Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 15 novembre 2016

Resettlement of refugees from third countries to the EU

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

Female refugeesThe proposal for a new law setting up an EU Resettlement Framework will be debated at a hearing in the Civil Liberties Committee on Monday afternoon 15.00-17.00. MEPs will be presented with a study on resettlement programmes across member states and statements on the proposal by the UN refugee agency UNHCR, International Organisation for Migration, IOM, and NGOs.The aim of the Commission’s proposal, presented on 13 July 2016, is to provide a unified procedure for resettlement across the EU by establishing a common set of standard procedures for the selection and treatment of resettlement candidates, and set broad geographical priorities from where the resettlement will take place. Member states will still be able to decide how many people will be resettled each year. The Commission proposes to provide €10,000 from the EU Budget for each person resettled. The proposal is part of the Commission’s strategy for an European Agenda on Migration communicated on 13 May 2015. Parliament’s rapporteur is Malin Björk (GUE-NGL, SV). A delegation from the Civil Liberties Committee in September visited Lebanon on a fact finding mission in relation to the Committee’s legislative work on the Resettlement Framework.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A united front for security, a united front for human rights

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

viennaVienna. High-level EU representatives gather on 14 November in Vienna at the EU Agency for Fundamental Rights (FRA) to find ways of furthering a more effective security union that integrates a fundamental rights approach from the outset.
“Ensuring the safety of everyone in the EU is of critical importance. Security measures can only work if they are respectful of human rights and work with and not against all the communities that go to make up European society,” said FRA Director Michael O’Flaherty. “We very much welcome this opportunity to discuss ways of increasing our capacity to combat terrorism and radicalisation, while remaining true to the rule of law and the values of openness and respect on which the EU is based.”
“I am convinced that the only effective way to tackle terrorism is firmly rooted in the respect of fundamental and human rights. You need to have the widest and fullest possible support across the community for your efforts if they are going to work,” said EU Security Union Commissioner Sir Julian King. “The best way of securing that support is to show that your efforts are firmly rooted in the respect of people’s rights. That’s what we’re trying to defend.”
The discussions are taking place during the annual meeting of the network of EU Justice and Home Affairs agencies, which is currently chaired by the Fundamental Rights Agency.
Agency heads are meeting Commissioner King, European Commission Director Generals and representatives from the European Parliament, EU Council and current and future EU Presidencies to discuss the implementation of EU security and migration policies. Participants will also give practical examples of agency cooperation and how their collaboration can further support EU institutions and Member States.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Brunetta: “Le solite balle di Renzi”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

Rai: sede di romaDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Sempre più spudorato e disperato Renzi si gioca anche la carta ‘musicale’: ieri sera da Fazio il presidente del Consiglio si è accomodato nel confortevole, in tutti i sensi almeno per lui, salotto di ‘Che tempo che fa’, su RaiTre, utilizzando l’indubbio traino rappresentato dai Coldplay, i ragazzi della famosa band inglese ospiti attesissimi che si sono esibiti subito prima l’intervento del premier; la partecipazione del gruppo inglese era stata peraltro accompagnata, nei giorni precedenti da un massiccio battage pubblicitario della rete. Renzi ha avuto così a disposizione l’ennesimo monologo di quasi mezz’ora, un’intervista in ginocchio nella migliore tradizione di Fazio, senza alcun contraddittorio durante la quale il presidente del Consiglio non solo ha fatto propaganda a tutto campo sul referendum, ma ha anche approfittato dell’occasione per raccontare le solite balle sul suo governo.Per questo ho presentato un’interrogazione in Commissione di Vigilanza Rai per chiedere spiegazioni circa la scelta di ospitare il premier senza alcun contraddittorio, in una fascia oraria di grande ascolto, in cui l’audience della trasmissione di RaiTre era ulteriormente salito grazie alla partecipazione della nota band inglese. Insomma un assist in piena regola da parte della Rai al presidente del Consiglio, rispetto al quale chiediamo anche l’intervento formale dell’AgCom”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’innovazione tecnologica e il settore sanitario globale

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

the-future-of-healthcareEntro il 2025, si prevede che l’ecosistema della sanità avrà un aspetto radicalmente diverso rispetto ad oggi. Crescendo con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 5,6%, il settore sanitario globale probabilmente raggiungerà quota 2,69 trilioni di dollari di entrate entro il 2025. Tuttavia, le regioni e i settori che genereranno questi profitti cambieranno in modo significativo:Se attualmente l’Europa è il secondo mercato della sanità più grande del mondo, l’Asia è destinata a prendere il suo posto entro il 2025. Il Nord America dovrebbe rappresentare il più grande mercato della sanità fino al 2028 circa, quando l’Asia probabilmente guadagnerà il primo posto.
La crescita della regione Asia-Pacifico nella spesa sanitaria (come percentuale del PIL) è destinata ad essere maggiore rispetto a quella di Nord America ed Europa, sostenendo la forte crescita del mercato.Entro il 2025, l’America Latina è destinata a superare il Giappone diventando il quarto mercato della sanità a livello globale.L’invecchiamento della popolazione in tutto il mondo metterà alla prova i sistemi sanitari esistenti dal punto di vista finanziario e richiederà risultati migliori in ambito sanitario. Ciò provocherà uno spostamento verso cure basate sul valore e richiederà un cambiamento radicale delle politiche nazionali.Anche la crescita della consumerizzazione porterà a modelli di assistenza sanitaria incentrati sul paziente.I progressi tecnologici sbloccheranno valori e segmenti prima inaccessibili. Tra gli altri, le interfacce cervello-computer, gli avatar digitali, i dispositivi indossabili e la medicina di precisione si affermeranno come tecnologie di punta.Il settore dell’informatica sanitaria assisterà alla crescita più rapida, crescendo a un tasso fenomenale del 16,1% fino al 2025. La nuova analisi, intitolata “Vision 2025 – Future of Healthcare”, che fa parte del programma Advanced Medical Technologies Growth Partnership Service di Frost & Sullivan, esplora i modi in cui si prevede che si evolverà il panorama della sanità. Identifica inoltre 18 tecnologie che avranno un forte impatto su questo settore, sottolinea le aree chiave di crescita all’interno di ogni segmento e si focalizza sulle sfide che le diverse regioni dovranno affrontare per ottenere migliori prospettive future per la sanità.Per accedere gratuitamente a maggiori informazioni su questo studio e registrarsi per un Growth Strategy Dialogue, un rapporto interattivo gratuito con i leader di pensiero di Frost & Sullivan, si prega di visitare: http://frost.ly/12w
“Con l’invecchiamento della popolazione e l’aumento della diffusione delle malattie croniche, aumenterà l’attenzione posta su prevenzione e monitoraggio. Ciò si riflette nell’aumento della percentuale della spesa sanitaria destinata a prevenzione, monitoraggio e diagnosi, mentre la quota destinata alle cure diminuirà”, osserva Siddharth Shah, analista del gruppo Transformational Health di Frost & Sullivan. “I nuovi progressi tecnologici volti ad aiutare a mitigare la situazione creeranno nuove opportunità da miliardi di dollari in tutti i settori collegati. L’effetto combinato dei cambiamenti trasformazionali e delle nuove opportunità faciliteranno la nascita di nuovi modelli di business nel settore.”
Frost & Sullivan presenterà aggiornamenti settimanali sui risultati chiave di questa analisi. Le aree di focus comprenderanno: il futuro della sanità nei diversi settori, il futuro della sanità nelle diverse regioni e le 18 più importanti tecnologie che daranno forma a questo settore fino al 2025. (foto: The Future of Healthcare)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo programma di Retequattro: La settima porta

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

cecchicecchi-e-inviatiAl via dal 26 novembre, ogni sabato, con quattro appuntamenti in prima serata, «La settima porta», un magazine dedicato ai grandi e piccoli interrogativi del mondo della conoscenza. Al centro di ogni puntata, scienza, storia, cosmo, fenomeni naturali, il mondo della mente e ciò che risulta apparentemente insondabile. Alla conduzione – con un ritorno al primo amore professionale, ovvero il sapere e le sue diverse discipline – Alessandro Cecchi Paone. In veste d’inviati, Vincenzo Venuto e Carolina Rey: il primo, biologo e
naturalista, è chiamato a vivere in prima persona situazioni limite per spiegarle e suggerire vie di uscita in caso di pericolo; la seconda, intraprendente e curiosa, sperimenta sulla propria pelle quesiti scientifici dando conto delle proprie emozioni e reazioni.
L’evocativo titolo del nuovo programma della rete diretta da Sebastiano Lombardi, invece, è da intendere come la porta della conoscenza, che conduce alle informazioni su ogni cosa creata; come la curiosità propria del genere umano; come la voglia di esplorare ed indagare, per avere o tentare di dare risposte ad ogni tipo di enigma.In uno studio in cui le porte sono anche un’idea scenografica, Alessandro
Cecchi Paone interpreta la curiosità del pubblico nei confronti del mondo, indaga la realtà, i suoi meccanismi ed i suoi segreti. All’esterno, Venuto e Rey vivono prove impegnative ed estreme sui più disparati interrogativi della scienza e della psicologia umana.
Nel corso della serata, i vari temi de «La settima porta» saranno affrontati con ospiti, servizi, esperimenti e, in chiusura, un dibattito tra opposte linee di pensiero. I documentari – realizzati da BBC – proposti dal magazine, indagheranno sulle particolarità del quotidiano, le stranezze degli animali, sul mondo prossimo futuro, sul cervello ed i comportamenti umani, su casi bizzarri ed apparentemente inspiegabili della natura. Tre minuti con Samantha Cristoforetti, infine, faranno luce sulle ricadute nel quotidiano di grandi scoperte o avveniristici progetti futuri. Tra questi, il caso delle onde gravitazionali, dei buchi neri o della possibilità di viaggiare nel tempo. (foto: cecchi, cecchi e inviati)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Laureati Unicam in geologia dall’America e dalla Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

laureati-camerinoCamerino Il corso di laurea magistrale in “Geoenvironmental resources and risks”, tenuto interamente in lingua inglese, attira studenti internazionali da tutto il mondo. Nella giornata di venerdì 11 novembre, infatti, Alan Pitts proveniente dalla North Carolina (USA) e Ababekri Adudurahman dello Xinjiang (Rep. Popolare Cinese), hanno discusso la loro tesi di laurea davanti alla commissione composta dai docenti di Geologia. Alan Pitts ha svolto una tesi in Sedimentologia sotto la supervisione del prof. Claudio Di Celma, mentre Ababekri Adudurahman ha presentato il suo lavoro di tesi effettuato sotto la supervisione del prof. Michael Carroll e dei docenti tedeschi prof. Stuart Gilder e dr. Werner Ertel-Ingrish.Ababekri Adudurahman ha infatti partecipato al programma per il conseguimento del doppio titolo di laurea, riconosciuto sia in Italia che in Germania, grazie all’accordo internazionale attivo tra UNICAM e l’Università di Monaco di Baviera Ludwig Maximilians Universitaet (LMU). Ababekri, oltre ai corsi in Unicam, ha seguito dei corsi a Monaco e svolto lì il lavoro sperimentale in laboratorio per la tesi. Continuerà invece l’esperienza in UNICAM per Alan Pitts che rimarrà a Camerino, dove è stato accettato per il dottorato di ricerca in Scienze della Terra. (foto: laureati camerino)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

ACS-Italia presenta in Conferenza Stampa la XIII Edizione del «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo»

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

GiornalistiRoma 15 novembre 2016, alle ore 11.00, la Fondazione pontificia ACS-Italia presenta la XIII Edizione del «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo». La Conferenza Stampa di presentazione si tiene a Roma, presso la Sala della Stampa Estera (via dell’Umiltà 83c). Il «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo» descrive il grado di libertà religiosa di cui ogni gruppo religioso gode e ha goduto in ogni Paese del mondo, dal giugno 2014 al giugno 2016. Vengono di conseguenza portate alla luce discriminazioni e persecuzioni di cui le diverse comunità (non solo cristiane) sono vittime. Anno dopo anno il «Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo» di ACS si è imposto all’attenzione di uomini di Chiesa, diplomatici, politici e giornalisti, e viene citato nell’ambito delle attività della Santa Sede, delle Commissioni parlamentari nazionali e dell’Unione Europea. È redatto da studiosi coordinati da una Commissione internazionale di Aiuto alla Chiesa che Soffre, grazie anche ad informazioni provenienti da fonti locali, costantemente in contatto con la Fondazione pontificia. La Conferenza Stampa, preceduta da un welcome-coffee (ore 10.30), è moderata da Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire. Alle ore 11.00 il Presidente di ACS-Italia, Alfredo Mantovano, apre i lavori con il saluto iniziale. Segue l’introduzione del Direttore di ACS-Italia, Alessandro Monteduro, e la descrizione di metodologia e fonti da parte di Marta Petrosillo, Componente del Comitato editoriale del Rapporto 2016.
Seguono gli interventi del Cardinale Mauro Piacenza, Presidente internazionale di ACS, e del Professor Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale. Testimone proveniente da un Paese-simbolo delle violazioni della libertà religiosa, la Siria, è Monsignor Jacques Behnan Hindo, Arcivescovo siro-cattolico di Hassaké-Nisibi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Sanremo omaggio a Libereso

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

liberesoSanremo Sabato 10 dicembre 2016 presso il teatro del Casinò, dalle ore 17.30 alle 19.30, ci sarà un incontro per ricordare la figura di Libereso, il giardiniere di Italo Calvino.La famiglia, moglie e figli, insieme ad alcuni amici più stretti, promuove l’evento, aperto al pubblico, per rendere omaggio a questo straordinario personaggio, storico protagonista della botanica e della letteratura italiana.
All’incontro parteciperanno amici che lo hanno conosciuto e frequentato ed alcuni di loro arriveranno anche da molto lontano per portare la loro testimonianza. Sul palco del teatro si alterneranno racconti, proiezioni, immagini e video, letture e interventi musicali che riguardano le varie attività che Libereso portava avanti come botanico, naturalista e scrittore.Per ulteriori informazioni si può consultare la pagina facebook a lui dedicata: https://www.facebook.com/ events/1660477117311599/ ( by Christian Flammia) (foto: libereso)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Leucemie sotto controllo grazie a terapie sempre più efficaci

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

Leucemia Mieloide AcutaBergamo. Farmaci sempre più efficaci affiancano la chemioterapia e i trapianti nella lotta alle leucemie. Negli ultimi anni l’introduzione degli inibitori della tirosin-chinasi ha rivoluzionato l’approccio ai tumori del sangue, e nuovi studi aggiungono continuamente contributi positivi. Per confrontare e allineare le nuove scoperte con la pratica clinica, i maggiori esperti italiani e internazionali si sono riuniti a Bergamo in occasione del corso internazionale dal titolo “Advances in Hematology and Clinical Practice”. organizzato da Fondazione per la Ricerca Ospedale Maggiore di Bergamo (F.R.O.M.), e dall’Azienda Socio-sanitaria Territoriale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, nonché promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
«Il Corso, giunto alla decima edizione, ha analizzato i progressi raggiunti non soltanto nella malattie ematologiche, ma anche cardiologiche e nefrologiche, e si è discusso di problemi inerenti la metodologia della ricerca» spiega Tiziano Barbui, della Fondazione per la Ricerca Ospedale Maggiore di Bergamo. «Il tema di quest’anno è stato quello di affrontare le criticità che la fase attuale dello sviluppo dell’ematologi oncologica sta vivendo in termini di separazione tra i risultati che si ottengono negli studi clinici, dove stiamo vivendo una stagione in cui tantissimi nuovi farmaci sono in farse di studio per le malattie tumorali del sangue, e quella che è la pratica clinica» aggiunge Alessandro Rambaldi, della Azienda Socio-sanitaria Territoriale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
La leucemia mieloide cronica rappresenta circa il 15% dei casi di leucemia e si stima che colpisca ogni anno in Italia circa 1.150 persone, i maschi più spesso delle femmine. L’età media alla diagnosi è circa 65 anni. Oggi se la risposta al trattamento è ottimale, come succede nella maggior parte dei casi, i pazienti hanno un’aspettativa di vita simile a quella della popolazione normale. «Se la sopravvivenza è un risultato raggiunto, grazie all’introduzione di farmaci efficaci come gli inibitori delle tirosin-chinasi, l’obiettivo finale è quello di raggiungere la remissione della malattia» commenta Rambaldi. «Il primo passo è la terapia discontinua, cioè poter interrompere il trattamento per riprenderlo se la malattia di manifesta di nuovo».
Probabilmente la seconda generazione di inibitori delle tirosin-chinasi potrebbe aumentare il numero di pazienti ai quali la terapia discontinua può essere proposta. «La liberazione dalla terapia è attrattiva, soprattutto per i pazienti più giovani, ed è attualmente un obiettivo raggiungibile sperimentalmente» spiega Michele Baccarani, Docente di Ematologia dell’Università degli Studi di Bologna. «La discontinuità del trattamento seguito da uno stretto monitoraggio ha un forte impatto, riducendo la paura di una possibile tossicità dovuta alle terapie a lungo termine. Diversi studi dimostrano che una sostanziale proporzione di pazienti con risposta molecolare profonda non ha ricadute di malattia dopo la terapia discontinua con inibitori della tirosin-chinasi».
La leucemia mieloide acuta è la seconda leucemia più diffusa (rappresenta circa il 26% del totale) e si stima che colpisca ogni anno in Italia circa 2.100 persone. Colpisce soprattutto le persone sopra i 60 anni, ma può svilupparsi anche nei bambini. un trattamento intensivo. Oggi la terapia generalmente utilizzata è la chemioterapia, ma la genetica potrebbe diventare uno dei fattori più importanti per la scelta del trattamento. «Studi molecolari hanno recentemente portato all’identificazione di lesioni genetiche che non soltanto definiscono la leucemia mieloide acuta e valutano le risposte alla terapia convenzionale, ma individuano anche il target ideale per trattamenti mirati» afferma Francesco Lo Coco, Docente di Ematologia all’Università Tor Vergata di Roma. «Oggi disponiamo di terapie che colpiscono le alterazioni molecolari ricorrenti nella leucemia mieloide acuta. Alcuni trattamenti, come nuovi inibitori della tirosin-chinasi, hanno raggiunto uno sviluppo avanzato e possono diventare un nuovo standard di cura nel prossimo futuro».
ospedale-bergamo-papaLa leucemia linfoblastica acuta rappresenta il 9,5% delle leucemie e si stima che colpisca ogni anno in Italia circa 750 persone. Questo tipo di tumore è il più diffuso tra i bambini, costituendo circa il 25% di tutti i tumori registrati nella fascia di età 0-14 anni. Più dell’80% dei bambini e circa il 30-40% degli adulti sotto i 60 anni affetti da leucemia linfoblastica acuta guariscono. In alcuni casi alterazioni genetiche influenzano il decorso della malattia e la scelta della terapia. Tra queste la traslocazione tra i cromosomi 9 e 22 porta alla formazione di un cromosoma anormale (cromosoma Philadelphia), che stimola le cellule leucemiche a sopravvivere, e a moltiplicarsi in maniera anormale. In questi casi il decorso della malattia è spesso sfavorevole, ma con l’avvento degli inibitori della tirosin-chinasi ha cambiato lo scenario anche per questa forma di leucemia.
«La leucemia linfoblastica acuta Philadelphia positiva, cioè causata da un’anomalia genetica che riguarda il cromosoma Philadelphia, è un chiaro esempio di come la conoscenza di una specifica anormalità genetica ha portato nel tempo a utilizzare le terapie mirate» racconta Robin Foà, Direttore del Centro di Ematologia dell’Umberto I, Policlinico di Roma. «I risultati ottenuti con gli inibitori della tirosin-chinasi hanno cambiato l’approccio a questa condizione nei pazienti di ogni età. L’utilizzo di inibitori della tirosin-chinasi ha determinato un marcato miglioramento nel numero e nel grado di risposte in questo gruppo di malati. La gestione della leucemia linfoblastica acuta Philadelphia positiva in pazienti di tutte le età è decisamente cambiata: dall’essere la condizione più letale è stata portata a una prognosi marcatamente migliorata grazie alla disponibilità di questi farmaci».
Leucemia è un termine con il quale si indica un insieme di malattie maligne del sangue che originano dalla proliferazione tumorale di una cellula ematopoietica. Le cellule ematopoietiche sono ospitate nel midollo osseo (a sua volta contenuto all’interno di alcuni tipi di ossa) e la loro funzione è quella di produrre le normali cellule del sangue: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Negli individui affetti da leucemia, il midollo osseo perde la capacità di generare cellule normali acquisendo quella patologica di produrre cellule tumorali. Le cellule tumorali, sfuggendo ai fisiologici meccanismi di controllo, tendono ad accumularsi nel midollo stesso e, invadendolo, ne alterano progressivamente la funzione. Talvolta può accadere che questo accumulo di cellule tumorali nel midollo si estenda anche al sangue determinando un abnorme aumento del numero dei globuli bianchi leucemici. Sulla base della rapidità del decorso, si riconoscono leucemie acute (a rapida evoluzione) o croniche (a lenta evoluzione). Sulla base del tipo di cellula ematopoietica coinvolta, si riconoscono leucemie linfoidi o mieloidi. Quindi le principali forme a noi note sono: la leucemia linfatica acuta, la leucemia linfatica cronica, la leucemia mieloide acuta e la leucemia mieloide cronica. fonte: AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie – https://www.ail.it/patologie-e-terapie/patologie-ematologiche/leucemia

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pubblicato il più grande studio sulla Pet per l’amiloide

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

ospedale bresciaBrescia. Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha fatto grandi passi in avanti verso la comprensione dei meccanismi fisiopatologici dell’Alzheimer e verso la scoperta di una cura. Segnali incoraggianti dalla ricerca indicano che una cura efficace per l’Alzheimer potrebbe non essere troppo lontana. Alla luce di questa prospettiva, oggi è ancora più rilevante l’importanza della diagnosi precoce: riconoscere la malattia appena le prime alterazioni sono rilevabili. Ciò permette di intercettare i pazienti prima che la malattia abbia causato danni cerebrali e cognitivi irreversibili, e quindi di indirizzarli da subito verso i trattamenti più appropriati. La diagnosi precoce è possibile anche grazie al neuroimaging, cioè tecniche ed esami che servono a studiare in vivo il cervello delle persone che lamentano problemi cognitivi. Nello specifico, la PET per l’amiloide consente di valutare la quantità di proteina beta amiloide cerebrale. Tuttavia si tratta di un esame relativamente nuovo e, di conseguenza, ancora poco diffuso nella pratica clinica. Pertanto, attualmente, è difficile dire se e come la PET per l’amiloide possa essere utile per medici e pazienti.
Il 31 ottobre sono stati pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Neurology (una delle più prestigiose in questo settore della medicina) i risultati dello studio INDIA-FBP (“INcremental DIAgnostic value of amyloid-PET with 18F-Florbetapir”). Tale studio è stato il primo condotto interamente in Italia con uno dei nuovi traccianti per l’amiloide ed ha come obiettivo la valutazione dell’utilità clinica della PET per l’amiloide. Lo studio ha coinvolto 228 pazienti con sospetto diagnostico di malattia di Alzheimer, che si sono sottoposti alla PET per l’amiloide in aggiunta al loro normale percorso diagnostico. I risultati mostrano che la PET per l’amiloide ha avuto complessivamente un impatto significativo sui pazienti: il referto dell’esame ha guidato i medici verso la formulazione di una diagnosi più precisa e di un piano terapeutico più appropriato. Il coinvolgimento di un numero così grande di pazienti è stato possibile grazie alla collaborazione di 18 ospedali presenti in Lombardia, nelle province di Brescia, Cremona, Bergamo e Mantova. Il progetto è stato coordinato dal Laboratorio di Neuroimaging ed Epidemiologia Alzheimer (IRCCS Fatebenefratelli di Brescia) guidato dal professor Giovanni B. Frisoni e dall’Unità di Neurologia (Università degli Studi di Brescia e Spedali Civili) del professor Alessandro Padovani. Si tratta, ad oggi, del più grande studio sull’utilità clinica della PET per l’amiloide, valutato concretamente su casi reali, mai pubblicato nella letteratura scientifica.
Sebbene sia ancora necessaria un’accurata valutazione del rapporto costi/benefici, tali risultati suggeriscono che la PET per l’amiloide può essere uno strumento d’aiuto per una diagnosi precoce precisa e tempestiva e, in futuro, potrebbe essere in grado di indirizzare verso un trattamento farmacologico adeguato.
IRCCS Fatebenefratelli è finanziato dal Ministero della Salute ed è l’unico in Italia la cui missione sia rivolta specificamente alla malattia di Alzheimer. Nel 1991 è stato il primo centro nazionale a sviluppare, grazie a un progetto sperimentale della regione Lombardia, paradigmi innovativi di diagnosi e cura della malattia di Alzheimer e delle altre malattie dell’anziano che colpiscono memoria e capacità intellettive. Alla missione per la malattia di Alzheimer unisce quella di cura e studio delle malattie psichiatriche dell’età giovanile e adulta quali schizofrenia e depressione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Agenda Settimana 14 – 20 Novembre

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

parlamento europeoBruxelles Incontri delle commissioni e dei gruppi politici:
Tassazione / Stiglitz. La Commissione di inchiesta sul riciclaggio di denaro, l’elusione e l’evasione fiscale (PANA) ascolterà oggi il premio Nobel Joseph Stiglitz, per il suo precedente ruolo di consigliere del Governo di Panama, e mercoledì i rappresentanti dei corpi europei di polizia fiscale, compresi EUROPO, EUROJUST, l’Unità di Intelligence finanziaria dell’Unione Europea e i pubblici ministeri nazionali.
Mercoledì alle 12.30 il presidente del PANA, Werner Langen, terrà una conferenza stampa con Stiglitz.
Diritti umani dentro e fuori l’Unione Europea. Oggi la Commissione Affari Esteri voterà il rapporto 2015 dell’Unione Europea sulla situazione dei diritti umani e della democrazia nel mondo. Domani la Commissione per le libertà civili approverà il rapporto 2015 sul rispetto dei diritti umani nei Paesi membri dell’Unione.
Cambiamenti climatici / COP22. Da domani a venerdì una delegazione di dodici parlamentari europei prenderà parte alla discussione dell’ONU sul clima a Marrakesh. In base alla ratifica del Parlamento Europeo e all’entrata in vigore dell’accordo di Parigi del 2015, il punto su cui ci si concentrerà sarà come finanziare e come condividere gli sforzi necessari per tenere l’innalzamento climatico sotto i 2 gradi rispetto ai livelli preindustriali.
Conferenza su “Politicians in a communication storm”. (“Politici nella tempesta della comunicazione”). Domani e mercoledì, giornalisti, blogger ed esperti di comunicazione prenderanno parte alla conferenza “Politicians in a communication storm, meeting millennials on digital territories” organizzata dall’Ufficio Media del Parlamento Europeo. I vice Presidenti responsabili per le politiche dell’informazione e della comunicazione, Maired Mc-Guiness e Sylvie Guillaume, apriranno i lavori fornendo un loro commento della situazione.
Budget 2017 dell’Unione Europea / MFF. Mercoledì e giovedì i membri del Parlamento Europeo e i ministri delle Finanze degli Stati membri proveranno a raggiungere un accordo sul budget dell’Unione Europea per il 2017. I membri del Parlamento Europeo faranno pressione per ottenere fondi sufficienti a fronteggiare la crisi migratoria, rilanciare la crescita economica, combattere la disoccupazione giovanile e sostenere i progetti di ricerca e sulle infrastrutture. Sul tavolo c’è anche la revisione del budget dell’Unione Europea per i prossimi sette anni, il Multiannual Financial Framework (MFF). Se si raggiungerà l’accordo, ci sarà una conferenza stampa, di cui si renderanno noti i dettagli.
Preparazione della Sessione Plenaria. I gruppi politici prepareranno la seduta plenaria di Strasburgo, che si terrà dal 21 al 24 Novembre, dove il Commissario Pierre Moscovici presenterà e discuterà con gli eurodeputati la ricerca annuale sulla crescita dell’Unione Europea e le raccomandazioni di bilancio per gli Stati membri. L’agenda dovrebbe includere anche voti su nuovi limiti alle emissioni di alcune sostanze inquinanti paese per paese, regole aggiornate sui fondi pensione riguardanti determinate professioni e l’assistenza finanziaria alla Giordania. I membri del Parlamento discuteranno il rapporto annuale della Banca Centrale Europea, con il Presidente della BCE Mario Draghi. Stileranno anche una bozza di raccomandazioni per il contrasto alla frode dell’IVA, per la definizione di una difesa comune dell’Unione e per il contrasto della propaganda proveniente da Russia e Daesh.
Agenda del Presidente. Martedì, il Presidente Martin Schulz incontrerà il ministro degli affari esteri danese Kristian Jensen e il ministro italiano agli affari esteri e alla cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni. Mercoledì, incontrerà il Primo Ministro Maltese, Joseph Muscat e terrà il discorso di apertura al ‘Boris Nemtsov Forum’ a Bruxelles.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le ultime scoperte in cardiologia entrano nella pratica clinica

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

taorminaTaormina Dal 24 al 26 novembre alle 17 del 24 il congresso si apre con la lettura di Marianne J. Legato, cardiologa della Columbia University di New York e massima esperta mondiale della medicina di genere, cui seguirà una lettura di Fausto J. Pinto, cardiologo di Lisbona e presidente della Società Europea di Cardiologia dal 2014 al 2016. Il congresso proseguirà venerdì e sabato con sessioni dedicate a scompenso cardiaco, ischemia cardiaca, malattie delle valvole, aritmie, imaging cardiaca, cardio-oncologia, morte improvvisa cardiaca. Da segnalare nella giornata di sabato un intervento di Francesco Romeo, presidente della Società Italiana di Cardiologia. u Il risultato è un miglioramento senza precedenti nella salute della popolazione ma anche la necessità di un continuo aggiornamento da parte dei cardiologi e dei medici in generale. Con questi presupposti si svolge il congresso internazionale di cardiologia dal titolo “From Scientific Evidence to Clinical Practice” in programma a Taormina dal 24 al 26 novembre 2016, organizzato dalla Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell’Università di Messina e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diabete: Presentati i risultati completi di uno studio di farmacocinetica e farmacodinamica

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

diabete testSanofi ha presentato, al 16° meeting annuale della Diabetes Technology Society a Bethesda (Maryland, Stati Uniti), i risultati completi di uno studio di farmacocinetica/farmacodinamica (PK/PD) con Toujeo® (insulina glargine 300 U/ml) e insulina degludec 100 U/mL (Deg-100).
Nei pazienti con diabete di tipo 1, il profilo farmacocinetico/farmacodinamico di Toujeo®, somministrato a un dosaggio terapeuticamente rilevante (0,4 U/kg/giorno, la dose media utilizzata nella pratica clinica in tutto il mondo),2 è risultato essere più piatto e più uniformemente distribuito nelle 24 ore rispetto al profilo di insulina degludec con cui è stato confrontato. La fluttuazione dell’attività metabolica nell’arco della giornata di Toujeo® è stata inferiore del 20% (p=0,047) rispetto a quella di insulina degludec.Un profilo farmacocinetico/farmacodinamico complessivamente stabile e un’esposizione distribuita in modo più uniforme nelle 24 ore sono stati osservati con entrambi i dosaggi di Toujeo® studiati (0,4 e 0,6 U/kg/giorno).
“Risultati come questi evidenziano ulteriormente il profilo favorevole della nostra nuova insulina glargine per le persone con diabete, sebbene le implicazioni cliniche siano al momento oggetto di ulteriori approfondimenti,” commenta Alexander Zehnder, M.D., Presidente e Amministratore Delegato di Sanofi Italia. “Essendosi recentemente concluso il processo di negoziazione, questa nuova soluzione terapeutica potrà essere disponibile da gennaio 2017 anche per i diabetologi e le persone con diabete in Italia, che avranno così a disposizione un’opzione terapeutica in più per tenere cotto controllo la propria glicemia.”
Sebbene la somministrazione di insulina basale non possa replicare perfettamente la produzione fisiologica di questo ormone, l’insulina basale ‘ideale’ per la terapia del diabete dovrebbe avere profili di farmacodinamica (PD) e farmacocinetica (PK) stabili. Fluttuazioni della glicemia ridotte e meno variabili potrebbero risultare in profili più prevedibili nelle 24 ore e un minor rischio di ipoglicemia, quindi tradursi in una migliore esperienza per le persone in trattamento con insulina basale e in una maggiore aderenza alla terapia.
Disegno dello studio:Studio randomizzato in doppio cieco, 2×2, crossover, che utilizza la tecnica del clamp euglicemico in due coorti parallele di persone con diabete di tipo 1 (48 persone in totale). Lo studio ha confrontato le proprietà farmacodinamiche e farmacocinetiche di insulina glargine 300 U/mL, (Gla-300) ai dosaggi di 0,4 e 0,6 U/kg/die con gli stessi dosaggi di insulina degludec 100 U/mL (DEG-100) allo stato stazionario dopo un periodo di 8 giorni in regime di dose multipla.
Principali risultati: In termini di farmacodinamica, la fluttuazione nell’arco della giornata del tasso normalizzato di infusione di glucosio (GIR-smFL0-24) è risultato significativamente inferiore con Gla-300 rispetto a quello con Deg-100 al dosaggio 0,4 U/kg.
Allo stesso dosaggio, le relative frazioni di GIR-AUC0–24 in intervalli di 6 ore sono risultate più equamente distribuite con Gla-300 rispetto a quelle con Deg-100. GIR-smFL0-24 e le frazioni di GIR-AUC0–24 in intervalli di 6 ore sono risultate simili tra le insuline al dosaggio sovraterapeutico di 0,6 U/kg. A entrambi i dosaggi, GIR-AUC0-24 e GIRmax sono risultati più bassi per Gla-300 rispetto a Deg-100, mentre il T50%-GIR-AUC0-24 e la durata del controllo glicemico erano simili per ciascuna insulina.In termini di farmacocinetica, entrambi i dosaggi di Gla-300 hanno mostrato l’aumento di insulina fino a 16 ore dopo la somministrazione, seguito da una successiva lenta riduzione.Per Deg-100, a entrambi i livelli di dosaggio, l’insulina è aumentata dal momento dell’iniezione fino a circa 10 ore dopo la somministrazione, con conseguente lenta diminuzione. L’esposizione a entrambe le insuline era misurabile fino alla fine del clamp (30 ore). A entrambi i dosaggi, le frazioni di INS-AUC0-24 in intervalli di 6 ore sono più equamente distribuite con Gla-300 rispetto a Deg-100.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brexit: Ancora contributi per gli studenti UE nelle università del Regno Unito

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

erasmusRoma «Apprendiamo che, nonostante il Governo britannico stia ultimando le procedure per uscire dall’Unione Europea, la possibilità di ottenere un prestito per i propri studi continuerà ad essere garantita anche per l’anno accademico 2017/2018 anche agli studenti europei che vogliano iscriversi nelle università nel Regno Unito. E’ forse questa una decisione dettata dal calo delle iscrizioni attestato dalle ultimi indagini, come quella della Universities and Colleges Admissions Service (Ucas), secondo cui le candidature degli studenti europei sono calate del 9%. Un dato, anche se ancora parziale, che rafforza le valutazioni negative emerse subito dopo Brexit. I tempi necessari a far uscire il Regno Unito dall’Europa sono ancora lunghi e soprattutto incerti ma, forse, è proprio questa indeterminatezza che sta generando confusione tra i nostri studenti, spingendoli verso destinazioni che sentono più “accoglienti”. Bisogna augurarsi che il fenomeno rimanga circoscritto e che la decisione britannica non interrompa quella spinta a viaggiare che ha animato l’intera “generazione Erasmus”. Purtroppo altri segnali, ancora più gravi e marcati, si stanno addensando intorno al tema dell’accoglienza. La facilità a comunicare, e quindi a conoscere, sarà forse il deterrente più sicuro e incisivo per contrastare il contenimento degli scambi e la divulgazione dei risultati scientifici tra le università». (fonte: Ufficio stampa Università Roma Tre)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enrica Amaturo eletta Presidente dell’Associazione Nazionale di Sociologia

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

Università di Napoli “Federico II”JPGNapoli Federico II. E’ Enrica Amaturo la nuova presidente nazionale dell’Associazione italiana di sociologia.Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli dal 2013, attualmente al suo secondo mandato, la professoressa è Ordinario di Sociologia Generale.L’elezione è avvenuta nel corso dell’XI congresso nazionale dell’Associazione che si è tenuto a Verona.E’ la prima volta che la presidenza dell’Ais va ad un sociologo del Sud. La Amaturo subentra a Paolo Di Nicola che insegna nell’Università di Verona.Prima Preside donna dell’Ateneo federiciano, eletta nel 2001 alla guida dell’allora Facoltà di Sociologia, la professoressa, ha collezionato ben due mandati da Preside, dal 2001 al 2008, Direttore del Dipartimento “Gino Germani” dal 1996 al 2001, è stata inoltre componente per nomina rettorale del Consiglio Direttivo del Coinor e della Commissione F2 Cultura e Coordinatrice della Conferenza dei Presidi di Sociologia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum della salute

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

riminiRimini dal 18 al 20 novembre 2016 -Palacongressi FORUM DELLA SALUTE, il grande appuntamento annuale dedicato ai temi della salute, della prevenzione e del buon vivere per la popolazione “senior”.Il Forum della Salute è organizzato da Senior Italia, la Federazione delle associazioni della terza età fondata nel 2006 con lo scopo di tutelare i diritti e migliorare la qualità della vita delle persone senior. In occasione della quarta edizione del Forum della Salute la Federazione assume la denominazione Senior Italia, abbandonando definitivamente la vecchia definizione Senior Italia FederAnziani: un cambio di nome che rispecchia maggiormente la nuova dimensione della Federazione, sempre più impegnata ad allargare il proprio raggio di azione anche sul target over 55.
Con 11.000 mq dedicati all’esposizione, il Forum della Salute vedrà la partecipazione di migliaia di cittadini over 55 provenienti da tutta Italia.Tutta l’area espositiva è ad ingresso completamente gratuito.Al Palacongressi di Rimini saranno presenti aziende ed operatori legati al mondo dell’alimentazione, nutrizione, stili di vita, fitness, benessere, turismo, prevenzione, sistemi di sicurezza di vita e molto altro ancora. Nella tre giorni del Forum il pubblico presente potrà inoltre effettuare gratuitamente alcuni importanti esami diretti alla prevenzione: screening per l’esame dell’ernia con l’Italian Society of Hernia and Abdominal Wall Surgery (ISHAWS), screening cardiologico e della fibrillazione atriale in collaborazione con AIAC, esame glucometrico in collaborazione con AID, esame audiologico con Amplifon e screening della vista con Salmoiraghi & Viganò.Il Forum si caratterizza per l’ampia offerta di incontri fra cittadini ed esperti qualificati su temi troppo spesso sottovalutati e invece centrali per la salute.Evidenziando l’importanza di corrette abitudini nella vita quotidiana, il Forum della Salute si propone come luogo di contatto fra tematiche medico-scientifiche e quelle relative a benessere e prevenzione, illustrando come a partire dalla cura di sé stessi e da una scelta responsabile nella quotidianità, ognuno di noi possa costruire una vita più sana per sé stesso e per la propria famiglia.
Oltre ai senior e alle loro famiglie saranno presenti 2.000 medici specialisti e di medicina generale, ospiti istituzionali e della politica, giornalisti e esperti di comunicazione.Anche quest’anno, infatti, il Forum della Salute si svolgerà in concomitanza con il V° Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, che vede ormai abitualmente riunirsi medici provenienti da tutta Italia, esponenti delle principali società medico-scientifiche, del mondo dell’Università e della ricerca, magistrati, avvocati, economisti sanitari, istituzioni, giornalisti e comunicatori esperti di politiche sanitarie, aziende del settore farmaceutico e grandi brand del mercato italiano e internazionale.
Tra le iniziative che quest’anno caratterizzeranno il Forum della Salute ricordiamo infine la camminata non competitiva che si svolgerà nel primo pomeriggio di sabato, a chiusura della campagna contro la sedentarietà “Due Passi in Centro”: l’iniziativa è l’ideale conclusione del progetto di grande successo organizzato nel 2016 dalla Federazione in 80 piazze italiane per promuovere la vita attiva come importante strumento di prevenzione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sanità: Lotta alla cronicità

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

medicoRoma. Tre giorni di approfondimento e confronto tra decine di medici ed esperti con un unico comune denominatore: il tema della cronicita’. Si è svolto a Roma da venerdì a domenica scorsi il 29esimo Congresso della Snamid, la Società di aggiornamento per il medico di Medicina generale, che ha affrontato la questione da numerosi punti di vista: dalla diagnosi al trattamento terapeutico di numerose patologie, fino alla comunicazione medico-paziente e alle prospettive future per i giovani medici. Numerosi i punti di vista e le opinioni presentate da professionisti provenienti da tutta Italia.
“La cronicita’ ricorre in vari ambiti e rappresenta la sfida principale da affrontare nel prossimo futuro”, ha sottolineato il presidente di Snamid, Roberto Stella, ricordando ad esempio malattie come diabete, ipertensione, Bpco.
FIBRILLAZIONE ATRIALE E CARDIOPATIA ISCHEMICA – Tra gli argomenti al centro della discussione, con il patrocinio di Fnomceo e Omceo Roma, due i più rilevanti. Prima di tutto fibrillazione atriale e cardiopatia ischemica, patologie di grande impatto epidemiologico e clinico. “Il punto e’ ottimizzare le cure- ha spiegato il coordinatore della Segreteria scientifica del Congresso, Alfredo Cuffari- Una indagine realizzata a Milano proprio dalla Snamid ha evidenziato diverse criticita’ nella diagnosi della malattia ma poi anche nella gestione e nella terapia. Tanti i motivi per cui questo accade, dalle difficolta’ di accesso a prescrizione specialistiche a quelle organizzative”. In quest’ultimo caso, ha detto ancora Cuffari, “bisogna eliminare le barriere culturali e territoriali che ostacolano la piena applicazione delle Linee guida per avere una definizione di percorsi di cura virtuosi”.
CRONICITA’ E ONCOLOGIA – Nei pazienti anziani non sono due problematiche separate ma sommate, a rendere il quadro clinico ancora piu’ gravoso. “Per tanti, troppi anni questo aspetto e’ stato ignorato”, ha detto Adriano Tocchi, vicepresidente dell’Ordine dei medici di Roma. “Bisogna sapere che la maggioranza dei pazienti oncologici ha 70 anni: da qui puo’ partire tutto il programma assistenziale e sociale. Un anziano, infatti- ha concluso Tocchi- presenta altre patologie croniche oltre al cancro e deve essere studiato in modo multidiciplinare con l’affiancamento del medico di famiglia”.
LA MTC – Tra le problematiche che interessano sempre più una parte la popolazione e che sono state discusse durante il Congresso, troviamo poi la malattia tiroidea cronica, per lo piu’ rappresentata dell’ipotiroidismo sia franco che sub-clinico. “La patologia tiroidea nei soggetti sopra i 14 anni ha un’incidenza dal 4 all’8%, considerando anche l’ipotiroidismo subclinico- ha spiegato Maurizio Lucarelli, respondabile area Endocrinologia della Snamid- Si tratta di una patologia che assorbe delle risorse a livello specialistico-ambulatoriale, a livello diagnostico e farmacologico. Ecco perche’ la sua gestione associata a problematiche come lo scompenso cardiaco, l’osteoporosi, e’ una sfida importante che merita appropriatezza e oculatezza”. La Mtc e’ una patologia ad elevato indice di incidenza e prevalenza spesso non percepita dal medici. Inoltre impatta sulla qualita’ di vita del paziente, soprattutto per quanto riguarda monitoraggio, gestione della terapia e i sintomi. Considerati tutti questi elementi, “la Snamid, insieme alle due societa’ scientifiche specialistiche Ame e Fadoi, ha promosso e curato un documento di consenso che da’ indicazioni pratiche al medico di Assistenza primaria e agli specialisti- ha aggiunto Lucarelli- Lo scopo e’ far capire come, quando e da chi vada gestito il paziente con malattia tiroidea cronica: offrire ai pazienti un’assistenza di qualita’; evitare esami inutili o poco appropriati; ottimizzare i percorsi diagnostici, specie nel follow-up; ottimizzare la terapia farmacologica anche in un contesti di politrattamento farmacologico che espongono a inevitabili interazioni”.
LA MALATTIA RENALE CRONICA – In presenza di malattia renale cronica, invece, “riuscire a rallentare il processo che porta il paziente alla dialisi significa aumentare il valore dell’intervento medico, non solo in termini di costi ma anche di qualita’ della vita del paziente. Non e’ un caso, infatti, che il piano della cronicita’ del ministero della Salute ponga questa problematica tra le piu’ importanti” ha detto il dottor Andrea Zamboni, coresponsabile dell’Area Nefrologia della Snamid. “Abbiamo dimostrato con uno studio- ha aggiunto- come la Medicina generale possa essere il driver vincente per intercettare il paziente all’esordio dei sintomi, mettere in atto interventi educazionali e terapeutici, ma soprattutto approntare cure adeguate che possano rallentare, se non evitare, il ricorso alla dialisi”.
FARMACI INNOVATIVI – Infine, tema non secondario quello dei farmaci innovativi. “Il medico di famiglia prima di tutto deve individuare il paziente che ha bisogno di un farmaco nuovo”, ma purtroppo “lo fa senza avere le conoscenze adeguate su quando e come utilizzarlo, ma soprattutto sulla comparsa di nuovi sintomi da associare non a una nuova patologia, ma a una interferenza farmacologica” ha spiegato Marco Cambielli, responsabile dell’Area Farmaci della Snamid. Secondo Cambielli la soluzione “non e’ solo una rete tra medici di medicina generale e specialisti, ma maggiore conoscenza, dal momento che i primi sono esclusi da iter formativi e informativi e non hanno dimestichezza”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum: gli operatori agricoli per il NO

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

confeuroL’appuntamento referendario del 4 Dicembre – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – è particolarmente importante per gli operatori agricoli. In questo modo infatti potranno far valere la propria volontà di rigettare quegli ulteriori strumenti di restrizione democratica che sono propri di questa proposta.
L’agricoltura – continua Tiso – non è solo un aggregato economico, ma soprattutto un insieme di valori in grado di rispondere alle esigenze primarie di una comunità; ed è per questo che siamo certi del voto dei tanti agricoltori italiani decisi a difendere quel poco che ancora è rimasto.
La campagna per il referendum si sta trasformando in una “rissa” dai contenuti totalmente estranei al merito della riforma. Ma invece è proprio la sua sostanza a preoccupare chi ancora non si è ancora arreso ad un’epoca buia in cui le opinioni contano soltanto se hai amici potenti.
Il NO al referendum del 4 Dicembre – conclude Tiso – è quindi il passo più importante che il mondo agricolo può fare per resistere a quelle logiche che vorrebbero sopraffarlo e cancellarlo dalla storia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il cardinale Luis Antonio Tagle presenta il suo ultimo libro

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

cardinale-tagleRoma Venerdì 18 novembre alle ore 17, nella sede di «Civiltà Cattolica» a Roma (via di Porta Pinciana 1), si terrà la presentazione del nuovo libro del cardinale Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internationalis, Ho imparato dagli ultimi. La mia vita, le mie speranze. Intervista a cura di Gerolamo Fazzini e Lorenzo Fazzini. Ad introdurre l’incontro sarà padre Antonio Spadaro sj, direttore La Civiltà Cattolica. Paolo Ruffini, direttore di Tv2000, intervisterà il cardinale Tagle. Saranno presenti i co-Autori. L’ingresso è libero. In questa autobiografia – in corso di traduzione in 6 lingue e in via di pubblicazione in 30 Paesi – Tagle racconta di sé, della sua vocazione e del suo impegno come vescovo vicino ai poveri; al contempo affronta diverse sfide del tempo presente e della Chiesa (globalizzazione, migrazioni, il futuro del cristianesimo, lo scandalo-pedofilia nel clero, …) con uno sguardo costantemente educato dal Vangelo. (foto:cardinale tagle)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »