Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

Il bluff di Renzi: Equitalia cambia solo nome, i pignoramenti rimangono

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 novembre 2016

EquitaliaSe la minestra è rancida non basta cambiare l’etichetta sul barattolo per renderla commestibile. Il governo, su Equitalia, sceglie il principio gattopardesco del ‘tutto cambi per non cambiare nulla’. Sparisce il riscossore di Stato? No, sparisce il nome, ma resta un soggetto non integrato ed esterno all’Agenzia delle entrate che eredita e incorpora tutto il carrozzone Equitalia, che si prende baracca, burattini (e burattinai), compresi i famigerati aggi e gli spietati obiettivi quantitativi di riscossione.Al di là della sanatoria sulle vecchie cartelle, senza una modifica strutturale delle norme rimarranno balzelli pesantissimi sui nuovi ruoli e rimarrà lo sbilanciamento delle prerogative nel rapporto cittadino-fisco. Il M5S ha presentato una proposta di legge in tal senso, a prima firma Carlo Sibilia accanto a quella di Azzurra Cancelleri, che abolisce davvero Equitalia e che riporta le funzioni in seno ad Agenzia delle Entrate. Con il decreto del governo, invece, dal 2017 ci saranno le stesse problematiche che ci sono oggi: resterà il carrozzone clientelare, resteranno i favori agli amici degli amici, le cartelle insabbiate e quelle pazze, le ganasce facili e i pignoramenti veloci.E tempo qualche mese, i cittadini chiederanno l’abolizione anche di Agenzia delle entrate-Riscossione. La sanatoria delle cartelle, poi, è un condono per i grandi evasori, perché saltano le sanzioni. Un vero favore a chi non dichiara affatto (tipico dei furbetti, mentre invece l’artigiano che non ce la fa a pagare, di norma dichiara ma non versa). Inoltre, una rateazione così serrata, in appena quattro soluzioni al massimo, non può essere allettante per professionisti e piccole imprese che comunque hanno problemi di liquidità. Mentre non rappresenta un problema per i grandi soggetti che evadono in modo fraudolento cifre molto alte. Al premier piacerebbe copiare il M5S. Ma non può, perché ha le mani legate da lobby e potentati. La propaganda non funziona, gli italiani non abboccano. Noi invece andremo al governo, e renderemo finalmente lo Stato a misura di cittadino. (fonte: blog grillo)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: