Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 28 settembre 2016

Israele, morto l’ex presidente Shimon Peres. Il figlio: ha detto lavorate per la pace

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

peresAveva 93 anni. Era ricoverato dal 13 settembre in seguito ad un ictus. E’ morto a 93 anni l’ex presidente israeliano Shimon Peres. La morte dello statista premio Nobel per la pace nel 1994 e’ stata riferita dalla radio militare, che ha interrotto la normale programmazione. L’emittente ha precisato che di prima mattina i medici dell’ospedale Tel Ha-Shomer di Tel Aviv terranno una conferenza stampa.Peres era stato colpito due settimane fa da un ictus che lo aveva costretto al ricovero in ospedale. Dopo le prime cure i medici avevano parlato di una condizione critica ma stabile. Ieri d’improvviso il peggioramento delle condizioni di salute, seguite dall’arrivo in ospedale dei familiari e stanotte dalla morte. Il decesso è avvenuto alle 2:15 ora locale (l’1:15 in Italia).
Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha convocato per stamane una seduta di lutto del governo israeliano. In un comunicato, Netanyahu e la moglie esprimono ”profondo dolore per la morte di una persona cara alla Nazione intera, ed ex capo di Stato di Israele La seduta di lutto del governo israeliano per la morte di Shimon Peres si e’ aperta con un minuto di raccoglimento. “Questo e’ il primo giorno di Israele senza Shimon Peres, uno dei nostri leader maggiori” ha osservato Netanyahu. “Insieme alla sicurezza di Israele Peres – ha aggiunto – non ha mai cessato di adoperarsi per la pace e di credere nella pace. La sua mano era sempre protesa per una rappacificazione storica con i nostri vicini. E anche se essa ritarderà lui ci ha insegnato a non farsi mai prendere dalla desolazione, ma anzi ad avere fiducia e a continuare ad agire“.“Nella sua vita e con le sue azioni mio padre ci ha lasciato in eredita’ il domani“, ha detto alla stampa il figlio di Shimon Peres, Chemi, incontrando la stampa nell’ospedale Tel Ha-Shomer di Tel Aviv. ”Ci ha ordinato di edificare il futuro di Israele con coraggio e saggezza, e di spianare sempre strade per un futuro di pace”. (Fonte: Ansa.it, 28 Settembre 2016) (foto: peres)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Virginia Raggi alle donne della 19°a Global WINConference

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

virginia-raggivirginia-raggi1La Sindaca di Roma, Virginia Raggi, è intervenuta all’Opening Ceremony della 19a Global WINConference. Di fronte a una platea di più di seicento donne – e alcuni uomini – provenienti da ogni parte del mondo, nel corso del proprio intervento la Sindaca Virginia Raggi ha detto: «Per me la legge sulle “quote rosa” rappresenta la definizione di una sorta di recinto, dentro il quale si è voluto circoscrivere la presenza femminile, perché questa avesse rappresentanza. Una legge fortemente discriminatoria. Una legge che non garantisce né democrazia né meritocrazia. È una legge che offende, in primo luogo, proprio le donne, e le relega in una visione anacronistica e primitiva. Io credo che la parità di genere vada promossa nella società. Serve una nuova visione culturale».
Proseguendo la Sindaca di Roma ha affermato che «Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni” sosteneva Eleanor Roosvelt. E noi donne sappiamo guardare con gli occhi della bellezza. Sappiamo disegnare scenari innovativi e straordinariamente grandi. Giorno dopo giorno, sappiamo scrivere un diario sempre ricco di pensieri ed emozioni». «È ancora difficile, in particolare in Italia, vedere riconosciuti i propri meriti in quanto donne anche quando si ricoprono ruoli di potere: nessuna è immune dagli attacchi a volte infondati. Per questo ogni anno WIN organizza la WINConference per riunire opinion leader, manager e imprenditrici perchè insieme possano trovare nuove idee, energia e un network influente che sostenga la loro leadership e il loro impegno. La WINConference è il più importante forum europeo sulla leadership al femminile, insieme ai leader accogliamo i giovani talenti per aiutarli a trovare la loro strada» – ha spiegato Kristin Engvig, fondatrice di WIN e WINConference. (virginia raggi)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nokian Tyres’ President and CEO to change

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

nokianNokian Tyres’ President and CEO Ari Lehtoranta has resigned his position in order to pursue new opportunities outside of Nokian Tyres. He continues in his present position until the end of 2016. Company’s Board of Directors will start the recruitment process to select a new President and CEO for the company.
– I want to thank Ari Lehtoranta for his contribution in leading and developing the Company. Nokian Tyres’ position in the market is strong and the outlook positive. Several significant strategic development projects are under way in the Company. Most important among these has been the increase in sales in the Company’s growth markets Central Europe and North America. Company’s management and personnel are highly skilled, and now we will select a new and best possible CEO for the Company, says Petteri Walldén, Nokian Tyres’ Chairman of the Board of Directors.
– Nokian Tyres is in excellent condition. Our customers are satisfied with our products and services. I am proud of our personnel and their capability. I will continue my work in full until the end of the year. At this point, however, I already want to thank everybody at Nokian Tyres and the Board of Directors for excellent cooperation, says Ari Lehtoranta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The first edition of HITEC Dubai will be hosted by HFTP and Naseba in 2017

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

hitec-dubaiDubai, UAE – Hospitality Financial and Technology Professionals, or HFTP, is a global hospitality association responsible for organizing the Hospitality Industry Technology Exposition & Conference (HITEC), the world’s leading hospitality technology event. In partnership with Naseba, a business facilitation company based in Dubai, HFTP will now be bringing HITEC to the Middle East for the very first time. The most recent edition of HITEC in New Orleans, Louisiana USA, gathered 6,395 hospitality professionals representing 65 countries. The conference hosted over 106 speakers in daily education sessions, and 867 exhibition booths showcasing the latest products and services of 342 exhibiting companies. HITEC has become a must-attend event for every major stakeholder and decision maker in the global hospitality industry. Now, with the introduction of HITEC Dubai, the platform will become accessible to buyers from the lucrative Middle Eastern tourism and hospitality market, currently worth over 75 billion USD. With occupancy rates and REVPar in the Middle East climbing to some of the highest levels seen worldwide since the 2008 global financial crisis, hotels in the region are fighting to distinguish themselves from competitors. Many are choosing to do so by offering a superior guest experience shaped by the latest technology and digital services. However, the region provides very few platforms for Middle Eastern hospitality buyers to meet world-class vendors of technology and finance solutions. Naseba’s Hotel Technology Summit, organised in partnership with HFTP for the past three years, is one such platform. And now HITEC Dubai will provide an enhanced way for Middle Eastern hoteliers to do business with technology companies from around the world. In addition to the exhibition format seen at HITEC in the U.S., HITEC Dubai will feature a summit with one-to-one business meetings that have become the hallmark of Naseba’s platforms. Hoteliers attending the summit portion of HITEC Dubai will be pre-qualified to confirm their purchasing authority, budgets, timelines and solutions of interest. For participating technology and finance companies, HITEC Dubai will therefore combine the best of two worlds: thought leadership and reaching the right buyers.
The education sessions that have proven so popular at past editions of HITEC will also be a staple of HITEC Dubai, with experts from around the globe sharing key insights into the tech trends and transformations shaping today’s global hospitality market.
“Over the past four and a half decades, HFTP has built an extensive network of global industry leaders that come together each year for HITEC, an unparalleled hospitality technology event,” said HFTP CEO Frank Wolfe, CAE. “In effort to accommodate HFTP’s expanding global audiences, HFTP and Naseba will bring HITEC to the Middle East for the first time. HFTP is pleased to continue its successful alliance with Naseba, and we are confident that combining experience and resources from two global associations will result in a highly effective event that will be of value to industry professionals located in the Middle East as well as the hospitality technology industry at large.” Nicholas Watson, Managing Director at Naseba, said “We are proud to be partnering with HFTP to host the newest edition of HITEC, allowing leading technology and finance companies to access the world’s fastest-growing hospitality market. We look forward to seeing contributions from not only CEOs of innovative companies and owners of established hotel brands, but also the directors, managers and executives who ensure the continued success of those organisations. Our partnership with HFTP has helped us to better serve the needs of the regional hospitality market. Bringing HITEC to the region for the first time will completely change the landscape of doing business in this market, and create exciting new opportunities for global vendors and Middle Eastern hotels.” Registration for this unique platform will be available to all qualified hospitality professionals and technology vendors. (photo: hitec dubai)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Semana de Las Lenguas

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

mappe-di-poesiaMadrid. El jueves 29 de septiembre, Instituto Italiano de Cultura de Madrid Calle Mayor, 86 en el marco de la I Semana de Las Lenguas organizada por EUNIC España en colaboración con la Representación en España de la Comisión Europea del 26 al 30 de ese mes, el Instituto Italiano de Cultura de Madrid celebra en su sede un recital titulado EUROPA 2016: MAPAS DE LA POESÍA con destacados poetas europeos. Intervendrán autores de Italia, Rumanía, Polonia, Lituania, Eslovenia y Francia. Por Italia participará el poeta Paolo Febbraro, autor del “Diario de Kaspar Hauser”, Ediciones La Palma. (El diario de Kaspar Hauser,Ediciones La Palma, traducción de Bruno Mesa), por Rumanía Ioana Gruia por Polonia Tomasz Różycki, por Lituania la poeta, escritora, cantante y compositoraIngrida Daukšytė, por Eslovenia la poeta Simona Kopinšek y la traductora Barbara Pregelj y por Francia Jean-Paul Michel, que presentará poemas de la obra Defiéndete, belleza violenta (Traducción del francés de Antonio Alarcón, Colección transatlántica / portbou, 2016).
El recital se clausurará con la actuación de Trees of Mint, un proyecto musical creado por el guitarrista y compositor Francesco Serra. Los sonidos estarán acompañados por las atmósferas oscuras y reveladoras del realizador Calogero Ricciardello, en un juego de imprevisibles sinergias musicales y visuales en el que el videoartista explora la constante presencia de la memoria, el espacio de la mente. Los paisajes se definen por los detalles, sus acepciones múltiples, y crean una laberíntica estructura que arrastra al espectador a un espacio onírico e inexplorado. Entrada libre hasta completar el aforo. Se ruega llegar con suficiente antelación.(foto: Mappe di poesia)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istanbul: Salone del mobile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

istanbulIl Salone del mobile di Istanbul (ISMOB) presso il Centro Fiere e Congressi TÜYAP aprirà le sue porte al mondo dal 10 al 15 gennaio 2017 Organizzata da Tüyap Fairs in collaborazione con l’Associazione dei Produttori Turchi di Mobili (MOSDER) al fine di promuovere con maggiore forza l’industria del mobile turco, le attività di promozione internazionale del Salone del mobile di Istanbul (ISMOB) continuano a pieno ritmo. ISMOB, un record di partecipazione di 132 mila professionisti del settore provenienti da 107 Paesi nel 2016 a Istanbul, che si sono ritrovati con i rappresentanti dell’industria internazionale e i partecipanti della Fiera MOW, tenutasi a Bad Salzuflen, in Germania.
Per quanto riguarda le attività di promozione messe in atto, rispettivamente, a Milano, la città italiana della moda, Mosca e Dubai, il Direttore Generale di TUYAP, Ilhan Ersozlu ha dichiarato: “Abbiamo avviato un’attività promozionale che superi il nostro record precedente e che copra 1,5 miliardi di consumatori in tutto il mondo. Considerando che ISMOB è la terza fiera del mobile più importante al mondo e la più grande della regione Eurasia, vorremmo rendere ISMOB la seconda fiera più grande in grado di sfidare il dominio cinese e italiano nel settore. Durante i primi otto mesi dell’anno, la produzione ha raggiunto 6,25 miliardi di dollari. Grazie alle attività di promozione di ISMB 2017, ci proponiamo di aumentare la sua quota attuale del 25% per quanto riguarda le cifre relative all’esportazione. Il numero di partecipanti stranieri, che negli anni precedenti era del 10%, adesso è salito al 30%.”
Il Presidente di MOSDER, İsmail Dogan, ha dichiarato che la fiera offre il 25% dei 3 miliardi di dollari che costituiscono l’obiettivo delle esportazioni dell’industria turca del mobile. Sottolineando l’importante contributo di ISMOB al settore, Dogan aggiunge: “In qualità di produttori di mobili, abbiamo un obiettivo di esportazione di 10 miliardi di dollari nel 2023. Questa cifra, tuttavia, può essere conseguita solamente raggiungendo nuovi mercati.”
La fiera presenterà prodotti di oltre 1000 marchi a clienti in 14 sale, su una superficie di 120 mila metri quadrati.
Presso il “Trend Field” verranno svolte attività per sottolineare l’importanza delle lavorazioni artigianali, quali la lavorazione del marmo, del legno e la doratura.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Il viaggio della Cina per esplorare l’arte di Milano con eleganza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

milan-fashionSu invito dell’organizzatore della Milano Fashion Week, ELLASSAY ha lanciato le collezioni alta moda primavera/estate 2017 a tema “Viaggio d’oggi” sulla passerella ufficiale a Palazzo del Senato il 26 settembre. Sede del senato nel 15° secolo, il palazzo è stato adattato a misura dei marchi di moda, ed è qui che Prada, Fendi e Ferragamo presentano di solito le loro collezioni. Il fashion design contemporaneo è destinato ad essere legato all’arte dalla sua nascita e l’ispirazione di ELLASSAY per la nuova stagione viene direttamente dalla creazione artistica intimamente connessa alla moda.Gli ospiti sono stati il console generale cinese a Milano, le attrici cinesi Guo Biting, Gao Xiaofei e Fang Anna, il famoso fashion blogger Xu Fengli, la direttrice di SELF Cina Xu Heli, un certo numero di media di moda, elite italiane degli affari, senior buyer della moda, giganti del retail e artisti italiani.Le collezioni primavera/estate 2017 hanno esibito uno stile modernista con un senso di semplicità e alta qualità, pur dedicata al design dalle linee eleganti, creando un senso di modernismo metropolitano con linee artistiche e motivi originali. Le collezioni adottano principalmente colori soffici e tenui supportati da combinazioni di tessuti tecnici e pelle, che donano una trama trasparente con un’attitudine fashion verso il comfort e la natura. La percezione della bellezza veicolata dall’arte è sempre interconnessa senza eccezione con la moda, producendo solo più possibilità per chi indossa senza limitarsi alla superficie.
ELLASSAY ha esteso la sua influenza sia in patria che all’estero. Dal 2015, ELLASSAY ha acquistato la proprietà del marchio e il diritto di utilizzo del brand di alta moda tedesco Laurhi, la proprietà del marchio americano di lusso accessibile ED Hardy in Cina, Hong Kong, Macao e Taiwan, oltre al recente investimento iniziale globale nel brand francese IRO. Con questa serie di azioni volte a costituire un gruppo cinese di alta moda, ELLASSAY è in sincronia con i grandi cambiamenti nell’industria della moda cinese con 20 anni di sviluppo al suo ventesimo anniversario. Continuerà ad integrarsi con le migliori risorse internazionali, mostrando la sua visione del mondo ai consumatori cinesi con una visione globale e portando la moda internazionale genuinamente creata in Cina.

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontinenza idiopatica e neurologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

Prostata urinary_bladderL’Incontinenza urinaria è tra le 5 patologie più costose e diffuse al mondo. In Italia ne soffre un numero compreso tra il 20 e il 30 per cento di tutte le donne e tra il 5 e il 10% degli uomini. Sono i numeri, con molti zeri, dell’Incontinenza urinaria, una patologia per la quale, nelle sue diverse forme, si prova vergogna e imbarazzo e per questo molto spesso chi ne soffre non va dal medico. Persino con la convinzione che, in particolare per le donne più avanti con gli anni, in fondo faccia parte degli “acciacchi” dovuti all’età. Insomma, un problema sanitario e sociale di enormi dimensioni che registra molto “sommerso” non diagnosticato e che invece potrebbe essere contrastato in modo significativo.
Ne sono convinte la Società Italiana di Urodinamica, la Fondazione SIU Urologia, l’Associazione italiana di Urologia ginecologica e del Pavimento pelvico e la Fondazione Italiana Continenza che il 26 settembre a Roma, nel corso di una conferenza stampa organizzata dalla Società italiana di Comunicazione Scientifica e Sanitaria – SICS, hanno presentato le prospettive offerte dai nuovi modelli di assistenza sul territorio che, purtroppo molto lentamente, stanno realizzando alcune regioni italiane per utilizzare nuove soluzioni terapeutiche poste interamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale
L’incontinenza, nel suo complesso, costa come l’artrite e più dell’influenza e dell’osteoporosi, ne soffrono migliaia di persone e può incidere anche molto pesantemente sulla qualità di vita, sociale e professionale, delle persone. Eppure, le istituzioni faticano ancora a riconoscerla come una patologia pesantemente invalidante
Per il mese di novembre è prevista la chiusura dei lavori del tavolo ministeriale sull’Incontinenza urinaria da cui è attesa l’elaborazione di un corposo documento indirizzato alle Regioni. Al centro del testo l’ipotesi di costituire in ogni regione italiana una rete assistenziale ad hoc sul modello del Piemonte. Il Piemonte è stata infatti la Prima Regione ad istituire sul territorio Centri dedicati all’incontinenza urinaria e la prima ad aver deliberato (la Regione Lazio, seconda e ultima, ha deliberato l’8 agosto scorso) l’istituzione di un percorso di presa in carico (PAC – Pacchetto ambulatoriale complesso) per l’incontinenza urinaria da urgenza e neurologica, con l’obiettivo di utilizzare da subito la recente opzione di rimborsabilità della terapia con tossina botulinica, già autorizzata per questa patologia, che si è dimostrata efficace per queste forme di incontinenza.“Il PAC” ha spiegato Andrea Tubaro, professore di Urologia alla Sapienza Università di Roma “prevede di accompagnare il paziente lungo un percorso organizzato e predefinito in tutte le fasi della diagnostica e della terapia, ma soprattutto ne riconosce i singoli e distinti costi di contorno”. La definizione e l’approvazione di un pacchetto ambulatoriale per la terapia con tossina botulinica serve quindi da un lato a garantire la presa in carico del paziente lungo tutto il percorso diagnostico e terapeutico, ma dall’altro a far sì che anche i conti, alla fine, tornino per garantire sostenibilità, qualità ed equità di accesso.
Al momento solo la Regione Piemonte nel maggio scorso e la regione Lazio in agosto, hanno definito questa tipologia di prestazione con cui il paziente, ha spiegato Mauro Cervigni, Segretario scientifico dell’AIUG e Responsabile Centro Medicina e Chirurgia Ricostruttiva Pelvica Femminile del Policlinico Gemelli di Roma “invece di assumere farmaci o indossare pannoloni, in caso di incontinenza da urgenza o neurologica, avrà un risultato risolutivo quasi immediato, in genere entro due, massimo tre settimane, e durevole per 6/12 mesi, ad un costo a carico del Servizio sanitario nazionale e non del paziente anche per tutti gli esami necessari prima del trattamento e nel successivo follow-up”.
In buona sostanza, ha quindi spiegato Roberto Carone, Direttore Neuro-Urologia Città della Salute di Torino e principale protagonista nel percorso di approvazione in Piemonte “se per i pazienti il vantaggio principale sarà quello di entrare in un percorso di presa in carico gratuito, completo di diagnosi e cura con tutti gli esami necessari, per i professionisti, medici e infermieri, il primo vantaggio è quello di operare in un percorso chiaro e ben delineato in cui l’equipe opera al meglio”.
“Per il 2016” ha sottolineato dal canto suo Antonio Carbone, Direttore UOC Urologia alla Sapienza Università di Roma “è stimata una spesa generale di circa 360 milioni di euro a carico del sistema sanitario italiano per la gestione della patologia dell’incontinenza, dove i costi per i presidi sanitari come i pannoloni hanno un peso considerevole. Anche la spesa per i pazienti è considerevole, specie per l’acquisto di quei farmaci per l’incontinenza urinaria da urgenza che sono a totale carico dell’utente e che corrisponde ad una media annua di circa 550 euro a persona. Poiché sono esclusi da questo calcolo tutti i costi indiretti e, soprattutto, i costi della filiera distributiva dei presidi e dei farmaci, in realtà la spesa è sicuramente maggiore. La costante ricerca di nuove opzioni terapeutiche come il trattamento con tossina botulinica, medicinale già autorizzato in Italia per il trattamento dell’incontinenza urinaria, ha pertanto l’obiettivo di migliorare da un lato la qualità di vita dei pazienti ma anche di contenere la spesa per il sistema sanitario e per l’utente stesso”.
“E’ possibile dunque migliorare i servizi, anche dal punto di vista dei costi, migliorando l’offerta sul territorio” ha chiosato Enrico Finazzi Agrò, Presidente della SIUD rinnovando l’appello delle Società scientifiche ad operare al più presto un’armonizzazione su tutto il territorio nazionale. “Al tavolo ministeriale peraltro” ha aggiunto “non pensiamo alla costruzione di nuove strutture ma alla riorganizzazione in rete di quelle esistenti, evitando dispersioni di tempo e soldi sia da parte del paziente sia da parte del sistema sanitario. Questo modello, al momento già previsto in Piemonte e prossimamente nel Lazio, crediamo sia la strada migliore per una razionalizzazione delle spese, dei servizi e per un miglioramento dell’efficienza e della risposta assistenziale ai bisogni di salute dei cittadini”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Renzi: tagli alla sanità: può dirsi ancora pubblica?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

europa comunitaria2Secondo il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l’Italia deve smetterla con i tagli lineari. Sulla sanità è evidente che si è tagliato anche troppo. Inoltre la nostra spesa per la sanità sul Pil non è più alta degli altri paesi. “Giustissimo, secondo gli ultimi dati Eurostat, relativi al 2014, la spesa sanitaria in Italia è il 7,2% del Pil, in media rispetto all’Ue ma sotto l’Eurozona, dove si attesta al 7,3% del Pil. In Italia spendiamo per la salute il 14% della spesa pubblica, inferiore alla media Ue (15%) e all’Area Euro (14,8%)” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Questo vuol dire, però, che vanno i rivisti i nuovi Livelli di assistenza (Lea), che non sono altro che un aumento di tasse a carico dei malati, spostando prestazioni dal regime Day Surgery a quello ambulatoriale. Peraltro si tratta di nuovi ticket a carico spesso di persone anziane, visto che, ad esempio, non sarà più gratuito l’intervento della cataratta” conclude Dona.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

HBKU and Naseba will address cyber security talent shortage

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

hbkuDubai, UAE. Ever since it was first declared one of Qatar’s three “grand challenges”, cyber security has firmly been established as a high priority within the Gulf state – not only for the government, but also for the private sector. Businesses are scrambling to beef up their cyber security in the wake of several recent high-profile cyber attacks, and in order to prevent being hit by a 1.37 million USD fine under Qatar’s new data privacy law.Educational institutions are also heightening their focus on cyber security, with several universities establishing new courses in related subjects, including IT security. Qatar’s youth will soon be on the frontline of the country’s battle against cyber threats, and will be responsible for securing its virtual borders and protecting sensitive information nationwide.In support of these crucial developments, Naseba will be organising the 9th Cyber Defence Summit in Doha from October 10th – 11th, 2016. This year, for the first time, the summit will serve as the setting of CyQ, a youth-oriented cyber security competition hosted by Naseba in partnership with Hamad bin Khalifa University, a member of Qatar Foundation for Education, Science and Community Development.CyQ will gather over 50 carefully selected Qatar-based students and young security enthusiasts to test their skills in a variety of “white hat” hacking areas, including network security, secure programming, and digital forensics. Participants will collaborate, co-innovate and compete to win prizes such as advanced training programs, high-level internships, cyber security mentorship and more.In 2014, Cisco estimated that there were 1 million cyber security jobs unfilled globally. By 2020, this talent shortage is expected to rise sharply to 1.5 million. In Qatar, the shortage is being addressed by initiatives like CyQ, designed to increase youth engagement in cyber security and ensure that Qatar’s digital future will be in safe hands.Commenting on the landmark initiative, Dr. Mounir Hamdi, Dean of the College of Science and Engineering at Hamad bin Khalifa University, said: “Through our new master’s program in cyber security and through the state-of-the-art cyber security research being carried out across the university, Hamad bin Khalifa University is poised to be at the vanguard of a vital, growing and evolving specialism within the field of ICT. The impact of cyber crime and cyber attacks can be devastating and has the potential to impact all of society, whether at an industrial, governmental or personal level, and at HBKU we are determined to be ready to play a leading role in dealing with future cyber challenges through our human capacity development and research in these areas. We are therefore delighted to be active participants in the 9th Cyber Defence Summit and CyQ.”Naveen Bharadwaj, Production Manager at Naseba and the summit’s director, said “Developing sustainable talent is a key recommendation of the National Cyber Security Strategy and Qatar National Vision 2030, in order to combat the severe shortage of available talent within cyber security. CyQ is a natural evolution of the existing format of the Cyber Defence Summit, which has traditionally been focused on bringing together CIOs, CISOs and other cyber security experts to share knowledge and conduct business with local and global solution providers.” Eng. Ahmad Alkhiary, CEO of IT Security Training and Solutions company ITS2 commented “With interest in IT and cyber security rising among Qatar’s youth, and generally across the GCC region, it is imperative to align their skillset and capabilities to suit the industry’s requirements. It’s not just the academic sector’s responsibility. The government, policy makers, the industry, vendors and the entire IT eco-system needs to come together. We are delighted to be playing a key role in making CyQ happen as part of our efforts to help build talent that matters.”
The 9th Cyber Defence Summit will gather over 120 leading Qatari decision makers, including CIOs, CISOs and Directors of IT, as well as representatives of leading global IT companies like Spire Solutions, Global Security Network (GSN), I(TS)2 and iBusiness International Soultions.(foto: HBKU)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovation at the heart of the Energy Union

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

innovationInnovation is at the heart of the Energy Union project. A year after the publication of the European Commission framework strategy for the Energy Union, the Jacques Delors Institute organised a conference in Brussels on February 25 2016, on the first year of the Energy Union.How can innovation speed-up the european energy transition, make it more profitable for european businesses and workers? This synthesis by Thomas Pellerin-Carlin, Research Fellow at the Jacques Delors Institute, explores the way through which innovation can speed-up the energy transition:
– A paradigm shift from ‘technological products’ towards ‘innovative services’
– New ways to create value lead to new ways to innovate
– Innovation is at the heart of the competitiveness of european businesses
– Consumers are key players of innovation and of the energy transition
– The public sector has a major role to play to boost innovation (photo: innovation)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“RiflessiAmo: la bellezza è negli occhi di chi guarda”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

riflessiamoMontecatini Terme (AR),5 e 6 Novembre 2016 presso l’Hotel Belvedere, con tema “RiflessiAmo, la bellezza è negli occhi di chi guarda”. AISP è la onlus dei familiari e delle persone affette da sindrome di Poland, malattia rara che colpisce mediamente 1 persona ogni 20/30.000 e di cui non si conoscono le cause; la Poland si caratterizza per anomalie a carico dei muscoli del torace e/o di un arto superiore monolaterale, che producono malformazioni di entità variabile ai muscoli pettorali, che possono mancare, e a costole, torace, ghiandola mammaria, mano, dita e rachide. Tuttavia chi è colpito da Poland può avere un normale sviluppo, sia a livello fisico che psicologico, se si escludono le difficoltà di accettazione di sé e serena convivenza con gli altri. Emblematico è perciò il logo scelto per il convegno, l’immagine dove un bellissimo cigno si specchia nell’acqua e vede sé stesso come un’anatra: il rimando è alla fiaba di Hans Christian Andersen “Il brutto anatroccolo”, quale metafora delle difficoltà che spesso bambini ed adolescenti sperimentano durante la loro crescita.Per porre rimedio al problema della “diversità” ed alle difficoltà di accettazione ed integrazione, il convegno AISP di Montecatini è focalizzato sull’importanza di guardarsi allo specchio per imparare ad andare oltre l’immagine riflessa, quale positiva occasione di sfida con sé stessi ma anche e soprattutto di forza, in un percorso da condividere tutti assieme, portatori e non.
In concomitanza al convegno e nel corso delle due giornate, oltre agli interventi ed alle consulenze degli esperti, sono previste molte attività per bambini e ragazzi, quali i laboratori ludico/educativi di espressività, bricolage e manualità, lettura, fantasia, acquaticità, teatro, danza, psicomotricità, taekondoo, massaggio shiatsu e Qi Gong, proposti per fasce d’età che vanno dai 2 ai 5 anni, dai 6 agli 11 e dai 12 in poi, per adolescenti.Il convegno è anche occasione per portare avanti il progetto Biobanche Genetiche Telethon. La partecipazione al convegno, comprensiva di pernottamento e pensione completa, costa 110€ e i bambini/ragazzi fino alla maggiore età in camera con i genitori sono gratis (non più di 2 per camera): l’iscrizione è obbligatoria, sul sito ufficiale http://www.sindromedipoland.org (Antonella Scotto) (foto: riflessiamo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quale futuro per le comunità ebraiche in Europa?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

Martin-schulzLa situazione attuale dell’antisemitismo in Europa e le prospettive future per le comunità ebraiche saranno tra i temi discussi, martedì pomeriggio, nel corso di una conferenza ospitata dal Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, e dal primo vicepresidente, Antonio Tajani, al Parlamento. Tajani (PPE, IT), responsabile del Parlamento per il dialogo interreligioso, aprirà la conferenza, che sarà chiusa dal primo vicepresidente della Commissione, Frans Timmermans, e dal Presidente Schulz.
Tajani ha dichiarato: “Le maschere dell’antisemitismo sono tante, il virus è uno solo. Illudersi che l’Europa ne sia immune è l’errore più grande. Non serve incitare a tenere alta la guardia se non si prende coscienza che l’antisemitismo è tuttora vivo anche fra noi, perfino dove persecuzioni e discriminazioni hanno annullato la presenza ebraica. Il pericolo più grave per l’Europa è quello di essere impoverita nella propria storia e nella propria cultura da un esodo minuzioso ma costante di ebrei europei. Ed è contro questo rischio che dobbiamo essere uniti e determinati”.
Tra gli invitati che prenderanno parte ai dibattiti figurano l’ex Rabbino capo delle congregazioni Portrait of Antonio Tajaniebraiche del Commonwealth, Jonathan Sacks, che terrà un discorso sulla “mutazione del virus: capire l’antisemitismo”, il Presidente della Conferenza europea dei Rabbini, Pinchas Goldschmidt, il Rabbino capo di Bruxelles, Albert Guigui, e il filosofo francese Bernard-Henri Levy.
I deputati Fulvio Martusciello (PPE, IT), presidente della delegazione in Israele, Cecilia Wikström (ALDE, SE), vicepresidente del gruppo di lavoro sull’antisemitismo, e Juan Fernando Lopez Aguilar (S&D, ES), presidente del gruppo di lavoro, presiederanno i dibattiti sui temi che riguardano, rispettivamente, la situazione attuale sull’antisemitismo in Europa, i modelli nazionali e le esperienze e prospettive future.
È possibile seguire l’intero dibattito in webstreaming qui. Il programma dell’evento è disponibile in inglese e francese
Nota per i redattoriL’evento è organizzato nel contesto dell’Articolo 17 TFUE, che prevede un dialogo aperto, trasparente e regolare con le istituzioni dell’UE e le chiese, le associazioni religiose e le organizzazioni filosofiche e non confessionali.
Questo è il secondo evento nel 2016. Il primo si è tenuto nel mese di aprile sui musulmani europei che affrontano la radicalizzazione. Altri eventi hanno avuto luogo nel 2015, sull’affrontare il radicalismo e il fondamentalismo attraverso
l’istruzione e sulla persecuzione dei cristiani nel mondo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank, Deutsche Bundesbank e Weidmann

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

L’altro ieri il titolo di Deutsche Bank (da non confondersi con la Deutsche Bundesbank) e’ diminuito dell’7,3%. Poca cosa direbbero in molti, considerati i crolli azionari del nostro Monte de’ Paschi (detto ironicamDeutsche bankente Monte de’ Fiaschi), ma il titolo della banca tedesca ad agosto dello scorso anno valeva 30 euro e oggi 10,5 euro, e’ diminuito del 45% da inizio anno, perdipiu’ ha realizzato una perdita di 6,7 miliardi nel 2015, ha 31 miliardi di derivati incorporati nei titoli tossici, e’ stata multata dalle autorita’ statunitensi per ben 14 miliardi di dollari per i titoli tossici (ancora!) legati ai mutui e ha pagato 3,5 miliardi di euro per lo scandalo sui tassi di riferimento Euribor e Libor. Nonostante tutto questo, il presidente della Deutsche Bundesbank, la banca federale tedesca (l’equivalente della Banca d’Italia), Jens Weidmann, critica le nostre riforme e la legge di stabilita’. Ora, si immagini che il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, giudichi le attivita’ del governo tedesco. Non e’ pensabile. Eppure, Weidman, che e’ presidente della banca federale tedesca dal 2011, con i risultati di cui sopra, lo fa, forse pensa di essere un Commissario europeo, ma non lo e’. Fare bene, e solo, il proprio mestiere sembra difficile anche nel rigoroso Stato teutonico.
Abbiamo inviato questa nota all’ambasciatore tedesca Susanne Marianne Wasum-Rainer, affinche’ faccia presente al proprio Governo che il compito di Weidmann e’ quello di controllare le banche del suo Paese, se ci riesce. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovi ticket sanitari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

Ministero saluteDa Investireoggi. In arrivo nuovi ticket sanitari per gli italiani, con l’introduzione dei LEA (Livelli essenziali di assistenza), per un totale stimato di 60,4 milioni di euro. Vediamo insieme quale modifiche apporteranno i LEA nella Sanità.
I LEA, Livelli essenziali di assistenza, hanno rimodulato le cure e prestazioni garantite ai cittadini gratuitamente o con compartecipazione alla spesa. Varie prestazioni di piccola chirurgia finora gratuite, come ad esempio l’intervento per la cataratta a quello per il tunnel carpale, diventeranno a pagamento, oltre all’introduzione di altre prestazioni ambulatoriali sempre con ticket sanitario.
La Cgil, sulla base dei dati della relazione tecnica del ministero della Salute al decreto sui Lea, ha segnalato: “Sono in arrivo nuovi ticket, afferma Stefano Cecconi, responsabile Politiche della Salute della Cgil, e questo anche perchè, con i nuovi Lea, varie prestazioni chirurgiche finora effettuate in Day Surgery, e quindi gratuitamente, saranno trasferite in regime di prestazione ambulatoriale che implica il pagamento del ticket”.
Si tratta di prestazioni chirurgiche di routine, che vanno dalla cataratta al tunnel carpale, dall’ernia al dito a martello, ed includono pure l’impianto e la ricostruzione del cristallino, interventi di artroscopia ed artroplastica. Si tratta, in tutto, di 24 prestazioni. Secondo “le stime del ministero, spiega Cecconi, con i nuovi Lea si realizzeranno maggiori entrate per il Servizio sanitario nazionale pari appunto a 60,4 mln di euro. In particolare, circa 20 mln si otterranno dai nuovi ticket derivati proprio dallo spostamento di prestazioni dal regime Day Surgery a quello ambulatoriale. Altri 40mln deriveranno invece dalla introduzione di nuove prestazioni ambulatoriali nell’elenco dei Lea”. Il provvedimento dei nuovi LEA dovrebbe essere operativo presumibilmente dal 2017, ma è grave che i nuovi ticket si scarichino sui cittadini. Il tipo di interventi che diventeranno a pagamento, come la cataratta, colpirà la fascia della popolazione più anziana. Questo provvedimento rende sempre più difficile assicurare un’assistenza alle persone malate e anziane, tutto questo va contro il diritto del malato e della prevenzione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Codacons su sanità farmaco epatite C

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

epatite C ospedale cardarelliIl Codacons ha presentato un esposto alla Corte dei Conti sul controverso caso del farmaco contro l’epatite C “Sofosbuvir”. Come noto la vicenda è stata al centro di numerose proteste, sfociate in interrogazioni parlamentari al Ministero della salute, ma della questione sembra non si riesca a venirne a capo.In Italia un ciclo completo di cura con il Sofosbuvir varia dai 40 ai 45mila euro – spiega l’associazione nell’esposto – Un costo che non ha eguali nel mondo: basti pensare che in Egitto la stessa cura costa circa 800 euro: questo perché il Ministero della salute egiziano è riuscito a stipulare un accordo con la casa farmaceutica produttrice del farmaco. Il prezzo del medicinale in questione appare inoltre abnorme rispetto al costo di produzione dello stesso, che non supererebbe i 300 euro.Nonostante da più parti siano arrivate richieste di interventi per abbassare il prezzo del farmaco contro l’epatite C, malattia che coinvolge circa 800mila italiani, da Ministero e Aifa non sono giunte adeguate risposte, e oggi la situazione è la seguente: da un lato un immenso spreco di risorse pubbliche e un enorme arricchimento per l’azienda farmaceutica produttrice del Sofosbuvir, considerato che la cura per i casi più gravi è interamente a carico del SSN. Dall’altro una violazione del diritto alla salute per chi, non rientrando nei casi in cui il farmaco è a carico dello Stato, è costretto ad acquistarlo privatamente con costi proibitivi.Per tale motivo il Codacons si è rivolto alla Corte dei Conti, chiedendo di aprire una indagine urgente allo scopo di verificare eventuali sprechi di risorse pubbliche a danno della collettività, e ripercussioni negative per l’Erario, e le connesse responsabilità di Aifa e del Ministero della salute.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Importante finanziamento europeo per un progetto innovativo della sezione di Fisica di Unicam

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

vitaliCamerino. Ancora un eccellente risultato per la ricerca dell’Università di Camerino. La sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie ha ottenuto infatti un importante finanziamento europeo nell’ambito del programma comunitario Horizon2020, nel settore FET (Future and emerging technologies).
Il progetto, denominato “HOT – Hybrid optomechanical technologies”, che vede la collaborazione di ben 17 partner europei, 4 del mondo industriale (Thales, IBM, STMicroelectronics, HITACHI) e 13 atenei, di cui Unicam unico ateneo italiano, è stato finanziato con ben 10 milioni di euro.“L’obiettivo del progetto – ha dichiarato il prof. David Vitali, docente della sezione di Fisica e coordinatore per Unicam del progetto – è quello di esplorare e sviluppare, anche in collaborazione con le aziende, delle piattaforme hardware “ibride”, in grado cioè di connettere tecnologie diverse e sistemi fisici diversi (luce in fibre ottiche, segnali elettrici, onde radio e microonde), specialmente nel settore delle tecnologie dell’informazione”.“Fra quattro anni, tanto durerà il progetto, – prosegue il prof. Vitali – ci aspettiamo di realizzare prototipi di sistemi integrati in grado di velocizzare lo scambio di comunicazioni e di migliorare la integrazione con sensori di varia natura, con applicazioni anche agli smartphone ed alla cosiddetta “internet of things” ovvero al controllo remoto di dispositivi e sensori “intelligenti”. Il progetto è la naturale continuazione e significativa estensione di iQUOEMS, il progetto europeo coordinato dal Prof. Vitali, con il quale sono iniziate le attività di ricerca in questo settore, che è stato finanziato dalla Commissione Europea nel 2013 e che terminerà a fine anno.Questo successo conferma ancora una volta l’eccellenza della ricerca in Fisica a Unicam, il cui corso di laurea in Fisica offre accanto al curriculum tradizionale anche un nuovo curriculum in “Innovazione Tecnologica”, più orientato verso le molteplici applicazioni della Fisica allo sviluppo tecnologico ed al mondo produttivo. (foto: vitali)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ponte sullo stretto: Renzi smetisce se stesso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 settembre 2016

PonteSfodi Beppe Grillo Il MoVimento 5 Stelle è riuscito, grazie a Virginia Raggi, a bloccare le irresponsabili Olimpiadi del 2024 a Roma, ma non siamo ancora riusciti a frenare gli appetiti malsani di chi vuole fare a tutti i costi grandi opere inutili con i soldi dei cittadini. Il Menomato Morale oggi ha detto che è pronto ad aprire i cordoni della borsa (di soldi pubblici dei cittadini) per far ripartire il progetto del Ponte sullo Stretto, un’opera costosissima, inutile e in piena zona sismica.
Un’opera che non vedrà mai la luce, già costata circa 600 milioni di euro ai contribuenti, per il quale Monti stanziò 300 milioni per il pagamento delle penali per la NON realizzazione del progetto. Secondo il piano economico, approvato dal consiglio d’amministrazione della Stretto di Messina Spa il costo dell’opera sarebbe di 8,5 miliardi di euro, mezzo Reddito di Cittadinanza con cui il M5S salverebbe 10 milioni di italiani dalla fame. Un ponte di 3.000 metri con profilo aerodinamico non è mai stato fatto prima d’ora. Non c’è la sicurezza che regga, in particolare in una zona altamente sismica (ricordate il terremoto di Messina?) e con correnti fortissime. Non gli basta il record di 80 miliardi di aumento del debito pubblico nei primi sei mesi di quest’anno, ne vuole creare altro senza portare alcun beneficio ai cittadini. Qualche anno proprio Renzi diceva “Continuano a parlare dello Stretto di Messina, ma io dico che gli otto miliardi li dessero alle scuole per la realizzazione di nuovi edifici e per renderle piu’ moderne e sicure”. La sua parola non vale nulla. Il 4 dicembre si avvicina.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »