Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 22 agosto 2016

Villa Ada Roma Incontra il Mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

villa ada maneggioRoma. Dal 25 agosto al 10 settembre, tutti i giorni dalle 19.30 a mezzanotte (Villa Ada, Via di Ponte Salario 28) Con la sua invasione teatrale colorata e festosa, il Roma Fringe Festival porterà la sua quinta edizione sul laghetto di Villa Ada, ospitato da Villa Ada Roma Incontra il Mondo in collaborazione con Viteculture e ARCI Roma, per proporre 8 spettacoli al giorno con ospiti, big, musica, stand enogastronomici a km 0…per una full immersion di arte, cultura e teatro a partire dal tramonto.Se la formula degli spettacoli in concorso rimane ormai quella collaudata e che ha posizionato il Roma Fringe Festival tra i FRINGE più autorevoli, con il 2016 ogni spettatore avrà la possibilità di vedere fino a 5 spettacoli a sera, per sorridere e divertirsi, riflettere e farsi provocare, conoscere storie nuove e riscoprire i grandi classici, lasciarsi trasportare dalla poesia del teatro d’ombre e dalla comedy più tagliente.
Si comincia il 25 agosto con i primi spettacoli in cartellone e un caro amico del Roma Fringe, ospite dalla prima edizione del 2012, Diego ‘Zoro’ Bianchi, creatore di Gazebo, che per l’occasione porterà sul palco una selezione dei suoi contributi video dell’ultima stagione, argomentati con ironia e attenzione, perizia e intelligenza, per raccontarci l’attualità con il suo piglio dissacrante e realista.Dissacrante e da non perdere anche l’appuntamento con Antonio Rezza e Flavia Mastrella il 4 settembre con uno dei loro esilaranti cavalli di battaglia “Io” e poi ancora un cast in continua crescita con ospiti a sorpresa che si andranno ad aggiungere di giorno in giorno. Biglietti a 6 euro.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata europea di commemorazione delle vittime di tutti i regimi totalitari e autoritari

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

BratislavaBratislava. Il 23 agosto 2016, in occasione della Giornata di commemorazione di quest’anno, Tibor Navracsics, commissario responsabile per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, parteciperà al programma commemorativo e alla conferenza ministeriale organizzati a Bratislava dalla presidenza slovacca del Consiglio dell’Unione europea. Il 23 agosto 1939 la Germania nazista firmava con l’Unione Sovietica il patto Molotov-Ribbentrop, segnando l’inizio di uno dei periodi più bui della storia recente del nostro continente, che ha portato alla deportazione, alla tortura e all’assassinio di decine di milioni di persone sotto regimi totalitari. La fine della seconda guerra mondiale ha segnato la sconfitta del regime nazista, ma per molti cittadini dell’Europa centrale e orientale la sofferenza è continuata sotto altri regimi totalitari.
Oggi, 77° anniversario della firma del patto, commemoriamo le vittime di tutti i regimi totalitari e autoritari che nel corso del 20° secolo hanno oppresso nel terrore una parte dell’Europa. La Giornata europea di commemorazione delle vittime dei regimi totalitari e autoritari rende omaggio alle vittime e ne mantiene vivo il ricordo. La commemorazione ci offre l’occasione di ricordare gli insegnamenti tratti da questo capitolo buio della storia europea. Fortunatamente, le giovani generazioni di europei non hanno mai dovuto sperimentare in prima persona cosa vuol dire vivere sotto regimi totalitari o autoritari, un fatto, questo, che non dobbiamo mai dare per scontato. Per tale motivo, è importante preservare la memoria storica e sottolineare il forte contrasto con l’Unione europea di oggi, i sistemi democratici, le libertà e il rispetto dello Stato di diritto che la caratterizzano. La memoria della storia europea deve nutrire il nostro impegno per la difesa dei valori e dei principi comuni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Basi neurali dell’empatia”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

Giacomo Rizzolatti

Giacomo Rizzolatti, professor of Human Phisiology at Parma Univerity. © marco garofalo/LUZphoto

Portogruaro martedì 23 agosto alle ore 18, con ingresso libero, nella Sala Consiliare del Municipio di Portogruaro, per il Festival musicale della città veneta il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti, scopritore dei cosiddetti neuroni a specchio, è il protagonista dell’incontro dal titolo “Basi neurali dell’empatia”.
Dedicata al tema “Della mente e dei sensi”, l’edizione 2016 del Festival di Portogruaro è un percorso tra le diverse forme del “sentire”, che pone come comune denominatore di tutti gli eventi l’arte dei suoni. L’incontro con Rizzolatti tratterà in particolare l’empatia intesa in senso sociale e interpersonale, ponendo però le basi per una riflessione sull’empatia nel rapporto con “il bello”, inteso in senso artistico. L’empatia infatti, essendo la prima forma di contatto, si instaura sia tra due soggetti, sia tra un soggetto e un oggetto, quindi anche tra l’uomo e l’oggetto artistico. Per questo l’empatia sta alla base di ogni esperienza estetica. Noto per aver coordinato l’equipe dell’Università di Parma che ha scoperto i neuroni a specchio – una classe di neuroni che si attiva quando un individuo compie una determinata azione, ma anche quando l’individuo osserva un altro soggetto compiere la medesima azione – Giacomo Rizzolatti si è laureato in Medicina e Chiurgia a Padova, dove si è specializzato in Neurologia. Attualmente dirige il Centro dell’IIT “Brain Center for Social and Motor Cognition”, con sede a Parma. Tra gli innumerevoli riconoscimenti da lui ottenuti, figurano il “George Miller Award” della Cognitive Neuroscienze Society, il premio internazionale “Grawemyer 2007” per la psicologia, considerato il più prestigioso riconoscimento in questo campo, il “Premio Principe della Asturie per la Scienza” e il “Brain Prize for Neuroscience”, il maggior premio internazionale per le neuroscienze. Ha ricevuto Lauree Honoris Causa dalle Università “Claude Bernard” di Lione, di San Pietroburgo e di Lovanio. (foto: Giacomo Rizzolatti)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La fondazione Golinelli al meeting di Rimini

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

golinelli-mattarellaLa Fondazione Golinelli partecipa alla XXXVII edizione del Meeting di Rimini a Rimini Fiera (19 – 25 agosto) con tre incontri. Marino Golinelli, fondatore e presidente onorario della Fondazione, partecipa, mercoledì 24 agosto alle 19, all’incontro “Alternanzia scuola-lavoro: l’esperienza che fa scuola”. Con Maximo Ibarra, amministratore delegato Wind Spa, Bernardo Quaranta, responsabile Risorse Umane e Organizzazione Italia Enel, Emilia Rio, direttore risorse umane Gruppo A2A; Gabriele Toccafondi, sottosegretario di stato del Miur, introduce Giorgio Vittadini, presidente Fondazione per la sussidiarietà.Nel padiglione A3, all’interno della piazza dell’area “Conta su di te”, sarà allestito uno spazio espositivo sulle attività della Fondazione. Nell’area workshop si terranno gli altri due appuntamenti.
Martedì 23 agosto, alle 19.45, “L’innovazione della didattica e del sistema scuola: Educare a educare”. Con Antonio Danieli, direttore Fondazione Golinelli, Giorgia Bellentani, coordindatore area Educare a educare Fondazione Golinelli.Dare un contributo all’innovazione della didattica e al sistema scuola attraverso opportunità di crescita e formazione professionale per insegnanti. Integrare l’insegnamento trasmissivo con metodologie interattive focalizzate sull’alunno. Affiancare all’insegnamento di conoscenze della cultura umanistica e scientifica strumenti e metodologie come il pensiero creativo, la risoluzione di problemi e la collaborazione nel lavoro di gruppo. Sviluppare un approccio educativo e pedagogico su quattro concetti chiave: interazione tra le discipline, centralità della sperimentazione in laboratorio, binomio scienza e società, nuove tecnologie per la didattica. Educare a educare è il programma di formazione e aggiornamento della Fondazione Golinelli rivolto agli insegnanti di ogni ordine e grado.
Mercoledì 24 agosto, alle 10.45 “Giardino delle imprese, un progetto per avvicinare i giovani alla cultura imprenditoriale”. Con Antonio Danieli, direttore Fondazione Golinelli, Mario Di Nauta, area Giardino delle imprese Fondazione Golinelli.Creatività, intraprendenza, pensiero critico, responsabilità, lavoro di gruppo e molte altre competenze trasversali sono oggi indispensabili per affrontare la complessità e l’imprevedibilità del futuro. Il Giardino delle imprese è l’area progettuale della Fondazione Golinelli che si propone di avvicinare i giovani alla cultura imprenditoriale, stimolandone la creatività e offrendo loro occasioni concrete per mettersi alla prova e realizzare le proprie idee. Propone percorsi educativi informali che affiancano la tradizionale offerta di formazione e competenze che fa capo al sistema scolastico e universitario italiano. L’incontro illustrerà i due percorsi messi a punto con la collaborazione di esperti: la scuola informale di cultura imprenditoriale per studenti del III e IV anno delle scuole secondarie di secondo grado e Icaro, la palestra di imprenditorialità per studenti universitari. (foto: golinelli-mattarella)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il fallimento dell’ONU

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

onu assembleaIl caso Aleppo e ancor più la guerra civile che da cinque anni infiamma la Siria per non parlare di altri focolai di guerra regionali in diverse parti del mondo ci rende consapevoli che a livello internazionale c’è qualcosa che non funziona e che le Nazioni Unite mostrano tutta la loro incapacità nel dirimere tali situazioni o per lo meno contenerle nel rispetto dei tanti civili che subiscono sulla loro pelle il dramma innescato da altri. Di questo ce ne parla Rosario Amico Roxas cercando una spiegazione e offrendoci un motivo di riflessione.
Egli parte da una presentazione di carattere generale spiegandoci che “L’ONU, sorta sullo sfacelo della Società delle Nazioni, travolta dalla seconda guerra mondiale, è dotata di una Carta Costitutiva sovranazionale, significa che ha un potere superiore a quello delle singole Costituzioni dei Paesi membri. I punti centrali che dovrebbero qualificare l’attività dell’ONU sono i seguenti:
· mantenimento della pace e della sicurezza internazionale;
· garanzia della eguaglianza e della indipendenza di tutti i popoli;
· sviluppo della cooperazione tra gli Stati nel campo economico, sociale e culturale;
· tutela dei diritti dell’uomo e delle sue libertà fondamentali;
· impegno a risolvere le controversie internazionali con mezzi pacifici in conformità ai principi della giustizia e del diritto internazionale;
· impegno ad astenersi da ogni atto di aggressione e dall’uso della forza armata contro l’indipendenza di altri Stati.
Onu palaceNon uno di questi obiettivi è stato raggiunto dall’atto costitutivo approvato e sottoscritto il 26.VI.1945 a San Francisco dalle prime 49 nazioni aderenti.”
E tutto questo perché accade? Per avere un’idea meno nebulosa occorre fare un passo indietro per capire la ragione che impedisce all’atto costitutivo dell’Onu di perseguire le sue finalità. Esse “si scontrano con l’impianto bellico dell’industria americana e con la pretesa di gestire il monopolio energetico del pianeta, elementi che fanno della guerra il solo mezzo per imporsi, anche contro le risoluzioni dell’ONU. Con l’ammissione all’ONU ogni Stato diventa ipso facto aderente allo Statuto della Corte Internazionale di Giustizia; ma, come chiaramente emerge dall’articolo pubblicato sul New York Times del settembre del 2002 a firma del Presidente Bush viene disconosciuta l’autorità della Corte Penale Internazionale, che non può essere estesa agli USA e, conclude, “che noi non riconosciamo”.
Così ci ritroviamo che dal “1945, non c’è stata guerra, guerriglia, colpo di Stato, rivolta di Palazzo nel mondo che non trovasse negli USA, la nazione ispiratrice e fornitrice di armi.”
E se ripassiamo la lezione siriana di questi ultimi anni la domanda più spontanea che ci viene in mente è perché tante armi circolano in quel martoriato paese? Diciamo che per sparare occorrono le munizioni e ci deve pur essere qualcuno che le rifornisce e le distribuisce senza farsi molti scrupoli e godendo di potenti protezioni.
D’altra parte se l’Onu non è capace di raffreddare i “bollenti spiriti” dei vari potentati internazionali, per lo meno con una denuncia pubblica indicandoci i mandanti, a cosa serve se non a diventare una semplice tribuna per gli show propagandistici ed elettorali del leader di turno che come al solito predica bene e razzola malissimo e con licenza di uccidere. (Prima parte) (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Mother Teresa, Mercy for Asia and the world”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

madre teresaRome on September 2, from 3pm to 7pm, in the John Paul II hall of the Pontifical Urban University, Via Urbano VIII, 16.
Participants will be greeted and addressed by:
1. Sr Mary Prema, superior general of the Missionaries of Charity
2. Fr. Brian Kolodiejchuk, postulator of the Mother’s cause
3. Card. Oswald Gracias, Archbishop of Mumbai
4. Card. Fernando Filoni, Prefect of the Congregation for the Propagation of the Faith
5. Fr. John A. Worthley, on Mother Teresa’s influence in China
6. A witness Mother Teresa’s influence in the Islamic world.
7. Fr. Ferruccio Brambillasca, Superior General of PIME
Pope Francis will canonize Mother Teresa of Calcutta September 4, next.
The religious sister who gave her life for “the poorest of the poor”, was defined by John Paul II “the icon of mission in the twenty-first century.” Pope Francis has often singled her out as an example of the corporal and spiritual works of mercy, so important in the celebration of the current Jubilee. Mother Teresa is also the patron saint of AsiaNews.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ariano Folkfestival con l’Acrobati Summer Tour

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

Daniele SilvestriAriano Irpino 22 agosto (ore 23.00) Daniele Silvestri ritorna in Campania per l’Ariano Folkfestival con l’Acrobati Summer Tour, la versione estiva del tour che prende il nome dal nuovo album “Acrobati” uscito lo scorso 26 febbraio per Sony Music e subito balzato al primo posto in classifica. L’album è stato certificato di recente Disco d’oro con più di 25.000 copie vendute (Dati Fimi/GfK), un importante traguardo per quello che Daniele aveva definito “ la cosa più bella che ho fatto”, un disco straordinariamente ricco di contenuti e di musica, con un sound potente, che spazia agilmente tra generi diversi, dal rock, al funky, dalla canzone d’autore all’elettronica. Il lavoro su Acrobati non si ferma anzi, come afferma lo stesso Daniele: “So bene che il mondo di oggi non è più adatto ad ospitare tempi larghi, visioni a lungo termine, percorsi fatti di tappe che sembrano non avere una fine… Mi rendo conto che il momento attuale richiede immediatezza, e la fruizione stessa della musica – tranne rare eccezioni – si è fatta istantanea, spesso brevissima. Peraltro è altrettanto anacronistico – per identiche ragioni – proporre un disco di diciotto canzoni. E concerti che sfiorano e spesso superano le tre ore.Ma penso anche che il mondo di oggi è bello proprio perché in fondo non esistono regole assolute. D’altronde non c’è nulla di programmatico in queste scelte, è solo banalmente quello che mi sentivo e mi sento di fare. E’ come se quel mondo sospeso che anche la copertina di Acrobati suggerisce, tra fili tesi nell’aria e personaggi più o meno inventati che li percorrono, fosse divenuto sempre più reale e potente. Alcune di quelle storie aspettano ancora di essere raccontate “davvero”, alcune di quelle voci urlano per essere ascoltate.Per questo, malgrado si sia appena concluso un viaggio intenso e meraviglioso, fatto di 30 concerti in poco più di due mesi, gli Acrobati non si fermano qui. Anzi, il vero viaggio è appena iniziato.” Nel frattempo è in rotazione radiofonica “Pochi giorni. Apparentemente la canzone più semplice e solare del disco è anche quella che vede coinvolti più musicisti in assoluto. Un brano scritto di getto che affronta in modo ironico quel sentimento di mancanza e di insicurezza che spesso si prova nello stare lontani dalla persona amata anche solo per “pochi giorni”, appunto. Ed essendo l’estate la stagione sinonimo di viaggi, partenze e distanze, è facile immaginarla come lo sfondo naturale di questa canzone.Il videoclip (https://youtu.be/R-DmuKIU6ho ) costruito su un mosaico di immagini girate da Giacomo Citro tra la lavorazione del disco al Terminal 2 Studio di Roma e il fortunato tour teatrale fa trasparire l’atmosfera piena di entusiasmo e di magia respirata da Daniele e da tutti i suoi compagni di viaggio.Nel video infatti, compaiono quasi tutte le persone che hanno collaborato con Daniele in questi mesi, insieme agli special guest del brano: Antonio Diodato ai cori, Mauro Ottolini e Roy Paci ai fiati, Adriano Viterbini alla chitarra.
L’ACROBATI SUMMER TOUR, organizzato da OTR Live, dopo l’anteprima l’8 luglio al Caterraduno di SENIGALLIA , prosegue il 22 agosto ARIANO IRPINO (AV) – Ariano FolkFestival – il 31 agosto A SAPRI Meeting del mare, il 3 settembre a PISA – Metarock festival, il 9 settembre a REGGIO EMILIA – Festareggio.Ad accompagnare Daniele Silvestri sul palco ci saranno Piero Monterisi (batteria), Gianluca Misiti (tastiere), Gabriele Lazzarotti (basso), Duilio Galioto (tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni e vibrafono), Daniele Fiaschi (chitarre), Marco Santoro (fiati e cori). biglietti € 18,00 + dp dispinibili all’ingresso del festival o su http://www.ticketone.it (foto: Daniele Silvestri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Improvvisa scomparsa del soprano Daniela Dessì

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

Daniela DessìIl Sovrintendente Nicola Sani, il Direttore Musicale Michele Mariotti e tutto il Teatro Comunale di Bologna esprimono la più profonda tristezza per l’improvvisa scomparsa del soprano Daniela Dessì, una delle più grandi interpreti di tutti i tempi. Indimenticabile il suo debutto nel 2008 nel ruolo di Norma, proprio nella Sala Bibiena, che contribuì a farle assegnare il “Premio Abbiati” dalla Critica Musicale Italiana.
Con Daniela Dessì scompare un’interprete unica, capace di eccellere in un repertorio vastissimo, che spaziava dal Barocco al Novecento. Tutto il pubblico bolognese la ricorderà per sempre e con immenso affetto.
Con grande commozione il Macerata Opera Festival ha accolto questa mattina la notizia della prematura scomparsa del soprano Daniela Dessì, una delle voci italiane più importanti della lirica degli ultimi venti anni. Il rapporto del Macerata Opera Festival con l’artista è di lunga durata.
Daniela Dessì avrebbe dovuto sostenere il ruolo di Medea, nello spettacolo Medea, da Cherubini a Pasolini con la regia di Francesco Micheli andato in scena nella stagione appena conclusa l’11 agosto scorso. Dopo un lungo lavoro di preparazione durato un anno il soprano è stato costretto a rinunciare proprio per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. L’ultima apparizione sul palcoscenico dello Sferisterio risale al 2012, prima di allora Daniela Dessì è stata Francesca da Rimini nel 2004 e Liù in Turandot, venti anni fa.Il Macerata Opera ricorda Daniela Dessì in questo triste giorno e si stringe intorno al compagno Fabio Armiliato a cui vanno le più sentite condoglianze. foto: Daniela Dessì)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eletta Miss Miluna Piemonte e Valle d’Aosta 2016

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

Martina Bergese

miss italia

Si chiama Martina Bergese, ha 18 anni e vive a Rivoli (TO) la vincitrice della fascia regionale di Miss Miluna Piemonte e Valle d’Aosta 2016. Capelli biondi e occhi marroni, alta 1,72 è una delle dieci finaliste regionali che si preparano a partire per Jesolo, dove il 29 agosto prenderanno il via le prefinali nazionali del concorso di bellezza Miss Italia. Martina ha conquistato la fascia a Limone Piemonte, nel cuneese, in occasione della selezione svoltasi l’altra sera nell’Anfiteatro delle scuole elementari.Studentessa al liceo scientifico, appassionata di teatro e fotografia, sogna di lavorare nel campo della moda, passione già intrapresa in gioventù dalla madre, attualmente impiegata in un’impresa edile. “Mi ispiro a Nina Senicar, anche se ritengo non abbia mai avuto il successo che meritava – dice Martina – inoltro amo la recitazione e fino a pochi anni fa ho fatto parte di una piccola compagnia teatrale, ma se non dovessi emergere nel mondo dello spettacolo mi piacerebbe diventare una brava fisioterapista”.Martina, che si definisce solare, socievole e altruista, rivela di essere stata molto timida e introversa fino a pochi anni fa. Tra i suoi idoli il rapper J-ax, “Pur sembrando anticonformista lo trovo molto vero” dice Martina.
Sul podio, oltre a lei, Federica Martina di Grugliasco (TO), Miss Rocchetta Bellezza, 20 anni per 1,75 di altezza, ballerina a livello agonistico. Poi Miss Miluna Terza Classificata, Letizia Vola, 21 anni di Ivrea alta 1,77.
Quarta, Miss Tricologica, Martina Chiesura, 19 anni di Rivalta (TO) per 1,70 di altezza. Quinta, Miss Interflora, Martina Invernizzi di Valenza (AL), 23 anni alta 1,75.
Sesta, Miss Dermal Istitute, Milena Gallo 21 anni di Fossano (CN) per 1,70 di altezza. Infine, Miss Limone Piemonte, Carolina Grilli torinese di 19 anno alta 1,75.
Prossime e ultime tappe: 22 agosto, sul lungolago di Baveno (VB), si terrà l’elezione di Miss Eleganza Joseph Ribkoff, nel piazzale antistante Cava Restaurant e Hotel Beau Rivage; martedì 23 agosto a Verres (AO) sarà invece la volta di Miss Valle d’Aosta 2016, mentre sabato 27 agosto a Casteldelfino (CN), in alta Val Varaita, sarà eletta Miss Piemonte 2016. (foto. martina bergese, miss italia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corsi organizzati dall’Ente Musicale di Nuoro

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

nuoroNuoro martedì (23 agosto) prendono il via i corsi organizzati nuoro1dall’Ente Musicale di Nuoro, appuntamento di primo piano nel panorama nazionale della didattica jazzistica. Lo testimoniano anche il numero e la provenienza degli iscritti: centosette gli allievi attesi all’apertura dei cancelli della Scuola Civica di Musica “Antonietta Chironi” (in via Mughina); trenta sono sardi, mentre tutti gli altri arrivano dalla penisola, ma anche da Austria, Norvegia, Turchia, Egitto e Palestina (un allievo frequenterà il seminario tramite una borsa di studio in collaborazione con il Conservatorio nazionale della Palestina).
La classe più numerosa, quest’anno, è quella di pianoforte, con 21 iscritti: un affollamento che ha reso necessaria la nomina di un secondo insegnante, Salvatore Spano, “in prestito” dai corsi invernali di jazz (tra marzo e giugno scorsi alla loro tredicesima edizione). Il pianista sardo andrà dunque ad affiancare le lezioni di Dado Moroni e degli altri jazzisti che compongono il corpo docente coordinato da Roberto Cipelli, da tre anni al timone del seminario ideato nel 1989 da Paolo Fresu (che l’ha diretto per cinque lustri) e dalla compianta Antonietta Chironi: Emanuele Cisi (per la classe di sassofono), Marcella Carboni (arpa jazz), Bebo Ferra (chitarra), Paolino Dalla Porta (contrabbasso), Stefano Bagnoli (batteria), Enrico Merlin (storia del jazz), Francesca Corrias (canto), Salvatore Maltana (propedeutica e musica d’insieme), Giovanni Agostino Frassetto (tecnica dell’improvvisazione), Fulvio Sigurtà (tromba e flicorno) e il volto nuovo di questa edizione, Max De Aloe (per il corso di armonica cromatica). L’offerta didattica è come sempre impreziosita da una masterclass internazionale: protagonista quest’anno, come annunciato, il sassofonista statunitense Joe Lovano, in cattedra da venerdì 26 a martedì 30 agosto; sarà invece la cantante Franca Masu, voce della cultura e della nuoro2lingua catalana ancora vive nella cittadina sarda di Alghero, a condurre – mercoledì 31 – la consueta master dedicata alla musica tradizionale. Da martedì 23 a domenica 28 ritorna poi l’ingegnere del suono americana (ma da tempo trapiantata in Italia) Marti Jane Robertson con il suo corso per fonici (titolo: “Il fonico nel jazz”) e, mercoledì 24 e giovedì 25, con quello dedicato ai soli allievi del seminario (“Parlare con il fonico”).Come di consueto, al termine dei corsi verranno assegnate varie borse di studio. Una offre al migliore allievo di ogni classe di strumento l’iscrizione gratuita alla prossima edizione; la borsa “Billy Sechi” (dedicata al ricordo del batterista cagliaritano scomparso quasi undici anni fa) dà invece la possibilità di partecipare al seminario di Siena Jazz; i docenti dovranno anche scegliere un allievo da proporre come finalista al premio “Massimo Urbani” di Camerino e Urbisaglia, e uno da ciascuna classe per formare il gruppo che l’estate prossima avrà modo di esibirsi, oltre che a Nuoro, al festival Time in Jazz di Berchidda, rinnovando ancora una volta la collaborazione tra le due realtà jazzistiche sarde.
Allievi e docenti si apprestano dunque a calarsi in una full immersion nel jazz di undici giorni, tra lezioni teoriche e strumentali, di musica d’insieme e prove aperte di gruppo, che culmineranno venerdì 2 settembre nell’immancabile concerto-saggio finale: un evento che stavolta andrà in scena nel centro storico di Oliena, il paese alle pendici del Monte Corrasi, a un decina di chilometri da Nuoro.
Il prezzo dei biglietti per i concerti in programma al Museo del Costume di Nuoro va dai 12 agli 8 euro, a seconda dei posti, e dai 15 ai 10 euro per i concerti di Maria Pia De Vito e Huw Warren (23 agosto) e di Joe Lovano e Judi Silvano (30 agosto). Costa invece 60 euro l’abbonamento intero ai primi posti (ridotto a 35) e 45 euro ai secondi posti non numerati (ridotto a 25).Biglietti e abbonamenti si possono acquistare in prevendita a Nuoro da Mousikè, in via Gramsci, 48, e al CTS Nuoro presso ExMe’, in piazza Mameli, 1. Online sulla piattaforma Ciaotickets – http://www.ciaotickets.com. (foto: nuoro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo, Binetti (Ap): “Servono soluzioni a problemi veri, meno chiacchiere”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

camera deputati2“Con la ripresa dei lavori parlamentari si profilano tre situazioni paradossali che vale la pena sottolineare, per porsi alla fine l’unica domanda che conta: sono veri problemi o sono solo grandi distruttori per tenere lontani gli italiani dalla grande questioni del momento? Per esempio ridurre il problema della sicurezza legata ai rischi presunti e reali dell’immigrazione ad una questione di burquini prima e di burqua subito dopo. Ridurre il grave problema delle dipendenze, tutte, compresa quella da gioco d’azzardo, ad una questione di spinelli occasionali e quindi ad un proibizionismo sterile e fallimentare. Enfatizzare la possibile riduzione delle tasse esaltando operazioni come quella alla Ryanair, per evitare l’impatto rude con la ridotta capacità d’acquisto con cui si misureranno le famiglie al loro ritorno dalla vacanze, davanti ai costi della scuola che ricomincia”. Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare.“Eppure saranno problemi seri, a tutto campo: la manovra economica in funzione della legge di stabilità, la cui cifra oscilla in una insopportabile finestra che va da 20 a 40 mld, sarà un problema vero capire che tipo di Piano per le famiglie si riuscirà a mettere in atto per sopperire allo shock con cui a breve impatteranno le stesse famiglie. E cosa faremo delle decine, centinaia, migliaia di immigrati, rifugiati e non rifugiati, quando tra poche settimane arriverà non il freddo dell’inverno, ma le piogge dell’autunno e non sarà più tollerabile vederli accampati lungo le strade, ai confini, nelle stazioni ferroviarie. E non per una sorta di snobismo estetico – prosegue Binetti – ma per un vero e proprio problema di sicurezza: la loro salute e le conseguenze drammatiche che si potrebbero verificare se si ammalassero, dal momento che siamo già a quota meno 11 milioni di italiani che non si curano per mancanza di risorse. Di tutto questo vorremmo intravvedere soluzioni e dibattiti scevri da pregiudizi, sanamente pragmatici e orientati alla concretezza di problemi che non si possono liquidare con una manciata di parole in libertà. Su tutto questo vorremmo sentire i relativi ministri, il governo e gli aventi responsabilità specifiche. Altrimenti questo stato confusionale annegato nelle chiacchiere produrrà un ulteriore disaffezione alla politica con gli ovvi rischi per il prossimo referendum”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Poliziotti feriti in servizio

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

polizia e immigrati

“Il lavoro dei Poliziotti italiani sta diventando ogni giorno di più una lotta impari contro un crimine ed un degrado sociale che non ci risparmiano ma, anzi, fanno ancor più vittime di un tempo, quando persino il ‘malvivente’ comune aveva una qualche remora ad inferire su chi portava la divisa. Oggi, invece, si moltiplicano i nostri feriti, i nostri morti, eppure noi siamo completamente senza tutele indispensabili, come un numero di uomini sufficiente, strumenti di lavoro appropriati, dotazioni minime ma efficaci, coperture legali, protocolli operativi, garanzie per la nostra salute.
Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo una giornata di “ordinaria follia” che ha visto il consueto corposo numero di Poliziotti rimasti feriti in servizio, “e comunque – spiega Maccari – esposti ad eventi i cui rischi si sarebbero potuti evitare con estrema facilità se solo i colleghi avessero potuto contare su pochi, economici e basilari strumenti”.Ben 5 i Poliziotti rimasti feriti a Firenze, dove un 34enne marocchino sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ha dato in escandescenze all’interno degli uffici perché non voleva restare ad aspettare il suo turno per la firma, ha quindi cominciato ad insultare gli Agenti scagliandosi poi contro di loro e colpendoli a calci e pugni con tale violenza da causare loro lesioni importanti.
A Milano, invece, un furto in abitazione si è trasformato poi in un’aggressione contro i Poliziotti intervenuti, dopo che uno dei ladri, un cileno di 32 anni, fuggendo si è ferito ad un labbro ed a quel punto ha cominciato a infierire sugli Agenti, colpendone uno con un cacciavite usato come un coltello e sputando loro addosso sangue.
Non meno pericolosa un’altra vicenda verificatasi a Milano, dove un albanese di 27 anni pluripregiudicato, ritenuto appartenente ad una banda internazionale di ladri d’auto di pregio, fuggendo ai Carabinieri che lo inseguivano, prima ha esploso al loro indirizzo quattro colpi da una pistola rubata e poi, per un errore fatale, dopo essere inciampato si è sparato al mento morendo sul colpo.
“Ci piace sottolineare – rimarca Maccari – come i colleghi di Milano si siano trovati nell’assurda situazione di provare terrore a rispondere al fuoco nonostante il fuggitivo avesse sparato loro addosso. E lo facciamo certamente non felici di questo, perchè avere un’arma di servizio dovrà pure avere un senso, specialmente se si considera che un delinquente che spara può colpire chiunque e che rispondere può dover essere una necessità, al di là delle vergognose campagne di criminalizzazione che subiamo. E non a caso abbiamo lanciato il dibattito attraverso l’hashtag #voicosafareste”.
“Non parliamo poi – conclude il Segretario Generale del Coisp – dell’ignominioso atteggiamento di chi osa puntare il dito contro di noi criticando continuamente il nostro operato quando nessuno è in grado di alzare quello stesso dito per darci almeno strumenti alternativi di lavoro, che non ci impongano di dover scegliere fra la pistola, le mani o il soccombere. Ancora aspettiamo uno squallidissimo e poverissimo spray antiaggressione che certamente ci eviterebbe nel 70 per cento dei casi contatti pericolosissimi con chi ci vuole aggredire. Ancora aspettiamo taser, protocolli operativi chiari, norme che ci garantiscano, e tutele legali che non possiamo neppure sognare. L’unica cosa che non ci manca mai sono i feriti, i morti, e le vigliacche continue critiche di chi non si è mai trovato con un cacciavite infilato nel corpo”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diritto e il rovescio

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

diritto e il rovesciodi Riccardo Alfonso. Il diritto nasce dal fatto e non dall’idea. Le figure o strutture giuridiche appartengono al mondo dell’azione divenendo elemento di esperienza comune, strumento di comunicazione sociale dell’essere umano.
Il diritto perché morfologia dell’azione è un elemento naturale dell’esperienza umana.
Il soggetto è considerato in rapporto a un ordinamento giuridico in quanto struttura ordinata delle azioni umane di una data società.
E’ un insieme di poteri e doveri riconosciuti e garantiti dall’ordinamento giuridico. Merita quindi rispetto, condivisione e ordinato evolversi nel contesto sociale, nell’elemento della spazialità.
Oggi, in Italia, non è facile, comprendere in pieno il suo significato, la sua portata, la sua validità se non restituiamo al diritto la capacità che gli è propria nel rispondere con efficacia e tempestività alla domanda di giustizia che emerge dalle istanze sociali, nel farsi arbitro super partes dai contrapposti interessi. Il tema ricorrente di questo lavoro sta proprio nel richiamare, attraverso le sue regole, la certezza dell’azione, la tempestività dell’intervento e le garanzie che da esse promanano e si riflettono nell’azione stessa, nel suo linguaggio che è intelligenza priva di passioni, in altre parole sottomissione dell’emo-zionalità alla ragionevolezza. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l. (foto: diritto e il rovescio)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Grammatica inglese

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

grammatica inglesedi Riccardo Alfonso. Parlare inglese è diventata una necessità. Questa grammatica non vuol essere, tuttavia, una guida allo studio, ma limitarsi a “rinfrescare la memoria” a coloro che hanno già una certa conoscenza linguistica, ma a volte sono presi da qualche dubbio. Non è, tuttavia, solo indicato l’essenziale, ma qualcosa di più. E’ servita all’autore per tenere viva la memoria come di solito si fa con un libro che ci aiuta a non dimenticare certi aspetti della vita e valori che talvolta ci sfuggono. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l. (foto: Editore: Fidest press agency (29 marzo 2013) Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.) (foto: grammatica inglese)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La medicina coniugata al sociale

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

la medicina coniugata al socialedi Riccardo Alfonso. Uno storico contemporaneo della medicina, l’inglese Roy Porter, ha affermato: “Fino a qualche tempo fa la vita era vissuta sotto l’impero della malattia”. Il mondo è un grande ospedale, si affermava. Il genere umano appariva impotente di fronte alla malattia, al dolore, all’invalidità, all’invecchiamento precoce. Ora qualcosa è cambiata, se non altro in termini d’enunciato. Alla conferenza d’Alma Ata nel 1978 l’Oms si pose l’obiettivo della “salute per tutti entro l’anno 2000”. Salute intesa come assistenza sanitaria primaria. In proposito dobbiamo considerare che lungo il corso del XX secolo abbiamo consolidato, innanzitutto, la cultura e la pratica dei diritti umani. In tale situazione la salute ha ricevuto una sorta di riconoscimento giuridico. Vi ha fatto da corollario la consapevolezza che non vi può essere un’equità della salute senza una giusta distribuzione delle risorse, un’indipendenza finanziaria delle singole persone e un sostegno importante dello Stato.
Dobbiamo entrare nell’ordine d’idee che la salute deve essere considerata talmente importante da trasformarla in obiettivo, fine e valore dell’esistenza.Editore: Fidest press agency (12 aprile 2013) Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l. (foto: la medicina coniugata al sociale)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La prostata

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

la prostatadi Riccardo Alfonso. Ho suddiviso questo lavoro in tre distinte parti. La prima compie una panoramica delle funzioni che attengono quest’organo, la seconda riguarda i lanci d’agenzia che dal 2009 a oggi hanno rilevato l’interesse mediatico degli addetti ai lavori sull’argomento e, segnatamente, le novità curative nelle terapie mediche e chirurgiche. La terza e ultima trattazione si rivolge sia a un interlocutore considerato “privilegiato”, tra i tanti che hanno dato lustro alla loro professione e che, ad avviso dello scrivente, merita una citazione particolare, sia nel seguire un paziente dal ricovero, per un’ipertrofia prostatica, al suo andamento post-operatorio. Editore: Fidest press agency Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.(foto: la prostata)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »