Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 17

Archive for 18 ottobre 2016

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

History of painters eighth Volume “Fidest – News Agency / press …

https://fidest.wordpress.com/2016/08/15/ historyofpaintersvolumeeighth /

August 15, 2016 – History of painters eighth volume by Riccardo Alfonso I take the news flow from the end of the month of October of 2014, and then follow along the …

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

A Surreal Legacy, Selected Works of Art from the Edward James Foundation

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

piecespieces1London Christie’s will present selected works of art from The Edward James Foundation on 15 December 2016 as part of Christie’s Classic Week. Iconic pieces that trace the development of Surrealism and reflect the tastes of the visionary patron of art and collector, Edward James, will be offered alongside a cross-category selection of objects from West Dean House, collected by generations of successive owners. The sale will comprise approximately 200 lots and the proceeds will be used to support the Foundation’s long-term plan to enhance Edward James’ educational legacy including a permanent exhibition space and a transformation of how the Foundation’s archives are managed and used. James sold a number of works in the 1970s and early 1980s to benefit the Foundation and this sale continues a long-standing relationship between Christie’s and The Edward James Foundation. With estimates ranging from £600-400,000, the sale provides opportunities for collectors at every level and will be on view from 10-15 December 2016. (photos: pieces)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kuwait’s Al-Sumait Prize For African Development Announces winners for Health and Food Security Categories

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

al-sumait-prizeKuwait City, Monday October 17, 2016 – Today’s Board of Trustees meeting of the Al-Sumait Prize for African Development honored ground-breaking research on tackling childhood malaria and addressing undernourishment through Africa, which both impact the lives of ten millions of children across the continent.The Board awarded the 2015 Al-Sumait Prize for Health to Professor Kevin Marsh, from the University of Oxford and African Academy of Sciences, Kenya, for his sustained efforts to control and eradicate malaria, which impacts the health of tens of millions of African children.The 2016 Al-Sumait Prize for Food Security honored two organizations The Sweet Potato for Nutrition Team International Potato Centre, Peru, in advancing the contribution of sweet potato to African farmers and households to address Vitamin A deficiency, one of the most pernicious forms of undernourishment, and the International Institute of Tropical Agriculture, Nigeria, for its work in improving the yields and nutritional quality of major staple food crops, such as cassava, banana and maize.Al-Sumait’s Board is chaired by H.E. Sheikh Sabah Khaled Al-Hamad Al-Sabah, Kuwait’s First Deputy Prime Minister and Minister of Foreign Affairs. Other board members include Bill Gates, co-chair of the Bill & Melinda Gates Foundation, Dr. Donald Kaberuka, Former President of the African Development Bank, Dr. Kwaku Aning, Former Deputy Director General of the International Atomic Energy Agency, Mr. Abdulatif Alhamad, Director General and Chairman of the Arab Fund for Economic and Social Development, Mr Tareq Al-Mutawa, Executive Member of the Board of Public Gathering Charity Committee and others.Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS), which administers the awards, said the Board of Trustees is ‘proud to award the prizes to all three recipients who have made major contributions to improving the lives of millions of people throughout Africa.“We are deeply humbled by the efforts demonstrated by Al-Sumait prize laureates in the pursuit of scientific discoveries to meet the challenges of disease, nutrition, food production and climate change,” he said. He added all the laureates were in the frontline of Africa’s challenges, yet have succeeded despite limited resources.Al-Sumait Prizes honor individuals or institutions who help advance economic and social development, human resources development and infrastructure in Africa through their sustained research and or innovative projects that result in major impact on the lives and welfare of the people of Africa especially the poor and underprivileged. The awards were instigated on the initiative of His Highness Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al- Sabah, the Amir of the State of Kuwait.With each award worth one million dollars and a gold medal, Al-Sumait awards are administered by the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) and a Board of Trustees who oversee the selection of the recipients. The awards acknowledge the work of the late Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti doctor who dedicated his life to addressing the development challenges confronting Africa and established the Direct Aid humanitarian organization.The winning laureates will receive their awards from the Amir of the State of Kuwait and the President of Equatorial Guinea during a ceremony at the Fourth Arab African Summit in Equatorial Guinea on November 22, 2016.“Each of the winners represent innovative, exciting initiatives being done to address the challenges facing Africa,” said Dr. Adnan Shihab-Eldin. (foto: Al-Sumait Prize)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Positive experiences by Irish women using online abortion service Women on Web reported in new scientific publication

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

dublinoThe study examined both the demographics and circumstances of 5,650 women requesting early medical abortion between 2010 and 2015, and the experiences of 1,023 women who completed abortion from January 2010 to December 2012. Women were diverse with respect to age, pregnancy circumstances, and reasons for seeking abortion. Results were peer-reviewed and published in the international journal, British Journal of Obstetrics and Gynaecology (BJOG). Study findings include:
Among women completing early medical at-home abortion, 97 percent felt they made the right choice and 98 percent would recommend it to others in a similar situation. The only negative experiences commonly reported by women were the mental stress caused by pregnancies they did not want or felt they could not continue, and the stigma, fear, and isolation caused by current restrictive abortion laws.The feelings women most commonly reported after completing abortion were ‘relieved’ (70 percent) and ‘satisfied’ (36 percent).
Women with financial hardship had twice the risk of lacking emotional support from family and friends.
“Women in Ireland and Northern Ireland accessing medical abortion through online telemedicine report overwhelmingly positive benefits for health, wellbeing, and autonomy,” Aiken said. “This examination and subsequent findings provide a new evidence to inform the policy debate surrounding abortion laws in Ireland and Northern Ireland.” Funding for this research was in part provided by infrastructure grants for population research from the Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development of the National Institutes of Health.The study was published online first at http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/1471-0528.14401/full

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frankfurt Agreement, October 2016: Further strengthens global trade, broadens market access

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

Geneva, SwitzerlandGeneva, Switzerland; Brussels, Belgium. Friday, during the annual IEC General Meeting in Frankfurt, the IEC, which publishes the large majority of International Standards for electrical and electronic devices and systems, and CENELEC, its counterpart at the European level, have signed an agreement that will increase the harmonization between International and European standards. This agreement will benefit the European electrical and electronic industry, which will find it easier to export to markets around the world, many of which rely on IEC International Standards, as well as manufacturers from other countries who will be able to export assemblies and products more easily into the European market.Today, electrical and electronic devices are the largest category of goods traded in the world. In 2015, they represented 17.7% of total trade value, according to UN Com trade statistics. This is without counting goods such as lighting, photographic devices, aircraft and trains, which are not included in these numbers.Dr Junji Nomura, IEC President, and Dr Bernhard Thies, President of CENELEC, sign the Frankfurt Agreement, October 2016 at the IEC 80th General Meeting
Europe is an important consumer of electrical and electronic devices and systems and is host to thousands of small, medium and large companies active in this field. Many of them want to sell beyond national and European borders.Around 80% of all European electrotechnical standards are identical to or based on IEC International Standards.This level was achieved through the Dresden Agreement which was signed in 1996 between both organizations. However, a lot has changed since then – global trade in electrical and electronic devices has accelerated and differences between products have become a lot smaller.The new Frankfurt Agreement takes these changes into account, and aims to bring the ratio of harmonization between International and European standards up to an even higher level. Says Frans Vreeswijk, IEC General Secretary & CEO: “Most countries in the world accept products that are built to IEC International Standards. This harmonization facilitates global trade and it allows developed and developing countries to compete on an equal footing, levelling the playing field. This agreement, with CENELEC, an important IEC partner, will further boost the efficiency of both organizations, making best use of resources and ultimately help make the world a safer place.”Says Bernhard Thies, President of CENELEC: “An electron is an electron, in Europe, Asia, the US or Africa. There is really no good reason to have a different standard from one region to the next. Differences waste time and money and make it more difficult for European manufacturers to export and compete globally. This agreement is an important path forward in harmonizing European standards with the world and increasing European industry competitiveness on the global market.” Under the Frankfurt Agreement, the primacy of electrotechnical standardization at the international level in the IEC will be reinforced. This avoids duplication of efforts and helps make best use of European and IEC experts. (photo: cenelec)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Asta Cose Preziose: il collezionismo d’epoca

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

asta

Roma venerdì 21 ottobre 2016, ore 15.00 unica sessione Esposizione: martedì 18, mercoledì 19 e giovedì 20 ottobre 2016 dallo ore 10.00 alle ore 19.00 Viale Giuseppe Mazzini 1 si terrà la prima asta ufficiale della nuova casa d’aste Bolli & Romiti – Casa d’aste in Roma, nata dalla collaborazione tra Donatella Bolli che vanta al suo attivo una pluriennale esperienza nelle più importanti case d’asta italiane e Fabrizio Romiti, proveniente da una delle famiglie di antiquari più conosciute d’Italia.
La prima asta con cui inaugurano la loro attività è Cose Preziose – il collezionismo d’epoca che mette all’incanto 368 lotti fra dipinti, sculture, opere su carta, mobili, arredi oltre ad una ricca offerta di porcellane, ceramiche, argenti, vetri e maioliche.
Come spiega Fabrizio Romiti “si tratta di un’asta in cui l’oggettistica di antiquariato è argomento predominante, da cui il titolo che abbiamo scelto. Si tratta di una selezione di oggetti, provenienti maggiormente da un’importante collezione romana, in cui l’attenzione per il dettaglio e la ricerca dell’oggetto raro è immediatamente evidente, e raggiunge la sua forma più raffinata in alcuni lotti davvero pregevoli”.
Da segnalare tra i dipinti antichi una grande tela di Keeley Halswelle I contadini attendono la benedizione di Papa Pio IX di fronte a San Giovanni in Laterano, dipinto tra il 1869 e il 1873, come il pittore stesso racconta su uno stralcio del suo diario incollato sul retro della tela, stimato tra i 40.000 e 60.000 euro, un piccolo olio su carta di David Teniers, Scena di osteria, stimato 10.000 – 15.000 euro, e sempre del Seicento, una tela dell’ambito di Giuseppe Maria Crespi La predica del Battista stimata tra 5.000 e 8.000 euro.

asta1

Tra le opere italiane del Novecento si segnalano un piccolo e prezioso olio su tavola di Giuseppe Viviani del 1921, Donna che cuce in cucina, stimato tra 12.000 e 15.000 euro, una tela di Giuseppe Aristide Sartorio Tramonto antico del 1914, stimato tra 5.000 e 7.000€, e una bella Madonna con Bambino in marmo scolpita da Alceo Dossena che ha una stima tra 10.000 e 15.000 euro.
A tempi più recenti risalgono due interessanti opere su carta, la prima disegnata a china e matita da Carlo Carrà nel 1945 dal titolo L’Aedo con una stima tra 5.000 e 7.000 euro e la seconda di Renato Guttuso E’ son tiranni… del 1960, con una stima tra 5.000 e 7.000 euro, e un piatto in terracotta smaltata policroma con due pesci di Leoncillo stimato tra i 4.000 e i 6.000 euro.
Nella sezione dedicata agli arredi si segnalano una coppia di rare consoles di periodo Carlo X lastronate in essenza di legni pregiati e intarsiate a motivi geometrici con ripiani in marmo policromi, provenienti da ambito siciliano o napoletano stimate tra 30.000 e 40.000 euro, un salotto in legno dorato e riccamente scolpito, del 1840 anch’esso di ambito napoletano con una stima tra 15.000 e 25.000 euro e un originale mobile italiano del XVII secolo, in legno laccato e dipinto con figure allegoriche e sculture di colonne e cariatidi, stimato tra 10.000 e 15.000 euro.
Particolarmente pregiati, infine, una coppia di lampadari in vetro di Murano cognac a quindici luci della manifattura Barovier&Toso con una stima tra 25.000 e 35.000 euro e un globo celeste del 1792 con una stima tra 3.000 e 5.000 euro. (foto: asta)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Rana Plaza” Liat Dror & Nir Ben Gal Dance Company (Israele)

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

rana-plazaCagli Teatro Comunale di Venerdì 21 ottobre 2016 ore 21.00 ospita una delle compagnie di danza più interessanti dei nostri tempi, la “Liat Dror & Nir Ben Gal Dance Company” da Israele, con uno spettacolo di danza pienamente immerso nella nostra contemporaneità “Rana Plaza”.Il Rana Plaza di Savar in Bangladesh era un grande edificio che ospitava alcune fabbriche di abbigliamento che davano lavoro a circa 5000 persone, producendo per noti marchi occidentali. Il 24 aprile 2013 il fabbricato crollò provocando 1129 vittime (in gran parte donne) e oltre 2500 feriti. Il disastro è conseguenza diretta della pressione delle grandi aziende che chiedono di produrre al minor costo possibile, portando a condizioni di lavoro drammatiche senza alcuna sicurezza per i dipendenti.
La compagnia Israeliana Liat Dror e Nir Ben Gal, con questo spettacolo, porta in scena la strage, mettendo l’accento sulla mancanza di sicurezza, la ripetitività e l’alienazione di un lavoro necessario ma sottopagato. Liat Dror e Nir Ben Gal sono ballerini e coreografi che già nel 1987 con “Two Room Apartment” vengono premiati allo “Shades in Dance Festival” in Israele e al “Concours International de Bagnolet Choreographiqe” di Parigi. Poi per tutti gli anni ’90 propongono diverse coreografie che destano scalpore e riscuotono apprezzamento in tutto il mondo. Nel 2000 si trasferiscono nel deserto del Negev, dove fondano “Adama” che significa Terra. È un centro artistico e creativo, dove propongono corsi di danza e laboratori di guarigione, lavorando sulla libera espressione del movimento umano quando non è spinto al limite fisico. «Abbiamo voluto vivere una vita senza separazione» dicono Liat Dror e Nir Ben Gal «così che la danza potesse diventare parte della nostra vita quotidiana e non un’arte indipendente che richiede una vita competitiva e frenetica. Siamo voluti ritornare a danzare in un luogo di dedizione, disciplina e amore».
rana-plaza1«Non si può parlare di danza contemporanea senza ricordare il lavoro e le performance di Liat Dror e Nir Ben Gal» così li presenta il sito culturale Culture Buzz Israel. Con “Rana Plaza” affermano con energia la capacità della danza contemporanea di rappresentare e leggere le contraddizioni e le ingiustizie dei nostri tempi. È una storia che ci fa riflettere sui veri costi, umani più che economici, degli abiti che indossiamo. Attraverso le coreografie dello spettacolo arriviamo ad interrogarci sulla reale condizione del mondo e sulle degenerazioni dell’economia capitalistica. “Rana Plaza” è un vero e proprio “documentario danzato”, un’azione coreografica innovativa nella quale i corpi dei danzatori narrano storie vere. Una scenografia minimale lascia spazio ai movimenti dei corpi sottolineati dalle luci, dai video e dalle musiche, parte integrante di questa azione. Il pubblico viene guidato al centro della tragedia dello sfruttamento delle lavoratrici e dei lavoratori del Bangladesh che producono molti dei capi di abbigliamento che indossiamo, senza conoscere le storie vere che stanno dietro a tanti dei marchi famosi qui da noi. Organizzazione Associazione Culturale Rembò, in collaborazione con Istituzione Culturale Teatro di Cagli e Associazione Culturale Bastione Sangallo e con il contributo di CGIL. L’Associazione Culturale Rembò di Fano, attiva da poco più di un anno, progetta, organizza e produce eventi culturali nella provincia di Pesaro Urbino. (foto: rana plaza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia, quella dei furbetti: 352 miliardi di evasione in quattro anni. Sotto accusa il mondo dell’imprenditoria

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

evasione-fiscale-controlliLa chiamano economia sommersa, nera, gap-tax, evasione, ecc. Il risultato e’ lo stesso: in quattro anni, dal 2010 al 2014, l’evasione fiscale e’ stata di 352 miliardi! Da dove proviene questa evasione? Da lavoro autonomo e da impresa, Ires, Iva e Irap. A leggere il rapporto “Economia non osservata e flussi finanziari” del gruppo di lavoro istituito dal Ministero dell’Economia, c’e’ da rimanere sconcertati, soprattutto se lo rapportiamo alla manovra economica di “soli” 27 miliardi predisposta dal Governo per il bilancio 2017. L’evasione e’ 13 volte maggiore della manovra economica. In soli due anni, 2013-2014, l’evasione e’ stata addirittura di 217 miliardi!
L’evasione non e’ certo condotta dall’impiegato o dall’operaio che ricevono la busta paga, dalla quale vengono detratti mensilmente contributi e tasse ma da imprese e artigiani.
Un consiglio ai nostri lettori: se qualcuno vi addita la casta di turno da crocifiggere (chiunque essa sia), ricordatevi delle cifre sopra citate. Questo qualcuno sta producendo fumo per i vostri occhi. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Anche a Parma studi sulle nanotecnologie molecolari, premiati con il Nobel 2016

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

parma universitàNel Dipartimento di Chimica dell’Università di Parma è stata accolta con soddisfazione la notizia del conferimento ai colleghi Jean-Pierre Sauvage, J. Fraser Stoddart e Bernard L. Feringa del Premio Nobel per la Chimica 2016 per, come recita l’annuncio ufficiale della Reale Accademia Svedese delle Scienze, “the design and synthesis of molecular machines”. È l’alto riconoscimento per aver esteso il concetto di macchina fino a livello molecolare, proiettando nel futuro lo sviluppo delle nanotecnologie molecolari.I lavori di questi scienziati sono ben noti a Parma poiché nel Dipartimento di Chimica dell’Ateneo il gruppo di ricerca dei proff. Arturo Arduini, Andrea Secchi e Franco Ugozzoli, anche in collaborazione con il gruppo di ricerca dell’Università di Bologna di Margherita Venturi e Alberto Credi, ha contribuito allo sviluppo di questo innovativo settore scientifico attraverso numerosi lavori scientifici pubblicati sulle più prestigiose riviste internazionali di ambito chimico e le cui prospettive applicative spaziano dallo sviluppo di nuovi materiali nanotecnologici alla nanomedicina.Le ricerche in corso a Parma hanno radici profonde e rappresentano l’evoluzione di quel settore altamente interdisciplinare della chimica moderna noto col nome di Chimica Supramolecolare, che ha visto l’Ateneo di Parma protagonista a livello internazionale fin dai primi anni ’80 grazie alle pionieristiche ricerche di Rocco Ungaro, Andrea Pochini e Giovanni Dario Andreetti.Le nanotecnologie molecolari prendono il nome dal fatto che nel “mondo” sul quale esse operano, le distanze e le dimensioni degli oggetti (le molecole) si misurano sulla scala dei nanometri (miliardesimi di metro). Affrontare con successo queste ricerche richiede la capacità di capire, con metodi sperimentali e computazionali, come sia possibile utilizzare molecole singole come “mattoni molecolari” per la costruzione di aggregati molecolari più complessi capaci di svolgere funzioni programmate o una azione precisa quando tali aggregati siano attivati dall’ esterno mediante impulsi energetici (es.: radiazioni elettromagnetiche, fasci di elettroni, variazioni di pH, ecc.). Per far comprendere come funzionano le ‘macchine molecolari’ progettate e realizzate dal gruppo di ricerca nei laboratori dell’Ateneo, si può dire che si tratta di sistemi molecolari complessi costituiti da due componenti che si autoassociano spontaneamente dando origine ad una specie “supramolecolare” paragonabile (su scala nanometrica) ad un asse infilato in una ruota che, sotto l’azione di uno stimolo energetico esterno elettrochimico e luce, può essere fatto scorrere in modo unidirezionale attraverso la ruota, così come accade ad esempio a livello macroscopico, quando noi percorriamo una galleria a senso unico.Tuttavia, dal punto di vista chimico tutto questo non è affatto semplice: riuscire ad ottenere nanostrutture capaci di compiere lavoro meccanico sotto l’azione di stimoli energetici esterni è estremamente difficile poiché questi aggregati molecolari sono tenuti insieme da legami chimici non-covalenti. Perciò per fare in modo che questi sistemi funzionino, occorre che le interazioni deboli che li tengono insieme siano capaci di rompersi e di riconfigurarsi in modo ciclico sotto l’azione di un impulso di energia fornito dall’ esterno. Si sottolinea quindi con soddisfazione che, per una particolare classe di macchine molecolari appartenenti alla classe dei Rotaxani, la progettazione della loro architettura molecolare, la loro fabbricazione, la determinazione della loro struttura così come molti aspetti del loro funzionamento come prototipi di macchine molecolari sono state condotte interamente all’Università di Parma.«Non si può non notare che se il Nobel assegnato ai tre studiosi ha voluto premiare la capacità di sintetizzare le nanomacchine» – commentano i tre docenti dell’Ateneo – «esso ha tuttavia sorprendentemente escluso l’italiano Vincenzo Balzani, professore emerito dell’Università di Bologna (tra l’altro co-autore di numerose ricerche insieme ai tre vincitori), i cui studi sulla fotochimica sono stati fondamentali per studiare come indurre e controllare il movimento in questi complessi sistemi si aggregati molecolari. Senza i contributi di Balzani non sarebbe stato in alcun modo possibile realizzare macchine molecolari capaci di muoversi a comando. Per cui grande è stato lo stupore del gruppo di ricerca dell’Ateneo di Parma nell’apprendere che Balzani non è tra i tre vincitori del Nobel visto che è tra i cento chimici più citati nel mondo ed è unanimemente riconosciuto come colui che ha “fornito il carburante” alle nanomacchine».

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Itis Marconi di Campobasso vince il “Maker Faire”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

nuova-fiera-di-romaROMA – Un robot umanoide che suona la batteria. E’ stato il protagonista assoluto nell’area riservata a 56 scuole della mostra “Maker Faire”, la kermesse di tre giorni sull’innovazione di scena alla Fiera di Roma nello scorso weekend. Il “Robot Drum”, sviluppato dall’Itis Marconi di Campobasso, s’è imposto tra le scuole partecipanti nella votazione in fiera, consentendo al suo team molisano di sviluppatori di aggiudicarsi una stampante 3D.
A darne notizie, con soddisfazione, è l’associazione “Forche Caudine” che attraverso i social ha chiamato a raccolta i molisani di Roma per sostenere la scuola simbolo della creatività molisana. “Si votava presso lo stand di un quotidiano romano – raccontano dall’associazione dei corregionali che vivono nella Capitale. “Però ci siamo subito resi conto che l’istituto di Campobasso non era inserito nel form, per cui lo abbiamo segnalato agli organizzatori. Al termine dei tre giorni il Molise s’è imposto, surclassando una scuola di Rieti che sembrava favorita”. Il “Robodrum” è la terza variante del complesso musicale creato dagli studenti dell’Istituto tecnico del capoluogo molisano. Dopo i robot suonatori di piano e chitarra, andati in scena nelle due precedenti edizioni della manifestazione (all’università “La Sapienza” di Roma) sempre con la firma della scuola di Campobasso, è stata la volta del batterista che ha garantito la vittoria all’istituto molisano.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parterre de rois al “Premio Margutta – La Via delle Arti 2016”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

falanga-marinosaccoRoma “Premio Margutta – La Via delle Arti”, uno dei più prestigiosi appuntamenti culturali a livello nazionale programmati nella città di Roma, ideato dall’Art Director Antonio Falanga organizzato in collaborazione con la P&G Events di Grazia Marino, Vice Presidente dell’Associazione Internazionale di Via Margutta, si è svolto nella splendida location della Coffee House di Palazzo Colonna.
L’iniziativa, condotta da Beppe Convertini, che vanta anche una forte vocazione sociale grazie alla collaborazione con ActionAid, organizzazione impegnata nella lotta contro la povertà e l’esclusione, prevede, nei suoi intenti istitutivi, quello di riportare l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica su una delle più rinomate strade di Roma, appunto “Via Margutta”, famosa per essere diventata nel tempo uno dei luoghi di maggior concentrazione culturale e creativa a livello internazionale.Di assoluta eccellenza il parterre delle personalità premiate quest’anno: per la “Sezione Arte” il Maestro Gerardo

scultura

Sacco; per la Sezione Letteratura Candida Morvillo e Bruno Vespa autori del Libro “La Signora dei Segreti”; per la Sezione Moda l’imprenditore del cashmere Brunello Cucinelli; per la Sezione “Haute Couture” la stilista Giada Curti; per la “Sezione Cinema” l’attrice Valeria Solarino; per la “Sezione TV” la conduttrice Cristina Chiabotto; per la Sezione Solidarietà l’Avv. Giulia Bongiorno; per la ”Sezione Giornalismo” il Direttore dei settimanali Visto e Novella 2000 Roberto Alessi; per la Sezione Musica il M° Andrea Morricone e per la Sezione Sport il capo della redazione sportiva dell’Ansa Piercarlo Presutti. A realizzare la scultura del “Premio Margutta – La Via delle Arti 2016”, è stata invitata la Jewelry Designer Gaia Caramazza. L’ispirazione per la sua realizzazione è nata dalla Fontana degli Artisti di Via Margutta e dal logo dell’evento, i materiali utilizzati: ottone dorato, lastra di agata e base in travertino. L’iniziativa si è accreditata nel tempo anche come prestigiosa vetrina ideata per promuovere le principali realtà creative e produttive italiane. Targa “Italian Style” alla Dott.ssa Elena Parmegiani da più di dieci anni Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna, che ha contribuito alla realizzazione e alla promozione dell’evento; per l’imprenditoria la targa-premio è stata conferita a Francesco Giuliani titolare di Natalizi Catering e infine per i nuovi talenti invece, la targa-premio è stata assegnata al quartetto musicale “L’Origine” composto da Simonetta Spiri, Greta, Verdiana e Roberta Pompa. Numerosi gli ospiti intervenuti del mondo della moda e dello spettacolo, fra questi: Cinzia Malvini, Elisabetta Pellini, Janet De Nardis, Eduardo Tasca, Graziano Scarabicchi, Andreea Duma, Francesca Landi e Walter Bartolomei.Partners dell’iniziativa: l’Azienda vitivinicola Ciù Ciù, Natalizi Catering, ALL. COM, l’Etichetta discografica indipendente Dischi dei Sognatori, il Club H2O Concept e I Sentieri di Bacco. Galleria fotografica a cura dello Studio Fotografico Catino e del fotografo Daniele Cama. (foto: falanga-marino, sacco, scultura, Premio Margutta)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra: E’ da prima repubblica, deficit, debito e marchette

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

caritas“Questa è una legge di bilancio da prima Repubblica: tutta entrate aleatorie, cioè che non saranno incassate; tutta spesa per mance di tipo elettorale; e aumenta deficit e debito”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio. “Renzi se ne infischia dell’Europa, degli italiani, dei cinque milioni di poveri che vanno alla Caritas a mangiare, e pensa solo alla sua sedia, a vincere il referendum. Vedremo poi i contenuti specifici di questa legge di stabilità, quando li presenterà. Vedremo come la cancellazione di Equitalia sia solo un imbroglio: vengono mantenute le attuali regole, trasferendo tutto all’Agenzia delle entrate, con le relative conseguenze. Vedremo l’imbroglio dell’Ape, vale a dire del pensionamento anticipato; vedremo l’imbroglio delle quattordicesime per i pensionati; vedremo l’imbroglio della sanità; e tutti gli altri imbrogli contenuti in questa legge di bilancio da prima Repubblica, in deficit e per fare marchette di tipo elettorale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo campus a Roma per tremila studenti

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

vaticanoRoma. Un casale del Cinquecento a pochi passi dal Vaticano come nuova sede, un accordo con la principale università statale russa, un nuovo importante ingresso societario. Svolta nel processo di internazionalizzazione accademica dell’Università degli Studi Link Campus University (LCU), ateneo romano, gestito da G.E.M., management company della LCU che si prepara a realizzare, entro un anno, il primo campus universitario internazionale di Roma. L’investimento previsto, (20mln di euro) anche in aumento di capitale, servirà a restaurare la sede universitaria e al marketing internazionale. La exit sarà la quotazione in borsa o altre soluzioni nell’interesse dell’Università. Il nuovo primo passo nel processo di internazionalizzazione riguarda l’accordo con la Lomonosov University di Mosca, la più importante università statale della Russia e prima dell’EECA (Emerging Europe and Central Asia). Obiettivo: l’apertura a Roma presso la nuova sede di Link Campus University, il Casale San Pio V, del ‘Center for Science and Education «Lomonosov»’. Ma il Casale – un tempo luogo di residenza di San Pio V – è protagonista anche con il nuovo ingresso nel capitale della società di gestione dell’Università. Entra infatti la Drake Global Ltd una società britannica di investimento per l’’Education Industry’ di Stephan Roh, avvocato svizzero e presidente della R&B Investment Group, società con sedi a Zurigo, Londra, Monaco, Mosca e Hong Kong, specializzata in servizi finanziari, investimenti e gestione di fondi privati. Il socio, che ha valutato la management company 50mln di euro, ha acquisito il 5% delle quote della G.E.M.. La percentuale arriverà entro il prossimo aprile al 49%, grazie all’ingresso di nuovi investitori internazionali.
Per il direttore generale di LCU Pasquale Russo: “Con GEM abbiamo deciso, pur mantenendo la proprietà, di aprirci a nuovi partner e a fondi interessati allo sviluppo del nostro progetto dopo aver preso in concessione in uso trentennale il Casale San Pio V, a poca distanza dal Vaticano. L’obiettivo è realizzare entro un anno il primo campus internazionale di Roma, che a regime avrà 3mila studenti provenienti da tutto il mondo ospitati nei 4 ettari di quella che nel Millecinquecento fu residenza di Papa Pio V. Ora, grazie a queste prime mosse, l’obiettivo è più vicino. L’accordo con la Lomonosov Moscow State University – ha proseguito Russo – è soltanto il primo; sono infatti previste altre partnership internazionali in Uk e Usa già a partire dai prossimi mesi di novembre e dicembre”.
Per il presidente della Drake Global Ltd, Stephan Roh: “Abbiamo sposato l’idea che Roma potesse avere finalmente un campus di respiro internazionale e lo abbiamo fatto convinti che anche in Italia sia possibile gestire proficuamente, anche sul piano finanziario, il sistema universitario attraverso una gestione manageriale distinta da quella formativa. Per il futuro puntiamo anche alla quotazione in borsa della management company dell’Università. L’obiettivo è contribuire all’esportazione del modello formativo italiano nel mondo, dialogando con le altre culture. Roma sarà il primo passo, ma l’intento è quello di aprire con la Link Campus University altre sedi nel mondo, a partire da Hong Kong”. Drake Global Ltd è una investment company britannica dedicata all’Education Industry globale ed è membra di R&B Investment Group, controllata dal dottor Stephan Roh. La sede è a Londra (23 Berkeley Square, Office 4.4). L’Università degli Studi Link Campus University di Roma è un’università dall’impronta internazionale, fortemente orientata all’innovazione, basata su un modello didattico che favorisce il lavoro e il placement: l’85% dei suoi studenti trova occupazione in Italia e all’estero nei primi 6 mesi dopo il conseguimento del titolo di studio. Obiettivo della Link Campus University è offrire competenze trasversali per preparare professionisti in grado di rispondere alle richieste di un mercato del lavoro globale e in continua evoluzione. Formazione internazionale (in lingua e in collegamento con Università straniere, per favorire il conseguimento del doppio titolo accademico), integrata (fra Università e aziende, con stage, semestri di studio, esperienze lavorative anche all’estero) e su misura (con classi di 25-30 persone) sono i punti di forza dell’Università, la cui offerta formativa spazia dalla Laurea in Comunicazione digitale al DAMS, da Scienze della Politica e dei Rapporti Internazionali a Economia aziendale e Giurisprudenza, all’offerta postgraduate. Info: http://www.unilink.it

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Osteoporosi: combatterla con l’alimentazione

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

osteoporosiMantova. L’osteoporosi può essere contrastata da una alimentazione ricca di calcio, quindi principalmente con consumi di latte e formaggi come il Grana Padano, ma anche di piccoli pesci mangiati con la lisca, cicoria, rape, broccoli, legumi, acqua calcarea del rubinetto, acque effervescenti naturali in bottiglia.Sul rapporto tra alimentazione e osteoporosi si è parlato nel corso del convegno scientifico “Prevenzione, diagnosi e terapia dell’osteoporosi – Un modello di gestione integrata ospedale-territorio”, tenutosi a Mantova nell’Aula Magna dell’Università di Mantova.Il convegno è stato organizzato, in occasione della Giornata mondiale dell’Osteoporosi, dal Dott. Lorenzo Ventura, che negli anni passati ha operato a lungo nell’Ospedale Carlo Poma di Mantova, dal Dott. Gherardo Mazziotti (Ospedale Carlo Poma di Mantova) e dal Prof. Andrea Giustina (Università di Brescia).
L’osteoporosi, come è noto, è una malattia cronica che vede lo scheletro soggetto a perdita di massa ossea caratterizzata dal punto di vista clinico da fratture da fragilità, da elevata disabilità e mortalità e da rilevanti ripercussioni sul piano socio-economico. Il convegno ha toccato a 360 gradi tutte le tematiche relative all’osteoporosi e, tra queste, quelle relative all’alimentazione migliore per contrastarla.Tra i relatori la dott.ssa Maria Letizia Petroni, Presidente sezione Lombardia della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), che ha detto nel corso del suo intervento:“In qualsiasi momento della vita è possibile prevenire o migliorare la densità ossea attraverso l’alimentazione. Il nutriente più importante è’ rappresentato dal calcio per il cui assorbimento intestinale e deposito nel tessuto osseo è necessaria la vitamina D. La pianura padana è un luogo privilegiato da questo punto di vista in quanto terra di produzione di un alimento funzionale per la salute dell’osso, il Grana Padano. Per coprire la metà del fabbisogno di calcio di un adolescente e il 60%di quello di una persona senior è sufficiente l’aggiunta di due cucchiai al giorno di grattugiato a primi piatti o verdure e di tre porzioni da 50 grammi alla settimana come secondo piatto, questo alimento è’ adatto anche per persone con colesterolo alto ed intolleranza al lattosio.”
“Per ottimizzare la salute ossea all’alimentazione va associata anche attività fisica in carico – ha sottolineato la dott.ssa Petroni – come le camminate all’aria aperta che aiutano anche la produzione di vitamina D nella pelle grazie all’esposizione al sole. Spesso tuttavia, soprattutto nei mesi invernali e specie per gli anziani, è opportuno assumere anche supplementi di vitamina D prescritti dal medico, che aiutano osso e muscoli riducendo anche il rischio di cadute”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

USB conferma lo sciopero generale del 21 Ottobre

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

palazzo chigiLa legge di stabilità, di cui si conoscono ancora soltanto le solite slide di Renzi, al momento può essere sintetizzata in poche sintetiche riflessioni. Una bozza di legge di stabilità come questa non si vedeva dai tempi in cui la DC forniva una scarpa prima e una la prometteva per il giorno dopo le elezioni. Oggi il Governo Renzi rispolvera i vecchi metodi costruendo una Legge di Stabilità a misura di referendum. Premia i soggetti schierati a favore del SI alla riforma costituzionale facendo arrivare qualche miliardo a Coldiretti, alle scuole cattoliche, agli evasori fiscali etc., e facendo balenare risparmi improbabili dalla chiusura di Equitalia, sulla cui sorte nulla si sa, ma complessivamente mischia le carte perché nel fumo delle chiacchiere non si capisca esattamente dove e a chi sono dedicate le poste messe in campo. Si nega che ci siano ulteriori decurtazioni alla sanità, dopo quelle enormi già operate negli ultimi mesi che hanno portato ad una drastica, e drammatica, riduzione delle prestazioni garantite gratuitamente ai cittadini, però si rilancia la spending review non specificando dove calerà di nuovo la sua scure. Dire che ci sono 1,9 mld per il pubblico impiego senza specificare quanto sarà destinato al rinnovo dei contratti e quanto alle assunzioni per le forze armate e per qualche altra categoria pubblica (qualche infermiere e forse medici) vuol dire cercare di buttare fumo negli occhi a una categoria stremata dalla enorme riduzione di personale e senza rinnovo contrattuale da anni. Nessuno sgravio fiscale per tutti i lavoratori e ciò, insieme all’attacco continuo allo stato sociale e ai servizi pubblici, conferma il disinteresse di questo governo nei confronti di chi lavora.
Non si parla neanche di reddito per chi non lavora o di politiche per l’abitare e le briciole elargite (forse) a una parte dei pensionati passano in secondo piano rispetto alla negatività dell’accordo tra governo e sindacati sull’APE.
L’unico dato certo è la riduzione di tasse e nuovi sgravi ed incentivi alle aziende (20 miliardi in tre anni) ed infatti la risposta positiva di Confindustria non si è fatta attendere.Accettare l’idea che …”basta un si….” al referendum perché le magnifiche sorti e progressive descritte nella bozza di legge di Stabilità diventino realtà è quanto di più illusorio ci possa essere.Questa bozza inviata all’Europa, da cui già arrivano segnali di insofferenza per l’atteggiamento guascone di Renzi, va respinta al mittente nell’unico modo che abbiamo, partecipando allo sciopero generale del 21 ottobre e alla manifestazione nazionale del 22 ottobre a Roma. Solo la mobilitazione e la lotta possono cacciare Renzi e le sue politiche di smantellamento dei diritti. Abbiamo una grande occasione di rompere con questa situazione e aprire nuovi spazi. Approfiittiamone!

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Attività delle Commissioni e dei Gruppi politici

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

european parliamentBruxelles Inchiesta sulle emissioni automobilistiche. Lunedì e Martedì la commissione di inchiesta sulle misurazioni delle emissioni nell’industria automobilistica continuerà il suo lavoro ascoltando Haral Wester, Capo ufficio tecnico di Fiat/Chrysler, Alexander Dobrindt, Ministro tedesco federale dei trasporti e delle infrastrutture digitali, e Olaf Lies, Ministro dei trasporti del Lavoro e dell’economia della Bassa Sassonia.
Futuro dell’Europa / Seminario per la Stampa. Martedì e mercoledì l’ufficio stampa del Parlamento Europeo terrà un seminario dedicato ai giornalisti dal titolo ‘Il futuro dell’Europa’ per affrontare con i parlamentari temi di cruciale importanza per l’Unione Europea. Il seminario potrà essere seguito anche in streaming, sarà aperto dal Vice Presidente Mairead McGuinness e sarà chiuso dal Presidente Schulz.
Elmar Brok (EPP, DE), Mercedes Bresso (S&D, IT) e Guy Verhofstadt (ALDE, BE) parteciperanno alla prima parte dei lavori, dedicati al futuro istituzionale dell’Ue. Nella seconda parte, sul bilancio dell’Unione, interverranno Reimer Böge (EPP, DE), Pervenche Berès (S&D, FR), Isabelle Thomas (S&D, FR) e Jean Arthuis (ALDE, FR).
Unione della Difesa Europea. Giovedì. Gli europarlamentari della Commissione Affari Esteri discuteranno le rispettive posizioni in merito alla creazione di una difesa comune dell’Unione Europea. E’ probabile che i deputati propongano di incoraggiare gli stati membri a creare contingenti multinazionali, devolvendo il 2% del Pil per la difesa comune e rivedendo la politica comune di difesa e sicurezza nel suo complesso. L’obiettivo è quello di dare più strumenti all’Unione Europea per trattare tutte le fasi di una crisi (prevenzione, gestione e risoluzione).
Preparazione della Plenaria. I gruppi politici saranno impegnati a preparare la sessione plenaria di Strasburgo che si terrà dal 24 al 27 ottobre. In quella sede i parlamentari voteranno sul bilancio 2017 dell’Unione, così come sulla proposta di revisione del suo finanziamento a lungo termine (multiannual financial framework o MFF in breve), e su una bozza di risoluzione legislativa che richiami a un meccanismo sui diritti fondamentali negli stati membri Ue. I parlamentari discuteranno anche della nuova strategia europea verso l’Iran, la situazione in Bielorussia e l’inasprimento dei controlli sui giornalisti in Turchia. In agenda ci sono anche nuove misure di prevenzione della proliferazione di insetti infestanti delle piante e un richiamo per la Commissione a proporre misure per ridurre i grassi insaturi trans nei cibi.
Agenda del Presidente. Martedì il Presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz, terrà un discorso di apertura alla Conferenza Parlamentare dell’Alleanza Progressista a Bruxelles e poi alla cerimonia d’apertura della Fiera del Libro di Francoforte.
Mercoledì, incontrerà Yannis Mouzalas, il Vice Ministro greco delle politiche sull’immigrazione, e il primo ministro dello Sri Lanka, Ranil Wickremasinghe.
Giovedì il Presidente Schulz sarà al Consiglio Europeo, al termine del quale si terrà una conferenza stampa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Equitalia e gli escamotages renziani

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

Equitalia“Nel maldestro tentativo di evitare la sconfitta al referendum costituzionale Renzi se ne è inventata un’altra: l’abolizione di Equitalia. Nel solco della tradizione, per non smentire la prevalenza della propaganda sulla sostanza, lancia messaggi senza essere davvero credibile sull’abrogazione di quegli interessi di mora e di quelle sanzioni volute dallo Stato e applicate da Equitalia come da qualunque altro soggetto adibito alle riscossioni che dovesse sostituirla. Cittadini, imprenditori e famiglie non vogliono sensazionali titoli dei giornali ma vogliono sapere che fine faranno le cartelle con numeri stratosferici che danno l’idea di un veto è proprio Stato usuraio. Ma su questo, sulle notizie concrete, cala il velo del silenzio governativo perché l’unico obiettivo oggi è imbrogliare le carte, imbonire i cittadini per far vincere il Sì”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lingua italiana: Renzi la sta affossando

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

Fabio_Rampelli_daticamera“La lingua è veicolo di cultura davvero globale, quella italiana è la quarta più studiata al mondo, per scelta e non per necessità. Il mondo parla italiano perché mangia, veste, canta, legge italiano. L’unico a non rendersene conto è Matteo Renzi, che da presidente del consiglio sciorina termini legislativi anglosassoni, la sua televisione pubblica è totalmente asservita all’inglese e si è rifiutato di dare valenza costituzionale alla nostra lingua bocciando una proposta di FDI che insieme introduceva nella riforma anche l’inno di Mameli nell’articolo 12, anch’esso semiclandestino. Per non parlare dello scempio del nostro idioma che si sta compiendo da decenni in Alto Adige, con tanto di modifica statutaria sostenuta dal PD per rendere la cancellazione della toponomastica italiana più veloce. Ora, come da rituale, in occasione degli Stati generali della lingua italiana, il Governo pontifica sul suo valore globale. È veramente il caso di dire che questa sinistra ha poche idee e confuse e, soprattutto, non conosce vergogna…”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli commentando i lavori degli Stati generali della Lingua Italiana che si stanno svolgendo a Firenze.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

23° Congresso Nazionale dell’AGUI

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

medicinadifensivaRoma 23° Congresso Nazionale dell’AGUI (Associazione Ginecologi Universitari Italiani) che si svolge a Roma insieme a quello SIGO. “Le madri straniere che partoriscono nei nostri reparti materno-infantili presentano caratteristiche leggermente diverse rispetto alle altre – sottolinea il prof. Vito Trojano Presidente Nazionale AOGOI -. L’età media si attesta a 29 anni contro i 32 delle italiane. Più della metà sono casalinghe e hanno una scolarità medio-bassa. Minore risulta anche il ricorso al taglio cesareo. Solo il 28% delle gestazioni termina con un’operazione chirurgica. Tra le donne originarie del Belpaese la quota sale al 37%. I punti nascita devono quindi essere riorganizzati tenendo conto di queste differenze”. “Anche la formazione dei medici specialisti deve svolgere un ruolo importante – conclude il prof. Nicola Colacurci Presidente Nazionale AGUI -. Tutti noi ginecologi dobbiamo riaggiornare le nostre conoscenze alla luce dei nuovi fenomeni sociali che stanno investendo l’Italia negli ultimi anni”.
Il 91° congresso nazionale SIGO vede la partecipazione di oltre 2.500 specialisti da tutta Italia. La Società Scientifica ha deciso di mettere al centro del suo più importante appuntamento annuale la salute e il benessere degli oltre 5 milioni di migranti residenti nel nostro Paese che ormai rappresentano l’8% della popolazione. “L’80% delle adolescenti d’origine straniera non è mai andata dal ginecologo. Mentre “solo” il 30% delle loro coetanee italiane ha fatto altrettanto – sottolinea il prof. Paolo Scollo Presidente Nazionale SIGO – Comportamenti sessuali pericolosi e mancato utilizzo di contraccettivi sono due fenomeni molto diffusi che devono essere al più presto contrastati. Infatti nel nostro Paese un’interruzione volontaria di gravidanza su tre è praticata da una straniera. La prevenzione deve cominciare dalle scuole attraverso una maggiore informazione per tutti i ragazzi. Possiamo dare il nostro contributo per esempio formando gli operatori e gli insegnanti che dovranno tenere agli studenti lezioni di educazione alla sessualità e affettività”.
Negli ospedali italiani il 20% dei parti è relativo a donne d’origine straniere. Di queste madri sette su dieci sono originarie di Paesi al di fuori dell’Unione Europea. E il 13% di loro ha difficoltà nello svolgere pratiche burocratiche e amministrative per accedere alle prestazioni sanitarie. Ci sono poi nuove emergenze da affrontare legate alla questione dei profughi. Da inizio anno oltre 15mila donne hanno attraversato il Mediterraneo e sono sbarcate sulle coste della Penisola dopo viaggi pericolosi. Alcune di loro sono in gravidanza e costrette, a volte, a partorire in condizioni estreme. “E’ fondamentale che a tutte queste donne sia garantita la migliore assistenza sanitaria, soprattutto nel momento del parto ma anche in tutte le altre fasi della vita”. E’ questo l’appello lanciato dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) alle Istituzioni in occasione dell’apertura dei lavori del suo 91° congresso nazionale dal titolo La Salute al Femminile Tra Sostenibilità e Società Multietnica. “In Italia risiedono persone di 200 diverse nazionalità – afferma il prof. Giovanni Scambia Direttore del Dipartimento Tutela della Salute della Donna della Cattolica di Roma e Presidente del Congresso di Roma -. Le donne in età fertile sono oltre 1 milione e 700mila. Sono numeri importanti e destinati per forza a crescere con il passare degli anni. Le difficoltà linguistiche per esempio rischiano di allontanare dai nostri reparti donne che invece avrebbero bisogno di un aiuto. Gli stranieri provengono nella maggioranza dei casi da Paesi con una diversa concezione della maternità, della sessualità e più in generale del ruolo della donna. Noi ginecologi quindi abbiamo una sfida ancora più delicata da affrontare”. “Le migranti che risiedono regolarmente in Italia godono in genere di buona salute e prestano attenzione agli stili di vita – sottolinea il prof. Enrico Vizza Segretario Nazionale SIGO e Presidente del Congresso di Roma -. L’86% dà un giudizio positivo sul proprio benessere. Tra le extra-comunitarie l’83% non ha mai fumato una sigaretta. Per sei su dieci il peso corporeo rientra nei parametri corretti. Sono quindi persone che corrono meno rischi di insorgenza di gravi malattie. Tuttavia noi siamo gli specialisti che devono affrontare gli aspetti più intimi della salute femminile. Dobbiamo prestare grande attenzione a come ci approcciamo a questa particolare categoria di donne”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

eToro presenta la propria piattaforma di social trading

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2016

milanodavedereMilano mercoledì 26 ottobre a Palazzo Giureconsulti (Piazza dei Mercanti, 2) a partire dalle ore 16.30. L’evento è organizzato in collaborazione con MoneyMate, tra i più importanti provider internazionali di prodotti e soluzioni per il supporto decisionale nell’ambito dei processi di investimento.
È la prima volta che la società guidata dal CEO Yoni Assia si presenta al mercato italiano e lo fa con un evento dedicato che vedrà la partecipazione di promotori finanziari, esperti del settore e traders interessati a conoscere le potenzialità della piattaforma. Nel corso dell’evento è prevista la partecipazione di Gabriel Debach, Italian Senior Account Manager di eToro, e di Alberto Bosio, uno dei Popular Investor italiani più seguiti tra i membri della community, il quale porterà la sua testimonianza.Sarà l’occasione per conoscere da vicino e sperimentare le peculiarità della piattaforma di eToro che ha saputo integrare funzionalità innovative e intuitive per migliorare le modalità con cui gli investitori possono interagire, accedere ed effettuare scambi sui mercati finanziari globali.L’obiettivo di eToro è da sempre quello di rivoluzionare il modo con cui le persone fanno trading online al fine di consentire ai propri membri di comunicare, copiare e seguirsi a vicenda per sfruttare le competenze e il successo degli investitori più performanti. I Popular Investors – a loro volta – possono guadagnare attraverso programmi ad hoc che offrono una retribuzione mensile sulla base delle prestazioni e delle performance del loro portafoglio. Il social trading è il fulcro della piattaforma: i membri, parte di una vera community, possono comunicare direttamente con altri traders per porre domande, partecipare a discussioni e dibattiti online e condividere in tempo reale conoscenze e analisi tramite una bacheca interattiva delle notizie. Sfruttando il network per condividere informazioni ed esperienze si possono prendere decisioni di investimento sempre più consapevoli e raggiungere lo status di Popular Investors.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »