Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 1 settembre 2016

Principali minacce ambientali per la salute

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

ambienteRoma 1-3 settembre 2016 Auditorium – Parco della Musica di Roma 28esima edizione della Conferenza della Società internazionale di epidemiologia ambientale (ISEE). Per tre giorni più di 1.500 fra ricercatori e studenti provenienti da tutto il mondo discuteranno i risultati delle nuove ricerche sulle principali minacce ambientali per la salute: dall’inquinamento dell’aria a quello acustico, dai pesticidi alle altre innumerevoli fonti di contaminazione chimica, dagli effetti sulla salute globale del cambiamento climatico ai disastri ambientali che caratterizzano sempre più la nostra vita sul pianeta.“L’obiettivo principale delle conferenze internazionali ISEE è di promuovere la ricerca in epidemiologia ambientale per cogliere in modo sempre più chiaro i legami fra condizioni ambientali alterate ed effetti sulla salute” spiega Francesco Forastiere del Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario della Regione Lazio (ASL Roma 1), organizzatore, insieme a Carla Ancona e Paola Michelozzi, dell’evento ISEE di quest’anno. “Le nuove conoscenze sviluppate da queste ricerche permettono di informare al meglio le politiche tese a limitare il più possibile l’esposizione agli agenti inquinanti e promuovere condizioni di vita più sane”.La conferenza si struttura in sessioni plenarie e parallele, poster ed eventi collaterali. Il primo giorno di convegno verrà aperto da una presentazione dell’epidemiologo dell’Università di Milano Pier Alberto Bertazzi sull’eredità dell’incidente di Seveso, occorso quarant’anni fa, che ha inaugurato la stagione degli studi ambientali in Italia sugli incidenti industriali. A questa presentazione seguirà il contributo di Annette Peters, del Centro Helmholtz di Monaco sullo stato dell’arte degli studi sull’inquinamento dell’aria: dagli effetti classici sul sistema respiratorio e cardiaco alle nuove evidenze sui danni metabolici, neurologici e sulla salute riproduttiva.
Nei giorni seguenti le relazioni d’apertura riguarderanno: le differenze di genere rispetto alle esposizioni ambientali; i possibili danni alla salute umana dai nuovi sistemi di prelievo di gas e petrolio dal sottosuolo (fracturing), molto diffuso negli Stati Uniti; gli effetti sanitari del cambiamento climatico in corso (dalle ondate di calore al riemergere delle malattie infettive). Una sessione affronterà anche il tema di frontiera degli effetti dei diversi inquinanti sull’assetto genetico ed epigenetico delle persone esposte. La lecture finale prenderà spunto dal caso del glifosato – l’erbicida più diffuso al mondo recentemente vietato in Italia – per trattare il tema dei limiti, delle responsabilità pubbliche e i possibili conflitti d’interesse della ricerca in epidemiologia ambientale.
Fra gli argomenti che ricorrono nella tre giorni ISEE di Roma di particolare interesse anche il tema di come il verde pubblico e la mobilità sostenibile possano condizionare considerevolmente le condizioni di vita nelle nostre città.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AidEx 2016 Humanitarian & Development Journalism Award – final call for entries

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

GiornalistiBrussels. AidEx, the leading forum for the international aid and development community, would like to inform the global journalism community that the deadlines for entries to the 2016 edition of the AidEx Humanitarian & Development Journalism Award is this Friday, 2 September. Submissions and nominations are still being accepted on our website until this date.The award celebrates the best of humanitarian and development reporting and photojournalism. In 2015, the winners of the award were Holly Young, from The Guardian’s Global Development Professionals Network (for reporting) and Victor Lacken, of Lensman Media Services (for photojournalism). Learn more about last year’s finalists and winners here.The AidEx Humanitarian & Development Journalism Award is run in partnership with NRS International, a leading international manufacturer of innovative products for the humanitarian aid, public health and development sectors.Nominations for the Award will be judged by an independent panel of experts and by an online public vote. Two winners will be selected in the Photojournalism and Reporting categories respectively; they will receive a trophy and cash prize of €2,500, conferred in person at AidEx in Brussels on 17 November 2016.
Now in its 6th year, AidEx is a major international conference and exhibition for humanitarian and development professionals of all stripes. Its fundamental aim is to engage the sector at every level and provide a forum for the visitors to meet, source, supply, and learn. The two-day event taking place in Brussels annually was created to help the international aid and development community come together in a neutral setting, drive innovation and support the ever-growing need for emergency aid and development programmes.
The theme for AidEx 2016 is “Localisation”, and the event will take place on the 16 and 17 November 2016 at Brussels Expo, in Brussels, Belgium.
NRS International is a family-run company that develops and manufactures products for the humanitarian aid, public health and development sectors. It aims to improve the everyday lives of people in need by providing cost-effective aid essentials. Headquartered in Dubai, United Arab Emirates, it is the parent company to three subsidiaries:
NRS Relief offers core relief items and multi-purpose shelters
Flexiway Solar Solutions provides fit-for-purpose solar products
TANA Netting manufactures WHOPES-recommended DawaPlus® 2.0 insecticide treated nets as a tool for malaria control and prevention.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pope Francis at ESC Congress 2016

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

pope francisRome. His Holiness Pope Francis honoured the European Society of Cardiology (ESC) with an historic visit to ESC Congress 2016, the world’s largest scientific summit on cardiovascular medicine. “You look after the heart,” His Holiness told the cardiologists. “How much symbolism is enshrined in this word! How many hopes are contained in this human organ! In your hands you hold the beating core of the human body, and as such your responsibility is very great!”Pope Francis added: “The Magisterium of the Church has always affirmed the importance of scientific research for human life and health. The Church not only accompanies you along this demanding path, but also promotes your cause and wishes to support you.”ESC President, Professor Fausto Pinto, in introducing the Pontiff, said: “The European Society of Cardiology, like the Vatican, is committed to alleviating suffering and promoting healthy lifestyles. Both share a common purpose of delivering care to those in need and helping people live more productive lives.” The European Society of Cardiology brings together healthcare professionals from more than 150 countries to push the boundaries of cardiovascular medicine. ESC Congress, held annually at the end of August, presents more than 6,000 scientific abstracts, identifying the latest discoveries and breakthroughs in the field of cardiology. This year’s congress attracted a record 33,000 cardiology professionals.“There is so much more that could be done, that must be done,” Professor Pinto said to Pope Francis. “In Europe alone, 1.4 million people under the age of 75 die prematurely each year from heart attacks and strokes because, in many cases, they are not getting the timely and effective healthcare they need. “Governments, public health systems, clinics, hospitals, universities, we must all recognise the urgency of this public health crisis. And a crisis is exactly what it is, and how it should be seen.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Revoca incarico in Campidoglio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

virginia raggi trasparenzaRoma. Trasparenza. È uno dei valori che ci contraddistingue e che perseguiamo. Per questo motivo abbiamo deciso di chiedere un parere all’ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, su tutte le nomine fatte finora dalla Giunta. Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza: il “palazzo” deve essere di vetro, tutti i cittadini devono poter vedere cosa accade dentro. Questo è il M5S.
Sulla base di due pareri contrastanti, ci siamo rivolti all’ANAC che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina della Dott.ssa Carla Romana Raineri a Capo di Gabinetto va rivista in quanto “la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l’articolo 90 TUEL” e “l’applicazione, al caso di specie, dell’articolo 110 TUEL è da ritenersi impropria”. Ne prendiamo atto. Conseguentemente, sarà predisposta l’ordinanza di revoca. (Virgina Raggi sindaco di Roma)

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito di fertility day

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

paola tavernadi Paola Taverna. Non può non strapparmi un sorriso leggere che il ministro Lorenzin pensa al fertility day. Proprio nel giorno in cui la disoccupazione giovanile sale di due punti, ci venite a rappresentare le donne come prodotti con la data di scadenza che devono affrettarsi a sfornare bimbi? Tornate con i piedi per terra! Le donne, prima di mettere al mondo un figlio, devono fare i conti con uno Stato che se ne frega delle famiglie e dei bambini. Uno Stato che privatizza la scuola pubblica, che non offre asili nido gratuiti, che costringe i lavoratori al precariato permanente dei voucher e dei finti contratti “indeterminati”.Uno Stato che con la “buona scuola” separa le insegnanti dai figli con destinazioni ai confini della realtà. Uno Stato che privatizza la Sanità, che ti consiglia un’ecografia morfologica al quinto mese, ma poi se provi a prenotarla te la danno che tuo figlio ha 5 anni. Uno Stato che, invece di aiutare i nuovi italiani a nascere, sta aiutando i vecchi italiani a morire.Gentile ministro, il vostro fertility day dovreste ribattezzarlo “hypocrisy day”.  Quella è l’unica dicitura che non vi verrebbe tacciata come milionesima bugia. Il giorno in cui non dovremo più confrontarci con voi non arriverà mai abbastanza presto.
Dal 18 giugno 2014 giace in Senato la nostra mozione di sfiducia e il 17 marzo scorso, il ministro della Salute rispose a una mia interrogazione su un atto di bullismo istituzionale. Volevano scippare i soldi da me ottenuti nelle precedenti leggi di Stabilità per affossare il ddl sugli screening neonatali. Preferivano fare un dispetto al M5S, piuttosto che salvare la vita dei bambini. Acqua passata: ora gli screening sono legge grazie alla testardaggine della sottoscritta e all’immenso aiuto delle associazioni malati rari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A giant Tetris tournament on the Tel Aviv-Yafo Municipality building

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

Tetris creditA giant Tetris tournament took place on the Tel Aviv-Yafo Municipality building. Two huge joysticks (1.5m*1.5m) were placed at Rabin Square inviting residents and visitors to play against each other on the Tel Aviv-Yafo Municipality building that served as a huge, 3,000 square meter screen made up of 480 led lights.
The games Snake and Pong were also available to play and all games will be accessible for the public every evening this week and in the future on every Thursday after dark. The tournament took place to mark the DLD Tel Aviv Innovation Festival, which will take place on Sept. 25-29, 2016.< (photo: Tetris credit)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Leave a Comment »

Pablo Picasso in Israele

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

picassoGerusalemme Museo d’Israele di Gerusalemme dal 19 novembre 2016. La mostra di recente apertura al Museo d’Israele di Gerusalemme Pablo Picasso: Drawing Inspiration evidenzia l’evoluzione artistica, le sperimentazioni e la maestria di Picasso dall’inizio del 20° secolo fino al 1970. L’esposizione è caratterizzata da diverse centinaia di opere della collezione del Museo d’Israele, integrata da prestiti notevoli provenienti dai maggiori musei di tutto il mondo.
Organizzata in ordine cronologico, rispecchia la capacità dell’artista di esprimersi simultaneamente attraverso una varietà di stili – dai Periodi Blu e Rosa al Cubismo; dal Neoclassicismo al Surrealismo; da un naturalismo vivido alle forme distorte e astratte – e segue la sua costante reinterpretazione di motivi preferiti come ad esempio le donne, l’artista, lo studio, il modello, il Minotauro e la corrida. La passione creativa degli ultimi anni di Picasso si è espressa attraverso una fretta febbrile, riflettendo il suo desiderio inesauribile per la vita e sfidando intensamente la sua caducità e fugacità.
Celebrato per la sua sorprendente creatività, la sua costante capacità di reinvenzione e la personalità intrigante, Pablo Picasso (1881-1973) – forse l’artista europeo più influente e di successo del 20° secolo – incarna la sua epoca, con i suoi enormi cambiamenti storici e politici, i movimenti d’avanguardia e le nuove forme d’arte. Mentre lui ha assorbito le tradizioni del passato e ha tratto ispirazione dai suoi contemporanei, la sua arte rimane essenzialmente originale e innovativa. I dettagli biografici forniscono le informazioni chiave per interpretare la sua opera, che costituisce un diario intimo della sua evoluzione personale e artistica. I suoi rapporti complicati con le donne – che sono picasso1state le sue somme muse e modelle – sono diventati il principale soggetto della sua arte, fomentando la sua immaginazione e proclamando i cambiamenti nel suo stile.
Evidenziando le opere grafiche di Picasso, questa esposizione dimostra l’interesse e la straordinaria versatilità per il disegno e per l’incisione che l’artista ha avuto durante tutta la sua vita e offre una rara opportunità di osservare e studiare il processo creativo del maestro. Picasso ha datato meticolosamente le sue stampe, particolarmente le sue serie, per poter seguire da vicino lo sviluppo della sua arte. Le opere in mostra, realizzate in tutte le più importanti tecniche di stampa – acquaforte, incisione, puntasecca, acquatinta, litografia e linoleografia – attestano l’abilità tecnica fenomenale di Picasso mentre esemplificano il motto spesso attribuito a lui: “impara le regole come un professionista in modo da poterle infrangere come un artista”.
La mostra si concentra sulle stampe e disegni che rivelano la sua costante attrazione per questi mezzi e attestano la sua versatilità e la sua formidabile abilità tecnica nell’usarli. Le stampe della Vollard series, una delle più importanti serie di stampa dei tempi moderni, sono esposte nella mostra per la prima volta. La spinta creativa di Picasso non diminuì con la sua età. La mostra comprende una selezione di stampe da Suite 347, realizzate quando l’artista aveva 86 anni e che richiesero più di sette mesi di lavoro – offrendo uno sguardo nel flusso di coscienza dell’artista. (foto: picasso)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unione Naz. Consumatori su Istat commercio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

istatSecondo i dati Istat resi noti oggi, a giugno le vendite al dettaglio salgono su base annua sia in valore (+0,8%), sia in volume (+0,2%). “Bene! I dati migliorano rispetto a maggio, quando si era registrato un disastroso calo generalizzato. Ma è troppo presto per parlare di una inversione di tendenza. Le vendite alimentari in volume, ad esempio, sono ancora ferme su base annua, mentre addirittura scendono su base mensile, sia in valore che in volume (-0,1%). Gli ipermercati segnano ancora una riduzione delle vendite nei confronti di giugno 2015 (-0,3%) e non si intravede alcuna uscita dal tunnel per i piccoli negozi di alimentari” dichiara Massimiliano Dona, segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Gli unici a registrare un andamento positivo sono i discount. E questo perché le famiglie, avendo finito i soldi, vanno a caccia dei prezzi più convenienti e bassi, anche se questo li obbliga a rinunciare a marche più conosciute e famose” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rientra al lavoro con una marcia in più

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

agenda giornalistaTrova i contatti, organizza il lavoro, progetta le migliori strategie di marketing, realizza al meglio le campagne di comunicazione.
L’Agenda del Giornalista, accreditata dagli addetti ai lavori come il principale strumento professionale per chi lavora nel campo dell’informazione e della comunicazione, è disponibile in promozione.
MEDIA CONTACT è dedicato interamente all’informazione, con l’elenco delle testate giornalistiche e i contatti delle redazioni. Vi si trovano nomi, mail, indirizzi e telefoni dei giornalisti della carta stampata, dei media online e dell’emittenza radiotelevisiva.
RP CONTACT è dedicato al mondo delle rp e della comunicazione. Include i contatti delle associazioni di categoria, dei decisori politico-istituzionali internazionali, europei e italiani, dei gruppi e mediatori di interesse, di chi fa rp e comunicazione nelle aziende e nelle agenzie specializzate in relazioni pubbliche e comunicazione. A tutti i clienti che acquisteranno la collana completa presso la nostra sede o sul sito cdgedizioni.it riserviamo un prezzo speciale: 128,00 euro invece di 256,00 euro. www.agendadelgiornalista.it (foto: agenda giornalista)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Disfunzione erettile e problemi di cuore

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

cardiology congress-2016Roma. i farmaci antipertensivi, in particolare diuretici e beta-bloccanti hanno tra i loro effetti avversi la possibilità di poter interferire con la funzione erettile, (succede in un 10-20% dei soggetti in trattamento) ma sinora nessuno studio aveva investigato esattamente l’effetto di ciascuna classe di farmaci sull’emodinamica delle arterie del pene. Si sono presi il compito di verificarlo i medici dell’Hippokration General Hospital di Atene che hanno sottoposto 156 pazienti in terapia da almeno 6 mesi e 47 soggetti che non avevano mai ricevuto trattamenti per l’ipertensione con disfunzione erettile ad un doppler ad ultrasuoni del pene dopo una iniezione intra cavernosa di prostaglandine per valutare la funzionalità e la severità della malattia vascolare dei corpi cavernosi.
È stato studiato l’effetto di ogni classe di farmaci sul picco di velocità sistolica nei pazienti trattati in monoterapia e sono stati poi paragonati agli effetti della combinazione di due molecole specifiche sullo stesso parametro. Un basso valore PSV indicava quindi una compromissione del flusso sanguigno al pene e quindi una disfunzione erettile severa. I risultati hanno mostrato che paragonati ai soggetti che non ricevevano il trattamento per la pressione alta quelli in terapia mostravano un valore PSV inferiore pari al 31,5 contro 36,3 cm/s. I pazienti che ricevevano un beta-bloccante o un bloccante dei canali del calcio mostrava valori inferiori rispetto a quelli che assumevano un ACE o un farmaco bloccante del recettore dell’angiotensina II.
Questo studio ha quindi mostrato che la combinazione di un diuretico con un ARB o con un ACE ha un importante impatto negativo sull’emodinamica delle arterie peniene. “Dal momento che la maggior parte dei pazienti in terapia per ipertensione assume due o più farmaci per controllare meglio il ateneproblema appare di enorme importanza conoscere l’effetto delle differenti combinazioni sulla funzione erettile” Leonardo Bolognese – Direttore Cardiologia ospedale di Arezzo e Local Press Coordinator ESC congress, che aggiunge “non dobbiamo dimenticare che l’ipertensione è un problema che interessa anche giovani adulti e che la sessualità è un fattore che contribuisce alla qualità di vita degli individui, quindi come medici dobbiamo prenderci carico anche di aspetti solo apparentemente secondari”.
“Già nel 2013, durante il proprio Congresso Nazionale, l’ANMCO aveva indicato i problemi di erezione come RED FLAG trascurate di rischio cardiovascolare” prosegue il dottor Michele Gulizia – Direttore Cardiologia Ospedale Garibaldi di Catania e Local Press Coordinator ESC congress “se pensiamo che le proiezioni mondiali stimano oltre 320 milioni di uomini affetti da disturbi dell’erezione entro il 2025 ecco come un problema da andrologi chiama in campo anche la comunità cardiologica. Basti pensare che hanno questo problema il 31% dei soggetti con ipertensione, il 60% di quelli con una storia di ictus, il 40,75 dei pazienti cardiopatici e con vasculopatie periferiche. E l’Omstead County Study (2) ha sottolineato come la DE fosse associata ad un rischio più alto di circa l’80% di malattia coronarica”.
Secondo la definizione del National Institute of Health, è definita disfunzione erettile l’incapacità a raggiungere o mantenere un’erezione adeguata per un soddisfacente rapporto sessuale: ne soffre un uomo su 10 e il 50% dei maschi incorre occasionalmente in qualche disturbo. I farmaci betabloccanti, in particolare, interferiscono con la serenità tra le lenzuola nel 10-20% dei casi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cardiologi cinguettano in inglese

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

cardiology congress-2016Roma. Nella ricerca di metodi sempre più efficaci di formazione continua si analizzano anche i social media più noti come Facebook e Twitter, basti pensare che il 5% di tutte le ricerche sul motore di ricerca Google riguarda proprio la salute. Un gruppo di ricercatori inglesi ha analizzato i contenuti dei cinguettii cercando le parole ‘cardiologo’ e ‘cardiologia’. Il monitoraggio aveva come oggetto sia il numero di presenze che i contenuti veicolati. “Sono stati selezionati 90 account e analizzati 8676 tweet: l’80% degli attivi era maschio, il 61% era americano con la Gran Bretagna al secondo posti nei paesi di lingua inglese, con il 20% degli utenti” – spiega Leonardo Bolognese – Direttore Cardiologia ospedale di Arezzo e ESC Local Press Coordinator. “Trentotto account postavano almeno un tweet al giorno e nove una attività molto intensa che superava i 9 cinguettii quotidiani. Il 55% dei tweet era un contenuto originale e il 45% un retweet. La maggior parte degli account intestati a cardiologi è attiva e twitta su argomenti sociali o legati alla professione. E’ interessante notare come il 90% dei contenuti sia risultato aderente alle linee guida sull’uso dei social media dettate dal General Medical Council inglese”.
Sono sempre di più le piattaforme di e-learning in medicina: i fornitori di contenuti scientifici (società, associazioni, istituzioni) diffondono articoli e novità mentre i professionisti possono creare discussioni con una comunità di colleghi, scambiarsi informazioni e valutare casi clinici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’ipertensione notturna per gli utilizzatori di steroidi anabolizzanti

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

cardiology congress-2016Roma. Il legame tra abuso di steroidi anabolizzanti (AAS) e ipertensione è stato approfonditamente dibattuto e studi precedenti hanno mostrato risultati discordanti nella misurazione della pressione sanguigna con il solo sfigmomanometro. La valutazione ambulatoriale nelle 24 ore permetterebbe una diagnosi più accurata.
I medici internisti e cardiologi dell’Università di Copenhagen hanno studiato quindi l’impatto dell’abuso di sostanze per l’aumento della massa muscolare sulla pressione arteriosa, attraverso uno studio che ha arruolato un gruppo di uomini con meno di 50 anni. Il campione di 101 soggetti è poi stato diviso in tre gruppi: soggetti che utilizzavano AAS, soggetti che ne avevano abusato ma in astinenza da 30 mesi in media (da 20 a 44 mesi) e un gruppo di controllo che non avevano mai utilizzato i sostituti del testosterone. Tutti i partecipanti sono stati coinvolti in un training di fitness e poi sottoposti ad una rilevazione pressoria delle 24 ore (ogni 20 minuti durante il giorno e ogni 60 nelle ore notturne).
L’ipertensione diurna era definita da valori superiori a 135/85mmHg e quella notturna da 120/85mmHg. I risultati non si sono fatti attendere: i soggetti che abusavano di steroidi mostravano livelli di BP diurna più alti pari a 133,8 (da 127,5 a 140) rispetto agli ex utilizzatori che vantavano un valore medio di 126,8 e al gruppo di controllo, al riparo con il suo 125,7mmHg.
ipertensione2Ancor più significativi i valori notturni: al calare della notte i valori dei consumatori rimaneva a livelli di guardia con una media di 125,6 mentre gli ex utilizzatori vedevano i valori scendere a 118,2 e i soggetti di controllo dormivano sonni tranquilli con 115,3mmHg. L’ipertensione sistolica ‘notturna’ si verificava con maggiore frequenza nei soggetti utilizzatori, pari al 55,6% mentre non sono state più rilevate differenze nella pressione diastolica.
“Si tratta di sostanze che riproducono gli effetti del testosterone e ricercati da alcuni sportivi per la loro capacità di aumentare la massa muscolare e potenziare le prestazioni atletiche” spiega Michele Gulizia – Direttore Cardiologia Ospedale Garibaldi di Catania – “l’uso e soprattutto l’abuso presentano però effetti collaterali e rischi: aumento dell’aggressività, sintomi eccitatori-maniacali, episodi psicotici ma anche aumento della pressione arteriosa, ritenzione idrica e un conseguente affaticamento del muscolo cardiaco”. Si tratta di sostanze che possono indurre uno stato di dipendenza sia per il mantenimento degli effetti fisici che per la necessità di tenere alto lo stato di eccitazione indotto dalla sostanza, alla cui sospensione segue uno stato depressivo. Un fenomeno che riguarda più il mondo delle palestre e del fitness e meno quello dello sport professionistico. Vi ricorrono giovanissimi e giovani che assumono steroidi per via orale o intramuscolare. Il problema sono le dosi, da 10 a 20 volte superiori a quelle utilizzate a scopo terapeutico per trattare carenze di testosterone, inoltre questi farmaci vengono spesso acquistati in Rete dove è impossibile determinarne la concentrazione di principio attivo che può essere anche più elevato rispetto a quanto indicato in etichetta.
“Quantificare il problema non è semplice” – aggiunge Franco Romeo – Direttore Cardiologia Policlinico Tor Vergata di Roma – “il NIDA americano parla di un uso tra gli atleti di una percentuale variabile tra 1 e 6%, mentre non ci sono dati precisi per l’Europa. Studi effettuati in Svezia parlano di una percentuale di adolescenti dal 2,8 al 5,8% che potrebbero pregiudicare la propria salute cardiaca a lungo termine”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Top metro: un progetto “metropolitano” per la riqualificazione delle periferie

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

torinoTorino La Città metropolitana ha inviato a Roma il progetto per la riqualificazione delle periferie urbane con interventi di 11 Comuni -confinanti con la Città di Torino e con una popolazione superiore ai 10mila abitanti – Regione Piemonte e Città metropolitana stessa.Il progetto, denominato ToP Metro, prende le mosse dalla visione d’insieme del Piano strategico territoriale metropolitano, che supera le divisioni concettuali fra periferie della città e e le aree urbanizzate confinanti.La scelta di circoscrivere l’area d’intervento a soli 11 Comuni contigui a Torino(Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, Settimo, San Mauro e Venaria), oltre alla stessa Città di Torino, su un totale di 315 Comuni inclusi nella Città metropolitana, nasce dall’esigenza di dotare di adeguate infrastrutture un’area che già oggi si presenta come una periferia diffusa ma ancora non adeguatamente dotata di continuità strutturale.
ToP Metro prevede 91 interventi puntuali di livello comunale, che integrandosi tra loro garantiscono riqualificazione e maggiore sicurezza delle aree periferiche individuate. Tali interventi riguardano lavori di manutenzione e riqualificazione di spazi finalizzati a rendere i luoghi gradevoli e accoglienti, (arredo urbano, marciapiedi, barriere architettoniche, pulizia…); riqualificazione di aree e spazi pubblici degradati; la manutenzione, messa in sicurezza, e rifunzionalizzazione di edifici pubblici, a partire dagli spazi destinati all’educazione allo sport; la risistemazione di parchi urbani e interventi per la messa in sicurezza rispetto al rischio idrogeologico; interventi di promozione della sicurezza urbana; incremento della mobilità ciclabile (e sua integrazione con gli elementi paesaggistico/ambientali).Vi sono poi interventi trasversali – proposti direttamente dalla Città metropolitana – finalizzati a favorire l’occupazione e il sostegno alle necessità alimentari delle fasce deboli e comprendono: il sostegno e l’agevolazione alla creazione d’impresa e al nuovo lavoro autonomo; l’attrazione e il sostegno agli investimenti delle imprese; la distribuzione dell’invenduto dei mercati alle persone in difficoltà a fronte del loro impegno per le comunità, progetto gestito in collaborazione con Snodi.Infine è previsto un intervento di area vasta – proposto dalla Regione Piemonte – che comprende: la redazione di un piano per la governance della Corona Verde (comprensivo di azioni di comunicazione e formazione sul tema del verde metropolitano) e la redazione di un programma di azione della mobilità ciclabile metropolitana da integrare e coordinare con il Piano urbano mobilità sostenibile esteso al territorio metropolitano e con il piano per la governance Corona Verde.Il progetto chiede al Governo un contributo di circa 40 milioni di euro, capace di attivare un investimento totale più che doppio, di 93 milioni di euro, reso possibile dal cofinanziamento privato (38 milioni di euro circa, ossia più del 37% dell’investimento totale) e al cofinanziamento degli singoli Comuni attuatori. Fra i soggetti privati coinvolti vi sono cooperative edilizie, fondazioni bancarie, piccole e medie imprese e aziende di grandi dimensioni, agenzie territoriali per la casa e agenzie di sviluppo promosse dal privato sociale.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seduta straordinaria delle Regioni per l’approvazione dei nuovi Lea

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

regione lombardiaMilano. “Se curarsi ormai è diventato un lusso per pochi, la soluzione non può essere rappresentata dai nuovi LEA (Livelli essenziali di assistenza), caratterizzati da mille paradossi. La soluzione è l’istituzione di un Secondo Pilastro Sanitario aperto a tutti i cittadini”. Marco Vecchietti, Consigliere Delegato di RBM Assicurazione Salute, torna a parlare della necessità di dar vita ad un nuovo Welfare che possa coniugare pubblico e privato, garantendo sostenibilità e salute a tutti gli italiani.La priorità: il taglio delle lunghissime liste d’attesa e l’attenzione agli utenti del Sistema Sanitario Nazionale: “troppi cittadini oggi rinunciano alle cure” – aggiunge Vecchietti. Una cosa è certa, secondo il consigliere delegato della più grande compagnia assicurativa nel ramo salute: “Così come sono stati istituiti, i nuovi LEA sono destinati a non essere effettivamente fruibili dai cittadini. Partiamo da dati oggettivi: il 9,5% degli italiani rinuncia a curarsi per questioni economiche o tempi di attesa. I nuovi LEA prevedono un aumento della compartecipazione a carico dei cittadini per circa 18 milioni di euro, con maggiore incidenza nelle Regioni in piano di rientro, dove peraltro la garanzia dei LEA è più a rischio e le tasse sono più alte. Peraltro non bisogna trascurare che se da un lato i nuovi LEA garantiscono giustamente prestazioni innovative – precedentemente escluse dal campo di azione del Servizio Sanitario Nazionale – nel contempo prevedono tutta una serie misure volte ad eliminare le prestazioni a maggior rischio di appropriatezza, anche per superare le difficoltà nel rapporto con i medici che hanno portato al ritiro del c.d. “Decreto sull’appropriatezza prescrittiva. In latri termini, l’impressione è che stiamo ancora cercando di fare le nozze con i fichi secchi…”.Al riguardo, la ricetta di RBM Assicurazione Salute è molto concreta e si chiama Secondo Pilastro Sanitario aperto:”Si continua a sottovalutare la capacità che il Secondo Pilastro Sanitario avrebbe di garantire nuove risorse per finanziare il sistema sanitario nel suo complesso evitando di dover scegliere tra innovazione scientifica e sostenibilità. Perché non apriamo un tavolo di confronto?”. L’occasione è dietro l’angolo, perché è prevista per il 7 settembre una seduta straordinaria delle Regioni per l’approvazione dei nuovi LEA, del nomenclatore delle protesi e del Piano nazionale vaccini.Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin nell’annunciare l’incontro aveva, infatti, dichiarato: “Abbiamo anche individuato le differenze dei prezzi per lo stesso prodotto nelle diverse regioni e addirittura nelle stesse aziende. Abbiamo ragionato su un meccanismo di benchmark del prezzo e fatto in modo di spingere l’aggregazione ulteriormente, anche sulla parte informatica. Insomma, abbiamo fatto il punto sull’attuazione del patto della salute e sui sistemi di efficienza. Il nostro obiettivo è migliorare ancora”.Dal canto suo Marco Vecchietti si augura che sia l’occasione giusta per riaccendere i riflettori su quella che è stata la sua proposta nei mesi scorsi, ovvero l’istituzione di un Secondo Pilastro Sanitario e nello specifico spiega qual è la situazione attuale e quali potrebbero essere le opportunità future: “Costruendo un sistema di sanità integrativa diffusa aperto a tutti i cittadini – oggi la sanità integrativa nei fatti, anche per motivi fiscali, è riservata solamente ai lavoratori dipendenti – si potrebbe far risparmiare a ciascun cittadino almeno il 30% dei costi che già sostiene di tasca propria per curarsi privatamente e garantire al sistema sanitario 15 miliardi di risorse aggiuntive, ovvero quasi il 50% dell’attuale spesa sanitaria privata (pari a 34,5 miliardi di euro nel 2015). Queste risorse potrebbero essere investite anzitutto nel garantire maggiore accessibilità alle cure tagliando le liste di attesa, nel promuovere programmi di prevenzione diffusa per la popolazione, nel sostenere i costi crescenti dei nuovi farmaci innovativi e, in generale, nel ridurre il costo delle cure private (569 Euro a testa nel 2015, con un incremento di oltre 80 Euro nell’ultimo biennio)”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rateizzazione cartelle esattoriali: possibile ottenerne una nuova per i decaduti morosi

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

tasseDa qualche giorno anche per chi è decaduto da una rateizzazione di una cartella esattoriale e non ha pagato -o finito di pagare- le rate scadute, è possibile chiedere un’ulteriore rateizzazione fino a 72 rate.
La novità, introdotta dalla conversione in legge del cosiddetto “decreto enti locali” (1), vale per chi risulta decaduto alla data del 1 Luglio 2016 a condizione che presenti domanda di nuova rateizzazione improrogabilmente entro il 20 Ottobre 2016. Una volta ottenuto il nuovo beneficio l’eventuale ulteriore decadenza scatta non pagando due rate, anche non consecutive.
Lo stesso principio è applicato alle rateizzazioni conseguenti un accertamento fiscale con adesione (ex D.lgs.218/1997), per i decaduti dal 15 Ottobre 2015 al 1 Luglio 2016.
Altra novità riguarda chi invece ha pagato tutte le rate insolute: fino ad ora potevano accedere ad una nuova rateizzazione solo quelli che avevano ottenuto la “vecchia” dopo il 22 Ottobre 2015, ora invece è possibile sempre, anche per le rateizzazioni ottenute precedentemente. Questa possibilità concessa a chi non è “moroso” è definitiva, non legata a condizioni temporali di invio della richiesta.
Si ricorda che l’ottenimento di una rateizzazione di una cartella esattoriale è possibile in qualsiasi momento, pur se fossero già scattate le azioni esecutive successive (anzi il pagamento della prima rata porta ad una loro interruzione), e non necessita di particolari formalità per debiti sotto 60.000 euro. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promozione dell’innovazione e politiche a supporto della competitività delle PMI

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

reti impresaCa’ Tron (Treviso) martedì 6 settembre a partire dalle ore 9.15 presso la sala Convivium di H-FARM in via Sile 41.23 milioni di micro, piccole e medie imprese rappresentano l’intelaiatura per la crescita economica, l’innovazione, l’occupazione e l’integrazione sociale dell’UE a 28 Paesi. La Commissione Europea, attraverso i programmi Horizon2020 e COSME, e le Regioni italiane, con il POR FESR 2014-2020, forniscono tutti gli strumenti utili a promuovere un’imprenditorialità di successo e a migliorare il contesto delle attività per le PMI, che arrivano a fornire 75 milioni di posti di lavoro.In questo contesto si inserisce l’incontro «Promozione dell’innovazione e politiche a supporto della competitività delle PMI». L’incontro, che analizza le opportunità fornite dal nuovo schema di finanziamento SME Instrument a supporto dei progetti di innovazione, vedrà coinvolte molteplici realtà: Unioncamere del Veneto, Veneto Innovazione ed ENEA nell’ambito della rete Enterprise Europe Network; H-FARM, APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea e la Scuola Superiore Sant’Anna. Durante la sessione del mattino verranno spiegati il programma Horizon 2020 e le sue finalità, riportando casi di successo di aziende vincitrici dello SME Instrument e si affronterà infine il tema della gestione dell’innovazione in riferimento anche alla normativa CEN/ISO. Nel pomeriggio le aziende interessate potranno partecipare ad una sessione di screening di idee progettuali da presentare nell’ambito dello SME Instrument.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli scienziati IBM sono riusciti a riprodurre la funzionalità dei neuroni con un dispositivo a cambiamento di fase

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

ZurigoZurigo, Svizzera. Per la prima volta, gli scienziati IBM hanno creato neuroni a spike casuale, utilizzando materiali a cambiamento di fase per archiviare ed elaborare dati. Questa scoperta segna un significativo passo avanti nello sviluppo di tecnologie neuromorfiche energeticamente efficienti e ad integrazione ultradensa per applicazioni di cognitive computing.Prendendo spunto dai meccanismi di funzionamento del cervello biologico, gli scienziati hanno teorizzato per decenni la possibilità di emulare le versatili capacità di calcolo di vaste popolazioni di neuroni. In pratica però, riuscire a riprodurre queste funzionalità con un grado di densità e con una “potenza disponibile” paragonabile a quanto osservato in natura è stata finora una sfida molto impegnativa.I risultati di questa ricerca sono quelli pubblicati oggi sulla copertina della rivista peer-reviewed Nature Nanotechnology.
I neuroni artificiali progettati dagli scienziati IBM a Zurigo sono costituiti da materiali a cambiamento di fase, tra cui il GST (germanio tellururo di antimonio) che presenta due stati stabili, di cui uno amorfo (senza una struttura chiaramente definita) e uno cristallino (dotato di struttura). Questi materiali sono alla base dei dischi Blu-ray riscrivibili. Tuttavia, i neuroni artificiali non sono in grado di memorizzare informazioni digitali, perché hanno caratteristiche analogiche, come le sinapsi e i neuroni del nostro cervello biologico.Nella dimostrazione pubblicata, il team ha applicato una serie di impulsi elettrici ai neuroni artificiali, che hanno provocato la progressiva cristallizzazione del materiale a cambiamento di fase, provocando infine il firing del neurone. Nell’ambito delle neuroscienze, questa funzione è conosciuta come proprietà integrate-and-fire dei neuroni biologici e costituisce il fondamento del calcolo basato su eventi; in linea di principio, è simile al meccanismo con cui il nostro cervello attiva una risposta quando tocchiamo qualcosa di caldo.Grazie alla proprietà integrate-and-fire, anche un singolo neurone può essere utilizzato per identificare modelli e scoprire correlazioni all’interno di flussi in tempo reale di dati basati su eventi. Ad esempio, nell’Internet delle Cose, i sensori possono raccogliere e analizzare volumi di dati meteo raccolti sul perimetro, per ottenere previsioni più rapide. I neuroni artificiali sono in grado anche di identificare modelli all’interno delle transazioni finanziarie, per individuare eventuali discrepanze, o utilizzare dati provenienti dai social media per scoprire nuove tendenze culturali in tempo reale. Vaste popolazioni di questi neuroni su nanoscala ad alta velocità e basso consumo energetico potrebbero anche essere utilizzate in coprocessori neuromorfici con memoria in co-location e unità di elaborazione.
Gli scienziati IBM hanno organizzato centinaia di neuroni artificiali in popolazioni e li hanno utilizzati per rappresentare segnali veloci e complessi. Inoltre, i neuroni artificiali hanno dimostrato di poter sostenere miliardi di commutazioni, corrispondenti a svariati anni di funzionamento, con una frequenza di aggiornamento di 100 Hz. L’energia necessaria per ogni aggiornamento del neurone è stata inferiore a cinque picojoule e la potenza media inferiore a 120 microwatt (a titolo di confronto, è necessaria una potenza di 60 milioni di microwatt per alimentare una lampadina da 60 watt).
“Le popolazioni di neuroni stocastici a cambiamento di fase, combinate con altri elementi di calcolo su nanoscala, come ad esempio le sinapsi artificiali, potrebbero costituire un fattore chiave per la creazione di una nuova generazione di sistemi di calcolo neuromorfici ad elevata densità,” ha dichiarato Tomas Tuma, uno degli autori del documento.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra “Gli Ori di Parma”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma Da venerdì 2 settembre sarà nuovamente possibile visitare a Palazzo Pigorini (strada Repubblica 29A) la mostra Gli Ori di Parma. L’industria, il cibo, il lavoro (glioridiparma.unipr.it), con foto a colori e in bianco e nero di Francesco Maria Colombo.
La mostra, organizzata dalla UOS Musei dell’Università di Parma con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Parma e a cura di Gloria Bianchino, sarà di nuovo visitabile, dopo la chiusura estiva, fino a domenica 25 settembre, con ingresso libero.
L’esposizione, che si situa nell’ambito delle iniziative legate a “Parma Città creativa della gastronomia Unesco”, sarà accompagnata da un ciclo di conferenze sul tema organizzate in collaborazione con il progetto UNIforCITY; la prima, in programma venerdì 2 settembre alle ore 17.30 a Palazzo Pigorini, sarà tenuta da Cristina Mora, del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Parma, sul tema Pubblicità dei prodotti alimentari: Il ruolo del consumatore.
La mostra coincide con un racconto articolato e approfondito di un tema che fa parte dell’identità di Parma: l’eccellenza nella produzione del cibo. Si tratta di qualcosa per cui Parma è celebre in tutto il mondo, ma in realtà è un soggetto per nulla semplice e scontato. Da un lato l’immagine tradizionale del prodotto artigianale è quello che le pubblicità veicolano e che si è fissato in una sorta di «mito» (il parmigiano, il culatello, il prosciutto di Parma come icone leggendarie della città, allo stesso modo di Giuseppe Verdi); dall’altro lato la realtà è quella di un’industria che deve essere agguerrita per imporsi sul mercato internazionale, e che deve continuamente aggiornare le tecniche e le modalità di produzione. Come convivono questi due aspetti? Due foto presenti in mostra sono emblematiche: in una vediamo i culatelli appesi nel fresco di una cantina, sospesi a antiche impalcature di legno per la stagionatura; nell’altra vediamo gli stessi culatelli, in una fase diversa della produzione, conservati in camere asettiche, sterilizzate, razionalizzate. Qual è la «verità»? La cantina degli avi o quella sorta di Fort Knox?
Mostra e catalogo a cura di Gloria Bianchino Foto di Francesco Maria Colombo Catalogo Skira Allestimento a cura di Maria Amarante

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Quarto “Viaggio fantastico nella melodia napoletana dal ‘600 al ‘900”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

musica napoletanaQuarto Domenica 4 settembre (ore 20) in piazza Santa Maria a Quarto si terrà un’iniziativa culturale organizzata dalla Pro Loco Quarto Flegreo – Santa Maria e dall’Associazione Società di Danza di Napoli in collaborazione con la “Piccola a Plettro Partenopea”. Si tratta del concerto-spettacolo “Viaggio fantastico nella melodia napoletana dal ‘600 al ‘900”. Interpretano il soprano Leontina Alvano e il tenore Gianni Baiano. Musiche eseguite da Gianni Pignalosa e Carmine Assorto (mandolini), Lino Perrella (chitarra), Peppino Bonetti (chitarra) Margherita Mazzaro (percussioni). Ingresso libero e posti a sedere fino ad esaurimento. L’iniziativa gode del patrocinio morale del Comune di Quarto. “Vogliamo far conoscere il passato partendo dalla musica – dice Lina Bancale, presidente della Pro Loco Quarto Flegreo Santa Maria – quindi partiamo dalle radici della musica napoletana dal ‘600 ai giorni nostri. È questa un’iniziativa gratuita che vogliamo offrire alla città. Ci auguriamo una grande partecipazione di pubblico perché è uno spettacolo sia per gli anziani che per i giovani”. “È uno spettacolo che abbiamo già proposto con grande successo nel complesso monumentale della chiesa di san Severo al Pendino di Napoli – dichiara il tenore Gianni Baiano – canteremo i brani più famosi della melodia napoletana nel corso dei secoli. Ci saranno vari cambi di abiti da parte per meglio interpretare i brani che sono accompagnati da esperti e veraci maestri di musica napoletana”. (foto: musica napoletana)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

carnevale di venezia san marco1Venezia. La New York Film Academy (NYFA) è orgogliosa di annunciare una selezione speciale di cortometraggi realizzati da ex-studenti. Con l’obiettivo di offrire un’occasione senza precedenti di visibilità e networking ad una selezione dei nostri studenti più talentuosi, la vetrina della NYFA a Venezia comprenderà 5 cortometraggi realizzati da tre dipartimenti accademici – finzione, documentario e animazione. L’evento NYFA aprirà la nuova piattaforma denominata Venice Production Bridge della mostra la mattina del 1° settembre presso lo Spazio Incontri dell’Hotel Excelsior sul Lido di Venezia.L’attore italiano ed ex-alunno della NYFA Giorgio Pasotti (La Grande bellezza, Dopo la mezzanotte, L’aria salata) introdurrà la proiezione e parlerà della sua carriera dopo l’esperienza alla NYFA nel corso di un incontro informale e interattivo con il pubblico, la stampa e gli accreditati industry invitati a partecipare numerosi.Seguirà un rinfresco di networking dalle 13:15 alle 14:15, ed una serie di incontri individuali per chiunque fosse interessato a ricevere informazioni aggiuntive sulla scuola. Per partecipare all’evento o per richiedere un’intervista, si prega di inviare una email a florence@nyfa.edu.
La vetrina della NYFA a Venezia comprenderà i titoli seguenti:
The Life of Janka, di Luis Henriquez Viloria (finzione)Dopo il terremoto di Haiti nel gennaio 2010, migliaia di bambini sono finiti per strada, diventando bersaglio del traffico minorile. Molti di loro sono diventati merce di scambio al pari del bestiame. “The Life of Janka” è una storia di fantasia che vede due fratelli alle prese con un’esperienza simile.
Fumo, di Sean Miyakawa (finzione)A metà degli anni ‘20, un compositore frustrato incarna i panni di uno dei primi ingegneri del suono della storia del cinema, finendo per innamorarsi follemente dell’attrice protagonista della produzione. Il giorno in cui decide di dichiararle finalmente il suo amore, scopre una relazione tra lei e il regista e perde la testa.
Alive & Kicking: The Soccer Grannies of South Africa, di Lara-Ann de Wet (documentario)A Limpopo, in Sud Africa, le nonne del villaggio indossano gli scarpini da calcio e, a suon di calci al pallone, si fanno strada attraverso il campo – e secoli di tabù oppressivi. Giocano a calcio seriamente, pur lasciandosi andare ad una risata e a quei canti tradizionali che alimentano la loro singolare lotta per una vita dignitosa ed un campionato tutto per loro.
The Perfumist, di Yukari Akaba, Shannon Lee, Daniela Lobo Dias, Sandra Rivero Ortiz (animazione)“The Perfumist” è una storia drammatica che mette in scena la battaglia tra l’Uomo artificiale e la Natura cosmica. Ricercando il profumo perfetto per la sua essenza nei meandri di quella che sembrerebbe essere una foresta pluviale incantata, Benedict Malville si trova a dover far fronte alle conseguenze dell’aver messo piede su un territorio sacro ed incontaminato.
The Right Way, di Elena Zobak Alekperov & Flavia Groba Bandeira (animazione)Una breve storia animata che racconta un giorno nella vita di una mamma alle prese con l’educazione della figlioletta. Mentre la bimba mette alla prova la pazienza della madre, un momento finale di sollievo rivela un’oasi segreta entro i confini stessi della casa.
Dedicata ai recentemente scomparsi Michael Cimino e Abbas Kiarostami, la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia di quest’anno comprenderà le ultime opere di Natalie Portman, Terrence Malick, Ryan Gosling, Tom Ford, Amy Adams, e Derek Cianfrance che concorreranno per il prestigioso Leone d’oro, unendosi ai due riconoscimenti alla carriera a Jean-Paul Belmondo e Jerzy Skolimowski.
Con oltre 8.000 studenti provenienti da oltre 100 paesi, la NYFA offre corsi a New York, Los Angeles, South Beach (Miami), Sydney, Gold Coast in Australia, a Firenze, ed in molte altre città nel mondo.La sede della New York Film Academy a Firenze offre corsi di regia e di recitazione cinematografica all’interno di un edificio rinascimentale ristrutturato, situato proprio di fronte alle Cappelle Medicee in piazza San Lorenzo e a due passi dal Duomo.Steven Spielberg, Martin Scorsese, Bruce Springsteen, Al Pacino, Robert Downey Jr., Kevin James, Jamie Foxx, e Jodie Foster sono solo alcune tra le personalità del cinema che hanno scelto di iscrivere i propri familiari alla New York Film Academy.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »