Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Referendum: Renzi si gioca la credibilità

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 settembre 2016

la-costituzione-della-repubblica-italiana“Parlando al Forum Ambrosetti oggi Renzi ha detto che se vincerà il si ci sarà una semplificazione che ‘non toccherà nessuno dei pesi e contrappesi’ del nostro sistema costituzionale. Niente di più falso, in quanto la ‘semplificazione’ di cui parla il Premier, che si integra con le modifiche connesse al nuovo sistema elettorale per la sola Camera dei deputati, altro non è che un cambiamento surrettizio della forma di governo che, con il tempo, porterebbe ad una sorta di ‘Premierato assoluto'”. Lo afferma, in una nota, Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia. “Un modello, quello dell’uomo solo al comando – continua -, che, come sottolineato da diversi esperti in materia, diventerebbe preoccupante nella misura in cui risulti privo degli idonei contrappesi, la cui mancanza è aggravata proprio dall’Italicum”.
Brunetta evidenzia come “Dovrebbe infatti sollevare più di una preoccupazione il fatto che il nuovo sistema conceda il premio di maggioranza ad una sola lista, e che la Camera, con i suoi 630 deputati, possa senza difficoltà decidere, a maggioranza -nelle mani del leader del partito vincente (anche con pochi voti) nella competizione elettorale – in merito a tutte o quasi tutte le cariche istituzionali. Ne conseguono pertanto – prosegue – evidenti effetti collaterali negativi per il sistema di checks and balances: ne risente infatti l’elezione del Capo dello Stato, dei componenti della Corte costituzionale, del Csm. Il risultato è un sistema fortemente sbilanciato il cui pasticcio è davanti agli occhi di tutti. Più efficienza e miglior funzionamento non significano ‘maggiore velocità’, ma razionalità, responsabilità e tutela della rappresentanza delle istituzioni democratiche. La riforma del Governo, invece – conclude Brunetta –, stravolge l’impianto della Costituzione del 1948, ed affronta un momento storico difficile e una pesante crisi economica producendo un impatto indiscutibile e decisivo sulla partecipazione democratica, sul pluralismo istituzionale, sulla sovranità popolare, sulla rappresentanza”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: