeno cercare di mantenersi informati attraverso le notizie stampa e i vari media delle comunicazioni, perché anche loro selezionano le informazioni.
Gli scandali si susseguono con cadenza quotidiana, mentre i corrotti, i corruttori, i corruttibili, i pubblici ladroni, i mafiosi di tutte le targhe,si dichiarano “sereni”, perché sanno bene che nel loro orizzonte già brilla la tanto sospirata prescrizione, che cancellerà i loro reati e permetterà loro di ripresentarsi come immacolate verginelle alla pubblica raccolta di consensi.
Criticare l’andazzo attuale diventa un fatto scontato che “non fa notizia”; sarebbe notizia da prima pagina l’esordio a caratteri cubitali che annuncia, per quel giorno, l’assenza di un nuovo scandalo, con nuove corruzioni, nuovi corrotti, eterni corruttori.
Cosa manca come elemento di fondo tale da favorire una ripresa, non economica e produttiva, ma, innanzitutto morale? Manca il convincimento circa l’adeguamento paritario ai diritti e ai doveri, attribuiti a tutti i cittadini; accade questo perché esiste una sparuta minoranza di privilegiati per i quali i diritti prevalgono sui doveri, mentre la stragrande maggioranza della nazione subisce, e deve subire, il carico di doveri per compensare gli assurdi privilegi di cui godono i pubblici ladroni.
Ciò avviene nel piccolo centro di provincia, nella grande città, nella ricca regione, ma anche nei rapporti fra nazioni.
Viaggiando per l’Africa del Nord, parte dell’Africa Centrale e alcuni paesi del Vicino Oriente, non come turista distratto, ma per ragioni di lavoro, ho sempre avuto la curiosità di conoscere l’ambiente nel quale mi trovavo, per cercare di capire la cultura di base di quei popoli. Ho cercato di conoscere la gente, per comprenderne i bisogni reali e quelli latenti; ovunque mi sono ritrovato a fare i conti con persone deluse e amareggiate. Conoscono, attraverso la televisione e i mezzi di comunicazione di massa, il livello medio della vita in Occidente e toccano con mano l’enorme differenza che li penalizza. Si passa dalla delusione per non poter disporre del vestitino alla moda, alla mancanza di beni di prima necessità, ma anche al potenziale operativo, all’istruzione, all’utilizzazione razionale delle capacità di ciascun individuo e all’utilizzazione in proprio delle loro risorse, che, invece, vengono regolarmente trafugate in nome della civiltà Occidentale.
Si tocca con mano lo spreco delle intelligenze e delle capacità, non messe nella condizione di potersi esprimere e realizzare.
Questo senso di aspirazione frustrata aleggia nel comportamento della gran massa della popolazione, ma specialmente negli studenti e nelle donne, costretti alla disoccupazione o alla sottoccupazione per mancanza degli sbocchi naturali.
L’Europa ha questo grande compito per cultura, per la propria storia, per il proprio futuro, per la propria posizione geografica: aiutare l’integrazione non fra i paesi ricchi, sarebbe troppo comodo e facile, ma fra paesi ricchi e paesi bisognosi, per livellare sempre più il divario tra il superfluo e l’indispensabile.
Solo la strada dell’equa distribuzione delle risorse planetarie potrà condurre, nel tempo, alla stabilità mondiale.
Emerge così il mondo dei diritti negati, che in genere è composto dal popolo dei vinti; si dilata la forbice tra ricchezza e povertà, tra privilegi pretesi e diritti negati. Come sempre accade, sono i più deboli a pagare il prezzo più elevato: vecchi, donne e bambini. Particolarmente esecrabile è la situazione dei bambini: bambini schiavi, bambini-soldati, bambini da strada, affidati alla carità dei passanti. Assistiamo impotenti o indifferenti ad uno spaccato della società futura per la quale il mondo Occidentale prevede occasioni di sviluppo destinati a moltiplicarsi all’infinito. L’utopia di un mondo così rassicurante, si scontra frontalmente con una realtà ogni giorno più tragica. Lo sfruttamento delle fasce deboli della popolazione planetaria ha assunto dimensioni globali: possiamo con certezza parlare di una globalizzazione dello sfruttamento, stante la generalità della geografia di tale sfruttamento.
Si prosegue imperterriti verso la globalizzazione, senza aver minimamente pensato di mettervi dentro anche la dimensione sociale e umana, c’è solo l’ansia del maggior arricchimento possibile, a qualunque condizione.
La contrapposizione tra questo tipo di Occidente e il resto del mondo nasce proprio dalla incapacità di capire le altrui esigenze, ma di sostenere solamente il personale egoismo legato all’arricchimento; questa contrapposizione è all’origine di tutti i drammi che stiamo vivendo e che ancora ci attendono dietro l’angolo.
Un solo esempio desidero citare, molto significativo per valutare il livello di attenzione umana che dedichiamo a così larga parte dell’Umanità che patisce i rigori della fame.
L’UE eroga agli allevatori italiani di vacche da latte un contributo di due euro al giorno per compensarli delle quote di produzione restrittive, che impongono all’Italia di importare latte e derivati; a fronte di queste restrizioni l’Italia ha ottenuto un maggiore spazio nei campi della tecnologia avanzata, ma non è questo il punto sul quale desidero insistere. Bisogna pensare bene a quei due euro al giorno per ogni mucca da latte, che possono essere considerati il contributo per aiutare l’allevatore a migliorare le condizioni di vita della mucca in questione, per fornirle cibo migliore. Due euro al giorno rappresentano un montante annuale di 730 euro; ebbene oltre il 50% della popolazione mondiale vive con un reddito pro capite inferiore a tale somma. Si passa dal 120 usd dello Yemen ai 60 usd annui pro-capite di talune zone del centro Africa, per un totale di oltre 840 milioni di esseri umani che vivono al di sotto della soglia minima della sopravvivenza. Elaborando e dilatando la media arriviamo a superare il 50% della popolazione mondiale che dovrebbe vivere con la somma analoga a quella elargita come contributo a fondo perduto per ogni mucca da latte in allevamento.Tanti nostri simili, molti dei quali migliori di noi, vengono considerati, dalla Tribù Bianca dell’Occidente, meno di una mucca, sia pure di razza pregiata.(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione 34° Festival Internazionale di Musica di Portogruaro

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

Bronzi_violoncelloPortogruaro. Il 19 agosto alle 21 al Teatro Luigi Russolo, con il Trio di Parma. È il Trio in mi bemolle maggiore op. 100 di Franz Schubert, celebre per essere stato utilizzato da Stanley Kubrick come colonna sonora del film Barry Lindon, il protagonista del concerto d’apertura della 34esima edizione del Festival di Portogruaro intitolato quest’anno “Della mente e dei sensi”, in programma venerdì 19 agosto alle 21 al Teatro Luigi Russolo della città veneta. A interpretarlo è chiamato il Trio di Parma, formato da Alberto Miodini, pianoforte, Ivan Rabaglia, violino, ed Enrico Bronzi, violoncello.
Pagina tra le più alte scritte da Schubert, vide la luce nel 1827, penultimo anno di vita del compositore austriaco, quando l’animo dell’artista pur martoriato dalla malattia scoprì una rinnovata passione per la musica da camera. Nello stesso anno infatti, nacque anche il Trio in si bemolle maggiore op. 99, anch’esso proposto dal Trio di Parma nel programma del concerto, intitolato “I colori delle tonalità”. Un’occasione unica, dunque, per ascoltare insieme i due capolavori.
“Nella musica di Schubert – dice Enrico Bronzi, Direttore artistico del Festival di Portogruaro – vi è un continuo trascolorare del materiale melodico, spesso mantenuto intatto nelle sue forme originali, tale da far apparire il canto in preda a una sorta di ‘sonnambulismo’. Un vagare ininterrotto nella luce cangiante dello spettro armonico”.
I biglietti del concerto, da 15 a 9 euro (ridotto under 30), sono disponibili anche il giorno del concerto presso la biglietteria del Teatro Russolo di Portogruaro.
Proprio per introdurre il pubblico all’ascolto dei due grandi capolavori, alle ore 18 nella Sala Consiliare del Municipio di Portogruaro è in programma un incontro con il Direttore artistico del Festival Enrico Bronzi. L’appuntamento, con ingresso libero, è il primo della serie delle “Penombre”, guide all’ascolto volte a suggerire suggestive chiavi di lettura dei più significativi appuntamenti del Festival.
La 34esima edizione del Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, che si svolge nella cittadina veneta dal 19 agosto all’8 settembre 2016, quest’anno è intitolata Della mente e dei sensi ed è basata sull’idea di “multisensorialità”. Il cartellone è quindi un vero e proprio percorso tra le diverse forme del “sentire”, che pone come comune denominatore di tutti gli eventi l’arte dei suoni.«Attraverso i sensi formiamo nel nostro cervello la rappresentazione del mondo – dice il Direttore artistico del festival Enrico Bronzi – ma attraverso i sensi si può anche veicolare il nostro piacere, fisico o estetico, epidermico o mentale. E tutto sommato credo non dovremmo classificare i sensi secondo parametri di maggiore o minore nobiltà, poiché materiale e spirituale, fisicità e astrazione convivono a pieno titolo nell’arte di tutti i tempi».
trio di parmaL’udito è presente in ogni momento della nostra vita ed è fondamentale per lo sviluppo delle capacità cognitive umane. Le orecchie sono una porta costantemente aperta sul mondo che ci circonda: come scrisse Aldous Huxley “le orecchie non hanno palpebre”. Ma è nel cervello che le percezioni sensoriali trovano la loro collocazione, non senza palesi o nascosti collegamenti tra diversi canali percettivi. A sovrintendere il tutto vi è infine la coscienza che, con una strada inversa, restituisce valenza all’impulso sensoriale, interpretandolo a livello razionale o emotivo. Vista, tatto, gusto e olfatto saranno quindi aspetti fondamentali del programma del Festival, ovviamente sempre legati alla materia musicale o quantomeno uditiva.
Il Festival sarà dunque un variegato viaggio nel “sentire”, alla ricerca degli universali che costituiscono le basi dell’arte, con un ricco calendario di concerti. Tra i protagonisti del Festival il soprano Donatienne Michel-Dansac, interprete dei Tourbillons di Georges Aperghis (21 agosto); l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius e con il mezzosoprano Cristina Zavalloni, in un concerto con musiche di Verdi, Berio e Mahler (26 agosto); il Quartetto Prometeo che propone pagine che spaziano da Beethoven e Verdi fino a Fedele e Sciarrino (28 agosto); il violoncellista Francesco Dillon suonerà insieme alle percussioni degli Zari Duo in una serata dedicata al contemporaneo (29 agosto), mentre il jazz e l’improvvisazione scalderanno la piazza della Repubblica di Portogruaro con il Benjamin Schmid Jazz Quartet (30 agosto). E ancora due recital per pianoforte: quello della grande pianista canadese Angela Hewitt, nota interprete della musica di Bach che propone anche a Portogruaro (31 agosto), e del pianista Filippo Gamba, ospite frequente del Festival, che suonerà Schubert, Schumann e Debussy (3 settembre). È ancora dedicato a Schubert, ma ai Lieder per voce e pianoforte, il concerto che ha per protagonista il baritono Matthias Winckhler, accompagnato dal pianista Jan Philiph Schulze: in programma il celebre ciclo Die schöne Müllerin (1 settembre). Infine, gran galà di chiusura con l’Orchestra Regionale Toscana e con Enrico Bronzi, impegnato nella doppia veste di direttore e violoncellista, l’8 settembre alle ore 21 al Teatro Russolo di Portogruaro: in programma The unanswered question di Ives, il Concerto per violoncello e orchestra di Schumann e la Sinfonia n. 41 “Jupiter” di Mozart. (foto:Bronzi_violoncello, trio di parma)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum: C’è il NO

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

guerritoreC’è il No in nome del padre partigiano, il No perché la Costituzione, seppur anzianotta, è ancora bella. Il No di chi intravede dietro la riforma, la mano lunga della finanza e delle multinazionali. Attori, attrici, registi, cantanti, avvocati, studiosi, medici, magistrati. ilfattoquotidiano.it ha raccolto voci autorevoli della società civile, personaggi eccellenti di destra e di sinistra, schierati contro la riforma voluta dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dalla ministra Maria Elena Boschi. Chiedendo le ragioni del loro No. Pronunciamenti sentiti e sofferti, ma che dimostrano quanto ormai il Paese è diviso. Ecco nel dettaglio le ragioni dei nostri interpellati.
BRUTTO IMPICCIO Fernando Aiuti, immunologo. «Voterò no perché questa riforma, che viene a costare un sacco di soldi, è una riforma a metà che non riduce i costi e limita soltanto il potere democratico dei cittadini. Politici di destra e di sinistra lo dicono: ancora una volta, un impiccio». Fonte: Il Fatto quotidiano) (foto: guerritore)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovi dati sulla fibrillazione atriale

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

fibrillazione_atriale2Londra. Le nuove analisi del Registro Globale Anticoagulanti nella Fibrillazione Atriale sul CAMPO (GARFIELD-AF) verranno presentate durante il Congresso ESC 2016, che si terrà a Roma dal 27 al 31 agosto 2016 e sarà incentrato sull’importanza della stratificazione dei rischi e delle strategie di gestione personalizzate per informare l’evoluzione della pratica clinica quotidiana. Schemi migliori per la stratificazione dei rischi e l’opportuna prescrizione e monitoraggio di una terapia antitrombotica possono aiutare i medici a ridurre l’incidenza dell’ictus nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (FA) e a prevenirne le pesanti conseguenze sui pazienti stessi e sulle rispettive famiglie.
GARFIELD-AF è il più grande registro FA prospettico in corso e il suo processo di registrazione è ormai completo, con oltre 57.000 pazienti reclutati in cinque coorti. Quest’anno, durante la Sessione Registro ESC sulla FA verrà presentato un nuovo strumento per la stratificazione del rischio, basato sui dati globali di GARFIELD-AF
La valutazione del rischio si concentra ora su una migliore individuazione dei pazienti a rischio effettivamente basso, affetti da FA, che non necessitano di alcuna terapia antitrombotica tramite utilizzo degli strumenti di stratificazione del rischio. Questa sessione, presentata dal Prof. Keith A. A. Fox dell’Università di Edimburgo, Regno Unito, confronterà le prestazioni di CHA2DS2-VASc con un nuovo approccio generato dal computer (apprendimento macchina) per la modellazione del rischio nei pazienti a basso rischio affetti da FA e basato sui dati attuali tratti dal GARFIELD-AF. Utilizzando i dati presenti nel GARFIELD-AF di nuovi pazienti a cui è stata diagnosticata la FA, docenti esperti affronteranno alcuni interrogativi riguardanti il rischio di mortalità precoce, gli schemi di punteggio del rischio nei pazienti, la gestione dei pazienti a basso rischio e le caratteristiche dei pazienti che ricevono differenti terapie antitrombotiche.
Il Prof. Keith A. A. Fox presenterà un’analisi della variabilità geografica nella mortalità da tutte le cause, nell’embolia sistemica/da ictus (ES) e nelle emorragie gravi osservate in pazienti del GARFIELD-AF a cui è stata diagnosticata di recente una FA non valvolare.
GARFIELD-AF è un’iniziativa di ricerca accademica pionieristica e indipendente, condotta da un comitato direttivo internazionale con il patrocinio del TRI di Londra, Regno Unito.Consiste in un’osservazione internazionale e multicentrica per la prevenzione dell’ictus nei pazienti a cui è stata diagnosticata di recente la FA. Il 2016 segna la fine della fase di reclutamento e il GARFIELD-AF ha ora superato la soglia dei 57.000 pazienti. I pazienti registrati provengono da oltre 1000 centri dislocati in 35 Paesi di tutto il mondo, comprese le regioni Americhe, Europa, Africa e Asia Pacifico.La comprensione attuale della FA si basa sui dati raccolti durante studi clinici controllati. Benché essenziali per valutare l’efficacia e la sicurezza dei nuovi trattamenti, questi studi non sono rappresentativi della pratica clinica giorno per giorno e, pertanto, persiste l’incertezza sugli effetti e sulla gestione di questa patologia nella vita quotidiana. GARFIELD-AF cerca di dare risposte sull’impatto della terapia anticoagulante sulle complicazioni tromboemboliche ed emorragiche osservate in questo campione di pazienti. Fornirà una migliore comprensione delle potenziali opportunità di miglioramento della cura e degli esiti clinici in un gruppo di pazienti rappresentativo e diversificato e fra popolazioni distinte. Ciò dovrebbe aiutare medici e sistemi sanitari ad adottare correttamente l’innovazione per garantire i migliori esiti a pazienti e popolazioni.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Siemens e INSIGHTEC siglano un accordo per ampliare la diffusione della tecnologia Exablate Neuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

Siemens e INSIGHTEC siglano un accordoINSIGHTEC, la più importante azienda al mondo impegnata nello sviluppo di terapie con ultrasuoni focalizzati guidati da risonanza magnetica (MRgFUS), ha annunciato oggi la stipula di un accordo strategico con Siemens Healthineers, leader mondiale nell’imaging a risonanza magnetica. Il risultato di questa prestigiosa collaborazione sarà la compatibilità tra la tecnologia Exablate Neuro e gli avanzati sistemi di risonanza magnetica 1.5T e 3T di Siemens MAGNETOM Aera e MAGNETOM Skyra. Con questo accordo, Siemens Healthineers rimane fedele alla strategia di espansione e integrazione dei propri prodotti dedicati alla diagnostica per immagini con soluzioni terapeutiche all’avanguardia. Entrambe le aziende lavoreranno per garantire l’accesso alle funzionalità migliorate di Exablate Neuro sia ai nuovi clienti sia a quelli che già ne fanno uso.Exablate Neuro è il primo e il solo dispositivo al mondo, approvato dalla CE e dalla FDA, a consentire il trattamento non invasivo con ultrasuoni focalizzati guidati da risonanza magnetica del tremore essenziale e di altre patologie. Ricerche cliniche e ulteriori sviluppi sono in corso di esecuzione per estendere l’utilizzo di tale dispositivo ad altri ambiti della neurochirurgia.”L’accordo con Siemens Healthineers ci consentirà di espandere considerevolmente la presenza di Exablate Neuro sul mercato. Siemens ha puntato sulla nostra tecnologia e insieme renderemo disponibile questo trattamento a molti più pazienti e fornitori”, ha dichiarato Maurice R. Ferré, MD, Amministratore Delegato e Presidente del Consiglio di Amministrazione di INSIGHTEC. “INSIGHTEC si impegna a investire con determinazione nella ricerca e nello sviluppo della tecnologia MRgFUS. Grazie all’importante collaborazione con Siemens Heathineers, molti più pazienti e ricercatori potranno beneficiare di questa straordinaria tecnologia”, ha concluso Maurice R. Ferré.Christoph Zindel, MD, Vicepresidente Senior e Direttore Generale della divisione dedicata alla diagnostica per immagini di SIEMENS Healthineers ha ulteriormente sottolineato l’importanza dell’accordo: “Una collaborazione così influente tra due aziende leader è entusiasmante e mette nero su bianco la volontà di Siemens Healthineers di garantire ai pazienti migliori risultati espandendo il portafoglio di prodotti rivolti alla diagnostica per immagini con trattamenti all’avanguardia per le patologie neurologiche e non solo. Grazie alla sua tecnologia all’avanguardia e forti dei nostri validi metodi di ricerca e della nostra rete internazionale di clienti, uniremo le forze con INSIGHTEC per portare innovazione in ambito medico.” Minimizzando i danni ai tessuti sani adiacenti, Exablate Neuro utilizza ultrasuoni focalizzati per individuare e asportare con precisione tessuti cerebrali profondi senza bisogno di incisioni. Con l’imaging a risonanza magnetica Siemens intende fornire ai pazienti un piano di trattamento personalizzato e il monitoraggio costante della temperatura per una valutazione in tempo reale dei risultati durante l’utilizzo di Exablate Neuro. (photo:Siemens e INSIGHTEC siglano un accordo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’evoluzione e la storia della vita

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

l'evoluzionedi Riccardo Alfonso. Il tutto è cominciato con piccoli mutamenti che hanno adattato in modo sempre più congeniale gli esseri viventi ai loro ambienti locali. 30/40 milioni di anni fa gli arti dei cavalli avevano 3/4 dita che poggiavano sul terreno, oggi nel Texas vi sono gli eredi di questi antenati che sono normalmente polidattili con due dita nell’anteriore e tre nel posteriore. Sono diventati, ovviamente, un’ecce¬zione, ma espressiva per dimostrare “naturalmente”, in altre parole senza artifici da laboratorio, questa “storia” evolutiva nel corso di centinaia di migliaia di anni.
La somma dei piccoli mutamenti avvenuti nel tempo è comune a tutte le specie animali. A differenza del caso citato dei cavalli, molti altri animali sembrano aver perso del tutto certe caratteristiche fisiche del loro passato.Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l (foto: l’evoluzione)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le date che fanno la storia

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

la storiadi Riccardo Alfonso. Nel porre mano a questa parte del mio lavoro mi sembra opportuno rilevare un aspetto per altro già evidenziato altrove, ma che in questa evenienza merita risollevare per le maggiori difficoltà che presenta.
Mi riferisco alla complessità riscontrata nel selezionare un numero impressionante di articoli da me scritti che si rifanno, per lo più, alla cronaca degli avvenimenti politici di questi ultimi anni. Non si tratta, di “pezzi” puramente di estrazione politica. Essi spesso trasbordano nel sociale, nell’economico e nel costume. Diventano, in pratica, dei piccoli saggi sul pensiero contemporaneo. Vi è anche un richiamo al passato nel tentativo di capire sino a che punto la sua ombra lunga abbia potuto influire sui nostri sen-timenti e sulle azioni che ne sono derivati.
Due di questi articoli, però, mi sembrano indicativi giacché fanno una carrellata che scorre rapidissima dalla fine dello scorso secolo ai giorni nostri, sebbene, per forza di cose, gli eventi siano stati tracciati sommariamente.Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l (foto: la storia)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il pensiero, le cose, il futuro

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

il pensierodi Riccardo Alfonso. Tutto sembra ruotare intorno all’intelletto e alle sue capacità di progettazione e di crescita. Accade quando le facoltà psichiche elaborano pensieri a volte semplici e altri complessi. Lo fanno quando i processi sono sottoposti a regole ben precise, frutto dei nostri studi e delle nostre ricerche.
Lo fanno se il pensiero si avvale dei canali sensoriali che rasentano il razionale e si tuffano, senza un salvagente, nel mare magnum dell’esoterismo che percorre le vie della telepatia e della chiaroveggenza, della precognizione e della percezione.
Il nostro tentativo è di comprendere l’universo attraverso una realtà meno limitata e una certezza priva di dubbi. In noi vi è forte la sensazione che dietro il mondo che percepiamo esista una realtà molto diversa dal concetto psicologico che c’è più familiare.
I fenomeni psichici, in questa fattispecie, sembrano rappresentare un’opportunità da tenere ben da conto se non altro perché essi germinano e si maturano in un “ambiente” più vicino alla sorgente della nostra vita. D’altra parte noi siamo consapevoli d’essere immersi in un mondo più grande di quanto non sembri e da questa prospettiva noi ci sentiamo più dei mortali legati ai propri sensi, quali ci vuole uno stadio meccanicistico della scienza. E’ come dire che non si nasce e non si vive invano. Dobbiamo logicamente presupporre che vi è abbastanza spazio perché qualcosa della nostra personalità e quella del mondo “vivente” continui dopo che i sensi hanno cessato di funzionare. E’ un’evenienza da non trascurare. Non vorrei dare delle certezze, di là del ragionevole, ma semmai indicare un tracciato di probabilità meno accidentato sulla sopravvivenza della nostra indole dopo la morte. Di certo posso dire che è un terreno ancora inesplorato e la scienza, così come oggi la conosciamo, non credo ci possa aiutare più di tanto. Forse una possibilità esiste scandagliando la pratica esoterica, anche se l’indagine resta molto aleatoria e i fenomeni rilevati non tutti sembrano assumere una valenza probatoria, di là di ogni ragionevole dubbio. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l (foto: il pensiero)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Ricordi

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 agosto 2016

ricordidi Riccardo Alfonso. Parlo con me stesso in un soliloquio senza soluzione di continuità poiché la vita che scorre dentro questo mio corpo mi suscita emozioni, interrogativi, ansie, dolori e gioie.
Ne parlo oggi con il peso sulle spalle della mia età avanzata forse perché è il tempo che mi è assegnato ai ricordi e non alla memoria.
Ricordi di un vissuto che oggi si riverberano con toni forti e m’impongono dei salti quantici tra un anno e l’altro, un lustro e l’altro, un decennio e l’altro.
Sembra tutto appiattirsi davanti a me come se avessi perso una dimensione e fossi diventato un bianimale, di quelli il cui mondo è a sole due dimensioni.
Mentre ricordo, annoto quanto ho scritto, pensato, vissuto e macerate le dolcezze e le sofferenze di una vita.
Dentro di me si muovevano sentimenti nobili e meschinerie.
Dentro di me si maturavano pensieri non certo esaltanti ma anche ideali, mai sopiti, dove alla voglia di crescere aggiungevo la nobiltà dei sentimenti e la lezione magistrale offerta dai miei genitori e dai pedagoghi illuminati che mi guidavano sulla strada del buon vivere.
Ciò non m’impedì, di tanto in tanto, di tradire la fiducia che essi avevano riposto in me trasgredendo i loro dettati e percorrendo quella via più facile e comoda del piacere senza remore. Vano, vago, illusorio senza principi e decoro. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l (foto: ricordi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »