Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 30 dicembre 2016

“I GIUBILEI – La strada del perdono”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

vaticanoRAI 1 – sabato 31 Dicembre ore 15.05 “I GIUBILEI – La strada del perdono” Il documentario I Giubilei – La strada del perdono, prodotto dal Centro Televisivo Vaticano e da Officina della Comunicazione, racconta le tappe principali dell’appena concluso Giubileo straordinario della Misericordia , intrecciando la narrazione con alcuni affondi storici sui Giubilei del passato. “Il Giubileo indetto da Papa Francesco ha segnato l’avvio di un deciso coinvolgimento della chiesa cattolica diffusa in ogni angolo della terra a lasciarsi attrarre dalla misericordia di Dio Padre. La struttura gestita da S. E. Mons Fisichella ha puntellato l’anno di incontri e giornate speciali che han tutte indicato lo statuto proprio del manifestarsi di Dio: nei poveri, negli ultimi e nei sofferenti”. Queste le parole di Mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede.Si ripercorrono così le tappe principali della storia del Giubileo, un evento che, dal 1300, si ripete nel percorso della storia della Chiesa e quindi nella storia dell’umanità. Un documentario appassionante e dal linguaggio narrativo e tecnico moderno, che nasce da un montaggio che intreccia i preziosi materiali di repertorio degli archivi del CTV e dell’Istituto Luce, uniti a suggestive immagini del Giubileo appena terminato. albero-natale-vaticanoAlcune tavole di animazione grafica realizzate ad hoc illustrano e sostengono il racconto dei primi giubilei della storia. Non si tratta di una mera narrazione storica del susseguirsi dei Giubilei, è piuttosto un continuo intrecciarsi tra presente e passato, che affida il flusso della narrazione alle diverse tematiche affrontate. Molte sono le occasioni di apertura storico/culturale che i diversi Giubilei possono offrire: viene raccontato come la storia abbia influenzato i Giubilei, e come essi stessi abbiano influenzato non solo la storia ma anche la letteratura, l’architettura, la musica e addirittura la viabilità in Europa. Insomma una storia di sacro e profano che ha fatto da cornice ai grandi movimenti dei pellegrini all’interno dei un territorio che si mutava e plasmava nel flusso della storia. Le interviste ad alcuni esperti permettono di approfondire i contenuti da una pluralità di punti di vista disciplinari che facilitano gli affondi tematici sui diversi aspetti che caratterizzano la storia dei Giubilei.Nello specifico il Card. Angelo Comastri, Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, dall’atrio della Basilica di San Pietro ci conduce alla scoperta dei significati della porta Santa e del valore di invito alla preghiera legato all’evento giubilare, il prof. Sandro Barbagallo dei Musei Vaticani ci parla del cambiamento dei fenomeni artistici legati agli anni santi e ci descrive alcuni aneddoti ad essi collegati, il prof. Angelo Bianchi dell’Università Cattolica di Milano ci contestualizza i giubilei nella storia esplicitando il rapporto di reciprocità tra la loro storia e la Storia universale, il saggista e giornalista Marco Roncalli, ci presenta il senso dei giubilei all’interno della vicenda Cristiana, la prof.ssa Carmelina Canta, sociologa, analizza di giubilei evidenziandone le specifiche ricadute sul sociale. Infine il prof. Alberto Melloni traccia alcune linee guida nell’interpretazione degli eventi giubilari.“Come sempre – conclude Mons. Dario Edoardo Viganò, – in campo l’idea di un gruppo il lavoro attorno ad un progetto: il Ctv con Officina della Comunicazione, Rai Uno con cui ci si è confrontati circa l’utile opportunità che il servizio pubblico possa mettere in onda, a fine evento, una trasmissione di tale valore”.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con la FORM per brindare al nuovo anno

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

anna-delfinoFermo. Le più belle e appassionanti melodie di Rossini, Donizetti, Verdi, Mascagni, Offenbach e Strauss per iniziare il 2017. Il nuovo anno prende il via con il tradizionale concerto del primo gennaio, in programma alle 17 al Teatro Dell’Aquila di Fermo e alle 21 al Ventidio Basso di Ascoli Piceno.Insieme all’Orchestra Filarmonica Marchigiana guidata dal Maestro David Crescenzi, Direttore Musicale ed Artistico del Teatro del Cairo in Egitto, si esibisce il soprano Anna Delfino, primo premio al concorso internazionale “Tito Schipa” di Lecce nel 2011. Il programma prevede la Sinfonia e la Cavatina di Norina “Quel guardo il cavaliere – So anch’io la virtù magica” dal Don Pasquale di Gaetano Donizetti; l’Intermezzo della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni; il Preludio e la Canzone di Oscar “Saper vorreste” da Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi. Si passa poi a Gioacchino Rossini con la Sinfonia de Il barbiere di Siviglia e a Johann Strauss Junior con Künstlerleben (Vita d’artista), op. 316 e Auf der Jagd (A caccia), op. 373. Si prosegue con la Canzone della bambola “Les oiseaux dans la charmille”, tratta da Les Contes d’Hoffmann (I racconti di Hoffmann) di Jacques Offenbach per concludere con tre melodie di Strauss: Explosions-Polka, op. 43, Die Fledermaus (Il Pipistrello), op. 352: Canzone “Mein Herr Marquis” e la famosissima An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu), op. 314. Al concerto di Ascoli Piceno, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana e il soprano Anna Delfino vengono accompagnati dal coro Ventidio Basso, diretto dal Maestro Giovanni Farina. Il Concerto per il nuovo anno viene replicato lunedì 2 gennaio alle 21 al Teatro Lauro Rossi di Macerata, mercoledì 4 gennaio al Pergolesi di Jesi (ore 21) e giovedì 5 gennaio al Gentile di Fabriano (ore 21).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rivoluzionaria sentenza della Corte Costituzionale sul pareggio di bilancio

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

stopareggiodi Laura Castelli. La Corte Costituzionale, con una sentenza storica, proprio in questi giorni conferma quanto il Movimento Cinque Stelle ha sempre detto: i diritti costituzionali vengono prima del pareggio di bilancio. Non ne parla nessuno! Non troverete questa notizia sui giornali, servizi in televisione, perché la sentenza è rivoluzionaria. Le solite scuse: “i soldi non ci sono” e “bisogna rispettare il pareggio di bilancio”, non saranno più valide. La Corte Costituzionale in sostanza, dice che i diritti costituzionali sono più importanti di un vincolo di bilancio, anche se voluto dalla Troika. Nessun governo può più dire: “non ci sono soldi per il Reddito di Cittadinanza, per l’assistenza ai disabili, per finanziare la sanità pubblica e il dissesto idrogeologico”.
Quando il MoVimento 5 Stelle governerà potrà finalmente fare quei tagli agli sprechi che i politici non vogliono fare e ristabilire la giustizia sociale.Il debito pubblico deve essere gestito da una classe politica responsabile che ha la volontà di fare investimenti per far ripartire davvero il Paese, senza esclusione di nessuno.Il debito pubblico deve avere obbiettivi, missioni, guardare a un’economia reale che tende a una ricchezza diffusa con un’ampia visione temporale. Così facendo si abbatte il debito stesso, che sarà sanato da economia reale, benessere, posti di lavoro, sviluppo e innovazione.I governi dei partiti hanno ridotto i diritti e aumentato il debito pubblico.Il MoVimento 5 Stelle farà, invece, quanto stabilito dalla sentenza della Corte Costituzionale. (fonte blog grillo)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

1.000 euro di salasso alle famiglie italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

tasseNel corso del 2017 gli italiani dovranno mettere in conto una “stangata” pari a circa 986 euro a famiglia. Il Codacons ha elaborato uno studio sugli incrementi di spesa previsti per il nuovo anno sul fronte prezzi e tariffe.
Nel nuovo anno, secondo gli analisti, si dovrebbe finalmente assistere all’attesa ripresa dei prezzi al dettaglio, rimasti sostanzialmente fermi nel corso dell’intero 2016. La crescita dei listini determinerà, solo di costi diretti, una maggiore spesa pari a +302 euro a famiglia, mentre per gli alimentari occorrerà mettere in conto 193 euro in più; aumenti che si ripercuoteranno anche nel settore della ristorazione (+28 euro).
Per i trasporti (aerei, treni, taxi, mezzi pubblici, traghetti, ecc.) un nucleo familiare tipo dovrà affrontare una maggiore spesa pari a 64 euro, mentre viaggiare sulle autostrade comporterà un aggravio medio di 35 euro: i gestori autostradali hanno infatti già presentato al Ministero dei trasporti le richieste di aumento delle tariffe per il 2017. Per i servizi bancari complessivamente spenderemo 16 euro in più rispetto allo scorso anno, +7 euro per quelli postali. Torneranno a crescere anche le tariffe rc auto, e assicurare una automobile costerà mediamente 10 euro in più.
Previsti anche rincari nel settore energetico: il 2016 si chiude infatti con una raffica di rialzi del petrolio, che dovrebbero proseguire anche nel corso del 2017, determinando effetti sulle bollette (luce e gas +29 euro) e sui rifornimenti di carburante (+175 euro). Costerà meno il canone Rai, che scende da 100 euro a 90 euro, mentre per scuole, mense, libri ed istruzione in generale la spesa media di un nucleo familiare salirà di 45 euro. Leggeri incrementi anche per curarsi: +37 euro.
PREZZI AL DETTAGLIO +302 euro
ALIMENTARI +193 euro
ACQUA E RIFIUTI +55 euro
ISTRUZIONE +45 euro
TRASPORTI +64 euro
TARIFFE AUTOSTRADALI +35 euro
RISTORAZIONE +28 euro
BANCHE +16 euro
RC AUTO +10 euro
LUCE E GAS +29 euro
TARIFFE POSTALI +7 euro
SANITA’ +37 euro
CARBURANTI +175 euro
CANONE RAI -10 euro
Totale +986 euro a famiglia

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia: bollette, da 1° gennaio elettricità +0,9%, gas +4,7%

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

energiaSecondo quanto stabilito dall’Autorità per l’Energia, dal 1° gennaio per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registrerà un aumento dello 0,9%, mentre la bolletta del gas salirà del 4,7%.
“E’ una pessima notizia. Proprio quando arrivano i mesi freddi la bolletta del gas subisce un rialzo” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Un brutto colpo per le famiglie che già non arrivano a fine mese. Per una famiglia tipo significa pagare nel 2017 (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ndr.), 4,5 euro in più per la luce e 48 euro in più per il gas. Una stangata complessiva pari a 52,50 euro su base annua. Un importo che rischia di mandare definitivamente in rosso i bilanci di chi è già in difficoltà” prosegue Vignola.
“Per questo, il Governo Gentiloni dovrebbe abbassare le imposte sul gas pari al 38,18% e mettere mano agli oneri di sistema sull’elettricità che ormai hanno raggiunto il 20,36%. Un primato di cui faremmo volentieri a meno” conclude Vignola.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giochi: prelievo record dello Stato

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

slot machinesDieci miliardi allo Stato su 18,5 miliardi di incasso netto. Un primato assoluto che fa segnare una crescita – secondo l’elaborazione Agipronews – del 24% rispetto agli 8 miliardi incassati dall’erario nel 2015. Conti alla mano, ci troviamo di fronte a un incremento di due miliardi ‘secchi’. Il prelievo di 10 miliardi destinati all’erario, rispetto ai 18,5 incassati dagli operatori, portano ad una aliquota reale del 54,5%. In sostanza, ogni 10 euro, 5,5 finiscono nella cassaforte statale. La voce che più contribuisce al gettito, pari al 58%, è quella degli apparecchi da intrattenimento (Slot e Videolottery), che versano complessivamente allo Stato 5 miliardi e 850 milioni di euro, dei quali, 4,6 provenienti dalle sole slot machine (+36% rispetto al 2015). Tale incremento è dovuto soprattutto ai provvedimenti del governo Renzi, in particolare al sensibile aumento della tassazione previsto dalla Legge di Stabilità del 2016 e in vigore dal 1° gennaio scorso: dal 13%, il prelievo erariale è passato al 17,5% degli incassi. Discorso analogo, ma in forma più attenuata, per le Videolottery, che versano allo Stato 1250 milioni (+13%) in virtù di un prelievo passato dal 5% al 5,5%. Tra le voci cardine del prelievo statale, spiccano il Gioco del Lotto con 1760 milioni e il Gratta e Vinci (1375), mentre dal Superenalotto arriva quasi mezzo miliardo di euro: 477 milioni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capodanno con colazione al Museo MAEC di Cortona

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

cortonaCortona Arezzo. Il MAEC, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona (AR), propone per la mattina di Capodanno la tradizionale “Colazione al Museo”, giunta alla sua nona edizione. Un evento di successo ideato ed organizzato da Terretrusche con il prezioso sostegno di oltre 20 operatori aderenti alla rete degli “Amici del Maec”, la straordinaria partecipazione di alcuni rappresentanti dell’associazione Cuochi Arezzo e di ospiti speciali della Valdichiana Aretina e Senese. Il Museo di Cortona ritiene fondamentale rimanere aperto il giorno di Capodanno, quando la maggior parte dei musei – anche nazionali – resta chiuso, per dar vita a un’iniziativa di livello tale da attirare da ogni parte d’Italia visitatori che scelgono di passare le vacanze di fine anno nella cittadina etrusca anche per partecipare all’evento. Negli anni la “Colazione al Museo” è divenuta ormai un appuntamento atteso dagli amanti del buon gusto e del buon vivere: l’occasione per degustare in un ambiente unico e raffinato le eccellenze del territorio, per far colazione con prodotti rinomati, per scambiarsi gli auguri nelle sale del magnifico palazzo Casali, sede del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, di fatto uno dei musei archeologici più importanti della Toscana che custodisce tesori unici quali il lampadario Etrusco, la Tabula Cortonensis, la Musa Polimnia, il Tempietto Ginori, e famose opere del cortonese Gino Severini, al quale è dedicata la collaterale aperta fino al 5 Febbraio 2017. Tema di questa edizione: L’Eleganza, L’Eccellenza, il Benessere. Le sale del MAEC saranno elegantemente allestite con bei tovagliati, raffinate composizioni e importanti candelabri; le tavole riccamente imbandite coi prelibati prodotti enogastronomici che caratterizzano Toscana. La mattina di Capodanno le eccellenze toscane verranno proposte tutte insieme in degustazione per un incredibile brunch di Capodanno: la Chianina, la Cinta senese, il Tartufo Bianco delle Crete Senesi, il Pecorino DOP; la Finocchiona DOP, il Pane Toscano DOP, l’alta Pasticceria con cornetti caldi e torte del buon augurio, i grandi Vini di Cortona con la strada dei Vini, la Caffetteria Pascucci, Latte e prodotti Mukki dei migliori allevamenti Toscani. Obiettivo non secondario della “Colazione al Museo”, dunque, è dunque quello di divulgare la conoscenza dei prodotti regionali di qualità e favorire lo sviluppo di relazioni tra produzione, distribuzione al dettaglio e filiera corta. Segno evidente del rapporto che il Museo ha consolidato nel tempo con il territorio è la partecipazione attiva degli operatori economici aderenti alla rete “Amici del MAEC”, attraverso la degustazione delle proprie specialità gastronomiche. Il successo di questa iniziativa è dovuto proprio alla capacità di fare rete tra la valorizzazione del territorio, i beni culturali, le eccellenze enogastronomiche ed artigianali. Novità dell’edizione 2017 è l’apertura al benessere inteso come benefici per la salute che a tavola non possono prescindere dall’attenzione alla scelta e alla lavorazione di alimenti di qualità, locali e di stagione; la partecipazione della “Banda dei Piccoli Chef”, della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori sezione provinciale di Arezzo, di Coldiretti Arezzo e della dietologo Dott.ssa Barbara Lapini proporranno a tal fine Centrifughe ed Estratti di verdure a Km zero. In occasione della nona edizione della “Colazione al Museo”, il MAEC esporrà in esclusiva due antichi documenti legati al vescovo cortonese Giovanni Sernini e alla sua famiglia: 1- La preziosa pergamena contente la Bolla dell’imperatore Massimiliano d’Asburgo per la concessione del diploma di Conte Palatino e di Nobile del Sacro Romano Impero a Giovanni Sernini a seguito del suo impegno, nel 1518, come legato pontificio in Germania nella mediazione con il mondo nordico influenzato dallo scisma di Lutero. La pergamena, insieme al grande sigillo imperiale che l’accompagnava, è stata donata da Marcella Sernini Cucciatti all’Accademia Etrusca di Cortona la scorsa estate. 2- Il libro d’oro del Patriziato di Cortona con lo stemma della nobile famiglia dei Sernini Cucciatti. Visto il successo riscosso nella scorsa edizione, anche l’1 di gennaio 2017 sarà riproposta in esclusiva la visita guidata all’antica “Biblioteca dell’Accademia Etrusca”, normalmente chiusa al pubblico. Alle ore 11,30 le sale saranno pervase dalla magia del Gospel con l’intervento del coro Serenity Singers, a cui seguirà l’ormai consueto taglio della Torta Maec. Un occasione unica per iniziare il nuovo anno in eleganza, degustando le eccellenze del territorio in un ambiente unico e raffinato, Ingresso Intero euro 15,00, Ridotto euro 7,00. (foto. cortona)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ricerca frutto della sinergia tra pubblico e privato

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

ecotilesCamerino Dal terremoto alla ricostruzione. Tentando però di riutilizzare i rifiuti da costruzione e demolizione per ideare materiali innovativi per l’edilizia ecosostenibile. Questa la sintesi di Ecotiles, il progetto europeo finanziato dall’Unione Europea alla Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino e con la partecipazione di Grandinetti srl di San Severino Marche, azienda leader nella produzione di materiali a base cementizia.“Lo smaltimento e il riciclo dei rifiuti da costruzione e demolizione (CDW) – spiega la prof.ssa Eleonora Paris, coordinatrice del progetto Ecotiles – è un problema particolarmente sentito su cui si sta investendo molto in Europa, visto il volume dei materiali coinvolti e la necessità di ridurre l’estrazione di risorse naturali da cava e l’emissione di anidride carbonica. Nel progetto Ecotiles vogliamo dimostrare che sommando le conoscenze scientifiche, le competenze e l’inventiva delle nostre aziende, è possibile ottenere risultati promettenti anche in questo ambito, partendo proprio dalle Marche”.La bontà del progetto è confermata anche dal partner privato del progetto, la Grandinetti srl di San Severino Marche: “C’è un crescente interesse nell’ambito dell’edilizia e del restauro – aggiunge l’ing. Valentino Grandinetti, socio dell’omonima azienda – per materiali ecosostenibili con una buona percentuale di materiale riciclato. Il loro utilizzo in architettura permette di avere un minore impatto sull’ambiente e un aumento del valore di ecosostenibilità degli immobili”. Le piastrelle Ecotiles infatti soddisfano lo standard Leed (Leadership in Energy and Environmental Design), uno degli strumenti di misurazione della sostenibilità ambientale degli edifici più utilizzato.Ecotiles è stato presentato recentemente al Comitato dei Sostenitori dell’Università di Camerino, che ha apprezzato sia il tema del progetto, innovativo e di interesse specialmente nel dopo-terremoto, sia l’efficace sinergia attivata tra azienda e università che ha permesso di ottenere il finanziamento europeo e di produrre già i primi demo da presentare alle fiere del settore. (foto. ecotiles)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dionisiaca: Opera buffonesca al Teatro del Lido di Ostia

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

dionisiacadionisiaca1Ostia Venerdì 30 dicembre, ore 21 Teatro Del Lido, Via delle Sirene 22. La Compagnia Teatrale Valdrada, dopo i successi di “Principesse e Sfumature”, porta una nuova produzione al Teatro del Lido di Ostia, realizzando una vera e propria opera d’osmosi tra arti, professionalità e reti cittadine. In “Dionisiaca – opera buffonesca”, scritto e diretto da Chiara Becchimanzi, un Dioniso capriccioso, eterna allegoria del potere, muove i suoi sottoposti come fossero insulse marionette, con un occhio sempre meno velato all’apparenza, mentre un branco animalesco, sporco, inquietante eppure buffo – i reietti, i cacciati, gli emarginati, che non credono in niente e ridono di tutto– conduce il pubblico in un viaggio trasversale di riflessione sulle dinamiche del potere, attraverso un limbo tra il tempo mitico della leggenda e quello quotidiano della realtà in cui altre divinità, tristemente, governano le nostre vite.Tante le collaborazioni notevoli: dalle sequenze taiko, realizzate grazie alla consulenza di Rita Superbi, alle installazioni dell’artista urbano Simone Perra, dalle opere d’arte visiva realizzate appositamente da Kpm (Collettivo a.DNA Project) alle musiche originali di Marialuce Cecconi e Antonia Harper, dalle scenografie di Fabio Pecchioli ai montaggi video di Roberto Mazzaro. Teatro-danza, video-mapping, tamburi e violini dal vivo, scenografie in movimento, un’irriverente ironia e la grande intensità del branco buffonesco attraverseranno uno scenario urbano senza tempo, per ricordarci che Penteo cercava la Verità, ed è stato punito… E’ allora che i morti si destano, e il buffone scivola nella satira, per ricordare al pubblico quali siano i nuovi déi…chi sarà il prossimo Penteo, la prossima vittima sacrificale? Un grande evento che per la forza e la schiettezza dei suoi linguaggi può coinvolgere un pubblico di tutte le età e le estrazioni, e che viene appositamente realizzato in uno dei poli culturali di riferimento della periferia romana, con un biglietto popolare, nell’ottica del decentramento dell’offerta performativa e della progettazione di una cultura libera, accessibile, partecipata. (foto: dionisiaca)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fuochi d’artificio: Consigli

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

venezia capodannoIl Capodanno prossimo è l’occasione per festeggiare anche con i fuochi di artificio. L’uso scorretto, come possiamo constatare ogni anno, puo’ provocare seri danni. Vediamo qualche consiglio.
* L’acquisto dei fuochi va fatto in negozi autorizzati vanno, quindi, evitate le bancarelle improvvisate dei cosiddetti “vu cumpra” o l’acquisizione dagli “amici”.
* Il prodotto deve avere le istruzioni per l’uso e gli estremi dell’autorizzazione ministeriale e il marchio di conformita’ europea CE.
* L’accensione va fatta in luogo aperto e lontano da altre fonti di calore o da materiale infiammabile.
* Va verificata la traiettoria per evitare che il fuoco cada su persone, su abitazioni o su tutto cio’ che puo’ infiammarsi.
I fuochi di artificio sono belli e divertenti e l’occasione delle festivita’ propizia, evitiamo che diventi un dramma. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

Un Capodanno da non perdere

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

capodanno-camogli1capodanno-camogli2Al Teatro Sociale di Camogli (GE),Sabato 31 dicembre (ore 20 e 30 – Biglietti € 40,00 / € 35,00) – con replica domenica 1 (ore 16 – Biglietti € 20,00 / €15,00 ) e lunedì 2 gennaio (ore 20 e 30 – Biglietti € 20,00 / €15,00) un Capodanno da non perdere, con le uniche date italiane di Victoria Chaplin e J.B. Thierrée. La festa comincia sul palco, con Le Cirque Invisible, e continua in riva al mare, con musica, danza e fuochi d’artifico.
E’ festa grande con LE CIRQUE INVISIBLE di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin. Uno spettacolo dal successo senza tempo, per una serata davvero indimenticabile. In quasi due ore si susseguono senza interruzione trucchi, battute, gag e acrobazie. Ma se si dovesse riassumere in breve ciò che “Le cirque invisible” rappresenta, la parola esatta per farlo sarebbe “magia”. Non magia in senso teatrale, non abile prestidigitazione, ma la magia a cui si credeva da bambini, quella che questo mondo sempre più tecnologizzato e frenetico sta cancellando. Quando si spengono le luci della platea e si accendono i riflettori sul palco, tutto quello che lo spettatore deve fare è dimenticare la razionalità e lasciarsi trasportare dalla leggerezza e dalla bravura di questi due artisti straordinari. Victoria Chaplin e Jean Baptiste Thierrée sono gli acrobati, i fantasisti, gli illusionisti, i funamboli, i prestigiatori, i clown, i musicisti di questo circo immaginario, di questo grande volo della fantasia. Un’occasione da non perdere. La festa continua in riva al mare, con DJ Bond e DJ Like From Varazze in piazza Colombo, dalle ore 22 allo scoccare della mezzanotte. Fuochi d’artificio per il gran finale (ore 002.30) con lo straordinario spettacolo pirotecnico di Setti Fireworks. foto: (capodanno camogli)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad Abbadia San Salvatore si attende il 2017 in piazza

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

abbadia-san-salvatore1abbadia-san-salvatoreAbbadia San Salvatore. Prosegue il calendario “Voglia di Natale!” che fino a gennaio trasforma il paese amiatino in un originale villaggio natalizio con mercatini e attrazioni per grandi e piccini. Dopo l’emozionante accensione delle Fiaccole, uno dei più antichi riti del fuoco italiani che la sera del 24 dicembre ha impegnato l’intera comunità badenga, è tutto pronto per una nuova festa tutta da vivere.La lunga notte di San Silvestro avrà un suo divertente prologo alle ore 18, quando in viale Roma inizierà l’intrattenimento musicale che sarà il giusto sottofondo per l’ora dell’aperitivo. Quindi, alle ore 23.30, la musica live di Mario Magliozzi farà compagnia a chi deciderà di attendere in piazza lo scoccare della mezzanotte. Oltre alla musica non mancheranno sorprese capaci di coinvolgere il pubblico, per una festa che si protrarrà fino a notte fonda.La Compagnia del Drago Nero, con le sue performances, farà da cornice all’intera serata.Intanto ad Abbadia San Salvatore (Siena) prosegue “Voglia di Natale!”, il calendario di appuntamenti che fino a gennaio trasforma la “Città delle Fiaccole” in un originale “villaggio natalizio” pieno di arte, gusto e divertimento.Gusto e artigianato sono protagonisti dello street food e dei mercatini di Piazzale Michelangelo e Viale Roma. Spettacoli itineranti si susseguono nel paese mentre, i più piccoli possono divertirsi con il luna park e il villaggio degli elfi dove un novelliere racconta favole tradizionali. A disposizione di grandi e piccini il “La baita del Natale”, vero e proprio laboratorio artistico dove sperimentare antiche arti locali come l’uncinetto ma anche tradizioni del mondo, come l’origami.Immancabile la carrozza trainata da cavalli che porta i visitatori a spasso nel paese.
Tra le novità la prima edizione del premio letterario “Città delle Fiaccole” destinato a un autore che abbia realizzato un’opera dedicata ai temi del Natale, del fuoco, della montagna. Inoltre, agli itinerari del gusto si uniranno ciaspolate, trekking nel bosco e visite guidate nel meraviglioso centro storico del paese. Non mancheranno spettacoli e concerti. Per un Natale che non finisce mai. (foto: abbadia san salvatore)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: Torna a Castel Sant’Angelo la pista di pattinaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

castel-santangeloRoma Orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 24.00 (no stop) Nella meravigliosa cornice di Castel S. Angelo, uno dei luoghi più visitati e apprezzati del centro di Roma, riapre i battenti fino al 25 gennaio, nella sua originaria location che l’ha resa unica dal 2001, la manifestazione ‘Natale a Roma’, ideata e organizzata dall’associazione ‘Il Faro’.Grazie all’ospitalità del Municipio I e della Sovraintendenza di Roma, è stato possibile allestire in una delle aree più suggestive del centro storico una pista di pattinaggio sul ghiaccio che si sviluppa su circa 800 mq e che, pattini ai piedi, allieterà queste giornate di festa a famiglie, ragazzi, ma anche agli innumerevoli turisti che, ogni giorno, passeggiano lungo le storiche strade della Capitale.In continuità con l’esperienza pluriennale nell’ambito dell’ideazione e gestione di eventi a grande partecipazione pubblica, con le sue 50.000 presenze circa rilevate nelle precedenti stagioni, e nel rispetto della tradizionale magia natalizia, la manifestazione ospiterà anche per l’edizione 2016/2017 un fitto calendario di appuntamenti: esibizioni di pattinatori professionisti e tanti momenti di gioco e di intrattenimento per i più piccoli, ma sarà anche luogo di partecipazione per alcune iniziative di solidarietà, realizzate in collaborazione con le associazioni territoriali. Da anni, tra le altre, l’associazione ‘Il Faro’ condivide con il Municipio I il progetto ‘Pattiniamo Insieme’ realizzato in collaborazione con scuole, case famiglie e associazioni di volontariato che in particolare si occupano di disabilità, con lo scopo di creare un binomio costruttivo tra sport e integrazione sociale, nonché occasioni di solidarietà civile.
La manifestazione resterà aperta tutti i giorni con orario no stop dalle ore 10,00 alle ore 24,00. Il costo del biglietto intero è di 9 €, per i bambini al di sotto dei 14 anni e accompagnati il costo è di 7,00 €. Il biglietto è valido per un turno da 55 minuti a persona. Nei giorni 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio sono previsti orari speciali, che saranno pubblicati sul sito internet http://www.natalearoma.it.
Date speciali:31 Dicembre: dalle 10.00 alle 18.00 01 Gennaio: dalle 15.00 alle 24.00 Costi: Biglietto intero 9,00 € Biglietto ridotto (valido dal lunedì al giovedì) 7,00 €. La riduzione sarà valida per i bambini fino a 14 anni di età, accompagnati dai genitori esibendo un documento valido o tessera sanitaria. (foto: castel sant’angelo)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I mille giorni di Renzi hanno prodotto provvedimenti scritti male, sbagliati, inutili.”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

Palazzo chigi1“E mi riferisco innanzitutto a quelli del ministro Padoan”. Lo ha detto Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, nel corso di una conferenza stampa a Siena sulla crisi delle banche.”
“Forza Italia, tanto alla Camera quanto al Senato – ha aggiunto –, ha votato a favore dei 20 miliardi per salvare il sistema bancario anche perché era stata prospettata una discontinuità rispetto a quanto fatto da Renzi. Il decreto del 23 dicembre invece è tutto ancora frutto della mente del professor Padoan, non c’è stato alcun coinvolgimento. Il ministro dell’economia, ed è questa la mia richiesta, deve venire in Parlamento a inaugurare una nuova stagione di trasparenza e condivisione. Su temi così delicati e fondamentali per il nostro Paese c’è bisogno di un’intelligenza collettiva che in democrazia solo il Parlamento può offrire. Finora Renzi e Padoan sono stati degli incapaci, adesso bisogna cambiare registro. Il nostro voto a favore sui 20 miliardi ci autorizza a essere i rappresentati di questa nuova politica. Padoan – ha concluso Brunetta – deve cambiare verso, deve confrontarsi”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La politica regionale dei pronto soccorso laziali ha fallito”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

ospedaleIl governatore del Lazio Zingaretti farebbe meglio a dimettersi”. E’ quanto dichiarato stamattina dal segretario nazionale dell’Associazione Dossetti, Claudio Giustozzi, intervenuto a seguito dei ripetuti disservizi registrati negli ultimi giorni nei pronto soccorso romani.” “Quanto avvenuto nelle sale d’aspetto di alcuni ospedali della Capitale non restituisce il riflesso di un Paese civile – ha sottolineato Giustozzi – sebbene non sia stupìto per quanto avvenuto. Per chi, come noi, da decenni è impegnato nella tutela del diritto alla Salute, dati come quelli circolati negli ultimi tempi non sono una novità. Già 4 anni fa, la nostra Associazione denunciava la bomba a orologeria dei pronto soccorso capitolini, innescata dai tempi biblici delle liste d’attesa per le prestazioni ospedaliere. Va bene il picco di accessi – ha poi aggiunto il Segretario – ma la verità è che il Sistema, ad oggi, non è in grado di supportare la richiesta del territorio”.Le notizie degli ultimi giorni riportano una situazione giunta al limite del sostenibile. “I cinque giorni d’attesa per un ricovero e la scarsità di ossigeno al San Camillo di Roma rappresentano la cartina di tornasole di Politiche sanitarie fallimentari. Dove sono la ministra Lorenzin e il Governatore Zingaretti, tra l’altro commissario ad acta della Sanità laziale? Che fine hanno fatto le loro promesse istituzionali, puntualmente pronunciate al momento dei tagli del nastro? – sono gli interrogativi del Segretario. “Qui è tutto al collasso. Basta tagli al comparto sanitario regionale, o siamo pronti a scendere in piazza con iniziative eclatanti. Oggi nei pronto soccorso di Roma si può morire. Non siamo più disposti ad assistere a tale scempio non solo del diritto alla Salute, ma dell’umana dignità del cittadino”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Saldi: Il trionfo dell’ipocrisia

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

saldiSi avvicina la cosiddetta stagione dei saldi ed ecco che in tanti -specialmente i comunicatori mediatici attenti ai propri contratti pubblicitari- ci vogliono far credere che e’ un buon momento per le occasioni, che altrimenti…… Altrimenti cosa? E’ qui il succo del problema… Altrimenti, niente! Perche’ gli sconti che ci dicono esserci in occasione della stagione dei saldi, li troviamo in qualunque altro periodo. Quello dei saldi e’ solo un periodo civetta per cercare di convincerci ad acquistare oggetti e capi d’abbigliamento che possiamo trovare tutto l’anno, a prezzi ugualmente scontati e anche piu’ convenienti, in qualunque negozio o attraverso la Rete. Periodo civetta al pari di tanti altri volatili che vengono lanciati nel corso dell’anno per indurci a fare acquisti anche quando -magari- non ne abbiamo bisogno: l’occasione -per usare un po’ di modi di dire- non solo fa l’uomo ladro, ma lo fa anche un po’ bischero (allocuzione fiorentina, sinonimo di tontarello, stupidotto):“compra ora che altrimenti questa offerta sara’ irripetibile”, e’ il motivo conduttore che ci vogliono istigare in testa, al pari di quelli che ci telefonano a tutte le ore a casa o vengono a bussare ai nostri “usci” per offrirci il contratto del gas, della luce o del telefono da stipulare subito perche’ le offerte sono limitate e scadono -guarda caso- proprio da li’ a poche ore.
Questa si chiama ipocrisia. Collettiva. E quindi anche piu’ dannosa di quella che usiamo ogni volta che facciamo finta -per farci forse meno male- di non comprendere una cosa o di comprenderla in un certo modo. E -si sa- l’essere umano ipocrita e’ piu’ debole, piu’ disponibile e quindi piu’ allocco. Perche’ non giocarci intorno ed indurgli bisogni che non ha, o magari indurglieli anche quando magari avrebbe da pensar a cose piu’ utili nella sua vita, come non accettare supinamente arroganza e stupidita’ del senso comune e del senso di chi ci amministra e del senso di chi ci marcia economicamente su queste ambiguita’?Continuiamo a farci male? Abbiamo tutti gli strumenti per non farcelo fare.Se qualcuno ha dei dubbi su questa nostra “filippica” contro il consumismo fine a se stesso e il condizionamento commerciale e mediatico, lo invitiamo, in questi giorni cosiddetti pre-saldi, a farsi un giretto nei negozi che poi praticano questi sconti, e prendere nota dei prezzi di alcuni articoli. Poi, nei giorni fatidici dove tutte le vetrine hanno un cartello con la scritta saldi -magari in piu’ lingue per indurre maggiore attrazione- rifatevi lo stesso giro e vedete cosa e’ successo ai prezzi base su cui sarebbe stato praticato lo sconto: sara’ piu’ alto, si’ che il prezzo scontato esposto per la vendita sara’ grossomodo uguale a quello che c’era prima dell’orgia dell’offerta. Certamente non tutti i negozi saranno cosi’, ma gli altri sicuramente vi avrebbero fatto lo stesso sconto anche prima della partenza del periodo dei saldi.E -sempre il nostro consiglio al consumatore “distratto”- ricordatevi che i vostri diritti -quelli del codice del consumo- sono sempre gli stessi, anche se vi fanno pagare meno. Uno fra questi e’ il principe: quanto acquistato si puo’ sempre cambiare o avere i soldi indietro, se le sue caratteristiche non rispondono a quanto pubblicizzato o vantato a voce… e questo entro due anni dall’acquisto. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MPS: Ma chi ha preso i soldi e non li ha restituiti?

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

siena“I cittadini italiani che di fatto diventeranno proprietari di Mps hanno il diritto di sapere chi ha causato questo disastro, innanzitutto conoscendo chi ha preso soldi e non li sta restituendo”. Lo ha detto Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, nel corso di una conferenza stampa a Siena sulla crisi delle banche.
“Vogliamo – ha sottolineato – i nomi. I primi 10, 100, 1000 nomi di chi ha preso soldi e non li restituisce. E questo per ridare dignità a una banca storica e a una città come Siena. Non solo, deve andare a casa anche il vecchio management e serve piena trasparenza sulle scelte compiute in questi anni. Serve discontinuità”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Automobili: Record di costruzioni in Europa. Incoscienti?

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

auto industryIn quest’anno che si sta per chiudere, la produzione di vetture e utilitarie in Europa raggiungera’, secondo PwC (PricewaterhouseCoopers) i 19,1 milioni di unita’, in aumento del 5,7% rispetto ad un anno fa. Un record della storia dell’auto. Un record che, evidentemente, e’ raggiunto grazie alle due dinamiche di questo mercato che hanno giocato tra loro una buona sinergia: produzione e consumo.
Nella prima dinamica (produzione) -come fanno notare sempre da PwC- “il miglioramento delle capacita’ di utilizzo delle fabbriche ha fatto entrare l’industria europea in un circolo virtuoso. La redditivita’ degli impianti migliora…”. Si tratta di una produzione in larga parte a “Km zero”, con le vendite concentrate nei luoghi di fabbricazione, e che vede la Germania al primo posto con 6 milioni di vetture. Le prospettive di vendita -sempre secondo PwC- a breve termine restano positive e la situazione economica piuttosto rassicurante.
Nella seconda dinamica (consumo), l’acquirente medio e’ costantemente bombardato di pubblicita’ (con investimenti che non sembrano essere sfiorati da una delle tante crisi che sembra ci attanaglino) e di incentivi fiscali per indurlo all’acquisto. Nonche’ spronato da un sistema di trasporto pubblico non all’altezza della domanda e da offerte di mobilita’ individuale alternativa non consone ai bisogni (carenze infrastrutturali e costi fuori mercato: si pensi ai mezzi elettrici, per esempio).
Un mercato, quindi, che va per conto suo -e contro- rispetto alla scienza e alla quotidianita’.
La scienza e’ quella che ci dice che il riscaldamento climatico da sovracombustione di energie fossili (tra cui primeggiano i carburanti) ci sta uccidendo piu’ velocemente, e ci sono fior fiore di convegni e incontri internazionali che ce lo ricordano sempre, Onu in testa; con tanto di impegni da parte degli Stati.
Quotidanita’ che ci dice che dobbiamo circolare in auto a giorni alterni nelle nostre citta’, perche’ sono stati sforati i limiti di tollerabilita’ umana dei gas di scarico emessi nell’aria dalla combustione di queste vetture. Con tutte le differenze tra euro1, euroPinco, euroPallo…. Scartando euro1000, che sono io con la mia bicicletta e che, nello specifico italiano, rischio la vita ogni secondo che la inforco in strade in cui le piste ciclabili sono una presa per i fondelli e/o il fiore all’occhiello di campagne elettorali false e/o uso improprio dei fondi comunitari stanziati alla bisogna.
Torna tutto? Certo che No! 2+2 sembra che faccia sempre quattro, mentre qui ci stanno inducendo a risultati tipo sette oppure otto. E sembra che piu’ di qualcuno si stia lavando le mani lasciando “ai posteri l’ardua sentenza”, che non potra’ che essere -grazie all’incoscienza attuale- di morte!
Per tornare alla produzione. La conversione industriale grazie a politiche ad hoc, che fine ha fatto? Ci fermiamo qui. Perche’ la domanda che abbiamo posto e’ la chiave di tutto, anche per i posti di lavoro oltre che per la nostra salute e la nostra vita. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ordinanza mani al sicuro

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

alessandro-marchetti“Che le Ordinanze anti-Botti siano solo un palliativo fuori-legge stavolta lo ha ribadito anche il TAR. D’altronde se il Decreto Legislativo 29 luglio 2015, n. 123 in attuazione della direttiva 2013/29/UE, dispone che alcuni fuochi pirotecnici in quanto non pericolosi o scarsamente pericolosi sono di libera vendita, che addirittura possono essere usati dai ragazzini di 14 anni ed altri si possono acquistare solo dimostrando la maggiore età, non considerandoli pericolosi per l’incolumità pubblica, come può un Sindaco decidere autonomamente il contrario rispetto a quanto sancito dalla legislazione europea ed italiana ?” ha dichiarato Alessandro Marchetti, Presidente dell’ANASPOL, Associazione Nazionale Agenti Sottufficiali Polizie Locali, che da oltre 8 anni organizza gratuitamente corsi di prevenzione sui rischi dai Botti di Capodanno nelle scuole e nelle parrocchie e con la distribuzione di volantini nelle piazze, commentando la recente decisione del TAR Lazio di bloccare l’Ordinanza del Sindaco di Roma.“Scoppiare i botti a Capodanno è una vecchia usanza,” ha aggiunto Marchetti, che è anche un Ufficiale della Polizia Locale di Roma e segretario del SULPL “come una volta c’era quella, oggi sparita, di gettare i cocci dalle finestre; noi riteniamo che solo la cultura della prevenzione e l’informazione possano vincere questa pericolosa usanza, occorre creare l’auto-coscienza negli italiani che non devono comprare i botti e che, se proprio devono farlo, vanno acquistati nei negozi autorizzati e non dai commercianti abusivi, dove le miscele esplosive non sottostanno alle rigide regole imposte dalle leggi.” “Invitiamo i Sindaci ad aiutarci e a fare sul serio, al posto di improvvisate ordinanze, come ad esempio abbiamo fatto in collaborazione con il Comune di Aprilia giorni fa con la campagna ‘A Capodanno mani al Sicuro’, a diffondere la cultura della prevenzione a partire dalle scuole, nelle piazze dei mercatini natalizi, dove distribuire volantini informativi sui rischi dai botti di Capodanno. Solo gli italiani possono decidere che, gli italiani, non devono più seguire un’usanza tanto pericolosa !” ha concluso Alessandro Marchetti. (foto: alessandro marchetti)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Palermo on ice al giardino inglese

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

palermo-on-icepalermo-on-ice1Palermo Il 15 per cento in più di pattinatori. Un numero che riassume un risultato. Tante sono state le persone in aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che hanno trascorso qualche ora a “Palermo on ice”, la pista sul ghiaccio del Giardino Inglese, all’interno del pattinodromo comunale (ingresso diretto da via Duca della Verdura, oppure da via Liberta o via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa).Uno spazio grande oltre 1000 metri quadri (la pista ne occupa più di 600 e la rende di fatto la più grande della Sicilia) e coperto da una tensostruttura, dove bambini, adulti, adolescenti e gruppi di amici possono divertirsi con salti e piroette improvvisate, cercando così di imitare le performance delle star. Il tutto è illuminato con migliaia di luci a led.Un gran numero persone che per l’ennesimo anno hanno potuto godere di questo spazio cittadino, con i suoi cinque anni di attività sempre in attivo è una tradizione invernale.Un punto di ritrovo per famiglie, che possono qui rilassarsi e svagarsi grazie ai numerosi servizi offerti. L’intera struttura di “Palermo on ice” punta all’ecosostenibilità ed è costruita con materiali in legno e riciclabili.La pista rimarrà aperta ogni giorno fino al 31 gennaio 2017, dalle 10 a mezzanotte (il sabato e la domenica apertura estesa fino all’una di notte). Nel corso delle settimane non mancheranno degli appuntamenti speciali. L’ingresso costa cinque euro per chi vorrà pattinare mezz’ora, sette per un’ora di giri sul ghiaccio. A queste cifra si somma un euro per chi vuole pattinare servendosi dei supporti per scivolare senza fare fatica e cinque per chi userà lo slittino. Per chi vuole saltare la fila, si può prenotare anticipatamente all’indirizzo Internet: http://palermoonice.embedy.net/. Per il pubblico che vuole semplicemente assistere è messo a disposizione uno spazio al coperto che si affaccia sulla pista di 80 metri quadri. (palermo on ice)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »