Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

Convegno “Cereali e salute”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

Università di Napoli “Federico II”JPGNapoli 14 novembre 2016 Centro Congressi Partenope – via Partenope, 36 Ore 8.30. Il rapporto fondamentale esistente tra i cereali e la salute sarà il tema che verrà discusso nel corso del convegno ‘Cereali e Salute’ che si terrà al Centro Congressi di via Partenope dell’Ateneo federiciano.
L’obiettivo dell’incontro, organizzato dal Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana e dal Corso di Laurea in Dietistica dell’Università Federico II, è di riuscire a sensibilizzare non solo ricercatori e studenti ma anche i medici, i nutrizionisti e i dietisti, che giorno per giorno trasmettono alla popolazione le linee di indirizzo per un’alimentazione sana, sull’importanza dei cereali, e in particolare di quelli integrali, per mantenere una buona salute.Apriranno la giornata di lavori Gaetano Manfredi, Rettore della Federico II, e Gabriele Riccardi, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana.
Dalle 8.30 alle 18.30 alterneranno interventi di alcuni, tra i maggiori esperti italiani, tra i quali i docenti Riccardo Troncone e Luigi Greco, che affronteranno i problemi inerenti ai cereali nell’alimentazione delle persone affette da celiachia, Vaccaro e Salvatore Panico, che tratteranno il tema dei cereali integrali per la prevenzione del diabete, delle malattie cardiovascolari e i tumori, Ettore Novellino e Albero Ritieni che parleranno dei potenziali rischi tossicologici legati all’uso di cereali integrali.Tra le tematiche del convegno avranno un ruolo importante quelle inerenti alle tecnologie per la produzione di alimenti a base di cereali e le interazioni tra alimenti e batteri intestinali, in merito alle quali interverranno Matteo Lorito, Pasquale Ferranti, Paola Vitaglione e Danilo Ercolini, docenti del Dipartimento di Agraria. I benefici dei prodotti integrali non sono un mistero per i nutrizionisti; infatti, durante il processo di raffinazione dei cereali, necessario per ottenere la farina bianca comunemente utilizzata per il pane e gli altri prodotti da forno, si perdono tutti quei nutrienti che sono contenuti nella parte esterna del chicco di frumento e che costituiscono un vero e proprio tesoro per la nostra salute. Nonostante queste consolidate conoscenze scientifiche l’Italia è, tra i paesi europei, uno di quelli in cui l’uso di integrali è più basso. Infatti, meno del 5 % dei nostri connazionali utilizza prodotti integrali almeno una volta la settimana, a fronte di un consumo nei paesi del nord Europa, come ad esempio la Danimarca, che interessa più del 50% della popolazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: