Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Archive for 4 ottobre 2016

Il mestiere di scrivere/El oficio de escriber

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

madridMadrid Giovedì, 6 ottobre 2016 alle ore 20.00 Calle Mayor, 86 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e l’ICE – Agenzia Italiana per il Commercio Esteriore, con la collaborazione della Regione Lazio, organizzano la prima edizione di incontri professionali tra editori spagnoli e italiani. All’incontro parteciperanno note case editrici italiane indipendenti come Giulio Perrone Editore, Minimum fax, Nottetempo, Nutrimenti e Tunué. Assisteranno, inoltre, gli scrittori Giuseppe Aloe, Domenico Dara, Francesca Matteoni, Luca Molinari e Marco Peano. Presenterà la giornalista, scrittrice e traduttrice Maria Teresa Carbone. La mattina del 6 ottobre, nel corso degli incontri professionali, gli editori romani,con un proprio autore di punta, si presenteranno agli editori spagnoli. Seguiranno incontri individuali, su prenotazione, tra le case editrici italiane e spagnole. Alle ore 20.00, si terrà nel Salón de Actos dell’IIC, un incontro aperto al pubblico, dal titolo “Il mestiere di scrivere”, con gli autori delle case editrici invitate: Giuseppe Aloe (Giulio Perrone Editore), Domenico Dara (Nutrimenti), Francesca Matteoni (Tunuè), Luca Molinari (Nottetempo) e Marco Peano (Minimum Fax).
Madrid Jueves, 6 de octubre de 2016 a las 20.00 horas Istituto Italiano di Cultura Calle Mayor, 86 El Instituto Italiano de Cultura de Madrid e ICE – Agencia Italiana para el Comercio Exterior on la colaboración de la Región Lazio, organizan la primera edición de encuentros profesionales entre empresas españolas e italianas del sector editorial. Al encuentro participarán relevantes casas editoriales italianas independientes como Giulio Perrone Editore, Minimum fax, Nottetempo, Nutrimenti y Tunué. Además contaremos con la presencia de los escritores Giuseppe Aloe, Domenico Dara, Francesca Matteoni, Luca Molinari y Marco Peano.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Christie’s Paris presents photographs sales of november 2016

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

eugène atget.pngParis November 10 – Photographs, Including The collection of AndrÉ Derain. November 12 – Photographs Collection Claude Berri. Photographs Collection Claude Berri Saturday 12 November at 3pm Viewing: Saturday 5, Monday 7, Tuesday 8, Wednesday 9, Thursday 10, Friday 11 (10am-6pm) and Saturday 12 (10am-noon) Christie’s: 9, avenue Matignon.
When Paris becomes the capital for photography each November during the International Paris Photo fair, Christie’s fits its auction calendar to offer high-end photographs to collectors. This November, Christie’s Paris will present two important sales of photography. On the 10th, the Autumn Photographs Parisian sale will feature 123 lots estimated at €2,2-3,2, spanning mid-19th century works to contemporary images. The sale is highlighted by André Derain’s collection of photographs by Eugène Atget and a unique album by Amélie Guillot-Saguez. On the 12th, Christie’s is pleased to present Claude Berri’s collection of 69 photographs, estimated at €1,2-1,8M.
November 10 – Photographs, Including The collection of AndrÉ Derain
The auction covers photography from its early age to our contemporary days, with works from 1842 to 2010, bringing together some of the greatest photographers. Each artist’s works stands out either by its subject, icon, provenance or quality. From Girault de Prangey, Amélie Guillot-Saguez, Eugène Atget to Man Ray, Henri Cartier-Bresson, Helmut Newton, Irving Penn, Hiroshi Sugimoto and Nick Brandt, the sale features a beautiful portfolio of photography’s history.
André Derain’s collection of photographs by Eugène Atget comes directly from Derain’s heirs and comes to the auction market for the first time. In total, the 53 works –including 47 by Atget– are estimated at approximately €800,000. The collection features Atget’s favourite subjects such as small traders, luxuriant gardens, shop windows, empty streets and old buildings’ facades; subjects that have made him famous. When Atget begun capturing these scenes, fame was however not the objective as he started as a salesperson, providing documents to Paris’ artists. It was notably the case of André Derain, even if they knew each other well. In some of Derain’s work, the inspiration from Atget’s photographs is obvious. Amongst the first collectors of works by Eugène Atget, were Maurice Utrillo, George Braque, Pablo Picasso, Man Ray and André Derain. With the poetry and mystery of Atget’s photographs, the Surrealists of the 1920 declared him as founder of modern photography. Another highlight of the sale is a rare and previously album containing 37 photographs by Amélie Guillot-Christie's ParisSaguez (1810-1864). The discovery of this album is major for photography’s history and confirms that Amélie Guillot-Saguez was one of, if not the first, French female photographer at the time. She was an artist who married Doctor Guillot, a physicist and chemist, and together they worked on improving the photographic process of the calotype. In 1847, the couple left France for Italy, where she started producing her first calotypes, in Rome and Naples. The 37 views gathered in this album are from this period (estimate: €200,000-300,000).
Alongside of these 19th century masterpieces, a beautiful selection of early and mid-20th century by the greatest names will be featured. It includes Man Ray and Marcel Duchamp, Henri Cartier-Bresson, Brassaï. Irving Penn, Helmut Newton, Diane Arbus, Hiroshi Sugimoto and Thomas Struth will also be represented.Amongst the contemporary photographers, works by Nobuyoshi Araki, Philip Lorca di Corcia and Nick Brandt.
November 12 – Photographs Collection Claude Berri. In addition to the modern and contemporary art sale on October 22, Claude Berri’s passion for photography will be presented in a dedicated auction on Saturday 12 November. It includes 69 works estimated at approximately €1,2M, mainly focusing on the 1930s and contemporary photography.
Elodie Morel, Head of Paris Photography department, adds: “The works that Claude Berri has cautiously chosen constitute a coherent and selective collection. His interest in the beginning of photography to contemporary creations make this auction a great journey throughout photography’s history. We are very proud to present this auction, and hope that collectors will be as enthusiast as we are”.
The French director begun building his collection by acquiring works by Eugène Atget and André Brassaï of which the collection includes prints from his famous graffiti series. From the 1950s, Berri was very fond of Paul Strand of whom two photographs are featured in the sale (each estimated at €20,000-30,000).
The contemporary section will feature large formats by Luc Delahaye that were originally exhibited at the Maison Rouge in 2005. It will also include an important photograph by Jeff Wall in a lightbox (estimated at €300,000-500,000), large prints by Hiroshi Sugimoto that Claude Berri had included in an exhibition at his Renn Espace in 1995-1996 and 1999, next to works by Alexander Rodchenko such as Ball Bearing Plant, Moscow, 1932 (estimated at €50,000 – 70,000) and Raoul Ubac (estimated at €25,000-35,000). Most of the photos of the collection were exhibited in 2003 at the Archevêché and Cloître Saint-Trophisme during the Arles International Photography Festival.
Auction: PHOTOGRAPHS Thursday 10 November 2016 at 3pm Viewing: Saturday 5, Monday 7, Tuesday 8, Wednesday 9 (10am-6pm) and Thursday 10 (10am-noon) (photo: eugène atget)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Galà Tango” Cena Tango Show

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

stefania-corradettifullsizerenderRoma Domenica 9 ottobre alle ore 21.00 al Salone Margherita, via dei Due Macelli 75 prenderà vita la prima “Casa de Tango”in Italia, ispirata alla migliore tradizione Argentina di Buenos Aires dove lo spettacolo “Tanguero” viene accompagnato da una cena tipicamente Argentina. Il prestigioso Salone Margherita, nato nel 1898 quale Cafè Chantant, accogliente ed elegante dove in ogni angolo si respira una seducente e calda atmosfera “Tanguera”,apre la sua programmazione a una Kermesse dedicata tutta al Tango.Artisti internazionali, un’orchestra dal vivo, si alterneranno esibendo vari stili di Tango: da quelli più classici delle origini ,sino a quelli dai ritmi più moderni, valorizzati dalla sensualità dei modelli coreografici e dai magnifici costumi che accompagneranno lo spettatore in un seducente viaggio nel mondo del Tango.Si parte con “Galà Tango” prodotto dalla “Compagnia Locuratango” di Stefania Corradetti, colonna e ideatrice dello spettacolo, donna dal grande temperamento, artista di talento amante della danza in ogni sua forma di espressione, viene rapita e travolta dal Tango e già nel 2015 si esibisce al Salone Margherita. Ora per la prima volta in Italia crea una vera e autentica “Casa de Tango” con cena e Tango Show come nella vera tradizione di Buenos Aires. Solo con il grande amore attraverso questa danza , Stefania Corradetti trova la forza di realizzare il suo “Impero Tanguero”.
tangoIn scena Pablo Garcia(della Pablo Garcia Tango Accademy) maestro d’eccezione e coreografo, viene dalla compagnia Tango Per Dos di Miguel e Osvaldo Zotto ,insieme a Marcela Szurkalo artista grandiosa e poliedrica di altissima rilevanza ,campionessa di tango Argentino, vincitrice di premi internazionali come coreografa di “Tango di Folclore”,il Tango dalle sue origini come ballo danzato per strada dai gauchos argentini dove l’uomo “lo Zapateo “ e la donna “il sarandeo” simulano il corteggiamento. In scena il corpo di ballo composto da 10 ballerini, Fabio Santarelli, Sara Paoli,Mariano Martin Navone, Augusta Tuzzi, Francesco Menichini, Monica Proietto, Renato Serrecchia, Arianna Aramini, Marco Spaziani,Fernanda Cerbone e Stefania Corradetti, 5 orchestrali, Mariano Martin Navone,Luis Gabriel Chami,Giampaolo Costantini,Giuliano Bisceglia,Raul Dousset e Gianfranco Benigni e 3 cantanti tra i quali Martin Troncoso figlio d’arte suo padre un importante cantador de tango,la soprano Costanza De Sanctis importantissima cantante di Tango e Cecilia Errera anche Lei cantante di primissimo piano nell’ambito del Tango. Come nelle Migliori “Case de Tango” di Buenos Aires, la fantasia del tango viene unita al piacere della miglior cucina argentina grazie al famoso chef stellato Chef Ben Hirst che accompagnerà tutte le serate dedicate al “Tango” concedendo agli spettatori di cenare nella magnifica atmosfera del Salone Margherita !Cena Tango Show andrà avanti tutte le domeniche dal 9 0ttobre al 13 novembre, gli ospiti potranno scegliere di partecipare alla cena e allo spettacolo o assistere esclusivamente allo spettacolo. (foto: STEFANIA CORRADETTI, FullSizeRender, tango)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tempo binario al teatro Marconi

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

tempo-binario

Roma Il 6 e il 7 ottobre ore 21 al Teatro Marconi di Roma viale Guglielmo Marconi 698 ( Biglietto Unico: 10.00) è in scena Tempo Binario scritto e diretto da Valentina Esposito con gli ex detenuti e i detenuti in misura alternativa della C.C. ROMA REBIBBIA N.C.: Alessandro Bernardini, Christian Cavorso, Massimo Di Stefano, Marcello Fonte, Ivan Marcantoni, Romolo Napolitano, Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto. Il viaggio in treno è un viaggio romantico, avventuroso, e i paesaggi attraversati, spesso non percorribili con altri mezzi, sembrano avere qualcosa di sorprendente. Li si guarda con stupore e meraviglia, e in una specie di incantamento diventano quasi immediatamente paesaggi della memoria e della speranza, del passato e del futuro. E poi ci sono le stazioni, luoghi affascinanti, reali e immaginari al tempo stesso, teatro di separazioni e di attese, di fughe e di ritorni, di illusioni. Ed è proprio lì, fra i binari di una stazione ferroviaria che si ritrovano loro, gli interpreti di Tempo binario, liberi e detenuti alle prese con il loro viaggio dell’anima, esperti della fuga e della separazione, latitanti della memoria, con una vita diversa e difficile da ricordare. Ora salgono di nuovo in treno, fra i binari paralleli del tempo reale e del tempo interiore, con gli occhi al finestrino e l’anima perduta nel mistero degli spazi attraversati. Tra biografia e invenzione, lo spettacolo riflette su alcune fra le pagine più famose de Il tempo ritrovato di Proust, nella direzione di una forma di teatro sociale che costituisca per gli interpreti e gli spettatori uno strumento di rielaborazione emotiva ed intellettuale dei nodi fondamentali che caratterizzano l’esistenza. In questo caso, l’esplorazione dei meccanismi della memoria, la riflessione sull’infanzia dimenticata, la percezione interiore del tempo in relazione all’idea della morte, il viaggio come metafora dell’esistenza. Temi importanti in un percorso di riflessione e consapevolezza, tra immedesimazione e creazione artistica.
E’ scritto e diretto da Valentina Esposito con gli ex detenuti e i detenuti in misura alternativa della C.C. ROMA REBIBBIA N.C.: Alessandro Bernardini, Christian Cavorso, Massimo Di Stefano, Marcello Fonte, Ivan Marcantoni, Romolo Napolitano, Piero Piccinin, Giancarlo Porcacchia, Fabio Rizzuto (foto tempo binario)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Collezione Sence Copenhagen

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

sence-copenhagensence-copenhagen1Milano. Atmosfere nordiche in un autunno dalle mille espressioni si riflettono nella collezione Sence Copenhagen dedicata a chi ama una eleganza non convenzionale che trasforma ricercate provocazioni in preziosa femminilità. Braccialetti, collane, ciondoli, orecchini, anelli nelle variati bronzo, oro e argento, dalle forme innovative e dal design essenziale. Tra pietre, perle e componenti brillanti in tinte fredde e sfumature calde, per un accessorio giovane. Sence appeal.
Dall’estro purissimo e dalla geniale intuizione del team di designer scandinavi al cui capo c’è la danese Gitte Holmskov, prende vita un’affascinante collezione di anelli, orecchini, collane, bracciali, pendenti e charm adatti a un vero e proprio “mix & match”. Un cocktail sorprendente di accessori unici, che spazia tra pietre dure variopinte e ottoni lucidi e satinati, dorati, bruniti e argentati. Fino al cuoio in tante varianti di colore… Sence Copenhagen conquista con fascino e femminilità nel mix sapiente di “freddo” nordic design e “caldo” dettaglio di materia. Un look trasversale, lontano dai canoni tradizionali, che racchiude caratteri forti e spiccata personalità; un’eleganza mai eccessiva, ricca di forme preziose, materiali pregiati, come l’ottone, il cuoio e le pietre dure, colori e forme della natura. La donna griffata Sence Copenhagen ha il tratto indelebile, uno stile essenziale. Un concetto di femminilità che sovverte la moda e i suoi rigori estetici. La possibilità di mixare i monili permette alla donna di creare il proprio stile giovane e trasversale, lontano dai canoni tradizionali. Tendenza e innovazione. In questo binomio affascinante, si manifesta quel processo creativo che ha proiettato lo stile scandinavo nell’élite del design mondiale. Un’ispirazione che viene da dentro, dalla più profonda e vera tradizione nordica, dalla natura e la memoria di questa terra.SENCE Copenhagen è distribuita in esclusiva in Italia da AIBIJOUX http://www.aibijoux.com (foto: Sence Copenhagen)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Referendum: A Roma convegno FI per il No

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

RomaMercoledì 5 ottobre, dalle ore 15, presso il “Capranichetta” (Piazza Montecitorio 131) si terrà il convegno “#qualecentrodestra? Referendum? Certamente NO! Un contributo di idee per riforme vere”, organizzato dai deputati di Forza Italia Basilio Catanoso, Fabrizio Di Stefano, Alberto Giorgetti, Pietro Laffranco, Roberto Occhiuto, Paolo Russo e Carlo Sarro.“Oggi – scrivono i parlamentari azzurri nell’invito alla manifestazione – ci troviamo alla vigilia di un appuntamento elettorale, il referendum costituzionale, per il quale dobbiamo mobilitarci per il ‘No’, non solo perché rappresenta un voto contro Renzi, ma soprattutto perché il centrodestra è in grado di proporre, come lo ha già dimostrato in passato, una Riforma Vera, atta a ridisegnare strutturalmente e in positivo la nostra Carta Costituzionale”.L’appuntamento romano vuole dunque essere un punto fermo per ribadire il ‘No’ chiaro e convinto alla cattiva riforma della Costituzione Renzi-Boschi, ma anche un momento di incontro e confronto per mettere sul tavolo le proposte del centrodestra unito di governo: i tanti ‘sì’ che quest’area politica è in grado e vuole dire per i cittadini e per il Paese. “Nel luglio scorso – afferma Fabrizio Di Stefano, tra i promotori dell’iniziativa – diversi di noi presero parte al ‘Capranichetta’ all’incontro ‘#qualecentrodestra? Un contributo di idee per tornare a vincere’. Un occasione utile e positiva per ritrovarci ed avviare riflessioni sul futuro della nostra area politica. Adesso è il momento delle riforme, di quelle sbagliate di Renzi e di quelle che noi, come centrodestra, vogliamo realizzare quando torneremo a governare il Paese. Naturalmente, dunque, l’invito è rivolto non solo ad esponenti di Forza Italia, ma a tutte quelle formazioni politiche che in passato e, ne sono certo, in futuro faranno parte della coalizione che sfiderà la sinistra alle elezioni politiche”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salvaguardia idrogeologica a Parma

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

invasoCi sono voluti cinque mesi di lavoro a pieno ritmo per consentire, al Consorzio di bonifica Parmense, di completare la costruzione della cassa di espansione sul Canale Burla, opera idraulica, che mette in sicurezza gran parte dell’ area nord di Parma. La nuova opera idraulica è un’imponente vasca di laminazione in grado di contenere oltre 60.000 metri cubi di acqua in caso di eventi meteo straordinari: l’acqua caduta viene “rallentata” ed i flussi fatti defluire all’interno del perimetro dell’invaso, in modalità controllata. Il costo complessivo dell’opera è pari a 1.500.000 euro; con il terreno asportato per la realizzazione del bacino, l’ente consortile provvederà anche all’innalzamento ed al consolidamento dell’ arginatura della sponda sinistra del canale Burla.
“Opere idrauliche come questa rappresentano la risposta più utile, che i Consorzi di bonifica sono in grado di dare alle comunità – evidenzia Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – L’Italia è caratterizzata da un territorio idrogeologicamente fragile e la manutenzione idraulica è prioritaria. ANBI collabora costantemente con la Struttura di Missione #italiasicura, con cui ha presentato il Report “Manutenzione Italia . Azioni per l’Italia Sicura”, dove sono indicati 3.574 progetti di intervento perlopiù definitivi ed esecutivi (abbisognano solo del finanziamento) per ridurre il rischio idrogeologico nel Paese; l’investimento pluriennale supera gli otto miliardi di euro, ma bisogna ricordare che, in Italia, si spendono annualmente due miliardi e mezzo per riparare i danni da frane ed alluvioni, senza contare le perdite in vite umane e le pesanti conseguenze economiche sullo sviluppo di un territorio. Il Piano ANBI, che in Emilia Romagna prevede 820 interventi per oltre 976 milioni di investimento, creerebbe inoltre circa 50.000 nuovi posti di lavoro. Con l’inaugurazione della cassa di espansione sul canale Burla, il Consorzio di bonifica Parmense ha dato un esempio, mantenendo non solo una promessa verso chi aveva subito allagamenti, ma interpretando al meglio il ruolo di ente pubblico operativo, rapido e funzionale.” (foto: invaso)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Truffe alimentari e come difendersi

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

alimentareMolto spesso non sappiamo cosa mangiamo e ci cibiamo di prodotti dalle dubbie qualità nutrizionali. Per combattere tutto questo e le tante frodi alimentari che proliferano nel settore primario – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – abbiamo deciso di promuovere, nell’ambito del progetto ministeriale Care Sharing, una giornata di formazione a Monselice (PD). L’evento si terrà il 7 Ottobre, dalle ore 20.30 presso la Sala della Loggetta del comune.
Il tema delle frodi alimentari – continua Tiso – sta diventando ogni giorno più pressante e pericoloso per i tanti agricoltori che svolgono diligentemente il proprio lavoro. Per capirne la portata basta citare alcuni numeri: nel 2015 in Italia sono state sequestrate oltre 77mila tonnellate di prodotti per un valore pari a 70milioni di euro.
Questo mercato fraudolento si sta ampliando sempre di più fino a rischiare di compromettere le peculiarità di un Paese come il nostro, storicamente legato alle produzioni agricole di qualità. La prima cosa da fare per arginarlo – conclude Tiso – è quella di parlarne per informare i cittadini. L’appuntamento di Monselice infatti non è la fine di un percorso, ma solo il suo inizio.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata di studio dedicata a Umberto Norsa

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

Parma ateneoParma Mercoledì 5 ottobre, ore 11, in Aula Filosofi del Palazzo Centrale dell’Ateneo (Via Università, 12), si terrà un incontro dedicato alla memoria di “Umberto Norsa, linguista e traduttore. A 150 anni dalla nascita”. Al saluto del prof. Giuseppe Gilberto Biondi, Direttore del Dipartimento di Antichistica, Lingue, Educazione, Filosofia – A.L.E.F., e di Silvana Norsa Levi, nipote del linguista e ultima discendente della famiglia, seguirà la prolusione del prof. Luigi Marinelli, della “Sapienza” di Roma, dal titolo “Il modello Norsa”. Introduce il prof. Davide Astori, linguista del Dipartimento A.L.E.F.Umberto Norsa (Mantova, 16 dicembre 1866 – Mantova, 5 aprile 1943) è stato un significativo linguista, poliglotta e traduttore, definito da Luigi Marinelli, ordinario di Scienze linguistiche letterarie e della traduzione alla Sapienza “uno dei più fertili e versatili traduttori dell’Italia pre-repubblicana”.
L’incontro è aperto al pubblico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE e Banca Sella: accordo da € 50 mln per innovazione e internazionalizzazione

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

saceBanca Sella e SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti) hanno finalizzato un nuovo accordo che mette a disposizione delle aziende clienti della banca 50 milioni di euro di nuovi finanziamenti per sostenere progetti d’innovazione e crescita all’estero nell’ambito del “Programma 2i per l’Impresa – Innovazione & Internazionalizzazione” sviluppato da Cdp (anche in qualità di ente nazionale di promozione del piano Juncker), SACE e FEI (Gruppo BEI).Grazie all’intesa, le PMI e le Small Mid Cap (fino a 250 milioni di fatturato e 499 dipendenti) il cui fatturato export sia pari almeno al 10% del totale, potranno rivolgersi agli sportelli di Banca Sella per richiedere finanziamenti, garantiti da SACE, destinati a sostenere esigenze di capitale circolante connesse a processi di espansione sui mercati esteri o finanziare investimenti in ricerca e sviluppo e internazionalizzazione.I finanziamenti di durata compresa tra i 12 e i 96 mesi, prevedono importi a partire da 100 mila euro fino a 7,5 milioni di euro e potranno essere garantiti da SACE fino all’80%. “Siamo lieti di rinnovare la nostra collaborazione al fianco di un partner affidabile come Banca Sella con cui, in questi anni, abbiamo già potuto erogare più di 30 milioni di euro di finanziamenti a favore di oltre 60 imprese clienti – ha dichiarato Simonetta Acri, Responsabile Rete Domestica di SACE –. Con questo nuovo accordo, inoltre, proseguiamo il nostro impegno nell’ambito del “Programma 2i per l’Impresa” supportando, insieme a Cdp e FEI (Gruppo BEI), le PMI che innovano e si internazionalizzano nell’accesso alla risorse finanziarie del Piano Juncker”. “Con l’accordo con SACE – ha detto Luigi Migliaccio, responsabile Prodotti del credito di Banca Sella – vogliamo confermare il nostro supporto finanziario alle piccole e medie imprese e alle imprese a media capitalizzazione che sono oggi fortemente impegnate a migliorare e adeguare i loro processi alle nuove tecnologie, che permettono loro di avere strumenti anche per affacciarsi sui mercati internazionali. Con questa collaborazione Banca Sella aggiunge un ulteriore tassello alla gamma di soluzioni dedicata all’innovazione e internazionalizzazione delle imprese, sulla scia dell’accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti siglato lo scorso giugno”. Foto sace fonte “La Sicilia)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Psoriasi e la pelle libera da lesioni

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

psoriasiNovartis ha presentato nuovi dati provenienti dal più vasto sondaggio globale mai condotto finora tra le persone affette da psoriasi, secondo il quale molti non solo non raggiungono l’obiettivo terapeutico di una pelle esente da lesioni, ma non credono neppure che tale obiettivo sia realistico1. Le persone affette dalla malattia dichiarano anche di dover affrontare discriminazioni, umiliazioni e, in alcuni casi, disturbi psicologici, secondo la ricerca presentata al congresso della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV).Se da un lato l’evidenza clinica presentata al congresso EADV ha dimostrato che una pelle libera da lesioni migliora significativamente la qualità della vita, dall’altro il sondaggio ha scoperto che oltre la metà (57%) delle persone non ha ottenuto una pelle esente o quasi esente da lesioni, e quasi un terzo (28%) ha dovuto attendere cinque anni prima di ricevere un trattamento che permettesse di ottenere una pelle esente o quasi esente da lesioni. “Ogni paziente merita la possibilità di ottenere una pelle libera da lesioni, tuttavia secondo questa ricerca a molti non viene neppure data questa possibilità”, ha dichiarato Vasant Narasimhan, Global Head, Drug Development e Chief Medical Officer di Novartis. “Novartis sostiene la risoluzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che mira a fare della psoriasi una priorità sanitaria globale e ad aiutare i pazienti a superare le strazianti sfide fisiche, sociali e psicologiche che questa patologia comporta”.Oltre 8.300 persone provenienti da 31 Paesi hanno preso parte al sondaggio, che mirava a migliorare la comprensione delle prospettive dei pazienti in merito a una pelle libera da lesioni e, soprattutto, sull’impatto di non riuscire a ottenerla. Questa importante iniziativa di ricerca rappresenta la più grande collaborazione di sempre tra Novartis e le associazioni di pazienti, ivi inclusi 25 gruppi provenienti da tutto il mondo.I risultati del sondaggio rafforzano la necessità di un’educazione migliore e di un maggior impegno da parte degli operatori sanitari e dei pazienti circa la possibilità di ottenere una pelle libera o quasi libera da lesioni, intesa come obiettivo terapeutico. Inoltre, essi sono una dimostrazione dell’impatto negativo che la psoriasi esercita sulla vita dei pazienti. La maggior parte delle persone intervistate (84%) soffriva di discriminazioni e umiliazioni, mentre per quasi la metà (43%) la psoriasi aveva avuto ripercussioni sulla vita sociale e reso difficile instaurare relazioni intime1.Un terzo (38%) delle persone intervistate ha anche riferito di soffrire, a causa della psoriasi, di un disturbo psicologico diagnosticato: una persona su quattro aveva una diagnosi di ansia (24%) o di depressione (25%). Altre ricerche presentate al congresso EADV hanno anche dimostrato che i pazienti affetti da ansia o depressione soffrono di una forma più severa della malattia e di una peggiore qualità della vita3: questo sottolinea ulteriormente il legame tra gli aspetti psicologici e fisici di questa patologia.Ulteriori informazioni e risultati del sondaggio sono disponibili presso il sito http://www.skintolivein.com/Ask4Clear. Skin To Live In è un hub online di Novartis, con canali di social media che spaziano da Facebook a Twitter, YouTube e Instagram, dedicato a educare e sostenere i pazienti con gravi malattie della pelle, ivi inclusa la psoriasi.
Novartis è impegnata nei confronti delle persone che convivono con la psoriasi, e ha lanciato la campagna Ask Your Dermatologist, che è sostenuta da diverse associazioni di pazienti e di medici. La campagna, attualmente lanciata in diversi Paesi, ivi inclusi Germania, Svizzera, Svezia e Austria, ha lo scopo di ispirare e incoraggiare le persone affette da psoriasi a consultare nuovamente il proprio dermatologo per discutere le aspettative di trattamento e definire le priorità per migliorare la qualità della loro vita. Per saperne di più su questa campagna, visitare il sito http://www.askyourderm.com.
La psoriasi è una diffusa malattia autoimmune non contagiosa, che colpisce fino al 3% della popolazione mondiale4. La psoriasi a placche – la forma più comune di questa patologia – appare sotto forma di chiazze rosse in rilievo, coperte da uno strato bianco/argenteo di cellule cutanee morte. La psoriasi non è semplicemente un problema estetico, ma una malattia cronica, persistente e spesso invalidante, che può compromettere anche gli aspetti apparentemente meno importanti della vita quotidiana delle persone. Fino al 30% dei pazienti con psoriasi ha sviluppato – o svilupperà in futuro – artrite psoriasica, una patologia che colpisce anche le articolazioni, causando sintomi debilitanti che includono dolore, rigidità e danno articolare irreversibile5,6. La psoriasi è anche associata ad altre malattie gravi, come il diabete, le patologie cardiache e la depressione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tartufi: Consigli per gli acquisti

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

tartufo neroPrezzo elevatissimo, scarso potere alimentare, “profumo” intenso. Sono queste le caratteristiche dei tartufo, un fungo sotterraneo che si sviluppa in corrispondenza delle radici degli alberi (es. quercia) e che puo’ essere individuato grazie all’utilizzo di cani addestrati. Anticamente gli venivano attribuite proprieta’ afrodisiache, tant’e’ che era stato dedicato a Venere. Quello piu’ pregiato e’ quello bianco di Alba (Cuneo) ma ce ne sono di varieta’ meno costose (es. nero di Norcia – Perugia). Il prezzo elevato, anche 3.000 euro al kilo, induce i disonesti a truffare i consumatori. Ci sono tartufi provenienti dall’Asia senza alcuna particolare qualita’ organolettica, che non sanno di nulla e non profumano ma che vengono commercializzati come nostrani; i prezzi di importazione sono, ovviamente, stracciati rispetto a quelli di vendita nel nostro Paese. Difficile, per i profani, distinguere l’uno dall’altro anche perche’, furbescamente, si uniscono a quelli italiani per farne assumere l’odore. A volte si aggiungono pietruzze nelle screpolature per aumentarne il peso o si incollano quelli piccolissimi tra loro (il tartufo piu’ grande e’ piu’ costoso) o si mescolano specie piu’ e meno pregiate. Insomma, attenzione alle truffe che, in questo caso, sono particolarmente onerose; individuare un venditore di fiducia ci pare cosa utile. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra fotografica “Visions of Venice”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

visions-of-venicevisions-of-venice1Milano 13 ottobre / 13 novembre 2016 Fondazione Stelline Corso Magenta, 61. È in esposizione dal 13 ottobre al 13 novembre 2016 alla Fondazione Stelline di Milano la mostra fotografica “Visions of Venice”, primo capitolo di “Impressions of the World”, il decennale progetto di Roberto Polillo ispirato ai pittori viaggiatori dell’800 che ha per obiettivo la ricerca del Genius Loci di città e paesi del mondo. Un’avventura artistica e spirituale che finora lo ha portato in Marocco, India, Sud Est Asiatico, America Centrale, New Mexico, Miami, Islanda e Italia.Tratta dal libro omonimo edito da Skira, presentata in anteprima ai Tre Oci di Venezia lo scorso inverno, la mostra è curata da Alessandro Luigi Perna ed è introdotta da un testo di Denis Curti. A comporre l’esposizione circa 75 immagini (dal piccolo al grandissimo formato) e una serie di citazioni dedicate a Venezia scelte dalle opere di alcuni degli scrittori più famosi che hanno parlato della città.
Il progetto “Impressions of the World” è tutto realizzato in ICM – Intentional Camera Movement, una tecnica di ripresa ancora poco conosciuta ma di grandi potenzialità artistiche che impone di realizzare le immagini tenendo tempi di ripresa lunghi e muovendo la macchina fotografica durante lo scatto. Il perfezionamento delle immagini avviene poi in postproduzione, fase di elaborazione fondamentale perché permette di declinarle secondo la cifra stilistica di ciascun autore. A ispirare culturalmente ed esteticamente Roberto Polillo è la fotografia pittorica delle origini, la pittura orientalista dell’800 e poi i grandi movimenti artistici della pittura moderna e contemporanea rappresentati da autori come Delacroix, Matisse, Renoir, Van Gogh, Turner, De Chirico. Ma per quanti riferimenti ci siano nelle sue immagini alle loro opere, Roberto Polillo riesce a creare per sé e per il suo pubblico un suggestivo universo artistico ed estetico del tutto originale e autonomo. Giorni e orari: Martedì – Domenica 10.00 – 20.00 Chiuso il lunedì (foto: Visions of Venice)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Referendum Renzi: gioco delle tre carte

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

tre-carte_200_200Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Renzi mente sapendo di mentire. Continua a ripetere che con il ‘sì’ al referendum ‘non c’è il rischio di deriva autoritaria’: niente di più falso.Il premier mai eletto fa il gioco delle tre carte, e sostiene che la riforma della Costituzione non tocca in via diretta gli articoli che plasmano la forma di governo. Ogni volta, però, Renzi omette di dire che le modifiche vanno lette in maniera integrata con quelle connesse al nuovo sistema elettorale per la sola Camera dei deputati: il risultato del combinato disposto è infatti un cambiamento surrettizio della forma di governo che, con il tempo, porterebbe ad una sorta di ‘premierato assoluto’.Un modello, quello dell’uomo solo al comando, che diventa preoccupante nella misura in cui risulti privo degli idonei contrappesi, la cui mancanza è aggravata proprio dalla nuova legge elettorale, l’Italicum. Solleva infatti più di una preoccupazione il fatto che il nuovo sistema di voto conceda il premio di maggioranza a una sola lista, e che la Camera, con i suoi 630 deputati, possa senza difficoltà decidere, a maggioranza – nelle mani del leader del partito vincente (anche con pochi voti) nella competizione elettorale – in merito a tutte o quasi tutte le cariche istituzionali.Ne conseguono, quindi, evidenti effetti collaterali negativi per il sistema di checks and balances: ne risente l’elezione del Capo dello Stato, dei componenti della Corte costituzionale, del Csm. Il risultato è un sistema fortemente sbilanciato il cui pasticcio è davanti agli occhi di tutti.Renzi è un imbroglione, ma è sempre più difficile mescolare le carte per negare disperatamente l’impatto devastante che questa ‘schiforma’ ha sulla partecipazione democratica, sul pluralismo istituzionale, sulla sovranità popolare, sulla rappresentanza: i cittadini ne sono ben consapevoli, e sapranno gridare forte e chiaro il proprio ‘no’ a quella che è una vera e propria truffa a loro danno”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Imesa acquisisce il 40% della ISS International

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

imesaL’azienda del Gruppo Schiavoni si rafforza nel settore oil & gas: sinergia tra l’eccellenza tecnica di Imesa nella produzione di quadri elettrici e la forte esperienza della ISS nella formazione di personale specializzato. Imesa, azienda del Gruppo Schiavoni che si colloca tra i leader europei nella produzione di sistemi elettromeccanici, ha ufficializzato l’acquisto del 40% della ISS International, società attiva nel settore dei servizi per la realizzazione di impianti oil & gas e power industry. Realtà internazionale con sede principale a Roma e uffici esteri in diversi Paesi di Asia e Africa, ISS vanta una lunga esperienza nella formazione di personale specializzato nella progettazione e costruzione di grandi impianti. Un’acquisizione strategica per Imesa, che prosegue nella crescita relativamente sia al processo produttivo che alla penetrazione in nuovi mercati; l’azienda ha chiuso il 2015 con 34,7 milioni di euro di fatturato, un utile netto pari a 2,5 milioni ed ebitda di 4,4 milioni.
“In una fase stagnante dell’economia mondiale – afferma Giampiero Schiavoni, presidente di Imesa – continuiamo ad ottenere ottime performance di bilancio e a crescere. Avere acquisto una quota rilevante nella ISS significa credere nel futuro e rafforzare il nostro gruppo industriale.” “In un quadro imesa1di espansione commerciale e industriale – aggiunge Giacomo Bugaro, membro del consiglio di amministrazione di Imesa – abbiamo colto l’opportunità di acquisire il 40% di una società che sviluppa un business complementare al nostro e che pratica i medesimi scenari commerciali. Abbiamo fiducia nel management e nell’amministratore delegato, Giuseppe Bellantoni, che ha portato l’azienda a raggiungere risultati significativi; l’organizzazione della società è tale da farci intravedere buone possibilità di sviluppo, da cui Imesa non potrà che trarre beneficio.” Imesa è specializzata nella progettazione e realizzazione di quadri elettrici e si annovera tra i fornitori più qualificati di importanti realtà italiane ed estere operanti principalmente nel comparto navale e nell’industria dell’oil & gas. Con l’ingresso nella compagine societaria della ISS, l’azienda del Gruppo Schiavoni punta a rafforzarsi in quest’ultimo settore, attivando sinergie tra le proprie competenze costruttive e l’approvvigionamento di manodopera specializzata per le fasi di montaggio, commissioning e, in parte, progettazione. Sinergie che si traducono per Imesa nella possibilità di offrire una gamma più ampia di servizi e di dare ulteriore impulso all’azione commerciale, specie nell’area della penisola araba dove la ISS è molto radicata. ISS ha raggiunto nel 2015 un fatturato di 18,8 milioni di euro, con ebitda di 3,8 milioni di euro.
Nei prossimi giorni verrà definito l’ingresso dei rappresentanti Imesa in seno al consiglio di amministrazione di ISS. (foto: imesa)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Taormina un incontro internazionale su diabete e obesità

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

taorminaSi svolgerà a Taormina dal 6 all’8 ottobre presso il centro congressi S. Domenico Palace, piazza San Domenico 5, il workshop internazionale dal titolo “New trends in diabetes and obesity treatment”, organizzato dal Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Catania e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. Il focus dell’incontro sono i nuovi aspetti nella diagnosi e nel trattamento di due condizioni metaboliche in aumento in tutto il mondo: diabete e obesità. Nelle diverse sessioni esperti italiani e internazionali parleranno delle novità nel trattamento farmacologico sistemico del diabete, incluso il trattamento multifarmaco. Il pomeriggio di venerdì 7 ottobre sarà dedicato agli specifici problemi del diabete durante l’adolescenza, considerando anche la prevenzione e la diagnosi precoce di complicazioni croniche in questi pazienti. Verrà affrontata inoltre la gestione del passaggio dall’adolescenza all’età adulta nei soggetti con diabete. L’ultima sessione sarà dedicata all’obesità, includendo la patofisiologia dei pazienti obesi e gli effetti dei nuovi trattamenti, sia farmacologici sia chirurgici.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

COP21 contro il riscaldamento climatico. L’assenza dell’Italia e i giri a vuoto dell’Eni

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

Philippine climateL’accordo di Parigi sul clima (COP21) siglato lo scorso dicembre e’ a buon punto per essere ratificato ed entrare in vigore: il mondo dovrebbe essere impegnato a non superare il livello di riscaldamento di 2 gradi centigradi rispetto ai livelli preinsdutriali. Diversi Paesi vi hanno gia’ provveduto, inclusi i giganti Cina, Usa, India e Unione Europea (che decide di per se’ lasciando poi ogni singolo Stato perche’ faccia altrettanto). Ma mentre il numero minimo di Stati che vi devono aderire e’ stato raggiunto (55 su 195 che erano al summit di Parigi), non si e’ ancora arrivati a quel 55% di inquinamento che i singoli Paesi tutti insieme dovrebbero raggiungere (ognuno con la propria percentuale di inquinatore) perche’ l’accordo divenga realta’. A novembre ci sara’ a Marrakech (Marocco) la COP22, ma in diversi ritengono che sara’ una cosa formale e non sostanziale. Tra i Paesi che mancano all’appello c’e’ l’Italia che, nonostante la buona volonta’ di alcuni
parlamentari ed associazioni ambientaliste che si stanno dando da fare (e che sono politicamente vicine all’attuale maggioranza che ci governa), la ratifica non si intravede; a livello internazionale, gli esperti “dicono” che dovremmo farlo entro la fine dell’anno.
Nel contempo, le nostre citta’ continuano ad essere delle camere a gas nonostante gli impegni di tristi amministratori locali buoni solo a fare promesse e dichiarazioni ma latitanti sul piano della realizzazione di infrastrutture che garantiscano la mobilita’ alternativa (quella ciclabile per eccellenza). Son questi i momenti in cui ci sfugge quel ritrovato ruolo internazionale che il governo del nostro Paese dice di aver ritrovato dopo tanto tempo e che -in qualche modo- mette positivamente in atto a livello di Unione Europea.
E cosa fa l’industria italiana? Si fa ovviamente i fatti suoi, quelli cioe’ che devono fare tutte le industrie, che sono societa’ di capitali e non centri di progresso civico e ambientale. E lo fanno anche perche’ mancano indirizzi ad hoc da parte di Parlamento e Governo, indirizzi dove il segnale del ritardo (ci auguriamo sia solo questo) della ratifica delle decisioni del summit di Parigi, oltre che una figuraccia di politica internazionale fa male anche ai nostri polmoni e alle nostre tasche: senza i minimi di cui sopra (il cui non raggiungimento e’ anche colpa dell’Italia) le decisioni di COP21 non possono essere esecutive, e siccome lo saranno solo dopo 30 giorni da questo raggiungimento, ogni giorno di ritardo non fa altro che accumulare veleno: visto che a Marrakech non ci sara’ questo minimo, bisognera’ aspettare un prossimo vertice che prenda atto del necessario… e il pianeta e l’Italia continueranno a farsi male.
Dicevamo dell’industria italiana. E’ di oggi il grande risalto che Eni ha dato al proprio ultimo ritrovato in materia di carburanti meno inquinati in uno dei settori che piu’ contribuiscono a farci male, il diesel. Il gigante petrolifero ci fa sapere che, in attesa di cambiamenti radicali nei sistemi di trasporto (e di indirizzo politico degli stessi -aggiungiamo noi), Eni Diesel+ (il carburante che ha -come dicono loro- il maggiore contenuto di componente biologica e rinnovabile -15 per cento) fornisce un contributo immediato alla riduzione delle emissioni sull’intero parco veicolare a gasolio: e’ stato calcolato che se in Italia tutte le auto diesel utilizzassero Eni Diesel+ le emissioni di anidride carbonica si ridurrebbero di 2,7 milioni di tonnellate, circa il 5 per cento del totale, e cio’ equivarrebbe ad azzerare le emissioni di tutte le auto circolanti a Milano e Torino.
E’ come curare il cancro con un cachet contro il mal di testa. Ci dobbiamo accontentare di questo confermando di essere la provincia della provincia del Pianeta? Noi no, e per questo denunciamo e facciamo appello per una ratifica in tempi strettissimi degli accordi sulla diminuzione dei gas ad effetto serra. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio e l’eredità della Raggi

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

raggi“Non c’è dubbio che noi abbiamo una grande responsabilità sulla situazione attuale di Roma. Dire che è colpa dei Cinquestelle è scorretto e non è serio”. Così Francesco Boccia, deputato del Partito Democratico, oggi al programma di Rai Radio2 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, rispondendo alla domanda su chi, tra PD e M5S, sia al momento più colpevole della situazione della Capitale. Quindi la colpa E’ più colpa vostra che loro, insomma…”I guai di Roma sono figli di chi c’era prima, di Alemanno e della Giunta Marino. In tre mesi i Cinquestelle non potevano far disastri”. E cosa pensa dell’operato della Raggi? “Intanto le consiglio di insediarsi, perché in questi tre mesi praticamente non si sono ancora insediati… Non sono stati capaci di scegliere un assessore e se lo scelgono c’è sempre qualche problema. Io mi auguro che la Raggi inizi a fare il sindaco – ha concluso Boccia a Un Giorno da Pecora – e che il governo aiuti a risolvere alcuni problemi della città”

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I giovani e il lavoro, prospettive e ricerca di senso”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

la sapienzaRoma giovedì 6 ottobre alle 10 presso l’Università la Sapienza sala Odeion facoltà di lettere presentazione dell’indagine della Fondazione Paoletti su “I giovani e il lavoro, prospettive e ricerca di senso” su un campione di mille italiani di 18-34 anni. L’analisi dei dati, in particolare, si soffermerà sulla percezione che i giovani hanno delle politiche del lavoro, sulle reti relazionali a cui si appoggiano, sulle strategie che mettono in campo per trovare una collocazione professionale in questo periodo di incertezza economica. Un focus in particolare riguarderà le giovani donne. Oltre a Patrizio Paoletti, presidente dell’omonima Fondazione, interverranno, tra gli altri: Moshe Bar, direttore del Gonda multidisciplinary Brain Research Center della Bar Ilan University; Bruno Busacca, responsabile Segreteria Tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Lucia Valente, assessore al Lavoro della Regione Lazio e prof. ass. di Diritto del Lavoro dell’Università La Sapienza di Roma. Ingresso libero.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fondo Pictet-Multi Asset Global Opportunities compie tre anni

Posted by fidest press agency su martedì, 4 ottobre 2016

londraLondra. Pictet Asset Management, la divisione di asset management del Gruppo Pictet, è lieta di annunciare che il fondo Pictet-Multi Asset Global Opportunities (MAGO) festeggia il suo terzo compleanno superando i 3 miliardi di euro di masse in gestione.Il Comparto, lanciato il 21 agosto 2013 ed in collocamento in Italia dal 23 settembre 2013, investe con un approccio bilanciato flessibile su tutte le asset class, regioni geografiche, settori e stili gestionali con l’obiettivo di perseguire un migliore profilo rischio-rendimento rispetto ad un portafoglio bilanciato tradizionale.La performance annualizzata di MAGO nei tre anni terminati ad agosto è stata del 4,7% (classe R; il 5,7% per la classe P e il 6,1% per quella istituzionale) con una volatilità realizzata del 4,8% (simile a quella di un BTP a 7 anni). Entrambi i parametri rispettano gli obiettivi annunciati: un limite di volatilità del 5% e un’aspettativa minima di rendimento del 3% medio annualizzato, sull’orizzonte di tre anni.Il fondo ha dato buona prova in particolare nel limitare le perdite in fasi negative di mercato grazie alla capacità di analisi delle fonti di rischio e di diversificazione del portafoglio dinamicamente adattato ai diversi regimi di volatilità e correlazione.Con l’occasione il team di gestione del fondo si amplia con l’ingresso di Fabio Castaldi in qualità di Senior Investment Manager, che rafforza ulteriormente il gruppo Euro Multi Asset formato da 6 professionisti e guidato da Andrea Delitala, responsabile dell’Investment Advisory in Italia, con il supporto di Marco Piersimoni, Senior Portfolio Manager e Fabrizio Santin, Portfolio Manager.
Fabio Castaldi vanta di un’esperienza di oltre 20 anni nei mercati finanziari internazionali con particolare focus nel reddito fisso e nelle gestioni a ritorno assoluto e multi asset. Ha maturato la sua esperienza attraverso ruoli di prima linea in alcune delle principali case di investimento italiane ed internazionali prima da Milano e poi da Tokyo, Parigi e Londra (in Credit Agricole Indosuez come Head of Fixed Income Trading – Milano; poi in Caylon Securities come Head of Fixed Income Trading – Tokyo; di seguito in Credit Agricole Asset Management come Multi Asset e Volatility Portfolio Manager – Parigi; e, prima di passare in Pictet Asset Management, era in Amundi Asset Management in qualità di Head of Absolute Return – Londra).

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »