Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 340

Sindrome del colon irritabile

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2016

colon-retto tumoreIn inglese Irritable Bowel Syndrome (IBS), nel gergo comune “colite” o “colite spastica”, è un disturbo molto diffuso, caratterizzato primariamente da dolore addominale e alterazioni della funzione intestinale, che compromette in modo significativo la qualità di vita.
Essa è caratterizzata da sintomi di dolore addominale, o discomfort, associato a un’alterazione della funzione intestinale con cambiamenti relativi alla forma e consistenza delle feci ed episodi variabili di diarrea e/o costipazione. Tale condizione ha impatto non solo a livello individuale, ma anche a livello collettivo, producendo un aumento dei costi sociali sia diretti (incremento della spesa farmaceutica) che indiretti, dovuti cioè alla perdita della produttività e all’assenteismo dal lavoro.
In Italia ne soffre il 10-20% della popolazione (Ministero della Salute, 2011) e soltanto il 50% si rivolge al proprio medico di famiglia. L’IBS colpisce soprattutto le persone che lavorano nel mondo manageriale, industriale, politico, accademico, imprenditoriale, finanziario, bancario, ovvero in contesti lavorativi particolarmente stressanti nei quali vi sono alti livelli di competizione, standard molto elevati e focalizzazione sulla carriera e sui risultati da raggiungere.
Questa sindrome può essere considerata una “malattia di genere”, poiché diffusa soprattutto nel mondo femminile. Le donne riferiscono infatti sintomi di IBS il 67% delle volte in più rispetto agli uomini, forse perché la società attuale, sempre più spesso, pone al genere femminile richieste altamente stressanti.I trattamenti farmacologici hanno dimostrato efficacia limitata e numerosi studi hanno evidenziato il ruolo dei fattori psicosociali nella genesi e nel mantenimento del disturbo. È stata infatti ampiamente dimostrata l’utilità di trattamenti psicologici mirati, uniti a un attento stile alimentare. Ecco quindi l’ultimo libro di Antonella Montano e Sara Vitali, “La sindrome del colon irritabile. Affrontare la colite con la terapia cognitivo comportamentale”, che con un linguaggio semplice ma scientifico, tramite esempi illustrativi e numerosi esercizi, accompagna il lettore passo per passo in un percorso di auto-aiuto psicologico volto a modificare comportamenti e stili di pensiero che alimentano il problema, nonché a gestire lo stress e le emozioni che scatenano i sintomi gastrointestinali.L’autrice, Dott.ssa Antonella Montano, Psicologa e Psicoterapeuta, Direttrice dell’Istituto A.T. Beck di Roma, è disponibile su richiesta, per eventuali interviste o articoli sull’argomento, che riteniamo possano suscitare l’interesse del grande pubblico.Per ulteriori informazioni sul volume: http://www.eclipsi.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: