Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

La funivia a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2016

virginia raggi trasparenzaRoma. La Sindaca di Roma Raggi ha rilanciato l’idea di una funivia tra Casalotti e Battistini, in un’ottica di mobilità alternativa. Per una migliore mobilità, sostiene l’Adoc, basterebbe che l’attuale servizio di trasporti fosse più efficiente e sicuro.
“A Roma non serve una funivia, a Roma serve un vero, efficiente e sicuro servizio di trasporto pubblico – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – al momento l’unico intervento nel settore è stata la riduzione e soppressione di corse ma di reali miglioramenti non se ne vedono. Gli autobus e le metro continuano a passare a singhiozzo, spesso strapieni, con forti ritardi soprattutto nelle ore di punta. E dobbiamo segnalare anche un aumento delle condizioni di insicurezza, sia a bordo che in banchina, dei viaggiatori. Non solo i mezzi quotidianamente utilizzati dagli utenti si ritrovano in condizioni di scarsa o quasi nulla agibilità, con portiere e finestre malfunzionanti, parti mancanti con fili elettrici scoperti ma nei giorni di pioggia non è raro che piova dentro l’autobus o dentro il vagone della metro. Gli utenti inoltre, soprattutto in determinati orari, spesso si trovano in seria difficoltà a causa del comportamento pericoloso assunto da altri soggetti ma anche a causa delle strutture di attesa stesse, di sera poco illuminate e poco raccomandabili. Quest’estate avevamo richiesto un incontro con l’amministrazione capitolina per affrontare i problemi legati al trasporto ma al momento tutto tace. Per questo abbiamo scritto al Prefetto di Roma, rimarcando lo stato deficitario del servizio. Cambiano le amministrazioni ma i cittadini continuano a dover sopportare una città invivibile”. (n.r. E’ un problema complesso ma dovremmo pur cominciare da qualche parte. Già da tempo avevamo proposto un correttivo per allegerire il traffico cittadino come quello di “scoraggiare” i parcheggi in seconda fila che speso riducono la velocità di percorrenza dei bus che oggi è tra i più bassi. Ciò faciliterebbe un maggior rispetto degli orari e una presenza più costante con la possibilità di aumentare l’utenza. Deve aggiungersi anche la necessità d’imporre la consegna delle merci ai negozi e ai supermercati tra le 4 e le sette del mattino e tra le ventidue e la mezzanotte. Una storia a parte andrebbe scritta per i parcheggi potenziandoli nelle aree periferiche per favorire agli autobilisti l’uso dei mezzi pubblici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: