Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 16 settembre 2016

Giorgia Meloni annuncia: E’ nata Ginevra

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

Giorgia Meloni“Mamma Giorgia e papà Andrea annunciano la nascita di Ginevra”. E’ quanto si legge sul profilo facebook del presidente di Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni. “Tantissimi auguri a Giorgia e ad Andrea per la nascita dell’amata Ginevra. Ogni figli che nasce ci apre al futuro” È quanto dichiara il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Walter Rizzetto.
“Benarrivata a Ginevra e tante felicitazioni a Giorgia e ad Andrea per la nascita della figlia. Auguro alla neo-mamma e al neo-papà di vivere questo momento magico nella preziosa intimità della famiglia”. È quanto dichiara la deputata di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Giovanna Petrenga. “Auguri Giorgia e Andrea, siete stati coraggiosi e infinitamente generosi a condividere la gravidanza con milioni di persone. Un atto d’amore di cui la nostra comunità vi è grata, un modo faticoso ma indimenticabile di portare a spasso il pancione tra le strade di Roma, vedendolo gonfiarsi ogni ora di stima e affetto. Benvenuta Ginevra, cucciola d’Italia!”. E’ quanto scrive il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli sulla propria bacheca Facebook.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carlo Azeglio Ciampi ci ha lasciati

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

carlo-azeglio-ciampi“Desidero esprimere le mie sentite condoglianze per la scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi, un Presidente della Repubblica che pur avendo una provenienza politica e culturale assai diversa dalla destra ha saputo conquistare la nostra stima non solo per la sua coerenza ma anche per essersi sempre speso a favore dell’Unità e dell’identità nazionale. A lui inoltre, va la mia gratitudine per aver insignito Fabrizio Quattrocchi della medaglia d’oro al valor civile nonostante il parere fortemente contrario di una certa sinistra”. Lo dichiara Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia.
Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età, esprime cordoglio per la morte del Presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, spentosi questa mattina a 95 anni. “Diciamo addio – dichiara il Presidente di Senior Italia Roberto Messina – a un grande italiano, esempio illuminante di invecchiamento attivo e di dialogo intergenerazionale, determinato nella sua difesa delle Istituzioni, dell’unità del Paese, e di quei nobili sentimenti e valori che è riuscito a trasmettere alle nuove generazioni. Ciampi resta per tutti noi un modello di uomo di Stato che ha saputo coniugare passione, impegno civile e rettitudine morale, capace di trasmettere agli italiani quell’amor di Patria che nasce dalla coscienza della propria Storia e delle proprie radici”.
“Cordoglio, a nome mio e del gruppo FI Camera, per scomparsa del presidente Carlo Azeglio Ciampi. Economista, politico, servitore dello Stato”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
“Oggi l’Italia ha perso un grande rappresentante delle istituzioni e dello Stato, un testimone della nostra Repubblica e della sua storia. È un lutto profondo per tutti gli italiani che amavano profondamente il Presidente Ciampi. Nonostante questo Salvini non ha perso l’occasione per avvelenare il dibattito con affermazioni offensive e fuori luogo. Si vergogni”. A dirlo è Luigi Barone, dirigente campano del Nuovo Centrodestra e membro della direzione nazionale del partito.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro de’ Servi: Separati

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

separati1separatiRoma Si apre il 27 settembre la stagione 2016/17 al teatro de’ Servi in Via del Mortaro 22 (ang. Via del Tritone) con “Separati”, la nuova commedia scritta e diretta da Alessandro Capone, già noto al pubblico teatrale per “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi”.Con “Separati”, Alessandro Capone torna a raccontare l’universo maschile, questa volta dal punto di vista dei padri separati, spesso accusati di non assumersi le proprie responsabilità, di ignorare i bisogni femminili, di non saper rispondere ai propri obblighi paterni. E’ una riflessione sulla difficoltà di capirsi, sui luoghi comuni e gli stereotipi che polarizzano gli uomini e le donne su posizioni spesso conflittuali e di cui tutti, in un modo o nell’altro, abbiamo fatto esperienza.
“Separati” gioca con le difficoltà dei padri che non vivono con i propri figli e che spesso vengono giudicati per il loro amore per la birra, le soluzioni semplici e gli streap tease, ma gioca anche con i cliché femminili: l’insicurezza, la fragilità, l’indecisione, la frustrazione esagerata, la nevrosi. Ritratti disarmanti ed esilaranti di un’umanità sempre più social ma che ha sempre più difficoltà a mettersi in gioco umanamente. Perché è così difficile “andare fino in fondo” in una relazione? Perché non riusciamo ad apprezzare chi ci sta accanto.A riscattare le relazioni sentimentali alla deriva ci pensa l’amicizia fra quattro amici – gli affiatati Francesco Bauco, Roberto D’Alessandro, Giampiero Mancini e Massimiliano Vado – che nonostante le difficoltà e le diversità non si separano mai. Il ruolo femminile è affidato alla showgirl Emy Bergamo.In questa panoramica sui problemi dei 30/40enni, in cui molti potranno identificarsi, alla fine vince l’amore dei genitori per i figli. Un sentimento profondo che non viene intaccato dalle correnti tempestose del quotidiano. Ma a vincere è soprattutto l’ironia, forse l’unica forma terapeutica che permette ancora una catarsi. (foto: separati)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Objects of African and Oceanic art as well as a selection of 60 lots of archaeology from the estate of Madeleine Meunie

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

madeleine-meunieParis – This December 15th in Paris at the Hôtel Drouot, Millon, in cooperation with Christie’s, will be auctioning nearly 80 objects of African and Oceanic art as well as a selection of 60 lots of archaeology from the estate of Madeleine Meunier. These remarkable works of art have remained out of the public eye for over half a century. Alexandre Millon, President of Millon auction house: “At the forefront of the Madeleine Meunier Collection are forgotten treasures of rare and captivating works of African and ancient art. The mythical figures of Aristide Courtois and Charles Ratton, at the heart of this collection, will also be celebrated. Their names live in perpetuity in the marketplace with this commemorative auction in two ways: In honor of the heirs who have given us their trust and with the appreciation of collectors and institutions, whose presence at Drouot will enhance the special atmosphere created by the legacy of such prestigious provenance”.François de Ricqlès, President of Christie’s France, says: “This selection of African and Oceanic sculptures is illustrative of a time of astute art collecting specific to those who discovered African art at a time when classic tastes reigned supreme in the Western world.It is a fascinating testament to two leading figures in the history of the appreciation of tribal art, who ignited a path to the field’s fame: Aristide Courtois and Charles Ratton.It is clear that this auction will be a sale of great importance; one that will draw the greatest collectors into bidding wars not soon to be forgotten.” (photo: Madeleine Meunie)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace ha compiuto 45 anni

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

greenpeace

Bob Hunter on left at the helm of the Phyllis Cormack together with Ben Metcalfe. En route to Amchitka. (Greenpeace Witness book page 94) (The Greenpeace story book page 12 similar).

greenpeace3

Greenpeace’s second occupation of Shell’s disused oil installation Brent Spar in 2 months. Water cannon is sprayed on Shell’s disused oil installation BRENT SPAR 16 June 1995. (Greenpeace Witness book page 105) (Greenpeace Changing the World page 209) (Greenpeace 30th Anniversary Images photo 24).

Il 15 settembre del 1971 un gruppo di volontari partiva da Vancouver, in Canada, a bordo del peschereccio Phyllis Cormack, poi ribattezzato Greenpeace, per cercare di fermare i test atomici sull’isola di Amchitka, in Alaska.L’organizzazione ambientalista nasce con questo viaggio: sebbene la nave non raggiunse mai Amchitka, perché intercettata dalle autorità statunitensi, questa missione sviluppò nell’opinione pubblica una crescente opposizione ai test atomici che portò al loro bando.Ancora oggi questa è Greenpeace: la capacità di aggregare le persone attorno a un obiettivo ambizioso e vincere anche le sfide più difficili. Oltre tre milioni di sostenitori, 36 mila volontari in tutto il mondo, a cui si aggiungono migliaia di attivisti, cyberattivisti, ricercatori, lobbysti e un numero sempre crescente di alleati.“La maggiore sfida globale dei nostri tempi è la battaglia contro i cambiamenti climatici. L’Accordo di Parigi, che ci aspettiamo verrà firmato tra una settimana, è un bel passo in avanti per raggiungere l’obiettivo ambizioso di non superare un grado e mezzo di aumento della temperatura globale e avviare la transizione verso le rinnovabili al 100 per cento per tutti” afferma Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia.Tra gli effetti dei cambiamenti

greenpeace2

The Greenpeace hot air balloon with the slogan ‘Nuclear Disarmament Now!’ flies above the famous Taj Mahal in a protest against nuclear testing in India.

climatici vi è l’acidificazione degli oceani, che assorbono troppa C02 che danneggia la vita marina. Greenpeace chiede più aree marine protette, meno pesca illegale e collabora con altre organizzazioni per evitare che gli oceani diventino una immensa discarica per la plastica.La nostra battaglia per proteggere le foreste primarie, insieme a comunità e gruppi locali, è cruciale perché non solo sostiene la biodiversità, ma anche per il ruolo che le foreste hanno nel tenere in equilibrio il clima.
Allo stesso modo la campagna per l’agricoltura sostenibile vuole sostenere chi coltiva la terra senza contribuire ai cambiamenti climatici. Stiamo lavorando anche per un futuro senza sostanze tossiche, dove le sostanze chimiche pericolose non saranno più prodotte, usate e rilasciate nell’ambiente.Oggi Greenpeace continua a battersi anche contro le testate atomiche e anche se i test sono rallentati grazie all’opposizione pubblica, diversi stati continuano a possedere, sviluppare e ammodernare le testate atomiche: serve un Trattato delle Nazioni Unite che le metta al bando.Greenpeace festeggia quest’anno anche 30 anni di attività in Italia (30anni.greenpeace.it): nel nostro Paese l’associazione conta oltre 77 mila sostenitori, 500 mila cyberattivisti e un migliaio di volontari. (foto: greenpeace)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

President of Ukraine Petro Poroshenko to open the plenary sessions of the 13th YES Annual Meeting

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

Ucraina-graBruxelles. On Friday, 16 September, the plenary sessions of the 13th Yalta European Strategy annual meeting, “The World, Europe, Ukraine: Storms of Changes”, will start by a welcome speech of the President of Ukraine Petro Poroshenko, followed by the debate of speakers and participants of the forum with the chief of the Ukrainian State. As previously reported, the 13th YES annual meeting will be held in Kyiv on September 15-17. The plenary sessions and special sections of the forum will take place at the Mystetsky Arsenal national museum and cultural centre. More than 350 prominent politicians, diplomats, businessmen, civil activists and experts from 20 countries of the world will take part in the work of the forum. The first day of the plenary sessions will be focused on the key geopolitical, economic and social challenges that Europe, Ukraine and the world are facing. The discussion panels of the first plenary day will include a debate on the current situation in the European Union; prospects and challenges that Turkey is facing; implications of the US presidential election 2016 for the global politics and international relations, as well as the global challenge of social inequality, terrorism and radicalism issues. The first plenary day will resume with a debate on the issues of international support for Ukraine in the context of the Russian aggression, economic crisis and running the reforms. The discussions of the first plenary day will feature President of the European Commission (2004-2014), Prime Minister of Portugal (2002-2004) Jose Manuel Barroso, Minister of Foreign Affairs of Denmark Kirstian Jensen, 39th Prime Minister of Denmark (2001-2009), 12th NATO Secretary General (2009-2014) Anders Fogh Rasmussen, EU Commissioner for European Neighbourhood Policy & Enlargement Negotiations Johannes Hahn, Vice Prime Minister of Turkey Mehmet Simsek, European Commission Vice President for the Euro and Social Dialogue, Prime Minister of Latvia (2009-2014) Valdis Dombrovkis, philosopher and writer Bernard-Henri Levy, director of the Institute of Politics at the University of Chicago, Chief Strategist and senior advisor to US President Barack Obama (2009-2011) David Axelrod, Senior Advisor and Deputy Chief of Staff during the George W. Bush administration Karl Rove, 58th Speaker of the U.S. House of Representatives (1995-1999) Newt Gingrich, Foreign Minister of Sweden (2006-2014), Prime Minister of Sweden (1991-1994) Carl Bildt, Managing Partner at Parnasse International, IMF Managing Director (2007-2011) Dominique Strauss-Kahn, Senior Fellow at the Hoover Institution, Stanford University, Niall Ferguson, Chairman of the Munich Security Conference, member of the YES Board Wolfganf Ischinger, United States Secretary of Defence (2006-2011), CIA Director (1991-1993) Robert Gates. The Ukrainian speakers of the first plenary day will include Head of the Supervisory Board of Aspen Institute Kyiv, Minister of Finance of Ukraine (2014-2016) Natalia Jaresko, Vice Prime Minister of Ukraine for European and Euro-Atlantic Integration Ivanna Klympush-Tsintsadze, Co-Founder of the Centre for Economic Strategy, civil activist, singer at “Okean Elzy” Sviatoslav Vakarchuk, Chair of the People’s Front party, Prime Minister of Ukraine (2014-2016) Arseniy Yatseniuk.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biennale arte contemporanea Città di Perugia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

pedro-garcia-spinosaPerugia (Umbria) Si svolgerà dal 1° al 16 ottobre la prima Biennale d’Arte Internazionale “Città di Perugia”. L’esposizione sarà allestita negli spazi del Centro espositivo “Rocca Paolina”, in pieno centro della città umbra. Sono circa 130 gli artisti, tra italiani e stranieri che partecipano alle varie sezioni e mostre all’interno della Biennale d’arte contemporaneo di Perugia che sarà allestita in un percorso, che si sviluppa all’interno del monumentale e suggestivo spazio della Rocca Paolina, in circa 600 metri quadrati.L’idea della Biennale a Perugia è scaturita dalle riflessioni di gruppo di intellettuali e professionisti del settore dell’arte contemporanea e del settore mediatico che, grazie al sostegno della Fondazione culturale “Luciano Boccardini” di Perugia, hanno progettato una esposizione aperta a tutti gli artisti, senza limiti di età, sesso e nazionalità. Queste le sezioni: pittura (in tutte le sue espressioni), scultura, installazioni, disegno su carta e grafica, arte digitale, arte fotografica. 36 gli artisti, con nomi di rilievo a livello nazionale ed internazionale, che esporranno le proprie opere, tra cui: tra gli italiani l’artista, Piero Boni, il fotografo Roberto Carnevali vincitore del famosissimo IMS Photo Contest 2015; tra gli stranieri: l’artista cubano Pedro García Spinosa, l’artista roberto-carnevaliperuviana Yelitza Altamirano Valle, il fotografo tedesco Heinz Schmidt capo dell’organo consultivo della Royal Photographic Society (RPS), la fotografa Inta Ruka che dopo in Italia dopo 17 anni, da quanto, nel 1999, con il progetto “Storie. Storytellers” – presentato insieme a Anita Zabilevska e Ojars Peterson – ha rappresentato il suo paese, la Lettonia, alla 48° Biennale di Venezia. Oltre ai grandi nomi molti talenti, alcuni dei quali individuati grazie alla rete. Alla Biennale di Perugia parteciperanno, inoltre, molti altri artisti: nello spazio “Atelier spazi creativi”, dove verranno presentati i lavori di 5 artisti che oggi svolgono la propria attività a Perugia; ci sarà poi lo spazio “Oltre la Biennale” dove due importanti centri italiani, l’ANGA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) Umbria Onlus e Cfs Adams (Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adama) di Roma parteciperanno con ben 6 mostre. L’ANGA presenterà una collettiva di pittura di giovani, a cura di Serena Cavallini e Anna Belardinelli, che frequentano il centro. Il Cfs Adams presenterà ben 5 mostre e precisamente: la Mostra fotografica “Ritratto di Famiglia” di Gaia Adducchio, la Mostra fotografica “Terra, luce e carne” di Gabriele Agostini e Marco Di Meo, esposizione di ceramiche di Daniela Vacca, la Mostra collettiva fotografica “Il volto e la maschera”, “Teatro dell’ombra”, “Lampi, turbini e deflagrazione”, a cura degli studenti del Cfs Adams, che ha coinvolto più di 80 studenti del centro e la “Mostra di Riccardo”, 12 anni, il cui unico modo di comunicare del ragazzo è attraverso le immagini fotografiche. La Biennale Città di Perugia è patrocinata dalla Provincia di Perugia. (foto: Pedro García Spinosa, Roberto Carnevali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE firma accordo con società di credito all’export armena (EIAA)

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

armeniaSACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti) e EIAA (Export Insurance Agency of Armenia) annunciano la firma di un accordo di collaborazione destinato ad ampliare le opportunità di business tra Italia e Armenia.Nell’ambito dell’accordo, le due società di credito all’esportazione si impegnano a promuovere e sviluppare il commercio e gli investimenti tra i due Paesi attraverso l’individuazione di progetti di comune interesse, lo scambio di informazioni e la condivisione di best practices, inclusa la possibilità di avvalersi di servizi di advisory e assistenza tecnica per supportare le PMI nello sviluppo di progetti integrati di filiera in settori chiave per le economie dei due Paesi.“Questa intesa ci consente di supportare attivamente i rapporti economico-commerciali tra Italia e Armenia, per contribuire all’identificazione di nuove opportunità cross-border per le nostre imprese” – ha dichiarato Michal Ron, Managing Director International Business di SACE .
“Il protocollo d’intesa con SACE ci consentirà di agire in un ambiente dinamico per promuovere le relazioni commerciali tra Armenia e Italia. Con un’economia aperta e un business climate favorevole agli investimenti esteri, l’Armenia offre imparagonabili opportunità alle imprese italiane, consentendo l’accesso anche ai mercati dell’Eurasian Economic Union e dell’Iran”. EIAA agirà come un catalizzatore di informazioni e transazioni per facilitare il più possibile il business tra i due Paesi” – ha aggiunto Vazgen Abgaryan, Direttore Esecutivo di EIAA .Dopo la firma dell’accordo, inoltre, SACE ha organizzato una tavola rotonda con i rappresentanti del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, ICE, Confindustria e SIMEST al fine di discutere iniziative comuni e occasioni di business tra Italia e Armenia.L’Armenia rappresenta oggi una delle economie più dinamiche dell’area caucasica con un tasso di crescita del Pil che supera il 4% e un business climate in costante miglioramento grazie alle misure di consolidamento economico messe in campo.L’Italia è il secondo esportatore europeo nel Paese dopo la Germania, con 108 milioni di euro di beni venduti nel 2015, soprattutto nel settore tessile e della meccanica strumentale. Interessanti opportunità e ambiti di cooperazione per il futuro sono presenti soprattutto nei settori petrolchimico, delle infrastrutture (autostradale e ferroviario), ma anche nel tessile e abbigliamento, agroalimentare e farmaceutico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inps: Boeri metta al lavoro l’Inps e faccia risparmiare 430 milioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

inpsFar lavorare i 30 mila dipendenti dell’Inps e far risparmiare 430 milioni di euro al contribuente. Come si fa’? Semplice: far svolgere le pratiche pensionistiche dal personale dell’Inps e non dai Patronati. Come e’ noto i Patronati ricevono un contributo per il disbrigo delle pratiche pensionistiche che, invece, potrebbero essere svolte dai dipendenti dell’Inps.
Non comprendiamo come al presidente dell’Inps, Tito Boeri, professore di Economia del Lavoro, non sia venuto in mente mentre continua a parlare di contributi di solidarieta’ e di diminuzione delle pensioni “privilegiate” o di vitalizi. Desideriamo informare il presidente Boeri che i contributi di solidarieta’ ci sono gia’, sia per le pensioni “privilegiate” che per i vitalizi, e se vuole discettare di pensioni “privilegiate” dovrebbe riferirsi al sistema pensionistico retributivo (80% degli ultimi stipendi), del quale godono il 90% dei pensionati. Apprendiamo, invece, dal presidente Boeri, che il sistema pensionistico e’ economicamente sostenibile, alla faccia della RAI che, proprio ieri sera, nella trasmissione Presadiretta, ci avvisa dei 7 miliardi di disavanzo e, addirittura, di 58 miliardi di buco patrimoniale entro il 2023, paventando un rischio pensioni per i futuri cittadini collocati in quiescenza. Insomma, la RAI continua ad alimentare l’ansia nei cittadini, cosi’ pensionati e pensionandi non alimenteranno i consumi con relativo contributo alla stagnazione del PIL. Non e’ un problema di sostenibilita’ economica ma di equita’, dichiara Boeri, ma l’equita’ e’ un problema di carattere sociale che riguarda il Governo. Boeri vuole fare il ministro del Lavoro? Si metta in fila, intanto faccia funzionare l’Inps. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti Sicilia: “basta emergenze, serve seria pianificazione”

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

rifiuti“Sul sistema di gestione dei rifiuti in Sicilia dobbiamo dire stop all’approccio emergenziale, quello che serve è una seria pianificazione e programmazione”. E’ quanto ha dichiarato in Aula alla Camera il deputato di Area popolare Vincenzo Garofalo, annunciando il voto favorevole di Ap alla relazione della commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti della Regione Sicilia. “Ad oggi infatti abbiamo sul piano normativo un sistema caratterizzato principalmente da deroghe, dettato da uno stato di continua emergenza, che consente di intervenire in un regime di perenne straordinarietà. Uno scenario – ha aggiunto Garofalo – che in questi anni, come emerso dalle indagini della commissione di inchiesta, ha continuato ad alimentare il malaffare, creare zone grigie di illegalità mentre sono lievitati gli sprechi economici con continui danni per le famiglie, doppiamente beffate perché costrette a pagare tariffe ‘monstre’ e a vedere le proprie città sempre sporche. Serve una svolta dunque, che però ad oggi ancora non vediamo. E’ chiaro quindi che auspichiamo quanto prima una inversione di marcia e per questo abbiamo votato favorevolmente la risoluzione con la quale – ha concluso Garofalo – si impegna il Governo nazionale, per quanto di competenza, a intraprendere tutte le iniziative necessarie a risolvere in maniera rapida le questioni evidenziate dalla stessa commissione parlamentare d’inchiesta in raccordo e leale collaborazione con la Regione, i relativi organismi nazionali e gli enti territoriali interessati”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Anteprima torinese del film documentario Ninì

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

nininini1Torino lunedì 19 settembre alle ore 20,45 presso la Sala 3 del Cinema Massimo di Torino (Via Verdi 18, ingresso 3,00 Euro), con l’anteprima torinese del film documentario Ninì di Gigi Giustiniani e Raffaele Rezzonico (Italia 2014, 65′). Il film, una produzione La Fournaise, è stato finanziato dalla Film Commission Valle d’Aosta e da più di 70 donatori dal basso, ha vinto la Genziana d’oro al 63° Trento Film Festival. Ninì utilizza in modo originale i materiali provenienti dall’archivio personale di Ninì Pietrasanta, una delle pochissime donne alpiniste degli anni ’30, che tra il 1932 e il 1938 ha conquistato centinaia di cime insieme al marito, Gabriele Boccalatte (Medaglia d’oro al Valore Atletico). I materiali in 16mm e le foto di Ninì sono accompagnate da stralci del diario in cui l’alpinista esprimeva i suoi sentimenti durante e dopo le scalate, un punto di vista intimo e originale sulla montagna raccontato attraverso un documentario emozionante. Pellicole e materiali fotografici nati come ricordi personali familiari si trasformano così in una storia d’amore e avventura appassionante e commovente. La proiezione sarà preceduta da Carcoforo m. 1304 ab. 117 di Oliviero Sandrini (Italia 1951, 11′), film donato dall’autore, che ha collaborato anche con Ermanno Olmi, all’Archivio Superottimisti. Il film racconta le storie di vita quotidiana del più piccolo comune d’Italia ai piedi del Monterosa.Alla serata parteciperanno gli autori del film, il produttore Daniele Ietri per La Fournaise, Enrico Camanni, giornalista e scrittore che ha curato numerosi libri dedicati alla montagna e all’alpinismo, Giulio Pedretti coordinatore dell’Archivio Superottimisti e Vittorio Sclaverani, Presidente dell’AMNC. L’appuntamento del 19 settembre sarà l’occasione per promuovere e rilanciare Superottimisti – Memoria storica audiovisiva della Circoscrizione 1 un progetto di raccolta dei materiali ambientati all’interno del centro cittadino e del quartiere Crocetta, partita nel mese di giugno, che proseguirà fino a fine settembre. Il progetto è curato dall’AMNC con il sostegno della Circoscrizione 1 della Città di Torino in collaborazione con una serie di realtà punto di riferimento e di raccolta sul territorio: il Centro Polifunzionale e l’Ecomuseo della Circoscrizione 1 in via Dego 6, la Biblioteca Civica Centrale in via della Cittadella 5 e il Centro San Liborio – FabLab Pavone, in via Bellezia 19 che saranno punto di raccolta dei materiali. (foto: ninì)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La sindaca di Roma Virginia Raggi aprirà la Global WINConference 2016

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

virginia raggi trasparenzaRoma Virginia Raggi aprirà la prossima Global WINConference che si svolge a Roma dal 28 al 30 settembre (1 ottobre) all’Ergife Palace Hotel. La sindaca di Roma ha deciso di prendere parte alla giornata inaugurale del più grande forum europeo dedicato alla leadership e al networking femminile promosso da WIN, Women’s International networking che quest’anno torna a Roma per la sua 19esima edizione. Raggi interverrà mercoledì durante la sessione plenaria alle 13,15.Virginia Raggi è la prima sindaco donna della capitale, come ha voluto lei stessa sottolineare nella sua prima conferenza stampa, parlando di “un momento storico fondamentale in un momento in cui le pari opportunità in Italia sono una chimera” ed è una delle rappresentanti dell’ondata di leader donna emergenti in Italia e nel mondo. All’estero troviamo la nuova premier inglese Theresa May, la cancelliera Angela Merkel, la premier norvegese Erna Solberg, la premier polacca Beata Szydło, a cui si aggiungono le leader sudamericane come Michelle Bachelet presidente del Cile, le leader africane come Ellen Johnson Sirleaf presidente della Liberia. Alle leader in carica si aggiunge la candidatura democratica di Hillary Clinton alla Casa Bianca, prima donna nella storia. Tra le sindache abbiamo oltre a Virginia Raggi e Chiara Appendino in Italia, Ada Colau e Manuela Carmena rispettivamente sindache di Barcellona e Madrid e la sindaca di Tokyo Yuriko Koike che ha aperto la WIN Conference che si è svolta in Giappone l’anno scorso.
Kristin Engvig: “Virginia Raggi, un modello per le giovani donne italiane” “Il mondo non ha mai conosciuto così tante leader donna eppure manca ancora di riconoscere la loro piena potenzialità – commenta Kristin Engvig, fondatrice di WIN e WINConference -. Finalmente osserviamo un cambiamento nella politica italiana, giovani donne come Virginia Raggi vengono elette. Raggi è chiamata a governare la capitale d’Italia ed ha davanti una sfida molto difficile. Rappresenta un modello per le giovani italiane che hanno poche donne leader a cui ispirarsi, siamo curiose di conoscere la sua visione del futuro e il suo sogno per Roma”.
In Italia è difficile accordare le parole al femminile quando una donna ricopre un ruolo di potere, sia amministratore delegato, ministro o sindaco. L’Italia si colloca all’avanguardia per la legge sulle quote rosa nei Cda delle società private e pubbliche quotate ma c’è molta strada da fare per raggiungere una parità tra i sessi come registra il World economic forum nel suo ultimo rapporto sul Gender Gap. Siamo al 111 posto su 145 paesi. Le italiane lavorano poco e fanno pochi figli, una tendenza confermata dagli ultimi dati Istat del secondo trimestre 2016: “I divari di genere continuano ad ampliarsi a vantaggio degli uomini: la crescita del tasso di occupazione maschile è più marcata (+1,6 punti rispetto a +1,1 punti) e il tasso di disoccupazione diminuisce per gli uomini mentre rimane stabile per le donne” scrive l’Istat. L’Italia manca di riconoscere il ruolo positivo che le donne giocano in economia. In Norvegia dove il 73% delle donne lavora – contro il 47% dell’Italia — l’apporto delle donne che lavorano al PIL nazionale è superiore a quello dell’industria del gas.
WIN con la sua conferenza annuale valorizza la leadership femminile e le aziende che promuovono la diversity, e aiuta le donne a mettere a fuoco le sfide che si trovano ad affrontare nel mondo del lavoro, in famiglia, nella società. Il tema di quest’anno è ‘Leading the way, with beauty, connection and confidence’ perché WIN crede fermamente nell’importanza di includere caratteristiche tradizionalmente femminili come l’empatia, la cooperazione, l’intuizione, negli ambienti di lavoro affinché le donne non debbano aderire necessariamente a un modello di successo al maschile. Durante la conferenza si parlerà di best practice di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, di nuovi trend di mercato, di come acquisire qualità da leader e rompere il ‘tetto di cristallo’, di come fare un efficace networking. Sono attesi circa 700 partecipanti, il 93% donne: manager e top manager di multinazionali, rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, delle ONG e libere professioniste. La conferenza è interamente in inglese senza traduzione simultanea

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

atac trasporti romaSi è aperto il confronto sulle annose problematiche del trasporto pubblico romano gestito dal Consorzio Roma Tpl: questa mattina una delegazione dell’Unione Sindacale di Base ha incontrato l’Assessore ai Trasporti, Linda Meleo.”Abbiamo dettagliatamente esposto tutte le problematiche rilevanti della gestione del trasporto pubblico privato, a partire dalle reiterate inadempienze contrattuali come i ritardi nell’erogazione degli stipendi, il mancato pagamento dei buoni pasto e i mancati versamenti delle quote destinate alle finanziarie e ai Fondi di Previdenza”, riferisce dopo l’incontro Fabiola Bravi dell’USB. “Apprezziamo l’impegno dell’Assessore a garantire attente verifiche in merito alle questioni da noi sollevate ed a relazionarci sull’esito delle stesse. Ciò nonostante non abbiamo ritenuto possibile accogliere l’invito al differimento dello sciopero, in virtù del fatto che ancora oggi ci sono lavoratori che devono percepire lo stipendio di agosto. Rimanendo dunque in piedi tutte le problematiche oggetto della vertenza, l’USB conferma lo sciopero di domani nella Roma Tpl Scarl, dalle 8.30 alle 12.30”, conclude Bravi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati: il Parlamento boccia la proposta della Commissione

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

parlamento europeoUn progetto di legge volto a proteggere gli investitori al dettaglio è stato respinto mercoledì dai deputati, poiché risulta cosi “imperfetto e fuorviante” che potrebbe far perdere soldi. Il testo sarà rinviato alla Commissione europea per una revisione.
I deputati hanno approvato una risoluzione che chiede modifiche alla legislazione sui “prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati” (PRIIPs) – un mercato del valore fino a 10.000 miliardi di euro – con 602 voti in favore, 4 contrari e 12 astensioni.Gli investitori al dettaglio, persone senza una competenza tecnica in materia che necessitano quindi di maggiore informazione, generalmente utilizzano i PPIIRs per generare fondi per pagare un mutuo o per finanziare l’istruzione dei propri figli.Il Parlamento ha sostenuto il parere della sua commissione per gli affari economici e monetari che ha proposto nuovi standard normativi tecnici (RTS), che i fornitori devono soddisfare per garantire una maggiore trasparenza e chiarezza per gli investitori, dopo aver ritenuto inadeguati gli attuali standard.La Commissione dovrà ora proporre nuovi RTS per l’attuazione della normativa PRIIPs, che entrerà in vigore il 31 dicembre 2016.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumento di capitale di 550K Euro per Tappx, quarta startup spagnola a entrare nel portfolio b-ventures

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

borsaPrimo aumento di capitale di 550.000 euro per Tappx, startup spagnola di appena due anni e mezzo di vita e già forte di una comunità di 10.000 sviluppatori che si scambiano 600 milioni di visualizzazioni ogni mese. Ad accordare la fiducia all’azienda, che ha raggiunto il break-even in poco più di un anno ed è stata accelerata da Wayra Barcelona – l’acceleratore di startup di Telefonica Open Future, un programma dedicato all’open innovation, investimento e apprendimento – sono ora Kibo Ventures (di Amerigo, un fondo di investimento di Telefónica) e b-ventures.In particolare, Tappx entrerà a far parte del programma di b-ventures, l’acceleratore di DOCOMO Digital nato per promuovere la crescita di startup tecnologiche, con un programma personalizzato – che include supporto economico e mentoring con alcuni dei migliori specialisti internazionali in sviluppo tecnologico e di business in ambito mobile – volto ad accelerarne l’internazionalizzazione.Tappx intende aiutare gli sviluppatori e i proprietari di App a farsi conoscere e a trovare nuovi utenti senza bisogno di investimenti. A tal fine ha dato vita a una comunità internazionale di applicazioni mobile che possono scambiarsi pubblicità tra di loro: le applicazioni della comunità guadagnano infatti crediti mostrando la pubblicità di altre app, che poi vengono investiti in pubblicità della propria app sulle app degli altri membri, applicando un filtro per paese e tipologia. Una tecnologia intelligente che permette di ottimizzare gli scambi e massimizzare i risultati per download riusciti.Tappx è stata fondata da Daniel Reina (CEO) e Antonio Hervás (CTO), due professionisti che lavorano insieme da 15 anni a diversi progetti imprenditoriali. Tra questi, ben prima di Tappx, una app in grado di confrontare i prezzi dei cellulari tra oltre sette milioni di prodotti di sei paesi diversi, che ha fatto emergere la difficoltà di promuovere la propria app senza un adeguato budget di marketing. Ed è proprio per rispondere a questa esigenza e per aiutare altri sviluppatori di tutto il mondo nella stessa situazione che hanno deciso di creare Tappx.Il finanziamento ottenuto in questo round e il programma di accelerazione di b-ventures aiuteranno Tappx a ottimizzare la tecnologia di cross-promotion, a lanciare una soluzione di monetizzazione per App e ad accelerare la crescita internazionale del progetto che attualmente ha gli uffici a Barcellona e ha appena aperto una nuova sede in India.
Daniel Reina, CEO di Tappx, commenta: “Kibo e b-ventures sono due grandi partner che sicuramente ci daranno supporto con le loro competenze, la rete contatti e le possibilità di collaborazione con altre startup in cui hanno investito. Siamo molto contenti di iniziare questo nuovo percorso con maggiori risorse economiche per accelerare la nostra crescita”.Aquilino Peña, partner di Kibo Ventures, aggiunge: “Kibo investe in aziende con una visione globale e con un team completo. Tappx risponde a una necessità reale di monetizzazione per milioni di app in tutto il mondo. Con la loro tecnologia hanno raggiunto un gran livello di crescita e redditività in poco tempo e con poche risorse. Vogliamo supportare questo tipo di imprenditori che hanno una grande visione e conoscenza del mercato. Siamo sicuri che questo finanziamento permetterà a Tappx di accelerare la propria crescita a livello internazionale”. Mauro Del Rio, fondatore di b-ventures, conclude: “Crediamo che Tappx abbia un’elevata capacità di crescita e un enorme potenziale internazionale. È un progetto che si adegua alla filosofia del programma b-ventures che unisce innovazione tecnologica e di business e che si focalizza sul mondo mobile, con il valore aggiunto di offrire soluzioni al mondo degli sviluppatori di app. Siamo convinti che lavorare insieme ai nostri esperti contribuirà ad accelerare la loro espansione a livello internazionale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diritti fondamentali in Polonia: il PE esorta a seguire raccomandazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

poloniaI deputati hanno chiesto al governo polacco di risolvere la crisi costituzionale del Paese entro il termine di tre mesi fissato dalla Commissione il 27 luglio scorso. La soluzione dovrebbe portare a un compromesso fra tutti i partiti parlamentari ed essere in linea con le raccomandazioni della Commissione di Venezia e della Commissione europea.Nel testo della risoluzione, approvata mercoledì dal Parlamento con 510 voti favorevoli, 160 contrari e 29 astensioni, si ricorda al governo della Polonia che “l’UE si fonda sui valori … approvati dal popolo polacco con il referendum del 2003″ e che “l’azione dell’UE poggia sulla fiducia reciproca e sulla presunzione del rispetto, da parte degli Stati membri, della democrazia, dello Stato di diritto e dei diritti fondamentali”.
Riferendosi in particolare alla Carta dei Diritti fondamentali, i deputati hanno affermato che la paralisi del Tribunale costituzionale e il rifiuto del governo polacco di pubblicare tutte le sentenze mettono “a repentaglio la democrazia, i diritti fondamentali e lo Stato di diritto in Polonia”.Sostengono inoltre la determinazione della Commissione europea nel trovare una via d’uscita alla situazione attuale, attraverso un dialogo con le autorità polacche nell’ambito del “nuovo quadro dell’UE per rafforzare lo Stato di diritto”, in vigore dal 13 gennaio. I deputati invitano le autorità polacche a collaborare con la Commissione, che ha adottato un parere sullo Stato di diritto lo scorso giugno e una raccomandazione a luglio e invitano la Commissione a monitorare l’attuazione di queste raccomandazioni da parte delle autorità polacche.Oltre alla crisi costituzionale, il Parlamento è anche preoccupato dai “recenti e rapidi sviluppi legislativi” in altri settori, in particolare per quanto riguarda:
l’indipendenza e l’imparzialità dei media del servizio pubblico;
il diritto alla libertà d’espressione;
il diritto alla privacy;
i diritti procedurali, nonché il diritto fondamentale ad un processo equo;
l’imparzialità politica dell’amministrazione, e
i diritti umani fondamentali, compresi i diritti delle donne.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un test sul DNA prevedequanto si può dimagrire con la chirurgia bariatrica

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

DNAIl Bypass gastrico è un intervento di chirurgia bariatrica sempre più utilizzato nel trattamento dell’obesità grave. Sebbene questo intervento determini una netta riduzione del peso corporeo, alcuni pazienti perdono meno peso del previsto. Poiché questo non dipende da errori chirurgici sarebbe importante riuscire ad individuare chi non risponderà bene alla chirurgia già prima dell’intervento. “Il nostro studio – spiega Edoardo Vitolo, dipartimento di medicina clinica e sperimentale dell’Università di Pisa – ha avuto lo scopo di valutare l’influenza della presenza di alcune varianti genetiche sui risultati (in termini di perdita di peso) di un intervento di bypass gastrico”.Per lo studio sono stati arruolati 100 pazienti affetti da obesità grave, che sono stati seguiti per 1 anno dopo l’intervento di chirurgia bariatrica. Di tutti è stato effettuato lo studio dei polimorfismi di alcuni geni (grelina, adiponectina e CD40) e valutato il peso corporeo a distanza di 6, 26 e 52 settimane dopo l’intervento. “In questo modo – spiega Vitolo – siamo riusciti ad individuare un polimorfismo nel gene della grelina ed uno nel gene del CD40L che si associano rispettivamente ad una maggiore o minore perdita di peso dopo l’intervento. Se questo dato fosse confermato nel lungo periodo e su un più ampio numero di pazienti, questi polimorfismi, di determinazione relativamente semplice, potrebbero essere utilizzati come uno dei criteri per la selezione dei candidati ottimali alla chirurgia bariatrica”.Una piccola percentuale di pazienti tra quelli sottoposti ad un intervento di chirurgia dell’obesità, il by-pass gastrico, dimagriscono meno dell’atteso. A fronte di una perdita di peso attesa del 40% ad un anno dall’intervento, i pazienti portatori di un particolare polimorfismo della grelina dimagriscono un 10% in più dell’atteso, mentre quelli con una particolare variante del gene CD40 dimagriscono un 7-8% in meno del previsto. La grelina è un ormone prodotto dal tratto gastro-intestinale implicata nella regolazione dell’appetito, nella motilità gastrointestinale, nella produzione dei succhi gastrici e pancreatici. Il CD40 è una citochina della famiglia del TNFalfa, implicata nei meccanismi dell’infiammazione. I pazienti più ‘infiammati’ potrebbero rispondere meno all’intervento. In questo studio dunque per la prima volta si dimostra che essere portatori di un particolare polimorfismo della grelina predice un’ottima perdita di peso dopo l’intervento di chirurgica bariatrica, mentre essere portatori di un polimorfismo del gene CD40 (rs1126535) può essere predittore di una risposta meno favorevole in risposta alla chirurgia dell’obesità. “Questo studio – conclude Vitolo – rappresenta un primo passo per l’individuazione di marcatori che consentano di prevedere quali pazienti risponderanno meglio alla chirurgica bariatrica e potrebbe portare ad evitare l’intervento nei soggetti destinati a rispondere meno”.“Questi studi si inseriscono nel più ampio campo della farmacogenetica, ovvero di quel settore della genetica che si occupa del controllo genetico della risposta a trattamenti farmacologici – commenta il professor Giorgio Sesti, presidente della Società Italiana di Diabetologia (SID). Lo studio è rilevante in quanto apre la possibilità di applicare la medicina di precisione grazie alla selezione delle persone obese che maggiormente beneficeranno dell’intervento di chirurgia bariatrica. E’ molto significativo che studi avanzati di applicazione delle tecniche genetiche vedano protagonisti giovani ricercatori della SID”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumi: Confcommercio, spese obbligate raddoppiate da 1995

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

ConsumiSecondo la Confcommercio, negli ultimi vent’anni i prezzi dei consumi obbligati sono raddoppiati, mangiandosi il 40% dei consumi delle famiglie.”E’ il problema delle famiglie italiane. Mentre l’Italia, anche oggi, risulta in deflazione, i prezzi delle spese obbligate continuano a salire, mandando sul lastrico gli italiani. Ecco perchè non basta più dare l’inflazione media. Bisogna fornire una misura ufficiale dell’aumento del costo della vita, come cerca di fare l’UNC ogni volta che l’Istat comunica l’indice dei prezzi” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“I dati forniti oggi dall’Istat, ad esempio, ci dicono che i prezzi si sono ridotti dello 0,1%, peccato che solo per mangiare siano aumentati dello 0,9%, che tradotto significa, per una coppia con due figli, una spesa aggiuntiva, solo per il cibo, pari a 64 euro in più su base annua” prosegue Dona.”Se, a parità di peso nel paniere, una cosa si abbassa di prezzo, ma noi non l’acquistiamo e una di cui abbiamo bisogno si alza in egual misura, la media è pari a zero, ma non il portafoglio di quella famiglia” conclude Dona.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A Milano medici di famiglia in estinzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

medico_di_base«Le zone carenti 2016 sono il triplo di quelle dell’anno scorso sia a Milano, sia a Melegnano, sia a Lodi. In tutta la nuova Ats Milano (3,5 milioni di abitanti, ndr) sia i medici di famiglia sia gli ospedalieri iniziano a scarseggiare, è partito quell’esodo che dovrebbe culminare secondo i calcoli Enpam nel 2021. E la vera carenza è tra i medici di famiglia». Vito Pappalepore segretario Fimmg Milano e coordinatore di corso di formazione in medicina generale, ha il polso della situazione dei giovani: sono pochi, rispetto a quanti ne occorrono per un ricambio, e lancia l’allarme. Nel Milanese c’è bisogno subito di 113 professionisti di cui 71 nell’area Milano-Sesto-Cinisello, urbanizzata e abbastanza costosa quanto ad affitti, e di quelli 63 in Milano. I sindacati, e in particolare lo Snami, lanciano intanto l’allarme su altri possibili 70 pensionamenti entro fine anno. Al problema di reperire dalle graduatorie medici (disponibili anche a trasferirsi) si aggiunge la difficoltà nel sostenere uno studio convenzionato per l’assistenza primaria in una città dove i costi degli immobili sono tra i più alti d’Italia. «Come Ats stiamo monitorando la situazione anche in prospettiva ma non è emergenza» dichiara Silvano Casazza direttore sociosanitario Ats Milano «Il criterio da noi utilizzato di fronte ai pensionamenti è per prima cosa fare in modo che nessun cittadino resti senza il medico di famiglia, e finora ci siamo riusciti. In genere i pazienti dei medici che vanno in pensione sono ripartiti tra i loro colleghi, come “estrema ratio” si ricorre ad un incaricato temporaneo, tra i medici in graduatoria». A ottobre uscirà sul Bollettino della Regione un bando: i medici che rimpiazzeranno i colleghi in pensione saranno presi dalle graduatorie, ma c’è il rischio che su Milano vi siano dei no. Aprire studio costa. Magari non nella periferia Nord dove mancano 11 medici, o a Quarto Oggiaro- Gallaratese dove le carenze sono 10, ma nell’ex zona Venezia che comprende corso Buenos Aires e Città Studi, sì. In questi casi se un “prescelto” nicchia, si scorre la graduatoria verso il basso o si cerca di capire se prima c’è un problema da risolvere? «Come ATS stiamo monitorando il fenomeno con l’obiettivo di assicurare a tutti i cittadini l’assistenza, anche analizzando situazioni locali specifiche».
«Grazie all’innalzamento dell’ottimale a 1300 scelte voluto da Fimmg anni fa, chi si inserisce tende presto ad avere un numero di pazienti alto e adeguato a garantirgli una buona sopravvivenza», riflette Pappalepore. Accanto a quello economico, non trascurabile ma superabile, il segretario Fimmg sottolinea l’aspetto dei tempi morti: «Da quando si apre la carenza a quando un medico si inserisce passano in media venti mesi. Non sono pochi. La convenzione dà tempo fino al 31 gennaio per l’inserimento in graduatoria di chi ha terminato il corso di formazione. La regione si dà un anno per riformulare la graduatoria e quando esce arrivano i reclami, si controllano gli errori. Quando è tutto pronto, non prima di 18 mesi, l’Ats seleziona a partire dalla cima della lista e il medico ha 15 giorni per rispondere alla chiamata, cui corrisponde un feed-back dell’azienda sanitaria che di solito impiega altro tempo. In più, in graduatoria resistono medici di lungo corso che in realtà fanno altri mestieri, in genere libero professionali (dentista, Ctu, medico legale) ma tengono il piede in due scarpe. Risultato: ad oggi, non si è ancora esaurito il numero, più piccolo dell’attuale, delle zone carenti del secondo semestre 2015. Ecco perché siamo allarmati». (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Strumenti elettronici per misurare la salute: Convincono?

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

diabete testIl mercato della mobile health si è rapidamente evoluto negli ultimi anni, basti pensare che attualmente nel mondo sono disponibili più di 100.000 app dedicate alla salute. Sono sempre più diffusi strumenti come braccialetti contapassi, lenti a contatto smart capaci di misurare il livello di glucosio nel sangue o gli smartwatch, che sanno dove andiamo, quanto velocemente ci muoviamo, e quando e quanto dormiamo.Secondo l’ultima ricerca1 firmata UniSalute2, tuttavia, sembra che gli italiani non siano ancora pronti per passare all’e-health: solo l’8% degli intervistati ritiene utili app e weareable legati alla salute, il 13% li ritiene utili ma non sostituibili ai normali controlli medici, il 19% ritiene che non siano affidabili e addirittura l’80% non ne conosce l’esistenza.
In realtà attraverso questi sistemi di monitoraggio si potrebbero invece ottenere grandi vantaggi: i medici potrebbero controllare a distanza e in tempo reale i parametri vitali dei loro pazienti e intervenire in caso di anomalie, mentre i pazienti potrebbero interagire virtualmente con gli specialisti che li hanno in cura, ponendo domande su dati poco chiari o preoccupanti. Nonostante tutto ciò, ad oggi le app più apprezzate dagli intervistati italiani sono quelle legate al mondo dello sport, come il controllo dei battiti cardiaci (25%) o quelle più legate alla forma fisica, come quelle che segnalano le calorie giornaliere consumate (22%). Passano in secondo piano le app che tengono sotto controllo i valori mentre si dorme, ritenute utili per il 13% degli intervistati.
Gli italiani tuttavia riconoscono che l’utilizzo delle app potrebbe dare un grande aiuto in campo medico, soprattutto per quanto riguarda la ricerca (43% degli intervistati), nella telemedicina e nel monitoraggio a domicilio per i non autosufficienti (24%) e nella realizzazione di macchinari medici per esami o operazioni (18%).Secondo Fiammetta Fabris, Direttore Generale di UniSalute, “i vantaggi derivanti dall’utilizzo di nuovi sistemi elettronici in campo medico sono molteplici. Oltre a quelli sopra descritti, non è da sottovalutare l’aspetto economico: secondo una recente ricerca di CSVHealth (azienda con oltre settemila farmacie negli Stati Uniti), sfruttando le potenzialità dei wearable e delle app e migliorando il monitoraggio e la comunicazione, il loro utilizzo consentirebbe di risparmiare nella spesa per l’acquisto di medicinali, potendo investire il denaro risparmiato ad esempio nel miglioramento delle infrastrutture ospedaliere e nell’acquisto di strumenti per le diagnosi”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »