Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 21 settembre 2016

Roma: No alle Olimpiadi del mattone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

virginia-raggidi Virginia Raggi. Speculazione edilizia, affari per le lobby, impianti mai completati, strutture abbandonate, debiti e sacrifici per i cittadini. Siamo contrari alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 perché non vogliamo ipotecare il futuro dei romani e degli italiani in cambio dell’ennesima promessa da parte di chi finora non ha mai mantenuto la propria parola. Abbiamo sotto gli occhi cosa hanno lasciato gli ultimi “grandi eventi” che avrebbero dovuto risollevare il Paese: i cantieri incompiuti dei Mondiali di nuoto di Roma del 2009, le infrastrutture abbandonate dei Giochi invernali di Torino 2006, il fallimento di Expo Milano 2015, il flop dei Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009; la ricostruzione infinita dell’Aquila dopo il terremoto; la colata di cemento sull’isola La Maddalena in Sardegna che avrebbe dovuto ospitare il G8 del 2009. E i miliardi di euro di debito che gli italiani continuano a pagare mentre qualcuno si è arricchito alle loro spalle. Sembra incredibile ma da poco abbiamo terminato di pagare il mutuo per i Mondiali di calcio del 1990. Abbiamo studiato bene il dossier Olimpiadi. Abbiamo visto cosa è accaduto ad Atene 2004: un grande sogno che si è trasformato in un incubo per tutti i greci messi ora in ginocchio da chi li aveva illusi. E a Londra 2012 non è andata meglio: spese cresciute del 76%. Peggio ancora a Sidney 2000: costi cresciuti del 90%. Per non parlare di Atlanta 1996: un incremento del 151%. Infine, c’è Montreal, dove si è raggiunta la vetta di un aumento del 720% rispetto al budget iniziale previsto. Non lo diciamo noi, ma uno studio dell’Università di Oxford del 2016. Mancano ancora i dati di Rio 2016: le immagini delle proteste in strada lasciano intendere cosa ne pensino i brasiliani.L’organizzazione di un grande evento, come i Giochi, ci sembra un buon affare per le lobby. Siamo contrari ad una logica emergenziale o al ricorso alla straordinarietà della gestione pubblica. Roma e l’Italia hanno bisogno di una ordinaria buona gestione: senza sprechi, senza favori agli amici, senza privilegi per le varie caste. Abbiamo un progetto su Roma molto più ambizioso di quello presentato per ospitare i Giochi del 2024: restituire la città ai romani e agli italiani. Vogliamo riqualificare i servizi, ottimizzare le infrastrutture esistenti e progettare un futuro sostenibile nel quale nessuno resti indietro.Chiedete ad un romano cosa pensa dello scempio dei Mondiali di nuoto del 2009. Chiedete ad un disabile che ogni giorno deve superare barriere architettoniche. Chiedete a chi porta i propri figli in scuole sprovviste di palestre o impianti che, peggio, cadono a pezzi. E’ meglio avere l’ennesima cattedrale nel deserto o investimenti mirati a migliorare la vita quotidiana di tutti?Non siamo dei folli ma delle persone normali, dei cittadini. Questo tipo di valutazioni le hanno già fatte gli abitanti di Boston, Amburgo, Madrid: hanno rinunciato alla candidatura perché hanno altre priorità. Le nostre priorità sono quelle dei cittadini di Roma e degli italiani. Per questo continueremo ad impegnarci per far tornare Roma una città con una qualità della vita a livello delle principali capitali europee. Interverremo sugli impianti sportivi comunali della città con nuovi criteri di gestione e puntiamo a tariffe più accessibili per il loro utilizzo. E proveremo a rimediare anche agli errori degli altri: vogliamo trasformare i cantieri fatiscenti e incompiuti della Città del Nuoto in una “vela della conoscenza” grazie ad un accordo che stiamo per siglare con l’Università di Tor Vergata. (foto: conferenza stampa)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Civil Liberties Committee MEPs attended UN high-level meeting on refugees

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

onu assembleaNew York. A Civil Liberties Committee delegation visited the UN in New York City from 18 to 20 September, where they attended the UNGA high-level meeting on migrants and refugees. The delegation chief Cecilia Wikström (ALDE, SE) also gave a speech on the driving forces behind migration, in which she highlighted the positive contributions from global movement. Further, MEPs met with Commission First Vice-President Frans Timmermans to discuss a more humane and coordinated approach to refugee challenges.This was the first time the General Assembly has called for a summit at the Heads of State and Government level on large movements of refugees and migrants, as well as on how to internationally respond to it.“Global action must really be comprehensive. That is to say that forced migration should not be the only possibility for international mobility. We should speak about migration with two elements – legal migration and people in need of internal protection. At the level of the EU and especially its Member States it means implementing a comprehensive policy based on solidarity and on developing legal, safe and orderly migration to the EU, said Ms Wikström.The General Assembly also adopted a set of commitments to enhance the protection of people fleeing from conflict – which were agreed on 2 August – and will be known as the New York Declaration.MEPs taking part in the delegation were Cecilia Wikström (ALDE, SE), Róza Maria GRÄFIN VON THUN UND HOHENSTEIN (EPP, PL) and Elly SCHLEIN (S&D, IT). They also had a meeting with Commission First Vice-President Frans Timmermans and the current European Union ambassador to the United Nations João Vale de Almeida, to discuss what more could be done to address migration challenges on EU and global level. The visit further included roundtables, plenary sessions, a private sector forum on migration and refugees, as well as a bilateral meeting with Ms Karen Abuzayd, UN special advisor on the summit on addressing the large movements of refugees and migrants.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Accidental discoveries that went boom

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

Washington. Chemistry typically involves precise measurements and careful testing in order to get significant results. Yet several notable discoveries happened simply by accident — ultimately altering how society views science. Find out how several explosives and the beginnings of the Nobel prizes came to be in this second volume of accidental discoveries that changed the world. Check out this week’s Reactions video here: https://youtu.be/CjMEA7BVPpk.
The American Chemical Society is a nonprofit organization chartered by the U.S. Congress. With nearly 157,000 members, ACS is the world’s largest scientific society and a global leader in providing access to chemistry-related research through its multiple databases, peer-reviewed journals and scientific conferences. Its main offices are in Washington, D.C., and Columbus, Ohio.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al-Sumait Prizes for Health and Food Security Advances in Africa, Finalists Selected

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

Al-Sumait Prize.jpgKuwait City. The upcoming laureates for Kuwait’s Al-Sumait Prize for Health and Al-Sumait Prize for Food Security in Africa have been recommended the Selection panels meeting in Kuwait City this week. The winning nominees were selected by the committees responsible for each prize who meticulously considered both the recommendations of the respective evaluation committees as well as the actual applications of the prospective nominees.
The proposed winning entrants will now be put forward to the Board of Trustees of Al-Sumait Prize, which will meet in Kuwait City on Monday, October 17, 2016, to confirm the choice and formally announce the prize winners. The laureates will receive their awards during a ceremony at The Grand Reception at the Fourth Arab African Summit in Equatorial Guinea on November 22, 2016.
Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences
Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS), which administers the awards, said: “The chosen laureates for Al-Sumait’s Health and Food Security prizes have been carefully vetted and reviewed through a rigorous process designed to ensure that they meet the ambition to promote real and significant progress in the fields of Health and Food security throughout the African continent.”
Al-Sumait Prize1.jpgDr. Shihab-Eldin noted that Al-Sumait prize is one of the leading humanitarian efforts initiated by the Amir of the State of Kuwait, H.H. Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah, who is the Chairman of the Board of Directors of KFAS. The prize celebrates the life of the late Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti physician who devoted his life towards helping the poor in Africa.Dr. Mustafa Marafi, the acting Director of the Prize Office at the the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences. The acting Director of the Prize Office at the Foundation, Dr. Mustafa Marafi, said the Al-Sumait Prize’s – each worth one million dollars – are available to both individuals and institutions from around the world who have conducted outstanding research or made significant progress to enhance health and food security in Africa. He said ,the prizes also encompassed rewarding research in upgrading infrastructure and human capacity development for combating poverty, hunger, disease and illiteracy.Noting that the laureates shortlisted for the two Al-Sumait prizes were selected by separate evaluation panels each composed of three eminent international experts in the respective health and food security fields, Dr. Marafi added: “The nominees shortlisted for the Al-Sumait prizes reflects an unprecedented level of effort and commitment to promote health and food security in Africa and enhance initiatives to help Africa achieve its full potential.
In 2017 a new prize category – Al-Sumait Prize for Education – will be launched to help promote and recognize modern education systems in both basic and applied educations as well as universities. The education prize will also encompass projects on the proliferation of schools, universities, institutions and laboratories to provide a faculty of teachers and educationally qualified trainers in applied and social fields and crafts.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sciabaca Festival

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

sciabacaSciabaca (Pizzo Calabro) 23-25 settembre. Spettacoli, Dibattiti, mostre, presentazioni, film, concerti… Sciabaca, il festival del viaggio “mediterraneo” organizzato da Rubbettino in collaborazione con la Regione Calabria, il Comune di Pizzo e la Cooperativa Kairos, promette di soddisfare davvero tutti i palati, anche quelli più raffinati.Per tre giorni (dal 23 al 25) la cittadina napitina sarà il teatro di una riflessione corale e variegata intorno al viaggio nel Mediterraneo.
Con un occhio rivolto al Grand Tour e un altro alle esigenze dei nuovi viaggiatori del terzo millennio, artisti, fotografi, studiosi, operatori sociali si alterneranno intorno a tavoli di discussione e palcoscenici per raccontare quale sia la forza che spinge l’uomo a mettersi in viaggio, sia esso il viaggio mitico di Ulisse o quello delle migliaia di disperati che giungono sulle nostre coste. Il ricco programma di eventi vedrà un parterre di ospiti di grande livello:
il 23 settembre alle 19,00 si parte con il reading-spettacolo “Omero al faro” basato sull’omonimo romanzo (Rubbettino) di Mimmo Rando;
alle 21:30, la Piazzetta Padiglione ospiterà, a 25 anni dal primo sbarco a Bari della prima nave di profughi albanesi, il grande scrittore albanese Ylljeti Aliçka che, insieme a Goffredo Fofi e Carlo Colloca, presenterà il suo romanzo “Il sogno italiano” appena pubblicato da Rubbettino.
La serata si concluderà con la celebre cantastorie Francesca Prestia che ci farà immergere con i suoi cunti e i suoi canti nelle atmosfere mitiche del Mare Nostrum. Lo spettacolo prevede brani cantati in lingua grecanica, in arbereshe e in yiddish, a memoria e testimonianza delle minoranze linguistiche che hanno vissuto e che vivono nella nostra regione.
Il 24 settembre le guide della cooperativa Kairos attraverso un percorso di urban trekking consentiranno ai partecipanti di assaporare la magia di una Pizzo che non è solo mare ma è anche cultura, paesaggio e arte. Alle 19,30 al Castello Murat un talk show condotto da Gilberto Floriani con Pietro Bartolo, il medico condotto di Lampedusa salito alla ribalta dei media per il suo impegno umanitario a favore dei migranti; Giacomo Panizza, il “prete-coraggio” lametino e lo scrittore Mimmo Gangemi. La serata si concluderà con il concerto dei Nuju nella Piazzetta Padiglione.
Il 25 settembre al Castello Murat un dibattito sul tema “Il viaggio e l’esperienza. Forum e opportunità del turismo di inizio millennio” cui prenderanno parte: Massimiliano Capalbo, il sindaco di Pizzo Gianluca Callipo, l’editore Florindo Rubbettino, il prof. Antonio Viscomi, vice-presidente della Regione Calabria, gli ideatori delle start-up Calabreasy e Viaggiart. Il tutto moderato dalla giornalista Rosalba Paletta.
Alle 21 nella Piazzetta Padiglione, un talk-spettacolo con lo scrittore ambientalista Francesco Bevilacqua dal titolo: “Calabria: mutazione, invenzione, rinascita”, seguito dalla proiezione del pluripremiato film di Gianfraco Rosi “Fuocoammare”.(foto: sciabaca)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Esposizione alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

pamplonaPamplona 22 settembre ore 12.00 presso la Hall della Escuela Técnica Superior de Arquitectura – Campus Universidad de Navarra s/n L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid -per conto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-, il MAXXI Museo nazionale delle Arti del secolo XXI di Roma e l’Universidad de Navarra inaugurano presso la Escuela de Arquitectura di Pamplona l’esposizione Piccole Utopie. Architettura italiana del terzo millennio tra storia, ricerca e innovazione, una mostra sulla “nuova” architettura italiana.
L’inaugurazione celebra inoltre- nell’Anno del Design – l’apertura presso l’Università di Navarra del nuovo corso di laurea dedicato al design,un progetto promosso anche dall’IIC di Madrid a seguito del rinnovato impulso del MAECI nel valorizzare l’eccellenza italiana contemporanea.
L’esposizione proietta l’energia architettonica italiana seguendo tre cammini paralleli: gli autori, i progetti e i temi. Si pretende quindi mettere in luce la predisposizione a immaginare soluzioni architettoniche soluzioni architettoniche ardite e convincenti, ma anche la capacità di farle diventare spazio reale e abitato senza che nel passaggio si perda in integrità e bellezza. La mostra comprende “condomini” di nuova concezione (sostenibile), case individuali e case-studio, dopo una ricerca sugli spazi, sullo stile di vita da “terzo millennio” e sull’attitudine italiana per la “città”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The Claude Berri collection

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

claude-berriParis 9 avenue Matignon 22 october 2016 The entire Christie’s team is pleased to present the outstanding collection of Modern and Contemporary art, thoughtfully accumulated over decades by Claude Berri (1934-2009), the Oscar-winning director and a tremendously successful producer. An important selection of works will be offered in a dedicated auction on October 22nd during FIAC. This main auction will be followed by three other sales organized later this year in order to demonstrate the multiple facets of this eclectic collection: Photographs sale, taking place during Paris Photo in November, and two sessions of Online-only Contemporary Art sales in October and December.As Claude Berri once declared: “Art changes lives. It changed mine, to the point of taking precedence over cinema. Today, I have the feeling I’m better for paintings than for movies. ” Edouard Boccon-Gibod, Managing Director of Christie’s France: “Christie’s France is very proud to have been entrusted with the sale of this fabulous collection of nearly 400 works of art. This auction will also be the occasion for international collectors, present in Paris during FIAC, to pay a tribute to Claude Berri, one of France’s most beloved French film directors and producers“. (photo: Claude Berri)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Italian Sale – London King Street, 6 October 2016

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

boettiLondon On 6 October 8 King Street, St. James’, the 16th edition of the Italian Sale at Christie’s London, will offer top quality works of 20th century Italian art, from key Post-War artists such as Lucio Fontana, Enrico Castellani, Alighiero Boetti and Pino Pascali alongside an excellent selection of emerging names, from Ettore Spalletti to Carol Rama, whose works are fresh to the market and carry carefully measured estimates – an opportunity not to miss for international collectors. This season, the Italian Sale will feature 39 artists and will be led by Pino Pascali’s Coda di Delfino (estimate: £1,500,000 – 2,000,000). This is a unique chance to view such a significant Arte Povera sculpture in exceptional condition. In fact, not only is it one of the only two dolphin tail sculptures produced by the artist but it is also being offered at auction for the very first time.
Mariolina Bassetti, Chairman Christie’s Italy and International Director, Post-War & Contemporary Art: “Christie’s London Italian Sale this October features a particularly strong catalogue, with a rich group of museum-quality works, many of which are fresh to the market. I am particularly proud of the section dedicated to Arte Povera, a category which is constantly growing and attracting an international audience. It is an honour to present Coda di Delfino by Pino Pascali, a masterpiece of Arte Povera, which comes with excellent provenance as it was formerly part of the Franchetti collection in Rome and the Durant-Dessert collection in Paris”. (photo: boetti)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Repair and prepare: l’euro et la croissance après le Brexit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

repair and prepare.pngLes réformes et l’approfondissement de l’Union économique et monétaire européenne sont décisifs pour l’avenir de l’UE. Si l’euro échoue, c’est l’ensemble du projet européen qui sera en péril. Telles sont les principales conclusions du rapport « Repair and prepare : l’euro et la croissance après le Brexit » élaboré par un groupe international d’experts réunis sous notre égide et celle de la Fondation Bertelsmann et préfacé par Jacques Delors.Ce groupe est dirigé par Henrik Enderlein, directeur de notre Bureau en Allemagne, le Jacques Delors Institut – Berlin et professeur à la Hertie School of Governance, et Enrico Letta, président de l’Institut Jacques Delors et ancien Premier ministre italien.Les autres membres du groupe sont:
Jörg Asmussen, Directeur général, Lazard; ancien secrétaire d’État au ministère fédéral des Finances et au ministère fédéral du Travail et des Affaires sociales, ancien membre du directorat de la Banque centrale européenne ;
Laurence Boone, chef économiste, AXA;
Aart De Geus, Directeur général de la Bertelsmann Stiftung;
Pascal Lamy, President emeritus de l‘Institut Jacques Delors, ancien Directeur général de l’Organisation mondiale du commerce (OMC);
Philippe Maystadt, Président du Centre international de formation européenne (CIFE), Président honoraire de la Banque européenne d’investissement (BEI), ancien Vice-premier ministre et Ministre des Finances de Belgique ;
Maria João Rodrigues, Membre du Parlement européen, Vice-Présidente du groupe S&D, responsable de la politique économique et sociale;
Gertrude Tumpel-Gugerell, Consultante émérite, Austrian Institute of Economic Research (WIFO), ancien Membre du directoire de la Banque centrale européenne ;
António Vitorino, avocat, ancien Président de l’Institut Jacques Delors ; ancien Commissaire européen à la Justice et aux Affaires intérieures.
Les recommandations de ce Rapport reposent sur la conviction que seule une refonte complète de l’UEM et des mécanismes de crise actuels peut garantir la pérennité de l’UE. Le rapport propose un plan de réforme en trois phases de l’Union économique et monétaire:
1. Un « kit de premiers soins » pour l’Union monétaire corrigeant les faiblesses dans la gestion de crises et la coordination.
2. La croissance au sein de l’UE doit être renforcée par une combinaison d’investissements et de réformes.
3. L’euro doit s’appuyer à moyen terme sur un partage complet des risques et de la souveraineté.
Cette approche va de pair avec la poursuite du développement du mécanisme européen de sécurité, le MES, pour en faire un Fonds monétaire européen soumis à un contrôle parlementaire strict. (photo:repair and prepare)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Imprese con la Cciaa in Messico e Texas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

messicomessico1Messico e Texas: una doppia tappa, contigua, per la Camera di Commercio di Udine, che accompagna una delegazione di cinque imprese friulane nelle loro attività di internazionalizzazione, presentando l’economia del Fvg alle principali istituzioni, anche economiche, locali. L’arrivo a Mexico City ha visto come prima tappa l’incontro con Andrea Bertossi, Giovanni Candolini e Giovanni Paoletti, tre giovani friulani che lo scorso febbraio hanno fondato il locale Fogolâr Furlan. Una dozzina di affiliati all’avvio, che aumentano sempre più: si tratta della nuova generazione di Fogolârs di primo “espatrio”, reti di professionisti che sono un ponte anche con le nostre imprese.
Il via ufficiale alla missione è stato quello in ambasciata italiana e gli incontri ufficiali che hanno fatto da corollario all’attività delle imprese: le tre del vino (Scarbolo, Castellargo e Cantina di Cormons) si sono preparate per la prima Borsa vini organizzata dall’Ice in Messico, tra seminari, degustazioni e presentazioni con un pubblico selezionato di clientela internazionale specializzata e giornalisti. Cantina di Cormons parteciperà anche all’analoga iniziativa, sempre la prima di questo tipo, organizzata dall’Ice a Bogotà in Colombia. Proprio l’istituzione della Borsa Vini è stata decisiva affinché la Camera di Commercio organizzasse la missione multitappe in quest’area, vista la grande potenzialità del mercato messicano e sudamericano per i nostri vini: una testa di ponte importantissima per aprire il canale della collaborazione economica anche su altri fronti.
Nel frattempo le imprese dell’arredo (Blifase e Sedilcurvi) hanno portato avanti gli incontri bilaterali con controparti locali, che continueranno poi in Texas nei prossimi giorni, nella tappa di Houston. Il mercato texano è particolarmente favorevole per le imprese dell’arredo, che hanno ottime opportunità suscitate dal grande interesse verso il prodotto made in Italy. E si tratta di un mercato, a differenza di altri, negli States, non ancora “saturo” di prodotto italiano, dunque con potenzialità più che interessanti.
L’interscambio commerciale tra Friuli Venezia Giulia e Messico, per quanto riguarda l’export, dopo alcuni anni negativi, è cresciuto fortemente negli ultimi due, pur essendo in 31esima posizione. La crescita è stata nel 2014-2015 addirittura del 52% ed è del 32% il dato provvisorio 2015-2016. Esportiamo verso il Messico soprattutto macchinari per impieghi generali e per impieghi speciali (23,5% e 13% dell’export), quindi articoli da coltelleria e ferramenta (7,7%) e mobili (7,6%). (foto: messico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nei prossimi mesi può capitare di tutto nel mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

pianeta terraTra un mese avremo il prossimo presidente degli Stati Uniti e non è escluso che possa essere Trump, la Merkel sta uscendo sempre più indebolita dalle elezioni tedesche e con lei l’Europa comunitaria è a un passo dallo sfascio completo se si pensa anche alle prossime elezioni della presidenza austriaca e alla rivolta dei paesi del Nord Europa che non vogliono saperne di immigrati. Renzi sullo scacchiere internazionale è isolato e in Italia con un referendum alle porte sulla riforma costituzionale, la più improvvida e impopolare delle sue iniziative, rischia di tutto. Se vince il No è squalificato ma se vince il Si ne esce comunque con le ossa rotte e con la grossa ipoteca di una immigrazione sempre più fuori controllo.
Se poi guardiamo altrove dobbiamo constatare che nel vicino oriente i conflitti armati non danno tregua dalla Libia alla non meno lontana Siria, con la Turchia che sta diventando sempre più insofferente al suo legame con la Nato e con l’Occidente che non sembra proprio che l’Isis, con le sue trame terroristiche, stia diventando il male peggiore. Da tutto questo può benissimo emergere una nuova e incontrastata leadership mondiale nella quale la Federazione Russa di Putin ne può trarre il massimo vantaggio.
putinPutin sta rivelandosi l’uomo forte sulla scena mondiale. Lo deve al declino politico degli Usa che tende sempre più di chiudersi in se stessa implodendo. Lo deve alla sua ferrea amicizia e identità di vedute con la Cina e alla sua capacità di trascinare dalla sua parte il Giappone, l’India, il Pakistan e ora anche i paesi europei e africani che si affacciano sul Mediterraneo a partire dalla Turchia.
E’ uno scenario che è capace, senza dover scatenare un conflitto mondiale, di stravolgere gli assetti geopolitici esistenti e d’imporre la presenza di un solo uomo forte: Putin. Con lui dobbiamo incominciare a trattare e a pensare che la grande madre Russia si sta risvegliando dal suo lungo letargo che l’ha vista disfarsi con la caduta del muro di Berlino e che ora ha ritrovato se stessa, il suo orgoglio e la sua forza per suscitare negli altri lo stimolo necessario per uscire dall’impasse esistente e buttare alle ortiche le già traballanti impalcature del capitalismo mondiale, le sue logiche consumistiche e la sua sete di potere fine a se stessa. E’ con questa Russia e con questa sua leadership che dobbiamo comunque misurarci anche se Trump perderà la sua sfida con Hillary. Dobbiamo farcene una ragione. (Riccardo Alfonso direttore del Centro studi politici della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’opera a settembre… con il Luglio Musicale Trapanese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

trapani-villa-margheritaL’opera a settembre. È questa la scommessa che il Luglio Musicale Trapanese, Ente di Tradizione, sta mettendo in atto, una scommessa che, almeno per ieri sera, può dirsi certamente vinta. C’era tanto pubblico, infatti, per un’opera resa al meglio dall’ottimo cast selezionato dall’Ente Trapanese. Una compagnia su cui primeggia il nome di Alberto Mastromarino, (John Falstaff nell’opera) uno dei massimi esponenti al mondo del repertorio verdiano. Ma ieri tutti hanno dato il meglio: buona la prova dell’orchestra, precisa e puntuale nei complicati contrappunti che sono l’anima dell’opera, ottima la prova dei cantanti che si sono mossi molto bene anche per quel che concerne la recitazione, in questo magistralmente diretti dal giovane regista novarese Renato Bonajuto. “Tutto nella vita è burla”, cantano in coro i protagonisti di Falstaff, e “tutti possiamo finire burlati”, come dire, un invito a non prendersi mai troppo sul serio. Né come individui né come esponenti di agiate classi sociali. Un tema forte qui trattato con leggerezza. Un approccio che fa di Falstaff un’opera completa in ogni sua parte, e, soprattutto, godibilissima per il pubblico, che ieri sera alla fine ha tributato 5 minuti di applausi. Prossimi appuntamenti in cartellone: Venerdì 23 e domenica 25 settembre nel chiostro di San Domenico, sempre a Trapani, andrà in scena la deliziosa “Cendrillon”, piccola opera da salotto di Pauline Viardot ispirata alla fiaba di Cenerentola, mentre il 30 settembre, con replica il 2 ottobre, si tornerà al Teatro della Villa Margherita con Madama Butterfly, di Giacomo Puccini per la chiusura di questa prima parte di stagione lirica trapanese.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centro-destra: La Lega e gli accordi dell’ultima ora

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

salvini“Con la Lega abbiamo governato insieme dieci anni negli ultimi ventidue. Era la Lega di Bossi e di Maroni, adesso è la Lega di Salvini. La Lega non è mai stata un alleato facile, eppure con la Lega abbiamo cambiato l’Italia, abbiamo governato l’Italia”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Quando Salvini dice ‘presidenzialismo’, siamo perfettamente d’accordo; quando Salvini dice ‘federalismo’, siamo perfettamente d’accordo perché era la nostra riforma costituzionale; quando Salvini dice ‘un nuovo rapporto con l’Europa’, ancora una volta siamo d’accordo perché questa Europa della Merkel non ci è mai piaciuta, non è mai piaciuta a Berlusconi.La base politico-programmatica, storica e culturale, per una grande alleanza, ma anche per un soggetto politico unico del centrodestra c’è. E lo dico al mio amico Stefano Parisi: con la Lega non si fanno gli accordi all’ultimo momento in vista delle elezioni, questa è la prima Repubblica, la vecchia Repubblica, questa è la vecchia politica. Nel centrodestra occorre costruire un soggetto nuovo, unitario, con un programma, capace di intercettare il vento del Nord, quello stesso vento che sta facendo fuori la Merkel e che chiede sicurezza, crescita, sviluppo, meno egemonismi e più solidarietà in Europa”, ha concluso Brunetta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il fronte del ‘no’ al referendum è legittimamente variegato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

costituzione-de-nicola-de-gasperi_650x447E’ Formato da FI, Lega, FdI, Sinistra italiana, M5s, sinistra interna al Pd. Quando nel dopoguerra i costituenti diedero vita alla nostra Carta furono insieme da Togliatti a De Gasperi, era una compagnia ampia, giustamente: dalla sinistra più o meno estrema ai democristiani, fino ai liberali, e così via. Quello era l’arco costituzionale, coloro i quali hanno scritto e approvato la nostra Costituzione. Perché oggi non ci può essere un arco costituzionale di difesa della Costituzione contro la ‘schiforma’ di Renzi? E questo fronte, secondo tutti i sondaggi, è in netto e crescente vantaggio, in vista del referendum”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Il Dubbio”. “Quella di Berlusconi era una vera riforma della Costituzione, quella di Renzi è solo un’operazione di potere. Un attacco alla democrazia parlamentare, alle istituzioni, ai pesi e contrappesi che regolano il funzionamento e l’equilibrio della nostra Repubblica. Sul nostro sito http://www.comitatoperilno.it ci sono decine e decine di documenti che smontato punto per punto questa cattiva riforma. Sono certo che gli italiani voteranno ‘no’ al referendum per mandare a casa Renzi e ripristinare la democrazia nel nostro Paese”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Referendum: Baldelli (FI), cittadini potranno bocciare intero ‘pacco renziano’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

corte costituzionale“La Corte Costituzionale ha rinviato il proprio pronunciamento sull’Italicum. Vorrà dire che, nella data che prima o poi il Governo si degnerà di fissare per il referendum, saranno i cittadini a pronunciarsi. Per quanto il PD si affanni a sostenere la tesi che sul piano tecnico siano temi diversi, resta il fatto che, sul piano politico, la consultazione popolare sarà un’ottima occasione per bocciare in un colpo solo l’intero ‘pacco renziano’, che contiene sia una riforma costituzionale pasticciata e dannosa, sia una legge elettorale che sembra non piacere più a nessuno, a partire dallo stesso Renzi, che, però, meno di un anno e mezzo fa, proprio sull’approvazione dell’Italicum, ebbe la pessima idea di mettere la fiducia in Parlamento.” Lo scrive Simone Baldelli, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia, sulla sua pagina Facebook

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partiti espressione della gente e non delle lobby

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 settembre 2016

Fabio_Rampelli_daticamera“Ha ragione Parisi, il leader non si autoproclama, né aggiungo, può proclamarsi con regio decreto. Le elezioni primarie sono uno strumento di legittimazione popolare che coinvolge i cittadini nel confronto tra più candidati e più proposte programmatiche. Se il partito di Parisi avesse voluto avrebbe potuto metterle come condizione del naufragato ‘patto del Nazareno’, sottoponendole al controllo delle istituzioni invece che dei partiti”. È quanto dichiara il co-fondatore e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale alla Camera dei deputati Fabio Rampelli.
“Ma il punto è questo – aggiunge Rampelli – si è d’accordo o no a sottoporsi a procedure democratiche? Perché se si smantellano i partiti ritenendoli farraginosi, fino a trasformare i congressi in rare vetrine mediatiche e contestualmente si ostacola la democrazia diretta, significa che si vuole consegnare il potere decisionale a un uomo solo oppure a cordate di potere oppure a tecnocrazie ‘illuminate’ troppi simili a derive totalitarie. È ora che i club esclusivi gettino la maschera”.
“O le scelte vengono ricollocate nei partiti e nei corpi intermedi come strumenti di partecipazione consapevole oppure –osserva – si devono organizzare tutte le istituzioni intorno al principio di democrazia diretta. Altre soluzioni sono semplicemente antidemocratiche e configgono con la nostra costituzione repubblicana. FDI la sua scelta l’ha fatta da tempo e l’ha rinverdita sabato scorso con il primo referendum propositivo realizzato in oltre cento città italiane”.
“I risultati- precisa Rampelli – non sono scientifici, certo, ma indicano un umore diffuso tra gli italiani di cui la politica deve farsi carico. Gli italiani vogliono votare direttamente il presidente della Repubblica, esigono un tetto massimo alle tasse, bocciano la riforma Renzi, sono seccati dai diktat di Bruxelles e disponibili ad abbandonare l’euro, esigono un’inversione di rotta radicale su immigrazione e integralismo islamico. Il governo conosce bene queste tendenze, ma le ignora perché l’intellighenzia rossa da anni ormai è infastidita dal sentimento popolare”.
“La piattaforma da cui ripartire per aggredire il declino- ha concluso- è il ritorno alla sovranità popolare, a partiti espressione della gente e non delle lobby”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »