Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 22 novembre 2016

Tornano a crescere le vittime della strada

Posted by fidest press agency su martedì, 22 novembre 2016

incidenti stradali-2Nel 2015 sono state 3.428 (9 morti al giorno), l’1,4% in più rispetto all’anno precedente. E’ evidente che non basta il reato di omicidio stradale, dopo l’approvazione della Legge si ha quasi l’impressione che Governo e Parlamento si siano adagiati su questo provvedimento senza avviare ulteriori iniziative concrete”. Lo afferma Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa anche da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani, in occasione della Giornata Mondiale delle Vittime della Strada. L’’inversione di tendenza, dopo anni di riduzione delle vittime, è estremamente preoccupante. E’ necessario intervenire velocemente per far comprendere fino in fondo i rischi di una guida contraria al rispetto delle regole – aggiunge Lentino – altrimenti è evidente che ogni sforzo sarà inutile”.“Questo è un tema serio, il problema è principalmente culturale e sull’educazione dobbiamo lavorare, partendo sin dai primi anni dell’istruzione obbligatoria. Serve – prosegue il Portavoce di BastaUnAttimo – investire per aumentare i controlli sulle strade ed il coordinamento tra le forze di polizia. A questo deve lavorare il Governo, che invece sembra esclusivamente impegnato sul Referendum costituzionale”. “Rinnovo l’invito al Parlamento a dotare questo Paese di un’Agenzia Nazionale sulla Sicurezza Stradale – conclude il Portavoce di BastaUnAttimo – il coordinamento tra tutte le Istituzioni e gli operatori del settore, è l’unica soluzione per uscire dall’emergenza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sindaco De Magistris al Santa Claus Village alla Mostra d’Oltremare

Posted by fidest press agency su martedì, 22 novembre 2016

de magistris.pngde-magistris2Napoli Il grande villaggio di Babbo Natale che ha aperto le porte al divertimento dei più piccini da ieri, fino all’11 dicembre accoglierà i bambini della città e non solo con tantissime novità che il Sindaco ha voluto per primo scoprire, incontrando oltre ai simpatici personaggi del parco anche i tanti stand di espositori dei mercatini artigianali e dell’area Street Food esterna per complimentarsi e augurare buon lavoro. Quest’anno come non mai il Santa Claus Village Mostra d’Oltremare, patrocinato dal Comune di Napoli, vede il coinvolgimento di altre attrazioni vicine quali lo Zoo, il cinema Med, Città della Scienza unite con proposte e offerte speciali, in nome di una sinergia e di un Natale che fa rete per la città. Nuove scenografie e personaggi, tanto intrattenimento e spettacoli in più, giochi, laboratori e gli immancabili e colorati mercatini della tradizione rinnovano la magia del Santa Claus Village, alla quale si aggiungono le delizie dei prodotti tipici e della gastronomia di qualità da degustare presso l’ area Street food negli spazi esterni della mostra e il Luna Park esterno che per la gioia dei più piccini sarà accessibile liberamente per tutto il periodo di apertura del parco. All’interno il villaggio si snoda in un percorso, di circa due ore, interamente coperto che darà la possibilità ai bambini di incontrare Babbo Natale e il suo mondo anche quando fuori è cattivo tempo.Il viaggio nel mondo di Babbo Natale vedrà in azione tutti gli allegri Elfi di Santa Claus che condurranno i bambini alla scoperta dei segreti del Natale. Ma non solo, 4 nuovi personaggi simpatici e pasticcioni (Ciclone, il Tricheco scorreggione -Saal, l’orso Bianco- Gomitolino, detto Gomi, il piccolo Yeti – Tempesta, la Pinguina lesta) si aggireranno in ogni dove per conoscere i bambini e farsi votare come personaggio più simpatico del villaggio.Per iniziare sarà obbligatorio ricevere il passaporto di accesso de-magistris3al villaggio incantato presso l’Ufficio Passaporti e ovviamente sarà necessario consegnare la letterina di Natale all’Ufficio Postale, per essere sicuri di ricevere i doni più belli. Pensieri e desideri potranno essere lasciati anche all’Albero dei Sogni e dei Desideri, ma è attraversando il Bosco Incantato che si potranno incontrare dal vivo vere fatine in compagnia degli amici elfi ed emozionarsi sotto la Nevicata Artica. Una visita d’obbligo alla Stanza di Babbo Natale e poi Alfio l’elfo capo costruttore aiuterà i bambini a realizzare piccoli lavoretti, mentre alla Scuola dell’elfo si potranno apprendere tutti i segreti per diventare un buon assistente di Babbo Natale e ammirare i giocattoli più belli, frutto del loro appassionato lavoro presso il Museo del Giocattolo. Il tour nel villaggio non può concludersi senza aver assistito all’allegro e divertente Muppet Show.
Il Santa Claus Village, ispirato al mitico e originale villaggio di Santa Klaus a Rovaniemi in Finlandia, è un format originale del Varca d’Oro network nato nel 2011 al Pineta Varca d’oro a Varcaturo e che per il 2016 ripete la riuscita esperienza con un rinnovato progetto assieme a Mr. Effe Animazione negli ampi spazi (oltre 5mila metri quadri) della Mostra d’Oltremare. Orari e giorni di visita: Venerdì dalle ore 15 alle ore 22; sabato e festivi dalle ore 10 alle ore 22. Prezzi: individuali non online Adulti e Bambini € 10 Over 65 omaggio Baby fino a 90 cm di altezza omaggio gruppi non online Adulti e bambini € 8. (foto: de magistris)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Un Servizio Sanitario a misura di senior

Posted by fidest press agency su martedì, 22 novembre 2016

MedicinaSi è concluso  al Palacongressi di Rimini il Congresso Nazionale di Senior Italia, la federazione delle associazioni della terza età con oltre 3,8 milioni di aderenti, che ha visto medici, esperti, rappresentanti della massime Istituzioni e pazienti riuniti per l’elaborazione delle linee guida mirate al miglioramento del Servizio Sanitario.
L’Assemblea dei delegati Senior Italia ha approvato un documento strategico, frutto del lavoro svolto nei due giorni precedenti dalle Commissioni Tecniche Nazionali, che hanno visto medici, rappresentati delle principali società scientifiche, riuniti su specifiche aree tematiche in ambito sanitario. Ecco i dieci punti approvati dal Congresso:
1. Uguaglianza delle cure, trattamenti e metodiche in tutta Italia. Chiediamo un’assistenza sanitaria equa ed accessibile, ovvero uguale possibilità di accesso alle prestazioni sanitarie, a terapie, farmaci e medical device, su tutto il territorio nazionale.
2. No a cure o metodiche con principi ragionieristici. Chiediamo che le terapie vengano scelte in scienza e coscienza dai medici e che la tutela del diritto alla salute dei cittadini non veda le garanzie degli utenti limitate dalle esigenze di bilancio.
3. Diritto di informazione e di scelta sui device e sui farmaci. Chiediamo adeguata informazione dei pazienti in merito ai farmaci e device loro prescritti o impiantati, con informazioni trasparenti, per garantire un’effettiva libertà di scelta.
4. Riduzione tempi delle liste d’attesa. I tempi delle liste di attesa permangono, in Italia, inaccettabilmente lunghi e fortemente disomogenei. Chiediamo una riduzione di tali tempistiche affinché l’inquadramento diagnostico e le successive terapie non siano ingiustificatamente procrastinati compromettendo la prognosi e la qualità della vita dei cittadini/pazienti. Chiediamo l’adozione di programmi e misure che garantiscano in modo effettivo il rispetto della tempestività delle prestazioni.
rimini5. Uniformità e semplificazione dei modelli dei consensi informati. Chiediamo l’uniformità e la semplificazione dei modelli di consenso informato per rendere effettiva la facoltà di scegliere tra le diverse possibilità di trattamento medico; l’informazione verso il paziente deve riguardare la natura del trattamento, la sua portata ed estensione, i rischi, i risultati conseguibili, le possibili conseguenze negative, la possibilità di raggiungere gli stessi risultati attraverso altri tipi di intervento: in sostanza, il paziente deve essere messo in condizione di valutare ogni rischio e ogni alternativa del trattamento.
6. Avvio dei piani terapeutici (PDTA) da parte della medicina generale. IL Medico di Medicina Generale (MMG) rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per la presa in carico del paziente cronico e una delle figure centrali dell’assistenza sanitaria. Chiediamo di estendere la possibilità di affidare ai Medici di medicina generale la prescrizione di farmaci sottoposti a Piani Terapeutici in ambiti terapeutici rilevanti per il Territorio e ad alta prevalenza quali: il metabolico (Diabete Mellito), il cardiovascolare (Terapia anticoagulante), il respiratorio (terapia di Asma e BPCO), l’osteoporosi, anche per evitare che il proliferare di autonomi progetti pilota da parte delle Regioni sulla prescrizione di farmaci anche sottoposti a PT, aumenti la disparità di trattamento tra cittadini sul territorio.
7. Diffusione della cultura della longevità di massa. Chiediamo l’implementazione di programmi che contribuiscano a diffondere la conoscenza del fenomeno della longevità di massa e del suo impatto nei vari ambiti sociali, economici, sanitari, per consentire ai decisori, in ambito pubblico e privato, di mettere a punto nuove strategie che affrontino in modo efficace tale fenomeno e i cambiamenti ad esso connessi.
8. Campagne informative sull’aderenza alla terapia e per la prevenzione delle principali patologie. L’aderenza alla terapia è un diritto del paziente, che deve essere adeguatamente formato e informato, coinvolto in un processo di empowerment che gli consenta di seguire al meglio le terapie prescritte dal medico. Sono necessari adeguati investimenti in programmi che coordinino i medici di medicina generale, i farmacisti, le associazioni di pazienti e i diversi attori del sistema salute attraverso campagne di sensibilizzazione, di automonitoraggio e azioni multilivello.
9. Avvio di programmi di teleassistenza e di telemonitoraggio. E’ necessario implementare programmi di teleassistenza e telemonitoraggio per la popolazione senior, e più in generale le persone affette da patologie croniche per una loro più efficace presa in carico, attraverso tutti gli strumenti offerti dalle nuove tecnologie. Ciò consentirà di ridurre il numero e la durata dei ricoveri ospedalieri e del ricorso alle prestazioni specialistiche ambulatoriali, di evitare o ritardare l’istituzionalizzazione dei pazienti, di contenere la spesa sanitaria, migliorando significativamente la qualità della vita per i pazienti ed i loro familiari.
10. Soluzioni alle difficoltà di accesso ai farmaci innovativi. Chiediamo l’accesso a farmaci innovativi per patologie quali fibrillazione atriale, osteoporosi, artrite reumatoide, psoriasi. Chiediamo siano rispettate le indicazioni delle linee guida emanate dalle principali società medico scientifiche e fatte proprie da diversi documenti prodotti da istituzioni competenti quali l’Agenzia Italia del Farmaco rispetto all’importanza per il paziente di accedere ai farmaci innovativi per il trattamento di una serie di patologie, ad oggi prevalentemente trattate con farmaci di vecchia generazione, forieri di complicazioni per lo stato di salute del paziente.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »