Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 24 dicembre 2016

Roma:limitazioni della circolazione ai veicoli inquinanti di più vecchia generazione

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

vigili-urbaniRoma. Saranno in vigore nei prossimi giorni alcune misure che stabiliscono il divieto di circolazione privata all’interno della Fascia Verde. Gli interventi sono stati adottati sulla base dei criteri indicati nel Piano di intervento operativo, come stabilito dalla delibera n.76 del 28 ottobre 2016. I rilevamenti hanno, infatti, evidenziato livelli di inquinamento elevati e una situazione prevista di forte e persistente criticità nei prossimi giorni.Il provvedimento si applicherà – il 24, il 25 e il 26 dicembre – alle seguenti tipologie veicolari nella fascia oraria 7,30-20,30:
-ciclomotori e motoveicoli ‘PRE-EURO 1’ ed ‘EURO 1’, a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi.
-autoveicoli alimentati a benzina ‘PRE-EURO 1’, ‘EURO1, ed ‘EURO 2’.
-autoveicoli alimentati a gasolio ‘PRE-EURO 1’, ‘EURO1’ ed ‘EURO2’.
Nella giornata del 27 dicembre il provvedimento si applicherà dalle ore 7,30 alle 20,30 alle seguenti tipologie veicolari:
-ciclomotori e motoveicoli ‘PRE-EURO 1’ ed ‘EURO 1’ a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi.
-autoveicoli alimentati a benzina ‘EURO 2’
Dalle ore 7,30 alle 10,30 e dalle 16,30 alle 20,30 a:
-autoveicoli diesel ‘EURO 3’
Resta confermato, per la giornata del 27 dicembre, che i veicoli ‘PRE-EURO 1’, ‘EURO 1’ ed ‘EURO 2’ diesel, nonché i veicoli ‘PRE-EURO 1’ ed ‘EURO 1’ benzina saranno interessati dal blocco h ‘0-24’, sempre nella fascia verde, come stabilito da apposita ordinanza
Si ricorda che – il 24, 25, 26 e 27 dicembre – gli impianti termici dovranno garantire una riduzione della temperatura, non oltrepassando i 18°. Le specifiche deroghe saranno riportate nell’atto che sarà pubblicato sul sito istituzionale di Roma Capitale.
Tutti i cittadini di Roma Capitale sono caldamente invitati ad attuare una serie di azioni volontarie volte alla riduzione delle emissioni con l’obiettivo di contribuire a prevenire l’aumento delle concentrazioni inquinanti in atmosfera. In particolare:
-optare, il più possibile, per l’uso dei trasporti pubblici;
-utilizzare in modo condiviso l’automobile per contribuire alla riduzione dei veicoli circolanti (car pooling o car sharing);
-preferire veicoli elettrici, ibridi o alimentati con combustibili a basso impatto (es. metano);
-adottare comportamenti di guida volti alla riduzione di emissioni inquinanti (es. moderare la velocità, mantenere spento il motore se non necessario, curare la manutenzione periodica del veicolo in modo da garantire un corretto funzionamento del motore e del veicolo nel suo complesso);
-limitare gli orari di accensione degli impianti termici e ridurre la temperatura massima dell’aria negli edifici.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auguri a tutti i lettori dalla Fidest

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

buon-nataleTra i tanti auguri che abbiamo ricevuto riproduciamo il messaggio di Denise Ubbriaco, e facendolo anche nostro per tutti voi, ritenendolo il più indicato per il tempo in cui viviamo, le brutture che siamo costretti ad assistere e alle malvagità che ci tolgono il respiro. Ci associamo a lei e alla delicatezza del pensiero che ha espresso. Grazie per l’augurio che ricambiamo.
La vita è un viaggio. Passo dopo passo costruisci il tuo destino. Se ogni passo è meraviglioso, se ogni passo è magico, lo sarà anche la tua vita. Non lasciarti sfuggire nulla. Non guardare al di sopra delle spalle altrui. Guarda nei loro occhi. Parla con le persone che ami, dedica loro il tuo tempo. Non abbracciate un corpo, abbraccia un uomo e il sogno che risiede in lui. Sensazioni, pensieri, progetti, desideri, emozioni, idee, incontri. Non buttare via nulla. Un giorno scoprirai quanto erano preziose e insostituibili. Ogni giorno, impara qualcosa di nuovo su te stesso e sugli altri. Ogni giorno, cerca di essere consapevole di ciò che di bello ti circonda. Non lasciare che ti convincano del contrario. Condividi la bellezza del mondo con il tuo prossimo. Che questo magico Natale possa illuminare il tuo cuore. Auguro un felice e sereno Natale a te ed ai tuoi cari. (Denise Ubbriaco)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli ultimi aggiornamenti del blog proposti dalla Samuele Editore

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

la-casa-apocricaLa casa apocrifa/Apocryphal House di Rachel Slade
mine is the language of standing still
a snail dreaming on a pillow of eggs
small numbers, a column of fixed resin
this is the territory of shaken stars
mine is the language of matrimony, the firm agreement
of four feet in river water, my name a stone thrown at the sky
my hesitation is the outcry of wooden horses
my death is a horse laying down in the water
its ribs the archway of earth’s desire
instinct and calculation made plastic and real.
an endless land of white stone. immense and strategic.
I am an island of snow and things fallen asleep in the snow.
I am a land without sorrow.
il mio è il linguaggio dello stare fermi / una chioccola che dorme su un cuscino di uova / numeri piccoli, una colonna di resina fissa / questo è il territorio delle stelle vacillanti / il mio è il linguaggio del matrimonio, il saldo accordato / di quattro piedi in acqua di fiume, / il mio nome è una pietra gettata nel cielo / la mia esitazione la protesta di cavalli di legno / la mia morte è un cavallo sdraiato nell’acqua / le cui costole sono l’arcata del desiderio della terra / dell’istinto e della macchinazione fatte plastica eppure reali. / una terra infinita di pietra bianca. immensa e strategica. / Io sono un’isola di neve e di cose addormentate nella neve / Io sono una terra senza dolore.
copertinaalbertiLa vita, le gesta e la tragica morte di Serlone d’Altavilla detto Sarro di Erminio Alberti (fino al 6 gennaio)
Il silenzio della sera
che s’insinua nelle case
dà alle cose altro peso
le infarcisce, altre estingue;
altre invece, vite vane,
tende a fare vacillare
mentre al teso udito attento
va sussurrando l’esattezza
nella sera, in silenzio.
Dal blog:
Mito classico e poeti del ‘900 – Bianca Sorrentino
Luce nera – Nicola Vacca
Un romanzo in versi – Sandro Pecchiari
Peoma/peuma/Piuma – Giovanna Frene
Trittico del distacco – Pasquale Di Palmo
Lungo la costa – Kenneth White
Il Condominio S.I.M. – Giulia
Il Condominio S.I.M. – Alberto
Il Condominio S.I.M. – Alina
da Il Piccolo su Il colore dell’acqua di Alessandro Canzian
Alessandro Agostinelli su Il colore dell’acqua di Alessandro Canzian (foto: priviero, baldini)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo: Il Messaggio dell’Arcivescovo per il Natale

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

palermo-arcivescovo“Vorrei rendermi presente ovunque in questa famiglia che il Signore mi ha dato, particolarmente di quelli segnati dalla sofferenza di ogni tipo. Il Natale è la pienezza della felicità ed io la voglio condividere con tutti”.
È il cuore del messaggio di Natale che l’Arcivescovo ha voluto inviare all’Arcidiocesi per questo secondo Natale che vive a Palermo.
“Vi giunga il mio saluto ed è un saluto che ci vede coinvolti ancora una volta nella memoria del Natale. A Natale accogliamo la Parola di Dio che si fa carne, il Verbo di Dio che si fa carne. E in fondo per noi cristiani il mistero del Natale ci dice il mondo con gli occhi di Dio, ce lo racconta il mondo con gli occhi di Dio. Perché il Verbo di Dio si fece carne. E quindi Dio stesso entra nella storia degli uomini, rivela il suo nome, Dio con noi, lo rivela anche nel Bambino di Betlemme che sarà chiamato Gesù, che significa Dio salva. Lo rivela anche attraverso il nome di colui che deve preparare e ha preparato in questo Avvento, la via al Signore, la via al Messia, che è Giovanni, il cui nome significa Dio usa misericordia. Dio dunque si ricorda, si ricorda del suo popolo. Se questo è vero, allora capiamo che a Natale Dio vede il mondo con occhi che partono dal basso, anzi lui stesso viene, scende.
E mi piacerebbe, da questo punto di vista, condividere con voi un testo di sant’Agostino che penso ci possa realmente aiutare, ci aggancia anche alla grande tradizione della testimonianza cristiana.Agostino scriveva: “Poteva esserci verso di noi infelici, misericordia maggiore di questa: quella che indusse il Signore del mondo a rivestirsi di una carne mortale, della natura di servo di modo che pur essendo pane avesse fame, pur essendo la sazietà piena avesse sete, pur essendo la potenza divenisse debole, pur essendo la salvezza divenisse ferito, pur essendo vita potesse morire, e tutto questo per saziare la nostra fame, alleviare la nostra arsura, rafforzare la nostra debolezza, cancellare la nostra iniquità, accendere la nostra carità. Ci poteva essere misericordia maggiore di questa?”.
Si direi che questo è il messaggio che ci arriva a Natale, di un Dio che è capace di tutto questo, di un Dio che assume la nostra condizione umana, in tutto, in tutto, se ne fa carico.
E direi ancora, d’altra parte con le parole di san Bernardo di Chiaravalle: “Voi che giacete nella polvere, svegliatevi e lodate. Il Redentore, per coloro che sono in schiavitù, la via per coloro che si erano perduti, la vita per i morti. Perché viene colui che getterà nel profondo del mare tutti i nostri peccati, che risanerà tutte le nostre malattie, che sulle sue spalle ci porterà all’origine della nostra dignità. Grande è questa potenza, ma ancora più mirabile è la misericordia, poiché così volle venire Colui che si poteva accontentare di aiutarci”.E non solo ci aiuta ma lui ci salva, e nello stesso tempo ci coinvolge in questo suo movimento, assumere altri, fare strada come fa lui con altri. Il mondo che viene visitato da Dio è un mondo che Dio ama, ed è un mondo che i cristiani, dunque, devono amare. Penserei così, ed è questo l’augurio che io voglio fare alla mia Chiesa. Abbiamo accolto la Parola di Dio che si fa carne, l’accogliamo ancora, e se l’accogliamo, è chiaro che noi potremo anche aiutare ancora il sogno di Dio. Potremo aiutare a realizzare questo mondo così come lo vede Dio e il mondo che Dio vuole è un mondo che deve essere riscattato dal male. Secondo questo movimento: assumere la fatica di altri, assumere la sofferenza di altri, condividere la gioia perché il mondo sia sempre di più una casa secondo gli occhi di Dio. Ed è l’augurio che io faccio, l’augurio per questo Natale, alla mia Chiesa. La Parola di Dio sia accolta, porti gioia, ma soprattutto immetta questo movimento nei nostri cuori di far si che altri prendano parte al mondo secondo il progetto di Dio.
Voglio darvi la benedizione del Signore fonte di serenità e di pace per tutte le famiglie e comunità e per tutti gli uomini che sperano cose. Buon Natale a tutti e tanta pace e tanta serenità”.

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Steve McCurry: aperta la mostra nelle festività natalizie

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

AFGRL-10001Napoli Palazzo delle Arti Via dei Mille 60. Per le festività queste sono le aperture: 25 dicembre 9.30-14.30, 26 dicembre 9.30-19.30 dal 28 al 30 dicembre 9.30-19.30 31 dicembre 9.30-15.30 1 gennaio 15.00-19,30 Per i restanti periodi fino al 12 febbraio 2017 si osservano i seguenti orari: Tutti i giorni, escluso il martedì, dalle ore 9,30 alle ore 19,30. La domenica la mostra è aperta dalle ore 9,30 alle 14,30. Racchiusi nella cornice del Palazzo delle Arti di Napoli, quasi come presenze reali, si mostrano al pubblico alcuni degli scatti più suggestivi del fotografo statunitense Steve McCurry, esposti nella mostra Steve McCurry Senza confini che rimane aperta nelle festività natalizie ad accogliere turisti e napoletani che potranno immergersi nello spirito che caratterizza il fotografo attraverso le sue foto che sono racconto di un’umanità sofferente, stremata ma speranzosa.Formatosi in cinema e teatro – studi che hanno influenzato profondamente le sue opere – McCurry deve oggi gran parte della notorietà alla sua attività di photoreporter capace di andare oltre gli orrori di ogni conflitto bellico ed emergenza umanitaria, vero tratto distintivo del suo racconto per immagini.La rassegna allestita nel PAN, oltre a presentare il nucleo essenziale delle sue fotografie più famose insieme ad alcuni lavori più recenti e ad altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri, mette in particolare evidenza la sua attività di fotografo, impegnato “senza confini” nei luoghi del mondo dove si accendono i conflitti e si concentra la sofferenza di popolazioni costrette a fuggire dalle proprie terre. Il tema è purtroppo di grande attualità e Steve McCurry lo ha documentato fin dalla fine degli anni ’70. Biglietti Intero € 11,00 (comprensivo di audioguida) Ridotto € 10,00 per gruppi di almeno 12 visitatori e titolari di convenzioni appositamente attivate (comprensivo di audioguida) Ridotto speciale € 5,00 per scuole e giovani fino a 26 anni (comprensivo di audioguida)
Gratuito per minori di 6 anni, 2 accompagnatori per classe e accompagnatore di disabili Per la prenotazione dell’ingresso è prevista una tariffa di € 1,00 a persona. (foto: steve)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale a Roma: qualche dritta su cosa fare

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

Foro romanoNatale a Roma 2016 pieno di iniziative e cose da fare: musei aperti dal 26 dicembre all’8 gennaio tra cui quello Napoleonico, il Museo di Villa Borghese e della Repubblica Romana solo per citarne alcuni, tra l’altro ad ingresso gratuito.
Non perdetevi City Lego al Guido Reni District: 7 milioni di mattoncini Lego che ricostruiscono una città unica al mondo (15 metri per 5) interamente dedicata al tema urbano, così il Planetario Gonfiabile presso Technotown, la struttura del cosiddetto ‘Planetario gonfiabile’ riproduce in uno spazio di 6 metri di diametro un sistema di proiezione, che grazie ad una rinnovata tecnologia digitale, è in grado di riprodurre le 1500 stelle più luminose del cielo boreale e australe, con le costellazioni, il Sole, la Luna e le sue fasi, i pianeti, la Via Lattea e 12 astri del cielo profondo.
Un po’ di musica presso la Casa del Jazz con i solisti romani migliori che daranno vita ad una jam session.
Per i più piccoli inoltre, ci saranno le attività organizzate al Bioparco, gli spettacoli mobili a Testaccio e il musical Mia and Me all’Auditorium Parco della Musica.
Quindi se vi trovate nella Capitale, non rimanete con le gambe sotto al tavolo! (by Dott.ssa Carla Pillitu, Ufficio Stampa CODICI)

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Leave a Comment »

“E’ stata una follia rendere noti i nomi dei Poliziotti che a Sesto San Giovanni hanno fermato il killer di Berlino”

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

anis-amri“C’è infatti il timore che gli Agenti, ma anche le loro famiglie, possano subire delle ritorsioni da parte dei terroristi islamici. Si sarebbe dovuta tutelare l’identità dei Poliziotti, così come avviene per i militari impegnati all’estero nelle attività di contrasto al terrorismo”. E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “E’ incredibile la superficialità con cui è stata gestita la vicenda da parte dello stesso Governo – dice Maccari -, che rendendo nota l’identità degli Agenti di Polizia, le loro foto e persino i loro comuni di provenienza, ha dimostrato di sottovalutare il rischio di rappresaglie da parte dei terroristi, mettendo a rischio le vite dei nostri colleghi ed anche dei loro familiari. Auspichiamo che almeno si cerchi di porre riparo garantendo la massima tutela dei Poliziotti coinvolti e dei loro familiari, oltre a rafforzare ulteriormente l’azione di controllo e contrasto del rischio terrorismo nell’intero Paese, che con l’uccisione di Anis Amri ha dato un duro colpo all’Isis”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cervia: alla scoperta dei presepi

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

presepe-sullacquaLa tradizione del Presepe a Cervia è molto sentita, e nel periodo natalizio la città propone un percorso fra i suoi presepi dal presepe sull’acqua a quello realizzato interamente di sale a quello ispirato ai dipinti di Giotto.
Una natività a grandezza naturale sull’acqua del porto canale di Cervia nell’area dei magazzini del sale. Un presepe di grande suggestione che propone brillanti statue ” di sale” con suggestivi giochi di luce. Le statue ” di sale ” fondono il fascino di due tradizioni cervesi quella della tradizione salinara a quella del Natale. L’allestimento, realizzato sulla burchiella, tipica imbarcazione a fondo piatto utilizzata in passato nei canali della salina, include anche tre piramidi di sale, che emergono dall’acqua a rappresentare l’importanza della produzione dell’Oro Bianco delle saline per Cervia e i suoi abitanti. Il Presepe di Sale, realizzato da Davide Baldi col contributo del Comune di Cervia e del Consorzio Cervia Centro, fa parte dell’ampio programma di Cervia Emozioni di Natale.
A MUSA il Presepe di Sale, il Presepe dei Salinari e un presepe meccanico dedicato alla città. Cervia è la città del sale e ogni anno rievoca le sue radici festeggiando l'”oro bianco”. Qui non poteva mancare un presepe di sale. La composizione è stata costruita con una tecnica artigianale piuttosto complessa. Le sculture che compongono il presepe sono state create nel 1992 da Agostino Finchi, un salinaro la cui passione e maestria si sono manifestate nella realizzazione di oltre quindici personaggi che mettono in scena la Natività più classica.Le statuine, alte dai 10 ai 40 centimetri, sono state realizzate attraverso la cristallizzazione guidata del sale, una tecnica molto particolare la cui procedura richiede grande cura e consiste nel correggere giornalmente, manualmente questa cristallizzazione presepe-di-ualdiaper dare al sale la forma voluta.L’intero presepe è conservato a MUSA, museo del sale di Cervia, in una teca di vetro che lo ripara dagli sbalzi di temperatura e dall’umidità.
Ma negli spazi del MUSA si trova anche un secondo presepe piuttosto particolare. Si tratta della Natività rappresentata nella tipica capanna in giunco dei salinari. Le statue a grandezza naturale, sono state realizzate verso al fine degli anni ’80. Si tratta di figure in terracotta patinata plasmate su una struttura di sostegno in metallo realizzate da Paolo Onestini, figlio di Giacomo Onestini, famoso ceramista cervese. Le opere sono state cotte nel forno dell’artista. Le statue della Natività fanno comunque parte di una serie di realizzazioni che rappresentano i salinari al lavoro e figure della vita in salina. All’interno del museo sono sempre visibili alcune delle statue della serie realizzata su idea e con la collaborazione dei soci fondatori del Gruppo Culturale Civiltà Salinara. presepe-di-saleSi vede infatti un finanziere nella sua postazione dentro alla garitta (costruzione in muratura da cui si faceva la guardia al sale), un salinaro che spinge il carriolo e uno che utilizza la gottazza, lo strumento usato per spostare l’acqua da un bacino basso ad uno più alto. Le figure sono vestite con abiti del periodo realizzati con grande passione da una “azdora” (signora) cervese.
Sempre a MUSA si trova un presepe molto originale donato al Comune di Cervia dai familiari del suo costruttore, Mario Boselli. Si tratta di un presepe animato che rappresenta i luoghi e i personaggi della città di Cervia. Si vede la salina Camillone con i salinari al lavoro, la burchiella che porta il sale ai magazzini, il faro che indica con il suo fascio di luce, la giusta direzione ai naviganti. Oltre a mestieri più diffusi sono rappresentate attività tipiche della località fra le quali la pesca con i pescatori impegnati con canne e bilancini sulla palèda del porto e i boscaioli che tagliano tronchi di pino. La costruzione di questo capolavoro di tradizione e meccanica è stato realizzato in oltre 20 anni di lavoro.
MUSA sino all’8 gennaio è aperto tutti i giorni dalle 15 alle 19. I presepi sono visibili fino all’8 gennaio
Fino al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00 torna nei locali della Scuola Pascoli il presepe realizzato da una cittadina cervese. (foto: presepe)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Coverstore: entrano Red-Fish Kapital e NLK

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

coverstoreBrescia. Si è conclusa l’operazione che ha visto l’entrata di Red-Fish Kapital S.p.A e della NLK S.r.l., nel capitale della COVER STORE S.r.l. e delle sue partecipate operative, azienda bresciana nata su iniziativa di un gruppo di giovanissimi ragazzi-imprenditori. Siamo all’inizio del 2013, tre ragazzi, alla fine del loro percorso di Studi Universitari in Economia e Management rilevano un gap di offerta nell’ambito della telefonia cellulare e tablet, oggetti ormai connaturati con la vita quotidiana proponendo al mercato un prodotto fantasioso e di qualità in grado di vestire i supporti tecnologici con un guizzo di glamour. E così si diede vita al primo punto vendita, un piccolo store in una via secondaria di Brescia da cui parte una storia davvero incredibile… La storia, nata dall’idea di un gruppo di amici under 30 guidati dai 29enni Andrea Bosetti e Gianantonio Bannò e dal 23enne Mirko Galizia, parte da un piccolo punto vendita nella propria città’ e si sviluppa rapidamente lungo tutta la penisola Italiana, distinguendosi grazie ad una elevatissima qualità di prodotto, ad una veloce intuizione di sviluppo e ad una comunicazione virale che investe il mondo dei social network su un target trasversale e completo.Oggi i negozi sono diventati 100 (50% diretti e 50% franchising), i follower sui canali social sono ormai oltre 3 milioni ed e si guarda rapidamente alla conquista dell’Europa con i primi punti vendita all’estero: Barcellona, Girona, Reus e Amsterdam. Un successo che si esprime anche nei numeri. Nel 2014 il fatturato era stato di circa 500mila euro, diventati 3,5 milioni nel 2015, ed il 2016 si chiuderà a circa 7,0 milioni di euro, con un gruppo che vede coinvolti oltre 150 dipendenti. Nel 2016 la Cover Store ha venduto più di mezzo milione di custodie ad una fascia prezzo che va dai 19,99 ai 24,99 euro con collezioni firmate da artisti e licenze di grande valore come Warner Bros, Disney , Chupa Chups e Juventus.
Con questa operazione la Red-Fish Kapital vuole mettersi a fianco di questi giovani imprenditori per sostenere lo sviluppo ed il piano delle nuove aperture, sia in Italia che all’estero, attraverso nuove fonti finanziarie necessarie per il raggiungimento dei target del piano industriale.I soci fondatori ricopriranno ruoli importanti e strategiciall’interno della compagine societaria: ” Ancora una volta abbiamo deciso di investire il capitale solo ed esclusivamente nella crescita della nostra azienda” spiega Andrea Bosetti co-founder e direttore marketing Coverstore.
Da sempre l’obiettivo di RFK è offrire alle eccellenze dell’ imprenditoria italiana sia il capitale per: – sviluppare piani di crescita – effettuare passaggi generazionali – affrontare processi di internazionalizzazione sia servizi di affiancamento nella governance delle società, attraverso professionisti e collaboratori selezionati e motivati al successo dell’operazione. Gli investimenti sono in ottica di medio termine (3-5 anni), per contribuire alla crescita del valore della Azienda Target e quindi dell’investimento effettuato. RFK si propone a fianco di imprenditori e privati investitori al fine di : – selezionare gli investimenti ad alto rendimento, – negoziare le migliori condizioni e gestire le società target in portafoglio, co-investendo risorse proprie e condividendo la way-out; – supportare le aziende in portafoglio con il proprio management, network professionale ed accademico; – proporre un round di found raising al proprio Club Deal di investitori fidelizzati che posseggono profili di rischio e rendimento differenziati. (foto: coverstore)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank e MPS: le sorellastre del sistema bancario europeo

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

Cosa hanno in comune Monte Paschi di Siena e Deutsche Bank? Sicuramente la spregiudicatezza, gli alti rischi di tenuta e la eventualità di un salvataggio pubblico. Anche se di dimensioni grandemente differenti, entrambe le banche sono un po’ il simbolo dei rispettivi sistemi bancari nazionali. MPS è la più longeva, la più antica banca al mondo, creata nel 1472,Deutsche bank e oggi allo sbando. DB, fondata 146 anni fa, è diventata sinonimo e pilastro della capacità economica tedesca fino alla sua caduta nei gorghi della peggiore speculazione.
Nonostante queste pericolose somiglianze, i consiglieri economici della Merkel, come il suo ‘aiutante di campo’ Christopher Schmidt, stranamente sono molto preoccupati del futuro di MPS. Puntano il dito su una barca in difficoltà, ma non vedono, o non vogliono vedere, la nave che rischia di andare a fondo. Eppure recentemente Der Spiegel, il principale settimanale tedesco, ha pubblicato un lunghissimo articolo sulle attività della Deutsche Bank. E’ un vero e proprio dossier, veritiero, devastante, inevitabilmente spietato. Incomincia così: ”Cupidigia, provincialismo, codardia, comportamenti maniacali, egoismo, immaturità, falsità, incompetenza, debolezza, superbia, decadenza e arroganza”. Queste sono le pesanti parole usate per spiegare l’involuzione della DB, che emergono anche nelle migliaia di pagine dei documenti e delle interviste analizzati. Il settimanale tedesco sottolinea che il collasso della prima banca tedesca è il risultato di decenni di fallimenti della sua leadership. Nel periodo tra il 1994 e il 2012 si è perso completamento il controllo della banca fino a “saccheggiarne e derubarne la sua stessa anima”. Se una volta la DB era l’icona di rispettabilità e di solidità, oggi si è trasformata in una caricatura del “Lupo di Wall Street”. “Deutsche Bank è broken” scrive Der Spiegel, sommersa da ben 7.800 denunce legali! Nel 1994 DB aveva un bilancio di 573 miliardi di euro e circa 73.000 impiegati, di cui tre quarti in Germania. Già nel 2001 gli impiegati erano diventati 95.000, solo la metà in Germania. Nel 2007 il bilancio era salito a 2.200 miliardi di euro e gli impiegati in Germania invece erano scesi ad un terzo del totale. Mentre nel 2015 il bilancio si ridusse a 1,600 miliardi di euro, gli impiegati salivano a 100.000, anche se distribuiti in 70 Paesi del mondo. Come si evince, nel processo internazionalizzazione la banca ha incominciato, purtroppo, ad imitare i comportamenti dirigenziali di stile anglo-americano. Ha completato la trasformazione da “più grande banca commerciale tedesca a banca di investimento anglo-americana”. Tanto che lo stesso l’Economist inglese a suo tempo la definì “un gigantesco hedge fund”. Con l’internazionalizzazione iniziò di fatto la fase degli eccessi, degli errori e delle malversazioni intenzionali, le cui ramificazioni legali ne stanno ancora divorando i bilanci. Si ricordi la spregiudicata scelta di operare nella speculazione in derivati finanziari di vario tipo, particolarmente in quelli legati ai mutui e alle ipoteche.
monte dei paschi di sienaE’ importante notare che, se nel 1994 la maggior parte dei profitti della DB provenivano dai servizi bancari commerciali tradizionali, già nel 2007 era la cosiddetta ‘investment division’ , cioè il dipartimento finanziario impegnato soprattutto in strumenti e operazioni ad alto rischio, che produceva ben 70% di tutti i profitti della banca. E’ questo il periodo in cui i rapporti tra DB e MPS si sono fatti più stretti per via di una serie di derivati finanziari che la banca tedesca aveva concesso alla banca italiana per coprire dei buchi di bilancio. Derivati finanziari che si sono rivelati poi delle perdite pesanti per MPS. Perdite che sono andate ad ampliare i buchi e a generare altri derivati, come il famoso ‘Santorini’. Naturalmente la DB, invece, ha fatto guadagni significativi sui derivati MPS.
Il problema è stato poi la convinzione dei grandi capi della DB di avere scoperto “il potere degli dei’ che li ha portati a trasformarla nella banca numero uno al mondo nel settore dei derivati finanziari, superando persino le grandi banche americane. Nello stesso periodo è partita anche la corsa ai bonus dei dirigenti. Ancora nel 2015, anni dopo lo scoppio della grande crisi finanziaria che per la prima volta evidenziava la anomalia degli stratosferici stipendi dei manager, ben 756 alti funzionari della DB guadagnavano oltre 1 milione di euro.
Ancora oggi la DB è rinchiusa in una sorta di “nicchia darwinista, un buffet self service per pochi, dove nessuno può essere incolpato”.
La crisi della DB è talmente profonda da convincere Der Spiegel che non si può in alcun caso escludere l’opzione più estrema, quella di un suo salvataggio pubblico da parte del governo tedesco. Con buona pace per le preoccupazioni di Berlino per una simile soluzione anche per MPS. E’evidente che farsi le pulci tra sistemi bancari, in questo caso quello tedesco e quello italiano, aumenta il discredito verso l’intero mondo bancario, minando la stessa architettura europea. Secondo noi è giunto il momento in cui i consigli di amministrazione e i manager delle varie banche dissestate vengano sottoposti al rigoroso vaglio della magistratura, unitamente ai maggiori beneficiari dei capitali elargiti. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Marc Didou: Pars Oculi

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

marc-didouMilano 19 – 25 gennaio 2017 Sede Biblioteca del Daverio – Piazza Bertarelli 4, Inaugurazione giovedì 19 gennaio, ore 18 Orari aperto tutti i giorni dalle 12.30 alle 19 A cura di Philippe Daverio, Elena Maria Gregori Daverio e Marco Teseo. La mostra “Pars Oculi”, a cura di Philippe Daverio, Elena Maria Gregori Daverio e Marco Teseo, inaugura il ricco calendario di eventi previsti nel corso del 2017 presso la Biblioteca del Daverio.
In esposizione dal 19 al 25 gennaio sarà infatti possibile ammirare le straordinarie opere di Marc Didou, artista francese, che da anni lavora sull’anamorfosi, sulle illusioni ottiche, sui giochi di luce e di prospettiva.
Con un corpus di oltre 20 sculture, accompagnate da disegni e bozzetti, i suoi lavori uniscono il concettuale al figurativo, l’antico al moderno, offrendo allo spettatore la possibilità di interrogarsi sull’essere e l’apparire, sul reale e sul virtuale. Proprio attraverso distorsioni anamorfiche, infatti, i soggetti vengono parzialmente celati e ne è possibile il riconoscimento solo guardando la rappresentazione da una posizione precisa.
La ricerca di Marc Didou è molto innovativa, orientata all’utilizzo di nuove tecnologie, attenta al processo di decostruzione – soprattutto del corpo umano – e unisce alle potenzialità espressive della scultura, quelle del linguaggio scientifico e nello specifico della tomografia a risonanza magnetica (RMT). Si crea di conseguenza un dialogo tra i materiali, quali ferro, bronzo, marmo, legno e imaging radiologico o dati informatici che divengono parte integrante per la realizzazione delle opere, estremamente bilanciate e armoniche. Molto significativo è l’intervento sulla mostra di Philippe Daverio: “Pars oculi. L’occhio vuole la sua parte. Questo lo sanno tutti ma Marc Didou lo sa più degli altri, il suo occhio non serve solo a guardare ma serve ad utilizzare l’intelligenza per vedere. Ed è così diventato pacifico per lui riscoprire quella tecnica curiosa che generò la curiosità dei curiosi: l’anamorfico. Ne andavano ghiotti gli umanisti cinquecenteschi che avevano deciso di superare la prospettiva puntuale del Brunelleschi e il bifocalismo intuitivo di Leonardo, era nata allora la passione per i corpi ottici trasparenti o riflettenti che consentivano di ricomporre con il senso fisico della terza dimensione l’immagine piatta. Una rivoluzione. Hans Holbein ne diede un esempio straordinario con il suo dipinto degli ambasciatori del 1533 dove questi uomini coltissimi s’appoggiano ad uno scaffale che raccoglie strumenti tecnici geofisici e musicali, secondo la miglior tradizione scolastica del quadrivio cioè l’aritmetica la geometria l’astronomia e la musica. Marc Didou ripercorre oggi una strada analoga e la rinnova. Corre all’opposto di Holbein: all’aritmetica sostituisce il computer, alla geometria marc-didou1la restituzione plastica dell’immagine che si fa oggetto. Il tutto porta in un’armonia musicale che sembra aprire la mente alle dimensioni del cosmo. E l’artifizio diventa opera. E il guardare diventa vedere. E il vedere diventa sorpresa. E la sorpresa apre la mente alle magie della fantasia”.
Marc Didou nasce nel 1963 a Brest, dove studia e frequenta la Scuola Superiore delle Belle Arti. Nel 1987 consegue un diploma di laurea in Espressione plastica e inizia a lavorare l’acciaio. Realizza le sue prime sculture in ferro battuto nel 1988. Numerose sono le sue mostre internazionali in spazi pubblici e privati. Espone la sua prima personale presso il Museo delle Belle Arti di Brest nel 1991. Il Fondo Regionale d’Arte Contemporanea della Bretagna gli dedica una mostra prima al TNB a Rennes nel 1993, poi, nel 1995, al museo della Cohue a Vannes. Nel 1996 debutta con la serie di sculture realizzate con la tecnica della risonanza magnetica, utilizzando le tecnologie dell’imaging biomedico. In seguito insegna alla Scuola Superiore delle Belle Arti di Brest, dal 1999 al 2004.
I suoi lavori sono esposti alla Galleria Martini&Ronchetti di Genova nel 2002, 2005, 2009 e da diverse istituzioni d’arte in Italia fra cui il Museo d’arte contemporanea Villa Croce a Genova nel 2003 e la Fondazione Raggianti a Lucca nel 2004. Nel 2005 inaugura a Torino la scultura sonora “Eco”, collocata nel settore della Mole Antonelliana. Espone nel 2007 nel Regno Unito alla Queen’s University di Belfast. Nel 2009 è a Genova alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola e nel 2012 a Palazzo Loredan a Venezia.
Nel 2015 partecipa al progetto “L’art au fil de la Rance” presso la cittadina francese di Plouër sur Rance e al festival “Lieux Mouvants” di Lanrivain. Nel 2016 partecipa alla collettiva presso la Galerie Eulenspiegel di Basilea e la Galerie de Rohan di Landerneau lo accoglie con una personale. http://www.marcdidou.comAl termine della mostra alla Biblioteca del Daverio, si potranno vedere o chiedere informazioni sui lavori esposti presso Teseo Arte, galleria di riferimento dell’artista a Milano. (foto:Marc Didou)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Digital Magics: accordo con Innogest e i soci di Withfounders, che entreranno nel capitale dell’incubatore

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

La_Borsa_-_Dettaglio_-_Foto_di_Giovanni_Dall'OrtoDigital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), ha sottoscritto nella serata di ieri un accordo industriale con Innogest, uno dei più importanti fondi italiani di venture capital, specializzato in investimenti early stage, guidato da Claudio Giuliano e con gli altri soci di Withfounders, acceleratore seed fondato, insieme a cinque business angel e imprenditori seriali italiani, da Giulio Valiante (già coinvolto in operazioni di successo come Buongiorno-Vitaminic, SaldiPrivati, Jobrapido, Glamoo e Volagratis).A seguito dell’accordo, Digital Magics diventa il primo socio di Withfounders, con una quota del 35% del capitale della società. La partnership strategica siglata con i soci di Withfounders contribuirà pertanto anche alla crescita del valore del portfolio delle partecipate di Digital Magics, che si arricchisce, indirettamente, delle 13 startup in cui Withfounders ha già investito, insieme a società di venture capital e business angel, e che hanno registrato nel 2015 un fatturato aggregato superiore ai 15 milioni di Euro. L’accordo, inoltre, consoliderà e accelererà maggiormente il rapporto di collaborazione, già avviato, fra l’incubatore e Innogest, potenziando ulteriormente le attività di finanziamento e di sviluppo delle startup innovative di Digital Magics. L’ampliamento della compagine sociale di Digital Magics con l’ingresso di Innogest e di alcuni soci di Withfounders, consolida definitivamente la leadership del più importante incubatore italiano con la vocazione al “Digital Made in Italy”. L’accordo prevede la proposta all’Assemblea di Digital Magics (31 gennaio 2017) di un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione, riservato a Innogest e ai soci di Withfounders, da sottoscriversi in parte in natura con il conferimento del 35% di Withfounders (di cui il 28,8% da parte di Innogest) e in parte in denaro per circa Euro 600.000 (di cui Euro 500.000 da parte di Innogest)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La corsa alla Befana: San Marino

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

san marinoSan Marino sabato 7 gennaio 2017, davanti alla stella gigante in Piazza della Libertà, nel centro storico di San Marino, prenderà via la prima edizione della Corsa della Befana, gara giovanile non competitiva organizzata dalla Track&Field San Marino per le contrade del Natale delle Meraviglie.Un astro che aveva guidato i Magi verso il luogo della Natività si fermò improvvisamente nel cielo, come a indicare: siete finalmente arrivati. Era il dodicesimo giorno dopo Natale, quello che noi celebriamo come l’Epifania.Due le categorie previste: esordienti, per i bambini dai 6 ai 10 anni, e ragazzi, riservata a chi ha tra gli 11 e i 13 anni. Previsto un percorso di 300 metri per la prima categoria e di 600 metri per la seconda, con partenza alle ore 15:00 in Piazza della Libertà e arrivo in Piazzale Cava Antica.Apripista d’eccezione oltre alla Befana, il simpaticissimo Sammy, la mascotte dei Giochi dei Piccoli Stati d’Europa San Marino 2017. Le iscrizioni, gratuite per tutti i partecipanti, saranno aperte il giorno della manifestazione dalle 13:30 alle 14:45 in Piazza della Libertà e per i primi 150 bambini iscritti sarà distribuita una t-shirt in omaggio.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dati Istat, dipendenti pubblici “Cenerentola” tra i lavoratori italiani: 83 mesi d’attesa per un rinnovo-farsa

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

istatTra novembre 2015 e novembre 2016, se le retribuzioni contrattuali orarie hanno fatto registrare uno striminzito incremento tendenziale dello 0,5% per i dipendenti del settore privato (0,3% nell’industria e 0,8% nei servizi privati), la variazione è stata addirittura nulla per i lavoratori dello Stato. Tanto è vero che è stato registrato l’incremento più basso dall’inizio delle serie storiche, il 1982, quindi degli ultimi 34 anni. Sempre l’Istituto Nazionale di Statistica dice che se un lavoratore italiano con il contratto scaduto, in media aspetta 3 anni e mezzo per il rinnovo (42,1 mesi a novembre), l’attesa raddoppia per i dipendenti pubblici.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): in tutti questi anni non è stata corrisposta ai lavoratori statali nemmeno quell’indennità prevista per legge, al fine di non far scendere sotto l’inflazione le buste paga dei lavoratori: dall’inizio del 2009 doveva, infatti, essere pagata almeno al 50 per cento rispetto al costo della vita. Così non è andata e oggi ci ritroviamo con gli stipendi pubblici sovrastati anche dall’inflazione di quasi il 20 per cento. Con l’intesa politica per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici, sottoscritta a fine novembre, che se verrà tradotta nel contratto, non solo porterà cifre ridicole nelle tasche dei dipendenti pubblici, ma nemmeno sanerà la mancata assegnazione dell’indennità prevista in mancanza di contratto. Con il pericolo concreto, alla luce dell’ultimo Def, che la stessa indennità possa ora essere negata fino al 2021 e calpestando la normativa vigente in materia di tutela retributiva del pubblico impiego, a partire dall’articolo 2, comma 35, della Legge n. 203/2008, dalla legge finanziaria 2009 e anche dalle disposizioni previste dal Decreto Legislativo 150/2009. In conclusione, i ricorsi in tribunale sono inevitabili.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disabilità: riconosciuti i propri diritti

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

Lorenzin beatriceCon riferimento all’avvenuta firma da parte del ministro della Salute Beatrice Lorenzin del provvedimento sui nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e all’aggiornamento del Nomenclatore tariffario. “Apprendiamo della firma del ministro Lorenzin all’atto di aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza e del Nomenclatore delle protesi (atti fermi al 2001 il primo e al 1999 il secondo). – dichiara l’Associazione Luca Coscioni – In 15 anni di nostre richieste, con esperti e malati e associazioni, abbiamo sempre visto atti che non sono mai arrivati alla firma finale per poi entrare in vigore. Con il risultato che l’assistenza per i malati è ferma nel tempo e differente da regione e regione a causa anche di un elenco non aggiornato delle patologie, fondi per l’assistenza insufficienti e nomenclatore delle protesi fermo al 1999 con ausili obsoleti”. Per renderli operativi, tali provvedimenti dovranno seguire le firme del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e del Premier Paolo Gentiloni. “Con questa riforma i malati avranno finalmente beneficio e il successivo aggiornamento speriamo avvenga annualmente, nel pieno rispetto dei nuovi termini – prosegue l’Associazione Luca Coscioni – Confidiamo, dunque, che siano state accolte le nostre richieste di stralcio dei 12 ausili con Repertorio e la riforma del comitato LEA, così come anche evidenziato dalla XII Commissione alla Camera dei Deputati nel parere espresso con condizione sui 12 ausili. Auspichiamo che comunque tali atti siano attuati contestualmente alla modalità che renderanno applicabile il Nomenclatore stesso. Solo così le persone malate e con disabilità, che vedranno finalmente riconosciuti i propri diritti”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La vicenda dell’uccisione di Amis Amri

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

volanti-polizia-di-stato“Oggi deve prevalere l’orgoglio per le nostre forze dell’ordine. La vicenda dell’uccisione di Amis Amri – che è uscito dalla Germania, ha attraversato tutta la Francia ed è arrivato in Italia – non può essere annoverata solo come frutto di un caso fortunato. C’è un lavoro dietro. Ci sono forze dell’ordine che hanno una grande capacità operativa e di controllo del territorio. Bisognerà poi capire quali indagini aprirà questa vicenda per fare altre valutazioni ma, intanto, il dato che dobbiamo avere chiaro è che in questo Paese c’è una forte capacità di intelligence, che può dare anche lezioni al resto d’Europa, come dicono tutti gli esperti, perché abbiamo investigatori che si sono formati con la lotta alle mafie e sistemi di investigazione più efficienti. Ciò che succede in Italia non è casuale: c’è un lavoro alle spalle di controllo del territorio, di intelligence e di questo dobbiamo essere orgogliosi”. Lo ha detto il senatore Franco Mirabelli, capogruppo PD in Commissione Parlamentare Antimafia, intervenendo alla trasmissione “Aria Pulita”di 7Gold.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza: Campidoglio, Ztl Centro Storico vietata ad autoarticolati e autocarri

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

campidoglioRoma. Sulla base di una nota della Questura di Roma, che fa seguito alle decisioni concordemente assunte dall’ultimo Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, Roma Capitale ha stabilito il divieto assoluto di ingresso nella Zona a Traffico Limitato Centro Storico ad autoarticolati, autocarri e veicoli di massa superiore e inferiore a 3,5 tonnellate adibiti al trasporto di merci.
Il provvedimento sarà in vigore nelle giornate del 24, 25, 26 e 31 dicembre e per l’1 e il 6 gennaio prossimi.
Dal divieto sono esclusi i veicoli non superiori a 3,5 tonnellate adibiti al trasporto di medicinali, di materiale sanitario di uso urgente e indifferibile, di valori, di generi alimentari deperibili, e adibiti alla distribuzione di stampa periodica e di invii postali.
Tali categorie di veicoli previste in deroga potranno accedere all’interno della ZTL Centro Storico esclusivamente attraverso quattro varchi di accesso:
Piazza della Repubblica-via Nazionale
Via Crispi-via Ludovisi
Via del Teatro Marcello
Via Acciaioli-Corso Vittorio Emanuele II
La Questura di Roma ha anche comunicato al Campidoglio la necessità di predisporre servizi a tutela dei circa 350 mercati monitorati sul territorio della Capitale. A seguito di tale comunicazione l’amministrazione capitolina provvede a informare i Municipi di Roma Capitale al fine di promuovere meccanismi di massima collaborazione sul territorio tali a garantire il maggior livello di sicurezza possibile per i cittadini, in coordinamento con i commissariati di Polizia competenti.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicch: approvare Ddl Gelli, contenzioso medico-legale, è priorità

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

cuore“Tra gli impegni della Sicch – Società Italiana di Chirurgia Cardiaca – nei prossimi anni, prioritario sarà quello di continuare e potenziare l’attività della task force medico-legale, ormai un esempio anche per le altre società scientifiche. Il problema del contenzioso medico-legale va risolto perché lede il diritto alla salute dei cittadini e costa alla comunità delle cifre folli. Per questo auspichiamo che il Ddl Gelli sulla responsabilità medica riesca ad essere approvato in tempi brevi. Saremo impegnati anche nel portare avanti il nostro progetto del consenso informato unico per tutte le cardiochirurgie italiane, in modo da semplificare e migliorare la comunicazione tra medico e paziente. L’ultimo, ma non meno ambizioso obiettivo è quello di arrivare ad una definizione condvisa dei criteri di selezione dei C.t.u., i consulenti tecnici d’ufficio, perché non è accettabile che le perizie per i tribunali vengano affidati a medici che, per quanto preparati, spesso non sono specialisti della materia. Infine, la Sicch continuerà a puntare sui giovani, sia attraverso corsi formativi e borse di studio, sia con un sempre maggiore coinvolgimento nella vita societaria”. Lo ha detto il neo presidente della Sicch (Società Italiana Chirurgia Cardiaca) Francesco Musumeci, nel corso del primo direttivo dopo il congresso.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »