Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 novembre 2016

Il referendum del 4 dicembre è una battaglia campale

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

potere-ai-cittadini_blogLa posta in gioco è altissima. Ognuno di noi ha il dovere morale di votare. Per decidere con consapevolezza bisogna avere chiari gli schieramenti dei fronti contrapposti e le loro motivazioni. D’Alema, Bersani, Berlusconi & Co. sono i kamikaze del No. Vogliono potere all’interno del loro partito o del governo e questa bramosia gli offusca la mente. Bersani e D’Alema hanno bisogno di qualche migliaio di tessere da buttare sul tavolo della pace per contare qualcosa nel Pd comunque vada la consultazione. Berlusconi vuole stare al governo e pensa che un Renzi sconfitto o meno dovrebbe accordarsi con lui. Sono dei kamikaze. Sono disposti a tagliare il ramo sul quale sono seduti insieme a Napolitano e Verdini. Il No li spazzerà via, è la pietra tombale sulla loro storia politica, lo spartiacque tra la politica della casta per la casta e la politica del popolo per il popolo.
Recitano una commedia. Renzi è un attore che interpreta il Sì a questa riforma scritta coi piedi come fosse chissà quale gioiello politico e per di più fa il grillino. Urla al taglio dei costi della politica mentre gira col Renzicottero e l’aereo blu e ha votato contro il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari che vale più del risparmio della Schiforma. Parla di taglio del numero dei politici ma non dice del dimezzamento del diritto di voto.La riforma toglie potere al popolo e ne dà di più ai politici. Non si vota più il Senato che verrà eletto dai partiti nei consigli regionali e entra in vigore la “clausola di supremazia” che toglie diritti ai territori per consentire al governo di trivellare, incenerire e cementificare dove gli pare in barba ai cittadini. Questo il succo, il resto sono tecniche di vendita da piazzista.
Le diverse posizioni dei partiti sono per garantirsi un posto al sole dell’establishment. Berlusconi ha scritto la riforma con Renzi e Verdini, Bersani ha votato favorevole in Parlamento alla riforma e ora sono contrari? E’ un gioco delle parti, ognuno ha i suoi interessi e degli italiani se ne fregano. Con il record di disoccupati, il record di poveri in canna, il record di aziende fallite, il record di pressione fiscale chi di voi avrebbe imposto come priorità di cambiare la Costituzione per dare più poteri ai politici? La riforma la vogliono loro e per loro.Sono costretti a farci votare grazie alla lungimiranza dei nostri padri costituenti, altrimenti se la sarebbero risolta al Nazareno. Ora tu puoi decidere e dare un indirizzo politico al tuo Paese. La scelta al referendum è Sì, voglio potenziare il sistema e dare più potere ai politici oppure No, voglio mantenere tutti i miei poteri di cittadino e in futuro contare di più.
Vota no e poi chiederemo libere elezioni (una legge elettorale per la camera e il senato c’è pronta all’uso) per dare finalmente all’Italia un nuovo governo legittimato dal popolo in cui comandano i cittadini, senza gli Alfano, i Berlusconi, i Renzi, i Bersani, i D’Alema e i Verdini.  (fonte: blog grillo) (foto: potere ai cittadini)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mattel inspiring the wonder of childhood alla Licensing Conference

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

licensing-conferenceMilano. Si è svolta presso l’Auditorium della sede di Mattel Italia la Licensing Conference 2016, appuntamento annuale di presentazione di tutte le novità e i progetti relativi ai brand Mattel. Dopo gli onori di casa da parte di Filippo Agnello, AD Mattel Italy e VP & Country Manager Mattel South Europe, che ha illustrato la nuova vision aziendale “Inspiring the wonder of childhood”, si è entrati nel vivo dell’evento, dove i protagonisti assoluti sono stati tutti brand del portfolio, a partire da quelli del segmento prescolare, che si arricchisce di una novità, il rilancio di Bob Aggiustatutto e si conferma, grazie ai brand già presenti nel portfolio di Victoria Licensing, (Fisher Price, Trenino Thomas e Sam il Pompiere) un segmento in buona salute, ricco di novità e innovazione
Barbie, indiscusso leader brand nel mondo del giocattolo, conferma ottimi risultati di crescita per il 2016. Per il 2017, nuovi progetti e iniziative amplieranno il suo universo già ricco di prodotti di alta qualità.
Buone notizie anche per un altro grande brand: Hot Wheels. Il brand che si rivolge a tutti quei bambini che amano la velocità, le sfide mozzafiato e le competizioni su quattro ruote continua ad essere il brand maschile leader di mercato e per il 2017 prevede un aumento di brand visibility e un potenziamento del retail.
Un’ospite d’eccezione ha allietato i numerosi partecipanti alla Licensing Conference, Cristina D’Avena, cantante icona del mondo bambino, si è infatti esibita “live” nella Thomas Dance, la colonna sonora dell’ultimo film del Trenino più amato dai bambini, La grande Corsa. Con un mini “corpo di ballo” (6 allieve della scuola di danza Top Dance di Novara) ha portato tutta la sua esuberanza e simpatia nell’auditorium Mattel, coinvolgendo il pubblico presente.
Al termine delle presentazioni di marketing Eleonora Schiavoni e il suo staff hanno premiato i licenziatari che si sono distinti nel corso del 2016 con una cerimonia suggestiva ed emozionante.
BEST LICENSEE APPAREL: SUN CITY ITALIA Premiato per l’impegno profuso nella creazione e distribuzione della collezione di abbigliamento Barbie per l’Autunno 2016 e nell’attivazione di molteplici attività personalizzate sul punto vendita.
grandi-giochiBEST LICENSEE ACCESSORIES: FLY GROUP Per l’impegno nella creazione e distribuzione della nuova linea di calzature Barbie per l’anno 2016.
BEST LICENSEE ROLE PLAY: GRANDI GIOCHI Per l’impegno nello sviluppo di una nuova collezione role play Barbie e per il piano di comunicazione a supporto della stessa.
BEST LICENSEE CONFECTIONARY: DOLFIN per il costante supporto e investimento nel portfolio dei marchi Mattel e per la profondità della linea prodotti realizzata per ciascuna property.
BEST LICENSEE PUBLISHING: EDICART per la nuova linea di libri Fisher-Price. Per la prima volta in Italia una collana di titoli Fisher Price in molteplici Canali distributivi: GDO, librerie, negozi di giocattoli, parafarmacie, gruppo Coin, cartolibrerie.
LICENSEE OF THE YEAR 2016 GRANDI GIOCHI Mattel ha premiato come Licenziatario dell’Anno Grandi Giochi, per il costante investimento profuso nel supporto del portfolio dei marchi Mattel, non soltanto tramite lo sviluppo diretto di prodotti ma anche per la distribuzione massificata sul mercato italiano di linee di prodotti realizzate da licenziatari stranieri.
Il premio consiste in un contributo economico che Mattel metterà a disposizione di Grandi Giochi per l’implementazione nell’anno 2017 di attività promozionali a supporto del sell-thru della linee a marchi Mattel.
L’appuntamento è quindi per la Licensing Conference 2017, con lo stesso entusiasmo, passione e cuore che il team di Victoria Licensing da sempre impiega nello sviluppo di nuovi progetti e ricerca di nuovi licenziatari. (foto: Licensing Conference, grandi giochi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il monachesimo alle radici della società di oggi”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

renata-salvaraniRoma martedì 22 novembre 2016, alle 16.00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, tavola rotonda “Il monachesimo alle radici della società di oggi”.Nell’occasione sarà presentato il volume “San Benedetto e l’Europa nel 50° della Pacis nuntius. Materiali per un percorso storiografico”, a cura di Pierantonio Piatti e Renata Salvarani (Libreria Editrice Vaticana). Si tratta degli atti delle Giornate di studio promosse dall’Università Europea di Roma con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura il 28 e il 29 ottobre 2014.I saggi, affidati ai maggiori studiosi europei del tema, hanno come oggetto la percezione della figura di Benedetto da Norcia nelle diverse epoche, nel contesto della societas christiana, all’interno del mondo monastico e nella storiografia, fino agli studi più recenti, di cui delineano il panorama nel contesto italiano ed europeo.
Intervengono P. Pedro Barrajon LC, Rettore dell’Università Europea di Roma, P. Juan Javier Flores Arcas OSB, Rettore del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo e gli Autori del volume. Introduce e modera Andreas Steiner, Direttore della rivista “Medioevo”.
Oggi sentiamo parlare spesso di diritti della persona, di libertà d’espressione, di tutela dell’ambiente e della salute, di pace, di progresso e di diffusione della cultura.
Tutte queste cose ci sembrano conquiste dell’era contemporanea. In realtà sono il frutto di un percorso che ha le sue radici anche nella tradizione del monachesimo.
San Benedetto da Norcia e i monaci che a lui hanno ispirato le proprie vite sono stati elementi di identità e di sviluppo dell’Europa. In che modo il loro modello ha influenzato la società? Come la loro pedagogia dell’esempio ha trasformato comportamenti e sistemi di organizzazione delle comunità e delle produzioni?
Le élites culturali del Medioevo e dei secoli successivi hanno interagito con il monachesimo benedettino? In quali modi la lezione di San Benedetto da Norcia è stata letta e riletta dagli eruditi e dagli storici, fino ai giorni nostri?
Sanità, educazione, conoscenze tecniche, elementi interculturali, modelli di gestione e di distribuzione della ricchezza hanno trovato sviluppo all’interno della rete dei monasteri interagendo anche con la società europea tutta. Come si è attuato questo scambio? Si può parlare di una pedagogia dell’esempio che ha orientato comportamenti e mentalità generali? Questi sono i temi conduttori dell’incontro romano. (foto: Renata Salvarani)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I mille giorni di Renzi e gli italiani del disagio

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

camera deputati“Siamo a mille giorni del governo Renzi, i mille giorni di governo di questo signore che non ha mai vinto le elezioni e che è diventato presidente del Consiglio con una congiura di palazzo. Se noi chiediamo agli italiani: state meglio ora o mille giorni fa? La stragrande maggioranza direbbe: no, stavamo meglio o meno peggio mille giorni fa”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a TgCom24.“È aumentata la disoccupazione giovanile, è aumentata la povertà, è aumentato il deficit, è aumentato il debito, è aumentato il caos. Promesse, promesse, promesse. Sono aumentate le delusioni perché Renzi continua a promettere tutto proprio per compensare la sua mancanza di legittimazione democratica, perché non ha mai vinto alle elezioni. Ha dato gli 80 euro di qua, i 500 euro ai giovani di là. Le promesse ai pensionati che poi non ha mantenuto. Adesso va in giro forsennatamente per l’Italia – cinque, sei, dieci incontri al giorno – promettendo tutto a tutti: assunzioni nella pubblica amministrazione che non può fare, sgravi fiscali nel Mezzogiorno che non ha messo in legge di bilancio. Ormai gli italiani non ne possono più di lui, della sua arroganza, delle sue promesse. Ma non ne possono più neanche in Europa, è diventato una macchietta. Fa Ventotene, porta la Merkel a visitare la Ferrari, poi batte i pugni, ma tanto nessuno se lo fila più in Europa. Dice di mettere il veto ma non ha il potere di mettere il veto in queste applicazioni di bilancio, infine si astiene. È una macchietta che in mille giorni ha deluso gli italiani, ha prodotto più crisi, più malessere, non ha risolto alcuno dei problemi e ha concentrato le sue risorse, del Parlamento, della vita politica italiana su due schiforme, la legge elettorale che lui stesso ha buttato via dieci giorni fa per ragioni interne di partito, e l’altra che sarà bocciata sonoramente dagli italiani. Abbiamo perso tempo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eurobarometro PE: i cittadini europei chiedono che la loro voce conti di più

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

europa comunitaria2Per sei italiani su dieci ciò che unisce i cittadini europei resta più importante di ciò che li divide, ma solo un italiano su cinque pensa di poter far sentire la propria voce in Europa, uno su quattro in Italia.Queste alcune delle conclusioni che emergono dall’ultimo Eurobarometro del Parlamento europeo, che rivela come il 68% degli italiani pensa che le cose stiano andando nella direzione sbagliata nel proprio paese e il 56% in Europa.A livello di Ue, il 71% degli intervistati è convinto che le cose che uniscono i cittadini europei siano più importanti di quelle che li dividono (in Italia siamo al 60%, dieci punti in meno rispetto al 2015), e il 53% che essere membri dell’Ue sia una cosa positiva per il proprio paese (a esserne convinto in Italia un cittadino su tre). L’Eurobarometro 2016 del parlamento europeo (il cosiddetto “parlametro”), è stato condotto nei ventotto Stati membri fra il 24 ottobre e il 3 novembre 2016 con interviste faccia a faccia a un campione di 27768 persone dai quindici anni in sù e ha dato risultati molto diversi paese per paese.In generale, a livello di Ue, quello che emerge è che gli indicatori riguardanti il sostegno dei cittadini al progetto europeo restano pressoché invariati dal 2009 a oggi.Come nel 2015, anche nel 2016 sei europei su dieci restano convinti che far parte dell’Ue abbia portato benefici al proprio paese, mentre è il 38% degli intervistati italiani a pensarla in questo modo (L’Italia è ultima in questa particolare classifica, capeggiata dal 80% di cittadini polacchi, estoni, lituani e irlandesi convinti di aver avuto benefici dall’essere membri dell’Ue).Fra gli elementi chiave per definire l’identità europea, il 50% degli intervistati cita la democrazia e la libertà, mentre solo il 33% indica l’Euro (nel 2015 era il 39%). Per quasi la metà degli intervistati a livello Ue (il 46%) avere un sistema di welfare armonizzato per tutti gli Stati membri contribuirebbe a rafforzare il sentimento di cittadinanza europea.
Il 37% degli intervistati pensa che la propria voce conti in Europa, dato analogo al 2015, mentre il 53% ritiene di essere ascoltato in merito alle decisioni nel proprio paese (nel 2015 era il 63%). In Italia solo il 20% dei cittadini pensa che la propria opinione conti per quel che riguarda le decisioni a livello europeo e il 25% è convinto di essere ascoltato a livello italiano.I cittadini europei hanno una visione non positiva del futuro, con la maggioranza degli intervistati che pensa che le cose stiano andando nella direzione sbagliata sia in Europa (54%, +13% rispetto al 2015) che nel proprio paese (58%, +14% rispetto al 2015).Per il 30% degli italiani, il Parlamento europeo ha un’immagine totalmente positiva (il dato europeo è del 25%, con il 44% dei cittadini Ue secondo cui il Parlamento ha un’immagine neutrale). E crescono gli italiani che pensano che il parlamento europeo dovrebbe avere un ruolo più importante (il 44%, quattro punti in più rispetto al 2015 e due punti in meno rispetto alla media europea del 46%).
Oltre un italiano su due (il 52%) dice di aver avuto recentemente notizie riguardanti il Parlamento europeo dai media (nel 2015 erano però due italiani su tre). In Europa a rispondere positivamente è il 60% degli intervistati, col dato significativo della Francia al 35%. Quando viene chiesto agli intervistati se si sentono informati riguardo le attività del Parlamento europeo, solo il 31% degli italiani e il 32% degli europei dichiarano di sentirsi ben informati, mentre il 67% degli italiani e il 66% degli europei di non esserlo. Dati significativi emergono da Francia, Spagna e Regno Unito, con il 79% di francesi e spagnoli che si sentono non informati, mentre solo il 51% dei britannici dichiara di sentirsi non informato.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cast di “Maggie & Bianca Fashion Friends” alla 1° puntata dello Zecchino D’Oro

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

rainbowLoreto (AN) Rainbow, la content company nota in tutto il mondo per le sue produzioni animate e multimediali, porterà i protagonisti di “Maggie & Bianca Fashion Friends” – il nuovo live action che ruota intorno ai mondi della moda e della musica, co-prodotto da Rai Fiction e in onda su Rai Gulp – sul palco della 59sima edizione dello Zecchino D’Oro, la favola musicale per bambini di ogni età in onda su Rai 1.
L’appuntamento è per oggi, sabato 19 novembre, in diretta dall’Antoniano di Bologna, dove il cast di Maggie & Bianca si esibirà durante la prima, attesissima, puntata dello Zecchino D’Oro.I MoodBoards, la band musicale formata dai protagonisti della serie – Bianca, Maggie, Quinn, Eduard, Yuky, e Jacques – si esibirà in uno dei loro pezzi più amati e famosi accompagnata dalla crew di ballerini di Drop Company “Alice and the Fashion Friends” – diretta da Alice Valentini, coreografa, cantante e performer – per dare vita ad uno spettacolo che, mixando pezzi cantati e performance di ballo hip hop, darà la giusta carica ai ragazzi che parteciperanno alla rassegna internazionale di canzoni più famosa di sempre. (foto: rainbow)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

International police cooperation: Civil Liberties MEPs back deals with Ukraine and Georgia

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

ucrainaCivil Liberties MEPs on Thursday backed two agreements establishing police cooperation between Europol and Ukraine and Europol and Georgia. The “operational and strategic” agreements allow for the exchange of information, including personal data. Such information could be in the field of specialist knowledge, general situation reports, results of strategic analysis, information on criminal investigation procedures, information on crime-prevention methods, participation in training activities as well as providing advice and support in individual criminal investigations.According to Europol, Ukraine is increasingly relevant in the fight against organized crime, more specific drug-related and economic crimes, trafficking in human beings and smuggling, as well as mobile (itinerant) organised crime groups. Exchange of information will enable the EU, Member States and Ukraine to prevent and combat organised crime, terrorism and other forms of international crime more effectively.Georgia is increasingly relevant in the fight against terrorism an organised crime, more specifically since it is a transit country for foreign fighters and a vital partner in the fight against Georgian organised criminal groups.Under the current rules established in the Europol Council Decision (2009/371/JHA), Parliament must only be consulted before the Council establishes police cooperation agreements with third countries. However, the rapporteur underlines that, according to the new Europol regulation, which entered into force on 11 May 2016 and will apply from 1 May 2017, the Commission will have to check all existing cooperation agreements to see if they comply with data protection standards and inform Parliament of about the outcome of the assessment.
Once the new Europol regulation starts to apply, Parliament will decide on an equal footing with Council on future police cooperation agreements and will be required to give a green light to new agreements.
The two agreements must now be voted by the full House. The agreement establishing police cooperation with Ukraine is scheduled for a vote in the Brussels-session on 1 December, in order for Council to sign the agreement at the EU-Ukraine summit on 24 November. The cooperation agreement with Georgia is expected to be voted later.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Record Numbers of Online Shoppers Point to Vulnerabilities of Internet Shopping: How to Avoid Identity Theft & Fraud

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

internetFor the first time in history, online shopping has outweighed shopping in stores this year: consumers are now making 51% of their shopping online, compared to 48% in 2015. When people start shopping for their Black Friday and Cyber Monday deals, kicking off the Christmas shopping season, online hackers start their busy season, too.Nearly half (48%) of consumers who shopped online in the past year have experienced payment fraud – which is nearly 80 million people. Many online shops and their clients are still not aware of simple safety protocols as we are entering deeper into all-digital age.Online stores are huge sites of targeted attacks by hackers who try to steal users¹ financial details and then use it for money laundering or other schemes. There have been too many cases where an innocent user was tricked into believing that they were entering the credit card details on a secure online store while in reality the user was providing their details to a hacker who can then use them to empty someone¹s entire life savings.There are many ways online shopping can become hazardous to any user. For example, a shopping website may be a spoofed fraudulent website set up by hackers to steal data. Or the online store where one shops may not be using a secure encryption protocol to ensure that their customers¹ details are safe during the payment process. Or a customer¹s account on the shopping site may get compromised, giving the hacker access to the account.
In order to stay safe when shopping online, there are simple tips everyone should know about. NordVPN, a VPN service provider that helps secure online experience, advises to follow these simple steps:
1. https The first thing you should always see while making an online payment is whether the payment gateway has an https URL. The Œs¹ in the URL means that it is a secure protocol and your data is encrypted properly.
2. Be wary Being vigilant can help you a lot in the task of shopping online securely. Whenever a website requests for more information than is usually required, like your Social Service number or any other kind of personal information, it usually spells fraud. You should always be cautious before giving your personal or financial details anywhere on the internet.
3. Stay away from public terminals. It cannot be stressed enough how dangerous it is to share your personal or financial information with any website or any person over the internet while using a public internet connection. Public Wi-Fi networks are common hunting grounds for attackers and data snoopers who try to access your personal information and use it for their benefit on your expense. Since public networks have negligible security, you should try and avoid using them while making online payments. If you must do online transactions while using a public network, then you have to use a VPN to stay safe.
4. Use a VPN VPNs (Virtual Private Networks) encrypt all the data you share across the Internet on any website. They are the best security mechanism you can employ to make sure the data you share over the internet is safe from prying eyes and remains confidential. NordVPN is one of the most advanced VPNs on the market that uses the latest encryption protocols. From the moment a user turns on NordVPN, their Internet data becomes encrypted. It becomes invisible to third party snoopers or hackers and even NordVPN. Being based in Panama, which is Internet-friendly country and does not require data storage or reporting, NordVPN keeps no user logs.
5. Stronger Passwords Perhaps the most basic requirement for any online account set-up is using strong passwords. Weak passwords make it simple for hackers to break into your account and cause severe damage. It¹s always advised to change passwords in order to stay safe online, and that means having to use a unique password for each site or account. A new app is 1Password for Families that allows a family to share passwords, credit cards, and other sensitive information. The app remembers everything, keeps the information safe and signs one into their favorite sites with one click.
The popularity of online shopping should not make consumers less cautious. The methods listed above can help anyone shop online securely. If something looks out of the ordinary and the deal looks too good to be true, it¹s important to be very careful before clicking on suggested links. Every year, big online shopping periods, like Black Friday, Cyber Monday or Christmas, make online fraudsters more innovative, but education about fraud prevention and simple precaution can keep all shoppers safe.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The European Journalism Centre announces 13 development reporting grant winners

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

European Journalist centreThe European Journalism Centre (EJC) is proud to announce the winners of the eighth round of the Innovation in Development Reporting (IDR) Grant Programme. A combined total of more than €245,000 will be awarded to thirteen journalistic projects that advance development reporting and bring innovative storytelling on global development to a wider public.The final winners were selected during a meeting of the IDR Grant Programme Advisory Council, consisting of senior international journalists. The projects that are eligible for funding will be greenlighted upon signature of a legal contract.The awarded projects have received endorsement from significant media outlets located in France, Germany, Italy, Spain, the Netherlands, Sweden, the United Kingdom and many other countries. The winning projects touch upon multiple development issues, such as challenges faced by children in Central African Republic; European development funds spent on migration programmes in Africa; the impact of “low-fee” schools in Africa; the large-scale use of drones in Africa; the role of women garment workers in the economic and social stability of Bangladesh.The winners were chosen because of their solid story ideas and innovative multi-platform approaches, operating on the crossroads between investigative, data-driven and visual journalism. To convey complex development stories in engaging ways, the winning projects will make use of web-documentaries, graphic journalism, 360 degrees videos, virtual reality, etc. In addition, the Advisory Council applauded the synergy between the proposed formats of many applicants, as this strengthens the impact of their stories on the audience.The winners will join a boot camp training on 11-13 December, in Amsterdam, the Netherlands, where they will meet fellow grantees and learn from top-level media practitioners. They will work on the development of their stories, learn about leveraging multimedia storytelling techniques and develop publication strategies aimed at achieving the best possible public impact. As part of the programme, the winners will also attend the News Impact Summit “Emotions and Digital Storytelling” organised by the European Journalism Centre in cooperation with the Google News Lab.The eighth call for applications ran between 3 March 2016 and 7 September 2016. In total, 166 applications were received.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Drugs: MEPs back changes to ensure quicker action against new substances

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

drogheEU bodies will be able to react faster when new harmful psychoactive substances or “legal highs” appear in the market, thanks to the legislative changes approved on Thursday by the Civil Liberties committee. The main purpose is to strengthen the early warning system already in place and the risk assessment procedures.The update of the founding Regulation of the European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA, the EU drugs Agency) was backed by 48 MEPs, with 3 abstentions. The EMCDDA is in charge of monitoring all new psychoactive substances that have been reported by member states, and will also have to lead the exchange of information, draw a first report on any suspicious substance and organise risk assessments when needed.Under the new rules, deadlines for decision-making on new substances will be substantially reduced compared to the current system, which dates from 2005. Following the initial report by drugs agency, the Commission will have two weeks to request an assessment of the potential risks posed by the new substance, which should be submitted within six weeks after the demand.The European drugs agency will have to conclude working arrangements with other EU bodies, such as Europol, the European Medicines Agency and the European Food Safety Authority, to guarantee swift and effective collection of information.Europol will have a more relevant role in the early warning system and risk assessment procedure, to help determine the involvement of criminal groups in the manufacture and distribution of new psychoactive substances.
The committee also backed, by 48 votes to 1 with 3 abstantions, the mandate to open negotiations with the Council, with a view to concluding an agreement on the Regulation in first reading, as well as the negotiating team.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

International cooperation between the IEC and eCl@ss e. V.

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

Geneva, Switzerland/Cologne, Germany – The IEC (International Electrotechnical Commission) the world’s foremost organization that prepares and publishes globally relevant International Standards for all electric and Geneva, Switzerlandelectronic devices and systems supports all forms of conformity assessment and administers four Conformity Assessment Systems that certify that components, equipment and systems, and eCl@ss e. V., the industry association providing the classification and description system eCl@ss, have signed a cooperation agreement which aims to facilitate the automatic transfer of shared content between the IEC Common Data Dictionaries (CDD) and eCl@ss dictionaries. The cooperation between the IEC and eCl@ss e. V. centres on the requirements of international and digital information exchange based on globally implemented Standards of the IEC. In the framework of the project “d-m@p,” experts from the IEC and eCl@ss e. V. are developing a mapping system that makes product data characteristics and attributes reciprocally readable. As digitization proceeds, companies are increasingly faced with the challenge of electronic data exchange. Under this Cooperation Agreement the content for mapping belongs to IEC 61987, lndustrial-process measurement and control – Data structures and elements in process equipment catalogues; IEC 61360, Standard data element types with associated classification scheme for electric components; and eCl@ss Segment 27: Electric engineering, automation, process control engineering. For the benefit of eCl@ass and IEC CDD users, common content shall be identified and easily accessible in a harmonized form.Markus Reigl, head of the central department of technical regulation and standardization at Siemens AG, explains: “Market-leading companies have recognized that normatively structured product data, unambiguously classified and accompanied by a comprehensive description of characteristics, is the lever by which to advance digitization in highly diverse applications in such areas as B2B, Industry 4.0, and smart buildings.”
“This agreement means that classifications and product descriptions will conform to both current IEC International Standards and eCl@ss properties. Mapping and long-term harmonization of content overlap will benefit end-users through reduced misunderstandings in interpretation and in the use of product properties,” said IEC Technical Officer Matei Cocimarov.With over 40 000 groups and more than 17 000 characteristics, the eCl@ss standard provides companies with a means of product data communication that is internationally recognized and free of media discontinuity. Already, more than 3 300 companies worldwide are convinced of the advantages and are using the eCl@ss standard.The cooperation with the IEC underscores the importance and steady further development of eCl@ss as an international and sector-independent standard for product data and classification.
The IEC (International Electrotechnical Commission) is the world’s leading organization that prepares and publishes globally relevant International Standards for all electric and electronic devices and systems. It brings together 169 countries, representing 99.1% of the world population and 99.2% of world electricity generation. More than 20 000 experts cooperate on the global IEC platform and many more in each member country. They ensure that products work everywhere safely and efficiently with each other. The IEC also supports all forms of conformity assessment and administers four Conformity Assessment Systems that certify that components, equipment and systems used in homes, offices, healthcare facilities, public spaces, transportation, manufacturing, explosive environments and during energy generation conform to them.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Don’t incite fear and hatred of migrants and refugees, MEPs urge EU countries

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

Erifugiati sirianiU member states should “refrain from inciting fear and hatred in their citizens towards migrants and asylum-seekers for political gains”, said Civil Liberties Committee MEPs voting a resolution on fundamental rights in the EU on Thursday. The rights to free movement and life-saving abortion are also stressed in the text, which will now be put to a vote by Parliament as a whole.The non-legislative resolution, drafted by József Nagy (EPP, SK), addresses the key fundamental rights challenges in the European Union in 2015, notably in the fields of migration, protecting children and the online environment.”This is an exceptional agreement! “, said Mr Nagy. “The mass of unsolved problems Europe-wide cause discontent among the public and fuels extremism. We call on the EU and its member states to provide more help to those in need, show more understanding towards minorities and ensure that institutions work fairly. With regard to the security and migration crisis, we ask for reasonable solidarity and responsibility, more cooperation and effective protection of our external borders”, he concluded. His resolution was passed by 41 votes to 4.
MEPs urge member states to guarantee that reception facilities do not deprive people of their fundamental rights to dignified living conditions and to pay special attention to the needs of vulnerable groups, such as asylum seekers with special needs, and women and children, in particular those who are on their own.They note that appointing guardians for unaccompanied children is an important safeguard to ensure their best interests and also encourage member states to keep families together.MEPs call on member states to develop “positive” public information campaigns to accelerate the integration of migrants and refugees and to share best practices in this field. They stress that access to education is vital for integrating refugees.They deplore the “increasing levels of hate speech from within certain institutions, political parties and media” and call on the EU to set an example by “opposing hate speech within the institutions”.
MEPs also call on the Commission to support member states’ efforts to prevent radicalisation and violent extremism by promoting European values, tolerance and a sense of community, and by preventing the stigmatisation of any religious or ethnic group.Citing a Europol report that at least 10,000 unaccompanied refugee and migrant children went missing in the EU in 2015, MEPs call on member states and EU agencies to step up their information exchanges and joint investigations to fight child trafficking, sexual abuse and other forms of exploitation.
Member states should register and identify children in a child-friendly way to ensure that they enter national child protection systems and prevent their disappearance, MEPs say. They also recommend reinforcing existing tools for tracing missing children, such as the European hotlines.To counter risks that children face on the internet, such as sexual exploitation, child pornography or cyber-bullying, MEPs ask that Europol and Eurojust be given appropriate resources to identify victims, fight networks of sexual abusers and accelerate the referral of child abuse material. They also call for awareness raising campaigns and school programs to teach children about potential risks related to the internet and for member states to address cyber bullying.MEPs recall that all persons have the right to privacy and the right to access personal data concerning them as well as the right to have personal data erased and the right to be forgotten in accordance with EU and national legislation. The draft resolution on the situation of fundamental rights in the EU 2015 is Parliament’s reply to the Commission’s annual report on fundamental rights in the EU. It is to be put to a plenary vote in December in Strasbourg.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La crise des réfugiés/France and Germany in the refugee crisis: united in diversity?

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

parisLa première session de l’initiative Think Tanks Tandem s’est déroulée les 8-9 juillet 2016, à l’abbaye des Vaux-de-Cernay à proximité de Paris. Elle a réuni une quarantaine de représentants de think tanks allemands et français, ainsi que des autorités allemandes, françaises et européennes.La 1ère table ronde a porté sur la politique migratoire et d’asile, tandis que la 2ème était consacrée à la lutte contre le terrorisme islamiste. Cette 1ère table ronde a été introduite par Marc-Olivier Padis, directeur des études de Terra Nova et Stefan Dehnert, directeur du Bureau de Paris de la Fondation Friedrich Ebert.Elle a été marquée par de nombreuses interventions des participants allemands et français : cette synthèse de Nicole Koenig, chercheur de notre Bureau en Allemagne, le Jacques Delors Institut – Berlin (également disponible en anglais et en allemand) s’efforce de présenter les principales analyses et orientations découlant de cet échange de vues franco-allemand, en identifiant les différences et convergences qui sont apparues.La Synthèse de la deuxième table ronde portant sur la lutte contre le terrorisme islamiste, rédigée par Yves Bertoncini, est également disponible. Joschka Fischer, ancien ministre fédéral allemand des affaires étrangères et ancien vice-chancelier allemand, était l’invité d’honneur du dîner sur le thème “L’Europe après le vote britannique”. Son intervention est disponible sur notre chaîne SoundCloud.La deuxième session de l’initiative Thinks Tanks Tandem s’est déroulée les 21-22 octobre 2016, à la Fondation Genshagen, à proximité de Berlin.
The first session of the Think Tanks Tandem initiative was held at the abbey of the Vaux-de-Cernay close to Paris on 8-9 July 2016. It was attended by some forty representatives of German and French think tanks as well as by German, French and European authorities.
The first round table addressed the issue of migration policy, while the second round table was devoted to the struggle against Islamist terrorism. This first round table was introduced by Marc-Olivier Padis, Director of Studies with Terra Nova, and Stefan Dehnert, Director of the Paris Bureau of the Friedrich Ebert Foundation.Numerous German and French speakers intervened: this Synthesis by Nicole Koenig, resarch fellow in our office in Germany, the Jacques Delors Institut – Berlin (also available in French and German) endeavours to present the main analyses and guidelines resulting from the exchange of French and German views, identifying the points both of divergence and of convergence that emerged.The Synthesis of the second round table on struggling against islamist terrorism, written by our director Yves Bertoncini, is also available.Joschka Fischer, former German Federal Minister for Foreign Affairs and former German Vice-Chancellor, was the keynotespeaker of the dinner on “Europe after the British referendum”. His speech is available on our SoundCloud channel.The second session of the Think Tanks Tandem initiative was held on 21-22 October 2016, at the Stifgung Gensagen, near Berlin.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Strasburgo: Anteprima della sessione plenaria 21-24 novembre 2016

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

Strasburgo Parlamento europeo Principali temi all’ordine del giorno:
Unione europea per la difesa: i deputati solleciteranno i Paesi UE a creare forze multinazionali Nel progetto di risoluzione che sarà discusso lunedì e votato martedì, si afferma che l’UE dovrebbe affrontare il deterioramento della sicurezza all’interno e attorno all’UE, aiutando le sue forze armate a lavorare meglstrasburgo-parlamento-europeoo insieme, come primo passo nella costruzione di una politica di difesa comune. Per i deputati, sarebbe necessario destinare il 2% del PIL alla difesa, creare forze multinazionali e un quartiere generale operativo UE per pianificare il comando e il controllo delle operazioni comuni e per consentire all’UE di agire laddove la NATO non sia disposta a farlo.
Come contrastare la propaganda anti UE di Russia e ISIS Nella risoluzione che sarà discussa martedì e votata mercoledì, si invita l’UE a rispondere alla guerra dell’informazione da parte della Russia e delle organizzazioni terroristiche islamiche con messaggi positivi, con la sensibilizzazione e l’alfabetizzazione mediatica.
Nuovi limiti contro l’inquinamento atmosferico Il Parlamento voterà mercoledì le proposte per limiti nazionali più ambiziosi sulle emissioni delle principali sostanze inquinanti, tra cui NOx, particolato e biossido di zolfo, da raggiungere entro il 2030. Tali limiti sono già stati informalmente concordati con la Presidenza olandese del Consiglio. L’inquinamento atmosferico provoca circa 400 mila morti premature all’anno nell’UE.
strasburgoRelazioni UE-Turchia: quale futuro? In un dibattito con il capo della politica estera dell’UE, Federica Mogherini, previsto per martedì pomeriggio, i deputati potrebbero domandare la sospensione dei negoziati di adesione all’UE o richiedere requisiti aggiuntivi alla Turchia. Il tentativo di colpo di Stato del 15 luglio e il deterioramento della democrazia avvenuto nel paese hanno complicato le relazioni UE-Turchia. Una risoluzione sarà posta in votazione giovedì.
Dibattito con Mario Draghi su crescita ridotta e futuro incerto. I deputati discuteranno lunedì sera con Mario Draghi, Presidente della Banca centrale europea (BCE), la scarsa crescita nella zona euro, geograficamente non uniforme, i tassi di inflazione bassi e la mancanza di investimenti nell’economia reale, nel contesto dell’uscita del Regno Unito dall’UE e dell’incertezza nelle prospettive economiche. Una risoluzione sarà votata martedì.
Priorità economiche dell’UE per il 2017: dibattito con il commissario Valdis Dombrovskis
Nel dibattito di giovedì con il Vice presidente della Commissione Valdis Dombrovskis, i deputati dovrebbero sollecitare la Commissione a dare priorità agli investimenti per l’innovazione, la crescita e la creazione di posti di lavoro, a sostenere le riforme strutturali equilibrate a livello sociale e a incoraggiare le finanze pubbliche responsabili. Dombrovskis dovrebbe presentare le priorità economiche dell’UE per il 2017 e riferire in merito al lavoro di coordinamento degli Stati membri sulla politica economica del “semestre europeo”.
Siria: dibattito con Federica Mogherini
Incarico di Barroso alla Goldman Sachs: dibattito con Emily O’Reilly, Mediatore europeo
Evasione fiscale: i deputati sostengono lo scambio automatico di informazioni per monitorare i proprietari di conti correnti
Norme sul capitale bancario: i deputati chiedono se l’aggiornamento di “Basilea 3” potrebbe ostacolare il prestito
Premio LUX: l’annuncio del vincitore a Strasburgo

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ruolo del rame nell’Alzheimer

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

alzheimer-cervelloMilano martedì 22 novembre, alle 11, all’Humanitas di Milano (building 7%8, sala E), la dottoressa Rosanna Squitti dell’Irccs Istituto Centro San Giovanni di Dio-Fatebenefratelli di Brescia, insieme alla dottoressa Maria Luisa Malosio, dell’Irccs Humanitas parleranno su «La maggior parte degli studi sul rame nella malattia di Alzheimer». Spiega la Squitti, «sono condotti da ricercatori Italiani in collaborazione anche con esperti internazionali come il Prof A.I Bush, la Prof Martha C. Morris e il Prof George G. Brewer, uno dei massimi esperti nella malattia di Wilson. I dati in nostro possesso hanno dimostrato che sulla malattia di Alzheimer e su altre patologie neurologiche, come Parkinson e Declino Cognitivo Lieve, considerato precursore dell’Alzheimer stesso, è evidente un disturbo nel metabolismo del rame».
In questi studi, il Fatebenefratelli di Brescia – all’avanguardia per la qualità e quantità di pubblicazioni sull’argomento – collabora con il professor Stephen G. Kaler, uno dei massimi esperti mondiali delle mutazioni genetiche che influiscono su tale metabolismo, che ha scoperto nuove mutazioni ed è impegnato in nuovi approcci di terapia genica. Aggiunge Squitti: «Il rame è un metallo essenziale, presente nella nostra dieta, ed è alla base della respirazione, della produzione dei globuli rossi e bianchi. Svolge delle funzioni vitali nel metabolismo dei muscoli del tessuto connettivo e scheletrico e soprattutto del cervello. I difetti nel metabolismo di questa sostanza influenzano malattie come le demenze, in particolare l’Alzheimer, e disturbi del movimento come il Parkinson».
Si sa che il rame è coinvolto nei meccanismi alla base della cascata “amiloidea”, cioè della serie di processi neuropatologici che coinvolgono la proteina beta amiloide che forma le placche nel cervello dei pazienti con Alzheimer, e portano alla morte dei neuroni, le cellule che formano il cervello. Gli studi condotti sia in laboratorio, sia sulla popolazione, hanno dimostrato come la dieta contenente un alto contenuto di rame associata a grassi saturi and trans insaturi abbia un effetto sul peggioramento dello stato cognitivo delle persone, pari a 19 anni aggiuntivi di invecchiamento, e sulla mortalità in generale.
Il motivo per cui il rame è coinvolto nella malattia di Alzheimer è che esso è un elemento altamente reattivo, catalizzatore o più semplicemente innesco di reazioni chimiche tra le quali primariamente quelle dello stress ossidativo, quando sfugge dal controllo delle proteine che ne regolano il metabolismo come ad esempio la ceruloplasmina. Questa proteina lega il 95% del rame in circolo mentre il rimanente 5%, detto rame ‘libero’ o rame ‘non-ceruloplasminico’ appunto, è un rame scambiabile tra le varie componenti proteiche del siero che, se supera certi livelli (1.6 micromolare), diventa altamente tossico. Nella malattia di Wilson questo tipo di rame sale a livelli dell’50-80%, provocando una malattia devastante, di cui il Prof Kaler e il Prof Brewer hanno contribuito a delineare alcuni tra gli aspetti più importanti. Nella malattia di Alzheimer raggiunge il 16%, producendo, con l’invecchiamento, un’accelerazione dei processi patogenetici della malattia. Infatti, la proteina beta-amiloide ha al suo interno una specifica sequenza che lega questo elemento e che ha come effetto la produzione di radicali liberi e stress ossidativo. In particolare, si genera una molecola pro-ossidante, l’acqua ossigenata, che reagendo a sua volta con i metalli produce dei circoli viziosi in cui si formano di continuo radicali liberi, che danneggiano le membrane delle cellule e le molecole del DNA.
Gli studi condotti dal Fatebenefratelli dimostrano che i livelli più alti di questo particolare tipo di rame correlano con i deficit sia di natura cognitiva, sia neurofisiologica e anatomica, come l’atrofia, cioè la morte dei neuroni che si evidenzia con indagini di Neuromaging del cervello, come la Risonanza Magnetica Nucleare, ma anche con i marker di malattia che sono presenti nel liquido cerebrospinale. «Questa nostra ricerca», precisa la Squitti, «ha dimostrato che i pazienti che al tempo iniziale avevano un valore di rame non-ceruloplasminico maggiore di 1,6 micromolare avevano triplicato il rischio di sviluppare l’Alzheimer, e la transizione da Mild Cognitive Impairement a demenza franca avveniva con una velocità più rapida (circa un anno e mezzo) rispetto ai soggetti con valori di rame non-ceruloplasminico normale (tempo di conversione di 4 anni)».

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Verga inedito: all’asta a Parigi le lettere e la “Cavalleria Rusticana”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

giovanni-vergaParigi lunedì 5 dicembre da Christie’s sarà battuta all’asta una straordinaria raccolta di quasi 300 lettere, tutte inedite, indirizzate dal grande scrittore siciliano ai fratelli Pietro e Mario, alla mamma Caterina e al nipote Giovannino, da cui emergono squarci sulla vita familiare del caposcuola del Verismo, tra problemi di salute e gestione finanziaria dei terreni di proprietà, ma anche e soprattutto annotazioni sulla vita mondana a Firenze e Milano, sui suoi capolavori come Mastro Don Gesualdo e I Malavoglia, con oltre cento lettere riguardanti la genesi, il successo e le vicende giudiziarie della Cavalleria rusticana nella causa che ne derivò con Mascagni per l’omonima opera lirica. Nel catalogo di Christie’s, i manoscritti sono divisi in tre lotti: due di carteggi e uno relativo all’eccezionale versione autografa della celeberrima novella Cavalleria rusticana. Il primo lotto, messo all’asta per la cifra di 150.000,00 euro, è dunque l’originale autografo della Cavalleria rusticana di cui Giovanni Verga preparò la sceneggiatura “per il cinematografo”. Si tratta certamente di una scoperta di grande importanza per la storia della Letteratura e per il ruolo ricoperto da Giovanni Verga, senz’altro il primo tra i grandi scrittori di fine Ottocento ad aver compreso il linguaggio rivoluzionario del Cinema appena nato.
L’autografo della Cavalleria rusticana per il cinematografo è suddiviso dallo stesso Verga in dodici quadri, le continue correzioni dimostrano il travaglio della creazione di uno scrittore pignolo ed attento al particolare verista anche nella “resa” cinematografica dei particolari e sicuramente sarà l’autografo che desterà maggiore interesse all’asta del 5 Dicembre a Parigi, durante la quale saranno messi in vendita anche lettere autografe del Re Sole Luigi XIV ed autografi di Marcel Proust, Pablo Picasso, Mallarmé e Zola. L’autografo è anche uno straordinaria documento che rivela la calligrafia minuscola di Giovanni Verga.
Il secondo lotto comprende 78 lettere autografe (e 10 telegrammi), per un totale di 320 pagine autografe, messe all’asta per un valore di 90.000,00 euro, tutte scritte in italiano, indirizzate ai familiari e prevalentemente ai fratelli Pietro e Mario e al suo nipote Giovannino, riguardanti la genesi, il successo e le vicende della sua più celebre novella, la Cavalleria rusticana. Mai prima d’ora si era appreso nei particolari il punto di vista di Giovanni Verga nell’incredibile vicenda giudiziaria che coinvolse lo stesso scrittore contro Pietro Mascagni per l’omonima opera lirica tratta dal suo capolavoro letterario, pubblicato per la prima volta nel 1880. Le lettere, scritte da Milano e da Catania, vanno infatti dal 1880 al 1916 e costituiscono un patrimonio straordinario su quello che resta uno dei capolavori assoluti della storia della letteratura ed anche della musica. Ma Verga, in questo inedito gruppo di lettere, non si dedica solo alla Cavalleria rusticana “letteraria” e poi “musicale”, ma anche alla versione teatrale da lui stesso scritta in 3 giorni per l’attrice Eleonora Duse, che la mise in scena con grande successo il 14 Gennaio 1884 al Teatro Carignano di Torino. Straordinario il telegramma del 5 Marzo 1887 in cui Verga domanda al fratello Pietro di “far spedire scena subito Alberto Buffi, amministratore Compagnia Duse Teatro Manzoni Milano”, così come la lettera del 14 Luglio 1887, spedita da Catania, in cui comunica al fratello Pietro che “la Cavalleria ha avuto a Parigi un successo immenso della Duse”. Lettere autografe che ricostruiscono il cammino e il successo della Cavalleria rusticana prim’ancora che Pietro Mascagni debuttasse con l’omonima opera lirica il 17 Maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma. (foto: giovanni verga)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum delle Associazioni Familiari

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma venerdì 25 novembre, dalle ore 9 alle ore 13 presso Palazzo Massimo alle Terme (Roma), l’Istituto di Studi Superiori sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum presenta, insieme ai partner fondatori (AIDP, CISL-First, COLAP, Federmanager, Forum delle Associazioni Familiari, Praesidium e UCID), il progetto Value@Work, La Persona al Centro.
Interverranno: l’on. Cesare Damiano, Presidente Commissione Lavoro alla Camera, l’on. Maurizio Sacconi, Presidente Commissione Lavoro al Senato; Giorgio Ambrogioni, Presidente CIDA Carlo Dell’Aringa, economista esperto di lavoro, Antonella Marsala, Dirigente Italia Lavoro; David Trotti, Presidente AIDP Lazio; Emiliana Alessandrucci, Presidente Colap; Elio Pangalozzi, board Junior di Prioritalia; Domenico Mastrolito, Segretario UCID, e Emanuele Massagli, Presidente ADAPT. L’incontro sarà moderato da Vicsia Portel, giornalista e autrice “DiMartedì” (La7).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

4° Forum Economico Italo – Tedesco “DIDACTA – Formazione per il Futuro”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

Roma 21 Novembre 2016 Sala Polifunzionale, Palazzo Chigi, ore 10.00 4° Forum Economico Italo – Tedesco “DIDACTA – Formazione per il Futuro”. La quarta edizione del forum economico italo-tedesco, è l´appuntamento annuale promosso dalla Camera di Commercio Italiana per la Germania palazzo-chigi(ITKAM), volto a favorire il dibattito tra istituzioni, associazioni, imprenditori e manager. In un’ottica di maggior cooperazione tra i due Paesi per conoscersi, confrontarsi e cogliere le opportunità offerte dall’esperienza tedesca e dalle recenti riforme italiane.
Il Forum di quest’ anno, che sarà aperto alla presenza del Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, è organizzato insieme alla Camera di Commercio di Firenze e a DIDACTA International, ente organizzatore in Germania della più grande fiera mondiale sull´industria della formazione.
Il Forum sarà l’occasione per presentare Fiera Didacta, che nel settembre 2017 verrà organizzata in Italia presso la Fiera di Firenze, seguendo il modello tedesco della fiera DIDACTA.
“Noi come ITKAM siamo molto lieti di poter contribuire in modo significativo all’attuazione concreta delle iniziative per l’alternanza scuola lavoro in Italia. La sfida che la formazione per l’industria 4.0 rappresenta è per noi un’occasione di crescita per il nostro Paese. Per questo organizzeremo a settembre 2017, per la prima volta in Italia, la Fiera Didacta, creando così una ulteriore piattaforma di incontro e di consolidamento dei rapporti tra Italia e Germania”. Con queste parole Emanuele Gatti, Presidente di ITKAM, sottolinea l’importanza dell’evento, onorato della MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA.
La quarta edizione del forum economico italo-tedesco “DIDACTA – Formazione per il Futuro” nello specifico prevede, oltre ad un momento iniziale di saluti istituzionali tra i quali quello della Sig.ra Ministro Stefania Giannini, del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Sandro Gozi e degli organizzatori, lo svolgimento di tre Panel. Il primo in programma alle 11:30 tratterà il tema dei nuovi modelli educativi nella scuola primaria, secondaria, nell’università e nella ricerca. Il secondo Panel, alle 14:30, riguarderà l´alternanza scuola lavoro, con la relativa analisi dei best practices e punti critici. L´ultimo Panel verterà sulla “Formazione per l´industria 4.0”.
Il Forum è patrocinato dal Dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Ambasciata della Repubblica Federale Tedesca in Italia, dal Centro Italo-Tedesco Villa Vigoni, da UNIONCAMERE e da ASSOCAMERESTERO

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifestazione nazionale per il NO al referendum

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

piazza-del-popolo-2Roma 27 Novembre dalle ore 14 a Piazza Repubblica con un concerto finale a Piazza del Popolo dalle ore 18. “In televisione e nei talk show questo referendum è sempre più raccontato come una passerella politica e uno scontro interno tra partiti. Gli interessi reali delle persone comuni sono fuori dai media main stream. – dichiara Marta, 31 anni, di Venezia – È per questo che il popolo del NO vuole scendere in piazza: comitati locali per il NO, i movimenti contro le grandi opere inutili e lo spreco di risorse pubbliche, i comitati ambientali, gli studenti contro la buona scuola, i precari, i movimenti per il diritto all’abitare, tutti coloro che in questo paese dicono NO e hanno fatto campagna contro la riforma Boschi partiranno dai propri territori per ritrovarsi a Roma il 27 Novembre. La democrazia televisiva ed i personalismi non ci convincono, noi crediamo che le cose cambieranno davvero solo se siamo tutti pronti a metterci in gioco collettivamente.”
“Non è vero che il NO a questo referendum è quello della conservazione contro il cambiamento. L’abbiamo visto il loro cambiamento: i voucher, i tagli al welfare e la fine di ogni diritto che garantisca una vita dignitosa. I sondaggi dicono che tra i giovani prevale il NO. Siamo noi i giovani di cui Renzi parla, ma la nostra voce resta inascoltata! Noi non ci stiamo e porteremo in piazza le nostre voci. Sarà una manifestazione popolare e colorata che si concluderà con un grande concerto a piazza del popolo – continua Lorenzo, 31 anni, di Roma – Il SI contro il NO è Golia contro Davide. Dal basso e senza risorse diamo siamo stati a volantinare in questi mesi nei mercati, nelle scuole, alle agenzie di riscossione crediti, agli uffici dei comuni. C’è un paese che sta dicendo NO e Renzi lo tratta con disprezzo e sufficienza”
“Qualche giorno fa abbiamo invaso il twitter con l’hashtag #cèchidiceNO entrando tra i trending topics per rilanciare la manifestazione – conclude Stefano 24 anni, di Avellino – “Abbiamo voluto utilizzare il web per avere finalmente spazio di far emergere dal basso i nostro NO. I no dei giovani che dalla retorica renziana non si sentono affatto rappresentanti, i NO degli studenti, dei lavoratori precari e sfruttati, i NO all’impoverimento dei nostri territori. Non abbiamo mai visto applicati diritto al lavoro, alla salute, allo studio. Per questo vogliamo che il potere torni alle persone comuni che non hanno mai deciso niente fino ad oggi, ma hanno una chiara idea del Paese che vorrebbero.”

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un’impresa o uno studio legale può creare benessere sociale?

Posted by fidest press agency su sabato, 19 novembre 2016

studio legaleDikaios (www.dikaios.international) è il primo – e finora l’unico – studio legale in Italia ad aver ottenuto la certificazione internazionale di B Corp: assiste solo soggetti che condividono questa visione etica dei rapporti sociali e crea soluzioni giuridiche orientate al benessere comune.
L’Italia ha iniziato da poco a disciplinare questi nuovi modelli di attività (L. 208/2015, commi 376-382), ma un network B Corp (25 in Italia, 1776 nel mondo) già condivide i valori della trasparenza e della sostenibilità. Una filosofia che oggi in Italia consente alle imprese di modificare il proprio oggetto sociale per diventare Società Benefit «che nell’esercizio di una attività economica, oltre allo scopo di dividerne gli utili, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse».La certificazione internazionale B Corp garantisce che il lavoro di queste organizzazioni rispetti gli standard solidali ed ecosostenibili necessari per ottenere e mantenere il riconoscimento. Dikaios vanta la predisposizione di contratti etici e un’assistenza tributaria e fiscale trasparente, la regolamentazione di rapporti di lavoro equi e il patrocinio giudiziale solo come ultima istanza, preferendo invece risolvere le controversie con strumenti alternativi come la mediazione e la conciliazione, l’arbitrato o la negoziazione assistita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »