Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 97

Nuova Europa del diritto

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2016

corte di giustizia europeaBruxelles, in arrivo 5 milioni di ricorsi per i diritti negati ai lavoratori: al via rete legali Cisal sulla gestione del contenzioso transnazionale. Nel corso del Congresso Cesi, arriva il via libera, all’unanimità, della mozione sulla creazione di un pool di avvocati che opereranno in simbiosi per le 42 organizzazioni sindacali europee aderenti per la tutela dei lavoratori: d’ora in poi, i legali delle organizzazioni sindacali aderenti si supporteranno sulle iniziative giudiziarie intraprese nei 28 Stati membri e concerteranno difese comuni in Corte di Giustizia europea e presso la Corte europea dei diritti dell’uomo.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): è un giorno importante per costruire una nuova Europa del diritto. L’obiettivo è avvicinare le legislazioni nazionali alla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e alle direttive UE. Il metodo Anief dopo la vittoria sul precariato scolastico sbarca in Europa. Siamo pronti a costruire un’Europa dei diritti. In Italia siamo già pronti per chiedere il risarcimento e gli scatti per gli anni di precariato svolto ma che l’amministrazione scolastica si ostina a non voler considerare ai fini della carriera.Il Congresso Cesi approva all’unanimità la mozione presentata da Cisal sulla creazione di una rete di legali per la gestione del contenzioso transnazionale, per la tutela dei diritti negati ai lavoratori europei: in pratica, si costituisce una rete di legali, che opereranno in simbiosi per le 42 organizzazioni sindacali europee aderenti. L’obiettivo che si sono posti i segretari responsabili delle sigle UE è l’avvio, nel prossimo quadriennio, di un alto numero di ricorsi: si stima che saranno circa 5 milioni i lavoratori che potranno aderire. I legali delle organizzazioni sindacali aderenti si supporteranno sulle iniziative giudiziarie intraprese nei 28 Stati membri e concerteranno difese comuni in Corte di Giustizia europea e presso la Corte europea dei diritti dell’uomo: di fatto, la Cesi sosterrà la creazione di un servizio legale che svolgerà un’opera di coordinamento delle iniziative legali, a tutela degli iscritti dei sindacati nazionali, per una maggiore tutela dell’uguaglianza di genere e un intervento deciso in tema di orientamento della giustizia.A presentare la mozione è stato Marcello Pacifico, segretario confederale Cisal e presidente Anief: “È un giorno importante per costruire una nuova Europa del diritto – ha detto il sindacalista -: lo faremo avvicinando le legislazioni nazionali alla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e alle direttive UE. Il metodo Anief, dopo la vittoria sul precariato scolastico, sbarca in Europa. Siamo pronti a costruire un’Europa dei diritti. In Italia siamo già pronti per chiedere il risarcimento e gli scatti per gli anni di precariato svolto ma che l’amministrazione scolastica si ostina a non voler considerare ai fini della carriera”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: