Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 11 novembre 2016

Collection of Mr. Werner Bokelberg

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

painterParis Christie’s Paris is pleased to announce the sale of the prestigious collection of Mr. Werner Bokelberg on December 5, a day that will mark the 250th anniversary of James Christie’s first auction in 1766. This renowned collection comprises 113 highly desirable livres d’artistes.Werner Bokelberg is a German photographer who has specialised in fashion and celebrities. He was very young when in 1965 Stern magazine commissioned from him a reportage on Salvador Dalí. Bokelberg spent a week at the painter’s house in Port Lligat, where he immortalized in photography some of the artist’s surrealist performances. By this time Bokelberg had already begun to collect photography and had formed an important collection of daguerreotypes and gelatin silver prints. His passion for photography was just one manifestation of the importance he attached to visual imagery: a passion for livres d’artistes was a natural complement. (photo: painter)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Faith Leaders Challenge Sovereign Wealth and Pension Funds in COP 22 Interfaith Climate Statement

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

marrakechBy Jenny Phillips. Green Faith Marrakech, Leaders from global faith groups, financial institutions and foundations called on sovereign wealth and pension funds to rapidly end trillions in investments related to fossil fuels and invest in renewable energy in line with the Paris AgreementThe faith leaders met at Building the Divest Invest Movement with Faiths, Foundations and Finance, an official side event of the COP22 UN Convention on Climate Change, which began November 7 in Marrakech.At the event, the COP22 Interfaith Climate Statement was released, with eminent leaders from across faith traditions joining together in a powerful call to action. Signatories include His Holiness the Dalai Lama; Msgr. Marcelo Sánchez Sorondo, Chancellor of the Pontifical Academy of Sciences; Rev Dr. Olav Fykse Tveit, General Secretary, World Council of Churches; Sayyid M. Syeed, Islamic Society of North America; Archbishop Desmond Tutu; and over 220 other faith leaders from around the globe. Other signatories include senior Buddhist, Hindu, Jain, Sikh, Muslim, Eastern Orthodox, Roman Catholic, Anglican, Episcopal, Baptist, Pentecostal, Lutheran, Quaker, Unitarian Universalist, Indigenous and other spiritual leaders.The Statement included a set of imperatives designed to speed a transition to a low carbon future in a timeframe consistent with the goal of limiting temperature rises to 1.5°C above preindustrial levels. The calls included shifting public finances away from fossil fuels, increasing financing to end energy poverty with renewable energy, and ensuring a just transition that protects human rights and vulnerable communities.Faith leaders urged their communities for more commitments to divest from fossil fuels and invest in renewable energy, with the Islamic Society of North America (ISNA) releasing a major announcement that it would commit to divest its investments from fossil fuels and encourage its two constituent organizations and five national affiliated institutions to do so as well. This marked the world’s first divestment announcement from a Muslim institution.“According to Islam’s most basic and fundamental teachings, human beings have been uniquely charged with the great responsibility of being Guardians of the Earth. It goes against the mission of the ISNA to invest in fossil fuel companies whose operations and products cause such grave harm to humanity and to Creation,” said Dr. Azhar Azeez, President of the Islamic Society of North America.The event also included presentations by philanthropic foundation leaders. Mark Sainsbury, Chair of the Mark Leonard Trust, made the financial case for divest invest: “The Paris Agreement, new regulations and technological innovation will see fossil fuel companies lose value and market share to sustainable energy technologies. In fact, it’s happening already. We’re in a sustainable energy revolution and I believe it’s wiser to invest in the low carbon technology of today and tomorrow, not the high carbon technology of yesterday,” he said.Ellen Dorsey, Executive Director of the Wallace Global Fund, stated, “Governments have significant influence on global finance with their investment assets. Nations can play a critical and stabilising role in expediting the transition from a fossil-fuel based economy to a net-zero carbon economy, mitigating the financial and humanitarian risks of dangerous climate change. Nations’ sovereign wealth funds must be invested consistent with the commitments made in Paris.”Rev Fletcher Harper, Executive Director of GreenFaith said, “Religious and spiritual communities recognize that the earth is a gift, and that it is our responsibility to protect it. In the face of the climate crisis, we are all required to act and to immediately shift away from fossil fuels and toward clean energy. Faith communities are also united in their concern to care for the most vulnerable and are committed to bring distributed, clean power to the 1.1 billion people globally who lack access to electricity by 2030.”The side event was hosted by GreenFaith and Divest Invest. Greenfaith is an interfaith environmental organization that inspires, equips, and mobilizes diverse faith communities for environmental action. Divest Invest encourages individuals and philanthropic institutions to accelerate the transition to a clean energy future.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferencia de Chiara Montanari

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

antartideMadrid 16 de noviembre de 2016 a las 20h00 Istituto Italiano di Cultura alle Mayor, 86 Conferencia de Chiara Montanari: Crónicas de los glaciares: 90 Días en Antártida. Los mapas geográficos del siglo XV incluyen el Antártida en la que se define la Terra Australis Incognita. Desde entonces muchas cosas han cambiado, ha habido la época de las grandes exploraciones guiadas por hombres extraordinarios como el Capitan Cook, Dumond Durville, Amundsen y Scott; han ocurrido aventuras legendarias como la de sir Ernest H. Shackleton que permaneció prisionero en el pack con su barco Endurance y sus “27 hombres dispuestos a todo”. Después de la Segunda Guerra Mundial este continente ha sido objeto de estudios científicos y cuenta hoy en día con 40 bases permanentes en su territorio, pero sigue siendo aún un continente parcialmente inexplorado y en su mayoría desconocido. Chiara Montanari ha sido jefe de varias misiones a la Antártida, entre las cuales la de la base Concordia, en el Plateau Antártico, a 4000m de altitud y temperaturas que van de los 50 grados bajo cero en verano a menos 80°C en invierno. Con su presentación nos llevará a uno de los lugares más extremos de nuestro planeta, haciéndonos entender lo que significa vivir e investigar en condiciones límites. Chiara Montanari es travel addicted. A los 29 años tuvo la ocasión de participar en una expedición a la Antártida y desde entonces sufre el mal de Antártida. Por eso no ha podido evitar volver. Ha sido jefe de expedición en las misiones de investigación científica internacionales en algunas de las bases más olvidadas del continente y ha contado una de sus últimas aventuras en el libro Cronache dai ghiacci, 90 giorni in Antartide (Mondadori Electa). Cuando no está trabajando en Antártida vive en Milán, se ocupa de Teoría de la Complejidad aplicada a las organizaciones, de innovación y gestión de equipos multidisciplinares en situaciones de crisis e incertidumbre. Practica Yoga y artes marciales Shaolin, le gusta leer y aprender y, en general, ama explorar la vida en sus múltiples formas. http://www.chiaramontanari.net/

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inauguración de la exposición Schegge d’ombra, de Fabrizio Corneli

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

madridMadrid 17 de noviembre de 2016 a las 12h00 Istituto Italiano di Cultura alle Mayor, 86. Inauguración de la exposición Schegge d’ombra, de Fabrizio Corneli. Seguirá la conferencia Luz y Arte: una relación indisoluble del Físico y Responsable del Laboratorio de Ergonomía de la Visión del CNR, Alessandro Farini. Fabrizio Corneli, artista activo desde los comienzos de los 80 ha sido, y es, uno de los protagonistas de la estética de la obscuridad. El arte de Corneli dialoga, en plena actualidad, con la ciencia: sus sorprendentes instalaciones se basan en un atento estudio de la óptica y de la geometría, de las reglas de la perspectiva y de la percepción para dar forma a la materia obscura – ¿desconocida, no conocible? – de la sombra. Alessandro Farini es un físico licenciado en la Universidad de Florencia donde consiguió también la especialización en Óptica. Es el responsable del Laboratorio de Ergonomía de la Visión del CNR-Instituto Nacional de Óptica. El Laboratorio de Ergonomía de la visión se dedica a la Psicofísica Aplicada, y especialmente al estudio de la iluminación y de la óptica oftálmica. Es profesor de fotofísica del proceso visual y de psicofísica en el departamento de Óptica y Optometría de la Universidad de Florencia.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XVI Semana de la Ciencia de Madrid

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

madridMadrid 15 de noviembre de 2016 a las 20.00 horas Istituto Italiano di Cultura alle Mayor, 86: Conferencia del genetista Edoardo Boncinelli y del físico Roberto Cingolani: Natura Magistra Scientiae: el futuro del hombre entre evolución y tecnología. Edoardo Boncinelli es profesor de Biología y Genética de la Universidad Vita-Salute dé Milán. Físico de formación, se ha dedicado al estudio de la genética y de la biología molecular de los animales superiores y del hombre, antes en Nápoles, en el Instituto Internacional d Genetica y Biofisica (IGB) del CNR, y luego en Milán. Es miembro de la Academia Europaea y del EMBO, la Organización Europea para la Biología Molecular, y ha sido Presidente de la Sociedad Italiana de Biofísica y Biología Molecular. En 2005 ha recibido el EMBO Award for Communication in the Life Sciences. Sus estudios experimentales sobre el desarrollo embrionario, van desde la primera determinación del eje corpóreo a la estructura de la corteza cerebral. Siguiendo con esos estudios, sus intereses culturales se han ido desplazando hacia las neurociencias y la investigación de las funciones mentales superiores. Sus descubrimientos, realizados con su grupo de trabajo, se consideran fundamentales para la biología de todos los tiempos. A lado de su actividad de investigación científica, Bonicelli desarrolla una brillante carrera de ensayista y divulgador científico; entre sus libros recordamos L’anima della tecnica, Lettera a un bambino che vivrà 100 anni , sobre las nuevas fronteras de la genética, La scienza non ha bisogno di Dio, Quel che resta dell’anima y La vita della nostra mente; la autobiografía Una sola vita non basta. Storia di un incapace di genio, Noi che abbiamo l’animo libero, Genetica e guarigione, Homo faber, Noi siamo cultura, I sette ingredienti della scienza, Contro il sacro. Perché le fedi ci rendono stupidi. Colabora con el Corriere della Sera que en el 2011, con motivo del 150º aniversario de la Unidad de Italia, ha incluido sus descubrimiento entre los 10, producidos por el genio de los científicos italianos, que hay que recordar en la historia de Italia. Roberto Cingolani (Milano, 1961), es profesor de Física en la Scuola Normale de Pisa. Fundador del Laboratorio Nacional di Nanotecnología de Lecce, es director científico del Instituto Italiano de Tecnología. Ha sido miembro del equipo del Max Planck Institute de Stuttgart y Visiting Scientist en la Universidad de Tokio autor de más de 40 patentes y setecientos artículos científicos para las más prestigiosas revistas y conferencias internacionales. Ha detenido varios cargos institucionales a nivel nacional e internacional. Numerosos son los reconocimientos recibidos: 2 premios europeos del concurso de los jóvenes inventores de la Philips, 2 premios para jóvenes investigadores de la Sociedad Italiana de Física, el premio “Ugo Campisano” del INFM para las investigaciones en el ámbito de la Física de los Semiconductores, el premio “ST-Microelectronics” de la Sociedad Italiana de Física, el “Premio Grande Ippocrate” para la divulgación científica de Unamsi y Novartis y el “Premio Gentile da Fabriano”. Además, le han sido otorgados el “Premio Guido Dorso” del Senado de la República Italiana, el titulo de “Alfiere del Lavoro” y de “Commendatore della Repubblica” por parte del Presidente de la República Italiana.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Referendum costituzionale: l’Italia a un bivio. Sì e no a confronto

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

emanuele-bilottiRoma Martedì 15 novembre 2016, alle 11.00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà il seminario “Referendum costituzionale: l’Italia a un bivio. Sì e no a confronto”.
Introdurrà l’incontro il Prof. Emanuele Bilotti, Ordinario di Diritto Privato e Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza all’Università Europea di Roma.
Interverranno il Prof. Giuseppe Colavitti, Associato di Istituzioni di Diritto Pubblico all’Università dell’Aquila, e il Prof. Filippo Vari, Ordinario di Diritto Costituzionale nel Corso di Laurea in Giurisprudenza all’Università Europea di Roma.
“È sicuramente un bene – ha spiegato il Prof. Emanuele Bilotti – che, in vista della prossima consultazione referendaria, nella quale saremo chiamati a confermare o a respingere la riforma costituzionale elaborata dal Parlamento, tutti i cittadini possano essere informati in maniera adeguata. Un’informazione corretta non è però sempre accessibile per tutti, in particolare per quanti non possono contare su una formazione giuridica. D’altra parte, i contenuti della riforma sono piuttosto articolati e presentano indubbiamente una certa complessità sotto il profilo tecnico-giuridico.
È dunque in un’ottica di servizio che, come docenti del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma, abbiamo organizzato un breve momento di approfondimento e di confronto sulla riforma: un momento appositamente pensato, peraltro, per gli elettori più giovani, gli studenti delle ultime due classi delle Scuole superiori.
Si tratta di un pubblico che conosciamo bene e che sappiamo essere giustamente esigente. È un pubblico che si tiene per lo più lontano dai confronti televisivi, ma che cerca nondimeno risposte chiare e non accetta di essere strumentalizzato. Il nostro obiettivo è allora quello di esporre i contenuti della riforma in una maniera corretta e non approssimativa, ma pur sempre con semplicità e senza rischiare di annoiare con inutili tecnicismi.
È evidente poi che un’iniziativa di questo tipo non intende assolutamente orientare il voto in un senso o nell’altro. L’Università Europea di Roma, in quanto alta Istituzione formativa, non si schiera certo politicamente. Come già in altre circostanze, però, non si tira indietro quando si tratta di mettere le proprie competenze tecniche al servizio della società. L’equilibrio dei contenuti sarà assicurato dal coinvolgimento di due specialisti del diritto costituzionale, i quali, nel dibattito scientifico che ha accompagnato l’elaborazione della riforma, hanno già avuto modo di assumere posizioni antagoniste nella valutazione dei suoi contenuti da un punto di vista rigorosamente tecnico”. (foto: emanuele bilotti)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Menopausa: terapia ormonale sostitutiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

menopausaNon è una malattia, bensì una condizione fisiologica ma, aumento di peso, disturbi del sonno e dell’umore, irritabilità, vampate di calore, sudorazioni notturne, riduzione del desiderio e del piacere sessuale che spesso si protraggono per oltre 5 anni, possono incidere negativamente sulla qualità della vita considerando che, a volte, alcuni di questi sintomi persistono anche superati i 70 anni di età. Sono questi i segnali che caratterizzano la comparsa della menopausa, un periodo che corrisponde ormai ad un terzo della vita di una donna e che per questo deve essere affrontato attraverso un percorso personalizzato guidato dallo specialista. Nonostante il forte impatto sulla qualità di vita, solo 7 italiane su 100 in menopausa fanno ricorso alla terapia ormonale sostitutiva (TOS): il punto al 15° Congresso Nazionale AME, Associazione Medici Endocrinologi, che ha inizio oggi a Roma.“Il trattamento della menopausa è ad oggi uno degli argomenti più controversi, afferma Roberto Castello, endocrinologo, direttore di Medicina Generale a Borgo Trento, Verona e Past President AME. Sebbene la terapia ormonale sostitutiva (TOS) possa rappresentare un valido aiuto, oggi solo il 5-10% delle donne italiane in menopausa ne fa uso. Nel 2002 furono resi noti i risultati, poi rivisti, del famoso studio Women’s Health Initiative (WHI) che, pur confermando l’effetto favorevole della TOS sulla sintomatologia, sull’osteoporosi e sul carcinoma del colonretto, ne ha messo in dubbio l’azione protettiva sulle patologie cardiovascolari, riaffermando il già noto aumento di rischio per la mammella. Questo studio ebbe un drammatico impatto sia tra le donne che tra gli specialisti, tanto che si registrò un drastico cambiamento delle abitudini prescrittive di TOS con una riduzione del 40% in un solo anno. Oggi, dopo numerose revisioni e più recenti studi si è fatta chiarezza sui farmaci che sono in grado di alleviare gli effetti della menopausa e che si sono dimostrati una risorsa preziosa quando vengono utilizzati appropriatamente. La TOS è indicata soprattutto per ridurre i sintomi vasomotori, le fastidiose vampate di calore, i sintomi urogenitali ma anche l’instabilità emotiva, i disturbi del sonno, la riduzione della libido: ben il 56% delle ginecologhe italiane, una su due, ne fa uso1. La TOS viene inoltre prescritta per prevenire la perdita di massa ossea associata alla post-menopausa ed è in grado di ridurre l’incidenza di tutte le fratture correlate all’osteoporosi, incluse quelle vertebrali e femorali, anche in pazienti a basso rischio, ma poiché tale beneficio non viene mantenuto dopo la sospensione, la TOS non è attualmente raccomandata come terapia di prima scelta per questa indicazione”. “Molti sono i metodi alternativi a cui la donna ricorre, i cosiddetti metodi naturali, spesso costosi e piuttosto deludenti, precisa Vincenzo Toscano, Presidente Eletto AME. Recentemente in una metaanalisi pubblicata nel 2016 su Jama2 sono stati valutati vari rimedi tra cui soia, isoflavoni, semi di lino, cohosh nero, ginseng, medicina cinese, estratto di polline, rabarbaro, malto, ipnosi, yoga dimostrando una modesta, se non in molti casi alcuna, riduzione dei sintomi vasomotori che sono quelli più lamentati dalle donne. È interessante osservare come ricerche italiane e in altri Paesi europei hanno evidenziato uno strano fenomeno: la TOS è l’unico caso in medicina in cui i medici la utilizzano molto più degli assistiti; solo circa il 7% delle donne italiane ma il 37% delle donne medico e il 56% delle ginecologhe italiane e 86% di quelle del Nord Europa1. Questo significa che le donne che hanno accesso alle informazioni scientifiche possono fare scelte più consapevoli. Ogni percorso terapeutico deve essere costruito assieme alla donna, valutando attentamente la sua storia clinica e la sua storia di vita sessuale escludendo qualsiasi possibile controindicazione al trattamento ormonale. Una dieta equilibrata, un’attività fisica regolare assieme ad una riduzione dell’assunzione di alcool e alla sospensione del fumo sono i giusti alleati per vivere serenamente la menopausa. Ma anche una più stretta collaborazione tra medici di specializzazioni diverse potrebbe aiutare la donna a fare scelte più serene”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum: quesito ingannevole

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

referendum“Meglio che il ricorso di Onida sia stato respinto dal Tribunale di Milano, così il 4 dicembre si vota per il referendum. Anche se Onida aveva ragione: il quesito è ingannevole nella forma e nella sostanza. Nella forma come è stato usato dalla Rai e nella sostanza perché costruito fin dall’inizio da Renzi come uno spot”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, in un’intervista a Radio Rai.“Tanto Renzi il 4 dicembre perderà lo stesso, vincerà il No nonostante il quesito e nonostante l’ingannevolezza dello stesso. La strumentalizzazione più grande di tutta questa storia è che sia stata la maggioranza a chiedere, all’inizio, il referendum facendolo diventare un plebiscito. Questa non era la ratio dell’articolo 138 e del referendum confermativo che era a garanzia delle opposizioni.Però i troppo furbi alla fine finiscono in pellicceria. Renzi finirà in pellicceria come le volpi perché ha voluto forzare la Costituzione, e perderà perché la gente ha capito”, conclude.

Posted in Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stati generali sul diabete

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

diabete testRoma Si svolgerà lunedì 14 novembre, in coincidenza con la Giornata Mondiale del Diabete, a partire dalle ore 16:15, presso l’Auditorium “Cosimo Piccinno” del Ministero della Salute (Lungotevere Ripa 1), l’evento istituzionale “Stati generali sul diabete 2016”. Promosso da Diabete Italia onlus, con il Patrocinio del Ministero della Salute e il grant incondizionato di Sanofi, l’incontro intende promuovere un dibattito volto a identificare strategie di promozione dell’equità nell’accesso alle cure per le persone con diabete, migliorando qualità ed efficacia dell’assistenza.La manifestazione, alla quale è stata invitata il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, e che vede tra i promotori l’Intergruppo Parlamentare “Qualità della Vita e Diabete”, prevede innanzitutto un’analisi del problema attraverso il punto di vista dei pazienti. GFK Eurisko presenterà infatti i risultati dell’indagine “I dati del Diabete in Italia: disease burden, soddisfazione per i servizi di cura e l’engagement”.“Partendo dai numeri della survey – commenta l’Ing. Giovanni Lamenza, Presidente di Diabete Italia – che mostreranno la frammentazione regionale dell’assistenza diabetologica nel nostro Paese, oltre al problema del coinvolgimento del paziente, che non deve essere lasciato solo nel percorso di cura, ci auguriamo di stimolare attivamente le Istituzioni, mantenendone viva l’attenzione su fronti che ancora necessitano uno sforzo congiunto da parte di tutti gli attori del sistema. Quest’evento per noi rappresenta infatti un ulteriore passo nella ‘lunga marcia tra le Istituzioni’ che stiamo portando avanti con risultati sinergici rispetto al lavoro delle Associazioni e delle Società scientifiche”.Altro focus prioritario dell’incontro sarà quello sulla cosiddetta “assistenza diabetologica 2.0”. “La gestione della patologia diabetica non può non confrontarsi oggi con il processo di progressiva digitalizzazione dei servizi e il grande capitolo della tecnoassistenza”, anticipa il Dott. Domenico Mannino, Vice-presidente dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD), che terrà una relazione proprio su questo tema. “Occorre infatti una riflessione su quali pazienti coinvolgere nei percorsi di ‘Digital Health’, attraverso quali strumenti effettivamente disponibili e per raggiungere quali obiettivi”.
Nella tavola rotonda interverranno tra gli altri: il dirigente di Cittadinanza Attiva Dott. Antonio Gaudioso, il senatore Luigi d’Ambrosio Lettieri e l’onorevole Lorenzo Becattini, fra i protagonisti delle numerose iniziative parlamentari sollecitate da Diabete Italia.
Quanto mai opportuno nell’anno della prevenzione, il coinvolgimento delle Istituzioni in campo alimentare: i Presidenti della Confederazione Italiana Agricoltori e della Commissione Agricoltura parleranno del tema diabete e alimentazione, e in chiusura sarà presentata un’iniziativa concreta nata dalle Associazioni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trust vital for effective cross-border criminal justice

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

criminal-justiceEU rules essential to build trust in the EU’s area of justice are seldom invoked, potentially hindering the fair treatment of people involved in criminal proceedings. Two new reports from the EU Agency for Fundamental Rights (FRA) offer detailed guidance for the EU and its Member States to boost the effectivity of the criminal justice system. “Protecting the rights of people involved in criminal proceedings is a hallmark of fair justice systems,” says FRA Director Michael O’Flaherty. “When it comes to justice across borders, we need to boost trust between national judiciaries. This is the only way we can ensure that people will be fairly treated.”
The reports examine EU laws and how their use in varying national contexts affects individuals during criminal proceedings and sanctioning, before and after trial. They also show how rights protection can enhance trust between Member States in cross-border cases and how these laws can significantly improve the enjoyment of fundamental rights in the EU.Rights of suspected and accused persons across the EU: translation, interpretation and information examines the right to information and translation and the right to interpretation of suspects and the accused. These rights ensure effective participation in criminal proceedings and overall fairness during trial, regardless of where in the EU the proceedings take place.Criminal detention and alternatives: fundamental rights aspects in EU cross-border transfers examines issues of criminal detention and alternatives in cross-border transfers. Such mutual recognition between Member States depends on trust, which in turn hinges very much on fundamental rights. For instance, detention should be used as a last resort and alternatives used more, in line with human rights standards. As well as helping the reintegration process, alternatives to detention are often cheaper.Both reports note that criminal proceedings should also consider the specific needs of people with disabilities or children, in accordance with European and international human rights standards. This includes accessible information about individual rights, and ensuring people are transferred to places with adequate detention conditions. (photo: criminal justice)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Renzi è dalla parte sbagliata della storia

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

di Luigi Di Maio. Non capisco come si possa ritenere competente un Presidente del Consiglio inadeguato come Matteo Renzi. Per ottenere un posto a tavola alla Casa Bianca, ha trascinato il governo italiano nella campagna elettorale statunitense, sostenendo la candidata sconfitta e rischiando di compromettere i rapporti col nuovo presidente americano.
Si era schierato contro il referendum greco sull’austerity e il popolo greco ha votato l’esatto contrario. Si era schierato per il “Remain” in Inghilterra e ha vinto la Brexit. Negli ultimi 2 anni ha acconsentito alle sanzioni alla Russia, danneggiando per 7 miliardi l’economia delle nostre imprese e creando tensioni inutili tra l’Italia e la Russia stessa. Dopo qualche mese si è presentato al Forum di San Pietroburgo per la conferenza stampa con Putin, nella quale sarà ricordato per avere passato il tempo a chattare con il suo smartphone mentre il presidente della seconda potenza – militare – al mondo parlava dell’Italia.E, non contento, qualche mese dopo, ha anche acconsentito a schierargli militari italiani contro, al confine con la Lettonia. Il suo partito ha votato al Parlamento europeo il trattato UE-Tunisia, che danneggia la nostra economia olivicola, facendo entrare olio tunisino nel nostro mercato. Ha sostenuto a spada tratta il TTIP, pur sapendo che avrebbe compromesso il nostro Made in Italy e invece di staccare lui la spina a questo trattato scellerato per proteggere la nostra economia, si è piegato alle lobby che lo sostenevano ed è stato il governo francese a fare quello che dovevamo fare noi: affossarlo. Ha usato i soldi per la lotta al terrorismo per le sue mance elettorali.Sul fronte interno ha sprecato 16 miliardi di euro delle nostre tasse nel Jobs Act che quest’anno ha prodotto già decine di migliaia di licenziamenti in più. Ha utilizzato 10 miliardi di euro per un bonus di 80 euro che non ha rilanciato l’economia: i cittadini italiani hanno speso quei soldi per pagare le tasse locali che nel frattempo lui aveva aumentato.Le sue leggi finanziarie non hanno mai azzeccato una previsione, puntualmente smentite a fine anno dai dati reali. Il suo atteggiamento arrogante e supponente non solo ha allontanato tanti cittadini italiani dalle istituzioni, ma ha causato anche scissioni e lacerazioni nel suo partito, che oggi ha più correnti che elettori. Ha fatto una riforma per mettere i suoi fedelissimi nella TV di Stato. Ha deciso tutto lui: direttori generali, presidente, e amministratore delegato. E oggi lui stesso si lamenta delle persone che ha scelto, che stanno portando la nostra televisione pubblica al declino.
Tutti possiamo sbagliare, per carità, ma chi sbaglia deve essere in buona fede. Matteo Renzi è sempre dalla parte sbagliata della storia, perché dall’altra parte ci sono i cittadini, e lui non ha mai scelto di stare con loro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione mostra fotografica “Aut-Aut”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma Lunedì 14 novembre, alle ore 14.30, verrà inaugurata al Chiostro dei Paolotti (Via d’Azeglio 85), la mostra fotografica Aut-Aut: Scatti perturbanti di un’Europa che deporta, di Alessandra Cucchi e Martina Pasini. Presenta Antonio Ferrari, editorialista del Corriere della Sera.Le due autrici, studentesse del corso magistrale di Giornalismo e Cultura Editoriale dell’Università di Parma, narrano attraverso 20 immagini in bianco e nero l’esodo di milioni di persone che scappate dalla guerra hanno raggiunto la Grecia nella speranza di un futuro migliore in Europa.
Il titolo Aut-Aut, disgiunzione latina, questo o quello, sta a simboleggiare una scelta imposta, una separazione, una privazione; è un imperativo che come un giudizio, per le due studentesse, cade sulle teste e sui destini di queste persone. La mostra sarà visitabile fino a venerdì 25 novembre.

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Serie TV: La mafia uccide solo d’estate

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

mafia-uccide-solo-destateRoma Martedì 15 novembre ore 10.45 Cinema Barberini Piazza Barberini 24 Presentazione della serie tv “LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE”
con Claudio Gioè, Anna Foglietta, Francesco Scianna, Valentina D’Agostino Regia di Luca Ribuoli Una coproduzione Rai Fiction – Wildside
Prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Mieli Ispirata all’omonimo film di Pif, la serie racconta, attraverso la voce fuori campo dello stesso Pif, la storia di una famiglia nella Palermo degli anni ’70. Mescolando tragedia e commedia, la serie scava nel nostro passato
per parlarci del nostro presente. Un modo nuovo di raccontare la mafia. Un sorriso ironico e mai banale sugli anni terribili degli omicidi eccellenti. Sarà presente il Presidente del Senato Pietro Grasso Al termine della proiezione, ore 13.00 circa, incontro stampa con produzione e cast In onda, su Rai1 da lunedì 21 novembre per 6 serate.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Segno, Colore, Forma in Poetica Visione”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

carlo-iacomucciLa Al.PA.CA. Production, in collaborazione col Maestro Iacomucci, ha prodotto una rassegna digitale delle maggiori opere dell’artista dal titolo “Segno, Colore, Forma in Poetica Visione” raccontata in uno slideshow di immagini a cura di Patrizia Minnozzi. Commentare la quarantennale carriera artistica di Carlo Iacomucci attraverso la tecnologia digitale, è stato quello di esporre adeguatamente la sua arte anche per raggiungere un vasto pubblico eterogeneo. Scommessa difficile. Tuttavia, oggi, i mezzi di comunicazione diventando sempre più vasti aiutano non poco. Il DVD, nella sua vivacità attraverso alcuni brani musicali di sottofondo che accompagnano con le parole l’excursus della carriera artistica e professionale di Iacomucci, riesce a dare quell’effetto dinamico che permea e completa il progetto. Come dicevo, l’utilizzo della tecnologia digitale, anche se non propriamente appartenente all’artista, quale persona sensibile a tutto ciò che lo circonda nella visibilità del mondo, è stata sperimentalmente accettata. Iacomucci si è lasciato coinvolgere percorrendo questa strada fino a tempo fa impraticabile data la sua provenienza dalla “Vecchia scuola” (Istituto Statale d’Arte, meglio noto come Scuola del Libro di Urbino). Ma a lavoro finito, la visione dello slideshow, risulta assai piacevole e di facile “lettura artistica”. Le immagini che vi scorrono si adattano anche allo spettatore meno incline all’arte in quanto coinvolto sia nel senso visivo che in quello uditivo. La classicità delle immagini musicate si impone in terza persona che ricorda alcuni suoi maestri quali, Piacesi, Pozzati, Ricci, che nel tempo gli hanno trasmesso una testamentale maniera di operare segno, tratto, colore. Visionando il DVD, lo sguardo viene attirato non solo dalle forti cromie dei colori, ma anche da quella tipica “finta immobilità” della scena pittorica iacomucciniana che in realtà ben si muove e va oltre l’immaginario. Si è “confortati”, trasversalmente, da suoni e note dolci-tenui. La musica onirica in sintonia allo stile dell’artista esalta la comunione segno-colore; carlo-iacomucci1poetiche visioni che rivalutano l’universalità. I sincopati, ma decisi rintocchi delle note si fondono nell’armonia cromatica dei soggetti che divengono soggettuali all’esplosione della vita nel suo linguaggio pre-conscio. E il prodotto finale di questa vitalità rimanda a una continua configurazione di aspettative. Proprio come quella di una pièce teatrale che “rappresenta” il senso di una “tragedia”. O se preferiamo, una polis immaginaria che si costituisce nella costruzione di una città ideale, magari “invisibile”, di letteraria immaginazione calviniana a cui ognuno oggi in apnea aspira, lontano dai disastri ambientali e politici a causa di una politica ingannevole priva di quel senso invece applicata nella Magna Grecia. E così che, lo spettatore-protagonista nell’idea primaria di godimento, attraverso questo documento digitale ha la possibilità di entrare senza gravoso biglietto d’ingresso; dato che l’attuale scena ha costi gravosi e pesanti. E a patto che ognuno entri nella “demos” del colore-segno non prescindendo dallo status di inciviltà. L’arte e la poesia continuano, in tal senso, ad ammonire l’incauto vivere. Un inedito DVD (un libro d’arte in digitale della durata di 30 min.) delle maggiori opere dell’artista Carlo Iacomucci (e un Kit con allegato un piccolo catalogo e una stampa digitale, firmata, 15×10). -Una presentazione digitale di immagini, musica e parole a tiratura limitatissima. Curato e realizzato dalla dott.ssa Patrizia Minnozzi (foto:Carlo Iacomucci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

John Peter Sloan si trasferisce in Sicilia e apre a Menfi la sua rivoluzionaria scuola di inglese

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

sloanIl più famoso degli insegnanti di lingua inglese, che ha rivoluzionato i metodi di apprendimento della lingua britannica per bambini e adulti, si trasferisce in Sicilia «Per sempre».John Peter Sloan, il popolare attore e scrittore di decine di grammatiche inglesi, che ha sconvolto in meno di dieci anni il metodo di insegnamento della lingua d’Oltremanica – diventando riferimento dei docenti sia nelle scuole private che in quelle pubbliche d’Italia – ha deciso di trasferirsi in Sicilia e di aprire a Menfi la “Sloan scuola di inglese”, ovvero un vero e proprio luogo di apprendimento della lingua, che si rivolgerà ai bambini, agli adulti e ai docenti che voglio sviluppare al meglio l’apprendimento tra i propri allievi.La sede sarà la scuola paritaria Rotolo di Menfi, in provincia di Agrigento, in via Benvenuto Cellini 12.Sloan qui con Asia Gagliano – anche lei di Menfi e insegnante di inglese con cui Sloan ha curato il metodo rivolto ai più piccoli intitolato “Da zero kids” – porterà quello che nell’ambito dell’insegnamento della più diffusa delle lingue straniere del mondo è noto come “Metodo Sloan”, incentrato sulla convinzione che gli italiani fatichino ad apprendere l’inglese per colpa di corsi noiosi e inefficaci.Il “Metodo Sloan” è incentrato sul divertimento e sugli esempi basati su immagini e dialoghi diretti. E i risultati gli danno ragione. Quattordici sono le pubblicazioni editoriali firmate John Peter Sloan – noto a molti anche come comico di Zelig, Amici, Quelli che il calcio, opinionista nei talk show televisivi e speaker per numerose radio – che hanno venduto centinaia di migliaia di copie e che sono pubblicate, oltre che in Italia, in Francia, Germania, Spagna, Polonia e sloan1Brasile. Le stesse tecniche di Sloan oggi sono applicate per insegnare anche lo spagnolo e il francese.Tornando alla Sicilia, sarà Menfi il cuore pulsante di tutte le attività presenti e future di Sloan. Qui il 7 dicembre presenterà al pubblico la scuola in un grande evento. Le attività cominceranno a gennaio 2017. Sono intanto aperte le iscrizioni ai corsi.«Parto da un’aula – dice Sloan, nato a Birmingham il 27 febbraio 1969 e in Italia dal 1990 – e spero che col tempo diventeranno due o tre. Se ci saranno molti iscritti, porterò con me altri insegnanti già educati col mio metodo. Ci rivolgiamo a bambini e adulti. Serve tanto l’inglese qui in Sicilia. Non è colpa dei siciliani se non sono spigliati in inglese. Il problema è dei docenti che devono imparare a insegnare. I siciliani, così creativi, hanno di certo una carta in più per imparare le lingue. Non è importante avere una grammatica perfetta, ma sapere utilizzare la lingua per comunicare».Sulle origini del suo trasferimento da Milano in Sicilia, Sloan spiega: «Sono stato a Menfi tre anni fa in vacanza e da allora sono tornato più volte in Sicilia, fino alla scelta di trasferirmi definitivamente qui. Vivo a Menfi già da cinque mesi e sto vendendo la casa di Milano per comprarne una qui. Perché? Perché non capisco come ho fatto a vivere 20 anni a Milano, quando a Menfi posso lavorare, scrivere e vedere il mare dalla finestra della mia attuale abitazione. E vivere così è fantastico. Qui la vita è bella, semplice e ancora a misura d’uomo» Il progetto di Sloan per la Sicilia è semplice ed è figlia della sua esperienza a Roma e a Milano: «Bastano poche lezioni per imparare e parlare l’inglese da zero, semplicemente giocando. Voglio fare della mia lingua il passaporto dei siciliani nel mondo. E io voglio scommettere su quest’isola». (foto: sloan)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Reinventare la pace: Educare a un umanesimo basato sull’unità della famiglia umana

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

unescoParigi, 15 novembre 2016, nel 20° del Premio UNESCO “Per l’educazione alla pace” a Chiara Lubich. Si potrà seguire la diretta online, ore 10-13 e 15-18, su http://live.focolare.org/unesco Nel primo anniversario dei tragici attentati terroristici del 13 novembre 2015 a Parigi, la sede dell’UNESCO accoglie, due giorni dopo, l’evento “Reinventare la pace”. Il Movimento dei Focolari, in collaborazione con la Direzione Generale dell’UNESCO e l’Osservatore Permanente della Santa Sede, nel 20° anniversario del premio “Per l’educazione alla pace” assegnato a Chiara Lubich, darà voce all’impegno deciso, creativo e diffuso in molte aree della terra di percorrere nuove strade per costruire la pace e la fratellanza. Si tratta dell’incontro quotidiano tra culture e religioni, che nelle parole della presidente dei Focolari Maria Voce all’ONU nell’aprile del 2015, «non si limita alla tolleranza o al semplice riconoscimento della diversità», ma «va oltre la pur fondamentale riconciliazione, e crea, per così dire, una nuova identità, più ampia, comune e condivisa. E’ un dialogo fattivo, che coinvolge persone delle più varie convinzioni, anche non religiose, e spinge a guardare ai bisogni concreti». E riferendosi all’impegno in atto anche in contesti colpiti da gravissime crisi, Maria Voce affermava che «oggi non è il tempo delle mezze misure. Se c’è un estremismo della violenza, ad esso (…) si risponde con altrettanta radicalità, ma in modo strutturalmente diverso, cioè con l’estremismo del dialogo! Un dialogo che richiede il massimo di coinvolgimento, che è rischioso, esigente, sfidante, che punta a recidere le radici dell’incomprensione, della paura, del risentimento». Il programma dell’evento del 15 novembre sarà introdotto da Marco Desalvo, Presidente di New Humanity (ONG del Movimento dei Focolari presso l’ONU) e da un Rappresentante dell’UNESCO. Seguiranno i saluti di Mons. Francesco Follo, Osservatore permanente della Santa Sede e il contributo di Jesús Morán, copresidente del Movimento dei Focolari. La sessione verrà conclusa dall’intervento di Maria Voce che svilupperà il tema: “Reinventare la pace”.
La seconda sessione della mattina, corredata da contenuti multimediali, sarà interdisciplinare ed intergenerazionale. Partendo da testimonianze concrete a favore dell’unità e della pace verranno indicate delle piste operative in cinque brevi panel: Peace is Education; Peace is an Asset; Peace is Right; Peace is Green; Peace is Art. La sessione del pomeriggio: “Quale dialogo in un mondo diviso?”, aperta dalla prolusione di Enrico Letta, Presidente dell’Istituto Jacques Delors, si focalizzerà su alcune idee forza su cui poggiare un progetto per un nuovo umanesimo nel cammino verso la civiltà dell’unità. Due gli argomenti su cui verterà il confronto. Il primo: “Religioni: problema o risorsa per la pace?”, moderato da Rita Moussallem, co-responsabile del Centro per il dialogo interreligioso del Movimento dei Focolari, avrà come relatori Adnane Ben Abdelmajid Mokrani, Pontificio Istituto di Studi Arabi, Italia; Fabio Petito, Relazioni internazionali alla Sussex University, Regno Unito; Léonce Bekemans, economista e specialista in Studi Europei alla “Chaire Jean Monnet”, Italia. Il secondo: “Politica ed economia nel disordine internazionale”, moderato da Pál Tóth, Istituto Universitario Sophia, Italia, vedrà confrontarsi Pasquale Ferrara, Ambasciatore d’Italia in Algeria; Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo; Damien Kattar, già Ministro delle Finanze del Libano.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza bambini a tavola

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

alimentareOgni anno in Italia muoiono circa 50 bambini per l’ostruzione delle vie aeree, in media uno a settimana, come ci ricorda la Società Italiana di Pediatria (SIP). La responsabilità è di alcuni cibi all’apparenza innocui, ma potenzialmente dannosi per un bambino piccolo o un lattante se non tagliati adeguatamente, come i chicchi d’uva, le rondelle di wurstel o di carote, gli gnocchi, il grasso del prosciutto, i tocchetti di formaggio e tanti altri ancora. Di fronte a queste inutili tragedie non si può certo stare inerti ed è così che le due Associazioni toscane AGe, AGesc, e le Federazioni Fidae e Fism si sono impegnate a diffondere informazioni sul manuale “La sicurezza a tavola” in tutte le scuole statali e paritarie della Toscana. La decisione è scaturita a seguito del corso sulle “Manovre di Disostruzione Pediatriche & Taglio degli alimenti”, organizzato dal comune di Firenze presso il Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, con la partecipazione del dr Marco Squicciarini, il medico che da anni ha fatto della disostruzione pediatrica la propria missione. “Ogni bambino che muore è una sconfitta per tutti noi” ripete incessantemente il dr Squicciarini, e certo non si può non dargli ragione.
Insegnanti e genitori sono spesso formati per soccorrere un altro adulto, ma in caso di emergenza pediatrica restano purtroppo impotenti. Di fronte a simili tragedie non si può stare a guardare: da qui un rapido consulto fra le Associazioni dei genitori AGe e AGeSC e le Federazioni delle scuole paritarie FIDAE e FISM e la comune decisione di mettere a disposizione i propri canali associativi per raggiungere potenzialmente tutti i genitori toscani. Sono state inviate informazioni su come scaricare gratuitamente il manuale all’indirizzo http://www.sipps.it/la-sicurezza-a-tavola, nonché links di filmati in cui vengono attuate le tecniche di disostruzione del lattante e del bambino non solo a iscritti e simpatizzanti, ma a tutte le scuole statali e paritarie e ai Comuni, che gestiscono buona parte delle mense scolastiche e un consistente numero di nidi e scuole dell’infanzia. Il manuale “La sicurezza a tavola”, appena 16 accattivanti pagine piene di informazioni e di consigli, è stato realizzato dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale SIPPS e pubblicato dal Gruppo editoriale Editeam; ne sono autori i pediatri Piercarlo Salari e Francesco Pastore e l’esperto di tecniche di rianimazione cardio-polmonare pediatriche Marco Squicciarini.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca e Università – Calabrò (Ap): “Non solo finanziamenti una tantum”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

università torino“Più finanziamenti per le borse di studio dei dottorandi, per i dipartimenti universitari e per le ricerche innovative, gli impegni che il Miur ha preso oggi in risposta all’Interrogazione presentata da AP sulla necessità di sostenere e incoraggiare le start up, devono trasformarsi in misure concrete da prevedere nella legge di bilancio in discussione a Montecitorio”. E’ quanto afferma il parlamentare di AP, Raffaele Calabrò, durante il question time, sottolineando come l’incremento di 420 start up negli ultimi tre mesi stando al 9° rapporto trimestrale sui principali trend demografici e finanziari delle start up innovative italiane, sia un capitale che non può e non deve essere disperso. “Il nostro Paese può contare su capitale umano all’avanguardia che spesso sceglie Università straniere per poter vedere realizzate ricerche innovative, su alcuni Atenei che, nonostante la scarsità di risorse sostengono i loro ricercatori almeno nella fase organizzativa, consapevoli dell’importanza dello sviluppo delle start up in tutti i settori produttivi ed in particolare di quelli tecnologici che risultano trainanti per la crescita della nostra economia – prosegue Calabrò. “Finanziamenti alla promozione delle start up che da misure spot devono divenire fattori strutturali di una politica organica non solo per arrestare la fuga dei cervelli, ma incoraggiare il rientro dei nostri ricercatori migliori impegnati quotidianamente in quei processi innovativi che rendono un Paese competitivo” conclude.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Leave a Comment »

La vaccinazione contro il morbillo salva più di 20 milioni di bambini nel mondo ogni anno

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

vaccinazioniSecondo un rapporto lanciato oggi da UNICEF, OMS, CDC e GAVI, circa 400 bambini muoiono ogni giorno a causa del morbillo, nonostante ci sia stato un calo del 79% del numero di morti dovute a questa malattia tra il 2000 e il 2015. Secondo UNICEF, Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Alleanza Mondiale per le Vaccinazioni – GAVI e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), le campagne per le vaccinazioni di massa contro il morbillo e l’aumento a livello globale delle vaccinazioni di routine contro il morbillo, tra il 2000 e il 2015, hanno salvato le vite di 20,3 milioni di giovani.
A livello globale però i progressi non sono stati omogenei. Nel 2015, circa 20 milioni di bambini non sono stati vaccinati contro il morbillo e circa 134.000 sono i bambini morti a causa della malattia. Il 75% delle morti causate dal morbillo avvengono in Repubblica Democratica del Congo, Etiopia, India, Indonesia, Nigeria e Pakistan. In questi stessi paesi vive la metà di tutti i bambini non vaccinati contro il morbillo. “Continuare a fare progressi nella lotta contro il morbillo non è una missione impossibile”, ha dichiarato Robin Nandy, Responsabile UNICEF per le Vaccinazioni. “Abbiamo gli strumenti e le conoscenze per farlo; ciò che ci manca è la volontà politica di raggiungere ogni singolo bambino, ovunque esso sia. Se non ci sarà un impegno concreto, i bambini continueranno a morire per una malattia prevenibile con soluzioni semplici e a basso costo.”
“È inaccettabile che ogni anno milioni di bambini non vengano vaccinati. Abbiamo un vaccino sicuro e altamente efficace che può fermare la diffusione del morbillo e salvare vite”, ha dichiarato Jean-Marie Okwo-Bele, Direttore del Dipartimento per l’Immunizzazione, le Vaccinazioni e la ricerca Biologica dell’OMS. “Quest’anno, la Regione delle Americhe è stata dichiarata libera dal morbillo – questa è la prova che è possibile eliminare la malattia. Ora, dobbiamo fermare la diffusione del morbillo nel resto del mondo. Il primo passo è la vaccinazione.” “Il morbillo è un indicatore chiave della robustezza del sistema di vaccinazione di un paese e, troppo spesso, finisce per essere il campanello d’allarme delle epidemie, il primo segnale di un problema più profondo,” ha dichiarato Seth Berkley, CEO di Gavi. “Per affrontare una fra le più letali al mondo malattie killer dell’infanzia prevenibili con un vaccino, è necessario un forte impegno da parte dei paesi e dei partner per aumentare la copertura delle vaccinazioni di routine e rafforzare il sistema di controllo.”
Il morbillo, malattia virale altamente contagiosa che si diffonde attraverso il contatto diretto e l’aria, è una delle maggiori cause di morti infantili nel mondo ed è prevenibile con l’assunzione di due dosi di un vaccino sicuro ed efficace.
Le epidemie di morbillo in diversi paesi – causate da una mancanza di campagne di vaccinazioni di routine e di vaccinazione di masse – continuano a rappresentare una sfida seria. Nel 2015, sono state registrate grandi epidemie in Egitto, Etiopia, Germania, Kirghizistan e Mongolia. In Germania e in Mongolia il contagio è avvenuto tra le persone più anziane, sottolineando che è necessario vaccinare gli adolescenti e i giovani che non hanno nessuna protezione contro il morbillo.
Il morbillo tende inoltre a diffondersi in paesi in conflitto o in emergenza umanitaria, a causa delle difficoltà a vaccinare ogni bambino. L’anno scorso, si sono registrate epidemie in Nigeria, Somalia e Sud Sudan.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più libri più liberi: giocando a crescere con i libri

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

03 Più libri più liberi 2009 foto MatteoMignaniPalazzo dei Congressi (Roma), 7-11 dicembre 2016 La quindicesima edizione di Più libri più liberi (www.plpl.it), la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori e in programma dal 7 all’11 dicembre 2016, propone come da tradizione un coinvolgimento a tutto tondo dei giovani lettori, che tra attività diversificate, laboratori, giochi, letture a voce alta e dibattiti, potranno esplorare il mondo letterario e scoprire cosa più li conquista. Centrale è il progetto Più libri più grandi dedicato alle scuole primarie e secondarie della Capitale – per far conoscere le novità letterarie incontrando direttamente scrittori, illustratori, editori e partecipando a riflessioni e laboratori – e articolato in incontri doppi: il primo nelle classi a novembre e il secondo in Fiera nello Spazio ragazzi.Gli appuntamenti a tu per tu fra studenti e scrittori hanno preso il via stamattina all’I.C. Via del Calice con l’Odissea raccontata da Carola Susani con illustrazioni di Lucia Scuderi, a cura di laNuovafrontiera Junior. L’autrice si è presentata ai ragazzi introducendo i personaggi della storia e raccogliendo impressioni: nel secondo incontro, in programma in Fiera mercoledì 7 dicembre alle 13.30, saranno gli alunni a presentare i protagonisti del poema omerico secondo il loro punto di vista e le loro preferenze.Si prosegue domani, giovedì 10 novembre, con due eventi in calendario: alle 8.30 presso l’I.C. Margherita Hack protagonista è Il coraggio di ribellarsi, a cura di Sinnos Editrice, discussione a partire dal libro La compagnia dei soli, di Patrizia Rinaldi e Marco Paci: insieme alla direttrice editoriale Della Passarelli, l’autrice incontrerà le classi IB e IC per confrontarsi sui contenuti del racconto, in vista dell’incontro in Fiera mercoledì 7 dicembre alle 12, quando la stessa Patrizia Piulibripiuliberi2008, foto di Matteo MignaniRinaldi, con Federico Appel e l’illustratore Marco Paci risponderanno alle domande dei ragazzi e assisteranno a un live painting dei personaggi del libro. Sempre giovedì 10 novembre, alle 11.10 l’I.C. Poggioli Spizzichino ospita il dibattito E poi diventai farfalla. Le cose cambiano, nonostante tutto, a cura di Edizioni Lapis, a partire dall’omonimo libro di Luisa Mattia: oltre all’introduzione della tematica, si parlerà del mestiere di scrittore e di come si costruisce un personaggio credibile; secondo round in Fiera venerdì 9 dicembre alle 11.30, quando l’autrice e i ragazzi si confronteranno sul significato del diventare grandi.
Martedì 15 novembre è la volta del Liceo Artistico Caravaggio, dove alle 11 si parla di La tempesta di William Shakespeare con illustrazioni di Fabian Negrin, a cura di Orecchio Acerbo Editore: Carla Ghisalberti presenterà agli studenti questa riscrittura ottocentesca del classico shakespeariano e poi in Fiera, mercoledì 7 dicembre alle 11.30, i ragazzi parteciperanno all’inaugurazione della mostra di Fabian Negrin e all’incontro con l’illustratore – evento in collaborazione con Biblioteche di Roma. Mercoledì 16 novembre alle 11.30 presso l’I.C. Padre Semeria il libro protagonista è Lev di Barbara Vagnozzi: nell’incontro, a cura di Gallucci Editore, l’autrice spiegherà perché ha scelto di raccontare la storia di Lev Nelken e degli altri 10.000 ragazzi che insieme a lui hanno beneficiato dei Kindertrasport inglesi; in Fiera, mercoledì 7 dicembre alle 11, disegnerà in diretta per i ragazzi e ascolterà le loro impressioni sul libro.
L’ultimo appuntamento di novembre con il progetto Più libri più grandi è lunedì 21 alle 11 all’I.C. Montezemolo con Ciao Ciao Giocattoli di Marta Pantaleo, a cura di Carthusia Edizioni: l’autrice inviterà i bambini a leggere tutti insieme il silent book interpretandone le immagini poi, nel secondo incontro in Fiera mercoledì 7 dicembre alle 10.30, li coinvolgerà in un laboratorio di illustrazione.
Più libri più liberi è anche presente sul web attraverso il sito http://www.plpl.it, rinnovato nella grafica e nei contenuti, e l’attività sui social network (hashtag #sonotuttestorie #piulibri16).
Promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori, con il sostegno del Centro per il Libro e la Lettura del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Lazio, Roma Capitale – Assessorato alla crescita culturale, ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e in collaborazione con Biblioteche di Roma, Atac azienda per i trasporti capitolina e Rai, la Fiera non è solo un punto di riferimento per la proposta e il lancio di nuovi autori internazionali, ma si conferma osservatorio insostituibile sulla varietà della produzione italiana. E inoltre: Più libri più liberi è anche inserita nel network europeo delle Fiere del Libro Aldus, coordinato da AIE e che mira a realizzare programmi di fellowship, attività formative ed eventi per l’internazionalizzazione delle imprese editoriali, la circolazione delle opere attraverso le traduzioni e la formazione dei professionisti del settore, con particolare riferimento alle sfide del digitale.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »