Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 8 novembre 2016

The FBI acquits Hillary Clinton again

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

mr-comeyFBI directors do not need to be popular, but they do need to have the confidence of their staff and, ideally, America. It is hard to think James Comey, who made a second belated intrusion into the general election on November 6th, has much of either currently. In a letter to Congress, Mr Comey said that a second FBI probe into Mrs Clinton’s e-mail arrangements as secretary of state, which he had announced nine days earlier, had reached the same conclusion as the first. Mrs Clinton’s use of a private internet server instead of an official e-mail was “careless” but did not warrant an indictment.Mr Comey had thrown his first bomb, nine days earlier, in announcing the second probe. The FBI had concluded its initial year-long investigation into Mrs Clinton’s e-mails three months previously. Yet Mr Comey announced, also in a letter to Congress, that additional e-mails had come to light which appeared “to be pertinent to the investigation”. It transpired that these belonged to a close aide of Mrs Clinton’s, Huma Abedin, and had been discovered in an unrelated investigation into her estranged husband, Anthony Weiner, concerning lewd text messages he had sent to a 15-year-old girl.
Mr Comey’s latest intervention looks like an effort to make good some of that damage. “Based on our review, we have not changed our conclusions that we expressed in July with respect to Secretary Clinton”, he said in his letter to Congress. But he will not clean up the mess so easily. First, because 42m people had already voted by then, many of them labouring under a false impression that Mrs Clinton faced an imminent FBI indictment. Second, because—of course—Mr Trump does not accept Mr Comey’s latest conclusion.In Virginia on November 7th he assured his supporters that “rank-and-file” FBI agents would continue to investigate Mrs Clinton’s e-mails despite Mr Comey’s instructions. And, third, Mrs Clinton does not want to advertise Mr Comey’s climbdown at all, because any mention of her e-mails supports the logical fallacy that she did something seriously, even criminally, wrong—even though the FBI has concluded she did not. It has been a truly wretched affair. (abstract from The Economist) (photo: comey)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forced closure of shops in Iran on an unprecedented scale

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

closure-of-shopsOver one hundred Baha’i-owned businesses in cities across Iran, including saris, Ghaemshahr, and Bandar Abbas, were sealed by Iranian authorities after they were temporarily closed to observe Baha’i Holy days on 1 and 2 November.This deplorable action took place despite recent statements made by the UN Special Rapporteur of Freedom of Religion and Belief, the UN Special Rapporteur on Iran, prominent Iranian lawyers (e.g. Dr. Abdol-Karim Lahidji and Shirin Ebadi), and an appeal from the Baha’i International Community to the President of Iran for such economic suppression to cease.Example of seal used by the Iranian authorities to prevent Baha’is from reopening their shops after closing them in observance of a Baha’i Holy day.
A recent letter from the Baha’i International Community to the President of Iran explains how sealing Baha’i businesses is one of the many tactics employed by the authorities in their economic apartheid against the Baha’is in Iran. Other means include categorically denying at least three generations of Baha’is access to governmental jobs, excluding them from working in businesses partly or wholly under the direction of the government, delaying or preventing them from acquiring private job licenses, and depriving them from access to formal university education.”The sealing of so many businesses demonstrates the emptiness of assurances by the Iranian government that the Baha’i community is not discriminated against,” said Bani Dugal, Principal Representative of the Baha’i International Community. “We call upon the international community to denounce these unjust actions and exhort the Iranian government to take immediate, visible, and substantive measures to reverse the situation,” she added. (photo: closure of shops)

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arnoldo Foà: Una Vita Lungo un secolo

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

arnoldo-foaRoma 12 novembre – 30 dicembre 2016 Teatro di Villa Torlonia grazie alla mostra sarà possibile lasciarsi coinvolgere in un percorso di suoni, immagini fotografiche, filmati e oggetti personali; un’occasione per scoprire e riscoprire non solo alcuni dei tanti successi che hanno costellato la sua carriera – dagli inizi fino ai suoi ultimi spettacoli, dai palcoscenici più famosi, agli studi RAI – ma anche il lato più dolce e privato della sua vita. Per la prima volta, ad arricchire il tutto, sarà resa pubblica ed esposta parte della sua produzione di arte visiva che comprende un autoritratto scolpito nella pietra e quelli dipinti su tela.La mostra, promossa e sostenuta da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, Dipartimento Attività Culturali –Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con il contributo di Regione Lazio, è organizzata da Dalia Events e Onni e realizzata grazie al contributo di Listone Giordano, si incastona come una pietra preziosa negli spazi incantevoli del Teatro di Villa Torlonia e si apre alle nuove generazioni, per passare il testimone a chi il teatro oggi lo vive e lo promuove.Artista poliedrico, vincitore del Nastro D’Argento con Gente di Roma, oltre che attore per Orson Welles, Alessandro D’Alatri, Ettore Scola e molti altri, attraverso le sue opere Arnoldo Foà è riuscito a raccontare l’Italia dal trentennio fino alle ultime fatiche del 2014 – anno della sua morte – che l’hanno visto, con una determinazione fuori dal comune, sempre attivo nel dialogo con i giovani e nella creazione di alcuni dei più grandi capitoli della storia del teatro italiano.
Domenica 13 e 27 novembre e domenica 11 dicembre alle ore 12 sono previste visite guidate gratuite alla mostra con l’ideatrice Anna Procaccini Foà (prenotazione obbligatoria allo 060608).“Ha attraversato un secolo Arnoldo, vivendo con intensità e passione ogni momento, ogni evento, senza mai arrendersi e senza mai sentirsi estraneo al mondo” dichiara Anna Procaccini Foà, moglie dell’artista e organizzatrice della mostra. “Ed io ho potuto vivere la gioia e il privilegio di stargli accanto nella sua maturità più piena, di condividere i suoi giorni, lavorare con lui e assistere alle prove e alla realizzazione dei suoi spettacoli. Essere testimone del suo studio continuo e della sua curiosità inesauribile, che lo sostenevano nella sua costante ricerca intellettuale e lavorativa. Nel suo percorso di attore ha sempre saputo coniugare i valori della cultura e della libertà artistica, civile e intellettuale, lungo una carriera irripetibile e straordinaria scevra sempre da compromessi. Sono felice oggi di poter mettere a disposizione, insieme alla famiglia, il suo ricco archivio privato per una mostra che ne possa onorare la memoria per i 100 anni dalla sua nascita. Una mostra non didascalica e che non sia sterile omaggio, ma che nelle nostre intenzioni è una importante occasione per far conoscere soprattutto ai giovani un grande attore del ‘900, che proprio ai giovani attori si è soprattutto dedicato negli ultimi anni, sostenendoli”. (arnoldo foà)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cardiovascular imaging congress brings advanced techniques to the bedside

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

leipzig_fockeberg_zentrumLeipzig, Germany 7 to 10 December 2016 Experts will discuss the use of holograms and 3D printing to guide interventions. EuroEcho-Imaging 2016 brings advanced techniques to the bedside with international experts set to discuss the use of holograms and 3D printing to guide interventions. The world’s largest cardiovascular imaging conference will be held 7 to 10 December in Leipzig, Germany at the Congress Centre Leipzig.EuroEcho-Imaging is the annual meeting of the European Association of Cardiovascular Imaging (EACVI), a registered branch of the European Society of Cardiology (ESC). More than 3 200 healthcare professionals are expected to attend from over 90 countries. The full scientific programme is available here. “Cardiovascular imaging is now an integral part of diagnosing and treating heart disease,” said Professor Bernard Cosyns, Chairperson of the Scientific Programme Committee. “Nowadays, what’s new is that advanced techniques like 3D echocardiography and deformation imaging are being used in clinical practice.” New frontiers in congenital heart imaging will be explored including the use of 3D imaging, where data are used to create a hologram of the heart which hovers over the patient and guides the interventional cardiologist in correcting structural abnormalities. Further developments will be highlighted in 3D printing techniques, which use 3D imaging data to create exact and patient-specific cardiac structures that are then used to plan procedures.The two main themes of the congress are the role of imaging in arrhythmias and aortic valve diseases. Predicting the risk of life threatening arrhythmias is a hot topic and the role of new imaging techniques will be presented, including an entire session dedicated to imaging after cardiac arrest.“In the early phase after a patient survives cardiac arrest, imaging is essential to find the cause and guide immediate treatment,” said Professor Cosyns. “Imaging is also important later on to select patients who should receive a defibrillator to treat future episodes.”
The role of multi-modality imaging in the evaluation of atrial fibrillation, the most common cardiac arrhythmia, will also be explored following the publication of an EACVI expert consensus earlier this year.Degenerative valvular heart disease is increasingly common in Europe and the US due to an aging population. Aortic valve disease – which includes aortic stenosis – is the main reason for valve repair or replacement and is the focus of several sessions.“Patients requiring a valve intervention are often older, frail, and unsuitable for surgery,” said Professor Cosyns. “Fortunately we have an alternative, less invasive approach, called transcatheter aortic valve intervention (TAVI). Experts will discuss the use of imaging to guide this therapy.” The safety of cardiovascular magnetic resonance (CMR) will be debated and the media will hear first-hand the arguments for and against the use of this imaging modality. Professor Cosyns said: “It has been suggested that CMR may lead to DNA damage.2 This session will also provide insights into how much irradiation using computed tomography (CCT) is safe and how often CMR can be performed without causing harm.” The controversial use of a pocket-sized echocardiography device instead of a stethoscope will be debated, giving members of the press the most up-to-date pro and contra arguments. “The pocket-sized echo device has some advantages but the danger is that cardiologists lose experience with the stethoscope,” said Professor Cosyns.During the four day meeting original science will be presented in more than 1 000 abstracts. Innovations in industry will be revealed and members of the press will learn what cardiovascular imaging products are in the pipeline that may enter clinical practice in the future.
This year’s EuroEcho-Imaging Lecture will be given by Dr Partho P. Sengupta from The Mount Sinai Medical Centre in New York, who will speak about cardiac imaging in the era of precision medicine.Professor Cosyns said: “The EuroEcho-Imaging programme is packed with new science, controversy and debate, and is the place to be to get up to speed on the fast moving field of cardiovascular imaging.”

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

XIII Edizione del “Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

siriaRoma Martedì 15 novembre 2016 alle ore 11.00 la Fondazione pontificia ACS-Italia presenta la XIII Edizione del «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo». La Conferenza Stampa di presentazione si tiene a Roma, presso la Sala della Stampa Estera (via dell’Umiltà 83c).
Il «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo» descrive il grado di libertà religiosa di cui ogni gruppo religioso gode e ha goduto in ogni Paese del mondo, dal giugno 2014 al giugno 2016. Vengono di conseguenza portate alla luce discriminazioni e persecuzioni di cui le diverse comunità (non solo cristiane) sono vittime. Anno dopo anno il «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo» di ACS si è imposto all’attenzione di uomini di Chiesa, diplomatici, politici e giornalisti, e viene citato nell’ambito delle attività della Santa Sede, delle Commissioni parlamentari nazionali e dell’Unione Europea. È redatto da studiosi coordinati da una Commissione internazionale di Aiuto alla Chiesa che Soffre, grazie anche ad informazioni provenienti da fonti locali, costantemente in contatto con la Fondazione pontificia.
La Conferenza Stampa, preceduta da un welcome-coffee (ore 10.30), è moderata da Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire. Alle ore 11.00 il Presidente di ACS-Italia, Alfredo Mantovano, apre i lavori con il saluto iniziale. Segue l’introduzione del Direttore di ACS-Italia, Alessandro Monteduro, e la descrizione di metodologia e fonti da parte di Marta Petrosillo, Componente del Comitato editoriale del Rapporto 2016. Seguono gli interventi del Cardinale Mauro Piacenza, Presidente internazionale di ACS, e del Professor Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale. Testimone proveniente da un Paese-simbolo delle violazioni della libertà religiosa, la Siria, è Monsignor Jacques Behnan Hindo, Arcivescovo siro-cattolico di Hassaké-Nisibi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il meraviglioso mondo di Centopia diventa realtà

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

mia-and-meRainbow, la content company nota in tutto il mondo per le sue produzioni animate e multimediali e Dimensione Eventi – leader nella produzione di spettacoli nel settore kids/teen e dopo le tournée internazionali di Peppa Pig, Chica Vampiro e Kendall Schmidt – annunciano l’arrivo a teatro di “Mia and me® Live Show”.Mia and me® – l’emozionante serie televisiva mix di animazione e live action co-prodotta da Rainbow e Hahn & M4E Productions Gmbh, in onda tutti i giorni su Rai Gulp – diventa un musical che farà sognare piccoli e grandi grazie alle avventure di Mia e dei suoi amici nel mondo incantato di Centopia.
Il tour coinvolgerà tutti i principali teatri d’Italia partendo da dicembre 2016 fino a maggio 2017. Informazioni dettagliate su date, location e prevendita biglietti sul sito ufficiale http://www.dimensioneeventi.it o chiamando il numero 011/2632323 (dal lunedì al venerdì in orario 10-13 e 14.30-18.30).Gli spettatori avranno la possibilità di incontrare i principali protagonisti della serie animata, come Yuko e Mo in una storia fiabesca ed avvincente che vedrà ancora una volta abbracciate realtà e fantasia.Personaggi conosciuti e amati dai bambini, costumi coloratissimi, scenografie reali e virtuali, giochi di luce ed ombre. Sul palco l’atmosfera fatata dell’art du cirque con voli acrobatici mozzafiato, effetti scenici in sala, illusionismo e trucchi magici più tanta interazione con il pubblico, per uno spettacolo che piacerà a tutta la famiglia.Settanta minuti di emozioni dove farsi cullare dalla fantasia e tornare a sognare.Gli unicorni, creature misteriose e tanto amate dal pubblico, si fanno portatori di valori unici, come la fantasia, il sogno, l’immaginazione, l’avventura, l’amicizia, la fiducia, l’onestà, il coraggio e il rispetto per l’ambiente e la natura. Il tutto in un mix suggestivo di riprese live-action e animazione CGI, di realtà e fantasia, con protagonisti giovani ragazzi e personaggi in 3D, ispirati allo stile del pittore Gustav Klimt. mia-and-me1Mia and me®, la serie fantasy che ha appassionato i bambini e i genitori in Italia e nel mondo, combinando in modo unico e affascinante le vicende reali della vita di tutti i giorni, ricche di immedesimazione per le giovani generazioni, e le avvincenti avventure fantasy, ispirate ai sogni e ai desideri dei più piccoli.
DATE SPETTACOLI (calendario aggiornato su http://www.dimensioneeventi.it)
BOLOGNA – Il Celebrazioni – 4 dicembre 2016
NAPOLI – Teatro Cilea – 11 dicembre 2016
TRIESTE – Orazio Bobbio – 18 dicembre 2016
LUGANO – Palazzo Congressi – 21 dicembre 2016
ROMA – Parco della Musica – 26, 27, 28, 29, 30, 31 dicembre 2016
PESCARA Teatro Massimo – 7 gennaio 2017
LECCE – Politeama Greco – 21 gennaio 2017
VARESE – Teatro Apollonio – 29 gennaio 2017
TORINO – Teatro Alfieri – 6, 7 maggio 2017
MILANO – Teatro Nazionale CheBanca! – 28 maggio 2017

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovazione tecnologica e conoscenza sul campo del patrimonio artistico

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

universita-europeaRoma. Sono queste le caratteristiche del Corso di perfezionamento per Operatori della valorizzazione del territorio e del Corso di Alta formazione per Guide turistiche che iniziano martedì 8 novembre 2016, alle 15, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190. L’edizione di quest’anno, la terza, è stata rinnovata nella formula e nell’impostazione, per rispondere meglio alle esigenze di formazione e aggiornamento di professioni che stanno vivendo grandi trasformazioni in un contesto globale sempre più concorrenziale.
E’ basata sulla centralità delle tecnologie digitali e su un ricco programma di lezioni in esterno, sopralluoghi, simulazioni di visite, incontri con i direttori dei musei. Questa doppia dimensione permetterà sia di acquisire strumenti operativi per posizionarsi efficacemente sul mercato, sia di consolidare metodologie di studio per l’approfondimento e per l’inserimento in aree diverse, in Italia e in Europa. Consente inoltre di sviluppare, grazie al ruolo di collegamento dell’Università, una rete di contatti che faciliteranno l’operatività e un rapporto diretto con le diverse tipologie di soggetti del sistema turistico culturale.
Ogni iscritto, durante i corsi, dovrà sviluppare un progetto professionale o imprenditoriale individuale, con il supporto dei professori e degli esperti che compongono il Collegio dei Docenti: nei prossimi sei mesi ciascuno implementerà le attività che già svolge oppure ne avvierà di nuove, potenziando la propria rete di contatti, definendo il business plan, valutando l’efficacia di azioni e iniziative.
Le lezioni teoriche sono trasmesse anche in streaming, con la creazione di una vera e propria aula virtuale in cui tutti possono interagire anche in voce. Uno dei punti di forza dei corsi è la formazione di un gruppo di professionisti con curriculum già consolidato e competenze diversificate, che lavorano insieme, si confrontano e sviluppano iniziative economiche e occupazionali comuni. (foto: università europea)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bruxelles: Manifestazione contro il Mes Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

beppenomesBruxelles. Grillo dichiara: “Mercoledì 9 novembre sarò a Bruxelles per partecipare alla manifestazione contro il Mes Cina. Entro l’11 dicembre 2016 l’Unione Europea dovrà decidere se riconoscere alla Cina lo status di economia di mercato. Le implicazioni di una tale decisione sono ENORMI e dannose per i cittadini e le imprese europee. Mercoledì migliaia di cittadini manifesteranno perchè questa deve essere una decisione del popolo, non dei burocrati. Io sarò in mezzo a loro: #NoMesCina!
Il MoVimento 5 Stelle da mesi si batte contro questo scenario che per l’Italia, così come per molti altri Paesi europei, significherebbe non poter più applicare le misure di difesa commerciale, cioè i dazi applicati alle merci cinesi che raggiungono il continente europeo e circolano liberamente senza alcun controllo. A rischio ci sono 415 mila posti di lavoro in Italia, 3 milioni in tutta Europa.
Dobbiamo proteggere le nostre PMI da questa follia che potrebbe dare a migliaia di imprenditori il colpo di grazia. I prodotti cinesi sono artificialmente più concorrenziali dei nostri, perché la Cina non segue le logiche dell’economia di mercato: produce a prezzi più bassi grazie agli aiuti di Stato e a normative “allegre” in materia di diritti di lavoratori e di standard ambientali. Vi invito a raggiungermi e a unirvi a tutti noi.
Se non potrete essere lì, seguiteci nella diretta che verrà trasmessa qui sul blog e sulla pagina facebook del MoVimento 5 Stelle e usate l’hashtag #NoMesCina per esprimere la vostra vicinanza. Le rivoluzioni partono dai cittadini, i politici devono eseguire! Fatevi sentire”. (by Beppe Grillo)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

How to attract highly skilled immigrants to the EU: review of the Blue Card

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

parlamento europeoOpening paths for legal migration into Europe and helping to cope with the demographic challenges faced by the Union are among the objectives of the EU Blue Card scheme. In a hearing on Monday afternoon, Civil Liberties MEPs will discuss with experts and academics how to shape this tool to make sure those aims are achieved.The EU “blue card” for highly qualified workers from third-countries and their family members -modelled after the US “green card”- has been in place since 2009, but it is not widely used. Pointing to restrictive admission conditions and the disparities among member states on rules, conditions and procedures, the Commission presented last June a proposal to revamp the current directive.According to OECD data, only 31% of highly skilled migrants to OECD countries chose to immigrate to the EU, with Australia, Canada and the USA as favourite destinations. Within the EU, Germany grants the biggest share of “blue cards”, with almost 90% of the total for all member states in 2014. During the hearing, MEPs will assess the results of the current scheme and will pay attention to some country specific cases, like Sweden and Germany. They will also discuss the wider context of EU labour migration policy.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francesco Forgione presenta in Calabria il suo nuovo libro “I tragediatori”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

Layout 3Siderno, venerdì 11 novembre, alle ore 18,00 presso la libreria Mondadori del Centro Commerciale “La Gru” e con la partecipazione del giornalista Michele Albanese, di Luigi Franco, direttore editoriale Rubbettino e della giornalista Maria Teresa D’Agostino per proseguire poi, il giorno successivo, 12 novembre, a Cosenza, alle 18,30 presso la libreria Ubik, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnolo e il giornalista Arcangelo Badolati.Queste le prime due tappe calabresi del tour che sta portando Francesco Forgione in varie città e regioni d’Italia a parlare del suo nuovo libro intitolato “I tragediatori. La fine dell’antimafia e dei suoi miti”.Per troppo tempo l’antimafia non ha discusso di se stessa, della sua vita, del suo modo d’essere. Perché lo ha fatto? Non ha voluto o non ha potuto discutere? Perché è stato sempre impedito un dibattito libero, un confronto aperto sulla sua identità? E perché è stato impossibile esprimere punti di vista diversi da quelli dei protagonisti della vulgata egemone, che si sono autoproclamati depositari delle sue verità?
Sono anni ormai che personaggi e figure simbolo dello schieramento antimafia, sia in ambito istituzionale che civile, sono state innalzate allo status di icone pubbliche. Forti dell’autoassegnazione di un ruolo di rappresentanza dell’antimafia nel suo complesso, tali figure non vengono sottoposte ad alcuna critica se non da parte di chi, per collocazione politica o per il diretto coinvolgimento in vicende giudiziarie, si è dichiaratamente collocato nel campo avverso. Di conseguenza il loro linguaggio, i loro atteggiamenti e le loro azioni si sono trasformate nel Verbo dell’antimafia stessa.
Mettere in discussione anche solo parzialmente l’operato di tali figure significa incorrere nell’accusa di sovraesporle al rischio di diventare vittime dei killer mafiosi, di favorire l’isolamento di chi lotta contro la mafia o – nel caso di alcuni magistrati – di fare il gioco di chi ha interesse a zittirli e a neutralizzarne l’azione per coprire interessi e collusioni con il potere.
In questo contesto, nel mondo dell’antimafia si è imposto l’uso politico, strumentale e a volte persino intimidatorio, di un termine specifico: delegittimazione. L’accusa di delegittimazione è diventata un grimaldello ad uso e consumo dei custodi delle icone antimafiose, ed è stata utilizzata per neutralizzare o far tacere ogni critica, seppur espressa da soggetti dello stesso campo politico-culturale. Si è trattato di un’operazione culturale e mediatica di forte impatto.
Come conseguenza, un ampio settore dello stesso schieramento ha scelto di restare in silenzio: un silenzio che ha spianato la strada all’egemonia culturale di un’antimafia autoproclamatasi radicale, “dura e pura” nel suo giacobinismo e privilegiata nel rapporto diretto con alcuni magistrati, sempre più proiettati in una dimensione politico-mediatica.
È successo così che alcuni partiti, o esponenti di partiti variamente collocati a sinistra, abbiano pensato che per ottenere il marchio di garanzia dell’antimafiosità sia sufficiente un po’ di propaganda, un comunicato di solidarietà ai magistrati, un appello firmato da Roberto Saviano e Andrea Camilleri e, naturalmente, qualche incontro e convegno con i rappresentanti di Libera.
Non solo ma talvolta a conquistare la patente di “Paladini dell’Antimafia” sono stati proprio personaggi (come tante recenti indagini hanno dimostrato) che con la mafia hanno camminato a braccetto, conducendo loschi affari e trattative, ergendo il vessillo dell’antimafia per operare al sicuro.
Si è caduto così così nella “notte in cui tutti le vacche sono nere” di hegeliana memoria dove non si distingue più tra bianco, nero o grigio (chiaro o scuro che sia).
In questo libro l’autore, già presidente della Commissione Parlamentare Antimafia lancia un coraggioso j’accuse contro l’antimafia dei “tragediatori”, di coloro che vestono la maschera dei puri per celare il volto dei collusi. Ciò non per rendere tutto indistinguibile né per far crollare tutto in una sorta di pessimismo cosmico ma perché l’antimafia smetta di essere appannaggio di pochi per ritornare ai tanti ragazzi e alle tante risorse della società civile che in questi anni, spesso in silenzio o nell’indifferenza generale, hanno continuato a lottare e operare per estirpare il cancro delle mafie dalla nostra società.
Perché come ricorda l’autore se è vero che con realismo “continuiamo ad affermare che non è detto che vinca, con altrettanta convinzione possiamo dire che non è scritto da nessuna parte che siamo destinati a perdere”. (foto: i tragediatori)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La politica umanizzi gli istituti di pena

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

carcere“Con il Giubileo dei carcerati celebrato oggi con grande solennità, l’anno della misericordia si avvicina alla fine nel giro di pochi giorni. Abbiamo provato a vivere tante diverse opere di misericordia in questi mesi, sull’esempio di Papa Francesco, ma quella di oggi è stata il punto culminante della grande festa del perdono. Quello da chiedere e quello da offrire. E’ stata un’emozione forte, intensa, vedere pregare con grande raccoglimento tante persone che hanno sulle spalle un carico di dolore e sofferenza, di cui è parte integrante la sofferenza e il dolore occasionato ad altre persone. Un’esperienza graffiante per la nostra coscienza, sempre restia a perdonare, eppure sempre affamata di perdono. Ma non si può chiedere perdono se non si è disposti a perdonare e Papa Francesco lo ha sottolineato con forza, mentre sollecitava tutti noi a perdonare anche con gli strumenti propri della politica, per esempio umanizzando la vita delle carceri e non avendo paura di pronunciare la parola indulto”.Lo dichiara l’on. di Area popolare Paola Binetti.”Senza la speranza di poter cambiare vita, di poter correggere certi comportamenti sbagliati, senza dubitare di poter diventare migliori, la democrazia non ha spazio né futuro. E forse – conclude Binetti – occorre ripartire proprio da qui, con la riforma delle riforme, quella che parte dal cuore di tutti gli uomini, di quelli che chiedono perdono e di quelli che offrono perdono”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

China’s new Cybersecurity Law. Stricter regulations for companies, greater powers for the state

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

pechinoDespite criticism from abroad, China has passed its controversial Cybersecurity Law. The new law will come into effect in June 2017 and gives the government broad powers to protect and control so-called critical information infrastructure. However, the law is vague and lacks detail on specific security measures. Foreign companies are concerned that they may have to share their source code with Chinese authorities. They also worry that data localisation requirements might increase the danger of industrial espionage and intellectual property violations.MERICS cybersecurity expert Nabil Alsabah explains what is at stake.
What is the Cybersecurity Law all about?
The Cybersecurity Law is the latest addition to a series of laws and regulations aimed at strengthening network security and tightening information control and censorship in China. The law introduces measures to ensure the protection of “critical information infrastructure” – such as energy and water supply – from hackers and cyber sabotage. It also confirms previous censorship rules in the name of “protecting political stability” and “national security”. The law gives the government the right to shut down the internet during crises, as it once did during the unrest in Xinjiang in 2009.In 2015 China passed a Counter-Terrorism Law which requires companies to provide access to the data of terror suspects. The National Security Law, also adopted last year, laid down the principle of “cyber sovereignty” — the notion that China can regulate “its” internet as it wishes. The Cybersecurity Law is part of this broader framework.
How does the cybersecurity law affect foreign companies doing business in China?
The law affects foreign companies that sell hardware and software solutions to China’s critical infrastructure operators. Those operators are in the future only allowed to purchase IT products that have passed a cybersecurity review, probably administered by the Cyberspace Administration of China. It is unclear whether foreign companies must reveal software source code during the review process.The new law classifies the following areas as critical: communication infrastructure, energy, transport, water supply, finance, public utilities and e-government services. The law also mentions unspecified areas that might affect “national security”, the “citizens’ well-being” or “public interest”. Such vague language could allow authorities to arbitrarily classify more and more areas as “critical”.The data localisation requirement is another challenge for foreign companies. The law stipulates that data, such as user data, collected by critical infrastructure operators must be stored within China’s borders. Foreign businesses are concerned that this requirement increases the risk of industrial espionage and intellectual property theft.
Foreign companies have criticized the draft law for months. Have their concerns been addressed?
The legislator did not compromise on the data localisation requirement or the cybersecurity review for IT products sold to critical infrastructure operators. These two issues were the biggest concerns for foreign companies. However, under certain circumstances companies may be exempted from the data localisation requirement. However, details are not clear.Showing strength can pay off too. Apple, for example, has successfully refused to share source code with the Chinese state – without any repercussions.Overall, the new law lacks transparency and creates uncertainty. Its precise effects remain to be seen and depend on implementation.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Genova, restaurato il “Martirio di San Lorenzo” di Valerio Castello

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

adelmo-taddeiIl prof. Adelmo Taddei ci illustra il recente restauro di un’opera del ‘600 di Valerio Castello, pittore di grande estro e genio, protagonista del Barocco genovese. Per la nostra rubrica culturale ” Artisti sulle vie del Giubileo “, giunta quasi alle fasi conclusive, siamo tornati a Genova, al Museo Sant’Agostino, per intervistare il direttore Adelmo Taddei, in merito ad un recente restauro di un’opera del ‘600 di Valerio Castello, pittore di grande estro e genio, protagonista del Barocco genovese. Abbiamo chiesto al prof. Taddei d’illustrarci l’importanza e il significato di questa opera muraria.“Valerio Castello (Genova, 1624 – Genova, 1659) è il genio assoluto del primo Barocco genovese, sia in lavori su tela che su affresco. Sebbene muoia molto giovane, ebbe grande influenza nella pittura genovese del tempo e lascia a Genova opere di inestimabile valore artistico e storico. L’opera in questione è databile intorno al 1650 e costituisce l’apparato decorativo di una cappella privata che si trovava nella casa che già fu di Branca Doria, il personaggio della famiglia dei Doria a cui Dante riserva nella Divina Commedia un posto nell’inferno. Agli inizi del ‘900 la casa venne ristrutturata e gli affreschi furono strappati dai muri. Il restauro, che stiamo portando avanti, sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza di Genova, sta portando alla luce l’altissima qualità e il fascino dell’opera, il cui stato di conservazione, purtroppo, non è ottimale. Quando il lavoro sarà portato a termine, si potrà scrivere una nuova, inedita pagina sulla vita, lo stile e la genialità di Valerio Castello. Il dipinto raffigura “Il martirio di San Lorenzo”: Lorenzo, con il suo candore e il suo sguardo colmo di speranza, “raccomanda lo spirito al cielo”, mentre tutti intorno si affannano i suoi carnefici, raffigurati dal pittore in maniera piuttosto rozza e sfumata, per sottolineare il loro animo malvagio. Lorenzo, a cui è dedicata la Cattedrale di Genova venne martirizzato verso la metà del III secolo, vittima delle percussioni dell’imperatore Valeriano. In realtà la storia, quale ci viene narrata dal prezioso Pallio di San Lorenzo, donato ai genovesi dall’ imperatore di Bisanzio Michele VIII Paleologo nel 1261, raffigura, nei panni del feroce persecutore, l’imperatore Decio.
“Questo imperatore, dopo aver fatto decapitare Papa Sisto II, chiede al diacono Lorenzo di consegnare il tesoro della chiesa ma costui lo aveva già venduto per aiutare i poveri, perché in effetti sono loro a rappresentare il vero tesoro della chiesa. L’imperatore, per questo suo gesto, lo fa rinchiudere in cella e martirizzare brutalmente. Credo che il messaggio che trapela da questo meraviglioso dipinto di Valerio Castello sia molto attuale e in linea con l’insegnamento che Papa monica_piattiFrancesco ha voluto comunicare per questo straordinario Giubileo della Misericordia 2016 : la Chiesa deve tornare al suo caritatevole spirito originario e mettersi al solo servizio dei più poveri e bisognosi. Questo è il motivo che mi ha spinto, tra gli innumerevoli tesori del Museo San’Agostino, a scegliere questo capolavoro per chiudere la vostra rubrica sul Giubileo. Vorrei, in particolar modo, ringraziare ed esprimere la mia gratitudine al dott. Franco Boggero della Soprintendenza Ligure e alla restauratrice, dott.ssa Monica Piatti, cui lascio la parola per illustrare ai lettori l’aspetto tecnico del restauro“.“Il dipinto ha subito, dopo la rimozione dalla sede originale – ha dichiarato la dott.ssa Monica Piatti -, interventi grossolani di restauro e questo non ha agevolato il nostro lavoro. Si è impoverita la materia pittorica e non è stato semplice eliminare tutto ciò che si era sovrapposto alla pittura originale, peraltro danneggiata da almeno due “strappi” e recuperare l’alta qualità tonale e tecnica originaria. E’ stata un’emozione fortissima riportare alla luce questa incantevole opera del maestro genovese Valerio Castello. Il lavoro, per le difficoltà esposte, procede con grande cautela, mediante l’utilizzo di una lente d’ingrandimento e, appunto per questo, a rilento, ma sono fiduciosa che fra pochi mesi potremo esporlo qui al Museo Sant’Agostino di Genova nel suo rinnovato splendore”.
Per concludere Adelmo Taddei ricorda che questo restauro è stato reso possibile grazie all’Art Bonus, la nuova modalità del mecenatismo italiano che permette di ‘adottare’ opere d’arte consentendo ai sottoscrittori di detrarre dalle tasse il 65 per cento della spesa. By Christian Flammia e Claudio Scaglioni (foto: adelmo taddei, monica piatti)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andy Murray permette a Head di rimanere in cima alla classifica mondiale e diventa il numero uno del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

head-murray-parisL’Eroe HEAD Andy Murray ha consolidatolo lo status di numero No. 1 del mondo con la vittoria dell’ottavo titolo della stagione, dopo aver sconfitto John Isner nella finale del Master di Parigi con il punteggio di 6-3, 6-7(4), 6-4. Questa vittoria arriva grazie a tutti gli ottimi risultati ottenuti dallo scozzese nel 2016 che gli hanno permesso di far scendere dal trono il compagno HEAD Novak Djokovic che è stato il numero 1 del mondo per ben 122 settimane. “Mi sentivo molto nervoso prima dell’inizio della partita ma non demotivato”, ha commentato Murray che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Radical. “Vincere è fantastico ma alcune volte, dopo che ottieni un grande successo o qualcosa che non ti aspettavi, può capitare che tu abbia un calo e ti senta un po’ fiacco”.
Murray ha ottenuto il suo nuovo ranking dopo il ritiro in semifinale del suo avversario Milos Raonic, a causa di un infortunio.
Djokovic, che promuove la racchetta HEAD Graphene Touch Speed, è stato sconfitto nei quarti di finale dal compagno HEAD e vincitore degli US Open nel 2014 Marin Cilic con il punteggio di 4-6, 6-7 (2); questo risultato ha permesso a Cilic di accedere alle Finali del World Tour di Londra. “Alla fine, questo è sport e non puoi aspettarti di vincere sempre”, ha commentato Djokovic. “Quello che mi riserverà il futuro io non lo posso sapere. Ho intenzione di continuare a giocare a questo livello fino a quando sentirò che questa è la cosa giusta per me”.
Cilic, che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Prestige, nonostante sia stato sconfitto in semifinale da Isner, è comunque soddisfatto del suo recente successo: “Mi sento davvero bene. Devo riuscire a mantenere questa forma ancora per queste ultime settimane. Questo significa molto per me, è importante che io mantenga questa fiducia per Londra e per la Finale di coppa Davis in Argentina”.
Murray ha sconfitto Isner per l’ottava volta senza essere mai sconfitto, ha vinto il 43esimo titolo della carriera e adesso parteciperà alle Finali di Londra da No.1 del mondo. Lo Scozzese vanta adesso la vittoria di 19 partite e 12 finali in tutta la stagione.
Il 29enne, che possiede adesso 400 punti di vantaggio su Djokovic, ha vinto 7 differenti Masters 1000 ed è il terzo giocatore britannico ad aver vinto Parigi Bercy dopo Tim Henman (2003) e Greg Rusedski (1998). Murray è conscio di avere solo 450 punti in più del compagno e rivale HEAD Djokovic e che qualunque cosa sarà possibile a Londra. ” Dovrei godere di questo momento perchè potrei perdere questa posizione alle Finali di Londra e non riprenderla più.” (foto: HEAD Murray Paris)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Sindaco de Magistris al Pan, catturato dagli scatti di McCurry

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

de-magistrisNapoli dal 28 ottobre 2016 al 12 febbraio 2017 Pan_Palazzo Arti Napoli Via dei Mille 60. Orari: Orari Tutti i giorni, escluso il martedì, dalle ore 9,30 alle ore 19,30. Apertura straordinaria martedì 1 novembre dalle 9.30 alle 14.30.
La domenica dalle ore 9,30 alle 14,30 Domenica 30 ottobre e domenica 6 novembre apertura dalle ore 9,30 alle ore 19,30 La biglietteria chiude un’ora prima. Biglietti Intero € 11,00 (comprensivo di audioguida) Ridotto € 10,00 per gruppi di almeno 12 visitatori e titolari di convenzioni appositamente attivate (comprensivo di audioguida) Ridotto speciale € 5,00 per scuole e giovani fino a 26 anni (comprensivo di audioguida) Gratuito per minori di 6 anni, 2 accompagnatori per classe e accompagnatore di disabili Per la prenotazione dell’ingresso è prevista una tariffa di € 1,00 a persona.
Nello scorso fine settimana il Primo cittadino della città di Napoli, Luigi de Magistris ha fatto visita alla mostra di Steve McCurry al Palazzo delle Arti di Napoli. Nelle affollate sale che ospitano il suggestivo allestimento con le foto di McCurry il sindaco ha potuto apprezzare di persona la forza degli scatti di McCurry e il suggestivo allestimento in cui sono collocate.La mostra, realizzata da Civita Mostre in collaborazione con SudEst57 e promossa dal Comune di Napoli. Vede quotidianamente un’affluenza di pubblico entusiasta di poter godere in città del prestigio di ospitare gli scatti di Steve McCurry, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, un punto di riferimento per molti, soprattutto giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo. In ogni suo scatto è de-magistris1racchiuso un complesso universo di esperienze e di emozioni e molte delle sue immagini sono conosciute in tutto il mondo.
E sono soprattutto i giovani ad entrare in mostra, a ritrovarsi nello spirito dell’arte contemporanea di cui il Pan è ricco contenitore.
Per i diciottenni Civita ha inoltre aderito all’accordo perché possano scaricare il costo del biglietto e le spese sostenute nel bookshop dal’art bonus messo a disposizione per loro dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.Il progetto espositivo curato da Biba Giacchetti propone quindi un viaggio nel mondo di McCurry, dall’Afghanistan all’India, dal Medio Oriente al Sudest asiatico, dall’Africa a Cuba, dagli Stati Uniti all’Italia, attraverso il suo vasto e affascinante repertorio di immagini, in cui la presenza umana è sempre protagonista, anche se solo evocata. Nel suggestivo allestimento di Peter Bottazzi questa umanità ci viene incontro con i suoi sguardi in una sorta di girotondo dove si mescolano età, culture, etnie, che McCurry ha saputo cogliere con straordinaria intensità. La mostra propone infine a tutti i visitatori una audioguida in cui McCurry racconta i suoi scatti in prima persona, con appassionanti testimonianze e alcuni filmati dedicati ai suoi viaggi, all’avventura della sua vita e della sua professione. Per conoscere meglio il suo modo di fotografare, ma soprattutto la sua voglia di condividere la prossimità con la sofferenza, con la gioia e con la sorpresa. (foto: de magistris)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tirocinio in Medicina Generale dalla competenza Regionale alla “Scuola di Specializzazione in medicina generale e cure primarie”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

medicinadifensivaCon riferimento ad un emendamento proposto in sede Parlamentare contenente la proposta di un completo trasferimento del Tirocinio in Medicina Generale dalla competenza Regionale alla “Scuola di Specializzazione in medicina generale e cure primarie”, la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, SIMG, valuta con attenzione ed interesse il processo da tempo delineato dell’insegnamento universitario disciplinare della Medicina Generale e delle Cure primarie. Dichiara la propria disponibilità A CONTRIBUIRE fattivamente alla realizzazione di tale percorso. Invita a voler immediatamente discutere i contenuti di tale proposta, coinvolgendo le Associazioni Scientifiche della Medicina Generale e tutte le istanze professionali della Medicina del Territorio.
Invita il Ministero della Università, il Ministero della Salute, gli estensori dell’emendamento, il Responsabile Sanità del PD on Federico Gelli, i Rappresentanti del CUN e delle Scuole di Specializzazione ad aprire una immediata consultazione con tutte le parti rappresentative della Professione della Medicina Generale del nostro Paese inclusa la scrivente Associazione allo scopo di apportare ragionevoli e documentate osservazioni al merito della materia in oggetto.
Formula immediate osservazioni e proposte che saranno presentate in un documento ad hoc nel Corso del XXXIII Congresso Nazionale del 24-26 Novembre 2016. Auspica la più ampia condivisione di questo delicato e complesso percorso da parte di tutte le componenti della professione che consenta di configurare soluzioni armoniche, equilibrate e rispettose del patrimonio prezioso costituito dalla Medicina Generale e dai medici delle Cure Primarie Paese del nostro Paese.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il PMLI invita i lavoratori a votare NO

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

referendum-noIl referendum del 4 dicembre sulla controriforma Renzi-Boschi della Costituzione rappresenta un punto di svolta cruciale, una battaglia storica per tutti gli antifascisti, i democratici ed i progressisti. Perché sono in ballo l’affossamento definitivo della Costituzione del ’48, delle residue libertà democratico-borghesi, assieme ai diritti ed alle conquiste ottenute dalle lavoratrici, dai lavoratori e dalle masse popolari. Questa è una “riforma” fortemente appoggiata dai padroni, su tutti il nuovo Valletta Marchionne e Confindustria, spalleggiati dalla CISL, il più filopadronale dei sindacati. Sostengono il SI gli USA, l’Unione Europea imperialista, e tutte le grandi banche che hanno in pugno la finanza internazionale. Non devono trarre in inganno le posizioni elettoralistiche e strumentali della destra. La volontà di “ridurre i costi della politica” è una bugia, smascherata dallo stesso PD che si è opposto al dimezzamento degli stipendi dei parlamentari e dei consiglieri regionali. L’obiettivo reale è quello di trasformare definitivamente l’Italia in una repubblica presidenziale, ridurre gli spazi democratici costituzionali, il ruolo del parlamento, assoggettare la magistratura all’esecutivo ed avere mano libera per completare lo smantellamento della sanità, della scuola e della previdenza pubbliche; privatizzare quel poco che è rimasto, detassare ed agevolare le aziende accelerando il processo già in corso, nonostante la Costituzione vigente, azzerare i diritti delle masse lavoratrici, già in larga parte demoliti col Jobs Act.
Le lavoratrici ed i lavoratori sono chiamati direttamente in causa; è quindi nel loro interesse votare NO e impegnarsi nelle fabbriche, negli uffici, nelle aziende ed all’interno dei sindacati affinché trionfi il NO per stoppare la controriforma di Renzi, e anche per dare un duro colpo e mandare a casa il suo governo capitalista, interventista, antioperaio, antipopolare e antisindacale, uno dei peggiori che l’Italia del dopoguerra abbia mai avuto.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge bilancio: bocciatura senza appello

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

camera deputati2L’Ufficio parlamentare di bilancio demolisce la legge di bilancio di Renzi e Padoan. Nessun appello per premier e ministro dell’Economia, la bocciatura è netta, durissima, senza precedenti. L’Upb parla di una manovra ‘rischiosa’ per i conti pubblici, costituita da misure ‘frammentarie’, difficilmente riferibili ‘a un disegno organico di politica economica’, una legge di bilancio piena di ‘criticità’”.Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“L’Authority dei conti pubblici, guidata da Giuseppe Pisauro, mette nel mirino le misure una tantum che costituiscono ‘circa metà delle maggiori entrate nette’ (6,3 miliardi): dalla rottamazione delle cartelle all’accelerazione dei pagamenti Iva, dalla riapertura della voluntary disclosure, dall’asta per i diritti delle frequenze. In particolare, la quantificazione della voluntary secondo l’Upb ‘rischia di essere sovrastimata’, visto che i nuovi criteri sono uguali ai vecchi. La comunicazione trimestrale dell’Iva ‘va nella giusta direzione’, ma per rafforzare le finalità antievasione ‘sarebbe auspicabile l’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica’. La rottamazione delle cartelle ‘finisce per premiare i contribuenti meno meritevoli e può indebolire il senso di obbedienza fiscale della platea di contribuenti’.Anche dal Pil non possiamo aspettarci miracoli nel 2017. La ripresa procede ‘su ritmi irregolari, ma modesti’: +0,2% nel terzo trimestre e +0,1% nel quarto. Con una chiusura dell’anno in frenata che rende difficile il raggiungimento dell’obiettivo dell’1% stimato dal governo per il 2017 (servirebbe ‘un profilo di ripresa trimestrale mediamente più intenso e continuo’, ha detto Pisauro. Il pacchetto pensioni, con l’Ape e l’estensione della quattordicesima, infine, ‘affrontano in modo specifico alcune situazioni di emergenza (lavoratori precoci, attività usuranti, esodati), ma al di fuori di un disegno organico’”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La ricerca medica italiana rimane tra le più attive ed apprezzate a livello internazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

istituto superiore sanitàMa non basta. Dalle relazioni emerse oggi durante il convegno “la ricerca clinica in Italia: evoluzione o involuzione?”, patrocinato dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore della Sanità e dall’Agenzia Italiana del Farmaco e promosso dalla Consulta delle Società Scientifiche SCV in collaborazione con UniSalute, la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti.
Molti sono stati gli elementi di riflessione per affrontare alcune delle sfide che la ricerca italiana si trova di fronte quotidianamente. Secondo l’ultima ricerca presentata da European House-Ambrosetti, il nostro Paese rientra nella ‘top 10’ mondiale per numero di pubblicazioni realizzate in ambito medico nel periodo 1996-2015 (al settimo posto con quasi 456.000 pubblicazioni), mentre è addirittura al primo posto per numero di pubblicazioni per ricercatore (5,3) e per numero di citazioni per ricercatore (101,6). Permangono tuttavia in Italia alcuni ostacoli allo sviluppo della ricerca clinica: il numero di studi clinici è andato progressivamente riducendosi negli ultimi anni per la contingenza economica, ma anche per una generale sofferenza della ricerca in Italia, come per esempio le tempistiche richieste per avviare i trial e la scarsa accessibilità alle informazioni necessarie che rendono il nostro Paese meno attrattivo per gli investitori rispetto ai competitor europei. Fiammetta Fabris, direttore generale UniSalute, commenta: “Sono convinta che per rafforzare la posizione di leadership dell’Italia nella ricerca sia necessaria un’efficace collaborazione tra tutti gli attori coinvolti nella ricerca clinica, dal servizio sanitario ai centri di ricerca, oltre chiaramente all’importante ruolo che le aziende possono ricoprire nei confronti del mondo scientifico.”
UniSalute è la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti. Si prende cura ogni giorno della salute di 6 milion di persone provenienti dalle più grandi aziende italiane, dai Fondi sanitari di categoria e dalle Casse professionali. E’ l’unica compagnia in Italia che si dedica da 20 anni esclusivamente alla protezione della salute e offre piani sanitari personalizzati e integrati con un’ampia gamma di servizi per rispondere nel modo più efficace ai diversi bisogni di protezione per le aziende di ogni dimensione e tipo. Inoltre, per prima in Italia, ha sviluppato una gamma di polizze individuali acquistabili online.Garantisce ai propri assistiti l’accesso in tempi rapidi alle migliori strutture sanitarie in Italia e all’estero tra cui ospedali, case di cura, poliambulatori, centri diagnostici e fisioterapici, studi odontoiatrici e di psicoterapia, operatori socio assistenziali anche a domicilio. E’ la prima assicurazione in Italia ad aver istituito un Circuito termale a cui i clienti possono accedere a tariffe riservate. Monitora costantemente la qualità proprio network di migliaia di strutture: 9 clienti su 10 consigliano la struttura in cui hanno effettuato le cure. Fondata dal Gruppo Unipol nel 1995 è l’operatore di riferimento nel mercato della sanità integrativa italiana.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »