Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

Las Madres: Poesie e racconti delle Madri di Plaza de Mayo

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

cantiBologna Sabato 26 novembre 2016, ore 21 Villa Benni, Via Saragozza 210. Il primo nucleo di questo spettacolo, a cura dell’Associazione Culturale Youkali, è nato all’interno del programma di Festa della Storia 2007 da un’idea del regista argentino Carlos Branca in occasione delle celebrazioni in onore dell’arrivo a Bologna della Presidente delle Madri di Plaza de Mayo, Hebe Maria Pastor de Bonafini il 17 ottobre 2007 per il conferimento della Laurea ad Honorem alle Madri di Plaza de Mayo. Las Madres è dedicato alla memoria degli oltre 30.000 argentini desaparecidos negli anni tra il 1976 e il 1983 e alla lotta per la verità sulla sorte dei loro figli, combattuta dalle Madri. Gli attori (voci recitanti: Simona Sagone, Patricio Lolli Fisarmonica: Salvatore Panu Ballerini: Styliana Scarlatti, Patricio Lolli) proporranno al pubblico poesie e racconti scritti dalle Madri di Plaza de Mayo in occasione di un laboratorio di scrittura. I testi, nati dall’esigenza di dare parole ai sentimenti contrastanti che albergavano nei cuori di queste coraggiose donne, sono diventati un prezioso dono a tutte le donne e gli uomini del mondo: un messaggio di speranza e una testimonianza di come sia possibile e anzi necessario saper trasformare la rabbia e il dolore in vita e in lotta per la libertà e la verità. Oltre alle poesie scritte dalle Madri anche alcune canzoni argentine sul tema della memoria.
Perchè “Le Madri”?
Le Madri di Piazza di Maggio sono le ambasciatrici nel mondo della lotta e dei valori dei loro figli, assassinati e fatti scomparire perchè volevano un mondo migliore. Hanno trasformato lo strappo lacerante della perdita del loro bene più grande in lotta: con il loro coraggio, la loro perseveranza e la loro tenacia hanno fatto sì che i crimini terribili di cui si è macchiata la dittatura militare che ha usurpato il potere in Argentina in quegli anni venissero conosciuti in tutto il mondo ed alcuni dei colpevoli finalmente processati e puniti. Il loro grande desiderio di giustizia ha fatto in modo che gli orrori subiti non venissero nascosti e tanto meno dimenticati. Perchè solo dalla conoscenza reale e successiva denuncia dei fatti può nascere la speranza che crimini tanto orribili non si ripetano mai più. (Carlos Branca Regista Argentino) (foto: canti)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: