Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Carcinoma differenziato della tiroide, dopo il trattamento chirurgico va evitato l’imaging inutile

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2016

carcinoma-differenziatoIl marcato aumento del ricorso agli esami di imaging dopo la tiroidectomia per carcinoma differenziato della tiroide (DTC) risulta associato a un aumentato trattamento per recidive. Peraltro, con la sola eccezione della scintigrafia con iodio radioattivo (131I), tale aumentato trattamento non ha mostrato alcun chiaro miglioramento nella sopravvivenza. Sono i risultati di uno studio retrospettivo di coorte- apparso di recente su “BMJ Open” – che sottolineano l’importanza di porre un freno all’imaging inutile e, invece, di personalizzare l’utilizzo dell’imaging dopo la tiroidectomia a seconda della categoria di rischio del paziente.
Gli autori, sotto la guida di Megan R. Heymart, della Divisione di Oncoematologia dell’Università del Michigan, ad Ann Arbor (USA), si erano posti l’obiettivo di determinare se l’uso di test di imaging dopo il trattamento chirurgico primario del DTC fosse associato a un maggiore trattamento per recidiva e a un minore numero di decessi per la malattia. Sono stati analizzati i dati – ricavati da due archivi elettronici, quello del Surveillance Epidemiology and End Results (SEER) Program del National Cancer Institute e quello di Medicare – relativi a 28.220 pazienti con diagnosi di DTC tra il 1998 e il 2011. La coorte in studio è stata seguita fino al 2013, con un follow-up mediano di 69 mesi. I ricercatori hanno adottato come principali misure di outcome il trattamento per recidive di DTC (chirurgia addizionale del collo, trattamento aggiuntivo con 131I o radioterapia) e i decessi dovuti a DTC. «Abbiamo condotto un’analisi per valutare la relazione tra l’imaging da un lato – ecografia del collo, scintigrafia con 131I o TAC PET – e, dall’altro, il trattamento per recidiva e la morte» specificano Heymart e colleghi.
Dal 1998 fino al 2011 si è osservato un aumento di incidenza di cancro (rate ratio: 1,05), imaging (1,13) e trattamento di recidiva (1,01) ma la variazione del tasso di mortalità non è stata significativa. All’analisi multivariata, l’uso dell’ ecografia del collo ha aumentato la probabilità di un ulteriore intervento chirurgico (odds ratio, OR: 2,30) e di un periodo aggiuntivo di trattamento con 131I (OR: 1,45). Le scintigrafie con 131I sono risultate associate a intervento chirurgico addizionale (OR: 3,39), trattamento aggiuntivo con 131I (OR: 17,83) e radioterapia (OR: 1,89). Anche l’uso della PET è apparso associato a un ulteriore intervento chirurgico (OR: 2,31), trattamento addizionale con 131I (OR: 2,13) e radioterapia (OR: 4,98). L’utilizzo dell’ecografia del collo o della PET non ha influenzato significativamente la sopravvivenza malattia-specifica (hazard ratio, HR: 1,14 e 0,91, rispettivamente). Tuttavia, come accennato, le scintigrafie con 131I sono state associate a una migliorata sopravvivenza della malattia specifica (HR: 0,70).
«Alla luce della crescente incidenza di cancro tiroideo a basso rischio e all’aumento paradossale dell’uso dell’imaging dopo trattamento chirurgico primario, questo studio fornisce i fondamenti necessari per rivedere i pattern di sorveglianza del cancro tiroideo e evitare il ricorso inutile alla diagnostica per immagine» osservano gli autori, sottolineando come questa comporti, oltre a ingenti costi, una maggiore ansia nel paziente e un rischio di danno allo stesso determinato dal trattamento della recidiva». Arturo Zenorini da Doctor33) (foto: carcinoma differenziato)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: