Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 23 agosto 2016

Roma: brucia la pineta Sacchetti

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

pineta sacchettiUn vasto incendio sta interessando la Pineta Sacchetti a Roma. Gli agenti del Corpo forestale dello Stato del Comando Stazione di Roma e del Comando Provinciale Roma intervenuti sul posto, oltre a dirigere le operazioni di spegnimento, hanno stimato che le fiamme abbiano già percorso circa 30/50 ettari di terreni incolti, bosco e canneto. Via Damiano Chiesa è ancora chiusa al traffico in prossimità del Parco regionale urbano del Pineto vicino al Policlinico Gemelli dove risulta minacciata la Casa di Cura Roma 3 con probabile evacuazione dei degenti. Attualmente stanno operando due elicotteri ed un Canadair e altri tre elicotteri sono in arrivo.
Le fiamme più esterne del fronte che procede verso il Policlinico Gemelli e Forte Braschi sono sotto controllo ma il forte vento potrebbe incrementarle di nuovo. La parte interna dell’incendio è ancora attiva.
Gli incendi hanno interessato anche le province di Latina, Frosinone e Viterbo.
A Marcellina in provincia di Roma sta operando un Eagle del Corpo forestale dello Stato dalla base di Vicovaro. L’incendio è di probabile origine dolosa. Presente sul posto anche una squadra del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo che sta eseguendo le indagini volte ad accertare eventuali responsabilità. Nella regione Lazio dal 1 gennaio 2016 si sono verificati 388 incendi boschivi. (fonte foto: scienze notizie) (pineta sacchetti)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mantova: Mostra dedicata a Giuseppe Flangini

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

flanginimantova1Mantova. Mancano solo pochi giorni (sino al 28 agosto 2016) alla chiusura della mostra che Mantova dedica a Giuseppe Flangini, artista di fama europea, nei prestigiosi spazi della Casa del Mantegna in via Acerbi 47.
Con la personale dedicata a Giuseppe Flangini (Verona 1898 – 1961), si “vuole approfondire e mettere a fuoco un percorso estetico che – come sottolinea Francesca Zaltieri, vicepresidente della Provincia di Mantova – colpisce per l’energia e la forza della qualità artistica”. La mostra di circa settanta opere pittoriche e una ventina di disegni, molti provenienti dall’estero e quindi non più visibili in esposizioni italiane, presenta paesaggi europei, spesso luoghi della presenza degli emigranti italiani all’estero come la tragica Marcinelle, o scene disegnate sul set del film di Vincente Minnelli “Brama di vivere”- di cui Flangini fu pittore di scena- con ritratti di attori,come Kirk Douglas e delle comparse. Opere fondamentali nel percorso artistico dell’autore la cui attività si è svolta prevalentemente tra Italia, Olanda, Belgio e Francia, in luoghi che gli hanno consentito di assumere una mentalità aperta e, appunto, europea. Una scansione cronologica, a cominciare dalle opere giovanili degli anni Venti, ci porta a contatto col mondo dell’artista, interprete di numerose vicende espositive tra le due guerre. Ci appare immediatamente il nitore dei suoi primi paesaggi calati in un’aura sognante, tra toni bruni, terrosi e malinconici, con una personale meditazione sulla pittura post-impressionista da Dufy a Utrillo. E intanto, lungo il percorso espositivo, la sua pittura si arricchisce di declinazioni nuove, di orizzonti che si aprono sulle suggestioni sviluppate, nel corso degli anni Trenta, a seguito dell’amicizia con James Ensor, con il quale, in numerose occasioni, si trovò a discutere d’arte e con cui approfondì tematiche a lui molto care, come quella della maschera. Parallelamente il suo sguardo comincia a prediligere paesaggi urbani e industriali, la rappresentazione del lavoro dei minatori, dei pescatori, dei sabbionai, dei contadini: il lavoro e la fatica umana diventano temi fondanti della sua poetica. Da mantovaVerona a Milano, città in cui si trasferisce a partire dal 1944, avvia importanti relazioni con artisti quali Lilloni, De Rocchi e Carlo Carrà e la sua arte si accende di una dimensione nuova. Si trasforma in categoria del pensiero, perché in essa si coniuga contemporaneamente l’architettura del fare e dell’immaginare. Ed è così che negli anni successivi, nel dopoguerra, sempre più a contatto con ambienti italiani ed europei, che Giuseppe Flangini raggiunge la pienezza artistica. La luce ereditata dalla grande pittura veneta asseconda ora un cromatismo sempre più forte e intenso mentre una sintesi formale essenzializza i suoi paesaggi che si caricano di gesto, di materia, di inedita forza espressiva e di una soggettività dirompente che porta alla luce una ricerca che si contamina coi grigi, coi neri, con i bianchi freddi e i colori di nebbia e di fumo che rimandano al Nord, ai luoghi in cui visse Van Gogh.
Emerge intanto un personale nordico romanticismo, venato di espressionismo che si accresce su inevitabili riletture di Van Gogh, Ensor e Laermans. E il linguaggio antico della pittura assume un vigore di novità inattesa, perché in grado di dare forma a passioni umane, a immagini esaltate dalle regole dell’armonia, da una felicità poetica che regala opere che sembrano nascere senza sforzo, senza difficoltà alcuna di tocco e di disegno. Gli ultimi anni di Flangini, dal 1959 al 1961, sono poi caratterizzati dalla genesi di un nuovo e felice cromatismo riconducibile alle esperienze dei fauves e di Vlaminck in particolare, e le sue ultime opere diventano testimonianza del perdurare di una ricerca sempre aperta e vitale, tragicamente interrotta, nell’agosto del 1961, per avvelenamento da colore. (christian flammia) (foto: giuseppe flangini, mantova)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Festival di musica e arte d’avanguardia

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

EvangeliaMartinaDonori (CA) enerdì 26 e sabato 27 agosto 2016 inaugurerà a Donori (CA) la IV Edizione di Contemporary_Festival di musica e arte d’avanguardia, un progetto promosso dall’Associazione Brebus, con la direzione artistica di Maurizio Coccia e Roberto Follesa, in collaborazione con l’Associazione Culturale Spazio Musica (CA) e con il patrocinio del Comune di Donori. Contemporary anche quest’anno presenterà un programma ricco di appuntamenti che animeranno il paese di Donori: live performance di musica d’avanguardia, momenti di incontro pubblico e dibattito, residenze artistiche e installazioni.Il festival, nelle precedenti edizioni, si è imposto sulla scena nazionale per l’originalità del format, che propone il superamento delle tradizionali barriere tra i linguaggi artistici: musica, arte visiva, dibattiti, letture pubbliche sono tutte attività che concorrono alla formazione di un’idea più ricca di realtà e non discipline divise da anacronistiche diffidenze. E la Sardegna, nonostante la posizione in apparenza periferica, si sta confermando come punto di riferimento per la musica e l’arte d’avanguardia: grazie a questa collocazione privilegiata riesce maggiormente ad assimilare le più diverse influenze, restituendole in modo autentico e indipendente dai meccanismi dell’omologazione culturale dettata dal mercato Fin dal suo inizio, Contemporary si è posto importanti e ambiziosi obiettivi che l’edizione attuale mira ad incrementare: evidenziare le realtà creative isolane più avanzate; proporsi quale piattaforma internazionale d’incontro fra le più aggiornate esperienze artistiche; rilanciare il territorio come patrimonio antropologico da offrire all’ispirazione degli artisti invitati; organizzare occasioni di collaborazione tra le diverse associazioni che agiscono nel medesimo ambito a livello locale; diventare attrattore turistico in alternativa alle spiagge. In entrambe le sezioni, Musica e Arti Visive, a seguito della permanenza dal 21 al 25 agosto nel paese, gli artisti creeranno opere che dialogano con gli Giovannimonikaspazi, la memoria e le suggestioni di Donori: manufatti effimeri o duraturi, oggetti o esperienze da vivere insieme agli abitanti, performance vere e proprie.Durante il festival altre due importanti occasioni contribuiranno a mettere in relazione il contesto locale con l’orizzonte più vasto della cultura internazionale. Il 26 agosto si svolgerà il Master Class: Franko B, il noto artista e performer italiano di stanza a Londra, illustrerà il suo lungo e ricco percorso artistico nel corso di un’appassionante lezione aperta al pubblico; mentre il 27 agosto gli artisti partecipanti e il curatore, discutendo della residenza a Donori nella Tavola rotonda “Le questioni dell’arte”, condivideranno con il pubblico i temi più attuali del dibattito artistico.
Per la Sezione Musica (musica, video, danza) interverranno gli artisti: Alessandro Cau, Marco Caredda Valter, Marco Cabras, Duo ReNoir, Franco Casu, Scott Arford, Trishira + Efedra, Marco Antagonista & Gianni Atzeni, Valter Alberton & Matteo Musio, Silvia Corda, Adriano Orrù, Mauro Medda, Giacomo Salis & Stefan Schmidt – ensemble, Federico Fenu, Silvia Corda & Giacomo Salis & Stefan Schmidt, Luciano Cireddu, Triac, Jakob, Marco Ferrazza, Mariana Millapan, Daniele Pasini, Raffaele Pilia & Michele Pusceddu, Massimo Olla & Mauro Medda, Parallel Coast.
Per la Sezione Residenze Artistiche e Installazioni Cittadine parteciperanno gli artisti: Evangelia Basdekis, Pierluigi Calignano, Giovanni Casu, Martina Corongiu, Gregor Eldarb, Aurelien Mauplot, Margherita Morgantin, Andrea Panarelli, Monika Zarzeczna, Italo Zuffi. Franko B: Master Class (foto: evangelia, martina, Giovanni, monika)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università: 100 borse di studio a studenti per protezione internazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

università informazioni

Università Politecnica delle Marche. C’è tempo fino all’11 settembre per partecipare al bando per l’assegnazione di 100 borse di studio a studenti con protezione internazionale, per l’accesso a corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca presso le università italiane. L’iniziativa, promossa dal Ministero dell’Interno e dalla CRUI, con la partecipazione dell’ANDISU, ha l’obiettivo di sostenere il diritto allo studio di giovani studenti meritevoli, titolari di protezione internazionale, costretti ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d’origine.
Inoltre l’Università Politecnica delle Marche ha assegnato 15 borse di studio PVS, a favore di studenti provenienti da Paesi in Via di Sviluppo, finanziate in parte con i 3,00 euro che ogni studente UNIVPM versa con le tasse di iscrizione, e in parte con fondi di Ateneo. Ad ottobre 2015 abbiamo pubblicato un bando per l’assegnazione di queste borse (vedi link in fondo). A fronte di quasi 40 domande, siamo riusciti ad assegnare 15 borse a studenti provenienti dall’Africa ma anche dalla Georgia, Palestina e Indonesia che si immatricoleranno nell’a.a. 2016/2017 a corsi di laurea magistrale di Ingegneria, Scienze, Agraria ed Economia.
“Abbiamo creato un contributo di solidarietà, su suggerimento degli studenti – ha ricordato il Rettore Sauro Longhi. Le 15 borse di studio PVS sono finanziate anche grazie al contributo di 3 euro da parte dei ragazzi; in questo modo, attraverso le tasse universitarie, i nostri studenti aiutano altri studenti provenienti da Paesi in situazioni disagiate.” Qui il discorso completo del Rettore all’interno della cerimonia “Lauree in Piazza” https://www.youtube.com/watch?v=Qvrynu1lv94 Per maggiori info:
Bando Protezine Internazionale – English version: http://www2.crui.it/crui/Bando%20protezione%20internazionale%202016_17.pdf

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parapendio europeo: trionfo francese e due medaglie per gli azzurri

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

parapendio2parapendioDai campionati europei di parapendio i piloti della nazionale italiana tornano con una medaglia d’argento nell’individuale maschile, grazie a Joachim Oberhauser, pilota di Termeno (Bolzano), e quella di bronzo a squadre. Se per l’Italia è stato un successo, per la Francia ed i piloti francesi il 14th European Paragliding Championship è stato un trionfo: tutte loro le medaglie d’oro e pure l’argento femminile! E’ Honorin Hamard il nuovo Roi Soleil del parapendio, seguito da Joachim Oberhauser e dallo spagnolo Xevi Bonet Dalmau; la regina si chiama Seiko Fukuoka Naville, pilota d’origine nipponica trapiantata oltralpe, seguita dalla connazionale Laurie Genovese e da Klaudia Bulgakow (Polonia). Classifica a squadre: Francia, Germania, Italia, Spagna. La gara è stata ospitata nella cittadina di Krushevo in Macedonia. Delle dieci giornate di volo in programma ne sono state volate nove da 150 piloti in rappresentanza di 30 nazioni, compresa l’agguerrita pattuglia di 19 donne. Tra i 72 ed i 115 chilometri la lunghezza dei nove percorsi contraddistinti da punti salienti del territorio da aggirare e contrassegnare tramite GPS. Mediamente i primi piloti al traguardo impiegavano tra le due e le tre ore e mezza per completare i parapendio1tracciati, tempi dovuti alle diverse lunghezze, alle differenti condizioni meteo ed, ovviamente, all’abilità nel condurre i loro parapendio, grandi vele allungate che si reggono in aria sfruttando le correnti ascensionali. Gli Italiani hanno superato momenti difficili. In testa all’inizio della gara, la squadra è incappata in una giornataccia al quarto volo ed ha dovuto lottare per risalire al bronzo. Sotto la guida del CT Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano), questa la formazione: oltre a Joachim Oberhauser, i neo campioni italiani Silvia Buzzi Ferraris (Milano) e Nicola Donini di Molveno (Trento), Christian Biasi di Rovereto (Trento), Marco Busetta di Catania, Piergiorgio Camiciottoli di San Giovanni Valdarno (Arezzo), Marco Littamè di Torino e Alberto Biagio Vitale di Bologna.
Nel contempo al Monte Cucco presso Sigillo (Perugia) si sono chiusi i campionati italiani dei deltaplano. Scudetti a Marco Laurenzi, pilota ciociaro, e Gorio Mandozzi di Macerata. Il primo ha vinto il titolo nella categoria tradizionale cosiddetta ad ala flessibile, l’altro in quella ad ala rigida. Hanno partecipato 61 piloti.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pienza accoglie il Quartetto Accardo

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

accardoPienza, Siena mercoledì 24 agosto alle ore 21.15 a Pienza nel Cortile di Palazzo Piccolomini in un grande ensemble da camera che comprenderà anche la violinista Laura Gorna, il violista Francesco Fiore, la violoncellista Cecilia Radic e la pianista Stefania Redaelli, nonché la violinista Chrystelle Catalano. Si rinnova così quella caratteristica tutta chigiana che permette ai migliori studenti di esibirsi in concerto insieme ai loro maestri. L’evento, che replica la serata precedente di Siena, è inserito nel cartellone del Chigiana International Festival, in particolare nell’area Off the Wall, dedicata agli appuntamenti nei più bei luoghi del territorio. È realizzato con il contributo del Comune di Pienza. In caso di maltempo, si sposterà nella vicina Cattedrale.Il programma si apre con un omaggio a Kurtág in occasione dei suoi 90 anni: il suo Hommage à Andràs Mihàly. 12 microludes per quartetto d’archi op. 13. Prosegue poi con il Quartetto per archi in fa maggiore di Ravel e si conclude con il Concerto per pianoforte, violino e quartetto d’archi in re magg. op. 21 di Chausson, autore peraltro già apprezzatissimo nel recital tenuto all’Abbazia di Spineto nell’ambito del Festival dalla pianista Lilya Zilberstein.
Salvatore Accardo esordisce a tredici anni eseguendo i Capricci di Paganini. A quindici vince il primo premio al Concorso di Ginevra e nel 1958 è primo vincitore del Concorso Paganini di Genova. Molti compositori gli hanno dedicato loro opere. Suona con le maggiori orchestre e i più importanti direttori, affiancando all’attività di solista quella di direttore d’orchestra. È tra i fondatori dei corsi di perfezionamento della Fondazione Walter Stauffer di Cremona. Ha inciso per molte delle maggiori etichette discografiche e ricevuto numerosi premi. Tiene la cattedra di violino presso l’Accademia Musicale Chigiana (della quale peraltro fu allievo).
Laura Gorna si diploma presso il Conservatorio di Milano e si perfeziona con Salvatore Accardo. Vincitrice del Concorso Città di Vittorio Veneto, debutta giovanissima alla Sala Verdi di Milano. Le sue tournée l’hanno vista esibirsi nei principali centri mondiali. In Italia e all’estero è ospite come solista di numerose orchestre.
Francesco Fiore ha compiuto i suoi studi presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma e si è perfezionato con Bruno Giuranna. Vincitore di numerosi premi si è presto imposto come uno dei musicisti più interessanti dell’ultima generazione, intraprendendo una intensa attività concertistica.
Cecilia Radic si è affermata nel 1996 con la vittoria del concorso internazionale Premio Stradivari-Roberto Caruana. Da allora si è esibita in tutto il mondo, alternando con successo ruoli differenti quali quelli di solista, camerista e primo violoncello, e affrontando un vasto repertorio.
Stefania Redaelli, giovanissima vince numerosi concorsi e suona da solista con le orchestre milanesi (RAI, Angelicum e Pomeriggi Musicali). Col tempo, la chiave di lettura della sua attività si definisce sempre più nella sua passione per la musica da camera, realizzata sia attraverso le numerose collaborazioni con molti dei principali musicisti. È presente nelle più importanti sedi musicali d’Europa e Stati Uniti. Si è dedicata anche a più aspetti della didattica. È attualmente pianista collaboratrice ai corsi di violino tenuti da Salvatore Accardo all’Accademia Chigiana.I biglietti (posti non numerati, intero 18 euro, ridotto 10 euro) possono essere acquistati online al sito http://www.chigiana.it (oppure, con sovrapprezzo, sul portale Ticketone.it anche presso i rivenditori autorizzati) oppure al botteghino di Palazzo Chigi Saracini dalle ore 10 alle ore 18 e da due ore prima dell’inizio del concerto direttamente presso il Cortile di Palazzo Piccolomini. Per prenotazioni e informazioni, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17 al numero 0577286300. (foto: accardo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Norwegian Orkla Health confirmed Friend of the Sea for Cod liver oil

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

orklaOrkla Health – Norwegian health-supplement company based in Oslo – has successfully concluded its renewal audit. Cod liver oil sourced from approved wild Arctic cod can continue to display the official seal of approval.Established in 1854, Orkla Health is the leading supplier of food supplements in the Nordic region, including Denmark, Norway and Sweden.Cod liver oil is sourced from fresh livers of Arctic Norwegian cod fish, caught in the Northeastern part of the Atlantic Ocean by Friend of the Sea approved fleets. All fleets operate in areas where cod stock is not overfished and are monitored by Norwegian authorities and the International Council for the Exploration of the Sea (ICES). Bycatch is also very low and does not include any IUCN red list species.
“Orkla Health has introduced sustainable and responsible fishing policies since the beginning,” says Jeanette Solhaug, Group Marketing Director. “We are very proud to have received the confirmation of our commitment towards the environment. This way our international customers are assured that our supplements have sustainable origin.”
Orkla Health is a Norwegian health-supplement company, part of Orkla Group, and based in Oslo. Operating since 1854, the company is now the leading supplier of food supplements in the Nordic Region, including Denmark, Norway and Sweden. The company’s vision is “Healthy living made easier!”, meaning that the company is committed to providing the best and safe products, processed at Orkla’s four factories. Orkla Health represents some of the best-known food and health brands, such as Möller’s, Maxim, Litozin, Pikasol and Nutrilett.www.orklahealth.com
Friend of the Sea is an international certification program for products from sustainable fisheries and aquaculture. Over 500 companies in more than 50 countries have relied on Friend of the Sea to assess the sustainable origin of their seafood. Audits, based on the best and the most updated available scientific data, are run by accredited independent certification bodies. Recently the program has expanded to the certification of sustainable shipping, ornamental fish and whale watching operators. http://www.friendofthesea.org (photo: orkla)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Louisiana is my heart

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

louisianaI grew up in Kenner, Louisiana, right outside of New Orleans. I went to LSU and served as a member of the Louisiana Recovery Authority after Hurricane Katrina. I have family and friends stretched from the mouth of the Mississippi River all the way up — Louisiana is my heart, and right now, my heart is breaking.The unprecedented rains and subsequent flooding that has hit the state is the worst natural disaster our country has seen since Superstorm Sandy in 2012. Over the course of the last week, Louisiana was hit with almost 7 trillion gallons of rain — to put that into perspective, that’s enough to fill more than 10 million Olympic-sized swimming pools.So far, this has left more than 40,000 homes damaged and more than 100,000 residents affected. Unfortunately, while the rains may have stopped, the flooding hasn’t, so those numbers can and will continue to rise.
Louisiana has a great Governor in John Bel Edwards, who is working tirelessly with the Federal Emergency Management Agency to make sure his state gets the resources it needs. I’m so grateful to have him there, understanding that moments like these are the moments when good government is at its best — working from the federal level right on down to local parishes.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stadio Paolo Rosi: Affitto a 52 Euro l’anno e un inconcepibile degrado

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

Stadio Paolo Rosi2

Stadio Paolo Rosi1

Roma Campi da tennis, pallacanestro, calcetto, bocce inutilizzati da anni e degradati, immobili fatiscenti, alberature pericolanti, aree a verde incolte e rifiuti sparsi. Cosi’ si presenta lo stadio Paolo Rosi (ex Stadio delle Aquile). 140.000 metri quadrati concessi dal Comune di Roma ai dipendenti dello stesso comune tramite il CRAL (Circolo Ricreativo Aziendale dei Lavoratori) per la modica cifra di 52 euro l’anno (esattamente 51,65 euro). Le foto testimoniano solo una parte del degrado. L’unica area decente sono le corsie per l’atletica affidate alla Fidal, la federazione di atletica leggera affiliata al CONI.
La convenzione tra il Comune di Roma e il CRAL prevede che lo stesso Circolo debba provvedere a “realizzare a propria cura e spese le eventuali opere di adattamento ed eventuale valorizzazione dell’immobile,…., senza la necessità di ulteriore atto e senza il diritto al rimborso della relativa spesa” e di “farsi carico di tutte le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria”. L’evidenza del degrado, pero’, e’ sotto gli occhi di tutti. Non e’ piu’ tollerabile che un’area pubblica venga lasciata in tale abbandono. Abbiamo sollecitato la sindaca Virginia Raggi ad assumere le iniziative del caso, considerato che si e’ in presenza di inosservanze alle prescrizioni della convenzione e di danno alla cittadinanza per la mancata utilizzazione di impianti pubblici. (stadio paolo rosi)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ottava edizione Frammenti d’attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

cori latinaCori (Latina) Il 28, 30 agosto e 1 settembre in Piazza Sant’Oliva. torna ‘Frammenti di attualità’, rassegna giunta all’ottava edizione che ha l’obiettivo di affrontare temi del momento attraverso spettacoli teatrali seguiti da un dibattito. La manifestazione – che quest’anno ha ottenuto anche il patrocinio della Camera dei Deputati, il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e un Premio di rappresentanza del Senato della Repubblica – è organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Buonumore’, con il patrocinio e il contributo della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, della provincia di Latina, della XIII Comunità Montana dei Monti Lepini e Ausoni, della Camera di Commercio di Latina e del comune di Cori. La rassegna avrà luogo il 28, 30 agosto e 1 settembre 2016 alle ore 20.45 presso la suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva a Cori (Latina).
Le tre serate saranno moderate dal giornalista e conduttore Michele Cucuzza. Si comincia il 28 agosto con l’atto unico di Anton Cechov ‘L’orso’, che sarà diretto e interpretato da Paolo Gatti con Daniela Kofler e Pierre Bresolin. A seguire la tavola rotonda ‘Parità uomo/donna: impresa impossibile?’ alla quale parteciperanno: Tiziana Chiappelli, antropologa e ricercatrice presso l’Università di Firenze; Paolo Ercolani, filosofo e docente dell’Università di Urbino; Luisa De Vita, ricercatrice in Sociologica Economica presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma.
Il 30 agosto sarà invece proposto ‘Amicizia’, recital di poesie e canzoni interpretate da Paolo Gatti con l’accompagnamento musicale del pianista Simone Martino a cui farà seguito il dibattito ‘Amicizia: è davvero un tesoro?’ al quale parteciperanno: la scrittrice Federica Brunini; l’autrice e scrittrice Carla Vistarini; la scrittrice Maria Paola Colombo.
La rassegna si concluderà il primo settembre con l’atto unico di Peppino De Filippo ‘Spacca il centesimo’ diretto e interpretato da Paolo Gatti con Pierre Bresolin, Alessandra Cosimato, Andrea Venditti e Fabrizio Caiazzo che sarà seguito dalla tavola rotonda ‘Fare economia: è ancora possibile?’ alla quale parteciperanno: Giuseppe Di Taranto, professore ordinario di Storia dell’Economia e dell’Impresa presso la Luiss di Roma; Gianluca Timpone, tributarista; Secondo Scanavino, presidente nazionale CIA (Confederazione Italiana Agricoltori); Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente. Ingresso gratuito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italiani sempre più amanti del Made in Italy, soprattutto a tavola

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

pizzaLo dicono le rilevazioni Eurispes, secondo cui oltre due terzi degli italiani (77,6%) privilegiano l’acquisto di prodotti alimentari di provenienza nazionale, una caratteristica che è percepita come garanzia di qualità. E lo sa bene Bofrost, la più importante azienda italiana della vendita diretta di specialità surgelate, che nel nuovo catalogo in distribuzione da agosto ha inserito molte specialità italiane.Prendendo spunto dalle tradizioni culinarie regionali, Bofrost ha infatti deciso di privilegiare prodotti con marchi Doc, Dop e Igp, garantendo così al consumatore la maggior qualità. Una scelta che piace sempre di più ai clienti, che trovano nel nuovo catalogo piatti tipici di tutta Italia.Tra le novità c’è il burger di carne Chianina, la rinomata razza bovina dell’Italia centrale, conosciuta e apprezzata per la sua carne succosa e saporita. Tra le specialità ci sono poi la schiacciata ligure allo stracchino, ideale per un pasto veloce o un aperitivo, e la focaccia genovese sempre arricchita con stracchino. E ancora sono i pizzoccheri della Valtellina, realizzati con grano saraceno, burgerpatate, verza e formaggio, e la zuppa alla furlana, ispirata alla tradizione contadina a base di riso e patate.Poi ci sono le pizze, naturalmente prodotte in Italia. Tra le novità c’è “La piccante” del fornaio, ispirata alle specialità calabresi grazie alla farcitura con la ‘nduja, insaccato di suino tipico della regione che ha una connotazione delicatamente piccante. Una specialità molto amata è anche la pizza con radicchio di Chioggia Igp e Asiago Dop. Un “classico” Bofrost è la pizza “Nord e Sud”, in cui si incontrano i migliori sapori del nostro Paese: radicchio di Chioggia Igp in una metà e il sapore deciso dei friarielli nell’altra. Non può mancare poi la “Bufalina del fornaio”, con mozzarella di bufala Dop.
bofrost Italia – È la più importante azienda italiana della vendita diretta a domicilio di specialità alimentari surgelate senza nessuna interruzione della catena del freddo. Vi lavorano 2.400 persone in tutta Italia. Le sede centrale si trova a San Vito al Tagliamento (PN). A oggi, sono oltre un milione le famiglie italiane che apprezzano e conoscono i prodotti di bofrost Italia. La qualità, il gusto e un eccellente servizio rappresentano i fattori di successo di questa azienda. http://www.bofrost.it (foto: pizza, burger)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Acquisto seconde case: “Per gli acquirenti esteri Italia più appetibile con le nuove rotte Ryanair”

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

ryanairMaggiori rotte, maggiori arrivi. L’annuncio di Ryanair relativo all’investimento in Italia e all’apertura di oltre 40 nuove rotte aeree è ben accolto dagli operatori immobiliari che trattano con potenziali acquirenti esteri. Gate-away.com, il portale immobiliare esclusivamente dedicato agli stranieri che desiderano comprare una seconda casa in Italia, prevede un ulteriore sviluppo di richieste in arrivo. “L’interesse per il nostro Paese non è mai diminuito. Nonostante la crisi geopolitica attuale e la Brexit, si continua a guardare all’Italia come destinazione ideale – commenta Simone Rossi, direttore generale di Gate-away.com – e questo è un incentivo per l’immobiliare che non è scollegato da tutto il resto: turismo, ricettività, enogastronomia, artigianato e made in Italy. Senza tralasciare il settore dell’edilizia e le maestranze dell’artigianato, richieste dagli stranieri nei progetti di ristrutturazione. Il fatto di poter raggiungere l’Italia con rotte dirette e più convenienti – aggiunge Rossi – facilita chi vuole realizzare il suo sogno di comprare casa in Italia. Non solo benestanti e milionari, che continuano a mantenere in salute il segmento lusso, ma anche coloro che vogliono investire i loro risparmi. Un esempio su tutti i pensionati, tedeschi inglesi o americani, che rappresentano una fetta predominante del mercato”. Secondo i trend già rilevati dal portale immobiliare estero, confermati dall’apertura delle nuove rotte Ryanair, si profila la continua crescita di Germania, Olanda e Danimarca nel numero di richieste, mentre nel 2017 potrebbero aumentare sensibilmente quelle in arrivo dalle nazioni in cui saranno implementati i collegamenti, come la Polonia e il Lussemburgo. “Un discorso a parte – conclude il direttore generale di Gate-away.com – va fatto per il Regno Unito: i voli aggiuntivi da e per Liverpool ed Edimburgo faranno da volano per le richieste UK. Nonostante l’esito del referendum, il legame speciale con il belpaese non sembra per ora affievolito a causa della Brexit. Aspetteremo di conoscere le altre rotte di Ryanair per monitorare gli esiti, come già accaduto per la Sardegna e la Calabria”. (foto: ryanair)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 95% degli imprenditori utilizza fondi personali per l’avvio di un’impresa

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

soldi-pubbliciL’ultimo rapporto del Global Entrepreneurship Monitor (GEM) sulla finanza imprenditoriale ha analizzato modelli di finanziamenti di nuovi business in tutto il mondo, rilevando che la crisi finanziaria globale ha lasciato un segno persistente sull’imprenditorialità in tutti i paesi e che la maggior parte degli imprenditori (95%) investe i propri risparmi per avviare un’impresa.
Nonostante il fatto che il costo medio per avviare un’impresa sia sceso, gli autori spiegano che l’accesso ai finanziamenti è uno dei più gravi problemi per le imprese in molte economie, con le piccole e medie imprese in difficoltà sempre maggiori.
“Questa recente crisi finanziaria, la peggiore degli ultimi 80 anni, ha avuto un profondo effetto sulla situazione economica e sul paesaggio imprenditoriale”, affermano gli autori del rapporto Caroline Daniels, Mike Herrington e Penny Kew.
Circa 60 paesi partecipano alla ricerca annuale del Global Entrepreneurship Monitor (GEM). L’ultimo rapporto sulla finanza imprenditoriale è stato pubblicato dieci anni fa. Da allora, la disponibilità di fondi, le fonti di finanziamento, nonché il costo di avvio di un’impresa sono molto evoluti: l’importo medio necessario per avviare un business nel 2004 era di 54.000 $ e di 65.000 $ nel 2006. Nel 2015, l’importo medio è sceso a soli 13.000 $. In Italia, le cifre restano alte, con una media di 55.511 $ necessari ad avviare un’impresa.
Globalmente, il 95% degli imprenditori utilizza fondi personali per l’avvio di un’impresa. Israele e la Spagna riportano la più bassa percentuale di imprenditori che utilizzano il proprio denaro come fonte di finanziamento imprenditoriale (79%). Le percentuali di investimento di fondi personali variano notevolmente in funzione dei paesi, da un minimo del 47% in Burkina Faso e in Senegal al 91% in Cina e al 98% in Indonesia. Risulta anche in aumento la quota che gli imprenditori investono in media nel proprio business – nel 2004, il 66% del loro capitale era investito nella start-up, mentre nel 2015 la percentuale sale al 72%.
“Questo indica un più forte sentimento di fiducia in sé stessi nel clima economico attuale”, afferma Mike Herrington, Direttore esecutivo di GEM e Professore all’University of Cape Town.
Herrington aggiunge che l’uso delle risorse proprie, a volte chiamato “bootstrap”, nasce per lo più dalla necessità, ovvero quando gli imprenditori non possono garantire un finanziamento esterno alla propria società. “Questo è particolarmente vero per le donne imprenditrici, che si ritrovano ad affrontare delle disparità di trattamento da istituti di credito tradizionali, sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo.” Le differenze di genere si estendono oltre al settore bancario. Ad eccezione di due paesi, le donne imprenditrici riferiscono di aver bisogno di meno soldi per avviare un business rispetto agli uomini. In Canada questo divario di genere è il più alto, gli uomini riportano una somma per avviare un’impresa di 8,5 volte superiore rispetto alle donne. Per molti imprenditori, i risparmi personali, così come i contributi di vicini di casa, della famiglia e degli amici hanno giocato un ruolo importante. “Far parte di una cerchia sociale privilegiata permette ancora agli imprenditori di ricevere una bella spinta, in particolare in Africa e in Nord America, dove i tassi di investimento informali sono più alti”, spiega Penny Kew, co-autore dello studio, e aggiunge :”In tutte le regioni, la maggior parte degli investitori informali forniscono i fondi ai membri della propria famiglia, ed una percentuale sostanziale fornisce un aiuto ad amici e vicini di casa.”
Le banche rimangono una fonte importante di finanziamento in tutte le regioni – i contributi delle banche variano: un quarto di imprenditori in Africa, Asia e Oceania ne beneficiano, e ben un terzo degli imprenditori nel Nord America. I finanziamenti governativi svolgono un ruolo importante in Nord America e in Europa. Il rapporto GEM mostra inoltre che le forme tradizionali di finanziamento imprenditoriale vengono sempre più integrate da nuovi sistemi di prestito come il peer-to-peer lending, il crowdfunding, la microfinanza e le cooperative di comunità. Allo stesso tempo, le industrie, i modelli di business, e il concetto di ‘mercato’ viene ridefinito dalla tecnologia mobile. Caroline Daniels sostiene che la globalizzazione e il ruolo delle tecnologie – tra cui i social media – non deve essere sottovalutato, soprattutto nei paesi più sviluppati. “Gli imprenditori del Nord America hanno sostanzialmente più probabilità di avere accesso a fonti più sofisticate di finanziamento imprenditoriale, come il VC e il crowdfunding”, spiega. “Il 14% degli imprenditori nordamericani sono finanziati attraverso il crowdfunding. Al contrario, l’Africa, l’Asia e l’Oceania sono in ritardo in modo significativo in termini di accesso a questa forma di finanziamento, e solamente il 2% degli imprenditori in queste regioni è finanziato via crowdfunding”. Il business è sempre più globale, aggiunge la Daniels. “Poichè la consapevolezza di chi ha accesso alle risorse è in crescita, le parti interessate stanno esplorando dei mezzi per aumentare i tipi di finanziamento disponibili in tutte le economie.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delegazione giapponese in Campidoglio

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

virginia raggiRoma. La sindaca Virginia Raggi ha incontrato in Campidoglio una delegazione di parlamentari giapponesi. Tra i temi trattati il turismo, i miglioramenti sui rifiuti e la lotta all’abusivismo commerciale. In particolare, per quanto riguarda il settore turistico, è stata sottolineata l’importanza di rilanciare l’immagine di Roma nel mondo come Capitale d’arte e città ricca di tesori, non solo nel centro storico, ma su tutto il territorio. L’amministrazione capitolina punta a rinnovare il portale di Roma Capitale come prima ‘vetrina’ d’accesso per turisti e cittadini. La sindaca ha inoltre ribadito l’obiettivo di invogliare i turisti a prolungare la loro permanenza media nella Città Eterna attraverso lo sviluppo di percorsi turistici dedicati come per esempio la Roma barocca, la Roma delle chiese, delle botteghe e dei prodotti enogastronomici. (foto: virginia raggi)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riflessione dell’On. Mario Tassone sul Meeting di CL a Rimini!

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

riminiIl Meeting di Rimini, che Comunione e Liberazione organizza da molti anni, è un appuntamento a cui non mancano i detentori pro tempore del potere e personaggi famosi. Anzi per i primi è l’occasione per riproporre, più che idee e programmi, leadership a volte appannate. Una tribuna per gli esponenti del governo e nessun riscontro equilibrato a posizioni diverse! Una presenza a un salotto divenuto esclusivo per la sapiente regia degli organizzatori impegnati a presentare C.L. come realtà profetica dai progetti di ampio respiro, dalle verità indiscusse. Una oasi incontaminata dai mali di questo mondo, affollato da peccatori e inadeguati. E allora si comprende la corsa a partecipare per conquistare benemerenza e un salvacondotto. Mai Rimini ha visto in primo piano personaggi di un “mondo diverso”. E quando ci sono, anche in questa edizione, sono risucchiati da un conformismo fastidioso. Si parla degli altri, di quelli che stanno fuori perché nel Meeting tutto è ritenuto perfetto. Certo il dato positivo è la presenza di tanti giovani che partecipano con l’entusiasmo della fede, questa si vera, e della generosità propria del loro tempo. E poi cosa rimane? Non si sa in un anno, aspettando l’agosto successivo, cosa fanno Cl e le sue potenti strutture collaterali. Quanto si è discusso a Rimini, temi ripassati per la verità, non trova sbocchi. Tutto si consuma nell’apparire. Quanto serve per continuare un impegno talmente esclusivo che scompare dai rader della conoscenza . Si dice che la scelta politica è individuale. Ma molti personaggi, noti alle cronache, non sarebbero andati lontani se non ci fossero state le adesioni di giovani, e non, a cui si chiede servizio verso gli ultimi…. e qualche supplemento in più. Rimini ha sempre sdoganato tutto anche quando si soffocavano i vecchi partiti, la D.C. veniva vilipesa e la storia democratica contraffatta. C’è sempre una zona grigia in certe vicende: la dicotomia fra valori con forza affermati e la pratica. Un imbroglio e una offesa! Il presidente della repubblica, che non si è sottratto al richiamo riminese, nel suo intervento ha detto: “molti si isolano in circuiti ristretti, illudendosi che il mondo appartenga solo a chi la pensa come loro e riversano astio e livore su chi pensa diversamente”. Una riflessione che condivido. Mi auguro che Mattarella l’abbia fatto pensando anche ai suoi ospitanti, gestori di una organizzazione sempre più esclusiva dalle élites spinte e disinvolte!

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »