Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 20 novembre 2016

Casapound contesta il ministro Boschi

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

casapoundLamezia. “Siamo stufi delle passerelle elettorali a spese dei cittadini. Il Ministro Boschi a Lamezia per propagandare un “referendum truffa”. La Calabria ha bisogno di lavoro, sicurezza e di una buona sanità. Contro le pagliacciate del Governo Renzi il 4 dicembre occorre votare no”. Sono queste le dure dichiarazioni del consigliere comunale di Lamezia Mimmo Gianturco che, insieme a una delegazione di militanti di CasaPound e a decine di cittadini, questa mattina hanno contestato il Ministro Boschi.
“Da diverso tempo la nostra città – afferma Mimmo Gianturco – è utilizzata dai vari governi per le solite passerelle elettorali a spese dei cittadini. Oggi, ad ascoltare il Ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi, c’erano soltanto poche decine di simpatizzanti del Partito Democratico. Per quella che si è rilevata una semplice riunione di partito, organizzata volutamente nel teatro più piccolo di Lamezia per far sembrare la sala colma di gente, sono stati spesi centinaia di migliaia di euro dei contribuenti per un incredibile spiegamento di forze dell’ordine”.“Matteo Renzi – continua il leader regionale di CasaPound – ha inviato in Calabria la Boschi per propagandare una riforma costituzionale che in realtà è una truffa ai danni del popolo italiano. Un governo nato con manovre di palazzo, sostenuto da partiti che il giorno delle elezioni neanche esistevano, con più di 250 parlamentari che hanno cambiato casacca, non dovrebbe neanche esister, figuriamoci cambiare la costituzione. Questo governo nazionale, riscrivendo l’articolo 117 della Costituzione, vorrebbe renderci definitivamente schiavi dell’Unione Europea e dei burocrati di Bruxelles. Per non parlare poi della riforma del Senato della Repubblica che invece di abolirlo definitivamente, diventerà un costo passatempo per sindaci e consiglieri regionali”.
“La Calabria ha bisogno di lavoro, sicurezza e di una buona sanità – conclude Gianturco – ma questi illustri personaggi, anziché illustrarci il loro lavoro su questi punti fondamentali, usano il nostro territorio per passerelle elettorali e per i loro squallidi interessi, rifiutando anche il confronto con i cittadini, così come accaduto questa mattina che addirittura il Ministro Boschi ha deciso di entrare dalla porticina del retro del Teatro Umberto pur di non farsi vedere dai contestatori. Per porre fine a tutte le pagliacciate del Governo Renzi, il 4 dicembre occorre votare convintamente per il no, così da dare uno scossone alla politica nazionale”

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce la Carta Europea per l’Aderenza alla Terapia

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

riminiRimini. Sono circa 200mila le morti premature in Europa causate da difficoltà nell’aderenza alla terapia da parte dei pazienti. Il costo della non aderenza è stimato, in Unione Europea, come compreso tra 80 miliardi e 120 miliardi l’anno. Per migliorare la qualità della vita dei cittadini, in particolare senior, e per aiutare i servizi sanitari nazionali a ottimizzare l’utilizzo delle risorse economiche, SIHA – Senior International Health Association, l’organizzazione europea di pazienti deputata alla protezione della salute e alla promozione dell’invecchiamento attivo, ha organizzato il I Congresso Europeo sull’Aderenza alla Terapia.
L’aderenza alla terapia come diritto per i pazienti cronici, l’importanza dell’awareness per le famiglie e i caregivers, per la medicina generale, le società scientifiche e gli specialisti, le infermiere, i farmacisti, le aziende farmaceutiche, le Istituzioni: sono questi i punti chiave della Carta Europea per l’Aderenza alla Terapia, elaborata nel corso del Congresso, conclusosi oggi a Rimini.
Il Congresso, promosso da SIHA – Senior International Health Association, e svoltosi con il Patrocinio del Parlamento Europeo e del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea, ha avuto come Presidente Giovanni La Via, Presidente della Commissione ENVI del Parlamento Europeo, e come Presidente Onorario Gianni Pittella, Presidente del gruppo S&D del Parlamento Europeo.
Le società scientifiche europee sono state coinvolte nei due giorni di lavoro per analizzare i principali ostacoli all’aderenza alla terapia nelle principali aree terapeutiche (Dislipidemia, Ipertensione, Psichiatria, Urologia e Respiratorio).
Le società scientifiche coinvolte sono state: EAS – European Atherosclerosis Society, EAU – European Association of Urology, EHRA – European Heart Rhythm Association, EPA – European Psychiatric Association, ERS – European Respiratory Society, ESC – European Society of Cardiology, ESH – European Society of Hypertension, SIP – Società Italiana di Pneumologia, SIU – Società Italiana di Urologia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto: Inchiostri e luci

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

giapponeRoma mercoledì 23 novembre 2016, ore 16,00 Sala conferenze “Diego Carpitella” Piazza Guglielmo Marconi 8/10 Roma. Un progetto Inchiostri e Luci, per le celebrazioni ufficiali del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, per tracciare un percorso che dalle immagini arriva all’immaginario, attraverso la presentazioni di tre libri.In questo caso l’immaginario è quello che vede nel Giappone un paese per alcuni versi simile all’Italia. Un passato importante che si struttura e vive come una tradizione ancora presente nella vita. A volte questo passato di tradizioni sembrerebbe impedire o ostacolare qualunque innovazione che in seguito viene accettata con la rottura degli schemi facendo dei due paesi dei precursori della contemporaneità e del futuro.E il Giappone è sicuramente all’avanguardia per molti aspetti della vita in generale. Quindi, guardare al Giappone e all’Italia, pur con le rispettive specificità, significa anche avere un’immagine di come sarà o potrà essere il futuro di tutti.Yamato (F.lli Palombi Editori) di Anna Imponente e Maria Dompé Okurimono (F.lli Palombi Editori) di David JabesTutte le foto del mondo tranne una (Edizioni Progetto Cultura) di Vittorio Pavoncello. Saranno presenti gli autori A conclusione della presentazione Percussioni Giapponesi Scuola Taiko di Rita Superbi. (foto: giappone)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mathematical algorithms calculate social behavior

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

interazioni-socialiFor a long time, mathematical modelling of social systems and dynamics was considered in the realm of science fiction. But predicting, and at once influencing human behavior is well on its way to becoming reality. Scientists at the Technical University of Munich (TUM) are currently developing the appropriate tools. This will allow them to simulate and improve security at major events or increase the efficiency of evacuation measures. There is a long history of research aimed at predicting the behavior of groups and influencing them. But, it seems practically impossible to precisely predict the behavior of individuals, not least because of the myriad interactions between the physical, emotional, cognitive and social domains.But things look quite different when considering people in traffic, in social networks and at major events in which they do not appear as individuals, but rather as part of a crowd. “People in masses behave akin to particles in a fluid or gas,” explains Professor Massimo Fornasier, chair of the Department of Applied Numerical Analysis at TU Munich.
In physics, it is not necessary to know the properties of every individual particle to calculate with a high probability the direction of flow of a large number of gas molecules. It is enough to understand their mean motion properties. “We can take the same approach when looking at flows of human masses, animal swarms or interacting robots: Analogous to the force of attraction between molecules in a gas, we can describe generalized behavioral patterns as resulting from interacting social forces between individual agents and represent them in mathematical equations,” says Fornasier, describing his approach. Professor Fornasier and his team have recently proven mathematical statements that demonstrate how surprisingly easy it is to automatically generate precise models for specific, relatively simple group interactions based on observed dynamics data. Using computer simulations, the mathematicians can describe potential collective behavioral patterns of a large number of individuals who mutually influence each other in a given situation. “In the next step we can then also make predictions about future behavior,” says Fornasier. “And once we can calculate the behavior of a group of interacting agents in advance, we are only one small step away from controlling them.” In an experiment conducted in May 2015 in collaboration with Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) and the University of Rome „La Sapienza” in Italy, Fornasier and his team demonstrated that the process is in fact amenable to influencing group behavior. To this end, the researchers assigned two groups of 40 students each the task of finding a specific location in a building. The scientists planted two incognito informed agents into one of the groups. By merely moving very determinedly in a predefined direction, the agents were able to steer the group toward the target spot. This experiment demonstrates that taking control of self-organizing systems, which also include groups of individuals, is possible with surprisingly little effort. The mathematicians also confirmed that the results apply equally well to very large groups. “In fact, two to three agents per 100 individuals are sufficient,” says Massimo Fornasier.
The fact that his mathematical models are formulated in an entirely abstract environment makes them easily adaptable to a wide variety of situations. This facilitates finding efficient solutions for steering large masses of people though buildings in a stress-free manner or evacuating people in emergency situations. “But we can also apply our results to other interesting domains in society, like the behavior of investors in financial markets,” says Fornasier. There, precisely coordinated activities by big investors can result in sizable market movements. Opinion forming in groups also builds on the interactions of people. In their models, the mathematicians demonstrated that it is most effective to concentrate on the most radical defenders of a given opinion. If you manage to convince them, the rest of the group will follow. “There is also a good model for this in nature,” according to Fornasier. “To drive a herd of sheep in a desired direction, a good herding dog will always concentrate on the animal that is the farthest removed from the group. They achieve their goal by reining in the most stubborn animal.”
However, with competing interactions, when the energy of individual agents is too large an equilibrium and, thus, concerted movement of the group of agents can no longer be imposed using simple, sporadic interventions.
The findings were presented at the European Congress of Mathematics in July 2016. They are results of the ERC-starting grant project “High-Dimensional Sparse Optimal Control” (HDSPCONTR) which was funded by the European Research Council (ERC). Besides members of the Fornasier group several researchers at TUM and cooperating international institutions have contributed to the results [in alphabetical order]: Dr. Giacomo Albi (TUM), Dr. Mattia Bongini (TUM), Dr. Marco Caponigro (Conservatoire National des Arts et Métiers, Paris, France), Dr. Emiliano Cristiani (Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), IAC, Rome, Italy), Dr. Markus Hansen (TUM), Dr. Dante Kalise (Johann Radon Institute, ÖAW, Linz, Austria), Prof. Mauro Maggioni (Johns Hopkins University, Baltimore, USA), Prof. Benedetto Piccoli (Rutgers University, Camden, USA), Dr. Francesco Rossi (Aix-Marseille Université, Marseille, France), Dr. Francesco Solombrino (TUM), Prof. Emmanuel Trélat (Université Pierre et Marie Curie (Paris 6), France). (font: Technische Universität München) (photo: interazioni sociali)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Exploring religion’s contribution to peace in Southeast Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

conference-bahaiJAKARTA — Religion has a unique contribution to make to social progress and the realization of peace.This is one of the ideas that the Baha’i International Community (BIC) Regional Office in Jakarta has been exploring since its establishment two years ago.“Religion and spirituality are deeply rooted in the hearts of Southeast Asian people,” explains Mr. Chong Ming Hwee, representative of the BIC Regional Office in Jakarta. “Featuring prominently in our daily lives, religious principles and values permeate our consciousness, thoughts, decisions, and actions.“There is a need for us to re-examine religion’s place in the modern world and to arrive collectively at new insights about the contributions it can make to the advancement of the whole of society,” Mr. Chong continues.In this connection, the BIC Jakarta Office has been contributing to a dialogue about how spiritual teachings can foster consciousness of the oneness of humankind by building a sense of human identity that transcends religious, ethnic, and national divides.At the heart of this endeavor is a belief that religion—as a system of knowledge that provides unique insight into human nature and society—has a power to tap human agency and inspire commitment to action in individuals and whole populations.
The creation of the BIC Jakarta Office in 2014, based in Indonesia, marked a milestone in the Baha’i community’s efforts to contribute to thought about social… »Enlarge (3 images)“Perhaps more than ever, we need to understand religion’s constructive power which, despite its abuse over the centuries and today, we believe can enable people to overcome age old prejudices and work together for a harmonious and just society,” explains Mr. Chong.The history of the Baha’i Faith in Southeast Asia stretches back to the time of Baha’u’llah. In the late 1800s, two Baha’is traveled extensively throughout the region, visiting towns and villages that are located in present-day Myanmar, Thailand, Malaysia, Singapore, and Indonesia. As a result of their efforts to share the Baha’i teachings with others, several early Baha’i communities were formed.Over the many decades that have followed, Baha’i communities have become established in every country of the region, working to promote unity and build communities in which the central principles of the Baha’i Faith—such as the oneness of humankind and the equality of women and men—would progressively find expression in new patterns of interactions and relationships.
The creation of the BIC Jakarta Office in 2014 marked a milestone in the Baha’i community’s efforts to contribute to thought about social and spiritual advancement in Southeast Asia. Here, all of the major world religions are present, and the question of religion’s role in promoting peace and unity is highly relevant.The BIC’s efforts are carried out in collaboration with others, including the Association of Southeast Asian Nations (ASEAN), Southeast Asia’s major regional organization. These efforts have included participation in various conferences and forums, the organization of spaces for dialogue among diverse actors, and the publication of articles.In the last year, for example, the BIC assisted with an ASEAN Foundation project exploring the role of faith-based organizations in contributing to the betterment of the region. A BIC representative was also invited to give a keynote address at the 2nd Annual Malang International Peace Conference in August.Reflecting on the dynamism of the people of Southeast Asia, Mr. Chong states that the progress being made in the dialogue on peace “reflects their desires and aspirations for a better region.””We hope that growing circles of individuals and groups will work shoulder-to-shoulder for the betterment of our societies.” (photo: conference)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra su Giovanni dal Ponte

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

giovanni-da-ponteFirenze, 22 novembre 2016 – 12 marzo 2017 Galleria dell’Accademia via Ricasoli 58. La mostra su Giovanni dal Ponte costituisce il primo vero momento di vivace confronto tra due realtà: quella consolidatasi nella decennale esperienza di esposizioni temporanee fiorentine e quella che scaturisce dai dettami propugnati dalla recente riforma ministeriale di cui, per l’appunto, quella della Galleria dell’Accademia di Firenze rappresenta uno dei primi esempi. La Galleria dell’Accademia di Firenze ospita la prima mostra monografica, con circa cinquanta opere, dedicata al pittore Giovanni dal Ponte (1385-1437/8) – a cura di Angelo Tartuferi e Lorenzo Sbaraglio – che viene a colmare una carenza di studi e conoscenza avvertita da tempo nell’ambito degli studi storico artistici. Finalità principali della mostra sono quelle di favorire una classificazione critica più adeguata di questa forte personalità artistica del primo Quattrocento, che occupò un ruolo non marginale negli sviluppi della pittura fiorentina del primo Rinascimento e di presentarlo al vasto pubblico affinché ne scopra e apprezzi il linguaggio assai individuale ed al tempo stesso estroso, nonché aggiornato sull’attività dei maggiori artisti operanti nel capoluogo toscano nel primo trentennio del XV secolo: da Gherardo Starnina a Lorenzo Monaco e Lorenzo Ghiberti fino a Masaccio, Masolino e Beato Angelico. La formazione artistica del pittore si svolse probabilmente in una bottega di tradizione trecentesca, anche se un’influenza fondamentale la esercitò ben presto Gherardo Starnina, che – al suo ritorno dalla Spagna nei primissimi anni del Quattrocento – introdusse a Firenze un’interpretazione esuberante e profana della pittura tardogotica, risultata decisiva per Giovanni e per la formazione del suo stile.
Giovanni di Marco – ricordato come Giovanni dal Ponte nelle Vite del Vasari per il fatto di essere abitante e aver avuto bottega a Firenze nella parrocchia di Santo Stefano al Ponte – si rivelò subito partecipe del panorama culturale fiorentino agli albori del Quattrocento, caratterizzato, com’è noto, da una straordinaria vitalità creativa.
L’opera più importante della sua fase più antica giunta fino a noi è il trittico del Museo di San Donnino a Campi Bisenzio, in origine nella chiesa di Sant’Andrea a Brozzi. Il dipinto è stato per lungo tempo riferito a un ipotetico “Maestro dell’Annunciazione di Brozzi”, ma ai giorni nostri si ritiene che esso documenti gli esordi di Giovanni dal Ponte intorno al 1410, con riflessi assai spiccati dell’attività di Gherardo Starnina.
Nel corso del terzo decennio del Quattrocento Giovanni di Marco dimostra una crescente attenzione nell’interpretare gli spunti della nascente cultura rinascimentale, in pittura di fonte soprattutto masaccesca, come si può notare nel polittico che aveva al centro la Madonna col Bambino in trono (Fitzwilliam Museum, Cambridge) e ai lati i santi Giovanni Battista e Pietro a sinistra, e a destra i santi Paolo e Francesco d’Assisi (Museo Bandini, Fiesole) e con la predella raffigurante la Liberazione di San Pietro dal carcere; San Pietro in cattedra e i santi Ludovico e Prospero; Martirio di San Pietro; San Tommaso e San Giacomo maggiore,Luca e Giacomo minore, Andrea e Giovanni evangelista, Matteo e Filippo (Uffizi, Firenze).
Dal 1427 circa Giovanni dal Ponte fu in società con il pittore Smeraldo di Giovanni, insieme al quale si specializzò nella fornitura di cassoni dipinti, un genere che incontrava un grandissimo successo nella Firenze di quegli anni. Tra gli esemplari più belli di questa produzione si annovera il fronte di cassone del Museo Civico “Amedeo Lia” di La Spezia.
Il grande trittico con l’ Incoronazione della Vergine e quattro santi della Galleria dell’Accademia ha beneficiato – come un buon numero di altri dipinti – di un restauro appositamente eseguito per la mostra, recuperando splendidamente i suoi valori disegnativi e pittorici. Il bellissimo tappeto su cui poggiano i sacri personaggi, che era di un colore scuro, è stato rivelato dalla pulitura di un verde assai brillante, su cui campeggiano i ricchi racemi dorati. Anche il gradino di base era stato nei secoli completamente ricoperto dalla sporcizia e dalle ripassature pittoriche: grande è stata pertanto la sorpresa di constatare che l’artista aveva dipinto accuratamente anche questa parte, utilizzandola, anzi, per offrire dei brani bellissimi di naturalismo pittorico.
In occasione dell’esposizione entrerà definitivamente nelle collezioni del museo un’altra opera di Giovanni dal Ponte, la tenera e luminosa Madonna col Bambino in trono, proveniente dalla chiesa di Badia nel cuore di Firenze, ma conservata per moltissimi anni presso la Certosa del Galluzzo, recuperata anch’essa da un ottimo intervento di restauro. Nella tavola l’artista giunge ad interpretare in maniera assai originale i modi di Masolino, celebre compagno di lavoro di Masaccio.
L’ultima fase dell’attività del pittore è documentata in mostra da una serie di opere datate che testimoniano il raggiungimento di un linguaggio molto personale, caratterizzato da forme ampie e solenni, che sembrano coniugare la grande tradizione trecentesca fiorentina con le forme e i moduli rinascimentali ormai pienamente affermati. Si possono ricordare qui il luminoso e ‘neo-trecentesco’ trittico della Badia di Rosano (Firenze) con l’Annunciazione e quattro santi, commissionatogli dalla badessa Caterina da Castiglionchio nel 1434; la grandiosa pala della chiesa di San Salvatore al Monte di Firenze (post 1434) raffigurante la Madonna col Bambino, sei santi e una donatrice. Giovanni dal Ponte fu attivo anche come frescante: riflettono in parte il suo stile i frammenti recuperati nella Cappella del Giudizio nel Duomo di Pistoia, mentre intorno al 1430 egli dipinse certamente gli affreschi per la Cappella di San Pietro nella chiesa di Santa Trinita a Firenze, andati in buona parte perduti, e tra il settembre 1434 e l’ottobre dell’anno seguente affrescò le Storie di san Bartolomeo nella Cappella Scali della stessa chiesa.
Il 19 novembre 1437 Giovanni di Marco dettò il suo testamento, da cui emerge una notevole agiatezza economica, e dovette morire poco tempo dopo.Tra le prestigiose istituzioni museali che hanno offerto la loro collaborazione alla mostra prestando opere di grande rilievo figurano la National Gallery di Londra, il Museo Nacional del Prado di Madrid, il Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, il Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford (Connecticut), il Minneapolis Institute of Arts, i Musees Royaux des Beaux-Arts de Belgique di Bruxelles, il Museo di Baltimora (Maryland), il Fogg Art Museum di Cambridge (Massachusetts), il Philadelphia Museum of Art a Filadelfia (Pennsylvania), il Musee Jacquemart-André dell’ Institut de France di Parigi, il Musee des Beaux-Arts a Digione. L’allestimento della mostra, progettato dall’architetto Piero Guicciardini, dello Studio Guicciardini-Magni, si caratterizza per la sapiente evocazione scenica delle architetture della Firenze di Giovanni dal Ponte e per la cura delle luci sui fondi oro, che insieme creano effetti di grande suggestione.La mostra a cura di Angelo Tartuferi e Lorenzo Sbaraglio, è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo con la Galleria dell’Accademia di Firenze. (foto: giovanni da ponte)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Provando… Dobbiamo parlare

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

provando-dobbiamo-parlareRoma dal 9 all’11 dicembre ore 21.00 –domenica ore 17.00 – lunedì riposo all’Ambra Jovinelli Via Guglielmo Pepe, 43 /47 Biglietti (compresa prevendita): da € 33,00 a € 17,00 Torna – a grande richiesta – la commedia scritta e diretta da Sergio Rubini, PROVANDO…DOBBIAMO PARLARE con Fabrizio Bentivoglio, Michela Cescon, Isabella Ragonese e Sergio Rubini. … DOBBIAMO PARLARE chi mai non l’ha detto almeno una volta nella vita? Certo, una coppia borghese può essere teatrino di tutti i vizi borghesi: ostentazione di ricchezze, rapporti utilitaristici, rivendicazione dei diritti di figli avuti da matrimoni precedenti, patrimoni da spartire, lettere di avvocati, conti in banca, minacce, testamenti, risarcimenti, crisi di panico e via discorrendo. Per non parlare delle menzogne, i sotterfugi, i tradimenti e tutte le complicazioni che ne conseguono.
Una coppia che funzioni in questo modo, spesso è tesa a gestire il suo status sulla base del calcolo e della scorrettezza, dimentica ormai da anni che il motore che li unì un tempo fu l’amore. Ebbene immaginiamo che i migliori amici di una coppia come questa, siano due che stanno insieme invece per tutt’altre ragioni. Non sono sposati, non hanno proprietà, terreni da dividere, case da accaparrarsi, non sono cointestatari di un conto in banca, e per quel che riguarda i beni materiali condividono solo un bell’attico in affitto al centro di Roma e quintalate di libri che non sanno più dove mettere. Lui è uno scrittore, un Premio Strega, due bestseller alle spalle, cinquant’anni ben portati e la trascuratezza da intellettuale consumato e progressista; lei vent’anni più giovane e il fascino di chi pende ancora dalle labbra del maestro, il suo fidanzato in questo caso. Inoltre questi ultimi due a differenza dell’altra coppia anziché fare figli hanno scritto dei libri insieme – i libri di lui a dire il vero – e un’insana necessità di dirsi sempre tutto, questo almeno nelle intenzioni.
Adesso, l’anomalia di queste due coppie è senza dubbio che sono amici e che non ci sia un weekend, una vacanza, un’uscita, una festa comandata, che i quattro non trascorrano insieme. Supponiamo adesso che la coppia borghese, proprio come ogni coppia borghese che si rispetti, stia attraversando la sua ennesima crisi coniugale, questione di corna nello specifico, e che si sia fiondata a casa degli altri due anche una sera in cui non avevano messo in conto di vedersi. Ma in fondo non è proprio nel momento del bisogno che servono gli amici? Ed ecco così che la serata si fa notte e il salotto con tanto di vista da tremila euro al mese diventa un vero e proprio scenario di guerra in cui non solo emergono tutte le differenze tra le due coppie, ma i loro diversi punti di vista, le distanze, ciò che di ognuno l’altro non sopporta, tutto quel groviglio del non-detto che fino a quel momento soggiaceva sul fondo della coscienza. Col risultato che all’indomani della battaglia, alle prime luci del giorno, nonostante le premesse, quella più divisa sarà proprio la coppia tenuta insieme solo dall’amore. Ma perché l’amore forse non basta? Lo spettacolo era nato nella doppia versione, cinematografica e teatrale. Anche il film aveva riscosso grande successo alla Festa del Cinema di Roma del 2015. (foto: provando dobbiamo parlare)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo “Magnàmose tutto!”

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

magnamose-tuttoRoma da Da venerdì 25 novembre 2016 (ore 21,00) a domenica 5 febbraio 2017 Salone Margherita Via dei Due Macelli, 75 debutterà in prima nazionale lo spettacolo “Magnàmose tutto!”, scritto e diretto da Pier Francesco Pingitore e prodotto da Nevio Schiavone.
La nuova creatura teatrale del maestro Pingitore muove i passi dalla previsione di un grande veggente, il Mago Katsàr, secondo la quale nel giro di pochi giorni un enorme asteroide cadrà sull’Italia e distruggerà gran parte del Belpaese. Dopo il primo momento di disperazione, una furia godereccia si impadronisce di tutti gli italiani e un grido unanime si leva da tutta la Penisola: “Magnàmose tutto! Finche c’è ancora qualcosa che non si sia mangiato il Governo…”.
Vengono istituiti comitati di Godimento Pubblico. Renzi cerca di rassicurare gli elettori, ma oramai all’asteroide distruggitore è stato dato un nome che lo coinvolge: “Matteostar”.
A Roma la sindaca Raggi si aggira sperduta, interviene Grillo inferocito con Di Maio e Di Battista… Ma anche il Papa, Mattarella, la Merkel, e Trump e Hillary Clinton… Tutti vorrebbero additare una via di salvezza, ma la sorte ormai sembra segnata… E quindi a maggior ragione il popolo non ha che un pensiero: “Magnàmose tutto!”
Interpreti di queso nuovo esilarante ed acuto lavoro sono, come da tradizione, Martufello, Mario Zamma, Carlo Frisi, Demo Mura, Morgana Giovannetti e Enzo Piscopo.
Il secondo tempo ha un titolo a sé: “Donne che avete intelletto d’amore”. Ne sono protagoniste, Valeria Marini e Pamela Prati fortemente volute assieme da Pingitore per celebrare i 51 anni dalla nascita della Compagnia capitanata dal Maestro. Coadiuvate dal cast del primo tempo, Valeria e Pamela faranno rivivere, tra battute, canti, balletti, alcune Grandi Donne del passato più o meno prossimo.
In scena anche il corpo di ballo composto da Gaetano Messana, Sargis Galstyan, Federica Della Pelle, Shaila De Giovanni, Federica Bastici.
Le musiche sono state curate da Piero e Francesco Pintucci , i costumi da Maurizio Tognalini, l’arredamento da Graziella Pera e le coreografie da Evelyn Hanack. (foto: Magnàmose tutto!)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le agenzie alimentari delle Nazioni Unite allarmate per l’aggravarsi dell’insicurezza alimentare nel sud del Madagascar

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

Fao-RomaGli agricoltori nel sud del Madagascar, colpiti da tre anni di devastante siccità, hanno urgente bisogno di maggiore sostegno così da poter seminare in tempo per le stagioni di dicembre e di gennaio, hanno reso noto oggi l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO ) e il Programma Alimentare Mondiale (WFP).Le due agenzie hanno sottolineato che per fornire questo sostegno e aiutare ad affrontare l’aggravarsi dell’insicurezza alimentare nel sud del Madagascar sono necessari maggiori finanziamenti.
La FAO inizierà la distribuzione di talee e sementi il mese prossimo, con l’intento di raggiungere circa 170.000 famiglie di contadini nei distretti del sud dove più grave è l’insicurezza alimentare. Contemporaneamente, queste stesse famiglie riceveranno cibo o contanti come parte di un programma di assistenza in corso del WFP così da riuscire a sopravvivere fino al prossimo raccolto di marzo/aprile. Il WFP ha distribuito cibo nelle aree di maggiore necessità sin da giugno e denaro in luoghi dove i mercati sono ancora funzionanti, sin da luglio.
850.000 persone – circa la metà della popolazione del sud del paese – stanno patendo la fame e hanno bisogno di assistenza umanitaria urgente, secondo i più recenti riscontri del Quadro Integrato di Classificazione della Sicurezza Alimentare (IPC). Questi indicano che la sicurezza alimentare e nutrizionale potrebbe peggiorare ulteriormente nei prossimi mesi se non s’incrementeranno con urgenza gli interventi umanitari. Si stima che nel complesso, nel 2016/17, siano circa 1,4 milioni le persone che soffrono d’insicurezza alimentare nelle tre regioni meridionali dell’isola.
La FAO sta fornendo patate dolci e di manioca per le semine dei piccoli agricoltori, oltre a una varietà di sementi resistenti alla siccità. Saranno anche distribuiti strumenti e offerto sostegno alle famiglie di piccoli allevatori.
Mentre il WFP e la FAO hanno assicurato i fondi per lanciare il loro programma congiunto di assistenza, senza nuovi finanziamenti non riusciranno a raggiungere tutte le famiglie contadine colpite dalla siccità. Dei 22 milioni di dollari necessari, la FAO ne ha ricevuti sinora soltanto 4,5 milioni. L’operazione di aiuti contro la siccità del WFP, che si estende fino a marzo 2017, si trova ad affrontare un deficit di 50 milioni di dollari su un totale di 82 milioni di dollari necessari.
All’inizio di quest’anno, la mancanza di piogge ha determinato nel sud dell’isola un calo significativo della produzione di mais, di manioca e di riso. Nel frattempo, l’aumento dei prezzi continua a ridurre il potere d’acquisto della popolazione e a erodere la sicurezza alimentare dei più vulnerabili. Molte famiglie hanno adottato strategie di sopravvivenza, come mangiare meno spesso, cibarsi di semi, e vendere animali, attrezzi agricoli e persino terreni. La risposta immediata della FAO mira a raggiungere 850.000 persone (170.000 famiglie di piccoli agricoltori) nei distretti più colpiti. L’assistenza combina fornitura di sementi a rapida maturazione e resistenti alla siccità e tuberi (manioca e patate dolci). Gli agricoltori riceveranno anche strumenti per sostituire quelli che potrebbero essere stati venduti durante l’attuale stagione di fame prolungata. Sarà anche fornito sostegno alla produzione zootecnica attraverso programmi di alimentazione supplementare e attività connesse alla salute del bestiame.Il WFP sta aumentando le sue operazioni di soccorso alimentare e in denaro in corso per raggiungere quasi 1 milione di persone vulnerabili entro la fine di questo mese. Allo stesso tempo, il WFP sta espandendo il suo programma di nutrizione per prevenire e curare la malnutrizione tra più di 200.000 donne in gravidanza, mamme che allattano e bambini sotto i cinque anni, pur continuando ad assistere circa 230.000 bambini in età scolare con pasti caldi ogni giorno. SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO)
Gli agricoltori nel sud del Madagascar, colpiti da tre anni di devastante siccità, hanno urgente bisogno di maggiore sostegno così da poter seminare in tempo per le stagioni di dicembre e di gennaio, hanno reso noto oggi l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO ) e il Programma Alimentare Mondiale (WFP).Le due agenzie hanno sottolineato che per fornire questo sostegno e aiutare ad affrontare l’aggravarsi dell’insicurezza alimentare nel sud del Madagascar sono necessari maggiori finanziamenti.
La FAO inizierà la distribuzione di talee e sementi il mese prossimo, con l’intento di raggiungere circa 170.000 famiglie di contadini nei distretti del sud dove più grave è l’insicurezza alimentare. Contemporaneamente, queste stesse famiglie riceveranno cibo o contanti come parte di un programma di assistenza in corso del WFP così da riuscire a sopravvivere fino al prossimo raccolto di marzo/aprile. Il WFP ha distribuito cibo nelle aree di maggiore necessità sin da giugno e denaro in luoghi dove i mercati sono ancora funzionanti, sin da luglio.
850.000 persone – circa la metà della popolazione del sud del paese – stanno patendo la fame e hanno bisogno di assistenza umanitaria urgente, secondo i più recenti riscontri del Quadro Integrato di Classificazione della Sicurezza Alimentare (IPC). Questi indicano che la sicurezza alimentare e nutrizionale potrebbe peggiorare ulteriormente nei prossimi mesi se non s’incrementeranno con urgenza gli interventi umanitari. Si stima che nel complesso, nel 2016/17, siano circa 1,4 milioni le persone che soffrono d’insicurezza alimentare nelle tre regioni meridionali dell’isola.
La FAO sta fornendo patate dolci e di manioca per le semine dei piccoli agricoltori, oltre a una varietà di sementi resistenti alla siccità. Saranno anche distribuiti strumenti e offerto sostegno alle famiglie di piccoli allevatori.
Mentre il WFP e la FAO hanno assicurato i fondi per lanciare il loro programma congiunto di assistenza, senza nuovi finanziamenti non riusciranno a raggiungere tutte le famiglie contadine colpite dalla siccità. Dei 22 milioni di dollari necessari, la FAO ne ha ricevuti sinora soltanto 4,5 milioni. L’operazione di aiuti contro la siccità del WFP, che si estende fino a marzo 2017, si trova ad affrontare un deficit di 50 milioni di dollari su un totale di 82 milioni di dollari necessari.
All’inizio di quest’anno, la mancanza di piogge ha determinato nel sud dell’isola un calo significativo della produzione di mais, di manioca e di riso. Nel frattempo, l’aumento dei prezzi continua a ridurre il potere d’acquisto della popolazione e a erodere la sicurezza alimentare dei più vulnerabili. Molte famiglie hanno adottato strategie di sopravvivenza, come mangiare meno spesso, cibarsi di semi, e vendere animali, attrezzi agricoli e persino terreni. La risposta immediata della FAO mira a raggiungere 850.000 persone (170.000 famiglie di piccoli agricoltori) nei distretti più colpiti. L’assistenza combina fornitura di sementi a rapida maturazione e resistenti alla siccità e tuberi (manioca e patate dolci). Gli agricoltori riceveranno anche strumenti per sostituire quelli che potrebbero essere stati venduti durante l’attuale stagione di fame prolungata. Sarà anche fornito sostegno alla produzione zootecnica attraverso programmi di alimentazione supplementare e attività connesse alla salute del bestiame.Il WFP sta aumentando le sue operazioni di soccorso alimentare e in denaro in corso per raggiungere quasi 1 milione di persone vulnerabili entro la fine di questo mese. Allo stesso tempo, il WFP sta espandendo il suo programma di nutrizione per prevenire e curare la malnutrizione tra più di 200.000 donne in gravidanza, mamme che allattano e bambini sotto i cinque anni, pur continuando ad assistere circa 230.000 bambini in età scolare con pasti caldi ogni giorno. SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Antigone, 25 anni di storia italiana visti da dietro le sbarre”

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

ergastolaniDi Susanna Marietti e Valerio Chiola. (Round Robin Editore) Tre racconti per tre momenti della recente storia d’Italia visti da un osservatorio speciale, un modo per far conoscere la realtà delle carceri nel nostro Paese.Il contesto in cui i tre episodi del graphic novel prendono vita sono storicamente documentati e la loro ambientazione è assolutamente fedele alla realtà storica, così come è il lavoro di Antigone. Ma i protagonisti scelti per incarnare questi momenti sono immaginari, anche se verosimili perchè ispirati ad esperienze reali.Fa eccezione la storia di Carmelo Musumeci (www.carmelomusumeci.com) ma si vedono anche personaggi realmente esistiti che hanno lottato a fianco di Antigone, come Nadia Bizzotto, volontaria dell’associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, insieme a Mauro Palma, Papi Bronzini, Stefano Rodotà, Franco Russo, Massimo Cacciari, Luigi Saraceni, Tommaso di Francesco, Luigi Ferrajoli e Rossana Rossanda.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Georg Nussdorfer completa il quadro esecutivo per Meissen Manufactory

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

georg-nussdorferGeorg Nussdorfer inizierà il suo lavoro come secondo Direttore Generale per Staatliche Porzellan-Manufaktur Meissen GmbH. Nato nei pressi di Salisburgo, il 45enne laureato in Business Management, è un esperto di marketing e distribuzione con un’ampia esperienza internazionale. Per 17 anni Nussdorfer ha collaborato con Swarovski come Sales, Product e Marekting manager. Ha esercitato per un totale di 12 anni le funzioni di executive manager per la ricca e ben conosciuta azienda austriaca produttrice di cristallo. Più recentemente si è occupato anche della gestione delle vendite globali entrando a far parte del board di Swarovski Professional.L’esperienza di lavoro per undici anni in Asia, gli ha permesso di garantire una profonda esperienza ed un alto grado di competenza interculturale per questo tipo di mercato.”Il marchio Meissen gode di un’alta fama internazionale per la sua qualità, artigianalità e tradizione”, dice Georg Nussdorfer sul suo trasferimento a Meissen. “Non vedo l’ora di portare la mia vasta esperienza come supporto per questa emozionante sfida futura presso la Manufactory.”Il Dott Tillmann Blaschke afferma: “Sono lieto che, con il Sig. Nussdorfer, il nostro team esecutivo è ora al completo e che, insieme, potremo affrontare i numerosi compiti con una forza raddoppiata.” (foto: Georg Nussdorfer)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Hollywood!

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

ambra-jovinelliRoma fino al 27 novembre il teatro Ambra Jovinelli in Via Guglielmo Pepe, 43 si immergerà nel sogno americano: Hollywood! Debutta all’Ambra la coinvolgente commedia di Ron Hutchinson, con Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Gigio Alberti e Paola Giannetti. Adattamento e regia di Virginia Acqua.
Debutta all’Ambra la coinvolgente commedia di Ron Hutchinson, con Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Gigio Alberti e Paola Giannetti. Adattamento e regia di Virginia Acqua.
Hollywood, anno 1939. Siamo nell’ufficio del produttore David O. Selznick che sta realizzando la più colossale opera cinematografica di tutti i tempi: Via col vento. Ma dopo oltre due anni di preparazione e cinque settimane di riprese già avviate, con i costi esorbitanti che lievitano, con gli attori già sul set e con il suocero, George Mayer patron della MGM che lo carica di pressioni, Selznick blocca tutto! Il film non gli piace, non sta venendo bene, la sceneggiatura di Sidney Howard è troppo lunga e il regista, il suo amico fraterno George Cukor è troppo fiacco! Questo è l’antefatto ed è storia. Come è storia quello che seguirà e che Ben Hutchinson descrive nella sua travolgente commedia. Selznick convoca nel suo ufficio Victor Fleming il regista più famoso dell’epoca per affidargli la regia al posto di Cukor e Ben Hecht, lo sceneggiatore più abile e veloce, per fargli riscrivere da capo tutta la sceneggiatura. Solo che Hecht, unico e solo in tutti gli Stati Uniti d’America, non ha letto il lunghissimo romanzo di Margareth Mitchell e a mala pena conosce i personaggi! Ma Selnzick, folle e visionario quanto energico e determinato decide di costringere Fleming e Hecht a chiudersi dentro il suo ufficio per 5 giorni e 5 notti per riscrivere tutto e per aiutare Hecht a districarsi con complicatissima trama lui e Fleming gli mimeranno tutti i personaggi e le situazioni del romanzo. Questo accadde veramente nella realtà e nella commedia di Hutchinson diventa l’occasione per momenti di comicità assoluta e di follia. Ma nel testo c’è molto di più: sullo sfondo di una situazione surreale (ma reale!) c’è l’antisemitismo di cui Selznick è vittima pur facendo parte della buona società statunitense che però non lo accetterà mai fino in fondo considerandolo comunque e sempre “l’ebreo”, mentre dall’Europa arriva l’eco del nazifascismo. E allora ci si accorge di quanto i caratteri di Rossella O’ Hara e di Selznick si somiglino e le loro storie si fondano, storie fatte di voglia di riscatto, di ribellione, di feroce determinazione a farcela a tutti i costi in un mondo ostile. Ma c’è anche Hollywood: il sogno americano e la passione per il cinema e la sua potenza nella vita quotidiana di tutti, perché il cinema è un universo parallelo dove chiunque può evadere dalla sua vita, perché il cinema è “l’unica vera macchina del tempo che sia mai stata inventata” e Hollywood ne è la sua incarnazione. Hollywood è una commedia totale, coinvolgente a tutti i livelli che dal suo esordio nel 2004 ha avuto più di 10 milioni di spettatori in tutto il mondo fra America, Inghilterra, Francia, Australia, Canada, Messico solo per citare alcuni paesi e che per la prima volta sarà ora messa in scena anche in Italia. Spettacoli ore 21.00 –domenica ore 17.00 – lunedì riposo Biglietti (compresa prevendita): da € 33,00 a € 17,00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È online il bando In-Box 2017

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

lancio-in-boxIl progetto a rete rivolto alla promozione del teatro emergente ideato da Straligut Teatro conta ormai più di 40 partner su tutto il territorio nazionale (e non solo); per la nona edizione del bando prosa, che da quest’anno torna a chiamarsi semplicemente “In-Box” mette in palio 52 repliche da distribuire fra 6 spettacoli. Termine ultimo per presentare la candidatura: le ore 12 dell’11 gennaio 2017. A fine novembre sarà poi la volta di In-Box Verde, bando dedicato al teatro per le nuove generazioni: saranno più di 20 (cifra in via di definizione) le date da assegnare agli spettacoli in gara. A maggio Siena ospiterà In-Box dal Vivo, fase finale e decisiva di selezione degli spettacoli finalisti. Attraverso 8 edizioni (2009-2016) In-Box è diventato un appuntamento fisso nell’agenda teatrale italiana, atteso dalle compagnie perchè in grado di toccare uno dei nervi scoperti del sistema: la possibilità di circuitare, di mostrare il proprio lavoro in contesti adeguati, incontrando pubblici molto diversi fra loro e di farlo vedendone riconosciuta la dignità economica (tutte le repliche messe in palio da In-Box sono a cachet). Alle 8 edizioni del bando hanno partecipato circa 2.000 proposte, sono stati selezionati 21 spettacoli e distribuite più di 180 repliche. Ma che cosa significa “emergente” per In-Box? Non solo giovane o nuovo: lo scandaglio della rete è volto ad individuare opere dall’alto livello artistico cui non corrisponde l’adeguata visibilità presso operatori, stampa e pubblico. Anche l’edizione 2017 dunque pone al centro il sostegno concreto alle compagnie emergenti: repliche a cachet fisso (con 3 fasce di prezzo a seconda delle esigenze della compagnia), visibilità, confronto col pubblico, trasparenza nelle condizioni contrattuali.
Dal 2014 la fase finale di selezione del bando avviene dal vivo, ospitando una rosa ristretta di compagnie e invitandole a mettere in scena integralmente i loro spettacoli di fronte alla giuria, ad operatori e stampa, al pubblico. In-Box dal Vivo è la fase centrale del progetto, quella in cui la shortlist di spettacoli individuati tramite il lavoro su video, schede e biografie viene valutata in scena, in un contesto di spettacolo “reale” e non limitato ai soli addetti ai lavori. Una grande occasione di visibilità per le compagnie ospitate, ma anche un test decisivo tramite il quale la giuria deciderà come distribuire le repliche in palio.
lancio-in-box1Anche nel 2017 In-Box dal Vivo si terrà a Siena, città del capofila Straligut Teatro, e verrà realizzato col sostegno del Comune di Siena, di Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e, novità di rilievo, della Regione Toscana: Straligut è infatti nel novero delle residente artistiche regionali per il trienno 2016-2018. Inoltre, come già nel 2016, In-Box Verde agirà in sinergia con Can You RePET, progetto di educazione ambientale che coinvolge quasi 140 classi delle scuole primarie della provincia di Siena.
Oltre al sostegno dei già citati enti toscani, è da ricordare che dal 2015 In-Box è sostenuto dal Mibact, tra i 15 progetti italiani dedicati alla promozione teatrale (asse del ricambio generazionale). La rete In-Box è composta da realtà teatrali molto diverse fra loro, e fa della trasversalità di identità uno dei suoi punti di forza. Nel 2017 i nuovi ingressi sono: FIT – Festival Internazionale del Teatro e della Scena Contemporanea (Lugano, primo soggetto estero ad entrare nel partenariato), Pilar Ternera-Nuovo Teatro delle Commedie (Livorno), Teatro Comunale San Teodoro (Cantù), Teatro Excelsior (Reggello), Teatro Scientifico-Teatro Laboratorio (Verona). Gli altri partner del progetto: Acs Abruzzo Circuito Spettacolo, Armunia, Associazione Eccentrici Dadarò/Prospettive, Associazione Marchigiana per le Attività Teatrali, Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, Capotrave/Kilowatt, Catalyst/Teatro Comunale Corsini, Cedac-Circuito Multidisciplinare della Sardegna, Circuito del Teatro Stabile dell’Umbria, Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Festival Citta’ delle 100 Scale, Fit Festival Internazionale del Teatro e della Scena Contemporanea, Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Sipario Toscana Onlus, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, FuoriLuogo, Giallo Mare Minimal Teatro, Kronoteatro, La Danza Immobile/Teatro Binario 7, La Piccionaia S.C.S., Matuta Teatro, opera-nazionale-combattentiMurmuris, Officinateatro, Operaestate/B.Motion, Pilar Ternera/Nuovo Teatro delle Commedie, Pimoff, Rete Teatrale Aretina, Teatri Associati di Napoli/Interno 5/Libera Scena Ensemble, Teatro Bellini , Teatro Cantiere Florida, Teatro Comunale di Casalmaggiore, Teatro Comunale San Teodoro di Cantù, Teatro dei Rinnovati, Teatro del Cerchio, Teatro della Caduta/Concentrica, Teatro dell’Argine, Teatro dell’Olivo, Teatro Excelsior, Teatri dei Marsi, Teatro Popolare d’Arte/Teatro delle Arti, Teatro Portland, Teatro Pubblico Pugliese, Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio, Versiliadanza.
Come di consueto, tutte le operazioni necessarie all’iscrizione al bando In-Box dovranno essere svolte dalle compagnie su Sonar (www.ilsonar.it). Nato come piattaforma di appoggio per il bando In-Box e successivamente per In-Box Verde e L’Italia dei Visionari, si tratta di un motore di ricerca del teatro emergente italiano, una community e un marketplace. Attualmente le compagnie iscritte sono 1709, 1731 gli spettacoli on-line e 279 gli operatori registrati. Ideata e gestita da Straligut Teatro, la piattaforma offre ai propri utenti una serie di strumenti finalizzati ad agevolare l’incontro fra la domanda e l’offerta teatrale. Recentemente Sonar ha messo a punto un sistema di compravendita che garantisce agli artisti l’anticipo dei pagamenti (i cachet saranno pagati entro 7 giorni lavorativi dalla replica), mentre, a coloro che intendono acquistare gli spettacoli, il portale offre una comoda interfaccia che guida gli utenti dalla scelta delle date, fino alla creazione dei contratti. (foto: lancio In-Box, opera nazionale combattenti)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Precari scuola: prima sentenza in appello dopo il via libera della Cassazione

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

cassazioneOltre 15.000 Euro di condanna a carico del Ministero dell’Istruzione e il riconoscimento pieno del periodo di precariato. Ad ottenerlo è stata l’Anief, dopo la sentenza dell’Organo di giustizia. Il sindacato, pertanto, torna a chiedere l’adeguamento del contratto collettivo ai dettami europei e vedere in questo modo riconoscere, finalmente, ai lavoratori precari della scuola pari dignità a livello stipendiale e anche per quanto riguarda i permessi retribuiti e ogni diritto che deve essere riconosciuto al lavoratore indipendentemente dalla scadenza del contratto. Ad oggi, però, per ottenere la tutela dei propri diritti, è necessario ricorrere in tribunale.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): procederemo a depositare nei prossimi mesi centinaia di ricorsi per restituire dignità ai lavoratori della scuola e per far ottenere loro le progressioni stipendiali mai riconosciute e un equo risarcimento dei danni, anche in relazione al diritto all’integrale ricostruzione di carriera per il periodo pre-ruolo. È evidente, infatti, proprio alla luce della recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione: un docente o un Ata con contratto a termine svolge la propria attività con le stesse mansioni e assumendosi le medesime responsabilità del lavoratore a tempo indeterminato e, a volte, ha anche maggiore esperienza maturata in tanti anni di servizio. Il riconoscimento del diritto alla medesima progressione stipendiale applicata ai lavoratori a tempo indeterminato e alla pari dignità con tempi certi per l’immissione in ruolo è doveroso.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cavaliere dell’ordine delle Arti e delle Lettere

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

reunion-des-musees-nationauxLa Fratelli Alinari comunica che il suo Presidente commendator Claudio de Polo Saibanti è stato insignito dalla Repubblica Francese – Ministero della Cultura e Comunicazione – Cavaliere dell’ordine delle Arti e delle Lettere.La cerimonia si è svolta lo scorso 10 novembre a Parigi al Musée de l’Armée, alla presenza del Direttore del museo Generale di Divisione Christian Baptiste e del Direttore aggiunto David Guillet.La prestigiosa onorificenza è stata consegnata dalla Direttrice dei musei di Francia Madame Marie-Christine Labourdette.
Si tratta di una delle più importanti cariche conferite dalla Repubblica francese quale riconoscimento per le numerose attività che la Fratelli Alinari ha realizzato oltralpe, sia come progetti espositivi ed editoriali (Vue d’Italie; Eloge du negatif; Europe des images; Napoleon III et l’Italie: naissance d’une nation 1848-1870; Caffè Greco; Gli Archivi Alinari e la sintassi del mondo. Omaggio a Italo Calvino; Cavour e la contessa di Castiglione), sia come progetti espositivi ed editoriali francesi in Italia (Picasso e la fotografia; Doisneau Le merveilleux quotidien; Brassai pour l’amour de Paris; Izis il poeta della fotografia; Bettina Rheims. Rose c’est Paris), sia come collaborazioni strategiche con i più importanti archivi fotografici ed agenzie fotografiche francesi (Réunion des Musées Nationaux, Parisienne de Photographie, Roger Viollet).

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’on. Nissoli al 31° Anniversario della Federazione Laziale dell`Ontario

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

L’on. Fucsia Nissoli FitzGerald è intervenuta alla conferenza organizzata dalla Federazione Laziale dell`Ontario. Durante la Conferenza, coordinata dal Cav. Tony Porretta e dal Dott. Vittorio Coco, oltre all’on. Nissoli, sono intervenuti il Presidente Marino Moscone, l’europarlamentare Lorenzo Cesa, il sindaco di Pontinia, Dr. Carlo Medici, l’avv. Felice Rocca, il dott. Minotti Mazzuca, la dott.ssa Claudia Machiella, l’avv. Carlo Consiglio ,Fucsia FitzGerald Nissoli l’avv. Luigi Sarpi, che ha presentato la mostra pittorica sui paesaggi laziali, ed il Dr. Pietro Vitelli che ha presentato il suo libro dal titolo “Fiorina”. In particolare, l’on. Nissoli ha ricordato che “la Federazione Laziale dell`Ontario festeggia, quest’anno, i suoi 31 anni di attività. Una presenza costante che si è articolata nel tempo anche con opportuni adeguamenti statutari fino ad arrivare ad oggi, raccogliendo sotto una sola sigla l’associazionismo laziale che opera in Ontario”.La deputata, eletta in Nord e Centro America, ha sottolineato che l’impegno sociale della Federazione è “un impegno importante che trova il suo momento culmine in questa tre giorni dove si uniscono storia, enogastronomia e i riconoscimenti a 4 illustri laziali oltre che la borsa di studio “for Humanity” intitolata a Leopolda Restaini. Tutti aspetti che esprimono il nostro patrimonio culturale che trova origine in un’area centrale nella storia dell’umanità. Un impegno che si realizza anche nella solidarietà alla città di Amatrice colpita dal sisma”. “Sono orgogliosa di essere qui con voi – ha proseguito l’on. Nissoli – e sperimentare di persona quanto l’associazionismo sia importante per aiutare a mantenere vivo il legame con la madrepatria e che vanno trasmessi anche ai giovani laziali che vivono all’estero. Infatti, oltre ai giovani italiani che sono nati in terra canadese non possiamo dimenticare quei giovani che vanno via dall’Italia in cerca di realizzare i propri desideri di vita conformemente a quanto hanno appreso duranti gli studi e che purtroppo non sempre è possibile concretizzare sul territorio italiano. L’Associazionismo, di cui voi siete nobile espressione, può essere il luogo deputato ad accoglierli ed integrare le nuove e le vecchie generazioni, uniti dall’amore per la l’Italia e dalla voglia di continuare a mantenere vivo quel patrimonio culturale ricco di umanità che ci contraddistingue e che si esprime, in primis, attraverso la lingua di Dante”.Infine, la parlamentare eletta all’estero rivolgendosi a tutti i membri della Federazione ha detto: “Voglio ringraziarvi di vero cuore per quello che fate, con dedizione, capacità e passione per i nostri connazionali e per i laziali che vivono in Ontario in particolare, fornendo quell’Humus umano in grado di far esprimere i sentimenti sociali di ciascuno e sentirsi a casa pur essendo coscienti di essere parte integrante di una terra di accoglienza che va lo stesso amata e rispettata.

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Barometro CRIF sulla richiesta di credito da parte delle imprese italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

aziende1In particolare, lo studio ha messo in evidenza che il numero di interrogazioni relative a richieste di valutazione e rivalutazione dei crediti presentate dalle imprese italiane, nell’aggregato di Imprese individuali e Società di capitali, nel III trimestre del 2016 ha fatto registrare un incremento del +4,9% rispetto allo stesso trimestre 2015. A livello di III trimestre, il numero di interrogazioni da parte degli istituti di credito è il più alto in assoluto dal 2008 ad oggi, ovvero da quando CRIF ha iniziato a monitorare in modo sistematico e strutturato questo indicatore. Più in generale si tratta del sesto trimestre consecutivo con segno positivo, che porta la crescita cumulata nei primi 9 mesi dell’anno ad un +5,4% rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso.I primi 9 mesi dell’anno in corso hanno visto una dinamica più vivace da parte delle Società di capitali, che hanno fatto registrare un incremento del +6,4% rispetto al corrispondente periodo 2015, mentre le Imprese individuali hanno fatto segnare un più contenuto +3,9%.Dato altrettanto significativo che emerge dall’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF è rappresentato dalla crescita dell’importo medio richiesto: nel III trimestre dell’anno, in particolare, nell’aggregato di imprese individuali e società si è attestato a 82.770 Euro, che rappresenta il valore più consistente degli ultimi 3 anni. Nel complesso dei primi 9 mesi del 2016 l’importo medio richieste da imprese individuali e società si è attestato a 80.398 Euro contro i 71.935 Euro del corrispondente periodo 2015. Le Imprese individuali hanno mediamente richiesto 34.372 Euro a fronte dei 111.424 Euro delle Società di capitale, che si caratterizzano anche per la variazione più consistente rispetto al 2015, con un eloquente +13,2%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salario accessorio: Campidoglio, “Basta falsità. Verrà pagato a novembre come promesso”

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

campidoglio“Il salario accessorio verrà pagato ai dipendenti capitolini a fine novembre, come ha annunciato la sindaca Virginia Raggi venerdì scorso. Oggi come previsto è arrivato anche il parere positivo dell’Oref, l’Organismo di revisione finanziaria del Campidoglio che già si era espresso favorevolmente prima della relativa delibera approvata dalla Giunta Capitolina. Non c’era alcun dubbio, perché sappiamo di aver svolto un lavoro importante nel pieno rispetto della legalità contabile e amministrativa”. È quanto dichiara il delegato della sindaca al Personale, Antonio De Santis. “Sconcerta però, ancora una volta, l’opera di disinformazione. In questo caso – continua De Santis – l’elemento più grave è che le notizie infondate hanno avuto l’effetto di colpire non tanto la giunta, abituata ad attacchi pretestuosi, quanto i lavoratori. Alcuni di loro hanno infatti dato credito a quelle falsità, provando la frustrazione di pensare all’ennesima promessa
non mantenuta. Ma fortunatamente molti altri, confortati dai rappresentanti sindacali che vanno ringraziati per la responsabilità e l’equilibrio dimostrati, hanno invece avuto nell’amministrazione una fiducia che era ben riposta”. “C’è da aggiungere che le stesse indiscrezioni hanno riportato almeno una cosa vera: abbiamo risolto una vertenza che né le ultime giunte, né la gestione commissariale del prefetto Tronca, erano riuscite a dirimere. E’ quello che continueremo a fare: risolvere i problemi ereditati dal passato. Pertanto – conclude il delegato al Personale – si rassegni chi crede di poter negare la realtà dei fatti. La forza della nostra azione a favore dei
cittadini sarà sempre più forte di ogni falsità”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frongia con settanta alunni per ricordare l’Eccidio dei Limmari

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

daniele-frongiaRoma Lunedì 21 novembre alle 11 a Pietransieri in occasione del 73° anniversario dell’Eccidio dei Limmari, il vice sindaco di Roma Daniele Frongia insieme a 75 studenti degli istituti superiori Liceo G. Caetani, Alberghiero P. Artusi, I.T.T. C. Colombo, parteciperà alla Santa Messa officiata dal Vescovo di Sulmona e Valva, Angelo Spina, e dal Parroco di Pietransieri, Don Daniel Cardenas. Al termine il vice sindaco e il sindaco di Roccaraso deporranno una corona ai piedi del Sacrario in ricordo delle vittime.“Abbiamo voluto coinvolgere le scuole in questo viaggio” – ha detto il vice sindaco Frongia – “per non dimenticare quella orribile strage ancora oggi poco conosciuta, avvenuta a pochi chilometri da Roma. Camminare in quei luoghi sarà per i ragazzi un’esperienza che contribuirà alla loro crescita e formazione”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aziende italiane si insediano nel Parco industriale produttivo cinese di Changzhou

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

changzhouCHANGZHOU, Cina, /PRNewswire/ — Un gruppo di aziende italiane ha dato il via alle attività nel Parco industriale produttivo del Changzhou National Hi-Tech District a Changzhou, in Cina, sulla scia degli accordi firmati tra il Parco e le aziende. Tre ditte hanno già sancito l’apertura di una sede nel Parco.Dopo la prima azienda italiana, Raco Group, stabilitasi nel Changzhou National Hi-Tech District nel 2005, un ampio numero di aziende italiane, tra cui Polynt, Vortice Ventilation System, Groppalli HVAC, Amer Electric Motion, BCS e Biesse Tape Solutions, ha seguito l’esempio.Leader in Europa, l’Italia vanta una solida infrastruttura industriale nei settori automobilistico, dell’aviazione, ferroviario, dei macchinari di precisione, degli strumenti per le macchine, della robotica e agricolo.Mentre un numero di produttori ha già avviato le operazioni nel Changzhou National Hi-Tech District, altre aziende seguiranno a ruota, grazie a un contratto di leasing che consente una veloce implementazione degli impianti di produzione e il trasferimento delle capacità produttive con l’obiettivo di avvicinarsi al mercato cinese e conquistare i clienti locali. In termini di ampliamento aziendale, le ditte italiane sono incoraggiate ad acquistare i terreni e a costruire i propri stabilimenti. In questo modo potranno arricchire la scelta dei prodotti e ampliare la capacità produttiva.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »