Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

L’agenda di Roma Tre da lunedì 31 ottobre a domenica 6 novembre

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 ottobre 2016

università roma treRoma Lunedì 31 Ottobre 2016, ore 11:30 Haroldo de Campos, poeta, critico e transcreatore Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, Sala Ignazio Ambrogio Via del Valco di San Paolo, 19 – Roma, Italy Inaugurazione delle attività della Cattedra “José Saramago” Haroldo de Campos, poeta, critico e transcreatore.
Cluj Napoca, Romania Lunedì 31 Ottobre 2016, ore 12:30 Università Babeş Bolyai di Cluj Napoca str. De Martonne 1 – Presentazione del libro ‘Marele Război şi Europa danubiano-balcanică’ verrà presentato dal Rettore prof. Ion Aurel Pop e dal Prorettore prof. Ioan Bolovan il libro Marele Război şi Europa danubiano-balcanică (Cluj Napoca 2016), versione romena del volume curato dal prof. Francesco Guida La Grande guerra e l’Europa danubiano-balcanica (Roma 2015) cui hanno collaborato altri studiosi di Roma Tre. La presentazione avverrà alla presenza del Rettore prof. Mario Panizza e del Prorettore prof. Vincenzo Mannino, che nell’occasione incontreranno i rappresentanti dell’Università Babeş Bolyai di Cluj Napoca per rafforzare la collaborazione tra i due atenei.
Roma Mercoledì 2 Novembre 2016, ore 16:30 Tavola rotonda per il Centenario del samba Dipartimento di Architettura, Aula Magna Largo Giovanni Battista Marzi 10. Il 27 novembre del 1916 viene realizzata a Rio di Janeiro la prima registrazione di samba con la canzone Pelo telefone, composta da Ernesto dos Santos, detto Donga, e Mauro de Almeida. In breve tempo il samba si cluj-napoca-romaniatrasforma in un fenomeno nazionale che vede ricchi e poveri riuniti sotto questa nuova identità musicale, superando i confini dei “morros” di Rio de Janeiro e dei “terreiros” del candomblé. Nel giro di pochi anni, con la diffusione via radio il genere diviene il ritmo del Carnevale, arrivando alle classi medie cariocas e raggiungendo poi il resto del mondo grazie anche al contributo di grandi interpreti.
Della storia del samba e delle sue diverse sfaccettature, nell’Aula Magna del Dipartimento di Architettura di Roma Tre, attraverso immagini e musica, parleranno l’antropologa Patrizia Giancotti, i ricercatori Luca Bacchini e Luca Lombardi, il cantautore Zé Galía e la cantante di samba Aline Calixto, che si esibirà in un concerto il 3 novembre al Parco della Musica. La tavola rotonda è organizzata dall’Ambasciata del Brasile in Italia e dall’Università degli Studi Roma Tre.
Roma Giovedì 3 Novembre 2016, ore 16:00 Seeing the self in time: perspectival imagery, mental time travel, and self-control Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, Aula 4 Via Ostiense 236 Christopher McCarroll terrà il seminario Seeing the self in time: perspectival imagery, mental time travel, and self-control, primo incontro del ciclo seminariale Mental Time Travel and the philosophy of Self-control. Il seminario fa parte delle attività legate al progetto The cornerstone of self-control. A philosophical investigation into the role of mental time travel in overcoming temporal discounting, finanziato dalla John Templeton Foundation.
alluvione Soave Monteforte 045Roma Venerdì 4 Novembre 2016, ore 9:00 Il rischio idraulico e le città d’arte e storico-monumentali: prevenzione e mitigazione Dipartimento di Ingegneria, Sala conferenze Via Vito Volterra 62. La ricorrenza delle alluvioni del 4 novembre 1966 offre un’occasione di memoria e di progettualità per il futuro. La comunità degli ingegneri idraulici italiani ha proposto da tempo che il 4 novembre sia istituita la “Giornata della memoria per le vittime delle alluvioni”. In questa prospettiva il Comitato Firenze2016, il Consorzio Interuniversitario per l’Idrologia (CINID) e il Gruppo Italiano di Idraulica (GII) propongono un seminario diffuso nella giornata del 4 novembre 2016, ossia una serie di seminari e tavole rotonde coordinati, organizzati in contemporanea in diverse sedi universitarie e di enti di ricerca su tutto il territorio nazionale. L’evento di Roma, curato dai Prof.ri Calenda, Fiori e Napolitano degli Atenei di Roma in collaborazione con l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Roma ed il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma e dell’Archivio di Stato di Roma, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, verterà in particolare sulla specificità delle attività di prevenzione, gestione delle emergenze e di mitigazione del rischio idraulico dei siti dotati di un patrimonio artistico, storico, archeologico e monumentale.
Roma Venerdì 4 Novembre 2016, ore 17:00 Presentazione della rivista ‘Studi italiani di Linguistica teorica e applicata’ Scuola di Lettere Filosofia e Lingue, Aula XVIII Via Ostiense 234. La rivista Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata, espressione di un’ampia e significativa tradizione scientifica nel panorama nazionale e internazionale, dal 2016 è di proprietà di Roma Tre e si avvale di una nuova direzione.Il primo numero sarà presentato il 4 novembre alle ore 17 nell’Aula 18 della Scuola di Lettere Filosofia e Lingue, via Ostiense 234, Roma, da Mario Panizza e Pasquale Basilicata, Rettore e Direttore Generale dell’Università di Roma Tre, Mario Morcellini, Professore di sociologia dei processi culturali e comunicativi e Prorettore alle Comunicazioni istituzionali della Sapienza, Università di Roma, Leonardo Savoia, Professore di linguistica generale dell’Università di Firenze, e Ilaria Tani, Professore di filosofia e teoria dei linguaggi della Sapienza, Università di Roma. Saranno presenti i Direttori della rivista: Enrico Arcaini, Paolo D’Angelo, Stefania Nuccorini, Franca Orletti.
Napoli Venerdì 4 Novembre 2016, ore 20:00 Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa Di ferro e di cuore. Andare per treni e stazioni rivive la storia del viaggio nel Novecento attraverso documenti inediti tratti dal libro di Enrico Menduni. L’evento è promosso dalla Fondazione FS Italiane con il patrocinio dell’Università degli Studi Roma Tre. Treni, stazioni e ferrovie, suggestive cornici per innumerevoli film e romanzi. Fughe, viaggi della speranza, saluti tra amanti, teatro di strazianti arrivederci con i soldati in partenza per la guerra, con i migranti di casa nostra costretti ad andare. Le valigie con l’etichetta di trenolontani alberghi, il venditore di cestini da viaggio sul binario, il fischio del capostazione e la locomotiva che sibila sono le istantanee di un itinerario sentimentale che ha come protagonisti il treno e le stazioni e che dà il titolo alla drammaturgia Di ferro e di cuore, di Enrico Menduni ed Ettore Massarese con la collaborazione ai testi di Anna Bisogno, che andrà in scena venerdì 4 novembre alle 20 nel Museo Nazionale Ferroviario a Portici di Napoli. L’evento, firmato in regia da Ettore Massarese, è tratto dal libro di Enrico Menduni, scrittore e documentarista, docente di Cinema e televisione all’università Roma Tre, già Consigliere di Amministrazione della RAI, Andare per treni e stazioni edito da Il Mulino. Le letture dei testi sono affidate ad Anna Maria Ackermann,Giovanna Capone Massarese, Hedy Caggiano, Giacomo Casaula, Ottavio Costa, Tullio Del Matto, Gigi Savoia e saranno accompagnate dalle musiche di Igor Stravinski, Arthur Honegger, Pierre Boulez, Giuseppe Verdi, Gaetano Donizetti. La consulenza coreografica è di Arianna D’Angiò, la performance coreutica di Ilaria Porzio con la danzatrice Viviana Agnese Perrella, i costumi di Tea Pagliari e la partecipazione della Scuola Laboratorio Permanente delle Arti Teatrali. L’immaginario del treno, dunque, continua a vibrare. Con un grande sforzo tecnologico la ferrovia si prende la rivincita sull’automobile, accorciando l’Italia. Nessuno, anche il viaggiatore più disincantato, sfugge al suo fascino dentro e fuori le carrozze, oggi in pelle, che corrono ad alta velocità come metafora della vita. L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione FS Italiane con il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, l’Università di Napoli Federico II e dell’Università degli Studi Roma Tre. Biglietti: € 8 (intero) € 6 (ridotto per gruppi e famiglie)
Roma Fino al 5 Novembre 2016 Sala della Biblioteca di Scienze della Formazione Via Milazzo 11a – Roma, Italy Mostra ‘Vittime dell’immigrazione’Esposizione di libri e bibliografia in occasione della prima Giornata nazionale in memoria del naufragio nel 2013 al largo di Lampedusa nel quale morirono 366 migranti. L’Italia ha riconosciuto con la legge n. 45. 21 marzo 2016, il giorno 3 ottobre Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, per ricordare chi “ha perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria”. In occasione della Giornata nazionale, sono organizzati su tutto il territorio nazionale cerimonie, iniziative e incontri per sensibilizzare l’opinione pubblica alla solidarietà civile, al rispetto della dignità umana e del valore della vita, all’integrazione e all’accoglienza.
Roma Lunedì fino al 5 Novembre 2016 Sala della Biblioteca di Scienze della Formazione Via Milazzo 11a Mostra insegnanti e scrittori. L’iniziativa, della Biblioteca di Scienze della Formazione e del Museo storico della didattica, accolta nel sito ufficiale “World Teachers’ Day 2016”, è organizzata in occasione della giornata mondiale Unesco degli insegnanti. Il tema di quest’anno è: Valorizzare gli insegnanti, migliorare il loro status. La mostra vuole ricordare il libro “Cuore” nella ricorrenza della nascita di Edmondo De Amicis, libro diffuso in tutto il mondo che per primo ha contribuito a sensibilizzare su virtù in senso civico come la solidarietà, la fratellanza universale, la tolleranza, il rispetto e l’amore per l’altro, il Maestro Albino Bernardini, deceduto lo scorso anno, un libro del quale, Un anno a Pietralata, ha avuto una trasposizione cinematografica con il film Diario di un maestro, di Vittorio De Seta, e tutti gli altri insegnanti che hanno pubblicato le loro esperienze sotto forma di diario, di romanzo, di analisi pedagogica. Alcuni sono famosi come Lorenzo Milani, Giuseppina Pizzigoni, Mario Lodi, Daniel Pennac, Domenico Starnone… Tanti altri che hanno lavorato in contesti e periodi difficili (le due Guerre Mondiali, contestazioni studentesche, terrorismo, crisi sociale, povertà, immigrazione) hanno scritto senza troppo clamore, descrivendo però il disagio e l’arretratezza provocati in Italia anche dal rinnovarsi di crisi politiche, riforme e tagli all’istruzione, quasi una forma di involuzione suicida di un intero paese, nonostante osservatori come l’OCSE, Organizzazione per la cooperazione e per lo sviluppo economico, registrino e rendano pubblici, risultati italiani che rimangono sotto la media europea o dei paesi industrializzati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: