Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

Cinque azioni della Regione Piemonte di contrasto alla violenza sulle donne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

violenza sulle donneLa riunione del Tavolo di coordinamento permanente regionale con i centri antiviolenza e le case rifugio che si è tenuta oggi pomeriggio è stata l’occasione durante la quale Monica Cerutti, assessora regionale alle Pari Opportunità, ha voluto fare il punto di quelle che sono le azioni contro la violenza sulle donne realizzate dalla Regione Piemonte e in programma per il prossimo anno.
«L’obiettivo è quello di mettere insieme le attività poste in atto a livello nazionale e a livello regionale per rendere il sistema ancora più forte. Le risorse regionali, insieme ai 2.000.000 di euro dei fondi statali destinati alla nostra regione, ci permettono di ipotizzare per il 2017 una rete regionale dei centri antiviolenza e delle case rifugio ancora più capillare» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora regionale alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.L’assessora alle Pari Opportunità ha poi elencato le cinque azioni di queste settimane che la Regione Piemonte ha messo in programma a sostegno del contrasto alla violenza di genere:
1) è stato approvato il regolamento attuativo della legge regionale numero 4 del 2016 a favore di “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli”;
2) è stato firmato un accordo con la Fondazione Don Mario Operti Onlus per l’inserimento e/o il reinserimento socio-lavorativo a favore delle vittime di violenza;
3) è in corso un nuovo bando di 94.000 euro che si vanno ad aggiungere alle progettualità già esistenti per azioni volte alla sperimentazione e diffusione degli interventi per la presa in carico degli autori della violenza; alla realizzazione di attività di informazione e sensibilizzazione; alla realizzazione do attività formative di aggiornamento per gli/le operatori/trici in relazione ai profili standard presenti nel Repertorio regionale degli Standard Formativi, quali l’Operatrice servizi antiviolenza, al fine di garantire un’offerta formativa omogenea e certificabile su tutto il territorio regionale.
4) è in fase di elaborazione il piano triennale delle azioni di contrasto alla violenza di genere;
5) a inizio 2017 verrà pubblicato il bando che disporrà i criteri di ripartizione dei fondi (1.000.000 di euro) a sostegno dei centri antiviolenza e delle case rifugio: il 67% verrà destinato ai centri antiviolenza e alle case rifugio già esistenti; il 33% verrà destinato a nuovi centri antiviolenza e nuove case rifugio Il milione di euro restante invece dovrà essere utilizzato per azioni volte alla formazione, all’inserimento lavorativo delle donne che hanno subito violenza, all’autonomia abitativa e all’implementazione dei sistemi informativi relativi ai dati sul fenomeno.
«Queste risorse si aggiungono ai 500.000 euro stanziati dalla Regione Piemonte e previsti dalla legge regionale numero 4 del 2016. A tutte le azioni elencate potranno accedere anche i centri antiviolenza che hanno partecipato al bando del Dipartimento per le Pari Opportunità di marzo 2016 e che non hanno viste ammesse le proprie proposte progettualità» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: