Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 3 dicembre 2016

Catella’s asset management launches new property investment company

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

catella10Newly established investment company CTV Properties AB has bought a diversified logistics and light industrial property portfolio in Finland. The portfolio consists of 29 properties in both Helsinki and other growth regions of Finland, with in total 103,000 square metres of floorspace. Catella’s asset management sourced the deal, acted as structurer including arranging the financing, and will manage the company. Catella Bank conducted the capital raising, and 93 private investors and institutions have invested in the company, with Sampo Group as anchor investor. This is part of Catella’s strategy to offer Catella Bank’s wealth management clients unique investment opportunities in several countries with different risk profiles within the property sector.“It is very rewarding to see how our strategy is being put into practice through cooperation between our asset management in property and our wealth management within Catella Bank. We smoothly executed the demanding and complex process, and our goal is to create substantial value for the investors in the future management and exit processes,” say both Timo Nurminen, Head of Catella’s Property Investment Management operations, and Tord Topsholm, Managing Director of Catella Bank, in a joint statement on the deal. Catella’s asset management unit in Finland sourced the deal, acted as structurer including arranging the financing, and will manage the company and execute the business plan. “Our asset management team in Finland has executed more than 120 single-asset disposals in the local markets in addition to several portfolio deals during the past four years. The strategy with CTV is to create value for the investors through active management to improve current cash flows, and to utilise the high demand for single-asset disposals,” says Timo Nurminen.Catella Bank acted as a distributor of the equity, and the investor base consists of the Finnish institution Sampo Group as anchor investor and a broad spectrum of Catella Bank’s clients in Sweden and Luxembourg. “This is the fourteenth capital raising project that Catella Bank has successfully executed during the past two years. There is large demand among our clients for investments in high-quality real estate projects. In this project, the book running started on October 31 and was closed after two days due to large over subscription of the share issue.” says Tord Topsholm.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs back EU-US data protection deal on exchanges for law enforcement purposes

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

europeThe EU-US Umbrella Agreement on the protection of personal data exchanged for law enforcement purposes was backed by a broad majority of MEPs on Thursday. The deal will ensure high, binding data protection standards for data exchanged by police and law enforcement authorities across the Atlantic.
The Umbrella Agreement covers the transfer of all personal data, such as names, addresses or criminal records, exchanged between the EU and US for the prevention, detection, investigation and prosecution of criminal offences, including terrorism.
“The outline of transatlantic data protection is becoming clear”, said Parliament’s lead MEP Jan Philipp Albrecht (Greens, DE). “In future there will finally be high, binding standards and strong rights for citizens on both sides of the Atlantic when data are exchanged between police and law enforcement agencies. After six years of negotiations, we are raising data protection with the USA to a new level. Citizens’ fundamental rights will be better protected than they are by mere mutual recognition of today’s low standards.”
“The agreement is not a legal basis for data transfers, but protects those data that are already exchanged legally. Data protection authorities can check compliance at any time”, he added.The deal will ensure that citizens on both sides of the Atlantic will have the right to:
– be informed in the event of data security breaches,
– have inaccurate information corrected and
– judicial redress at court.
It also sets limits on onward transfers of data and retention periods.
Proposals from the ALDE and GUE groups to seek an opinion from the European Court of Justice on the Umbrella Agreement’s compatibility with the EU Treaties were voted down.
By 481 votes to 75, with 88 abstentions, Parliament paved the way for Council to adopt the final decision which would conclude the international agreement.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Soutenez l’Institut Jacques Delors!/Support the Jacques Delors Institute!

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

institut-jacques-delorsParis Inspiré par l’action et la pensée de son président fondateur, l’Institut Jacques Delors s’engage depuis 20 ans dans une démarche pédagogique et de proposition au service de la construction européenne, qui est à la fois mise en cause et plus que jamais nécessaire dans le contexte international actuel. Nous soutenir vous permet de défendre les principes fondateurs de l’UE, d’agir pour plus de débat démocratique et de militer pour plus d’intégration européenne. A l’occasion de notre 20eme anniversaire, nous vous adressons un rapport exposant nos principales activités sur la période 1996-2016 ainsi qu’une vidéo présentant nos activités en 3 minutes.
Inspired by the actions and the thinking of its founding President, the Jacques Delors Institute has, for 20 years, actively engaged in an educational and creative approach to the benefit of the European project, which is at the same time highly criticized and more valuable than ever within the current international context.Supporting us will allow you to defend the founding principles of the EU, to promote more public debate and to take action in favor of further European integration.On the occasion of our 20th anniversary, we are sending you a Report summarising our main activities from 1996 to 2016, as well as a video presenting our activities in 3 minutes.
(photo: Institut Jacques Delors)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Donatella Versace presenterà il libro VERSACE

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

donatela-versaceLondra 4 Dicembre – Victoria and Albert Museum, Cromwell Road, Londra Ore 19:00
5 Dicembre – Harrod’s, 87-135 Brompton Road, Knightbridge, Londra Book signing – Versace boutique, International Designer Room 4, First Floor Ore 13:00
New York 7 Dicembre – The Times Center, 242 West 41st Street Ore 19:00
8 Dicembre – Versace 647 Fifth Avenue Book signing Ore 18:00
Milano 15 Dicembre – Piccolo Teatro Studio Melato – Via Rivoli 6, Milano Ore 12:00
Interverranno alcune tra le voci più autorevoli del mondo della moda e le firme che hanno contribuito alla scrittura del libro.
Gli appuntamenti saranno un’occasione di dialogo tra Donatella Versace e il pubblico toccando argomenti quali la fotografia di moda, l’image-making e la comunicazione digitale. Il libro VERSACE sarà raccontato direttamente attraverso le parole di Donatella Versace ripercorrendo il suo straordinario lavoro di cura e definizione dell’identità della maison attraverso il ventunesimo secolo.
VERSACE, edito da Rizzoli, fotografa il presente della Maison attraverso gli occhi di Donatella ed è accompagnato da contributi scritti da alcune delle penne più importanti del giornalismo di moda. Il libro raccoglie foto di Richard Avedon, Steven Meisel e Mario Testino, per citarne alcuni; le immagini di supermodelle come Christy Turlington, Naomi Campbell e Linda Evangelista; questo volume racconta l’energia magnetica, il lusso e il fascino che definiscono Versace. Tra i moderatori Tim Blanks, Maria Luisa Frisa, Simone Marchetti e Sonnet Stanfill. (foto: donatela versace)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appuntamento con la musica Gospel

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

pastor-ron-hubbardNapoli domenica 11 dicembre Basilica di San Gennaro extra moenia ore 21 visita guidata gratuita Catacombe di San Gennaro via Capodimonte 13 ore 20,30. (INGRESSO 16 euro + prev.)Torna il Christmas Concert a Napoli, l’imperdibile appuntamento con la musica Gospel che ogni anno riunisce centinaia di appassionati o semplicemente curiosi che si lasciano affascinare dal potente messaggio di amore e gioia di questo genere musicale.
Organizzato dall’Euphoria Gospel Choir, il Living Word Gospel Project e la Cooperativa “La Paranza Onlus”, che gestisce le Catacombe di Napoli, il concerto è alla sua terza edizione confermando la forza di una collaborazione che cresce nel tempo e la qualità di un evento che diventa ogni anno più grande. Euphoria Gospel Choir e Living Word Gospel Project, è uno spettacolo unico nel suo genere che vede protagonista l’eccentrico Ronald Ixaac Hubbard meglio conosciuto come Pastor Ron e la sua formazione in una location mozzafiato come la Basilica di San Gennaro extra moenia, una rarissima e quasi integra testimonianza di architettura paleocristiana italiana.
Due ore di musica capace di riempire di gioia e calore l’anima in cui si inseriscono anche elementi di comicità e umorismo che trascineranno letteralmente lo spettatore in un vortice di sano divertimento. Il biglietto del concerto darà l’opportunità di visitare, accompagnati da una guida esperta, le straordinarie Catacombe di San Gennaro, tra le più antiche aree cimiteriali del mondo risalenti al II secolo che rappresentano il più importante monumento del Cristianesimo a Napoli. Ron Hubbard ha fatto il suo debutto in Italia nel 2010 riscuotendo un clamoroso successo di pubblico e critica; è una delle figure più conosciute nel panorama Gospel internazionale, ed ha saputo incantare anche il pubblico italiano con la sua personalità eccentrica e carismatica. Parteciperà all’esibizione anche il Pastor Ron Mass Choir composto da tutti i partecipanti al WORKSHOP che si terrà a Napoli il 10 e 11 dicembre. Per info sul workshop: tmgospelworkshop@gmail.com. (foto: Pastor Ron Hubbard)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Ingrossare le schiere celesti

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

franck-bouyssefranck-bouysse1Milano Lunedì 12 dicembre, ore 18.00 presso Anteo Spazio Cinema via Milazzo 9 in occasione della XXVI edizione del Noir in Festival l’autore Franck Bouysse presenta Ingrossare le schiere celesti, conduce Ranieri Polese. Romanzo dall’atmosfera hitchcockiana, nella quale i contorni noti e i volti amici si trasfigurano alla luce macabra del sospetto, Ingrossare le schiere celesti è un noir d’autore magistrale, paragonato per lo stile, crudo e poetico assieme, alle migliori opere di Georges Simenon. Gus, il protagonista del romanzo, ha più di cinquant’anni e del mondo conosce soltanto i campi della sua isolata fattoria tra i monti, il bosco limitrofo e il paese di Pont-de-Montvert, nel sud della Francia, in cui saltuariamente è costretto a scendere per fare compere e commerciare. È un uomo schivo, diffidente, di poche parole: tutto ciò che gli interessa è continuare la propria vita senza essere disturbato, tra i suoi animali e la natura circostante, fino alla fine dei suoi giorni. Come unica compagnia, oltre all’amato cane Mars, ha Abel, il vicino, di vent’anni più vecchio, con il quale condivide le serate tra bicchieri di vino e reciproci racconti. Un giorno, mentre sta cacciando con Mars, sente dei colpi d’arma da fuoco e delle grida provenire dalla tenuta di Abel. Si precipita dal vicino e si trova davanti un luogo apparentemente abbandonato e tranquillo. Di Abel nessuna traccia. Sulla neve vicino al recinto brillano però inquietanti macchie rossastre. L’indomani, quando si imbatte finalmente nell’amico, Gus è sorpreso dal suo atteggiamento ostile. Le spiegazioni di Abel trasudano l’odore acre della menzogna. Ha sparato al proprio cane, dice, scambiandolo per una volpe, e non ha altro da aggiungere.Parole ambigue, che sono soltanto il preludio di una serie di avvenimenti oscuri. Di lì a poco, infatti, Mars viene ritrovato al margine del bosco, in apparenza ferito orrendamente da un animale più grosso, ma con accanto al corpo delle tracce confuse e il portachiavi di una Volkswagen. Poi, nelle ore in cui l’intero paese è in lutto e in preda alla costernazione per la morte dell’Abbé Pierre, una delle figure più carismatiche del Novecento francese, un gruppo di singolari predicatori si presenta alla porta di Gus alla ricerca di una collega scomparsa. Il turbamento di Gus si muta allora nella fredda certezza che qualcosa di inquietante sta accadendo lì, tra i suoi monti.
Nato a Brive-la-Gaillarde nel 1965, Franck Bouysse insegna biologia in un liceo tecnico di Limoges. Grande ammiratore di Faulkner, London e Cormac McCarthy, ha esordito nel 2004 con il romanzo La Paix du désespoir. Con Ingrossare le schiere celesti si è aggiudicato il prestigioso Prix Michel-Lebrun 2015. Traduzione di Maddalena Togliani Euro 15,00 176 pagine EAN 9788854513402 I NERI DI NERI POZZA(foto: Franck Bouysse)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Produrre diamanti in un bicchier d’acqua

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

progetto-nanodiamantiprogetto-nanodiamanti2Trento. In Trentino i diamanti si producono dentro un bicchier d’acqua e con un laser. La “ricetta” è stata messa a punto da un team di ricercatori dell’Università di Trento (Laboratorio IdEA del Dipartimento di Fisica) e dal Centro di Neuroscienze e Sistemi Cognitivi dell’Istituto Italiano di Tecnologia (CNCS IIT di Rovereto) ed è stata pubblicata nei giorni scorsi sulla rivista Scientific Reports (gruppo editoriale Nature). Attraverso impulsi molto intensi di luce ultravioletta i ricercatori sono riusciti a convertire della grafite contenuta in un bicchiere d’acqua in diamanti di dimensione nanometrica. Un’originale tecnica sperimentale che apre alla possibilità di usare i diamanti di dimensioni tanto piccole per applicazioni di diagnostica medica con uso di tecnologie quantistiche. I diamanti, come sensori estremamente sensibili, sono in grado di rilevare eventuali anomalie dal punto di vista cellulare nel sangue. Composti di carbonio – materiale compatibile con l’organismo e quindi non pericoloso – i diamanti possono dunque funzionare come tante piccole “antenne” per diagnosticare ad esempio molte malattie o la presenza di metalli pesanti nell’organismo.
progetto-nanodiamanti3Delle proprietà dei nanodiamanti si parla da tempo. Per le loro caratteristiche fisiche e chimiche – estrema durezza, elevato indice di dispersione ottica, altissima conducibilità termica, grande resistenza agli agenti chimici e alla frizione e bassissimo coefficiente di dilatazione termica – sono infatti oggetto di studio interessanti per le possibili applicazioni ad esempio come fotocatalizzatori nei processi di pulizia delle acque o per produrre idrogeno. Finora però le applicazioni e gli investimenti in ambito industriale sono stati frenati dalla difficoltà di ottenerli partendo da esemplari più grandi tagliati in pezzi sempre più piccoli.
La scoperta del team trentino ribalta la prospettiva e descrive un nuovo modello termodinamico che permette la sintesi di nanodiamanti partendo da acqua comune. «La polvere di nanodiamanti – spiega Antonio Miotello, responsabile del Laboratorio IdEA dell’Università di Trento – viene prodotta a temperatura ambiente e con una pressione atmosferica standard attraverso il laser che agisce trasformando la grafite presente nell’acqua. L’ambiente acqueo prodotto intrappola le molecole e favorisce così la formazione e lo sviluppo dei nuclei di diamanti. Il metodo che abbiamo sviluppato è facilmente replicabile: non richiede infatti specifiche condizioni termiche o chimiche per rendere possibile il processo di trasformazione della grafite». Alla scoperta ha lavorato un team di ricerca forte di competenze diverse con i ricercatori Federico Gorrini, Massimo Cazzanelli, Nicola Bazzanella, Raju Edla e Carla Dorigoni, che hanno collaborato con un gruppo di colleghi di Pisa. La scoperta segna un risultato importante anche sotto il profilo della collaborazione tra istituzioni di ricerca e gruppi che operano in ambiti diversi. «Il Trentino – commenta Angelo Bifone, direttore del Centro di Neuroscienze e Sistemi cognitivi dell’IIT a Rovereto – dimostra ancora una volta di essere all’avanguardia nel campo delle tecnologie avanzate attraverso una intelligente gestione delle sinergie della ricerca locale e con una rete di laboratori che già sono in grado di produrre risultati di rilievo internazionale». (foto: progetto nanodiamanti)

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Referendum: Caro elettore indeciso

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

referendum-nodi Piero Ricca. vorrei che questa lettera arrivasse sotto i tuoi occhi e tu trovassi il tempo leggerla.
Dopo una campagna infame, piena di forzature di potere, l’esito del referendum del 4 dicembre è ora nelle tue mani e di tante persone che come te non ci credono più e magari non votano da anni. Astenendovi o decidendo all’ultimo di andare a votare, deciderete per tutti.
Vorrei trovare le parole per dirti perché stavolta è decisivo votare, e votare No.
Un’operazione di potere sulle regoleQuesta non è un’elezione politica, è qualcosa di più importante: è un referendum sulla Costituzione, che è destinata a durare oltre le convenienze di parte, più delle contingenze del momento.
Sottoposta al referendum non è una riforma della Costituzione, ma un’operazione di potere sulle regole, volta a concentrare il potere politico nelle mani del governo, il potere del governo nelle mani di un partito, il potere del partito di governo nelle mani di un capo. Un’operazione in due tempi: legge elettorale e modifica della Costituzione.
Il capo di un partito che gode in parlamento di un premio di seggi illegittimo, dopo le elezioni europee del 2014, si è illuso di avere il paese in mano e di poter governare da solo con pieno potere, naturalmente con il placet del sistema finanziario, famelico di beni comuni. Ecco dunque che nel 2015 si fa una legge elettorale solo per la Camera dei deputati, imponendola con il voto di fiducia. Quella legge trasforma al ballottaggio una minoranza di voti in una maggioranza assoluta di seggi.
Poi hanno cambiato la Costituzione, per dare alla sola Camera il potere di votare la fiducia al governo: chi ha la maggioranza assoluta alla Camera governa da solo. Il Senato avrà cento membri non eletti dai cittadini ma dai consigli regionali, in gran maggioranza attualmente controllati da quello stesso partito, che dunque avrà la maggioranza assoluta anche al Senato nei prossimi anni.
Tuttavia alle elezioni amministrative c’è stata una sorpresa: ai ballottaggi un’altra forza politica ha prevalso quasi ovunque su quel partito. Conseguenza: quel partito intende cambiare la legge elettorale dopo il referendum. Il ballottaggio va tolto di mezzo perché rischia di far vincere altri. Ecco la prova che truccano le regole del gioco pur di vincere.
In quel No un atto di libertà
Immagino a questo punto la tua obiezione: “A me non interessa, non ci credo più, comunque vada non cambierà nulla”. Ed è qui che volevo arrivare. Se non ci credi più, continua pure a non votare alle elezioni, esercita questa forma di libertà. Ma questo è un referendum, non è un’elezione. E la Costituzione, dopotutto che ti ha fatto di male? Ti sembra un’astrazione retorica, una promessa inattuata? Forse. Ma garantisce qualcosa anche a te, anche se fatichi a riconoscerlo. Dev’essere applicata, non cambiata. E comunque non cambiata in questo modo.
Ricorda che questa tua libertà di non votare alle elezioni corrisponde a un diritto che stanno in sostanza portando via a tutti, anche a chi vuole continuare a esercitarlo. Con la legge elettorale, infatti, buona parte dei deputati li nomineranno i capi dei partiti, gli stessi partiti che per effetto della modifica della Costituzione eleggeranno tutti i senatori.
Quindi, per una volta potresti farlo per noi che ci crediamo ancora il piccolo sforzo di mettere una crocetta su una scheda. E poi – se mi permetti – dovresti farlo per te, poiché se riducono il diritto di votare ti tolgono anche la libertà di non esercitare quel diritto, come pure la libertà di cambiare un giorno idea.
Ma c’è un altro aspetto, il più importante: i ladri non vanno trattati con indifferenza, a maggior ragione i ladri di democrazia. Dire No a chi manipola le regole di tutti per un vantaggio di parte è pur sempre un atto di libertà, anche se non si crede alle regole, perfino se non si crede più a nulla. Riflettici ancora un momento.
Traccia su quel No il tuo istinto di libertà!

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Più libri più liberi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

fiera libroRoma 7 dicembre mercoledì, giornata inaugurale della Fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi, in programma fino all’11 dicembre al Palazzo dei Congressi dell’Eur. E’ ancora segno + per il mercato del libro di carta che nei primi 10 mesi del 2016 si assesta a +0,2% (circa 2,1 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2015) nei canali trade, cioè librerie, online (con l’esclusione di Amazon) e grande distribuzione. In recupero il numero di copie di carta vendute, anche se non in modo sufficiente a trainare il dato in territorio positivo; si registra infatti un -3,2% (pari a circa 2,2 milioni di copie vendute in meno rispetto allo stesso periodo del 2015). Per un confronto, nello stesso periodo del 2015 avevamo ancora un -1,6% a valore e un -4,4% a copie. E’ quanto emerge dai primi dati Nielsen per l’Associazione Italiana Editori (AIE). L’indagine sarà il punto di partenza per un approfondimento sulle performance della piccola e media editoria nell’ambito del convegno – a cura di AIE, in collaborazione con Nielsen – L’andamento del mercato 2016 alla vigilia del Natale e la piccola editoria, Da un’editoria mainstrean a una indistream?, in programma il 7 dicembre alle 14 nella Aldus Room del Palazzo dei Congressi dell’Eur. Ne discuteranno, moderati da Sabina Minardi (L’Espresso), Eugenia Dubini (NN edizioni); Isabella Ferretti (66thand2nd); Monica Manzotti (Nielsen); Bruno Mari (Gruppo Giunti) e Antonio Monaco (Presidente Gruppo piccoli editori AIE).Più libri più liberi costituisce un unicum in Europa, non a caso parte del nuovo progetto europeo Aldus e proprio per questo al centro del confronto internazionale in programma il 7 novembre alle 16 nell’Aldus Room del Palazzo dei Congressi dal titolo Fiere e Saloni del libro in Europa. Editoria con Salone, sui diversi modi in cui in Europa si intendono e si fanno fiere.Per innovare i modi in cui si realizzano oggi questo tipo di appuntamenti il confronto e la collaborazione sono fondamentali. Questo il presupposto su cui si basa Aldus, la rete europea delle Fiere del Libro coordinata da AIE e co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa che mira a favorire l’internazionalizzazione delle imprese editoriali, l’aumento delle traduzioni e la formazione dei professionisti del settore, con particolare riferimento alle sfide del digitale. E’ proprio su questa base che si confronteranno Holger Volland (Frankfurter Buchmesse); Antonio Monaco (Più libri più liberi. Fiera della piccola e media editoria, Roma) ed Henrique Mota (Feira do Livro de Lisboa), moderati da Stefano Salis (Il Sole 24 Ore). Più libri più liberi è però anche laboratorio, spazio e vetrina per le esperienze innovative della piccola e media editoria. Una di queste è senza dubbio quella relativa al Mercato degli audiolibri. Sussurri e grida: i lettori in ascolto, al centro di un incontro organizzato da AIE, in collaborazione con IE- Informazioni editoriali, e in programma nell’Aldus Room, il 7 dicembre alle 17. Ne discuteranno, sulla base dei dati, Sergio Polimene (Emons Audiolibri), Paola Ergi (Good mood) e Riccardo Cavallero (SEM), moderati da Cristina Mussinelli (Consulente AIE per l’editoria digitale).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum costituzionale e non solo. Il secolo buio e quello dei lumi?

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

costituzioneMi ha colpito una mail ricevuta questa mattina dopo che nella notte tra il 29 e il 30, come ogni settimana, abbiamo spedito la nostra newsletter “Avvertenze” agli associati. Chi ce l’ha inviata ha scritto “Cancellate la mia iscrizione. Faziosi!”. Che e’ la stessa reazione che ho registrato talvolta verso Aduc in altri contesti come, per esempio, i forum di discussione del nostro web, dove ognuno scrive cio’ che vuole e non c’e’ una nostra moderazione, liberta’ che, per difenderla per chiunque, ci e’ costata cause penali e contese giudiziarie di vario tipo. Ovviamente sto parlando di piccoli numeri, considerato che gli associati Aduc ad oggi sono circa 150.000 e che la grande maggioranza di questi sembra gradire il servizio indipendente a sua disposizione.
Noi di Aduc siamo pero’ sensibili a cio’ che ci viene scritto e detto, e non ci basta fare spallucce quando non riusciamo a comunicare con qualcuno, a maggior ragione se questo qualcuno e’ venuto a contatto con il nostro servizio. Quindi ci rileggiamo tutto, approfondiamo, cerchiamo di capire. E nella fattispecie, come anche in passato, il nostro essere giudicati faziosi lo abbiamo rilevato in un nostro diffuso modi di comunicare ed esplicitare le opportunita’ e le riduzioni del danno.
In questi giorni, nel nostro Paese e’ di strettissima attualita’ la campagna referendaria, che vede le due parti (SI’ e NO) spesso confrontarsi con toni e argomenti da rissa e delegittimazione, anche se entrambe sostengono di non farlo. Nel nostro piccolo siamo intervenuti per ricordare che, come in ogni contesa elettorale, e a maggior ragione quando si puo’ e si deve scegliere su un argomento preciso e non per questo o quell’altro partito (un referendum per l’appunto), e’ bene votare di testa: informarsi, capire le ragioni di chi propone le modifiche costituzionali e di chi ritiene che invece nulla andrebbe cambiato. Niente di rivoluzionario, per carita’, ma ci e’ sembrato che questo andava ribadito, soprattutto dal nostro osservatorio di associazione, che’ ogni giorno abbiamo a che fare con la razionalita’ e l’irrazionalita’ del nostro sistema economico ed amministrativo, aiutando ed invitando chiunque a farsi fare meno male.
Oltre a questo, altro argomento di stringente attualita’ su cui siamo fortemente impegnati, anche se mediaticamente meno considerato, e’ la cosiddetta globalizzazione ed europeizzazione.
Nel primo caso -globalizzazione- siamo impegnati nell’evidenziare come agli indiscutibili vantaggi economici di un mercato senza confini e con dazi sempre piu’ bassi, se si continua ad affidare lo stesso al caso e/o alla trattativa delle multinazionali coi singoli Stati, non e’ detto che questi vantaggi possano continuare ed ampliarsi; e per questo occorrono regole, ordinamenti e convenzioni -nonche’ democrazia, e non solo economica- stabilite dalla politica.
Nel secondo caso -europeizzazione- siamo impegnati ad informare e spiegare che ad oggi, tutto quello che siamo riusciti ad ottenere, sono solo vantaggi economici e di diritti, e che se qualche volta cio’ non sembra (o sembra il contrario) e’ proprio perche’, anche in questo caso come per la globalizzazione, occorrono migliori regole e piu’ democrazia.
C’e’ un filo conduttore tra la nostrana campagna elettorale referendaria in corso e la insufficienza di regole e democrazia in sede mondiale ed europea: la disinformazione e la non-informazione, piu’ o meno urlata non guardando al di la’ del proprio naso e senza pensare ai figli di tutti (nel mondo), che viene veicolata molto facilmente grazie ai sempre maggiori strumenti individuali (Rete in primis). E qui ci siamo inseriti noi, cercando di ricordare e stimolare la ricerca e la curiosita’ individuale, mettendo a disposizione noi stessi e i servizi che abbiamo creato. La domanda che ci siamo posti e’: secolo buio o dei lumi? La risposta e’ ovvia e diamo il nostro contributo. Ognuno e’ figlio di se stesso, di cio’ che mangia, di cio’ che sente, di cio’ che vede, di cio’ che ascolta, di cio’ che sogna e di cio’ che pensa. Noi abbiamo bandito una tavola in cui si puo’ scegliere cio’ che piu’ interessa. Ma qualcuno ci giudica, per questo, faziosi. Il lavoro da svolgere è difficile e siamo solo all’inizio. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Ad Aleppo la persecuzione contro i cristiani è evidente”

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

suor-guadalupe“Ad Aleppo la persecuzione nei confronti dei cristiani c’è ed è evidente”. Sono parole di Suor Maria Guadalupe de Rodrigo, missionaria argentina dell’Istituto del Verbo Incarnato (IVE), che questa mattina ha incontrato Alessandro Monteduro, Direttore di ACS-Italia, nella sede romana della Fondazione pontificia. “Ero ad Aleppo per un periodo di riposo, e quando è scoppiata la guerra ho capito che Dio mi voleva lì per una nuova missione”, ha esordito la religiosa, che ha descritto una comunità cristiana ben diversa da quelle, spesso tiepide, che si incontrano in Europa. “Ad Aleppo non ci sono cristiani solo di nome, ma cristiani-testimoni, cioè possibili martiri. Le mamme chiedono ai monaci di tatuare il segno della croce sulle braccia dei figli, e li preparano alla possibilità del martirio. I giovani sono preparati, e dicono che i terroristi possono togliere loro la vita, ma non il Cielo.”. Suor Maria Guadalupe mette a nudo un pericoloso deficit di comprensione, tipico delle società europee, affermando che “il Medio Oriente non si può valutare con criteri occidentali, sia quanto alla politica, sia quanto alla sfera religiosa”. Sul conflitto in corso è perentoria: “Non è una guerra civile, ma un’invasione di terroristi, protagonisti della persecuzione, anzitutto ai danni dei cristiani.”. Gli scenari descritti dalla religiosa fanno venire in mente le pagine più oscure del XX Secolo: “La persecuzione è aperta” ribadisce, e “che sia contro le minoranze è dimostrato anche dal fatto che ai cristiani che vengono rapiti viene imposta la conversione forzata all’Islam. I cosiddetti ribelli – precisa – sono in realtà terroristi jihadisti.”.
Non si può parlare solo di Aleppo Est, perché “nei quartieri cristiani di Aleppo Ovest la popolazione sperimenta quella che la gente chiama la “pioggia”, cioè razzi in grande quantità, “pioggia” che si intensifica in occasione delle feste cristiane. In città – prosegue – sono rimasti solo 25.000 cristiani.”. Tutta la città geme per l’embargo: “Non a caso i Vescovi locali ne hanno chiesto la rimozione, perché danneggia la popolazione.”. La sua testimonianza è anche un duro esame della coscienza europea: “I rifugiati siriani sono delusi dall’Europa. Pensavano di essere “in famiglia”, nell’Europa cristiana, e invece hanno trovato un continente chiuso, secolarizzato. A ciò si aggiungono i maltrattamenti che patiscono dai rifugiati islamici”, precisando tuttavia che “tali maltrattamenti provengono dai rifugiati islamici di nazionalità diversa dalla siriana, perché con i musulmani in Siria non ci sono mai stati problemi di convivenza.”. Questi cristiani siriani non vogliono essere rifugiati, al contrario “vogliono tornare in Siria”. Suor Guadalupe ha infine lanciato un appello ai cattolici italiani: “Non abbandonateci. I cristiani siriani hanno bisogno anzitutto della vostra preghiera, per prepararsi al martirio, e poi di aiuto finanziario. Loro ci insegnano come vivere da veri cristiani”, ha concluso. (foto: suor guadalupe)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maratona televisiva di Fondazione Telethon

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

ARai: sede di romanche quest’anno c’è un appello a cui tutti siamo chiamati: è quello per la partecipazione alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare di Fondazione Telethon. Le persone affette da una malattia genetica rara e le loro famiglie hanno infatti bisogno di persone “presenti”, che rispondano all’appello con donazioni e azioni. Per questo il titolo della campagna di quest’anno è “Presente” (#presente) e la Rai è stata tra i primi a rispondere: dall’11 al 18 dicembre si terrà infatti la ventisettesima edizione della maratona televisiva per sostenere e finanziare la ricerca sulle malattie genetiche rare.
Numerose le novità di quest’anno. Per la prima volta la Maratona inizierà con il “Telethon show”, solitamente previsto nel weekend di chiusura della settimana ad essa dedicata. Domenica 11 dicembre Rai Uno ospiterà una serata di spettacolo e solidarietà che darà il via alla Maratona settimanale. A rispondere “presente” per la conduzione del “Telethon show” Fabrizio Frizzi, che da molti anni affianca la Fondazione in questa straordinaria maratona, e con lui Mara Venier, un ritorno in Rai che in molti attendevano da tempo e che avviene proprio in un’occasione di grande intensità emotiva.
Tra i numerosi ospiti della serata le tuffatrici Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, protagoniste di un cortometraggio con Salvo, un bambino affetto dalla rara sindrome Kabuki, e alcuni rappresentanti dell’AS Roma, protagonisti di un corto con Niccolò, bambino affetto da emofilia e tifoso della Roma.Nel corso del “Telethon show” verranno inoltre proiettati il cortometraggio “Io Sono” realizzato da Rai Cinema per la regia di Mauro Mancini, che racconta come il giovane Antonio affronta ogni giorno l’atrofia muscolare spinale e un video di carattere divulgativo sulla beta talassemia, firmato dall’autrice di SuperQuark Barbara Gallavotti.
Protagonisti in studio saranno invece bambini affetti da malattie genetiche rare con le loro famiglie e i ricercatori che ogni giorno si impegnano per dare a queste persone una vita migliore. Tanti racconti che si alterneranno e contribuiranno, anche attraverso cortometraggi inediti, a informare e sensibilizzare il pubblico sulle malattie genetiche rare e sull’importanza di sostenere la ricerca scientifica.Altra novità di questa edizione un documentario dal titolo ““Telethon: un successo italiano” che andrà in onda sabato 10 dicembre su Rai Uno e racconterà la storia di uno dei pionieri della terapia genica, Luigi Naldini. Oggi direttore dell’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica di Milano, Naldini ebbe l’intuizione vincente da cui derivano le terapie geniche che si sono dimostrate più efficaci in questi ultimi anni.La maratona televisiva continuerà per tutta la settimana vedendo alla conduzione coppie televisive inedite come Giancarlo Magalli e Monica Leofreddi, Arianna Ciampoli con Fede & Tinto e Paolo Belli, Francesca Fialdini e Tiberio Timperi, Eleonora Daniele e Alberto Matano, Camila Raznovich con Fabrizio Frizzi, dal Social Studio Giulia Valentina e in esterna Angela Rafanelli che hanno deciso di scendere in campo a favore della ricerca scientifica in maniera nuova e curiosa. Così come hanno fatto Cristiana Capotondi, alla regia di un cortometraggio che ha come protagonista una ragazza con sindrome di Ehlers-Danlos, e Marco Giallini, che ha prestato la voce al video della campagna “Presente” di Fondazione Telethon. Infine, per chiudere la maratona televisiva, domenica 18 dicembre in prima serata su Rai Uno anche quest’anno a fianco di Telethon andrà in onda Affari Tuoi Speciale Telethon, condotto da Flavio Insinna. La band che accompagnerà la maratona tv sarà quella di Paolo Belli.Il capo progetto della maratona televisiva 2016 è Furio Andreotti, il consulente artistico è Giampiero Solari e il capo struttura Rai è Claudio Fasulo.Proprio per sensibilizzare quanti più cittadini sull’importanza della ricerca sulle malattie genetiche rare, anche la Testata Giornalistica Regionale (TGR) seguirà con i suoi Tg la maratona (ci saranno 2 collegamenti in diretta dallo studio il venerdì e il sabato con la TGR veneto e Puglia oltre il teaser nella settimana precedente con le incursioni di Frizzi, Ciampoli e Belli dalla TGR Lazio, Lombardia e Campania). Oltre al palinsesto televisivo, l’iniziativa vedrà impegnata Radio Rai, sia con degli speciali all’interno dei suoi programmi sia con l’esclusiva personalizzazione del segnale orario con un messaggio sulla maratona.Il tutto potrà essere seguito anche attraverso i social network. Per la prima volta lo studio televisivo della maratona ospiterà al suo interno un Social Studio dal quale la blogger Giulia Valentina seguirà live i contributi e i commenti degli utenti che potranno rispondere #presente all’appello di Fondazione Telethon.
Fino al 20 dicembre 2016 sarà attivo il numero solidale 45510. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, Postemobile, CoopVoce e Tiscali. Sarà di 5 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT, Convergenze e Clouditalia, di 5 e 10 euro per ogni chiamata fatta sempre al 45510 da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali e di 10 euro da rete fissa Vodafone. Inoltre sarà attivo dal 1° al 31 dicembre il Numero Verde CartaSi 800.11.33.77 per le donazioni con Carta di Credito.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giovanni Verga: documenti autografi all’asta da Christie’s

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

vergaParigi il prossimo 5 dicembre a Parigi presso la Christie’s e che aggiudicherà l’acquisto di un eccezionale tesoro di autografi recentemente tornato alla luce in Francia del grande scrittore Giovanni Verga, di cui già la stessa prestigiosa casa d’aste francese mise in vendita un altro lotto di lettere autografe poi acquistate nel 2008 dalla Regione Siciliana. Questa volta la Christie’s metterà in vendita al migliore offerente lo straordinario autografo della Cavalleria rusticana scritta da Verga in dodici quadri per il cinematografo e un’eccezionale raccolta di ben 300 lettere inedite indirizzate dal grande scrittore siciliano ai familiari, ai fratelli Pietro e Mario, alla mamma Caterina e al nipote Giovannino, riguardanti la genesi, il successo e le vicende giudiziarie della Cavalleria rusticana nella causa che ne derivò contro Pietro Mascagni per l’omonima opera lirica e l’editore Giulio Ricordi, ma anche l’intesa vita familiare del caposcuola del Verismo, i suoi problemi di salute e la gestione finanziaria dei terreni di proprietà, la propria “roba”, ma anche e soprattutto annotazioni sulla vita mondana culturale in Italia, a Firenze e Milano, ai sui suoi capolavori come Mastro Don Gesualdo e I Malavoglia e alle sue preferenze letterarie.Un patrimonio di grandissimo valore storico e letterario che sta suscitando l’interesse di alcuni tra le più importanti biblioteche internazionali e numerosi collezionisti privati, ma accorati appelli di numerosi intellettuali ed esponenti delle istituzioni italiane e siciliane al ministro Dario Franceschini e all’Assessore Carlo Vermiglio dei Beni Culturali siciliani, affinché questo eccezionale patrimonio autografo non vada disperso nel mondo o finisca nelle mani di qualche privato, ma “sia assolutamente acquistato dalla Regione Siciliana o dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – come ha dichiarato ieri il Sindaco di Catania Enzo Bianco – per la città di Catania”. Nel catalogo di Christie’s, i manoscritti sono divisi in tre lotti, due di carteggi e uno relativo all’ autografo della celeberrima novella Cavalleria rusticana. “L’impegno del Comune di Catania in questo momento verga1è massimo – ha proseguito il Sindaco Enzo Bianco – affinché le lettere e il manoscritto della Cavalleria rusticana di Giovanni Verga ritornino in Italia. Ho già fatto appello all’Assessore Carlo Vermiglio dei Beni Culturali della Regione Siciliana ed ho informato personalmente il Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini in occasione della sua recente visita a Catania, affinché si trovino i fondi per acquistare questi importantissimi documenti“. Con queste accorate parole il Sindaco di Catania Enzo Bianco manifesta il suo personale impegno per fare in modo che i preziosi manoscritti di Giovanni Verga vengano acquistati dalle istituzioni italiane. “Sarebbe una gravissima perdita se così non fosse.”Il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha dichiarato in merito alla notizia degli scritti di Verga all’asta.
Il primo lotto, messo all’asta per la cifra di 150.000,00 euro, è dunque l’originale autografo della Cavalleria rusticana di cui Giovanni Verga preparò la sceneggiatura “per il cinematografo”. Si tratta certamente di una scoperta di grande importanza per la storia della Letteratura e per il ruolo ricoperto da Giovanni Verga, senz’altro il primo tra i grandi scrittori di fine Ottocento ad aver compreso il linguaggio rivoluzionario del Cinema appena nato.
verga2Il secondo lotto comprende 78 lettere autografe (e 10 telegrammi), per un totale di 320 pagine autografe, messe all’asta per un valore di 90.000,00 euro, tutte scritte in italiano, indirizzate ai familiari e prevalentemente ai fratelli Pietro e Mario e al suo nipote Giovannino, riguardanti la genesi, il successo e le vicende della sua più celebre novella, la Cavalleria rusticana. Mai prima d’ora si era appreso nei particolari il punto di vista di Giovanni Verga nell’incredibile vicenda giudiziaria che coinvolse lo stesso scrittore contro Pietro Mascagni per l’omonima opera lirica tratta dal suo capolavoro letterario, pubblicato per la prima volta nel 1880.
Infine, il terzo lotto, costituito da 198 lettere (e 20 telegrammi), per un totale di 540 pagine, messo all’asta per la cifra di 120.000,00 euro, inviate da Giovanni Verga alla madre, ai suoi fratelli e al nipote, addirittura dal 1869 al 1921, un anno prima della sua morte. Una corrispondenza autografa di eccezionale ricchezza umana e letteraria, interamente inedita, in cui Verga commenta la vita mondana e letteraria di Firenze (1869) e di Milano (1872), ma che rivela come il grande scrittore sia stato sempre legato alla sua terra e alla sua Sicilia, ai suoi affetti e alle sue proprietà e gestioni economiche e familiari.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morti sospette. Ospedale Saronno: chiesta audizione urgente

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

regione lombardiaIl M5S Lombardia ha depositato oggi una richiesta d’audizione urgente sui fatti occorsi all’Ospedale di Saranno. M5S chiede di ascoltare “la Direzione Generale dell’assessorato Welfare di Regione Lombardia e la Direzione Generale della ASST della Valle Olona”, “per essere portati a conoscenza della situazione e dei controlli effettuati in questi anni dalle due DG sul suddetto Ospedale”.
Paola Macchi, consigliera regionale del M5S Lombardia, dichiara: “La situazione è molto grave e confusa, riteniamo indispensabile fare immediatamente questa audizione. Il passo successivo sarà quello di chiedere una commissione d’inchiesta sui controlli effettuati in questi anni e sullo svolgimento della Commissione istituita dalla direzione ospedaliera di Busto Arsizio nel 2013, proprio per indagare sull’operato di Cazzaniga dopo le denunce di alcuni infermieri, che non porto’ a nulla. In queste vicende deve essere evitato il rischio di gettare ulteriore discredito sui presidi ospedalieri e sulla professionalità di migliaia di persone che ci lavorano onestamente. E’ una questione di sicurezza per la vita stessa dei cittadini, e di dovere da parte dei dirigenti di approfondire opportunamente le denunce fatte dallo stesso personale sanitario; e’ chiaro che devono emergere tutte le responsabilità di chi non ha controllato a dovere e non ha preso provvedimenti per tempo”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’incanto del Presepe della Basilicata” a Palazzo Marino

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

presepe-palazzo-marinoMilano, 5 dicembre 2016 – 8 gennaio 2017L’APT Basilicata rinnova il suo impegno di promozione del territorio attraverso il Presepe del Maestro Francesco Artese. Grazie all’accordo con il Comune di Milano, l’opera sarà allestita nella prestigiosa sede di Palazzo Marino, nel cuore del capoluogo lombardo.«Il viaggio del presepe della Basilicata in Italia e nel mondo – afferma il Presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella – è un’esperienza che non ha eguali per la forza attrattiva che esercita e il fascino che emana a qualunque latitudine. La rappresentazione della nascita di Gesù ambientata nel cuore dei Sassi di Matera, Patrimonio dell’Umanità, rafforza la meraviglia di un paesaggio unico e offre ai visitatori l’incanto scenografico di una storia che rievoca tradizioni e simboli universali di fede e convivenza tra i popoli».Oltre 60 i personaggi sulla scena per rappresentare le storie della comunità lucana che si anima in prossimità della Grotta, tra case, chiese, vicoli e scale che riprendono magistralmente la Città dei Sassi.
«La Basilicata intera rivive nel Presepe di Francesco Artese, – commenta il Direttore dell’Apt Mariano Schiavone – nei volti e nei gesti delle donne, degli uomini e dei bambini che animano la scena che precede la grotta della Natività. Un momento di vita senza tempo, che sospende lo sguardo e il cuore tra realtà e immaginazione.
Non v’è dubbio che la storia divulgata con tale forza narrativa ed evocativa rappresenti il cardine del turismo culturale, viatico formidabile di conoscenza al quale la Basilicata si affida con convinzione da tempo, stringendo accordi di collaborazione con città e regioni, iniziative rafforzate in vista del 2019, anno in cui sarà Matera la Capitale europea della Cultura chiamata a rappresentare l’Italia intera».“L’incanto del presepe della Basilicata a Palazzo Marino” è soltanto la prima di una serie di iniziative, frutto della collaborazione tra la APT Basilicata, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e il Comune di Milano, che si realizzeranno nei mesi a venire nel solco del comune interesse per la valorizzazione della storia e della cultura del nostro Paese, come sancito nell’Accordo che sarà siglato in occasione dell’inaugurazione del Presepe che si terrà il 5 dicembre prossimo, in coincidenza con un altro importante evento culturale a Palazzo Marino: la presentazione della “Madonna” di Piero della Francesca. (presepe palazzo marino)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Garnell, Banca d’Italia autorizza la SGR

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

filippo-la-scalaGarnell – gruppo milanese attivo nella finanza d’impresa e nella consulenza a grandi investitori – ha ottenuto da Banca d’Italia il via libera a operare come Società di Gestione del Risparmio (SGR). La nuova società gestirà fondi di private equity focalizzati su investimenti nell’economia reale italiana, selezionati integrando l’analisi finanziaria e quella ambientale, sociale e di buon governo, con un accurato controllo del rischio. Tali strumenti, rivolti a investitori professionali, istituzionali e family office, si concentreranno sulle piccole e medie imprese attive nei settori di eccellenza del Made in Italy, al fine di supportarle nel processo di consolidamento, di crescita e di internazionalizzazione. Particolare attenzione sarà prestata ai settori dell’agroalimentare e delle energie rinnovabili, nei quali Garnell ha già sviluppato un significativo track record: nel primo, in qualità di advisor per importanti operatori dell’agroindustria, nel secondo, gestendo, dal 2009, tra gli altri, gli impianti fotovoltaici del fondo di investimento Clean Energy One, per il quale svolge il ruolo di advisor, project manager e conduttore delle centrali elettriche.
L’individuazione delle opportunità di investimento sarà realizzata anche attraverso accordi di collaborazione con imprese, organizzazioni e istituzioni del mondo scientifico e accademico – Università, Istituti di Ricerca, Think Tank, Associazioni di settore – con cui Garnell condivide valori e ideali. Obiettivo comune sarà quello di promuovere una concezione dell’impresa che tiene al centro l’uomo: il profitto dell’azienda deve integrare il bene della sua comunità di stakeholder – azionisti, lavoratori, clienti, fornitori – e i principi di sostenibilità economica, sociale, ambientale, in un’unione virtuosa che garantisca il successo nel medio-lungo periodo.
“Nell’attuale contesto di stagnazione e turbolenza dei mercati finanziari, gli investimenti nell’economia reale rappresentano la soluzione concreta alla necessità di sostenere lo sviluppo del Paese, remunerando al contempo i capitali dei risparmiatori e degli investitori istituzionali”, ha detto Filippo La Scala, AD di Garnell. “Assistiamo a una crisi di sistema che va avanti da anni e che ha messo in discussione i paradigmi dell’economia tradizionale. Operatori indipendenti come Garnell possono diventare interlocutori privilegiati di investitori industriali e finanziari per l’individuazione di opportunità strategiche in grado di creare un adeguato valore, di rilanciare il business e di portare benefici all’economia reale” ha concluso Filippo La Scala.
La filosofia di investimento del gruppo Garnell – fondato da Filippo La Scala – supera il classico approccio rischio-rendimento e persegue l’obiettivo di ottenere benefici anche non monetari dagli investimenti in termini di collateralità sul territorio e di impatto sociale e ambientale.Il Gruppo Garnell è nato nel 2004 dall’incontro di professionisti dal background multidisciplinare uniti da una visione comune e dall’obiettivo di individuare opportunità e soluzioni non convenzionali, allenando la capacità di uscire dagli schemi, di cambiare la rotta e di guidare le scelte, per sé e per gli altri, in contesti mutevoli e turbolenti, grazie allo sviluppo sistematico e costante di competenze.
Garnell E’ un gruppo indipendente nato nel 2004 che opera come consulente e investment manager al fianco di imprese, imprenditori e investitori istituzionali in operazioni di finanza straordinaria e nella gestione di investimenti in imprese non quotate. Dal 2007 è attivo nel settore dell’energy management e dal 2009 gestisce, tra gli altri, gli impianti fotovoltaici del fondo di investimento Clean Energy One, per il quale svolge il ruolo di advisor, project manager e conduttore delle centrali elettriche. (foto: filippo la scala)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oracle investe 1,4 miliardi di dollari per la formazione informatica in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

Oracle_headquartersLa Commissione Europea e Digital Europe hanno lanciato Digital Skills and Jobs Coalition, una partnership multi-stakeholder che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze informatiche e di programmazione a tutti i livelli nella forza lavoro europea. In relazione a questo progetto, Oracle ha annunciato un investimento triennale, per un totale di 1,4 miliardi di dollari fra contributi diretti e in beni, a supporto della formazione informatica negli stati membri dell’Unione Europea. Attualmente, circa mille istituti scolastici e Università europee collaborano con Oracle Academy, il principale programma filantropico dell’azienda in ambito educativo, che offre formazione informatica a quasi 3.100.000 studenti di 110 paesi del mondo. Nel quadro dell’impegno assunto oggi, ci si è posti l’obiettivo di formare in Europa mille nuovi istruttori di CS, Java e Database, e di offrire Oracle Academy agli studenti di altre mille scuole e università europee nei prossimi tre anni. “La competitività dell’Europa e la sua capacità di innovazione hanno bisogno di professionisti dotati di competenze digitali” ha dichiarato John Higgins, Direttore Generale di DIGITALEUROPE. “Negli ultimi dieci anni la domanda di lavoratori con competenze informatiche e di programmazione è cresciuta del 4% ogni anno. L’impegno di Oracle per portare l’informatica nelle classi dell’Unione Europea ci aiuterà a rendere più forte la nostra economia digitale”. “Per Oracle è fondamentale ispirare e coinvolgere studenti di ogni parte del mondo nella formazione informatica” ha commentato Alison Derbenwick Miller, Vice Presidente di Oracle Academy. “Nei mesi scorsi Oracle ha preso impegni significativi nelle iniziative della Casa Bianca
CS for All e Let Girls Learn. Quanto annunciamo oggi conferma il nostro impegno nel diffondere l’educazione digitale e favorire la diversity nel settore tecnologico”.In più, Oracle Academy promuoverà diversi programmi nei prossimi tre anni, fra cui:
· invitare i gruppi di lavoro impegnati a livello nazionale nella promozione dei digital skills a collaborare con Oracle Academy per offrire formazione informatica a insegnanti e studenti dei paesi dell’Unione Europea;
· offrire nuovi curriculum di istruzione superiore dedicati alle tecnologie emergenti;
· parificare l’intero curriculum di Oracle Academy al quadro europeo delle qualifiche (EQF – European Qualifications Framework).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patologie del pavimento pelvico

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

corpoSono oltre 4 milioni le donne che in Italia, soprattutto in Lombardia e Campania, che soffrono di patologie del pavimento pelvico, anche se molte hanno difficoltà a parlarne, soprattutto per questioni di pudore. Sono però problematiche che non devono essere sottovalutate e che necessitano di un approccio multidisciplinare per garantire la migliore cura alla paziente anche da un punto di vista psicologico, visto che spesso insorgono problemi legati alla perdita di autostima.
A confrontarsi sulle migliori esperienze gli esperti, medici ma non solo, che partecipano al 3° Corso Inter-Regionale SIUCP-Società Italiana Unitaria di Colonproctologia ospitato da Humanitas San Pio X e presieduto dal prof. Jacques Mégevand, responsabile della Chirurgia Generale dell’ospedale.
Le patologie del pavimento pelvico colpiscono prevalentemente le donne subito dopo la gravidanza o tardivamente, con diversi sintomi quali ritenzione urinaria, incontinenza, prolasso di vescica, utero e retto in varia combinazione, e alterazioni della defecazione come stipsi e incontinenza fecale, dolore pelvico.
“E’ chiara l’esigenza di definire un approccio integrato e multidisciplinare a queste patologie che hanno un impatto severo sulla donna e sulla sua socialità – spiega il dott. Leonardo Lenisa, coloproctologo di Humanitas San Pio X e direttore scientifico del convegno. – La multidisciplinarietà è necessaria per perfezionare sia la comprensione dei processi alla base delle patologie, sia l’iter diagnostico e la soluzione terapeutica definitiva. Se infatti, come dimostrato in letteratura sul trattamento del prolasso del retto, per esempio, esistono molti trattamenti ma ancora nessuno ha dimostrato un’efficacia superiore rispetto agli altri, significa che la complessità della patologia richiede un trattamento “su misura” che non sempre dipende dal solo organo colpito”.
“Grazie alle nuove tecnologie chirurgiche mininvasive e robotiche, la chirurgia colorettale è diventata più efficace. L’Italia è tra i Paesi europei con il maggior numero di attrezzature per la chirurgia robotica che non sempre vengono usate alla massima potenzialità – sottolinea il prof. Marco Montorsi, rettore di Humanitas University e presidente SIC-Società Italiana di Chirurgia. – Fondamentale è la formazione dei chirurghi all’uso delle nuove tecnologie, oltre all’identificazione dei criteria per l’accreditamento delle strutture e la verifica della qualità della prestazione per queste patologie”.
Oltre alla chirurgia robotica e ricostruttiva, le altre novità di intervento – di cui esperto in Humanitas San Pio X è il dott. Ezio Ganio, sono:
· la neuromodulazione sacrale, che, grazie all’utilizzo di elettrodi collegati ad un pacemaker sottocutaneo minimamente invasivo, permette un buon recupero della funzionalità agendo sulla coordinazione delle stimolazioni nervose tra colon, retto e ano
· i bulking agents, ovvero sostanze che iniettate nella sottomucosa dell’ano – come il silicone nelle labbra – migliorano la chiusura del canale anale e possono risolvere problemi di incontinenza minore.
“Le disfunzioni del pavimento pelvico sono spesso correlate alla gravidanza e al parto, momento traumatico per la pelvi della donna. Le fasce muscolari e nervose vengono sottoposte ad un intenso “stress” che, nel breve o lungo termine, può portare ai disturbi tipici delle patologie del pavimento pelvico” spiega il dott. Alessandro Bulfoni, responsabile della Ginecologia e Ostetricia e moderatore al convegno. Al Punto Nascita di Humanitas San Pio X, la prevenzione e la riabilitazione delle patologie del pavimento pelvico si effettua con appositi corsi prima e dopo il parto grazie ad ostetriche specializzate e ad un’èquipe multidisciplinare dedicata composta da medici ginecologi, urologi e chirurghi in grado di effettuare eventuali correzioni chirurgiche con tecniche mini invasive.Oltre 1000 esperti pronti al trattamento multidisciplinare delle disfunzioni del pavimento pelvico“A conferma dell’importanza della multidisciplinarietà nelle patologie del pavimento pelvico, i corsi SIUCP organizzati in Campania e Lombardia, le regioni italiane in cui si effettuano il maggior numero di interventi di colo-proctologia, hanno visto la partecipazione di oltre 1000 medici in prevalenza esperti di colo-proctologica, ginecologia, urologi, radiologi, terapisti del dolore, neurofisiologi, gastroenterologi e fisiatri che percepiscono come esigenza crescente il confronto interdisciplinare delle conoscenze e la condivisione delle tecniche e delle strategie chirurgiche – spiega il dott. Adolfo Renzi, presidente SIUCP”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Chivasso in Musica 2016-17”

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

coro-voci-biancheChivasso sabato 10 dicembre alle 21 nel Duomo, con il coro “Artemusica”, fondato nel 2002 a Valperga e diretto da Debora Bria. Il complesso corale è accompagnato al pianoforte da Carlo Beltramo ed è costituito da voci bianche e giovanili. Con il marchio discografico Elegia il coro Artemusica ha inciso nel 2013 un compact disc in occasione del centenario della nascita di Benjamin Britten (1913-1976), che annovera tra gli altri brani “A Ceremony of Carols”, e, di John Rutter (1945), “Personent Hodie”.Il programma del concerto a Chivasso è squisitamente natalizio, prevedendo un’apertura nel nome di Arvo Pärt, con tre composizioni: “Vater unser” (Padre nostro), “Christmas Lullaby” (Ninna nanna di Natale) e “Wiegenlied” n. 1 (Ninna nanna). A seguire saranno eseguiti due mottetti in latino di Felix Mendelssohn-Bartoldy (“Veni Domine” e “Laudate pueri”), un brano di Gabriel Faurè (“Maria Mater Gratiae”), uno Joseph Gabriel Rheinberger (“Puer natus in Bethlehem”) e la “Messe Brève” di Leo Delibes. La seconda parte della serata inizierà proprio con “A Ceremony of Carols” di Benjamin Britten, per proseguire con il più tradizionale “Stille nacht” e concludersi nel segno di John Rutter (“Star Carol” e “Personent Hodie”) e Leroy Anderson (“A Christmas festival”). L’ingresso al concerto è come di consueto a offerta libera.A conclusione del concerto, in piazza della Repubblica, la Confraternita Enogastronomica del Sambajôn e dij Nôaset, guidata dal Gran Maestro Roberto Cantamutto, distribuirà, gratuitamente il celebre zabaglione caldo con i Nocciolini di Chivasso, preparato dal mastro pasticcere Marino Fontana. Per saperne di più: http://www.chivassoinmusica.it (foto: coro voci bianche)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del saggio “Ambiente clima e salute” di Alberto Bellini

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

Parma ateneoParma Mercoledì 7 dicembre, alle ore 15, al Centro Congressi Sant’Elisabetta (Parco Area delle Scienze 95 – Campus Universitario), si terrà la presentazione del saggio “Ambiente clima e salute. La sfida delle città negli anni Dieci” di Alberto Bellini, docente all’Università di Bologna.Ne discutono con l’autore il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, Giovanni Franceschini, Pro Rettore vicario dell’Ateneo e Monica Cocconi, docente del Dipartimento di Ingegneria Industriale. Interviene inoltre Marco Boschini, Coordinatore dell’Associazione Comuni Virtuosi. L’evento è organizzato dal Dipartimento di Ingegneria Industriale, dal Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente – CIDEA, dal Centro Interdipartimentale di Bioetica e dal Gruppo Sostenibilità di Ateneo dell’Università di Parma.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »