Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 87

Appuntamento con la storia per Banca del Veneziano

Posted by fidest press agency su domenica, 11 dicembre 2016

veneziaL’istituto di credito cooperativo con base a Mira affronta oggi un passaggio cruciale verso la realizzazione del progetto di fusione con Banca Annia. A partire dalle ore 10 infatti, i Soci si riuniranno in Assemblea straordinaria nella sala convegni dell’Hotel Russott a Mestre (San Giuliano – Via Orlanda 4). Dopo una approfondita analisi dello scenario, a fronte del lavoro della Federazione Veneta delle BCC per stimolare i processi di fusione in regione e con la benedizione della Banca d’Italia, il CdA di Banca del Veneziano propone infatti ai Soci l’approvazione della fusione con la BCC che ha sede a Cartura perché «è un progetto che valorizza gli asset dei due istituti, rafforza il patrimonio e riqualifica l’investimento dei soci, nel rispetto dei valori del credito cooperativo», spiega il presidente Francesco Borga.Da questo “matrimonio” – una volta approvata la proposta – andrà a costituirsi un nuovo istituto: la Banca di Credito Cooperativo di Venezia, Padova e Rovigo- Banca Annia sc, con 41 le filiali operative in un’area di competenza di 114 Comuni dislocati nelle province di Padova, Venezia, Rovigo, Treviso e Ferrara.
Con circa 8.500 soci e 70 mila clienti la futura banca gestirà oltre 1,7 miliardi di raccolta e poco meno di 1,1 miliardi di impeghi, generando un margine di intermediazione di quasi 53 milioni di euro. Il CET1 finale è atteso a poco oltre il 12% e la copertura dei crediti deteriorati al 45%, entrambi dati in linea con la media italiana del settore.«Sarà una nuova e più grande famiglia, più forte nelle sfide del futuro», rimarca il presidente Borga. «La fusione avrà come effetto un ulteriore consolidamento del patrimonio e questo porterà un indubbio vantaggio per la compagine sociale».Il Consiglio di Amministrazione che ha guidato la Banca del Veneziano negli ultimi due anni è riuscito a riportare l’istituto nei binari della stabilità e della crescita, grazie ad un impegno forte del management e di tutti i dipendenti, ma soprattutto grazie alla fiducia ricostituita nei clienti e nei Soci. Oggi però, nel contesto della riforma del Credito Cooperativo, necessitano scelte forti che consentano di mettere la banca in sicurezza e costruire nuove opportunità di crescita
Come già evidenziato in occasione degli incontri con i Soci a Camponogara e a Mira, il CdA ha chiarito i vantaggi della fusione con Banca Annia: il mantenimento di tutte le filiali attualmente attive, l’istituzione di due presidi a Mira e a Bojon per il rafforzamento dei rapporti con i Soci e i clienti, la salvaguardia dei livelli occupazionali. In sintesi, la Banca del Veneziano nella futura realtà vedrà rafforzati i valori su cui ha sempre creduto e ispirandosi ai quali ha sempre lavorato: territorio, giovani e famiglie, PMI e istituzioni. Il rafforzamento di uno “stile” vicino alla comunità e al territorio che è proprio del credito cooperativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: