Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

Modello di organizzazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2016

udineUdine Il 16 novembre, dalle 14 alle 18, in Camera di Commercio di Udine (via Morpurgo 4) ci sarà una lezione di approfondimento sul Modello di organizzazione (ultimi posti disponibili), che ha importanti conseguenze in tema di responsabilità dell’impresa, consentendole nel contempo maggior competitività. Il corso, organizzato dall’Azienda Speciale I.Ter-Formazione della Ccciaa, sarà tenuto dall’avvocato Giacinto Tommasini e da Gabriele Copetti di Ic&Partners.
Di che cosa si tratta? Il decreto legislativo 231/01 ha introdotto nell’ordinamento un sistema di responsabilità (definita “amministrativa”) delle società. La responsabilità, accertata nell’ambito di un procedimento penale, sorge in relazione al fatto che un dipendente, collaboratore, amministratore, chi è legato quindi da un rapporto funzionale con la società, commetta uno dei reati o degli illeciti amministrativi indicati nella norma, se commessi nell’interesse o a vantaggio della società. Le sanzioni sono anche molto pesanti. Per prevenire queste conseguenze, la società può adottare efficacemente “modelli di organizzazione, di gestione e di controllo” idonei a prevenire i reati, affidando a un organismo autonomo il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza dei modelli nonché di curarne l’aggiornamento. Al corso si approfondiranno in particolare i reati presupposti e la modalità di valutazione del rischio siano commessi nella propria società: contro l’industria e il commercio, in materia di violazione del diritto d’autore, di riciclaggio, ricettazione e impiego di denaro e beni o altre utilità di provenienza illecita, i reati ambientali e gli “ecoreati”, i delitti informatici, i reati in materia di salute e sicurezza sul lavoro e quelli contro la Pa.
Adottare il Modello di organizzazione esonera la società da responsabilità, migliora le procedure interne, tutela gli azionisti e gli amministratori per quanto accade nella società o nelle controllate estere, facilità l’accesso al credito o ai finanziamenti privati e pubblici, e assolve il datore dall’obbligo di vigilanza nella delega di funzioni, costituendo un vantaggio competitivo commerciale sui concorrenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: