Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Da quando c’è Renzi gli sbarchi in Italia sono triplicati

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2016

immigratiDa quando governa Renzi il numero degli sbarchi (e dei morti purtroppo) è triplicato. Fatalità? Coincidenza? No, semplicemente politiche sbagliate, quelle che il Movimento 5 Stelle vuole cambiare! Nelle ultime 48 ore sono sbarcati nelle coste siciliane, calabresi, pugliesi ben 11 mila migranti, in 28 sono deceduti durante la traversata. I centri di accoglienza sono al collasso. Gli uomini della Guardia costiera, della Marina militare, i volontari delle associazioni umanitarie stanno svolgendo un duro lavoro e a loro va la gratitudine di tutti gli italiani, ma così non si può andare avanti. Con Renzi al governo il picco degli sbarchi è massimo.C’è la firma di Renzi sull’accordo con la Turchia che è servito a spostare gli sbarchi dalla rotta balcanica, quella che portava direttamente alla Germania, a quella mediterranea che oggi porta di nuovo verso l’Italia. Se non si affrontano le ragioni profonde che causano i flussi migratori l’emergenza sarà sempre cronica. Renzi è il capofila della politica estera e di difesa europea che privilegia gli affari degli armatori e lo sfruttamento delle risorse dei Paesi di origine dei flussi. Perché non ferma l’export delle armi verso l’Arabia Saudita? Gli interessi economici delle multinazionali, purtroppo, valgono molto più della tutela della vita e dei diritti fondamentali delle persone.
Una volta giunti in Europa migranti africani e asiatici vengono sfruttati come moderni schiavi. In Italia la piaga dello sfruttamento della manodopera e del lavoro in nero degli immigrati è molto diffusa, soprattutto nel Sud Italia per la raccolta di arance e pomodori, come documentato da una missione in Calabria dei portavoce Laura Ferrara, Massimiliano Bernini e Paolo Parentela.Il 3 ottobre scorso è ricorso il terzo anniversario della tragedia di Lampedusa che è costata la vita a 368 persone. “Da allora si sono verificati in media dieci morti al giorno nel Mediterraneo”, ha dichiarato il portavoce dell’Oim (Organizzazione internazionale per le migrazioni), Joel Millman. In occasione di questa ricorrenza il New York Times ha pubblicato un reportage fotografico che mostra le miserie di questi sbarchi. E i grandi della terra sono impotenti. O conniventi? (fonte: Wikipedia su dati elaborati da Fondazione Ismu) (n.r. a parte tutto il resto l’errore maggiore di Renzi, a nostro avviso, è stato quello di non ancorare la firma dell’accordo con la Turchia con un impegno preciso della Commissione europea e del Parlamento alla soluzione dei problemi immigratori italiani. O forse si voleva “speculare” sugli immigrati per poi chiedere un “conto” salato senza pensare, ovviamente, alle ricadute ambientali, sociali e politiche di tale comportamento? In altri termini il problema tende a spostarsi sul “che farne” dato che le possibilità occupazionali per centinaia di migliaia di immigrati sono ridotte al lumicino. Li vogliamo trasformare in vagabondi senza alloggio e lavoro? In manodopera per la malavita? In soggetti antisociali capaci di destabilizzare l’intero Paese?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: