Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 307

C’era una volta un pezzo di legno”

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2016

pinocchio-637x320frozen-principesseQuante volte ci è capitato di leggere, o di avere sotto gli occhi, uno dei più celebri incipit della letteratura mondiale? Cominciava così Pinocchio, diventato nel corso degli anni uno dei capisaldi della letteratura per ragazzi. Questo genere letterario diventato negli anni un fenomeno editoriale, culturale e sociale ha cominciato ad espandersi nel diciottesimo secolo nei Paesi più scolarizzati d’Europa (Inghilterra e Francia) fino a sbarcare negli Stati Uniti per poi fare ritorno qui da noi, e giungere anche in Italia.
La narrativa per bambini e ragazzi è un universo parallelo nel mondo della letteratura. Si tratta di uno dei filoni più abbondanti e prolifici, capaci di riempire interi piani delle librerie, con volumi colorati di poche pagine cartonate, o veri e propri romanzi per lettori ai primi o primissimi passi. Proprio per questa abbondanza, a volte orientarsi nella giungla dei titoli non è proprio semplicissimo.
Fiabe e favole, certo, come quelle celebri dei fratelli Grimm o più di recente di Calvino e Livingstone, ma anche libri da rileggere da grandi e raccontare ai più piccoli, fino alle intramontabili principesse protagoniste di grandi storie.
Ora è possibile disporre di una guida, che è a sua volta una piccola raccolta di liste, che ci porta alla scoperta della letteratura per ragazzi, dalle opere che hanno fatto storia ai siti di riferimento, che ogni anno pubblicano le classifiche con le migliori novità. Infine, alcune belle citazioni per immergerci nel mondo dei più piccoli. Il punto di partenza per andare a caccia di mille altre storie. Pensiamo ad esempio a dieci storie:
1) Emilio o dell’educazione, di Jean-Jacques Rousseau (1762) Il libro di Rousseau diventa subito un classico, un trattato pedagogico che teorizza in quattro fasi l’apprendistato di un giovane studente secondo un’educazione “naturale” in un ambiente rurale, lontano dagli stimoli della città. Poiché “si è curiosi soltanto nella misura in cui si è istruiti”.
cenerentola2) Robinson il giovane, di Joachim Heinrich Campe (1779) Verso la fine del Settecento il tedesco Campe propone la prima grande riscrittura per l’infanzia del capolavoro di Daniel Defoe.
3) Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, di Lewis Carroll (1865)
4) Le avventure di Tom Sawyer, di Mark Twain (1876) Verso la fine dell’Ottocento la letteratura per ragazzi comincia ad estendersi anche negli Stati Uniti. Mark Twain disegna due personaggi divenuti ormai dei veri e propri beniamini in tutto il mondo: Tom Sawyer e Huckleberry Finn.
5) Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, di Carlo Collodi (1881)
6) L’isola del tesoro, di Robert Louis Stevenson (1883) Lo scrittore comincia a scrivere la sua nuova storia un capitolo per volta, leggendola poi al figlio la sera.
7) La tigre della Malesia, di Emilio Salgari (1884) Le sue vera fonte di ispirazione erano le conversazioni con i marinai del porto di Genova, prodighi di particolari esotici, nonché i romanzi popolari della collana “Biblioteca dei viaggi” e i resoconti del Giornale illustrato dei viaggi.
8) Winnie the Pooh, Alan Alexander Milnen (1925) L’ispirazione per la sua creatura più famosa, un orsacchiotto, viene all’autore una sera grazie al figlio Christopher. È infatti per esaudire una sua richiesta che il romanziere scrive una storia sull’orsacchiotto Pooh e la sua amicizia con un ragazzino di nome Christopher. «Ogni bambino ha un giocattolo preferito e ogni figlio unico ne ha particolarmente bisogno» dirà il figlio una volta adulto. «Pooh era il mio».
9) Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupéry (1943)
10) Harry Potter e la pietra filosofale, di J. K. Rowling (1997)Negli anni successivi l’autrice pubblicherà gli altri sette romanzi del ciclo (siamo in attesa della pubblicazione dell’ottavo), vendendo complessivamente oltre 500 milioni di copie. La serie dei film conserveranno lo spirito giocoso e magico dei libri e avranno un successo planetario: quasi un miliardo di dollari di incasso.
Circondate i vostri ragazzi di libri, e fate in modo che vi vedano leggere. Fate in modo che capiscano quanto vi piace, leggere. Non potete pretendere che si innamorino della lettura se non vedono leggere voi, e se non hanno a disposizione dei libri da poter sfogliare quando ne hanno voglia. Il cosiddetto libro per ragazzi, l’oggetto che appartiene solo a loro, in realtà non esiste. Esistono i libri brutti e i libri belli, tutto qui. Non sapete da quali iniziare? Partite da qui. (foto: pinocchio, Frozen-principesse, cenerentola)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: