Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 14 settembre 2016

American Chemical Society strengthens support for global scientific research through new ACS International office in Singapore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

american-chemical-society

WASHINGTON. The Publications and CAS divisions of the American Chemical Society (ACS) together announced today the expansion of the Society’s global footprint with the opening of a new ACS International (ACSI) office in Singapore. The new location is part of the Society’s expanded outreach in the Asia-Pacific region. Five staff initially will provide regional customer assistance, strengthen collaborations and facilitate local training opportunities as part of the Society’s commitment to being the most authoritative, comprehensive and indispensable provider of chemistry-related information for the global scientific community.”As the ACS and its two information services continue to increase their global reach, a physical presence here in Singapore is an important aspect of our commitment to engage directly with our scientific authors and editors, and to serve the needs of academic, government and corporate R&D researchers across Asia,” says Peter Hoving, Regional Sales Director, Asia-Pacific, for ACS Publications within ACSI. “We are looking forward to solidifying and expanding our relationships and our engagement in the region.”The Society recognizes the Asia-Pacific region’s strategic importance as a reputable source for chemical information and research advances. The new Singapore office joins the Society’s three other ACSI locations in the Asia-Pacific region, which are based in China, India and Japan.
ACSI representatives around the world market and support products from the ACS Publications and CAS divisions, provide customer assistance and training activities, and facilitate ACS membership services. “We have experienced impressive results from our global ACS International teams in terms of business development for the Society, as well as closer relationships with researchers and business leaders in their regions,” confirmed Craig Stephens, Vice President, Sales, for CAS. “These offices better enable us to achieve the ACS vision to improve people’s lives through the transforming power of chemistry.”More than one-third of ACS customers are located within the Asia-Pacific region, and more than one-third of articles published in ACS peer-reviewed journals are authored by scientists from countries throughout the region. Singapore itself is home to four editors for ACS Publications’ highly acclaimed peer-reviewed scientific journals, including Andrew Wee, D.Phil., Associate Editor of ACS Nano; Kian Ping Loh, Ph.D., Associate Editor of Chemistry of Materials; Jim Yang Lee, Ph.D., Associate Editor of Industrial & Engineering Chemistry Research; and En-Tang Kang, Ph.D., Associate Editor of ACS Applied Materials & Interfaces. Given such strong geographic ties, the new Singapore office offers ACS an opportunity to better engage with key constituents throughout Asia.
ACS Publications, a division of the American Chemical Society, is a nonprofit scholarly publisher of 50 peer-reviewed journals and a range of eBooks at the interface of chemistry and allied sciences, including physics and biology. ACS Publications journals are among the most cited, most trusted and most read within the scientific literature. Respected for their editorial rigor, ACS journals offer high-quality service to authors and readers, including rapid time to publication, a range of channels for researchers to access ACS Publications’ award-winning web and mobile delivery platforms, and a comprehensive program of open access publishing options for authors and their funders. ACS Publications also publishes Chemical & Engineering News — the Society’s newsmagazine covering science and technology, business and industry, government and policy, education and employment aspects of the chemistry field.
CAS, a division of the American Chemical Society, is dedicated to the ACS vision of improving people’s lives through the transforming power of chemistry. The CAS team of highly trained scientists finds, collects and organizes all publicly disclosed substance information, creating the world’s most valuable collection of content that is vital to innovation worldwide. Scientific researchers, patent professionals and business leaders around the world rely on a suite of research solutions from CAS that enables discovery and facilitates workflows to fuel tomorrow’s innovation.
The American Chemical Society is a nonprofit organization chartered by the U.S. Congress. With nearly 157,000 members, ACS is the world’s largest scientific society and a global leader in providing access to chemistry-related research through its multiple databases, peer-reviewed journals and scientific conferences. Its main offices are in Washington, D.C., and Columbus, Ohio. (photo: American Chemical Society)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unlocking Greater Economic Opportunity in the Latino Community

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

051123-N-2383B-006

Washington, D.C Walter E. Washington Convention Center Room 152A 801 Mt. Vernon Place NW Wednesday Sept. 14, 2016 10:45 a.m. -12:15 p.m. U.S. Department of Commerce, Minority Business Development Agency (MBDA) National Director Alejandra Y. Castillo, will moderate the panel discussion “Economy: Promoting Financial Literacy and Economic Empowerment for Latinos,” during the Congressional Hispanic Caucus Institute 2016 Annual Policy Conference. The session will discuss ways that corporations can promote economic opportunity and growth within Latino communities, specifically through financial literacy programs, STEM education, business development programs and entrepreneurial resources.
Alejandra Y. Castillo, MBDA National Director
Janis Bowdler, Head of Community Development, JPMorgan Chase Global Philanthropy
Luis Campillo, Metro Manager, Los Angeles, AARP
Seung Kim, Senior Program Director, Family Income and Wealth Building, LISC
Joaquin Nuno-Whelan, Chief Engineer, Next Generation Full Size Trucks and SUVs,
General Motors (photo: Wikipedia, the free encyclopedia)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Naseba and HFTP partner to host 20th edition Hotel Technology Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

nasebaOn November 16th and 17th, hospitality buyers and experts from around the Middle East will gather in Dubai for the Hotel Technology Summit. At the summit, global solution providers will showcase their products to hoteliers from leading brands like Accor, Marriott, Starwood, Mövenpick, Hyatt, Rotana, Al Hokair Group, Swiss-Belhotel and more – providing an ideal gateway into the lucrative Middle Eastern hospitality market, which will be worth over $40 billion by 2018. The summit is the result of a partnership between Naseba, a business facilitator based in Dubai, and Hospitality Financial & Technology Professionals (HFTP), the world’s leading global hospitality association and organisers of HITEC. Naseba and HFTP have been in the hospitality industry for more than a decade, and the past three editions of the summit have been enhanced by their combined resources. Its unique format includes one-to-one business meetings designed to facilitate deals, as well as interactive panel discussions, informative tech talks, live demonstrations and networking sessions. Day one will focus on technology and digital transformation, while day two will revolve around accounting and financial management in hospitality. The 200 attendees of the Hotel Technology Summit will include Managing Directors, Vice Presidents, IT and Technology Heads, Directors of Procurement and Purchasing, Heads of Finance and other key decision makers from international and regional hospitality brands. The summit’s second day will be moderated by HFTP leaders: Frank Wolfe, CAE, HFTP Chief Executive Officer; Arlene Ramirez, CHAE, CHE, CHIA, MBA, HFTP Global President and a hospitality finance consultant and educator; and Lyle Worthington, CHTP, HFTP Global Vice-President and a hospitality technology consultant. “Both HFTP and Naseba have wide-ranging resources for providing hospitality education to the industry on an international scale,” said Wolfe. “The combination of expertise from the two organisations is set to provide a thought-provoking and valuable exchange of ideas amongst hoteliers in the Middle East.” The Hotel Technology Summit will also be the setting of the Middle East Smart Hotel Award Ceremony. The awards will recognise the most high-tech hotels in the region, across six categories: Best Booking Experience, Best Online Concierge, Best Mobile App, Best In-Room Automation System, Best Use of Cloud Service and Best Smart Hotel. Ismail AlKamal, CEO of Nawatt, remarked “The Hotel Technology Summit is a vital venue for all industry leaders to get exposed to the latest technological trends in the Hospitality Sector. Naseba does a great job as always in organising and bringing together hoteliers and suppliers.” “The 20th edition of the Hotel Technology Summit marks an important turning point for the hospitality industry – where hotels have accepted the realities of digital transformation and smart technology, and are now beginning to fully explore all the opportunities that they offer. It’s an exciting time to be a hotelier and to be involved in the regional hotel industry, with heightened deal activity throughout the market,” said Nicholas Watson, Managing Director at Naseba. The summit is sponsored by Ateco, Nawatt, Xnprotel Systems, Idiso, Network International, Pagero , Infor and MCOM Media Communications. (photo: naseba)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La transition énergétique par l’innovation participative : un défi pour l’UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

European_Investment_Bank_-_LuxemburgAvec sa Stratégie de Recherche, d’Innovation et de Compétitivité pour l’Union de l’Energie (EURICS), l’UE peut faire d’une pierre trois coups : promouvoir sa compétitivité en devenant le fournisseur mondial de solutions bas-carbone, un objectif qui peut être réalisé démocratiquement.
Pour cela, Thomas Pellerin-Carlin, chercheur à l’Institut Jacques Delors et Pierre Serkine, analyste de l’appropriation sociétale de l’énergie à la KIC-InnoEnergy, proposent dans cette tribune :
L’Europe a besoin de considérer que l’innovation est au cœur de sa compétitivité.
La politique d’innovation est plus légitime lorsqu’elle est démocratique. L’UE doit donc tester des outils d’innovations permettant une participation active des citoyens aux décisions qui les concernent.
À des fins de compétitivité comme de démocratie, l’UE devrait créer une instrument fondé sur la participation des citoyens, une plateforme numérique où les innovateurs et les citoyens peuvent co-créer des innovations qui sont sélectionnées démocratiquement, puis financées de façon participative par des citoyens, des investisseurs providentiels, des collectivités locales et l’UE. Sur cette plateforme, le budget UE est alloué de façon simple : lorsqu’un citoyen européen investit un euro, l’UE investit un euro. Les projets financés deviennent ensuite des start-ups ou des projets d’intraprenariat. (photo: transition)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emissioni auto: verso la seconda fase dell’inchiesta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

volkswagenIn una risoluzione votata martedì, i deputati hanno affermato che l’inchiesta del Parlamento sulle emissioni degli autoveicoli necessità urgentemente di ulteriori informazioni da parte della Commissione europea.A metà del suo mandato, la commissione d’inchiesta sulle misurazioni delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) deve ancora ricevere alcuni documenti della Commissione relativi alle misurazioni delle emissioni e alcuni chiarimenti dal gruppo di lavoro di esperti sulle procedure di omologazione dei veicoli. La relazione finale dell’inchiesta è prevista per la primavera 2017.La risoluzione, redatta da Pablo Zalba Bidegain (PPE, ES) e Gerben-Jan Gerbrandy (ALDE, NL), è stata approvata con 618 voti favorevoli, 26 contrari e 7 astensioni. Nel testo, si invita nuovamente la Commissione e gli Stati membri ad assistere la commissione d’inchiesta, nel pieno rispetto del principio di leale cooperazione sancito dal diritto dell’Unione.Nel corso del dibattito, Zalba Bidegain ha sottolineato che la commissione d’inchiesta non dovrebbe solamente limitarsi a “indagare e a scoprire la verità su quello che è successo in passato, ma avanzare anche della proposte per evitare che qualcosa di simile si ripeta in futuro. Questa crisi è anche un’opportunità per adeguare l’industria automobilistica europea al XXI secolo e per garantire un futuro migliore ai dodici milioni di famiglie dei lavoratori nel settore automobilistico”.Gerben-Jan Gerbrandy ha spiegato che la cooperazione con la Commissione è migliorata dall’estate, mentre l’inchiesta si concentrerà ora sulla responsabilità delle autorità nazionali, perché “democrazia europea vuol dire anche responsabilità in Europa dei ministri nazionali. Restano gli interrogativi sul ruolo degli Stati membri, poiché l’attuazione e l’applicazione della normativa UE in materia di emissioni auto sembra molto debole”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Padoan fa coming out sulla crescita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

padoanDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Il ministro Padoan non ce la fa più. Dopo l’ammissione di aver dovuto convincere Renzi a giocare meno con il deficit (cosa che, però, il premier continua a fare), oggi fa coming out anche sulla crescita: le stime nel Documento di economia e finanza (Def) di fine mese saranno riviste al ribasso.
Ma non per la Brexit o per il terrorismo, caro ministro, bensì perché erano già gonfiate dall’inizio. Da quando si è insediato, questo governo non ha fatto altro che ‘truccare’ i conti. Facendo vedere agli italiani una ripresa che non c’era, illudendoli con mance e mancette che hanno svuotato le casse dello Stato, giocando sul filo del decimale di deficit o di Pil per prendere in giro anche l’Europa.
Il complice ministro Padoan ha assecondato il presidente del Consiglio fino ad oggi, ma evidentemente non ce la fa più. La sua fama, anche internazionale, è però già distrutta. Sono bastati due anni e mezzo accanto a Renzi per rovinare una carriera brillante.
E allora i conti al ministro Padoan li facciamo noi. La crescita reale a fine anno sarà pari, ben che vada, a +0,7%, vale a dire mezzo punto percentuale in meno rispetto alle previsioni del governo (+1,2%), e l’inflazione pari a zero, invece del +1% stimato dall’esecutivo ad aprile. Ne deriverà una crescita nominale (data da crescita reale più inflazione) dello 0,7%, pari a meno di un terzo degli auspici di Renzi e Padoan (2,2%).
Questo significa che bisognerà ricalcolare il rapporto deficit/Pil e debito/Pil del 2016, e che, per rispettare gli impegni presi con Bruxelles, a ottobre servirà una manovra correttiva di circa 30 miliardi di euro. Senza considerare le promesse che Renzi va facendo in giro per l’Italia per comprarsi il voto per il referendum sulla riforma Costituzionale. Gli italiani sono avvisati, se continuano a credere all’illusionista Renzi la stangata arriverà ancora più forte”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Su istat industria: nulla di buono, siamo agli zero virgola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

istatSecondo i dati resi noti oggi dall’Istat, la produzione industriale a luglio cresce dello 0,4% rispetto a giugno e scende dello 0,3% nel confronto con luglio 2015 nei dati corretti per gli effetti di calendario.
“Nulla di buono. Siamo sempre agli zero virgola. Anche non considerando il comparto dell’energia, che pure c’è, gli altri raggruppamenti hanno rialzi troppo modesti. I beni di consumo registrano un aumento annuo di appena lo 0,2%. Ma la cosa più negativa è l’andamento dell’intero trimestre maggio-luglio, che non solo è ancora in territorio negativo rispetto al trimestre precedente (-0,2% per i beni di consumo, -0,5% per la produzione totale) ma è anche indicativo di un peggioramento rispetto all’inizio dell’anno. Nel primo trimestre 2016, infatti, c’era stato un rialzo dello 0,7% per la produzione totale e dello 0,2% per i beni di consumo. Non era molto, ma era un inizio. Ora, invece di migliorare, si peggiora” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gli Emirati Arabi Uniti ospiteranno il Primo Global Cultural Leadership Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

abu-dhabiAbu Dhabi, EAU, 13 Settembre 2016—Abu Dhabi sarà la sede di un Summit internazionale unico che riunirà i leader mondiali dei governi, del mondo dell’arte e media per confrontarsi sul ruolo che la cultura può svolgere nell’affrontare alcune delle grandi sfide quotidiane. Durante il Summit si analizzerà anche quanto le nuove tecnologie stiano cambiando la natura della cultura e le interazioni culturali mondiali con grandi conseguenze su istruzione, economia, politica e virtualmente su ogni altro aspetto della vita. Nell’annunciare l’evento, S.E. Mohamed Khalifa Al Mubarak, Chairman dell’Abu Dhabi Tourism & Culture Authority (TCA Abu Dhabi), ha dichiarato: “Questo evento sottolinea il nostro impegno sia verso la cultura e le arti, ma anche verso l’esplorazione di nuove problematiche che interessano le nuovi generazioni sia degli EAU che di tutto il mondo.”
L’Evento sarà organizzato da TCA Abu Dhabi e presentato in collaborazione con il Gruppo FP, Editori del Foreign Policy Magazine, e TCP Ventures, LLC, un produttore di iniziative legate all’arte e società di consulenza su arte e cultura.
“Questo evento si integra perfettamente con le altre priorità culturali qui ad Abu Dhabi in particolare con quelle del Distretto Culturale di Saadiyat. Nel suo primo anno proporremo un tema comune, identificando concetti universali e idee che ci legano tutti. Il Summit porterà ad Abu Dhabi un gruppo di pensatori straordinariamente influenti da renderlo unico al mondo”, ha aggiunto Al Mubarak.S.E. Noura Al Kaabi, Ministro di Stato per gli Affari Nazionali Federali del Consiglio e Presidente del Media Zone Authority – Abu Dhabi e twofour54, ha commentato: “Mai prima d’ora c’è stato un evento dedicato al ruolo della leadership culturale globale negli affari mondiali. Abu Dhabi è un hub di diversità culturali, di dialogo e scambio, che la rende il luogo ideale per accogliere i nostri amici internazionali e dell’area limitrofa per rafforzare questo importante confronto. Riteniamo che coinvolgere sia la comunità regionale e quella internazionale sia fondamentale per raggiungere un futuro in cui la coerenza e la tolleranza sono la nuova normalità. Sono onorata di far parte di questo evento pioneristico”.
L’Evento si svolgerà dal 09 al 13 aprile a Manarat Al Saadiyat sull’isola di Saadiyat ad Abu Dhabi e in altri luoghi culturali selezionati in tutti gli Emirati Arabi Uniti (foto: Abu Dhabi)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum e l’ambasciatore USA: la protesta delle opposizioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

john-phillips«Gravi e inaccettabili le parole dell’Ambasciatore Usa sul referendum costituzionale: il rappresentante in Italia di un governo straniero non può in alcun modo permettersi intromissioni di questo tipo nella politica interna. Renzi dimostri di non essere un inutile fantoccio e pretenda le scuse immediate e formali ‎da parte degli Usa.‎ Renzi viene pagato dagli italiani per difendere la sovranità nazionale, non per fare il lacchè di lobby e grande aziende». Lo scrive su facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Le dichiarazioni dell’ambasciatore Usa in Italia, John Phillips, in merito al referendum costituzionale che si dovrà tenere nei prossimi mesi rappresentano, e lo dico da atlantista convinto, un’ingerenza inaccettabile che rispediamo con decisione al mittente.
L’Italia è un Paese occidentale con una democrazia strutturata e matura. L’articolo 1 della nostra Carta fondamentale dice che ‘la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione’. Il popolo, caro ambasciatore Phillips, è quello italiano! Ci auguriamo che queste parole – contenute in una frase sbagliata pronunciata dalla bocca sbagliata, magari detta con leggerezza – siano precisate e auspicabilmente rettificate. Certamente sono controproducenti alla causa alla quale dovevano giovare. Chiediamo, ad ogni modo, una parola in merito da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e da parte del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che fino a prova contraria è il premier di tutti gli italiani e che quindi ha il dovere di garantire, a livello internazionale, l’onorabilità e la libertà del Paese e dei loro cittadini. Ricordiamo analoghi interventi esterni anche nella recente campagna referendaria britannica per la Brexit. Anche il quel caso le grandi potenze e i poteri che contano si erano schierati apertamente e vivacemente per la permanenza della Gran Bretagna nell’Unione europea. Tutti sappiamo come andò a finire quella vicenda. Le ingerenze inopportune furono spazzate via dal voto popolare. Adesso chiediamo a Phillips di correggere il tiro delle sue parole, e a Mattarella e a Renzi di non permettere invasioni di campo inaccettabili e indigeribili per un grande Paese come l’Italia”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di formazione al volontariato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

volontariatoDieci incontri dal 17 ottobre al 29 novembre. Il corso è gratuito, da oggi al via le iscrizioni.Iniziano oggi le iscrizioni al Corso base di formazione al volontariato promosso dalla Caritas di Roma. Il corso, dieci incontri strutturati in moduli base e in approfondimenti, inizierà il 17 ottobre per concludersi il 29 novembre.
La formazione è indirizzata non solo a quanti desiderano impegnarsi nei centri Caritas, ma anche a coloro interessati ad approfondire le tematiche e gli aspetti del volontariato.Le lezioni, che comprendono sia aspetti teorici – teologia e pastorale della carità, dinamiche di lavoro di rete, conoscenza dei servizi sociali – che esperienze di tirocinio, saranno tenute da operatori Caritas insieme ad esperti del mondo del volontariato e dei servizi sociali pubblici e privati, e si svolgeranno in orari diversi e sedi dislocate in tutta la città per favorire il più possibile la partecipazione.
Chi lo desidera, al termine del corso, potrà operare come volontario nei 49 centri della Caritas a livello diocesano in attività a favore dei senza dimora, dell’integrazione dei cittadini immigrati, nella promozione della solidarietà al fianco dei giovani in difficoltà, degli anziani e dei malati di Aids.Per iscrizioni – fino al 14 ottobre – rivolgersi all’Area Educazione al Volontariato della Caritas di Roma, telefono 06.88815150, dal lunedì al venerdì ore 9-14. Il programma completo del corso è disponibile nel sito http://www.caritasroma.it

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riduzione tasse è inganno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

Tasse“Il ministro dell’economia Padoan è sempre più in imbarazzo: a ‘Porta a Porta’ ha sbugiardato Renzi sul taglio delle tasse, affermando che nel 2017 non ci sarà nessun taglio sull’Irpef, a differenza di quanto aveva annunciato il premier. Oggi ha provato goffamente ad arrampicarsi sugli specchi nascondendosi dietro fantomatici tagli di spesa nonostante una crescita rallentata dimostrata dalla revisione al ribasso delle stime sul Pil. Come al solito il governo gonfia il petto con gli annunci propagandistici che poi vengono clamorosamente smentiti: altro che governo della riduzione delle tasse. Renzi mostra ancora una volta la sua faccia da illusionista, è l’ennesimo inganno nei confronti degli italiani”. E’ quanto afferma il coordinatore dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo resort nel 2019 sull’isola di Lombok

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

club-medHenri Giscard d’Estaing, Presidente di Club Med, e Abdular Mansoeur, CEO di Indonesia Tourism Development Corporation, hanno firmato a Bali il contratto per un nuovo resort nel 2019 sull’isola di Lombok, in Indonesia.Questo nuovo resort 4 tridenti, con spazio lusso 5 tridenti, sarà l’ideale per famiglie, coppie e gruppi. Situato sulla costa occidentale dell’isola di Lombok, nell’area di Mandalika, Club Med Lombok sarà il terzo resort ad aprire in Indonesia dopo quelli di Bali e di Bintan Island.Un importante progetto per Club Med e per l’Indonesia. L’apertura di questo nuovo resort, in programma per il 2019, si sposa perfettamente con la strategia di sviluppo di Club Med, ma anche con quella avviata dal governo indonesiano e da ITDC per rendere Mandalika la migliore destinazione Eco di lusso del Paese. Oggi il settore turistico in Indonesia è particolarmente dinamico, con una crescita media del 7% all’anno dal 2010 e l’obiettivo di raggiungere i 10 milioni di turisti entro la fine del 2016.Con oltre 30 anni di collaborazione con il governo indonesiano dall’apertura dei suoi precedenti resort, Club Med è stato il primo gruppo internazionale a riconoscere un potenziale nelle destinazioni indonesiane. Oggi rappresenta un importante attore turistico in Indonesia e accoglie una clientela di fascia alta proveniente da 30 Paesi del mondo, con più di 80.000 ospiti all’anno a Bali e Bintan Island.L’apertura di Club Med Lombok contribuirà a migliorare ulteriormente l’attrattiva internazionale del Paese.Un resort di fascia alta nel cuore dell’Indonesia: Lombok. Situata a est di Bali, Lombok è un’isola perfettamente preservata, dove si trovano destinazioni prestigiose come Mandalika. Sulla costa club-med1occidentale dell’isola di Lombok, quest’area offre 16 km di paesaggi autentici ed è un luogo ideale per una completa immersione nelle tradizioni e nella cultura indonesiana.Grazie al nuovo aeroporto internazionale di Lombok a soli 30 minuti di distanza, il nuovo resort sarà facilmente raggiungibile, un vantaggio importante per i clienti internazionali.Esteso su 15 ettari di area protetta e circondato da una spiaggia di sabbia bianca e da acque turchesi e cristalline, Club Med Lombok offrirà ai propri clienti un eccezionale contesto naturale e una vasta gamma di attività sportive e culturali.I clienti del nuovo resort di design ed eco-chic potranno godere di:
• Una vasta scelta di 350 camere, dalla Club alla Suite
• Uno spazio lusso 5 tridenti, con Conciergerie privata e servizi personalizzati
• Strutture adatte ai bambini dai 2 ai 12 anni: Petit Club e Mini Club
• Ristoranti con offerta di cucina internazionale a buffet o menù à la carte
• Una vasta gamma di attività sportive (tra le quali sport acquatici come immersioni, snorkeling, surf, ecc.) e attività culturali
• Sale “Meetings & Events” per seminari e gruppi. (foto:club med)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Internità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

internita1Lonato (Brescia) Spazio Arte Duina,”Cascina Balocchi” via Campagna sotto, 4 18 settembre – 16 ottobre 2016 inaugurazione mostra domenica 18 settembre, dalle ore 18.00 a cura di Federico Sardella. “L’INTERNITÀ è uno stato emotivo, fluido, irrefrenabile. Si ispessisce nel tempo del colore tracciato ripetutamente ad acquerello e declina in innumerevoli, possibili variazioni, generando un sistema linfatico, un apparato circolatorio capillare, nel quale fluisce l’aspetto più intimo del sentire e del suo procedere.
L’INTERNITÀ è un quotidiano scorrere di pensieri fitti, di fili che recido dall’interno grazie a una sorta di potatura emotiva, vitale e necessaria. I pensieri, le emozioni, i sentimenti, le paure, le angosce, la gioia e la vitalità scorrono invisibili dentro di noi, si dispiegano e inseguono tracciando una mappatura interna liquida: “stato” fisso e mutevole, al contempo, di una cartografia emotiva unica ed irripetibile. L’INTERNITÀ è contemplazione e il suo senso più originario è già compreso nel termine stesso, ricco di dualità, contraddizioni e possibilità, coniato comprendendo possibili somme o sovrapposizioni simultanee…”
internita2Queste sono le parole con cui l’artista introduce la sua ricerca.Le opere di Cristina Volpi in mostra nello Spazio Arte Duina – di diverse serie eppure tutte accumunate da un fil rouge evidente- descrivono alcune delle differenti possibilità di espressione e di mappatura del quotidiano alle quali da sempre l’artista lavora. In esse è palpabile, come il Mito di Penelope narra, la laboriosità dell’attesa e la transitorietà delle forme che ci giungono come tali, ma potrebbero essere diversamente generate da un calarsi nel proprio tempo totalmente.Come le opere esposte suggeriscono, vista la materia della quale si nutrono, è evidente che per l’artista trovare e raccogliere foglie, fiori e petali è una compulsione che si allinea all’esigenza di tessere una relazione tra micro e macro cosmo, tra un infinito nell’invisibile universo e un finito che si riflette e sconfina su un prato di erba, fiori e foglie. Alla domanda “che forma ha tutto ciò che ci circonda?”, Cristina Volpi risponde: “un cerchio… Due punti invisibili: il punto di partenza, dove poggia la matita e parte la linea circolare, e il punto in cui si ferma. Dentro quello spazio c’è un terzo punto, quasi mai fermo, mimetizzato nel colore ad acquerello che stendo col pennello. Quel Terzo punto è qualcosa di estremamente intimo e indicibile se non internamente”. La mostra è accompagnata da un catalogo con un testo di Federico Sardella. (foto:Internità)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione libro “Corpi senza storia” di Giuseppe Petrarca

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

corpi-senza-storiaPozzuoli (Na) mercoledì 14 settembre, alle ore 19, al Ranieri Art Cafee in via Napoli 8, Corpi senza storia è un’indagine del commissario Lombardo” (edizioni Homo Scrivens). Insieme all’autore, Petrarca Giuseppe intervengono Nazario Bruno Napoli, poeta e scrittore, Ciro Biondi, giornalista e Pasquale Gritto. Letture di Liliana Palermo. Evento organizzato dal Ranieri Art Cafee in collaborazione con la Pro loco di Pozzuoli.“Corpi senza storia” è un medical thriller. Una caccia a uno spietato assassino seriale, la scomparsa del prof. Verratti, insigne psichiatra che tra i propri pazienti annovera alcuni potenti politici: per Cosimo Lombardo, incaricato delle indagini, è l’occasione di un viaggio nella realtà degli ospedali psichiatrici giudiziari, un mondo crudele nel quale agli internati viene negata ogni appartenenza al genere umano. Dovrà così prendere atto di quanto la logica del profitto e l’arrivismo professionale abbiano profondamente inquinato la ricerca medica”. (foto: corpi senza storia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Iran: Il grande mercato che torna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

iranVenezia. 15 settembre 2016, ore 09.00, presso la sede di Confindustria Venezia, Parco Scientifico TecnologicoVega – Edificio Lybra, Via delle Industrie 19, Venezia Marghera convegno internazionale Iran: I lavori apriranno alle ore 09.00 con l’intervento di Matteo Zoppas, Presidente Confindustria Venezia, cui seguiranno Giuseppe Fedalto, Presidente CCIAA Delta Laguna, Jahanbakhsh Mozaffari, Ambasciatore della Repubblica islamica dell’Iran e Adolfo Urso, Presidente IWS-Italy World Services. Alle 10.00 tavola rotonda con Ahmad Pourfallah, Presidente Camera Commercio Iran-Italia, S. Hassanzadeh, Presidente Camera Commercio Tabriz, Mahmoud Mohammadi, Ambasciatore, Fereidoun Haghbin, Direttore Gen. Dip. Coord. e Strategia Aff. Eco. Nel corso dell’incontro ci saranno anche le testimonianze di imprese operanti in Iran: Mestriner Welding Srl, Fiel Spa, Politecnico Calzaturiero. I lavori saranno conclusi alle ore 11.15 da Ivan Scalfarotto, Sottosegretario Ministero dello Sviluppo Economico. Le opportunità di business in Iran. Giovedí 15 settembre 2016 presso la sede di Confindustria Venezia, Parco Scientifico TecnologicoVega – Edificio Lybra, Via delle Industrie 19, Venezia Marghera, si terrá il meeting internazionale “IRAN – Un grande mercato che torna”. L’incontro, che ospiterà una qualificata delegazione iraniana accompagnata da rappresentanti del nostro Governo sarà l’occasione per analizzare scenari futuri di collaborazione e tracciare un primo bilancio degli ultimi due anni di relazioni commerciali. L’evento, diviso in due parti, la prima riservata a una serie di relazioni di carattere istituzionale e la seconda dedicata ad incontri B2B, é infatti tappa di un percorso iniziato nel 2014 e che ha visto una serie di incontri e meeting, incoming con operatori specializzati.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ariston Thermo entra nel mercato nord americano con l’acquisizione di NTI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

paolo-merloniAriston Thermo ha acquisito la maggioranza di NY Thermal Inc., gruppo leader in Canada e tra i leader in USA nel mercato delle caldaie idroniche a condensazione per uso domestico e commerciale con il marchio NTI. Con oltre 40 anni di storia, NTI offre una gamma di prodotti ad alta efficienza costituita principalmente da caldaie murali a gas a condensazione e completata da produzioni di caldaie a gas a basamento e caldaie a gasolio.La società ha sede a Saint John in Canada, dove occupa circa 120 dipendenti e mantiene due stabilimenti produttivi, e rappresenta una delle realtà più dinamiche del settore con un fatturato di 42 milioni di dollari canadesi (circa 30 milioni di euro) registrato nel 2015 e una crescita costante e significativa a un tasso medio superiore al 20% annuo negli ultimi cinque anni.Con l’acquisizione di NTI, Ariston Thermo entra nel mercato nord americano con l’obiettivo di rafforzare la propria posizione di leadership nell’industria globale del comfort termico ad alta efficienza energetica e proseguire nel proprio cammino di crescita. “L’obiettivo di Ariston Thermo è continuare il proprio percorso di crescita” spiega Paolo Merloni, Presidente del Gruppo. “L’expertise e il posizionamento – così come la qualità del suo management e delle sue persone – fanno di NTI un punto di riferimento per il mercato in Canada e USA e ci consentono di entrare nel mercato nord americano e di sviluppare importanti progetti comuni a tutto il Gruppo. Il tutto in linea con le nostre prospettive strategiche che ci vedono sempre più protagonisti nel campo delle soluzioni ad alta efficienza e dei sistemi basati su energie rinnovabili”. (foto: Paolo Merloni)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma capitale presenta le quattro erre dell’ambiente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

campidoglioLa cura e il rispetto per l’ambiente nell’ottica della ‘green economy’ saranno gli obiettivi del progetto ‘Le quattro erre dell’ambiente – Ridurre, Recuperare, Riusare, Riciclare‘ presentato oggi in Campidoglio dall’Assessora Laura Baldassarre e dal Direttore del Dipartimento Tutela ambientale Pasquale Libero Pelusi. Si tratta di un progetto promosso dall’Assessorato alla Sostenibilità ambientale in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola. E’ un’importante iniziativa rivolta agli istituti scolastici il cui intento è quello di offrire un diverso approccio ai “rifiuti” promuovendo, al tempo stesso, un rinnovato senso civico in particolare nelle nuove generazioni. Sarà l’inizio di un percorso educativo chiamato a coinvolgere studenti, famiglie e insegnanti con il quale si intende sottolineare l’importante ruolo che le istituzioni scolastiche rivestono nell’ambito della comunicazione e della diffusione di questi temi. E’ quanto comunica, in una nota, il Campidoglio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Perché le nostre Patrie Galere hanno paura del volontariato?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

volontariatoCon la riforma del 1975, l’apertura al volontariato nel sistema penitenziario è stata una vera rivoluzione culturale carceraria, che ha dato importanza alla comunità libera nel recupero del detenuto.
È stato come se il Legislatore avesse ammesso che il prigioniero può migliorare solo dentro la società e non certo escludendolo totalmente da essa.
Credo che le migliaia di persone che ogni giorno entrano in carcere e dedicano la loro energia e il loro tempo ai prigionieri siano la parte più sana della nostra società e, di conseguenza, delle nostre “Patrie Galere”. Ed è grazie a loro che la maggioranza della popolazione detenuta riesce ad avere ancora un contatto con l’ambiente esterno e a sentirsi meno emarginata. Probabilmente per questo il “nemico numero uno” per l’Assassino dei Sogni (il carcere come lo chiamo io) non è il detenuto, ma il volontario che entra a casa sua, lavora gratuitamente, vede, ascolta e poi va fuori.
Qualcuno mi rimprovera che quando scrivo di carcere parlo solo dei detenuti; penso che abbia ragione. E questa volta ho deciso di dare voce e luce a una volontaria rendendo pubblica parte di una sua lettera che ho ricevuto in questi giorni. Per proteggerla dall’Assassino dei Sogni non farò il suo nome, né indicherò il carcere da lei citato; ma se, in seguito, questa volontaria sarà d’accordo e qualche parlamentare sarà disposto a fare un’ interrogazione parlamentare, renderemo pubblici i dettagli .
Mio caro Carmelo, (…) devo anche informarti che ho sospeso di andare a (…) e quindi di fare i colloqui. È stata una decisione molto sofferta, dopo sei anni che ho passato là dentro, scambiando parole e cuore con tutti quei ragazzi che ho visto. È stato un periodo tosto ma che mi ha dato tanto. Ho imparato tanto, mi ha insegnato a sbarazzare la mente da qualunque pensiero avverso, stupido, di controllo, di pregiudizio. Ho ricevuto tanto, tanto, tanto. Mi dicono che ho anche dato, ma è stato di sicuro reciproco. Le persone che conosco e che non hanno contatto con il carcere non capiscono e mi hanno avversato sempre, ma l’importante è che io sappia e loro, comunque, che piaccia loro o no, si sono beccati i miei racconti perché credo che le coscienze vadano scosse anche quando non vogliono! Il motivo della mia rinuncia è stato un certo “movimento” interno al carcere (chissà che giochi ci sono dentro…), ma di sicuro le guardie (con la direzione) hanno incominciato a ostacolare i volontari (che odiano) sempre di più. Pensa che in una mattina mi hanno fatto 3 perquisizioni e che due dei nostri migliori volontari sono stati privati dell’art. 17 per essere stati trovati in possesso di buste da lettera e francobolli (che non potremmo portare, ma che dovrebbe fornire il carcere. Cosa che non fa.) Ho “sentito” che per la prima volta in 6 anni, era meglio avere paura. Non avrei voglia di diventare un capro espiatorio.
Non credo che ci sia altro da aggiungere, a parte commentare che se il carcere non rispetta neppure i volontari che donano il loro tempo e affetto sociale a chi ha sbagliato, allora la rieducazione è veramente difficile, il desiderio di ricominciare a vivere si atrofizza e si trasforma in odio. Soprattutto, fa sentire innocente anche chi non lo è. (Carmelo Musumeci) (foto: volontariato)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alliander AG launcht 450MHz-Kommunikationsnetz in Deutschland

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

berlinoBerlin. Die Alliander AG gab heute bekannt, dass sie den 450MHz- Funknetzbetreiber Inquam Deutschland GmbH übernommen hat. Als 450connect GmbH wird diese gemeinsam mit Partnern aus der Energiewirtschaft den Ausbau eines flächendeckenden 450MHz-Kommunikationsnetzes in Deutschland vorantreiben.”Als erfahrener Netzbetreiber und Energiedienstleister kennen wir die Bedürfnisse und die sehr hohen Anforderungen der Branche an ein sicheres und zuverlässiges Kommunikationsnetz. Mit der Übernahme der 450MHz-Funkfrequenzen stellen wir der deutschen Energiewirtschaft in Hinblick auf Verfügbarkeit, Stabilität und Funktionalität die passende Plattform für eine digitalisierte Infrastruktur zur Verfügung und erfüllen eine wesentliche Voraussetzung für die erfolgreiche Umsetzung der Energiewende”, sagt Frank Zeeb, Vorstandsvorsitzender der Alliander AG. „Mit einem erfahrenen Team aus Energie- und Telekommunikationsexperten in Verbindung mit unseren kommunalen Wurzeln sind wir für den flächendeckenden Ausbau der Funknetze bestens aufgestellt. Außerdem können wir auf die Erfahrung unseres Mutterkonzerns in den Niederlanden zurückgreifen, der dort bereits 450MHz-Funknetze erfolgreich aufgebaut hat und betreibt.”Im Vergleich zu anderen Funknetzen bietet die 450MHz-Technologie eine größere Reichweite und eine wesentlich bessere Gebäudedurchdringung. Entlegene Regionen und sonst nur schwer zugängliche Bereiche können per Funk sicher und zuverlässig erreicht werden. Auch benötigen 450MHz-Funknetze wesentlich weniger Sendeanlagen und verursachen damit niedrigere Kosten für den Aufbau und Betrieb des Funknetzes. Für die Kommunikationsanforderungen der zunehmend dezentral und erneuerbar ausgerichteten Energiewirtschaft bieten 450MHz-Funknetze die ideale Lösung. Zukünftig müssen Millionen dezentraler Anlagen sicher, flächendeckend und günstig miteinander kommunizieren. Außerdem muss eine immer größer werdende Anzahl von Energieerzeugern, -verbrauchern und -einheiten ins System integriert und zuverlässig gesteuert werden. Um dies zu gewährleisten, bietet 450connect kommunalen und privaten Unternehmen mit kritischen Infrastrukturen die Möglichkeit des Aufbaus eines privaten Funknetzes an.Zu den ersten Kunden der 450connect GmbH gehören der Stromnetzbetreiber EWE NETZ GmbH und die Netzgesellschaft Düsseldorf mbH. „Für uns bietet 450connect eine zuverlässige und zukunftsweisende Technologie, mit der die Einbindung aller dezentralen Erzeuger, Verbraucher und Steuereinheiten in die veränderte Netzlandschaft der Energiewende sicher, gleichzeitig und nachhaltig gewährleistet werden kann,“ so Torsten Maus, Vorsitzender der Geschäftsführung der EWE NETZ GmbH.
Die 450connect GmbH ist ein Tochterunternehmen der Alliander AG, einem kommunal geprägten Technologie-Unternehmen und Innovationsführer auf dem Gebiet der digitalen Energieinfrastruktur. Mit der Übernahme und dem Betrieb von 450MHz-Funknetzen in Deutschland stellt die 450connect GmbH der Energiewirtschaft ein sicheres und zuverlässiges Kommunikationsnetz zur erfolgreichen Umsetzung der Energiewende zur Verfügung. Ziel ist es, gemeinsam mit Partnern, die bisher fehlende Kommunikationsinfrastruktur für eine zunehmend dezentral geprägte Energielandschaft flächendeckend aufzubauen. Die 450connect GmbH wird ihre 450MHz-Funknetze zukünftig auch Unternehmen und Organisationen mit kritischen Infrastrukturen außerhalb der Energiewirtschaft bereitstellen.
Die Alliander AG ist ein kommunal geprägtes Technologie-Unternehmen und Innovationsführer auf dem Gebiet der digitalen Energieinfrastruktur. Die Alliander AG übernimmt als Dienstleister und Partner von Netzbetreibern, Städten und Kommunen die Planung, Installation und Betriebsführung von Infrastrukturen im Bereich Energie, Verkehr und Telekommunikation.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Cina più forte degli Usa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 settembre 2016

banca mondiale«La situazione economica globale è difficile e i rischi di caduta persistono, come indicano le fluttuazioni dei prezzi delle commodity e la bassa inflazione in molte economie.. La volatilità eccessiva e i movimenti disordinati nei tassi di interesse possono avere delle implicazioni negative per la stabilità economica e finanziaria», si legge nella dichiarazione finale del summit dei ministri delle Finanze e dei governatori delle Banche Centrali del G20 del 24 luglio scorso a Chengdu in Cina. Volatilità finanziaria e incertezza economica che il G20 addebita soprattutto ai conflitti geopolitici, al terrorismo, ai flussi migratori e, da ultimo, agli effetti della Brexit. Tutte cause politiche che non si possono ignorare. Ma ci sembra si ponga scarsa attenzione ai meccanismi finanziari che sono la vera causa della persistente crisi.
Per il resto la dichiarazione è farcita dai soliti «we welcome» e «we recognize» che, purtroppo, denotano chiaramente la mancanza di vere iniziative e di programmi efficaci di intervento. Ciò risulta in modo più evidente se si confronta il G20 con due altre importanti conferenze tenutesi in Cina pochi giorni prima: quella della New Development Bank (Ndb) dei Paesi Brics e quella dell’Asian Infrastructure Investment Bank (Aiib), a cui anche l’Italia si è associata.
A Shanghai si è svolto il meeting annuale della Ndb dedicato al finanziamento delle grandi infrastrutture. La Banca evidentemente si pone come alternativa alla Banca Mondiale ed intende raccogliere più capitali sia per gli investimenti infrastrutturali che per le politiche di maggiore integrazione economica tra i Paesi dell’alleanza. Del resto si afferma apertamente di voler giocare un ruolo più incisivo nella ‘governance’ economica mondiale anche per imprimere un nuovo orientamento al sistema finanziario globale. In verità sono le necessità oggettive che impongono nuove scelte. L’India, per esempio, necessita di ben 1.500 miliardi di dollari di investimenti nei prossimi dieci anni per colmare il proprio gap infrastrutturale. Essa sarà una delle principali aree di sviluppo del mondo.
La Banca ha anche stanziato circa un miliardo di dollari nelle energie rinnovabili dei differenti Paesi Brics. Sta inoltre testando le proprie capacità di operare efficacemente con nuovi strumenti finanziari di lungo termine, per generare prestiti sia a enti pubblici che privati. Ha già emesso obbligazioni quinquennali denominate in yuan al tasso di interesse del 3,07% per l’equivalente di circa mezzo miliardo di dollari per l’economia ‘verde’.
È noto che contemporaneamente il primo ministro cinese Li Kequiang ha invitato le sei agenzie economiche internazionali (l’Organizzazione Mondiale del Commercio, l’Organizzazione internazionale del Lavoro,l’Ocse, il Financial Stability Board, la Banca Mondiale e il Fmi) riunite a Pechino a porre attenzione al pericolo insito nelle attuali fluttuazioni finanziarie e alla necessità di regolare il «settore bancario ombra», anche quello cinese.
Già al suo incontro annuale, tenutosi lo scorso fine giugno a Pechino, l’Aiib, guidata dalla Cina, ha manifestato la volontà di accogliere oltre 100 Paesi con l’intento di diventare il più importante istituto di credito delle economie emergenti. In quest’ottica intende assumere la leadership mondiale nel finanziamento delle grandi infrastrutture. Si consideri che già oggi la Cina supera gli Stati Uniti nel finanziamento delle infrastrutture globali.
La finanza internazionale è in via di totale trasformazione. Già nell’aprile 2015, Larry Summers, segretario al Tesoro della presidenza Clinton, riconobbe che l’Aiib avrebbe avuto effetti devastanti per l’egemonia degli Stati Uniti e avrebbe rappresentato «il momento in cui gli Stati Uniti persero il ruolo di garante del sistema economico globale».
Perciò un nuovo sistema monetario internazionale basato su un paniere di monete è quanto mai indispensabile e urgente.
Finora la Cina ha agito con estremo realismo. Oltre all’utilizzo dello yuan e di altre monete locali, molti prestiti sono emessi ancora nella valuta statunitense. Ma l’Aiib opera già nell’intera regione asiatica ed è pronta a muoversi verso altri continenti. Certamente la realizzazione della rete infrastrutturale della cosiddetta «Nuova Via della Seta» resta un’assoluta priorità. Finanzia anche un vasto programma di investimenti, tra cui il miglioramento residenziale in Indonesia, la costruzione di autostrade in Pakistan e in Tagikistan, l’elettrificazione di aree rurali del Bangladesh. È evidente che, al di là del riassetto finanziario, sono le politiche di sviluppo che incidono sulle condizioni di vita e di lavoro e possono frenare le migrazioni. (fonte: società libera online) (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Leave a Comment »