Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 29 dicembre 2016

Il piccolo coro dell’Antoniano di nuovo in Cina

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

piccolo-coro-antonianoPechino. 8 spettacoli tra il 31 dicembre 2016 e il 7 gennaio 2017. Anche quest’anno la magia del Natale regala ai bambini del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna e alla loro direttrice Sabrina Simoni una nuova straordinaria avventura: per il secondo anno consecutivo infatti, il coro di voci bianche dell’Antoniano vola in Cina per una nuova splendida tournée. Oltre agli appuntamenti previsti presso il Children’s Art Theatre di Shanghai, che hanno registrato il sold out in poche ore, quest’anno le tappe raddoppiano e si aggiungono due concerti nel cuore pulsante della Cina, la capitale Pechino, dove il Piccolo Coro si esibirà – il 6 e 7 gennaio 2017 – sul magnifico palco del Tian Qiao Performing Art Center.Nel repertorio pensato da Sabrina per la nuova tournée, protagoniste indiscusse saranno le canzoni delle ultime edizioni dello Zecchino d’Oro che, accanto al loro carattere divertente, racchiudono contenuti importanti e didattici; non mancheranno poi i grandi classici internazionali come “We are the World” e “Let it Be” che immergeranno il pubblico in piena atmosfera natalizia e di festa.Lo scorso anno Il Piccolo Coro, diretto da Sabrina Simoni, era stato accolto con grande entusiasmo dai numerosi fan cinesi collezionando durante la tournée a Shanghai sei concerti sold out. L’incontro tra il Piccolo Coro e il grande pubblico cinese però ha inizio molto prima, attraverso la messa in rete di un’esibizione del Coro presso la Basilica di San Fermo a Verona in occasione del Santo Natale 2010. Grazie al video, divenuto virale e che ad oggi conta oltre 1.542.815 visualizzazioni, in cui il coro intona la canzone “Forza Gesù”, messo in rete da alcuni fan, il pubblico cinese ha conosciuto il Piccolo Coro e, colpito dalla loro splendida voce, ha in più occasioni invitato i bambini a prendere parte della programmazione del Shanghai Children International Culture Development Co.Ltd.
piccolo-coro-antoniano1Con questo nuovo viaggio, che vede per il secondo anno consecutivo il Piccolo Coro “Mariele Ventre” protagonista di una tournée intercontinentale, salgono a ben ventotto le trasferte fuori Italia per il Piccolo Coro, di cui ben dodici sotto la direzione di Sabrina Simoni, dal 1995 a oggi. Ancora una volta il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna porta in Cina tre importanti bandiere: oltre a rappresentare il “made in Italy” della musica per l’infanzia, il Coro infatti è anche ambasciatore UNICEF dal 2002 e portavoce del riconoscimento UNESCO dello Zecchino d’Oro tra i Patrimoni per una Cultura di Pace dal 2008.
Brand di abbigliamento per bambini dai 0 ai 14 anni, Mimisol di Imilde Bronzieri Designer accompagnerà anche quest’anno il Piccolo Coro nel suo viaggio: i coristi si esibiranno, infatti, con una nuova divisa, ideata dalla stilista appositamente per l’inverno 2016, dall’elegante tinta nera impreziosita da bianchi tratti che donano un tocco di luminosità ai vestiti e ricordano le note di un pianoforte. Presente con le sue collezioni nelle città di Chengdu e Wenzhou, continua anche per questa occasione la collaborazione tra queste due realtà, che condividono ideali e valori rivolti al delicato mondo dei più piccoli. (foto. piccolo coro antoniano)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna a Modena Expo Elettronica: 400 espositori

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

modena-expoModena sabato 14 e domenica 15 gennaio dalle 9.00 alle 18.00 Expo Elettronica Fiere Viale Virgilio, 70/90 uscita Autostrada Modena nord: 400 espositori, cinque eventi in uno. Elettronica, informatica, fumetti, modellismo, videogames e… realtà virtuale. Il grande evento è dedicato all’elettronica professionale e di consumo: oltre 400 espositori propongono migliaia di articoli di informatica, piccoli elettrodomestici, telefonia, tablet, home theatre, accessori per videogiochi, illuminazione, ricambi, minuteria e prodotti per l’hobbistica e il fai da te. Con un unico ticket d’ingresso il pubblico può visitare anche i settori tematici: Mo.Del, dedicato al modellismo, Cos.Mo, la versione 2.0 della tradizionale fiera del disco e fumetto misura di cosplayer, Mo.Ma con le nuove tecnologie open source e Gameplay Expo, la sezione dedicata ai videogames. Novità 2017 è un’area dedicata ai visori di realtà virtuale
La novità di questa edizione è l’area gestita da Tom’s Hardware, la testata giornalistica guru del tech, con diverse postazioni di realtà virtuale per provare una delle esperienze più cool del momento. Tom’s Hardware presenta poi i Mates, gli youtubers più seguiti del web, che saranno presenti nell’area dedicata sia sabato che domenica.La manifestazione fa leva sulle passioni e, accanto all’elettronica, presenta altre quattro sezioni tematiche: makers, modellismo statico e dinamico, dischi e fumetti rari e da collezione, il coloratissimo mondo dei cosplayer e i videogiochi, con appassionanti sfide e tornei aperti a tutti. Mo.Del Modena Modellismo dedica grandi spazi a un hobby che coinvolge tantissimi appassionati, grazie anche alle nuove possibilità aperte dalle tecnologie elettroniche open source, che rendono l’autocostruzione e la personalizzazione sempre più accurate e realistiche.
Cos.Mo Cosplay Modena è la versione 2.0 della tradizionale fiera del fumetto; una fiera a misura di cosplayer. Per tutto il weekend si svolgerà la mostra mercato del fumetto usato e da collezione che abbraccia tutti i gusti, da quelli “vintage” e tradizionali fino ai protagonisti delle più attuali serie giapponesi, con costumi, accessori e complementi ispirati al mondo dei fumetti. Sulla scia dei cartoons asiatici nasce il Cosplay, che descrive l’hobby di divertirsi vestendosi come il proprio personaggio preferito e inscenando brevi esibizioni in cui i cosplayer recitano la parte del personaggio di cui indossano il costume. A Cos.Mo, grazie alla collaborazione con lo staff di B.H.C Best Horror Cosplay nella giornata di domenica è previsto un grande raduno Cosplay con animazioni, sfilate e tornei di videogiochi. Complementare a Cos.Mo la Mostra Mercato del Disco, Cd e Dvd usato e da collezione. Nell’epoca della musica digitale e dematerializzata, dischi e cd sono diventati oggetti da collezione attraverso i quali rivivere momenti cult della storia della musica. Quest’anno sarà ancora più ricco Mo.Ma Modena Makers, evento dedicato ai makers, che si pone l’obiettivo di presentare una panoramica comprensibile a tutti sulle nuove opportunità che la tecnologia offre, ad oggi, per chi vuole confrontarsi con l’universo DIY (do it yourself). MoMa da spazio ai progetti di Istituti Tecnici, Associazioni e FabLab. Il pubblico potrà visionare progetti realizzati di automazione realizzati con Arduino e Raspberry Pi, vedere all’opera le stampanti 3D, Droni, partecipare ai mini talk di aggiornamento e approfondire i vantaggi del Software Libero e Open Source in una logica di condivisione del sapere tecnologico e artigiano.GamePlay Expo arricchisce ulteriormente l’edizione 2017 con la presenza di un’area dedicata a tornei e gare di videogiochi a premi. (foto: modena expo)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trailer Sleepless – Il Giustiziere: al cinema dal 26 gennaio

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

sleeplessAdrenalina e suspence per un thriller mozzafiato con protagonista il Premio Oscar Jamie Foxx (Ray, Django Unchained) affiancato dalla bellissima Michelle Monaghan (Mission: Impossible III, Kiss Kiss Bang Bang). SLEEPLESS – Il giustiziere è diretto dal regista nordeuropeo Baram Bo Odar (Who am I, Il silenzio) e nel cast conta anche della partecipazione di Dermot Mulroney (I segreti di Osage County, Shameless ), Gabrielle Union (Top Five, The birth of a Nation), David Harbour (Suicide Squad, Black Mass: l’ultimo gangster, Stranger Things) e Scoot McNairy (12 anni schiavo, Batman v Superman: Dawn of Justice).
SLEEPLESS – Il giustiziere, dinamico action movie dall’animo tutto americano ma basato su un film francese (Nuit Blanche di Frédéric Jardin del 2011), sarà distribuito nei cinema italiani da Notorious Pictures a partire dal 26 gennaio. (foto: Sleepless)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fori: per il nuovo anno l’Area Archeologica centrale apre gratuitamente

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

Foro romanoRoma L’Area Archeologica Centrale apre le sue porte per un unico grande percorso all’insegna dell’abbattimento di ogni tipo di cancello in grado di limitaree interrompere la continuità del racconto storico e in un percorso attrezzato senza barriere architettoniche. La Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica di Roma e Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali offrono ai cittadini, per la giornata dell’1° gennaio 2017, la possibilità di immergersi, senza soluzione di continuità,
nell’atmosfera di una suggestiva passeggiata nella più grande area archeologica del mondo. Dai Fori Imperiali al Foro Romano e Palatino: si potrà passare liberamente e gratuitamente da un sito a un altro e percepire, nella ritrovata unitarietà, la grandezza di un passato che ci appartiene. L’accesso ai siti sarà consentito dalle 10 alle 16, con ultimo ingresso alle 15. Il percorso che attraversa l’area archeologica dei Fori potrà essere compiuto indifferentemente partendo dall’area di competenza capitolina, da Piazza Santa Maria di Loreto, presso la Colonna Traiana, o da uno degli ingressi della Soprintendenza di Stato, a Largo Corrado Ricci, all’Arco di Tito, o a via di San Gregorio. Partendo dalla Colonna Traiana seguendo la passerella presente nel sito, la visita toccherà una parte del Foro di Traiano, passerà sotto via dei Fori Imperiali percorrendo le cantine delle antiche abitazioni del Quartiere Alessandrino, attraverserà il Foro di Cesare e del Foro di Nerva per proseguire nell’area statale, senza la barriera divisoria che obbligava a uscire dai Fori Imperiali per rientrare al Foro Romano.
In occasione dell’inizio del 2017, la Soprintendenza per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma apre gratuitamente i suoi luoghi della cultura. È l’occasione per proporre un percorso unificato dell’intera area
dei Fori. “Il primo dell’anno – spiega il Soprintendente Prosperetti – offre ai romani e ai turisti l’opportunità di visitare senza barriere il centro più antico della città. Un’occasione a suo modo unica, ma anche un impegno per il futuro”.”Visitare il Foro Romano e i cinque Fori Imperiali – dichiara il Sovrintendente Parisi Presicce – senza soluzione di continuità e senza distinzione di competenze tra Stato e Comune costituisce un piccolo passo per l’archeologia, ma rappresenta una idea importante per il futuro di Roma”. Il passaggio dall’area comunale a quella statale avverrà dietro la Curia Julia, antica sede del Senato romano, e permetterà di accedere nel fulcro della piazza del Foro, all’altezza della Basilica Æmilia, sulla Sacra Via. Di qui si articolano percorsi in diverse direzioni: Basilica Julia, Tempio del Divo Giulio, Casa delle Vestali, Lacus Iuturnæ, Tempio di Antonino e Faustina, per arrivare all’Arco di Tito e fino ai palazzi imperiali sul Palatino, dove per l’occasione resterà aperto il Museo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cosa cambia per i mutui nel 2017

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

salva bancheNuove tutele e tassi di interesse: con l’arrivo del 2017 per i mutui la musica potrebbe essere vicina a cambiare. Mutui.it, in collaborazione con Facile.it, ha cercato di fare ilpunto anche su questo aspetto. Qualcosa cambia, anche in via definitiva: vediamo in che senso. Innanzitutto, dal punto di vista delle tutele riservate al consumatore: dallo scorso luglio sono entrate in vigore (ed ora sono operative) le norme contenute nel decreto legislativo 72/2016 che recepisce una direttiva europea che obbliga le banche ad una sempre maggiore trasparenza nel momento della stipula di un mutuo. Per riassumere, al cliente l’istituto di credito deve fornire in modo trasparente – tramite il modulo denominato Prospetto Informativo Europeo Standardizzato – ogni informazione relativa all’offerta, in modo che sia sempre possibile fare dei confronti per scegliere la migliore soluzione presente sul mercato. Per altri contenuti della direttiva, cliccare qui. Per quanto riguarda invece i tassi di interesse, sebbene sia probabile che resteranno bassi ancora per diverso tempo, va ricordato che l’anno che si conclude è stato quello che ha visto i valori storicamente al minimo per i costi dei finanziamenti, e che quindi un rialzo nei prossimi mesi o anni è da mettere in conto. Se infatti il tasso Euribor, al quale sono legati i mutui a tasso variabile, resterà probabilmente sui livelli attuali ancora per un paio di anni, l’Eurirs a dieci anni (dal quale dipendono i mutui a tasso fisso) ha già cominciato una lenta risalita guadagnando da luglio oltre 40 punti base. Risalita che potrebbe proseguire, a causa di vari fattori tra cui la diminuzione dell’importo del Quantitative Easing della Bce (ovvero della quantità di titoli di Stato che la Banca Centrale Europea acquisterà per immettere liquidità sul mercato) fino al dicembre 2017, passato da 80 a 60 miliardi di euro al mese. Va poi considerato che da ora esiste maggiore incentivo ad acquistare titoli a breve scadenza (non più a due anni, ma anche ad un anno) a scapito di quelli a scadenze più lunghe, il che va a impattare sul livello del tasso Eurirs. Infine, bisogna mettere in conto ciò che avviene oltre Oceano: negli Usa la Fed ha appena ritoccato al rialzo il costo del denaro, comportamento che indubbiamente inizierà a trasmettersi anche in Europa sebbene col consueto ritardo. Non solo, ma con l’elezione del nuovo presidente Trump e l’attuazione delle politiche fiscali espansive presenti nel suo programma l’inflazione Usa potrebbe mettersi a correre più del previsto, portando a politiche monetarie restrittive (e quindi ad ulteriori rialzi dei tassi) che si rifletteranno anche sul Vecchio Continente, probabilmente già nel corso dei prossimi cinque anni.
Sono quindi le ultime ore utili per chi voglia stipulare mutui a tasso fisso con la certezza di cogliere il momento più favorevole? Può darsi, perché dal prossimo gennaio diventerà molto probabile un ritocco al rialzo degli spread bancari, peraltro già “difesi” contro eccessivi ribassi dai contestati tassi floor, che da tempo impediscono che al ribasso dei tassi sui mutui non ci sia alcun limite. Una mossa, questa, che potrebbe frenare anche il mercato delle surroghe (a che pro infatti cambiare il proprio mutuo con un altro se le rate diventano più care?), che già, secondo l’Osservatorio di Facile.it, ha visto nel semestre un calo del 19,8% dopo aver rappresentato per anni il pilastro su cui si reggeva la domanda di mutui. (di Floriana Liuni fonte mutui.it)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master universitario di primo livello in Gestione integrata e valorizzazione dei patrimoni immobiliari e urbani

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

la sapienzaRoma Una borsa di studio del valore di 1.950 euro verrà assegnata da Sogeea SpA per frequentare la quattordicesima edizione del master universitario di primo livello in Gestione integrata e valorizzazione dei patrimoni immobiliari e urbani – Asset, property, facility & energy management, organizzato dalla facoltà di Ingegneria Civile e Industriale della Sapienza Università di Roma. La partecipazione è aperta ai laureati in Ingegneria, Architettura, Urbanistica, Economia e Commercio, Giurisprudenza e Informatica.
Per avanzare la propria candidatura, entro e non oltre il 9 gennaio 2017 va inviata una mail all’indirizzo formazione@sogeea.it allegando: curriculum vitae sottoscritto e con l’autorizzazione al trattamento dei dati; Cud o autocertificazione dei redditi percepiti negli ultimi due anni. L’assegnazione avverrà in base a una graduatoria stilata prendendo in considerazione titolo di studio e votazione, esperienze specifiche, situazione economico-finanziaria.«Crediamo fermamente nel valore della formazione delle nuove generazioni, a maggior ragione quando la fonte è così prestigiosa e autorevole – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea –. Soprattutto in una congiuntura tanto delicata come quella vissuta dal nostro Paese, non deve mai mancare un supporto concreto a quei giovani che intendono fare esperienze preziose in vista di uno sbocco professionale. Per questo cerchiamo sempre di dare un piccolo ma significativo contributo».
Il corso, in programma dal 28 febbraio al 30 novembre 2017, darà diritto a 60 crediti formativi universitari e sarà articolato in 1.500 ore di impegno complessivo, di cui almeno 300 ore dedicate all’attività di didattica frontale e 100 ore per la prova finale. Il restante tempo sarà impiegato per stage, seminari e convegni.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ‘non detto’ nella crisi delle banche italiane. Sono necessari interventi sistemici

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

bancaIl comunicato stampa di Banca MPS dell’altro giorno ha lasciato molti stupiti e tanti scandalizzati. La maggior parte dei commentatori si e’ concentrata sull’aumento richiesto dalla Banca Centrale Europea (BCE) dei capitali necessari per mettere in regola la Banca: si è passati, infatti, da 5 a 8,8 miliardi. L’aspetto più rilevante di questa vicenda, a nostro avviso, non è tanto l’aumento richiesto, quanto il fatto che la né Banca MPS né il Tesoro erano a conoscenza dei criteri di calcolo applicati.Il comunicato stampa di MPS termina con questa frase: “La Banca ha tempestivamente avviato le interlocuzioni con le Autorità competenti al fine di comprendere le metodologie sottese ai calcoli effettuati da BCE”. In altre parole MPS non sa come siano stati calcolati questi 8,8 miliardi ed ha chiesto subito spiegazioni. Lo stesso ministero italiano del Tesoro è stato preso alla sprovvista e non era a conoscenza di questa eventualità.Ma come è possibile che la Banca (ed il massimo esponente in materia dello Stato) non sappia quali sono e quali regole applica la BCE?La BCE ha una discrezionalità così forte che può decidere come gli pare e di volta in volta?Come è possibile che una banca non sia informata preventivamente quali siano i requisiti di patrimonializzazione nei vari scenari?Abbiamo delle regole europee di gestione del sistema bancario che lasciano margini d’incertezza su un aspetto così centrale come i requisiti di patrimonializzazione?
Stiamo parlando di Topolinia o dell’Unione Europea?E’ evidente che questo sistema di vigilanza bancaria non funziona e non può funzionare.Il sistema bancario sta in piedi solo ed esclusivamente perché i clienti hanno fiducia nel fatto che le banche siano in grado di far fronte ai propri impegni. Se la BCE non fa una chiarezza cristallina su quali siano le regole di patrimonializzazione in tutti gli scenari, è evidente che mina alla base la fiducia che gli operatori hanno sul sistema bancario.E’ chiaro che l’incertezza, se da una parte è un serio problema per il sistema bancario, è molto utile politicamente perché se non vi sono delle regole ben chiare tracciate che si debbano semplicemente applicare, allora si ampliano molto i margini di trattativa politica e si può agevolmente tentare di applicare i propri obiettivi.Il punto, infatti, appare chiaramente politico.
La Germania vuole che l’Italia applichi il dogma dell’austerity e vuole che risolva il problema delle banche chiedendo aiuto, come hano fatto Spagna e Grecia, al così detto “fondo salva Stati”. Questo implica una serie di vincoli di bilancio che metterebbero l’Italia in una sorta di commissariamento. L’Italia, fino ad oggi, ha sempre negato di voler chiedere questo tipo di aiuti, ma ha un solo modo per evitare questo commissariamento: presentare un piano sistemico nazionale di supporto all’intero sistema bancario. Deve smettere di negoziare con compromessi al ribasso ogni singolo passaggio con la commissione europea e la BCE. Deve smettere di prendere soluzioni tampone come i GAGS o il Fondo Atlante. Fino ad oggi il ministro Padoan si è dimostrato largamente inadeguato al ruolo.
E’ difficile che possa gestire un cambio di politica così radicale.Se non si prenderà contezza che quella che stiamo vivendo è una vera e propria crisi sistemica, che richiede interventi non caso per caso, ma per l’appunto sistemici, la crisi si allargherà di più e verrà il giorno che non potremo far altro che richiedere aiuto al fondo salvastati. L’Italia può evitarlo, ma ha già perso tantissimo tempo. (Alessandro Pedone, responsabile Aduc per la Tutela del Risparmio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Festa di Roma dall’alba al tramonto lungo il Tevere”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

lungotevereRoma Domenica 01 gennaio, alle ore 04:30, al Ponte della Scienza, Teho Teardo e MP5 presentano una versione speciale di Phantasmagorica, in occasione de “La Festa di Roma dall’alba al tramonto lungo il Tevere”. Il Ponte della Scienza verrà allestito appositamente per lo spettacolo con un ledwall e proiezioni dove verranno proiettate immagini e animazioni, accompagnate dalla musica dal vivo di Teho Teardo. Dal ponte più recente, il Ponte della Scienza passando per il Ponte della Musica, Ponte Sisto e infine Ponte Sant’Angelo, dalle 3.30 del mattino alle 22 di sera questi spazi e il lungotevere tra i ponti storici diventeranno il palcoscenico di performance artistiche, musicali, teatrali e tanto altro ancora.
L’evento site specific di Teardo e MP5 per il primo dell’anno, in collaborazione con il Teatro di Roma, è inserito all’interno di un programma più ampio che offre numerosi appuntamenti dall’alba alla sera, sui ponti di Roma e sul lungotevere con istallazioni, giochi di luci, concerti, laboratori per bambini, performance teatrali, letture, cinema, musica e ballo: Roma Capitale inaugura 01 Gennaio 2017 – La Festa di Roma. Un’idea di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, con il supporto del Dipartimento Attività Culturali, in collaborazione con, in ordine alfabetico, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Associazione Teatro di Roma, l’Azienda Speciale Palaexpo, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma, la Fondazione MAXXI, la Fondazione Musica per Roma, la Fondazione Romaeuropa, la Fondazione Teatro dell’Opera, l’Istituzione Biblioteche di Roma, MACRO-Sovrintendenza Capitolina e Zètema Progetto Cultura.
Phantasmagorica è un progetto ispirato alle affascinanti pratiche di intrattenimento del passato che, coniugate con l’estetica contemporanea di MP5 e Teho Teardo, parlano al pubblico degli aspetti paurosi ma anche sorprendenti del nostro presente. Una forma di teatro che usa una versione modificata della lanterna magica per proiettare immagini spaventose come scheletri, demoni e fantasmi su muri, fumo o schermi semi-trasparenti. In scena, lo spettacolo di disegni animati in bianco e nero da MP5 che, usando varie tecniche di animazione, dalle tradizionali alle digitali, sviluppa una drammaturgia accompagnata da una colonna sonora originale composta ed eseguita dal vivo da Teho Teardo. Come nella Fantasmagoria delle origini anche qui la paura e lo stupore sono i segni distintivi delle immagini e delle musiche, affinché lo spettatore venga trasportato in una dimensione giocosa e inquietante allo stesso tempo. (foto: Teho Teardo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge elettorale: l’unico tavolo possibile è il Parlamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

elezioni“Dopo la sonora sconfitta referendaria il Pd di Renzi e Orfini non può più dare le carte, men che meno sulla riforma della legge elettorale. L’unico tavolo possibile è e rimane il Parlamento”. Lo afferma, in una nota, Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.
“Pertanto – prosegue -, no a un Nazareno 2.0, no all’ennesima forzatura da parte del Pd. La legge elettorale, così come evidenziato più volte dal Presidente della Repubblica, sia realmente condivisa ed elaborata da tutte le forze che siedono in Parlamento, solo così potrà avere quell’autentica legittimazione politica che è mancata a tutte le orribili riforme di Renzi bocciate dagli italiani. La strada è tracciata: pronuncia della Consulta il 24 gennaio e poi – continua Brunetta – discussione nelle Commissioni affari costituzionali e nelle Aule di Camera e Senato di una nuova legge che garantisca governabilità e rappresentatività. Elementi questi che il Mattarellum, anche modificato, in presenza di un sistema ormai tripolare, non riuscirebbe a garantire. Il Pd di Renzi e Orfini se ne faccia una ragione, sotterri l’ascia di guerra, elabori il lutto della sconfitta referendaria e in Parlamento – conclude – ragioni con tutti di legge elettorale alla pari”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ricerca: nessuna stabilizzazione per i precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

Ministero salute“Siamo giunti a fine anno e se, come sembra, neanche nell’ultimo Consiglio dei Ministri che si tiene oggi verrà inserito il provvedimento per la stabilizzazione dei lavoratori precari dell’Istituto Superiore di Sanità, saremo davanti all’evidenza che gli impegni assunti dal Ministro Lorenzin in occasione del presidio del 15 dicembre al Ministero della Salute non sono stati rispettati.” Dichiara Cristiano Fiorentini dell’Esecutivo Nazionale di USB PI. “Al Ministro Lorenzin chiediamo di dire ai lavoratori precari il perché di questa battuta d’arresto e, soprattutto, come intende procedere per chiudere questa vertenza”. “Visto che è confermata la copertura economica, dobbiamo dedurre che il Governo, al contrario di quanto avviene quando si tratta di salvare le banche, non è capace di trovare una univoca volontà politica per investire pochi milioni di euro nella Ricerca, in particolare in quella sanitaria” continua Fiorentini “Non si capisce cosa serva oltre alle risorse e alla volontà del Ministro vigilante dell’ISS. La bruttissima sensazione dei ricercatori dell’ISS è quella di non essere considerati degni dal Governo di un piccolo investimento che peraltro, come abbiamo più volte ribadito, sarebbe di grande peso specifico per la salute dei cittadini”. “Di fronte a questo nuovo scenario, oggi i lavoratori riuniti in assemblea nell’aula occupata hanno deciso di rilanciare la mobilitazione attraverso la conferma dell’occupazione e il mandato dato all’USB di avviare le procedure per l’indizione di una giornata di sciopero che coinvolga tutti i lavoratori dell’ISS anche quelli che, pur solidarizzando, non hanno finora partecipato attivamente all’occupazione. Nei prossimi giorni l’assemblea deciderà ulteriori iniziative.” Conclude il dirigente USB. Il segnale per il Governo è chiaro, la lotta continua.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto per la salvezza delle banche italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

monte dei paschi di siena“E’ stato incardinato alla Camera il decreto per la salvezza delle banche italiane e in particolare per Monte dei Paschi di Siena. Ho voluto essere presente a questa seduta, che di solito è di tipo burocratico-formale, per dare il senso della drammaticità del momento e dell’importanza di questo decreto”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogrupo di Forza Italia alla Camera dei deputati, conversando con i cronisti a Montecitorio.”Una settimana fa – ha continuato – abbiamo approvato una risoluzione, votata anche da Forza Italia, per consentire al governo di utilizzare venti miliardi, a valere sul debito pubblico, per salvare le banche italiane. Salvarle nella trasparenza, nell’equità, nella tutela dei risparmiatori, colpendo gli amministratori infedeli, facendo chiarezza su chi ha distrutto MPS, Etruria e le altre banche in crisi. Vogliamo chiarezza, vogliamo una commissione parlamentare d’inchiesta, vogliamo che Morelli, quello della soluzione di mercato per Mps, se ne vada a casa, vogliamo chiarezza su chi abbia fatto fallire Monte dei Paschi negli ultimi anni, vogliamo chiarezza sulle altre banche, vogliamo chiarezza su chi doveva vigilare e non ha vigilato, Banca d’Italia e Consob. Vogliamo tutto questo – ha sottolineato Brunetta – proprio perché abbiamo votato la risoluzione della maggioranza. Abbiamo il diritto di pretendere il coinvolgimento di tutto il Parlamento. Questa materia è troppo importante, questo momento è talmente grave che le spalle del governo Gentiloni non ce la fanno da sole a reggerlo, ci vuole il coinvolgimento di tutti i gruppi parlamentari”. “Se così sarà – ha aggiunto Brunetta -, proseguiremo con il nostro senso di responsabilità, in caso contrario, se cioè Padoan continuerà a fare lo stesso gioco che ha fatto nei mille giorni di Renzi, ci sarà la nostra più totale e dura opposizione. Speriamo ancora che ci possa essere una più ampia condivisione, finora però non l’abbiamo vista. Il decreto è pessimo, scritto male, in conflitto con la Bce, parziale, iniquo, tratta in maniera diversa stesse tipologie di investitori e risparmiatori. Questo è inaccettabile, che Padoan e Gentiloni ci pensiono e ci ripensino. Noi siamo qui per assumerci le nostre responsabilità e modificare questo pessimo decreto e farne uno di diverso – ha concluso – che risponda alle esigenze del sistema bancario italiano”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro radicali e Garante Nazionale diritti detenuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

carcereSi è svolto ieri a Roma un incontro tra Radicali Italiani e il Collegio del Garante Nazionale dei diritti delle persone in condizioni di restrizione della libertà personale. Al centro dell’incontro le prospettive di riforma della procedura di applicazione del trattamento sanitario obbligatorio, in direzione di un aumento della tutela dei pazienti e della previsione di un ruolo dello stesso Garante Nazionale, secondo le linee di intervento di cui Radicali Italiani è portatore. “Ringraziamo il Presidente Palma e le dottoresse Rossi e De Robert”, dichiarano il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e il tesoriere Michele Capano. “Il Collegio, come da mandato normativo, estende il suo ruolo alla verifica non solo delle condizioni di internati e detenuti, ma anche dei migranti ristretti nei Cie e da rimpatriare, come delle migliaia di persone che, pazienti psichiatrici, sono sottoposti a misure di sicurezza o al Tso. L’efficacia di questa attività di monitoraggio risiede anche nella capacità di “fare rete” con i Garanti Regionali: occorre dunque che per un verso Liguria, Basilicata e Calabria – che mancano all’ appello – si dotino finalmente della figura, per l’altro che tutte le Regioni intendano il ruolo come relativo non ai soli detenuti, ma alla generalità delle persone in condizioni di restrizione della libertà personale. Abbiamo proposto al Garante un’ “anagrafe” dei luoghi di restrizione, affinché anche l’arcipelago di strutture sanitarie e socio-sanitarie dove i pazienti psichiatrici si trovano in condizione di “libertà vigilata” siano noti, controllabili, visitabili”, concludono Magi e Capano.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E adesso l’auto si acquista su Facebook

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

autoDalla sharing economy alla “social economy”: la vendita di auto e servizi sbarca infatti su Facebook. Hurry! innovativa start up della mobilità online estende la sua presenza sulla famosa piattaforma social con una vetrina interattiva (@HurryBot) dove è possibile acquistare prodotti e servizi automotive.Con pochi click su Messenger, gli internauti, guidati in chat da un assistente virtuale, possono scegliere la soluzione più adatta e conveniente alle proprie esigenze, dalle opzioni pay per use al noleggio (di auto, suv, moto, minicar), dall’acquisto dell’usato alle varie a offerte shopping presenti sul sito.Per Hurry!, società diventata il primo portale di e-commerce dedicato al mondo della mobilità, non e’ l’unica novità: a due anni dalla partenza chiude infatti il 2016 con un volume d’affari che raggiunge quota 42 milioni di euro, in aumento del 135% sul 2015; e con performance interessanti anche sugli altri segmenti: +340% per le offerte più innovative come Ricaricar, il servizio dedicato alle auto che “ricaricano” i chilometri come con la sim di un telefonino; otto milioni le persone che hanno visitato il sito web a caccia di nuove offerte.Sono numeri che confermano la tendenza sempre più marcata di un nuovo modo di vivere l’automobile, dove l’utilizzo, flessibile e senza pensieri del veicolo, sostituisce la proprietà del mezzo, diventata in questi anni sempre piu’ onerosa e poco conveniente. Su the-hurry.com il cliente può facebooktrovare un veicolo nuovo a partire da 4 euro al giorno. Una proposta che piace al pubblico. E’ un mondo di giovani, per lo piu’ laureati, ma anche di manager di mezza età e donne, l’identikit del consumatore utente tracciato dai numeri della start up. Un pubblico che sceglie online e scarta l’acquisto tradizionale per dirigersi sulle nuove forme di mobilità, e tra queste, in particolare, il noleggio a lungo termine o il pay per use dove i chilometri si ricaricano (e si pagano) a seconda delle proprie effettive esigenze (offerta “Ricaricar”). Il fattore vincente è la formula “tutto compreso”: il cliente infatti deve pensare solo alla benzina perché bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazione RCA con copertura in caso di infortunio al conducente ed esonero da responsabilità per incendio, furto e danni al veicolo sono a carico della societa’, che offre anche la possibilità del ritiro dell’usato.E che la formula abbia cambiato le abitudini degli acquirenti, lo dimostrano anche gli altri numeri del “boom” 2016: +180% per i contratti di noleggio a lungo termine; +96% per gli utenti registrati sulla piattaforma mentre le interazioni sui social segnano un +172% in un anno; infine +37% per le vendite on-line di veicoli usati che Hurry presenta con offerte fino al 15% inferiori alle quotazioni di “Quattroruote”.
Hurry!, start up al 100% italiana, opera in virtù di una partnership strategica esclusiva con ALD Automotive Italia, leader mondiale del noleggio a lungo termine e della mobilità che è garanzia della qualità dei prodotti e dei servizi offerti. La societa’ ha sedi a Roma e Milano, mentre le piattaforme logistiche sono ad Aprilia, Roma (2), Milano (2), Crema, Brescia, Salerno e Agrigento. (foto: auto, facebook)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »