Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 7 dicembre 2016

I guai italiani sono i “capricci” di Matteo Renzi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

palazzo-chigi1“Troviamo aberrante che l’Italia sia per l’ennesima volta appesa alla direzione del Pd, a sua volta incartata intorno ai capricci di Matteo Renzi. La cosa più normale e in sintonia con gli interessi dell’Italia sarebbe fare una legge elettorale in tempi rapidissimi, anche la sola correzione delle parti incostituzionali dell’Italicum, e l’adeguamento di quella per il Senato, che attualmente sarebbe ingovernabile. Ma il premier capriccioso, dopo pochi minuti di umiltà manifestati domenica notte con le dimissioni scenografiche a fianco della moglie Agnese, ha deciso che non sarebbe la maggioranza a dover coordinate per poche settimane questo facile lavoro. Come se il PD, Alfano e Verdini non avessero brigato insieme per tre interminabili anni e non potessero ora provvedere a razionalizzare le regole con cui condurre gli italiani al voto. Non stavano insieme solo per fare le riforme? E la legge elettorale non è una riforma? La verità è che Renzi sta giocando allo sfascio, vuole farla pagare agli italiani che lo hanno bocciato sonoramente, una ripicca utile a rimanere protagonista e ricattare tutti. È tornato in 12 ore il bulletto toscano pieno di vanagloria e arroganza, nonostante siano state proprio queste caratteristiche a renderlo odioso e a fargli registrare la debacle del 4 dicembre. E così oggi saremo tutti obbligati a partecipare allo psicodramma interno al PD, dal Quirinale, alle Camere, ai cittadini, tutti sintonizzati sul Nazareno per capire se passerà la crisi isterica dell’ex rottamatore. Vorrebbe elezioni subito, con una nazione ingovernabile il giorno dopo, per portare all’incasso parte del 40% dei voti totalizzati dal Sì. Una nazione alla deriva a causa sua, non ne ha azzeccata una, e ora riporta il Pd, dopo anni di lenta trasformazione, a essere il vero erede del Partito totalitario del ‘900. Ciò che conta è al Nazzareno, nella pancia del ‘partito-stato’, come in URSS e in Cina, le speranze di un popolo allo strenuo valgono meno di un sonaglino”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale alla Camera dei deputati Fabio Rampelli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Iniziative di carattere formativo per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

firma-protocolloL’Università degli Studi Roma Tre e la Società Dante Alighieri e hanno firmato un protocollo d’intesa per lo svolgimento congiunto di attività di ricerca tecnico-scientifiche e iniziative di carattere formativo per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.Con la firma dell’accordo, il rettore di Roma Tre, Mario Panizza, e il presidente della Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi, hanno stabilito gli ambiti di azione primari che prevedono una collaborazione finalizzata alla promozione e diffusione della conoscenza della lingua italiana nel mondo, la realizzazione di programmi per l’apprendimento a distanza della lingua italiana, la formulazione di materiali didattici e di supporti all’insegnamento dell’italiano e la realizzazione di attività scientifiche e culturali.«La firma della convenzione quadro con la Società Dante Alighieri rientra tra le attività del nostro ateneo che mirano a promuovere la conoscenza e la diffusione della lingua e cultura italiana del mondo», ha commentato il rettore Mario Panizza dopo la firma. «Roma Tre, come soggetto certificatore di qualità della conoscenza della lingua italiana, sta elaborando una serie di azioni da svolgere all’estero insieme agli altri soggetti certificatori: Società Dante Alighieri, Università per stranieri di Perugia e di Siena e consorzio Cliq. Inizieremo proprio dall’integrazione delle forme di didattica a distanza elaborate dal nostro ateneo nelle modalità d’insegnamento della lingua italiana praticate dai Comitati della Dante Alighieri nel mondo».Grazie a un progetto di cooperazione promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con l’Istituto Italo-Latino Americano, l’Università Roma Tre sta già lavorando alla creazione una Cattedra telematica di lingua e cultura Italiana presso la Facultad de Lenguas Extranjeras della Universidad de La Habana, progetto che, grazie alla convenzione, potrà avvalersi della sede cubana della Dante Alighieri.A conclusione dell’incontro il presidente Andrea Riccardi ha dichiarato: «Grazie alla firma di questo protocollo rinsalderemo quella sinergia che è già presente all’interno della CLIQ della quale sia la Dante sia Roma Tre sono membri; in tema di insegnamento della lingua italiana puntiamo entrambi all’eccellenza, consapevoli che solo nella qualità essa potrà fare da volano per lo sviluppo della cultura e della presenza del nostro Paese all’estero». (foto: firma protocollo)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Matteo Renzi, un uomo politico che dice una cosa e fa, regolarmente e scientificamente, l’esatto contrario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

gianoIn questi oltre mille giorni abbiamo imparato a conoscere la sua non morale, la sua non etica, la sua insopportabile arroganza, il suo imbroglio permanente, il suo prendere in giro gli italiani e il Paese intero”. Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“La schiforma per antonomasia, quella della Costituzione, è stata spazzata via e rigettata con forza da un voto popolare con pochi precedenti nella storia repubblicana. Circa il settanta per cento del corpo elettorale si è recato alle urne per dirgli, con quasi il 60% dei voti, con decisione e determinazione No. E Renzi che fa? La solita ammuina, annuncia le dimissioni immediate, poi se le fa congelare dal Colle e infine, a quanto si apprende da ambienti parlamentari, starebbe tramando per avere un reincarico dal capo dello Stato e ripartire con un Renzi bis come se nulla fosse accaduto. Una roba incredibile, inaccettabile, un comportamento anti democratico e contro il volere del popolo sovrano. Vi proponiamo una breve raccolta di alcune dichiarazioni rilasciate dal premier dimissionario negli ultimi dodici mesi. 29 dicembre 2015 (Conferenza stampa di fine anno): ‘E’ del tutto evidente che se perdo il referendum costituzionale considero fallita la mia esperienza in politica’. 4 maggio 2016 (Rtl 102.5): ‘E’ evidente che se si perde il referendum io vado a casa, non posso essere come i vecchi politici di una volta che si mettono la colla alla poltrona’. 11 maggio 2016 (Radio Capital): ‘Se non passa il referendum la mia carriera politica finisce. Vado a fare altro’. 12 maggio 2016 (Porta a Porta): ‘Se perdo il referendum mi dimetto il giorno dopo e torno a fare il libero cittadino’. 22 maggio 2016 (Intervista al Messaggero): ‘Io non sono come gli altri. Io se perdo vado a casa perché non resto se gli italiani bocciano la riforma più importante del mio mandato’. 1 giugno 2016 (Virus): ‘Io voglio vincere il referendum. Se lo perdo troveranno un altro premier e un altro segretario’. 5 dicembre 2016 (Conferenza stampa dopo la vittoria del No al referendum) ‘Ho perso e a saltare è la mia poltrona. L’esperienza del governo è finita e nel pomeriggio salgo al Colle per dimettermi. Volevo tagliare le poltrone della politica e alla fine è saltata la mia’.Cosa farà adesso Renzi? Lo scopriremo nelle prossime ore, certamente nulla di quanto affermato fino all’altro ieri”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge di Bilancio: referendaria fino all’ultimo respiro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

aula senatoOggi il Senato ha espresso in fretta e furia il voto di fiducia sulla Legge di Bilancio 2017. Il 15 novembre, nel presentare la sua contromanovra, Sbilanciamoci! aveva evidenziato la natura strumentale di molte misure contenute in una delle leggi più importanti previste dal nostro ordinamento. La Legge di Bilancio dovrebbe programmare l’allocazione delle risorse pubbliche su base triennale al fine di garantire il buon andamento dei conti pubblici, il sostegno allo sviluppo economico e al rilancio dell’occupazione, il funzionamento dei servizi sociali fondamentali (sanità, scuola, università, protezione sociale), l’equità del sistema fiscale, la tutela dell’ambiente e del territorio, la riduzione della spesa pubblica inutile e dannosa a vantaggio del miglioramento del benessere dei cittadini. Non è stato il caso della Legge di Bilancio 2017, piegata all’intento del Governo di conquistare il consenso dell’opinione pubblica al sì referendario. Fortunatamente gli elettori del 4 dicembre non si sono fatti ingannare e hanno rispedito al mittente la riforma costituzionale. Resta un fatto un gravissimo: la crisi istituzionale che deriva dai risultati del referendum sfocia nella richiesta di un (ennesimo) voto di fiducia che priva materialmente il Senato della sua prerogativa: effettuare un controllo democratico effettivo delle misure contenute nella Legge di Bilancio 2017, controllo che già nell’accidentato e frettoloso iter seguito alla Camera era stato fortemente compromesso. E’ il modo peggiore per chiudere la parabola del Governo Renzi. Difficile prevedere cosa ci riserverà il futuro. Ciò che è certo è che le 47 organizzazioni della campagna Sbilanciamoci! continueranno a lavorare per chiedere un cambiamento netto delle politiche pubbliche adottate sino ad oggi nella direzione di una redistribuzione più equadella ricchezza, del rilancio di un’economia sostenibile, della garanzia dei diritti dei lavoratori, del rafforzamento del sistema di protezione sociale, della rinuncia alla corsa agli armamenti. Senza questo cambiamento, la distanza tra istituzioni e società continuerà ad allargarsi pericolosamente con esiti incerti e dannosi per i cittadini che saranno imputabili solo a chi ha governato il nostro paese negli ultimi anni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella launches a new parking fund – Catella Parken Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

catellaMunich-based investment manager Catella Real Estate expands its investment portfolio with the asset class of parking by launching a new open-ended real estate special AIF, Catella Parken Europa. The fund has an equity target of EUR 200 million and will invest in parking garages in selected target markets across Europe.The Catella Parken Europa fund aims to attain an equity target of EUR 200 million and will invest at least 70% in the core countries of Central Europe. In addition, up to 30% of the portfolio will be invested in other European countries, such as Portugal, the Czech Republic and Poland. The fund is designed exclusively for institutional and semi-professional investors, who will be able to participate from EUR 5 million and upward.“Parking as an asset class is still often underestimated, although car parks have a higher average initial rate of return than office or retail properties. The targeted size of the individual properties we are aiming for in the fund is EUR 5 million or higher,” says Henrik Fillibeck, Managing Director of Catella Real Estate.The properties are being selected by Catella’s Dutch partner Orange Investment Managers, which focuses on the acquisition and asset management of parking garages in Europe. The company is headed by two partners with a combined 25 years of experience in the parking investment business, and who have acquired parking garages across Europe worth more than EUR 800 million.“Parking has matured into an established investment alternative in recent years. Throughout Europe, there are around 48,000 parking garages in 28 EU member states. The market is expected to grow further in years to come because car sharing, electric cars and highly automated driving will increase demand for paid-for parking space. Parking space increasingly comes at a premium, especially in city centres, at airports and around hospitals, while parking charges are rising significantly faster than inflation. In addition, long leases mean that parking garages enjoy low levels of volatility and stable income,” says Thomas Beyerle, Head of Group Research at Catella.“The Catella Parken Europa fund will further contribute to significantly strengthening our market position as a niche provider of open-ended investment funds. Together with our experienced partner, we want to build a broadly diversified portfolio of lucrative parking garages all over Europe for our investors, with a balanced risk-reward profile,” says Henrik Fillibeck.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kuwait Al-Sumait Prize For African Development To Continue With Nomination Process Opening For 2017 Education Award

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

teacher-readingKuwait City, Kuwait, December 6, 2016 – Kuwait’s Al-Sumait Prize for African Development said today it will open its 2017 award for education for nominations during December 2016. Al-Sumait’s education prize will be awarded to individuals or organizations delivering pioneering contributions in the field of education in Africa, encompassing both basic and applied educational systems as well as projects aimed at building a faculty of teachers and qualified trainers in applied and social fields and crafts.Dr Shin-Eldin“The Al-Sumait Prize for African Development is designed to help advance economic and social development, human resources development and infrastructure on the African continent,” said Dr. Adnan Shihab-Eldin, Director General of the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS), which administers the prestigious prize.Dr. Shihan-Eldin added that the education award, which is worth one million US dollars, will build on the success of the recently awarded Al-Sumait 2015 health and 2016 food security awards in creating a legacy of solid transformation in the lives of countless underprivileged individuals and societies.The recipients of Kuwait’s Al-Sumait Prize for African Development awards for the Health and Food Security categories received their awards at a special ceremony during the Fourth Africa-Arab Summit in Equatorial Guinea’s capital Malabo on November 22, 2016.
shihan-eldinHis Highness Sheikh Sabah Al-Ahmad Al-Jaber Al- Sabah the Amir of Kuwait presented the 2015 Al-Sumait Health category award to Professor Kevin Marsh of the University of Oxford and African Academy of Sciences, Kenya, for his sustained efforts to control and eradicate malaria, which affects the health of tens of millions of African children.The 2016 Al-Sumait Food Security category award were handed over to representatives of the two winners, the Sweet Potato-for-Nutrition-Team at the International Potato Centre (CIP), Lima, Peru and the International Institute of Tropical Agriculture (IITA), Ibadan, Nigeria.
“The winners of Al-Sumait’s health and food security awards set a high benchmark thanks to their unwavering commitment, ground-breaking applied research and field work to tackle and overcome the scourges of two major impediments to development in Africa, malaria and under-nourishment. Now it will shortly be the turn of educationalists to put forward their frontline approaches to furthering knowledge in Africa,” said Dr. Shihab-Eldin.
Kuwait’s Al-Sumait Prizes are a set of annual awards designed to honor significant advances in the fields of food security, health and education in Africa. Administered by the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) and a Board of Trustees, the awards celebrate the work and accomplishments of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti physician who spent his lifetime helping the poor in Africa in the field of health and education. The objective of the prizes is to recognize best studies, scientific projects, applied research, and innovative initiatives that have a significant impact and lasting influence on advancing progress to economic and social development in Africa. http://www.alsumaitprize.org (photo: teacher reading, Shihan-Eldin)

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Clampdown on terrorism – new counter-terrorism law backed by civil liberties MEPs

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

european parliamentForeign fighters as well as “lone wolves” training and preparing terrorist attacks on European soil will be criminalised under new EU-rules to fight terrorism backed on Monday. Civil Liberties Committee MEPs voted by 37 to 4, with 7 abstentions, to back an informal deal on the draft law, struck by Parliament, the Council and Commission on 17 November. For a preparatory act to be criminalised, it must have been carried out intentionally or knowingly, the text says. Parliament’s negotiators inserted a clause stressing that fundamental rights and freedoms must be respected. The deal still needs to be endorsed by Parliament as a whole and EU ministers.
Parliament’s lead MEP Monika Hohlmeier (EPP, DE) said “There is no freedom without security. Travelling abroad for terrorist purposes, training or being trained for them, inciting terrorism or financing terrorist activities will be made a crime in all EU member states. This is a very comprehensive framework which implements UN and Financial Action Task Force Directives in the fight against terror.”
The following acts, among others, are to be made criminal offences throughout the EU:
· travelling abroad to join a terrorist group or for training for terrorism, such as foreign fighters travelling to Syria or other conflict zones, or returning to the EU if that the person might constitute a threat,
· recruitment for terrorism,
· providing or receiving training for making explosives or weapons or noxious or hazardous substances. This provision would also apply to “lone wolves” studying to carry out an attack on their own,
· public incitement to commit terrorism or advocating terrorism, either directly or indirectly through the glorification of such acts, that intentionally caused danger of new offences. (Member states would be required to ensure the prompt removal of online content that constitute public provocation to commit terrorism or, if not possible, block such content while ensuring judicial redress and compliance with the Charter of Fundamental Rights), and
· providing funds to commit or contribute to terrorism (member states would also be required to take measures to freeze or seize such funds).
Parliament’s negotiators ensured that, for the first time, member states will be obliged to exchange relevant information in relation to criminal proceedings on terrorist offences as soon as possible if the information could be used to prevent future attacks or assist other ongoing investigations or proceedings.
Helping victims of terrorism
Member states would have to put in place emergency response systems in the event of an attack to ensure immediate help is given to victims and their families, for example through national websites and emergency support centres.
Help should include medical treatment, emotional and psychological support, as well as counselling on legal or financial matters, including compensation claims. Victims caught in a terrorist attack while visiting another EU country should get help to return home.
Next stepsThe agreement is expected to be voted in Plenary in February 2017. Member states will have 18 months to ensure that its provisions can be applied. The UK and Ireland will not be bound by the directive, but may notify the EU Commission of their intention to opt-in, if they so wish. Denmark will not be covered by the directive.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Julien’s Auctions Ends 2016 With Another Guinness Book of World Records Entry

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

dressLos Angeles, California – Julien’s Auctions, the world-record breaking auction house to the stars is now in the Guinness Book of World Records for the second time, having sold the most expensive dress ever to be auctioned. The Marilyn Monroe “Happy Birthday Mr. President” dress worn by Monroe on Saturday, May 19, 1962, at a Democratic fundraiser and early 45th birthday celebration for President John F. Kennedy at Madison Square Garden, was sold by Julien’s Auctions on November 17th, 2016 in Los Angeles for $4.81 million. The dress was sold to Ripley’s Believe it or Not and surpassed all other records for a dress sold at auction. Julien’s Auctions is also in the Guinness Book of World Records for selling Michael Jackson’s white glove for $420,000 in 2009, making it the most expensive glove ever sold at auction.Under a bright spotlight, the legendary Marilyn Monroe walked on stage and peeled away her white ermine fur coat, revealing a skintight, sheer flesh-colored dress that sparkled with over 2,500 handstitched crystals. The custom Jean Louis creation was so tight fitting that Marilyn wore nothing underneath and had to be sewn into it at the last minute. When Marilyn appeared and the dress was finally revealed, the entire audience gasped.“Wow, what an honor and such exciting news,” said Darren Julien, President & CEO of Julien’s Auctions. “We never imagined we would be in the Guinness Book of World Records again and I must say it is pretty amazing. We owe a great deal of gratitude to the many people who have trusted us throughout the years with their personal and career items. Can’t wait to do it all over again in 2017.”
The Guinness Book of World Records announcement is one of many accolades Julien’s Auctions has received recently as the auction house continues to break world records. World records were set when Julien’s Auctions sold John Lennon’s original 1962 J-160E Gibson guitar for $2.41 million; The Beatles drum skin from their famous appearance on The Ed Sullivan Show in 1964 which sold for $2.12 million; Ringo Starr’s 1963 Ludwig Oyster Black Pearl three piece drum kit which sold for $2.2 million; Michael Jackson’s “Thriller” jacket which sold for $1.8 million; Ringo Starr’s personal copy of The White Album pressed with #000001 which sold for $790,000; Michael Jackson’s white glove which sold for $420,000 (also in the Guinness Book of World Records); and Marilyn Monroe’s grave marker which sold for $212,400.
“Marilyn Monroe’s dress was one of the most exciting moments in our auction house’s history. I am thrilled that this was the dress that broke all records and now has a place in the Guinness Book of World Records,” said Martin Nolan, Executive Director of Julien’s Auctions. “I am so very proud to be able to have our name in the record books alongside such an enduring and timeless beauty as Marilyn.”
Julien’s Auctions is the world-record breaking Auction House to the Stars. Collaborating with the famous and the exclusive, Julien’s Auctions produces high profile auctions from the world of entertainment, Rock n’ Roll, sports and art. Founded by Darren Julien, Julien’s Auctions has achieved international recognition for its extraordinary auction events which attract thousands of collectors, investors, fans and enthusiasts from around the world. Julien’s Auctions specializes in auctioning iconic artifacts and notable collections from the world’s most recognizable stars including Marilyn Monroe, John Lennon, Ringo Starr, Jane Fonda, Lady Gaga, Banksy, Cher, Michael Jackson, U2, Barbra Streisand, Larry Hagman, Les Paul, Bob Hope, Elvis Presley, Frank Sinatra, Jimi Hendrix and many more. In 2016, Julien’s Auctions achieved placement in the Guinness Book of World Records for the sale of the world’s most expensive dress, Marilyn Monroe’s “Happy Birthday Mr. President” dress which sold for $4.81 million. Each auction is beautifully documented in a collectible high gloss auction catalog uniquely capturing the story of the collection and photographs of each treasure. Based in Los Angeles, Julien’s Auctions has an international presence and is featured widely in the press both domestically and internationally while bringing their exhibitions and auctions to destinations worldwide including London, New York, Las Vegas, Japan and China. Live auctions are presented for bidders on-site and online via live streaming video, by phone and by text. Darren Julien, Founder & CEO, and Martin Nolan, Executive Director, head up the organization and together have led the renowned auction house to world record breaking auction results. For more information, please visit http://www.juliensauctions.com. (photo: dress)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migrations et réfugiés: vers des politiques stratégiques européennes/Towards strategic migration and refugee policies in Europe

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

refugiesLe nombre record de réfugiés arrivant en Europe en 2015 a fait pression sur les responsables politiques pour qu’ils conçoivent des politiques efficaces afin de relever le défi des réfugiés et de répondre aux préccupations des citoyens. La crise a exacerbé les divisions et les tensions au sein et entre les États membres de l’UE et révélé à quel point l’UE n’était pas préparée à faire face à un tel afflux. Toutefois, les crises peuvent être constructives si elles créent les conditions permettant des réformes essentielles. L’Europe étant désormais un peu moins dans l’urgence pour la gestion des flux de réfugiés, il ne faut pas laisser passer cette opportunité et se concentrer sur le développement d’une stratégie. Il convient aussi de saisir l’opportunité d’un dialogue autour des valeurs, de l’identité et d’une vision européenne permettant de construire une base commune pour l’avenir.
L’Institut Jacques Delors participe au projet pan-européen “Vision Europe”, un projet collaboratif regroupant des think tanks et des fondations qui cherche à répondre aux principaux défis de politiques publiques en Europe. À travers des recherches, des publications et un sommet annuel, le projet vise à devenir un forum de débats et une source de recommendations pour améliorer la prise de décision fondée sur des données probantes, tant au niveau national qu’au niveau européen, et à encourager une meilleure intégration européenne. En 2015, les travaux ont porté sur l’avenir de l’État-providence ; pour l’année 2016, le consortium s’engage à produire des recommendations innovantes utiles à la définition de solutions européennes communes à la crise des réfugiés.
The record numbers of refugees arriving in Europe in 2015 has put pressure on policymakers to devise effective policies that address both the plight of refugees and the concerns of EU citizens. The crisis has exacerbated divisions and tensions within and between EU member states and revealed how unprepared the EU was to deal with such an influx.Crises, however, can be constructive, if they create the conditions for essential reforms. As Europe now has some breathing space in managing the refugee flows, there is an opportunity to focus on strategy development, which cannot be missed. There is also an opportunity for dialogue around European values, identity and vision that can help build common ground for the future.The Jacques Delors Institute takes part to the Vision Europe project, a consortium of think tanks and foundations collaborating to address some of the most pressing public policy challenges facing Europe. Through research, publications and an annual summit, we aim to be a forum for debate and a source of recommendations to improve evidence-based policy-making at both a national and EU level and to foster as appropriate European integration. In 2015 we commonly worked on “The Future of the Welfare State”; in 2016, the Vision Europe initiative developed innovative policy recommendations on how to improve the response to the crisis of migrants and refugees in Europe. (photo: réfugiés)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oggi si apre a Roma: Più libri più liberi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

fiera librosalone del libroRoma Più libri più liberi è in programma dal 7 all’11 dicembre al Palazzo dei Congressi dell’Eur. L’editoria italiana si impone sempre più all’estero. La seconda edizione dell’Osservatorio sulla vendita e sull’acquisto di diritti, realizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e ICE Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese, rileva quanto l’export dei diritti italiani si stia imponendo in Paesi che non sono solo i nostri tradizionali mercati di sbocco. Nell’incontro Vendere e comprare diritti. Quando le fiere cambiano la geografia – In collaborazione con ICE Agenzia, in programma venerdì 9 dicembre alle 11 nell’ALDUS ROOM del Centro dei Congressi EUR interverranno per commentare i dati dell’indagine Ferdinando Fiore (ICE Agenzia), Giovanni Peresson (Ufficio studi Aie) e Luigi Campitelli (Responsabile dell’Area internazionalizzazione di Lazio Innova).L’editoria italiana che guarda all’estero è interessata anche al versante dalle traduzioni. Nei prossimi mesi sarà presentato un nuovo bando europeo per incentivare i programmi pluriennali per le traduzioni. Tutti i dettagli per partecipare saranno illustrati nell’incontro – organizzato in collaborazione con Aldus, la rete europea delle Fiere del Libro coordinata da AIE e co-finanziata dalla Commissione Europea – Ci sono 400 mila euro per voi. Il nuovo bando europeo in favore delle traduzioni. Ne parleranno venerdì 9 dicembre alle 12 nell’Aldus Room Piero Fratini (Coordinatore Programma Europa Creativa – Supporto Editoria) e Piero Attanasio (Coordinatore delle relazioni internazionali di AIE). Il terzo incontro della giornata si concentra su un settore dell’editoria finora caratterizzato dal segno più: i libri per bambini. Il mercato del libro per ragazzi. I bambini non finiscono mai in programma il 9 dicembre alle 14 nell’Aldus Room sarà l’occasione per analizzare quali sono le sue potenzialità. Ne discuteranno Francesca Archinto (Babalibri), Marta Corsi (LaNuovafrontiera) e Beniamino Sidoti (autore, esperto di libri per ragazzi).

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le navi di Sea Shepherd sono salpate per intercettare la flotta baleniera giapponese nel Oceano Antartico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

steve-departureDopo i preparativi finali in Australia, due navi di Sea Shepherd si stanno ora dirigendo verso l’Oceano del Sud per intercettare la flotta baleniera giapponese, nel tentativo di fermare il massacro delle balenottere minori.La Steve Irwin, nave ammiraglia dell’organizzazione per la conservazione marina, è partita sabato dal molo Seaworks a Williamstown, Melbourne, seguita dalla Ocean Warrior, il nuovo pattugliatore veloce, salpata domenica da Hobart in Tasmania. Le due navi si stanno ora dirigendo verso l’immenso Oceano del Sud nello sforzo di impedire alla flotta baleniera giapponese, che ha lasciato il Giappone il 18 novembre, di uccidere la quota auto assegnatasi di 333 balenottere minori. “Dopo i frenetici preparativi, è bello essere finalmente in rotta verso l’Oceano del Sud”, ha affermato dalla plancia della Ocean Warrior il Capitano Adam Meyerson. Sea Shepherd prevede che la Ocean Warrior, abbastanza veloce da superare qualunque nave baleniera ed equipaggiata con un potente cannone ad acqua, sarà un elemento cruciale per Operazione Nemesis, l’11ª campagna antartica dell’organizzazione in difesa delle balene.È la seconda volta che la flotta ocean-warriorbaleniera giapponese, che agisce illegalmente, ritorna in Oceano del Sud, luogo dei delitti da essa perpetrati, dopo la sentenza del 2014 della Corte Internazionale di Giustizia. “Non sarebbe compito di Sea Shepherd affrontare nuovamente i balenieri quest’estate”, ha dichiarato il Senatore Peter Whish-Wilson nel corso di una conferenza stampa tenutasi domenica mattina presso il porto di Hobart. “La Corte Internazionale di Giustizia ha dato ragione all’Australia nel contenzioso contro il Giappone, purtroppo il governo ha dato la priorità agli accordi commerciali piuttosto che alle balene e ha cessato qualunque pressione diplomatica. La flotta baleniera giapponese potrà anche sfuggire ai tribunali internazionali, ed essere più veloce di questi, ma non potrà sfuggire a Sea Shepherd”. “È giunto il momento che il Giappone rispetti la Corte Internazionale di Giustizia, La Corte Federale Australiana e la moratoria globale sulla baleneria commerciale e ponga fine alla caccia alle balene per cosiddetti scopi di ricerca scientifica condotta con metodi letali a largo delle coste antartiche”, ha commentato Jeff Hensen, Coordinatore Nazionale di Sea Shepherd Australia.Solitamente i giapponesi cacciano le balene da dicembre a marzo, quindi le navi di Sea Shepherd sono state attrezzate per sopportare quattro mesi di condizioni inclementi in mare per proteggere le balene dell’Oceano del Sud.
“L’equipaggio ha lavorato davvero sodo per preparare la nave e tutti sono estremamente entusiasti di essere in viaggio”, ha affermato Wyanda Lublink, Capitano della Steve Irwin. Gli equipaggi delle due navi di Sea Shepherd sono composti da un totale di 50 membri provenienti da otto Paesi: Australia, Germania, Francia, Regno Unito, Austria, Spagna, Canada e Stati Uniti. “Non vedono l’ora di giungere in Antartide per vedere di persona la straordinaria bellezza di questa parte del mondo. Un luogo in cui non c’è posto per navi baleniere che operano illegalmente”. (foto: steve departure, ocean warrior)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ipotiroidismo, nuove linee guida sulla gestione firmate Ame & Aace

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

Human Thyroid Gland Illustration. 3D renderSono state pubblicate su “Endocrine Practice” le nuove linee di consenso per il trattamento dell’ipotiroidismo, stilate dall’Associazione Medici Endocrinologi (Ame) congiuntamente all’American Association of Clinical Endocrinologists Aace. L’ipotiroidismo interessa in prevalenza il genere femminile e colpisce circa 5 milioni di italiani. Non è una patologia grave ma influisce sulla qualità di vita, dato che il paziente per tutta la vita deve assumere ormone tiroideo. Se la tiroide è disfunzionante o è stata rimossa chirurgicamente si hanno ripercussioni su tutto l’organismo, ricorda Enrico Papini, Direttore Uoc Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Ospedale Regina Apostolorum, Albano Laziale. «Le linee guida e i documenti di consenso hanno un compito arduo: stabilire cosa è corretto per tutti considerando le tante variabili ed eccezioni che la pratica clinica presenta per arrivare alla medicina personalizzata per ogni paziente. Quando però lo strumento farmacologico è rappresentato da una sola molecola, la levotiroxina, il più importante ormone della tiroide prodotto per sintesi, occorre prestare la massima attenzione a tutte le condizioni che possono interferire con la terapia» sottolinea Rinaldo Guglielmi, Past President Ame. «Queste linee di indirizzo personalizzano il trattamento non solo secondo parametri fisici, come peso ed età, ma ribadiscono che nella scelta della terapia non deve essere considerato solo il raggiungimento dell’equilibrio ormonale ma anche il benessere del paziente e i fattori che possono influenzare l’aderenza alla terapia» Tale benessere, rileva, può corrispondere con la semplicità della forma farmaceutica: meno eccipienti, minori possibilità di effetti collaterali. «Nei casi in cui la terapia sostitutiva presenti difficoltà nel raggiungere obiettivi ottimali o quando si ha particolare instabilità dei valori ormonali» spiega Franco Grimaldi, Presidente dell’Aace Italian Chapter «la raccomandazione è di non procedere solo alla modifica ripetuta del dosaggio giornaliero ma di considerare anche il trattamento con una differente formulazione, come quella liquida o in capsule molli, che sono in grado di accrescere la non facile aderenza alla terapia. Queste formulazioni vanno considerate anche nei soggetti a rischio di alterato assorbimento della compressa per condizioni di malassorbimento gastrointestinale, quali la celiachia, l’assunzione di farmaci interferenti di uso comune e nelle non poche persone che non riescono a rispettare i tempi di attesa prima della colazione. La formulazione liquida, per esempio, ha dimostrato di poter essere assunta in prossimità del primo pasto della giornata, contrariamente alle compresse che devono essere assunte da 30 a 60 minuti prima». «Nella pratica clinica, ci troviamo a trattare pazienti che, pur avendo raggiunto valori ormonali normali di Tsh, continuano a presentare sintomi di ipotiroidismo. In questi casi, soprattutto per le persone che hanno subito l’asportazione della ghiandola, viene preso in considerazione l’uso di una terapia sostitutiva con la combinazione dei due ormoni tiroidei, per supplire alla mancanza endogena di T3» aggiunge Papini. «Questa opzione riguarda una minoranza dei pazienti e non dovrebbe essere intrapresa come modalità iniziale di trattamento, tuttavia l’associazione T3-T4 può migliorare lo stato di benessere in un numero non trascurabile di persone ipotiroidee. Va sottolineata la necessità di evitare l’utilizzo indiscriminato della T3, escludendo in particolare i pazienti fragili o con problemi cardiovascolari e, tassativamente, le donne in gravidanza o che si preparino al concepimento». Le linee guida indicano, dopo ogni modifica terapeutica, di eseguire il controllo del Tsh ematico dopo 4 settimane (se non vi sono motivi specifici per ripeterlo più frequentemente). Utile, il giorno degli esami del sangue, assumere la levotiroxina dopo il prelievo e non prima. (fonte: doctor33) (foto: ipotiroidismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale di Elisabetta Rogai

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

elisabetta-rogaiSiena, Magazzini del Sale al Palazzo Comunale fino al 27 dicembre 2016. E’ stata inaugurata il 2 dicembre presso i suggestivi ambienti dei magazzini del Sale del Palazzo Pubblico di Siena l’esposizione “Nell’Anima”, personale di Elisabetta Rogai, artista tra le più raffinate della scena artistica nazionale. L’apertura ufficiale avrà luogo alle ore 17,30 alla presenza del Sindaco di Siena Bruno Valentini, dell’Assessore alla Cultura Francesca Vannozzi, del Priore della Contrada della Selva Stefano Marini e di Margherita Anselmi Zondadari. Sarà inoltre presente Cristina Acidini, Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno, già Soprintendente del Polo Museale Fiorentino che ha curato per la mostra un’interessante presentazione critica dei lavori dell’artista Toscana.La mostra è divisa in due parti e si snoda sui due livelli delle magnifiche grotte a mattoni dei Magazzini del Sale:Nel primo livello il tema che dà il titolo alla Mostra “Nell’Anima” è sostanzialmente il ricordo dell’esecuzione da parte di Elisabetta Rogai del Drappellone del Palio dell’Assunta a Siena del 16 agosto 2015. Le opere rappresentano una sorta di work in progress: l’arrivo del materiale, la seta e lo studio, la scelta dei colori e dei vini del territorio, la realizzazione, lo spolvero, la presentazione alla folla, il Giubilo dei contradaioli.
Nel secondo livello, la sezione della mostra è concepita con l’intento di mettere in luce la poetica creativa dell’artista, qui il visitatore potrà scoprire la sua curiosità che la porta ad affascinanti interpretazioni e innovazioni attraverso l’uso del jeans, del canvas, del marmo e soprattutto dell’EnoArte © (personalissima invenzione unica in Italia) che fanno di Elisabetta Rogai una delle artiste più apprezzate del panorama italiano e internazionale.
Cos’è l’EnoArte ©: Dopo anni di studio e molti tentativi, nel 2010, attraverso l’aiuto del professor Roberto Bianchini (docente di chimica organica dell’Università degli Studi di Firenze) Elisabetta Rogai è riuscita a capire come “fissare” il vino sulla tela, un procedimento particolare che dona al quadro una vita vera e propria: sulla tela infatti il vino invecchia ed i colori seguono l’andamento del tempo passando da quelli tipici dei vini giovani (colori vivi come viola e porpora) a quelli che caratterizzano i vini invecchiati (dall’ambra, dal terra di Siena bruciata, dall’arancio alle tonalità più spente).
Dopo la mostra a Siena l’artista sarà inoltre ospite d’onore a Pistoia, invitata da Elena Calabria, Presidente della CNA, in occasione di Pistoia Capitale della Cultura 2017. La mostra, organizzata dal Comune di Siena è stata resa possibile grazie al generoso contributo del Monte dei Paschi di Siena e fa parte del calendario “Tutto il Natale di Siena”. (foto: Elisabetta Rogai)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Valter Mainetti Professore ad honorem dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

parma universitàParma 16 dicembre ore 11 nell’Aula Magna dell’Ateneo e costituirà un ulteriore tributo a una carriera costellata di successi. Dopo l’introduzione del Rettore Loris Borghi e la lettura della motivazione del conferimento da parte del Pro Rettore Gino Gandolfi, Professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari, Valter Mainetti riceverà dal Rettore la pergamena di professore ad honorem, appositamente realizzata per l’evento dall’artista Giorgio Tentolini, e chiuderà la cerimonia con la sua lezione magistrale.
Quella del 16 dicembre sarà un’intera giornata dedicata a Valter Mainetti. In occasione del conferimento del titolo di professore ad honorem da parte dell’Ateneo, l’Associazione Alumni e Amici dell’Università di Parma ha infatti organizzato per la sera del 16, alle ore 21 all’Auditorium del Carmine, il concerto di Natale “3 Atti di AmiciziA”, con Vincenzo Zitello (arpe celtiche), Vic Vergeat (chitarra) e Paolo Pasqualin (percussioni). Un concerto per i soci e per la città, nato come occasione d’incontro, di cultura e anche come raccolta fondi per sostenere attività sociali, culturali e di promozione della ricerca universitaria: ambiti, questi, che da sempre stanno a cuore allo stesso Mainetti.
Dopo Gian Paolo Dallara e Peter Greenaway, sarà quello di Valter Mainetti il terzo nome a figurare nell’albo dei Professori ad honorem dell’Università di Parma. Dopo un grande imprenditore della meccanica e uno straordinario artista internazionale, sarà un altro importante imprenditore (attivo in particolare nei settori dell’industria immobiliare e della finanza) a dare ulteriore valore aggiunto all’Albo, istituito dall’Ateneo nella primavera del 2016. Valter Mainetti, azionista di riferimento e Amministratore Delegato di Sorgente Group, sarà insignito del titolo di professore ad honorem nell’ambito Economico aziendale, per la disciplina “Finanza aziendale e immobiliare”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Software Defined Networking: all’avanguardia per efficienza, agilità e gestione dei costi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

antonio-cristiniDi Antonio Cristini, Managing Client Partner Italy di Verizon. Tre CIO su cinque oggi dicono che i provider tecnologici sembrano puntare sempre di più sulla tecnologia Software Defined Networking (SDN), solo con l’obiettivo di vendere più hardware – anche se in realtà non ce n’è bisogno. Ѐ bene essere chiari fin da subito: il Software Defined Networking non è un semplice contenitore. La sua funzione è di ottenere una migliore resa in termini di performance ed efficienza nel software layer. Quello che i CIO di oggi hanno realmente bisogno di capire è come poter trarre vantaggio dall’adozione di soluzioni SDN, per migliorare le performance e reinventare i propri processi di business. L’obiettivo è di poter competere sul mercato in modo più efficace.
In genere, è la prospettiva di una riduzione dei costi che spinge ad adottare una nuova tecnologia. Per quanto riguarda l’utilizzo di soluzioni SDN, invece, il vantaggio più allettante è costituito dal fatto che la tecnologia ha l’opportunità di guidare il cambiamento nel mondo delle imprese. Sempre più spesso, i prototipi passano alla fase di produzione in tempi più rapidi rispetto a quanto avveniva in passato. Una maggiore agilità della rete e una riduzione dei costi consentono ai CIO di offrire servizi in modo diverso, il che permette da un lato di ridurre il time to market e dall’altro di arginare il fattore costo-opportunità. Questo dà al CIO maggiore agilità di business, che offre a sua volta maggiore libertà di innovare, catalizzando la spirale dell’innovazione verso l’alto.
SDN per ottimizzare Cloud e virtualizzazione Per semplificare, senza rete non ci sarebbero applicazioni e cloud. Eppure l’adozione del cloud è aumentata nonostante non ci fossero ancora i benefici della tecnologia SDN. Come è stato possibile? Se si guarda ai modelli di rete usati dalla maggior parte delle organizzazioni, c’è da dire che questi non si sono evoluti molto dagli anni ‘90. Quanto è cambiata la tecnologia nel frattempo? Abbiamo applicato la legge di Moore al networking passando da 10 Mbps a 10 Gbps e oltre, ma abbiamo appena iniziato a vedere dei cambiamenti nelle architetture di rete. Ora che il perimetro di rete si dissolve, con applicazioni ospitate nel cloud e ambienti di hosting applicativo esterni al network tradizionale, diventa necessario adottare un modello diverso.
Ora, immaginiamo un’applicazione in grado di rilevare la domanda e di spostare istanze di calcolo e carichi di rete su server farm diverse a seconda di dove si trova l’utente. Il Software Defined Networking consente di realizzare questo disaccoppiando il controllo dal livello hardware. Piuttosto che richiedere ulteriore hardware, apparati o un significativo intervento umano per prevedere l’espansione o la contrazione in base alle esigenze di utilizzo, il Software Defined Networking consente al CIO di scalare le risorse a seconda delle necessità tramite comandi software. Di conseguenza, SDN è una tecnologia abilitante che consente a un’organizzazione di ottenere un’efficienza e un’agilità di gran lunga maggiori dai loro ambienti di rete e di virtualizzazione. Questa tecnologia permette inoltre una gestione più efficace, una migliore visibilità e un livello di automazione maggiore, evitando così il rischio di over-provisioning.
La stessa applicazione potrebbe variare l’instradamento di rete basandosi su proiezioni di revenue o sulla presenza di dati sensibili all’interno dell’applicazione. Ad esempio, l’utilizzo a livello internazionale di un’applicazione di e-Commerce che serve utenti del mercato statunitense, potrebbe richiedere l’archiviazione dei dai personali a livello locale per rispettare i requisiti delle leggi sulla privacy. Invece di apportare modifiche sull’infrastruttura di rete, l’applicazione potrebbe essere implementata tramite un cloud provider locale e utilizzare una connessione VPN con l’Headquarters per crittografare i dati personali così da soddisfare le regole sulla privacy. Con l’automazione offerta dalla tecnologia SDN questo può essere fatto in pochi minuti – o addirittura secondi. (foto: antonio cristini)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Settimana pirandelliana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

luigi_pirandello_bisRoma dal 15 al 18 dicembre Settimana Pirandelliana L’uomo dal fiore in bocca diretto e interpretato Enrico Papa Teatro Le Sedie vicolo del Labaro 7 dal 15 al 18 dicembre ore 21.00, domenica ore 18.00 Ingresso: € 10 intero; € 8 ridotto. cinque giorni al grande drammaturgo, scrittore e poeta Luigi Pirandello. Tutte le sere Enrico Papa metterà in scena L’uomo dal fiore in bocca e poi, a seguire, proporrà alcune straordinarie poesie dello scrittore, presentando uno dei suoi aspetti meno conosciuti.
Pirandello oltre Pirandello. Cosa vuole dire?
Le intuizioni di collaborazione fra platea e palcoscenico indicate dal poeta nei suoi capolavori vengono applicate oltre la finzione, in un gioco dove si cerca di eliminare il piu’ possibile tutto cio’ che di finto ci puo’ essere in una finzione.
Così l’avventore del caffè della stazione, dove si svolge tutta la scena, sarà presentato ogni sera in un modo diverso, come diretta emanazione del personaggio dell’uomo dal fiore in bocca. Ma se l’avventore sarà creatura dell’Uomo dal fiore, quest’ultimo potra’ vivere solo grazie alla pietà dell’improvvisato attore. Enrico Papa è stato allievo di Orazio Costa nell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Debutta in teatro con Gigi Proietti allo Stabile dell’Aquila, successivamente lavora in teatro con Albertazzi, Ronconi, Strehler, Calenda, Sbragia, Puecher, Sequi, Salveti e al cinema con Giuseppe de Santis, Luigi Magni, Carlo Verdone, Damiano Damiani, Élie Chouraqui, Salvatore Samperi, Mario Monicelli, Castellano e Pipolo, Francesco Massaro, Giorgio Capitani, Ruggero Deodato, Marco Risi, Michele Placido.Tra il 1994 e 2003 è stato docente di giornalismo televisivo presso la RAI – Scuola Rai. Nel 2014 ha fondato il Centro Italiano di Poesia.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Univendita rinnova i vertici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

sinatraCiro Sinatra è stato riconfermato alla guida di Univendita. L’Unione Italiana della Vendita Diretta, ha infatti rinnovato nei giorni scorsi il proprio consiglio direttivo scegliendo la strada della continuità. Sinatra, 54 anni, laureato in giurisprudenza, specializzato in Diritto del lavoro e relazioni sindacali, guiderà la principale associazione della vendita diretta per i prossimi tre anni seguendo tre direttrici: professionalità, lavoro e rappresentanza. «La vendita diretta si sta affermando come un’importante spina dorsale dell’economia nazionale ed è giusto che troviil riconoscimento che le spetta», spiega il presidente di Univendita. I numeri sono tutti dalla parte dell’associazione che, fin dalla sua fondazione nel 2010, è sempre cresciuta, passando da 7 associati ai 17 attuali. Negli stessi anni il fatturato delle aziende associate è raddoppiato, passando dagli 800 milioni del 2010 a 1,6 miliardi di euro nel 2015. E il numero dei venditori a domicilio è triplicato, passando dai 50.000 del 2010 ai 150.000 del 2015.
Valorizzare la professionalità dei venditori delle aziende associate è il primo punto sul quale si concentrerà l’operato di Univendita nel prossimo triennio. «Il settore della vendita a domicilio offre alle persone che ne fanno parte un’opportunità di crescita professionale –afferma Sinatra–. Le nostre aziende curano direttamente l’inserimento e la formazione per avere figure sempre più qualificate. Come associazione, dunque, continueremo a lavorare affinché la professionalità che questo settore esprime non sia mai associata, in modo banale e superficiale, a pratiche commerciali scorrette, che rappresentano un danno per l’intero settore e che noi condanniamo econtrastiamo. Univendita si è dotata di uno specifico codice etico volto a garantire innanzitutto il consumatore; un codice che tutte le nostre aziende associate hanno condiviso e sottoscritto».Secondo aspetto, strettamente legato al primo, quello dell’occupazione. «La vendita diretta ha dimostrato di svolgere un ruolo anticiclico anche nel periodo più buio della crisi –afferma Sinatra–. I venditori a domicilio sono in continua e costante crescita, segno che il settore è in grado di dare risposte in termini di opportunità di lavoro, sia per i giovani siaper quella fascia di persone che faticano a trovare una ricollocazione sul mercato del lavoro. Del resto il fattore età non è un ostacolo, anzi spesso è elemento che arricchisce perché indice di una maggiore esperienza».È quindi forte l’impegno di Univendita per garantire agli associatila giusta rappresentanza, terza parola d’ordine per Ciro Sinatra: «È indubbio il fatto che la vendita diretta rappresenti una risorsa nel nostro Paese. Negli ultimi anni istituzioni, aziende e consumatori l’hanno riconosciuto sempre di più, ma il dialogo con i nostri interlocutori non si ferma. Continueremo a perseguire l’obiettivo –conclude– di essere il punto di riferimento della vendita a domicilio in Italia, presentandoci ai nostri stakeholder come un interlocutore affidabile per il settore, nell’ottica di creare le migliori condizioni al fine di assicurare lo sviluppo delle imprese associate e la soddisfazione dei consumatori».Il rinnovato Consiglio direttivo dell’associazione risulta composto da: Ciro Sinatra (presidente) – Vorwerk Folletto; Serena Cova (vicepresidente) – Tupperware Italia; Alessia Allegri – Vorwerk Contempora; Luca Bianchi – Jafra Cosmetics; Vincenzo Criscitelli – AMC Italia; Antonio Falco – Dalmesse Italia; Gianpaolo Romano – CartOrange; Marco Salvatori – Just Italia; Gianluca Tesolin – bofrost Italia. (foto: sinatra)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’emergenza ictus bussa alle porte dell’Unione Europea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

ictus cerebraleBruxelles. Jon Barrick, Presidente della Stroke Alliance for Europe Association SAFE, e Valeria Caso, Presidente dell’European Stroke Organization ESO, hanno partecipato, lo scorso mercoledì 30 novembre, ad un incontro presso la Commissione Salute dell’Unione Europea (UE) per discutere i livelli qualitativi dei programmi di prevenzione, cura e sostegno dell’ictus nei Paesi Europei.SAFE ed ESO hanno presentato un pacchetto di proposte volte ad indirizzare il sostegno dell’UE a tutti i paesi d’Europa, incoraggiando l’ottimizzazione degli interventi per affrontare la problematica dell’ictus. L’ictus è causa di più del 9% di tutti i decessi in Europa ed è la principale causa di grave disabilità a lungo termine.I punti all’ordine del giorno discussi sono stati: l’impegno da parte dei Commissari di Salute ad organizzare una riunione con i vertici sulla tematica dell’ictus che si terrà a Bruxelles l’11 maggio 2017, la diffusione dei report sul peso dell’ictus con i dati relativi alle prestazioni dei percorsi della cura dell’ictus in ogni paese europeo ed una relazione sulla situazione attuale della cura della fase acuta dell’ictus. Inoltre, sono stati discussi il supporto all’ESO e al SAFE ed il sostegno ad altre iniziative con l’obiettivo di creare un piano d’azione europeo contro l’ictus per maggio 2018 e per stilare una relazione complessiva sul peso economico dell’ictus entro il 2019.
Il piano d’azione europeo “Stroke” sarà la prosecuzione della dichiarazione di Helsingborg del 2006, che ha fissato obiettivi da raggiungere entro il 2015. Questi obiettivi sono ormai superati e sono adesso disponibili nuove conoscenze e opportunità di trattamenti, ed è possibile quindi dare vita ad iniziative specifiche per far scendere il tasso di mortalità e di disabilità da ictus.Altri argomenti trattati sono stati la necessità di una maggiore consapevolezza della problematica ictus, il maggiore sforzo da compiere nella prevenzione dell’ictus e la necessità di destinare maggiori risorse per la ricerca dell’ictus in generale. SAFE ed ESO sono stati incoraggiati a fornire più esempi di buoni percorsi da condividere tra Paese a Paese e sono state poste molte domande sulla possibilità di progetti di alto livello su attività pratiche pilota.Sono risultate evidenti una comunione ed una sovrapposizione d’intenti tra il lavoro di SAFE ed ESO e quello della Commissione UE per la Salute, con il comune obiettivo di assicurarsi che la cura dell’ictus sia sostenibile ed efficiente e che sia supportata la resilienza all’interno dei sistemi di assistenza sanitaria (la capacità di ammortizzare il cambiamento, imparare e sviluppare, migliorare la capacità di adattamento ad una situazione in rapida trasformazione).
E’ stato infine raggiunto un pieno accordo sul fatto che un maggiore impegno per combattere l’ictus apporti un contributo positivo al programma mirato alla salute. Per maggiori informazioni: http://ec.europa.eu/health/programme/ policy/index_en.htm

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo senior partner di Bkey Consulting

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

antonio-posaAntonio Posa, romano classe 1963, è il nuovo senior partner di Bkey Consulting, società di consulenza aziendale in ambito marketing e general management fondata nel 2009 da Luca Gazocchi e Marco Carrucciu. Del gruppo di senior partner fa parte anche Giancarlo Masini. Con sede a Vicenza e Modena, Bkey Consulting si occupa anche di accompagnare le imprese nel processo di internazionalizzazione. Si rivolge a imprese private operanti prevalentemente nei settori alimentare, arredamento, casalinghi, automotive, costruzioni, retail e intrattenimento. Dopo esser stato ufficiale addestratore del corpo dei paracadutisti, Posa inizia la sua carriera lavorativa in Procter & Gamble, dove acquisisce e sviluppa significative esperienze nel settore marketing e vendite. Negli anni ricopre ruoli di crescente responsabilità in altri importanti gruppi nazionali e internazionali come Danone, Manetti & Roberts e Kellogg’s, dove dapprima è responsabile GDO e poi general manager per il Sud Europa. In Bkey Consulting apporta un contributo di conoscenza e competenze nelle aree riorganizzazione forza vendite e problematiche relative al retailing. (foto: antonio posa)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Imposta/Canone Rai. Attenzione alle fregature per il nuovo anno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

Rai: sede di romaSi potrebbe dire che il lupo perde il pelo ma non il vizio. In materia di imposta per il possesso di un apparecchio tv, il cosiddetto (a sproposito) canone, credevamo che il regime fiscale nostrano si fosse acquietato con il nuovo sistema di esazione in bolletta elettrica e, per quanto balzano, sempre credevamo fosse servito ad evitare tutti gli aspetti piu’ odiosi e vessatori che hanno caratterizzato la riscossione in questi anni. Ma appunto: credevamo, peccando di ingenuita’.
Ora hanno trovato un metodo per vessare ancora di piu’ i contribuenti, con un metodo in cui primeggia l’abitudine normativa che vede sempre lo Stato che ha ragione e il contribuente che ha sempre torto fino a prova contraria (il contrario di come dovrebbe essere l’impostazione del nostro sistema giuridico).
Chi non possiede un apparecchio tv, quest’anno, come ogni anno, deve inviare la dichiarazione (non bastava una prima volta e caso mai l’invio della modifica del proprio status? No: perche’ rinunciare a quelli che se ne dimenticano e a quelli che sbagliano….) entro il 31 gennaio 2017. Tutto normale? No! C’e’ la fregatura. Se non si invia la dichiarazione telematica entro il 31 dicembre (20 dicembre per quella postale), l’addebito mensile in bolletta di 10 euro (9 se passa la riduzione del canone prevista in finanziaria) per il mese di gennaio, verra’ comunque addebitato e andra’ pagato; per riaverlo indietro bisognera’ fare domanda che non esclude la raccomandata A/R per chi non e’ in possesso di mezzi telematici certificati.
Quindi. Tra il sistema costoso -in tempo e denaro- di richiesta di rimborso, con costi che vanno ben oltre i 9/10 euro, e il balletto delle date (31 gennaio 2017 la scadenza, 31 dicembre per l’invio telematico dell’esenzione senza addebito in bolletta, 20 dicembre per l’invio postale sempre dell’esenzione), il contribuente medio… diciamo che potrebbe essere portato a fare confusione e/o a rinunciare ai 9/10 euro perche’ forse nella vita ha qualcosa di piu’ importante da fare.
Ecco che il cerchio e’ chiuso. Ed e’ altamente probabile che l’Erario incassi qualche milioncino di importi non dovuti, si’ da poter meglio finanziare i programmi della Rai, le testate giornalistiche che altrimenti sarebbero in difficolta’ perche’ sono poco viste o poco acquistate, le associazioni di consumatori coi loro giornalini, e “compagnia cantando”… cioe’ tutto quello che attinge come un lattante al seno della “prosperosa e benigna balia”.Bella porcata! E noi che -sempre e perennemente ingenui- avevamo fatto un pensierino per elogiare un sistema pulito ed equo e giusto di riscossione che veniva dopo decenni bui di malvessazioni. Ci siamo illusi. Benvenuti -o ben rimasti- nel sistema fiscale che tutti, appena possono, cercano di fregare, anche perche’ hanno imparato da chi dovrebbe essere il loro maestro di rettitudine. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »