Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Governo: Incarico a Gentiloni

Posted by fidest press agency su domenica, 11 dicembre 2016

gentiloniPaolo Gentiloni è il nuovo presidente del consiglio incaricato. E’ stata una scelta del capo dello Stato non da tutti accettata di buon grado. Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale non usa mezzi termini: “Con l’incarico a un ministro Pd, uomo di punta di Renzi, il presidente Mattarella prende atto che il Partito democratico tradisce, ancora una volta, la volontà popolare e si assume la responsabilità di costituire il quarto governo non eletto dai cittadini”. E aggiunge: “La maggioranza Renzi-Alfano si riappropria della guida della Nazione, nonostante sia stata bocciata dagli elettori. Una maggioranza che ha fallito sulla sicurezza per gli svuota-carceri, per aver favorito l’immigrazione clandestina, che si è tradotta in un’autentica invasione, per aver tradito le aspettative delle Forze dell’ordine, che ha fallito sulla gestione delle dinamiche sociali, quelle dei giovani costretti ad andare all’estero per una crisi economica affrontata con una fasulla riforma del lavoro, per una pessima riforma della scuola. E ancora per una gestione demagogica del rapporto con i dipendenti pubblici, senza dimenticare il fallimento nella politica estera per la gaffe contro Israele e contro i nuovi Stati Uniti di Trump, proprio tramite il presidente incaricato Paolo Gentiloni”. “Noi saremo ancora una volta contro questo governo – conclude Cirielli – per difendere la volontà di milioni di italiani che si erano chiaramente espressi solo una settimana fa”. Non è da meno Ignazio La Russa dello stesso partito di Ciriello che affema: “Del discorso di Paolo Gentiloni fa impressione l’assenza di ogni riferimento ai tempi della nuova legge elettorale mentre al contempo il premier incaricato individua tra i compiti da assolvere addirittura la ricostruzione dei guasti del terremoto: una ricostruzione che potrebbe durare anni. Bene ha fatto quindi Giorgia Meloni ad annunciare per il 22 gennaio una mobilitazione contro il quarto governo scelto dall’alto e non dal popolo e per confermare l’urgenza di andare ad elezioni”.
Sullo stesso avviso, sia pure con toni diversi che vanno tra i più accesi come quello di Salvini della Lega ai più pacati  nei toni e in un certo senso più attendista da parte del Movimento 5 Stelle, si sta vivendo questo momento di crisi istituzionale e vulnus del popolo italiano. La sostanza dei giudizi espressi dalle opposizioni più in generale è chiaramente attendista ma con molta diffidenza convinti che se in un primo momento Renzi pensava di andare subito al voto per riscuotere quello che riteneva fosse il 40% incassato al referendum un consenso che poteva bastargli per vincere le elezioni, ora si rende conto che la migliore strada è un’altra nel senso che occorre decantare l’onda di contrarietà nei suoi confronti per ritornare in auge nella convinzione che con il tempo gli italiani si dimenticheranno di quelli che sono stati i suoi errori. Li ha confessati e come si fa con un ragazzaccio cattivo ma buono d’animo si merita una sculacciata e nulla di più. E’ il caso “pinocchio” di collodiana memoria. L’essersi messo da parte è come se la maestra gli avesse messo una nota di biasimo e dopo qualche giorno di sospensione potrà ritornare in classe tra i suoi compagni e i suoi maestri per ricominciare come se nulla fosse. In buona sostanza si affida alla “memoria corta” degli italiani. Non crediamo che tutto ciò possa attagliarsi nella fattispecie perché la ferita resta aperta da chi non trova lavoro, in specie i giovani, tra chi ha visto tradito i suoi diritti da lavoratore, da chi vive nell’indigenza e di quanti vi finiranno con una economia che non decolla e dalla mina vagante di una immigrazione che tende sempre più ad andare fuori controllo e a  creare insicurezza tra la gente come ha ben dichiarato l’on.le Cirielli. Quousque tandem abutere, Renzi, patientia nostra?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: